SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La Pro Vercelli ha presentato la nuova maglia celebrativa per i 120 anni nel corso del Christmas Sponsor Day, svoltosi il 6 Dicembre presso il polo fieristico della città piemontese.

Presentazione divisa 120 anni Pro Vercelli

La casacca è nata dalla collaborazione tra Erreà, FaSport e FC Pro Vercelli 1892 ed è patrocinata dalla onlus vercellese Biud10. Parte del ricavato andrà infatti alla onlus nata in memoria di Andrea Bodo.

Disegnata nel tradizionale colore bianco è caratterizzata dallo stemma societario diviso in due parti.

Fabrizio Rizzi, amministratore delegato della Pro Vercelli, l’ha presentata così:Questa maglia rappresenta la vita di questa società, il suo percorso lungo 120 anni. Lo stemma della nostra Pro Vercelli è stato diviso a metà in un ideale ponte fra il passato e il presente. Un passato fatto di gloria, ecco perché abbiamo deciso di riportare i nomi dei giocatori che hanno vinto gli scudetti, i nomi che hanno trasformato una storia in leggenda. L’altra metà dello stemma è il presente, un presente che ci vede nuovamente protagonisti nel campionato di serie B“.

Casacca 120 anni Pro Vercelli

Sul petto trovano posto anche i sette scudetti vinti dai vercellesi tra il 1908 e il 1922. L’evento è proseguito con una sfilata di prodotti tecnici e per il tempo libero della linea Draftsport e Fa Sport.

Rizzi ha tenuto a ringraziare Erreà per l’impegno profuso nella realizzazione di questo progetto e per il bellissimo risultato ottenuto.

Voi cosa ne pensate di questa maglia celebrativa?

  • catoblepa

    Bella maglia e bella iniziativa, non riesco a capire perché la facciano indossare a un guappo.

    • corry_32

      ahahhahaha forse perchè dovevano continuare il ponte con il passato!!!xD cmq è molto particolare,simpatica! 🙂

  • AlbPal

    Bella iniziativa ma pessima scelta il maxi logo con i nomi degli ex calciatori.

    • adb95

      forse era meglio usare anche l’altra metà per i nomi…

  • raido

    Se la Errea togliesse i loghi dalle spalle sarebbe la miglior marca italiana per design (non ho mai conosciuto i materiali), per il resto non è che mi piaccia molto lo scudettone al centro, così come i trofei sotto lo stemma, anche se la Pro Vercelli ha una storia che gli consente di esporli tutti con orgoglio.

  • rudiger

    E lo sponsor? non c’è?
    La cosa che più simboleggia il passato legato al presente è la faccia del giocatore: baffetto e sopracciglia primo Novecento con cresta del XXI secolo 🙂

    • http://www.lucamoscariello.it mosca

      Vero.
      Ho pensato esattamente la stessa cosa. Nella posa del calciatore con mustacchio belle èpoque e zazzera tamarra. Chissà se è voluto? ne dubito fortemente. Un ibrido che mi lascia un pò perplesso, come la maglia.

      • rudiger

        E abbiamo tralasciato gli scarpini del 22* secolo

  • vigne

    bella

    • vigne

      oddio però guardandola bene.. 🙂

  • DY

    Mah… l’idea del logo coi nomi di tutti i giocatori ‘scudettati’ non è male, ma non così in formato extra-large! Personalmente l’avrei utilizzato solo come logo dell’anniversario, lasciando sulle maglie soltanto lo storico scudo crociato di inizio secolo…
    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/1/13/Carlo_Rampini_%281912%29.jpg

    …o perlomeno, se mantenuto extra-large, l’avrei fatto ‘tono-su-tono’ in scala di grigio, in modo da attenuarne l’impatto visivo.

    Nota dolente, il marchi Erreà in nero: è paradossale il fatto che sulla divisa stagionale della Pro Vercelli i vari marchi siano ‘mascherati’, mentre su questa che dovrebbe essere una divisa celebrativa siano così ‘fastidiosamente’ in risalto 😀

    Erreà quest’anno ha realizzato delle bellissime maglie (probabilmente le migliori di un’azienda italiana), ma questa secondo me l’ha un po’ ‘toppata’…

    • Junglefever

      quoto. sulle maglie “standard” ti mimetizzi ( e ti apprezzo tantissimo) e su quella celebrativa di metti in mostra? mah…

      detto questo, bella maglia nonostante tutto….

  • paul21

    dove si può acquistare??

  • Torto #13

    Non mi dispiace affatto. Generalmente preferisco maglie un po’ più sobrie, ma questa anche se ha lo stemma così grosso al centro mi piace. Bella anche l’idea dei nomi dei giocatori.
    Mi sarebbe piaciuto vedere una “variante” con la croce rossa e basta come protagonista: con questa spostata nella parte destra della maglia a tutto campo e nella parte sinistra i nomi dei giocatori, sempre a tutto campo.

  • Alvise

    mi garba molto

  • Marcomanno

    carina, molto audace lo stemma a metà. Forse , visto che si tratta di maglia storica, si poteva rinunciare ai loghi erreà sulle braccia. E magari fare tagliare i baffi al tizio, sembra il fratello tamarro di Mario & Luigi.

  • squaccio

    Perchè non ci sono + i kit design ?
    Erano molto coinvolgenti… 🙁

    • Torto #13

      Attendere prego 😉

      • Torto #13

        Ecco la variante di maglia che intendo:
        croce a tutto campo nella metà maglia in cui si trova lo stemma della Pro Vercelli, nell’altra metà sempre a tutto campo i nomi degli scudettati.

        [img]http://img844.imageshack.us/img844/7981/t13footballkittemplatep.jpg[/img]

        • Marcomanno

          fra le due, sceglierei questa..

        • DY

          Idea carina, ma per essere una maglia della Pro Vercelli (oltretutto, celebrativa) è fin troppo “colorata” 😀

        • Stavrogin

          Questa molto meglio!

      • Alessio

        Li attendo anche io con ansia, specie (se mai avrete tempo e voglia di farli) quelli di prima e seconda divisione. Ho visto cose che voi umani…
        Per me quest’anno il livello è drammaticamente calato. Ma qui si parla d’altro.

  • elkunazzurro

    Ma verrà usata fino alla fine del campionato? O soltanto per qualche partita??

    • elkunazzurro

      Grazie per avermi risposto in tanti, me ne bastava una soltanto,
      non dovevate, grazie ancora !!!! -.-” 😀

  • mic

    bellissima!!!!Me gusta!!

  • FDV

    La spiegazione della scelta dello scudettone a metà al centro mi convince, anche se esteticamente lo trovo un po’ ardito.

    Stupendi i 7 tricolori sotto le stemma.

  • renato

    Non mi piace come maglia,sembra la maglia NPZ quelle che si vendono in centro(es Montecarlo che conta,Genova che conta,Torino che conta,ecc)

  • ciobi1984

    Hanno fumato pesantemente prima di produrla. Lo stemma a metà fa inorridire. Se lasciavano la parte centrale bianca, magari scrivendo in basso rilievo i nomi degli scudettati, avrebbero fatto davvero un piccolo capolavoro. Così fa rabbrividire…

  • ilm@tto

    brutta, ma veramente brutta. E pensare che ci vuole così poco per fare un buon lavoro retro su una maglia bianca….

  • Niccolò Nottingham Forest

    Sarebbe bello se le utilizzassero con la numerazione dall’ 1 all’11 e senza i nomi dei giocatori sulle spalle.. magari con un font retrò…

    • F093

      … e magari anche con un pallone ad esagoni/pentagoni bianchi e neri, giocatori con scarpini neri, portieri con maglia grigia, giocatori con calzoncini corti, calzettoni sotto ginocchio…..(potrei continuare per almeno un’ora… sigh sigh)

      🙂

      F093
      old style

  • Cippostyle1893

    Lo stemma a metà é orribile! Per il resto carina la maglia, anche se la Pro Vercelli continua a credere che sia lei la società piú antica d’Italia quando invece é il Genoa!!!!!!

    • passionemaglie.it

      La prossima volta, per cortesia, dovresti evitare imprecazioni e storpiature dei nomi altrui. Qui preferiamo evitare discussioni futili 😉

      • Cippostyle1893

        Da quando sono in questo sito non ho offeso nessuno, volevo solo fare una battuta senza offendere ovviamente nessuno, se ritieni che io abbia sbagliato allora ti chiedo scusa, non era nelle mie intenzioni, giustamente non siamo su tifo.net!

      • passionemaglie.it

        Non hai offeso nessuno, non preoccuparti.
        La tua era una battuta normale, ma almeno qui vorrei evitare di leggere discussioni perchè qualcuno scrive “lazzie” o “riomma”. Personalmente non do peso a queste storpiature, ma qualcuno potrebbe prendersela e dare adito a inutili litigi virtuali.

        Tutto ok 😉

    • DY

      @Cippostyle1893: ad onor del vero, la questione della “società più antica d’Italia” è un po’ più complicata…

      Il ‘Genoa’ è la squadra “attualmente” in attività più antica, e che quindi può fornire il più antico attestato ufficiale di nascita (il 1903). Ci sono però fonti bibliografiche che segnalano verie squadre piemontesi di calcio sorte già alla fine dell’800, come ad es. il ‘Football & Cricket Club Torino’ sorto nel 1887:
      http://www.comune.torino.it/archiviostorico/mostre/sport_2005/pdf/085-096.pdf
      Tra le altre, c’è anche da ricordare la ‘Società Rodigina di Ginnastica Unione e Forza’ (da cui deriva l’attuale ‘Rovigo Calcio’), che nacque come società ginnica nel 1874, e che proprio nel 1893 aprì anch’essa una sezione dedicata al calcio. La stessa ‘Pro Vercelli’, nata come ‘Società Ginnastica Pro Vercelli’ nel 1892, nel 1903 aprì la sua sezione calcistica (infatti, personalmente trovo sbagliato che nella sua denominazione societaria indichi una data antecedente).

      C’è poi da considerare che, riguardo gli albori del calcio in Italia, oggi possiamo reperire attestati ufficiali soltanto per quanto riguarda le competizioni organizzate all’epoca dalla FIF (Federazione Italiana Foot-Ball – l’attuale FIGC), mentre invece tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 molte competizioni calcistiche vennero organizzate nel nostro Paese dalla FGNI (Federazione Ginnastica Nazionale Italiana): il primo torneo su suolo italico di quello che si può definire gioco del calcio (veniva chiamato all’epoca “calcio ginnastico”) venne organizzato dalla FGNI nel 1896, e venne vinto dall’Udinese’ formatasi proprio quell’anno; la prima partita del Genoa seganalata dalla FIF risale invece a due anni dopo.

      Questo solo per chiarire che squadre di calcio, in Italia (anzi, nel Regno d’Italia), ce n’erano anche prima del 1893.

      • DY

        P.S. – Ovviamente per “attestato ufficiale di nascita” del Genoa intendevo il 1893, NON il 1903… perdonami il piccolo refuso 🙂

      • Stavrogin

        A ‘sto punto citerei anche la Palestra Ginnastica Fiorentina Libertas che si occupava di calcio già nel 1877 😉

        • DY

          In realtà, pur essendo la polisportiva stata fondata nel 1877, la sezione calcistica della ‘Palestra Ginnastica Fiorentina Libertas’ vide la luce “solo” nel 1912, quando in essa confluì lo ‘Juventus Foot-Ball Club’ dell’Anconella:
          http://www.pgflibertas.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1:storia-della-gloriosa-palestra-ginnastica-fiorentina-libertas

          La prima squadra di calcio sorta a Firenze dovrebbe essere stato il ‘Florence Football Club’, costituito nel 1898 ed attivo fino al 1909 (tra l’altro, è stato poi ri-fondato nel 2010: http://www.florencefootballclub.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14&Itemid=13 ). Nel 1902 nacque poi l”Itala Foot-Ball Club’, seguito nel 1903 dal ‘Club Sportivo Firenze’ (anche se i primi anni non si occupava di calcio, ma soprattutto di ciclismo) e nel 1908 dal ‘Firenze Foot-Ball Club’.

          Come immagino saprai, dalla successiva fusione tra la sezione calcio della ‘Libertas’ e il ‘Club Sportivo Firenze’ (imposta dal regime fascista – similmente con quanto fatto con l”Ambrosiana’, la ‘Roma’, il ‘Napoli’ e la ‘Dominante’), nel 1926 nasque finalmente la Fiorentina 😉

  • Wario

    mmm insomma… non bella, non brutta… molto meglio rispetto ad altre maglie celebrative ma niente di che… deve ancora essere creata una maglia celebrativa che riesca a piacermi… PS:semplice vincere 7 scudetti in un epoca in cui le squadre di calcio erano poche e per stare in serie A (unica serie agli inizi) bastava fondare una squadra di calcio…

    • lorenzo70

      sul p. s. sono perfettamente d’accordo con te. o, meglio, sono in totale disaccordo…chi lo sa? e’ l’affascinante dilemma descritto molto bene a puntate dal guerin sportivo in questi mesi. dilemma comunque irrisolto anche dal vecchio guerino. meglio cosi’.

    • passionemaglie.it

      Li hanno vinti, dovrebbero vergognarsene? 🙂
      Fanno parte della loro storia (e di quella del calcio italiano) e giustamente li mettono anche in mostra sulla maglia.

    • DY

      @Wario, se era tanto “facile”, com’è che gli altri non li hanno vinti quegli scudetti? 😀

      E cmq, non è vero che all’epoca ci fosse un’unica serie: nel periodo dei 7 titoli italiani della Pro Vercelli (dalla Prima Categoria del 1908, alla Prima Divisione del 1921-1922) il campionato italiano era già diviso in 3 livelli (tant’è che infatti la ‘squadra riserve’ della Pro Vercelli vinse in quel periodo anche 3 campionati di Seconda Categoria).
      Se all’epoca non avevi una squadra valida, in massima serie (la Serie A verrà istituita solo nel 1929) stai certo che non ci rimanevi!

      Riguardo invece al numero delle squadre, vero è che nel 1908 in massima serie ce n’erano solo 4, ma poi il numero è salito sempre più; nella stagione dell’ultimo titolo, nel 1922 (tra l’altro, l’anno dei ‘due campionati italiani’ per via della scissione FIGC-CCI), la Prima Divisione CCI vinta dalla Pro Vercelli contava, tra Lega Nord e Lega Sud, quasi 60 club.

      • Cippostyle1893

        Quoto in questo caso PM e DY!!!!

  • ferro

    certo 120 anni non son bruscolini, ma lo stemmone dimezzato non mi convince molto, fantastico il modello “old style” =D

  • lorenzo70

    mi sembra una buona occasione un po’ sprecata…
    conoscendo bene la errea’ mi aspettavo di meglio, specie con tutti quegli scudetti in bacheca.
    al contrario, mi piacque molto, due anni fa, quella del 125mo del milwall fatta da un’altra grande italiana: la macron fece una maglia semplice e classica con i nomi dei giocatori minuscoli e uniformi su tutta la maglia senza arlecchinature come in questo caso, se vista da non troppo vicino.

  • Simone

    Mi ero perso la scritta “120 anni tra Storia e Leggenda” in verticale sulla croce dimezzata…
    Peccato, hanno tirato fuori tante idee interessanti e per strafare hanno caricato troppo la bianca casacca. Peccato.

  • hangingjudge

    Mi piace l’idea di una maglia celebrativa che sia anche innovativa ed insolita, andare sul classico è più “facile”, e di solito porta a risultati migliori, ma non essendo un anniversario così importante la scelta mi sembra azzeccata. E il risultato è buono anche se un po’ carico (la scritta sulla croce però è davvero troppo)

  • Swan

    Secondo me è l’ennesima maglia celebrativa pacchiana del panorama italiano. Va bene il taglio old style, bastava reintrodurre il vecchio stemma sul petto con una scritta tipo ‘7 volte campioni d’Italia’. Il resto e’ di troppo.

  • jojo

    Non male come maglia e come iniziativa.

  • udb87

    maglia orribile a mio modo di vedere.
    è un vero peccato! si meritavano di più!

  • rudiger

    Uno sta qui a cercare di capire se lo stemmone basti a dare un sapore antico a una maglia celebrativa… poi arriva l’articolo su quella del lecco e tutto il concetto si ridefinisce.

    • vigne

      ?

    • vigne

      scusa avevo sbagliato a vedere su che articolo eravamo per quello non capivo 🙂

  • Alessandro

    La maglia e’ orrenda, gli scudetti sono invece legittimi e sacrosanti.

  • Biagio

    Io invece dei 7 scudetti “disegnati” avrei messo solo l’anno di questi, per il resto mi piace 🙂

  • Lino

    Lo stemmone al centro anche per me è un po’ ardito, ma alla fine l’insieme non mi dispiace affatto, anzi. Secondo me è un esempio di trovata coraggiosa però abbastanza ben riuscita.

  • Djibril

    Che allegria alla presentazione….il modello è imbronciato in ogni foto per non parlare del tipo a destra coi capelli lunghi nella 1a foto che sembra si sia appena lasciato con la ragazza…

  • Biagio

    Ma non è stata usata in campionato?

  • William

    A me piace davvero tanto, sia l’idea che la realizzazione.

    Fossi un tifoso della Pro Vercelli andrei fiero di quegli scudettini messi lì! 🙂

    Avrebbero potuto fare meglio (molto meglio) invece su calzoncini e calzettoni.