SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

È stata ufficialmente presentata per la prossima stagione la Virtus Roma, profondamente rivoluzionata dopo gli addii di coach Calvani e di capitan Datome, uomini-simbolo della fantastica cavalcata dello scorso anno arrestatasi solo in Finale Scudetto contro la Mens Sana Siena.

Presentazione Virtus Roma 2013-2014

La cerimonia si è tenuta presso la Sala delle Bandiere del Campidoglio alla presenza, tra gli altri, di Claudio Toti (Presidente della Virtus Roma), di Giancarlo Cremonesi (Presidente di Acea, main sponsor dei capitolini), di Luca Pancalli (Assessore alla “Qualità della vita, sport e benessere” di Roma Capitale) e di Mirko Annibale (responsabile Joma per l’Italia).

L’occasione è stata ghiotta anche per presentare le nuove maglie per la prossima stagione. Proprio l’azienda castigliana vestirà da quest’anno, e per i prossimi tre, la Virtus in forza dell’annuncio ferragostano dell’accordo, che è andato a sostituire il precedente con Kappa.

Roster Acea Virtus Roma 2013-14

Nonostante la partecipazione all’Eurocup, Joma non ha inteso differenziare in alcun modo le canotte, per cui quelle che la squadra romana utilizzerà in campionato saranno le stesse che vedremo in Europa.

Come spesso accade nel basket, le maglie sono identiche ad eccezione del main colour: la divisa casalinga è bianca, come consuetudine, mentre quella da trasferta quest’anno sarà di un bel blu notte. Non invadente il logo dello sponsor Acea, posto al centro, mentre sotto la spalla destra trovano posto lo stemma della Virtus e quello dello sponsor tecnico. Lo stile risulta molto sobrio, e gli inserti rossi e arancioni impreziosiscono l’effetto estetico della maglia, che a nostro avviso risalta maggiormente quando abbinato al blu da trasferta.

Goss maglia Acea Roma Joma

Infine, un accenno anche al font utilizzato: nomi e numeri stilisticamente richiamano le grafiche degli anni ’80, venendo riproposti in chiave moderna con una struttura solida e un effetto 3D grazie alla presenza di un’ombra arancione di sfondo, che ben si abbina ai sopracitati inserti.

Secondo voi, Virtus-Joma sarà un binomio vincente?

  • Daniele Costantini

    Premetto che avevo amato molto le canotte spaccate della precedente era-Kappa ( http://nbareligion.altervista.org/blog/wp-content/uploads/2013/06/GigiDATOME.jpg ); non nego che sono quindi globalmente deluso da quest’esordio di Joma con la Virtus Roma, che ha ripudiato quel caratteristico template in favore di ‘semplici’ divise bordate.

    Unica nota positica, il ritorno del blu: se non vado erro, i colori sociali tradizionali dei capitolini sono l’arancio/blu (mentre il giallo/rosso delle ultime stagioni era stato ‘inventato’ a tavolino per strizzare l’occhio ai tifosi della AS Roma).

    • FDV

      In realtà, da quando ne ho ricordi, la divisa rossa e gialla è stata ampiamente utilizzata, la ricordo ai tempi del Messaggero, della Burghy, della Telemarket e della Pompea. Negli ultimi anni ricordo il completo blu giusto la seconda produzione di Adidas.

      http://www.ilbasketlivornese.it/ALE%20FANTOZZI%20MESSAGGERO.jpg

      Però dato che non seguo molto il basket, anche io non ho mai avuto molta chiarezza riguardo quali siano i colori delle divise della Virtus, con riferimento in particolare al “dualismo” blu-rosso.

      Personalmente proprio per evitare qualsiasi commistione con l’esasperato tifo (e tifo contro) del calcio cittadino ritengo che la scelta di utilizzare il blu per la seconda divisa sia la migliore, purché ci sia anche il rosso nei bordi.

      Riguardo le maglie, mi piacciono molto, eccetto il colletto un po’ troppo elaborato e “calcistico”.
      Per me la canotta da Basket ideale è quella esclusivamente bordata e non una maglia di un altro sport a cui siano state tagliate le maniche. Per questo sono contento sia delle nuove Joma che del fatto che la Virtus si sia liberata delle inguardabili maglie degli ultimi anni Kappa.

      • Filippo

        Molti tifosi della Virtus considerano i veri colori l’arancio e il blu come il banco roma vincitore dell’unico scudetto della storia virtussina.

        • FDV

          Però se non sbaglio l’azzurro e l’arancione erano più che altro i colori istituzionali e del logo del Banco di Roma.
          Poi per carità, giustissimo rimanerci legati vista la grandezza di quella squadra.

      • Daniele Costantini

        Non seguo assiduamente la Virtus (sono altre le mie squadre di basket preferite), ma mi par di ricordare che in anni recenti, da parte della proprietà c’è stato un preciso intento di ‘affiancarsi’ alla AS Roma, con varie operazioni congiunte.

        Nel suo sito ufficiale ( http://www.virtusroma.it/la-squadra/societa/ ), la Virtus Roma identifica come propri colori sociali il giallo/rosso/blu – gli stesso dello stemma – quindi ben venga il ritorno del blu, che possa essere d’auspicio per intendere la Virtus come squadra di ‘tutta’ Roma.

        Completamente in disaccordo, invece sul giudizio sulla precedente era-Kappa 😀 : la Virtus aveva indubbamente delle canotte uniche nel panorama nazionale, e secondo me la soluzione della maglia spaccata poteva diventare la caratteristica principale dei virtussini; da quest’anno le loro canotte saranno sì classiche e tradizionali, ma anche un pochino più scialbe.

  • MARCO0890

    A me queste divise piacciono (sono tifoso della virtus) si è vero in confronto a quelle della Kappa sono un poco scialbe.
    i colori della Virtus sono Giallo-rosso-blu come riporta il sito ufficiale
    Detto questo sempre forza Virtus

  • Carlo

    Molto belle, bene Joma. Erano belle pure quelle dello scorso anno

  • pongolein

    Non mi fanno impazzire, approvo la semplicità e la pulizia, ma forse qualche dettaglio in più avrebbe potuto donare a queste maglie tutto un altro spessore. Passo indietro rispetto agli ottimi lavori kappa della passata stagione.
    Forse serviva più giallo-rosso =)

  • Niccolò Mailli

    Il passo indietro rispetto all’era Kappa mi sembra evidente: la maglia di Gigi Datome & Co. della passata stagione era tutta un’altra cosa. Mi piace comunque il colore della away ma non posso giudicarla più di tanto non vedendo la parte frontale. Nel calcio c’è stata la moda della seconda maglia nera, adesso c’è la moda della maglia grigia; invece nel basket a giudicare dalla divisa Eurolega di Milano e da questa, potrebbe prendere piede la moda del blu notte. Davvero brutta quella bianca, in modo particolare il colletto sembra buttato li a casaccio…

  • LM

    Belle, mi piacciono, ma preferivo quelle vecchie Kappa, erano più originali con quel taglio. Bellissima la seconda blu, affascinante, così come il font anni 80, bellissimo. Ottima anche l’assenza di più sponsor, con un solo sponsor la maglia ha più un fascino vintage.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Non mi sembrano male, in particolare la blu.

  • Eugenio

    Non sono bellissime, ma accettabili.

    Voti 7 – 7

  • giorgiol02

    quando le fate le maglie della montepaschi???? le maglie son fatte bene ma la seconda non somiglia tanto alla seconda di milano??? voto 7 e mezzo

  • giorgiol02

    grazieee!!! e forza mens sana!!!