SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Il Feyenoord gioca d’anticipo e presenta lo sponsor tecnico che fornirà il materiale dalla stagione 2014-2015.

Al posto di Puma arriverà adidas con un contratto di cinque anni. Le tre strisce tornano così sulle maglie degli olandesi dopo la parentesi degli anni ’90.

adidas sponsor tecnico Feyenoord

Mark Koevermans, direttore commerciale del Feyenoord, ha accolto così il nuovo fornitore: “adidas è il brand numero uno al mondo, siamo entrati in sintonia sin dalle prime riunioni con loro”.

Anche Paul Boerboom, general manager di adidas Benelux, ha espresso la massima soddisfazione per il contratto appena firmato: “Siamo orgogliosi di tornare a vestire il Feyenoord. Il club e la città di Rotterdam sono ideali per adidas. La filosofia del Feyenoord di puntare al top con giovani calciatori è molto intrigante”.

Bosvelt maglia Feyenoord 1999-2000

La maglia del Feyenoord 1999-2000, l’ultima di adidas

Nella precedente partnership, dal 1990-91 al 1999-00, adidas e Feyenoord hanno conquistato insieme due titoli nazionali, due supercoppe d’Olanda e quattro coppe olandesi.

Nuovo sarà anche il modello di distribuzione per tutto il materiale griffato adidas e Feyenoord. Dall’estate del 2014 i prodotti saranno disponibili esclusivamente attraverso i canali ufficiali del club, così come già accade per alcune squadre della Premier League.

  • Lopuedo

    molto contento

  • pongolein

    spero che il feyenoord abbia un trattamento da grande club, considerata la rivalità con l’ajax un trattamento meno prestigioso (e quindi meno esclusivo) potrebbe esser preso non bene dalla piazza.
    Comunque penso che l’adidas farà bene con la squadra di rotterdam

  • Eugenio

    Buona notizia, adesso in Olanda ci saranno due big con adidas.

  • Rodolfo

    Che significa che i prodotti saranno distribuiti soltanto attraverso i canali ufficiali del club ?

  • FDV

    Pensando al Feyenoord Adidas degli anni ’90 mi torna in mente questa terribile maglia, con le tre strisce a fare da confine tra la metà rossa e quella bianca.

    http://www.inface.nl/images/userfiles/image/julio_cruz_feyenoord.jpg

  • Alvise

    “Siamo orgogliosi di tornare a vestire il Feyenoord. Il club e la città di Rotterdam sono ideali per adidas”.
    questa dichiarazione fa molto ridere se si pensa a quella (del tutto patetica) fornita sempre da adidas in merito al non prolungamento dell’accordo con il liverpool 😀

    penso in ogni caso che si possa fare un discreto lavoro anche se non sono del tutto convinto

  • Daniele Costantini

    Questi annunci così anticipati – in questo caso di ben un anno – non mi piacciono particolarmente… va bene che l’attuale formitore (Puma) ha un contratto da rispettare, ma che tipo di collaborazione ci sarà ora da qui alla fine della stagione? Mi limito a dire che la trovo una situazione alquanto spiacevole (mentre invece, immagino che Adidas avrà spinto al massimo per servire questo sgarbo al rivale per antonomasia).

    Facendo un paragone… è come se la tua ragazza abbordasse un altro in tua presenza: tecnicamente, sta ancora con te; praticamente, non vede l’ora di scaricarti 😀

    • Swan

      Concordo riguardo alla tempistica dell’annuncio. Tecnicamente parlando credo che tornando ad Adidas il Feyenoord abbia da guadagnarci, magari economicamente, quasi sicuramente esteticamente visto che ho trovato gli ultimi lavori Puma abbastanza scadenti, sia per loro che per altri club europei.

      • Niccolò Nottingham Forest

        A me non sembravano per niente scadenti, anzi!
        Detto questo è opportuno distinguere il giudizio in base alle collezioni prodotte dal brand teutonico.
        Secondo me i lavori Puma con le Nazionali africane sono autentici capolavori, e sto cercando di collezionarle tutte ma non è facile. Mi riferisco alla collezione 2010-2012 (con gli animali sulla spalla) e a quella 2012-2014 (con un disegno caratteristico nella parte frontale).
        Concordo con te invece sugli ultimi lavori per i club, se ti riferisci al modello con il doppio colletto e i due dentini apparso in tutti i campionati e che non mi ha convinto.
        Chiudo il giro con il capolavoro assoluto (e introvabile a prezzi ragionevoli??) creato per l’Uruguay in confederations e con i mediocri lavori per le Nazionali europee (Slovacchia, Svizzera, Austria ecc. modelli molto semplici e personalizzazione zero, inaccettabile se si parla di Nazionali).

        • Swan

          No, per me Puma ultimamente sta facendo male sia con i club che con le nazionali.
          L’ultimo modello con il discusso colletto è davvero scadente e trovo che rispetto all’anno scorso tutti i club vestiti da Puma abbiano fatto un passo indietro a livello estetico, forse l’unica a salvarsi è stato il Newcastle.
          A livello di nazionali europee sono d’accordo con te con quelle da te citate ma purtroppo in questo gruppo inserisco anche l’Italia il cui kit è personalizzato ma poco gradevole.
          Infine riguardo le africane se ti riferisci a Camerun, Costa d’ Avorio, Ghana non sono proprio di mio gusto, sono anti disegni/serigrafie a prescindere. La mia maglia preferita di questo continente è quella con cui lo Zambia ha vinto la coppa d’Africa.

  • Ventiseimaggio

    Concordo con Swan riguardo i recenti lavori di Puma piuttosto scadenti e ritengo che adidas possa fare un bel lavoro considerando che il Feyenoord è una squadra ben riconoscibile e credo che mantenendo una linea sobria(lontana dagli eccessi stile Aiax away) alla fine uscirà un prodotto di tutto rispetto

  • LM

    Sicuramente meglio dei lavori anonimi fatti da Puma, sperando che l’Adidas non usi modelli troppo “riciclati” da altre squadre, sopratutto visto il blasone della squadra, ma che neanche esageri con le stravaganze fatte nel precedente rapporto. Comunque, molto bene.

  • Benedetto Mangiapane

    Le maglie di quest’anno di Puma con il colletto inguardabile di due colori diversi,speriamo che Adidas faccia meglio anche se non ci vuole molto

  • Pingback: Maglia Feyenoord 2014-2015, adidas torna a vestire gli olandesi()