SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

adidas ha svelato le nuove scarpe adizero F50 in edizione limitata, disegnate in collaborazione con il pluripremiato stilista giapponese Yohji Yamamoto. La partnership non è una novità assoluta, poiché Yamamoto ha già collaborato con l’azienda teutonica alla realizzazione della linea di abbigliamento sportivo Y-3.

Scarpe F50 Yamamoto adidas

Questa collaborazione tra adidas e il famoso stilista segna l’ultimo di una serie di modelli in edizione speciale, tra i quali spiccano la versione bianca delle famosissime Copa Mundial e la versione Enlightened per molti scarpini attualmente in produzione e in commercio.

Scarpini F50 adizero Yamamoto

Nella parte frontale delle calzature sono raffigurati due cani-leoni, creature mitologiche giapponesi con il potere di scacciare gli spiriti malvagi, che la leggenda vuole facessero da guardiani degli imperatori nipponici nell’antichità del Sol Levante.

A completare il quadro estetico troviamo uno sfondo dedicato alla moderna cultura e devozione del Giappone nei confronti della fantascienza, in modo da creare una vera e propria connessione spirituale tra il passato e il futuro. Il risultato è un design completamente inedito e molto originale che trae ispirazione dal mondo dell’alta moda per tentare l’affermazione sui campi di calcio di tutto il mondo.

Il cane-leone scarpe F50 adidas

Le Yamamoto F50 usano le stesse tecnologie presenti nella versione standard, permettendo ai giocatori che le indossano di essere più veloci che mai. La precisione della progettazione ha svolto un ruolo determinante in ogni aspetto della realizzazione delle F50, il cui frutto è uno dei più leggeri paia di scarpe da calcio presenti sul mercato.

“La mia ispirazione è un mix di antiche tradizioni e fantascienza moderna”, spiega Yamamoto. “Spero che l’ispirazione di questi scarpini armonizzi i giocatori e dia loro ulteriore fiducia per farli esprimere senza alcuna paura. La gente dovrebbe sentirsi libera di esprimere se stessa. Basta solo seguire il proprio istinto”.

Scarpe speciali adizero F50

La scarpa verrà utilizzata in questo weekend da un ristretto gruppo di giocatori in tutto il mondo, fra gli altri David Alaba (Bayern Monaco), Lucas Moura (Paris Saint Germain) e in Italia Mauro Icardi (Inter).

Le Yamamoto f50 saranno disponibili in soli 2000 paia dal prossimo 28 ottobre solo presso alcuni store adidas o rivenditori associati selezionati.

  • pongolein

    è forse il primo aprile?

    • ciccio

      Sapevo che ti avrei ritrovato qui…ahimè…ogni commento è superfluo, spero rimanga una parentesi isolata…!

      • pongolein

        lo speriamo tutti!!! =P

  • Jak Carate Brianza

    ci mancavano…le scarpe come i caschi dei motociclisti o i caschetti dei portieri di hockey su ghiaccio…ovviamente per chi può permetterselo griffate

  • FDV

    L’operazione mi piace tantissimo, un’ottima idea di contaminazione. Il risultato è piuttosto censurabile,mi sarei tranquillamente evitato di vederle in campo, ma come pezzo da collezione è notevole, anche se non mi piace questo stile artistico. Mi piacerebbe peró in futuro vedere altre operazioni come questa.

  • squaccio

    Opera d’arte stupenda ma non da portare su un campo di calcio.

  • Eugenio

    Bellissime, molto belle, adatte ad Holly e Benji .. Ok, saranno pure belle, ma le vedo molto ( e troppo ) elaborate .. I giapponesi dovevano arrivare alle scarpe da calcio prima o poi..

    • appassionato

      “I giapponesi dovevano arrivare alle scarpe da calcio prima o poi”… Scherzi, spero! Asics e Mizuno non ti dicono nulla? Ad ogni modo, le F50 di Yohji Yamamoto sono più un esercizio di stile che vera attrezzatura da gioco. Basti guardare alla precedente rivisitazione delle f50i tunit, che ad oggi sono un pezzo da collezione: un’ibridazione eclettica di design futuristico e raffinata ricerca stilistica applicate ad uno scarpino da calcio. Concedo l’esagerazione del prodotto, ma non se ne neghi il valore! 🙂

      • Eugenio

        Ok, ammetto che nel settore scarpe non sono molto informato e quindi l’ ho detto un po’ così, alla rinfusa.. Comunque hai ragione , sono più un esercizio di stile che attrezzatura da gioco.. Mi dispiace che ieri non abbia giocato Icardi, volevo proprio vedere come rendevano sul campo ..

  • LM

    IL disegno è qualcosa di spettacolare, curato in ogni dettaglio… tipica arte giapponese. Il fatto è che su delle scarpe da calcio il risultato è a dir poco disastroso, rendendo le scarpe troppo vistose, complesse e pacchiane. Sperando che le indossino per una sola partita, dato che in campo mi sento che faranno davvero un brutto effetto.

  • rudiger

    Il problema non sono le provocazioni, gli esperimenti, le maglie speciali, celebrative, rievocative, una tantum. Il problema è che l’eccezione sta diventando la regola. Quindi, sempre più, si gioca in Europa con maglie senza i colori del club, e in casa con le maglie da trasferta… per essere originali, per uscire dagli schemi. Ma gli schemi non ci sono quasi più.
    Con gli scarpini è già successo: qualunque riserva di squadra sconosciuta si mette scarpini colorati per farsi notare come fosse un campione del mondo. Quasi nessuno ha il gusto per capire che se scendi in campo con calzettoni azzurri, la scarpa fucsia non c’entra niente. L’estetica non è la cosa più importante del calcio ma tra stravaganza e cattivo gusto c’è differenza.
    Tra l’altro un effetto sul gioco secondo me c’è: da qualche anno basta una cresta, un’esultanza particolare e tre mesi di buone prestazioni per avere la patente di fenomeno, finire sui giornali, nelle pubblicità e in una grande squadra, a discapito del talento vero e del grande club che butta soldi e tempo. Penso a gente come Di Natale o Pellissier, con alle spalle anni e anni di ottime prestazioni ma senza fronzoli, che magari con l’acconciatura giusta, la faccia giusta o la fidanzata sulle copertine giuste avrebbe avuto ben altra carriera.

    • squaccio

      Il calcio è lo specchio della società.
      Ma tu hai visto come girano i ragazzini per strada ? 🙂

      • Eugenio

        Avete tutte e due ragione. Ammetto che anche io sono un ragazzino di tredici anni, ma vedere come girano i ragazzi per strada è un pianto : otto ragazzi su dieci che trovi per strada hanno la cresta, si comprano tutto quello che è sponsorizzato dai propri giocatori preferiti… Per non parlare di chi va in giro con le canotte dell’ NBA . Secondo me, il giocatore che ha dato inizio a tutto ciò è proprio Cristiano Ronaldo: basta pensare a quanto sia tamarro ed esibizionista ..

        • ste2479

          se cristiano ronaldo è tamarro… balotelli cos’e’??

  • collezionista_34

    Sinceramente?
    Bellissime, fantastiche, uniche.

    Anche se condivido, in parte, quanto scritto sopra da rudiger.

  • Gigi

    Secondo me oltre all’edizione limitata..ci sarà anche la vendita limitata!!!

  • ste2479

    signori e signore…..ecco a voi le scarpe da calcio più brutte della storia !!

  • Marco

    Salve dove posso comprare online queste stupende scarpe? Anche repliche grazie

  • Pingback: Un dragone sulla terza maglia nera del Real Madrid 2014-2015()

  • amedeo

    Dove sono quei bei scarpini neri con le tre strisce bianche Adidas??????!!!!!
    Cosa sono queste carnevalate????!!!
    Voto:3 (e Yamamoto ringraziami)