SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La faccenda del razzismo sui campi da calcio e nello sport in generale è dibattuta continuamente dai media nazionali e internazionali: cori razzisti, squalifiche delle curve e dei giocatori sono solo la punta dell’iceberg della vicenda. E sicuramente questa triste storia non riguarda solo il calcio professionistico: basta dare uno sguardo alla cronaca locale per leggere di insulti di ogni genere a calciatori di altre nazionalità.

Per sensibilizzare le persone attraverso il canale dello sport, le grandi istituzioni calcistiche si danno molto da fare per sanare la piaga dell’odio razziale attraverso campagne che hanno una grande risonanza mediatica. Succede però che anche il piccolo campo sportivo di provincia diventi teatro di iniziative volte ad arginare dal basso il fenomeno del razzismo, puntando sulla sensibilizzazione del territorio dove si vive quotidianamente.

Divise anti razzismo Alba Nova

È quello che è successo ad Alba Adriatica, comune di poco più di 10mila abitanti nella provincia di Teramo, dove la A.S.D. Alba Nova – che milita nel campionato regionale di seconda categoria – ha voluto dare il proprio contributo nella lotta al razzismo ispirandosi a Martin Luther King. La piccola società abruzzese, infatti, ha deciso di lanciare un messaggio contro l’odio razziale  da un piccolo campo di periferia, creando delle divise da gioco ispirate dal e al celebre motto del pastore protestante di Atlanta: “I have a dream”.

Maglia Alba Nova No racism

La presentazione è avvenuta lo scorso 3 novembre in occasione della partita casalinga contro il Virtus Teramo e ha visto come testimonial d’eccezione tre giocatori dell’Alba Nova di origine straniera: il marocchino Karim Elmhajer, il senegalese Adama Gaye e l’albense Stefano Mattiucci.

Una maglia che vede i colori sociali della squadra disposti su strisce verticali alternate bianche e azzurre, arricchita da inserti sulle spalle, sui polsini e dal girocollo in oro, colore che simboleggia la vittoria e richiama altresì il logo della società cucito in petto.

Scritta Respect Alba Nova

Per dare alla maglia la connotazione di mezzo per la sensibilizzazione antirazzista, la casacca è stata rifinita con due dettagli: sulla manica sinistra è stata applicato il logo ‘RESPECT’, come quello utilizzato nelle competizioni UEFA proprio per sottolineare l’ideale che deve stare alla base della competizione sportiva; all’interno del collo, invece, è stato impresso il motto di Martin Luther King “I have a dream”, che pronunciò nel famosissimo discorso del 28 agosto del 1963.

I have a dream Alba Nova

A 50 anni di differenza, lo stesso giorno, vennero commissionate le maglie dell’Alba Nova «in modo che ogni calciatore possa giocare con il proprio sogno impresso nella propria divisa, non dimenticando i sogni ben più grandi che quell’uomo straordinario aveva nel proprio cassetto cinquanta anni fa», ha sottolineato il responsabile dell’ufficio comunicazioni e marketing, Maurizio Felci.

Per promuovere l’iniziativa anche attraverso la rete, è stata realizzata una clip che ripercorre il parallelismo tra passato e presente che l’Alba Nova ha voluto celebrare attraverso una maglia che racchiude dei valori e stabilisce legami forti: un sogno sociale e un sogno sportivo che si possono realizzare seguendo la strada del rispetto e dell’integrazione.

  • rudiger

    Tanto di cappello. Un impegno civico che nessuno richiede a squadre di tale categoria che evidentemente i dirigenti dell’Alba Nova si sono sentiti in dovere di assumersi. Speriamo che anche il nome della squadra sia bene augurante per un diverso comportamento di esagitati e calciatori razzisti verso chi non è del colore o del paese “giusto”.

  • Passione Maglie

    Al di là dell’iniziativa, ovviamente meritevole, volevo precisare una cosa. L’Alba Nova ha inviato un comunicato stampa, le foto e realizzato un video.

    Non lo fanno neanche alcuni club di Serie A. Riflettiamo.

  • F093

    Tutto molto bello. Forse “I have a dream” lo potevano mettere all’esterno e non dentro la maglia. In modo da dare maggiore visibilità e risalto al messaggio di MLK.

    Cmq ripeto, ottima iniziativa.

    Un dilemma: ma se io sono razzista verso i razzisti, sono anche i razzista???

    F093
    old style

    • Passione Maglie

      Sì, ma di quelli sani e buoni 🙂

      • Doctor Rebel

        Vero!

  • Niccolò Nottingham Forest

    Veramenta bravi! Iniziativa che deve essere punto di riflessione per i club più “blasonati”.

    Maglie di diverse categorie sopra; non sfigurerebbero nemmeno in Lega Pro: lo stemma con l’ancora è bellissimo e il font dei numeri lo è altrettanto.

    Già è raro vedere lo stemma cucito sulle divise nei dilettanti, ma ancor di più è vedere il nome della squadra applicato sotto il colletto. Gran lavoro e forza Alba Nova !!!!!!!!!!

  • http://www.teamcar.biz stefano

    bravi.

  • LM

    Bellissima iniziativa, posso solo fare i complimenti a questa società che dimostra di tenere a cuore di uno dei più gravi problemi del calcio moderno. Comunque penso servirà a poco, dato che il livello a cui gioca non le permette di esporre il problema all’Italia, ma va comunque lodata.Comunque pr quanto riguarda la maglia, che io ritengo bella, se non fosse per quei inserti dorati che sporcano la maglia, e che sembrano copiati dalla maglia del Pescara 2010-2011. Bella anche la cura riservata, modello unico, con font particolare, unico sponsor non invasivo, stemma cucito e scritte nel colletto e dentro, un trattamento che squadre di Lega Pro, e forse qualcuna di Serie B credo, se lo sognerebbe. Bello che la squadra sia sponsorizzata da un logo locale, mi fa molto piacere. Complimenti alla società, ma anche allo sponsor tecnico, che seppur sconosciuto produce lavori davvero lodevoli. Juventus, Inter, Milan, Napoli, Roma, Lazio, Fiorentina e tutte le altre squadre di Serie A, prendete esempio.

  • Dukla

    Bell’esempio di lotta fattiva a un fenomeno strisciante nella società italiana, purtroppo non confinato al solo mondo del calcio. Molti club di serie superiori dovrebbero prendere iniziative di questo tipo. La sensibilizzazione di certi temi va sempre bene, anche se devo confessare il solo, importante dubbio che mi assale sempre di fronte a queste situazioni: che, forse, le iniziative anti-razzismo possono essere apprezzate e capite solo da persone socialmente e culturalmente predisposte a recepire il messaggio di tolleranza, mentre chi è culturalmente rozzo è probabilmente impermeabile a tale operazione di sensibilizzazione. E’una questione che richiede nuovi paradigmi civili e culturali (e sportivi) che non si possono ottenere da un giorno all’altro; ma in questo caso, come dicevo, iniziare una sensibilizzazione è già un ottimo viatico!

  • Eugenio

    Ottimo veramente ! gran bella iniziativa, e anche bella maglia. Poi la citazione di Martin Luther King dietro il collo è fantastica.

    Voto 8,5

  • Maurizio

    Ciao a tutti, sono Maurizio dell’Alba Nova. Vi ringrazio per gli apprezzamenti. Ho voluto in prima persona fortemente realizzare questo progetto. E mi sono trascinato dietro l’intera dirigenza della squadra che alla fine si è esaltata anche più di me. Da 3 anni ci siamo riforniti, e stiamo continuando a farlo, da un rivenditore di un’importante azienda nazionale. Tra l’altro è l’unico marchio che ha un rivenditore ad Alba Adriatica e quindi rivestiva una certa comodità. Però, quando abbiamo avuto questa idea, avevamo bisogno di un produttore che ci permettesse una certa possibilità di personalizzare il materiale. Così, siamo andati a caccia di aziende locali e siamo arrivati a Pescara dalla Giosport che ci ha permesso di realizzare il disegno voluto da noi. Anche negli scorsi tre anni avevamo una maglia a strisce bianco-azzurra con bordature in oro, quindi abbiamo riconfermato i nostri colori rinfrescando il disegno. Poi è stata tutta un’escalation di idee, non ultima quella del video che è la ciliegina sulla torta. Ho anche ritardato di 15 giorni la presentazione perché volevo che fosse tutto sistemato per bene… e ci voleva anche una giornata di sole per fare le foto! In fondo giochiamo in seconda categoria ed anche se non abbiamo presentato le maglie il 28 agosto nè il 15 ottobre non è stato un problema. Il messaggio lanciato è stato poi molto apprezzato anche dai diretti interessati. Spero che tante piccole squadre dal loro piccolo orticello lancino iniziative come le nostre. Il calcio deve essere lo sport di tutti, soprattutto dei piccoli.

    • Passione Maglie

      Maurizio, come ho scritto sopra davvero complimenti per tutta l’iniziativa.
      Riguardo la presentazione tardiva, sappi che ci sono squadre professionistiche che le hanno presentate da poco oppure ancora devono farlo 🙂

      Vi auguro di disputare un ottimo campionato!

  • Luigi – TR

    molto belle le maglie…se al posto dell’oro ci fosse stato il nero sarebbero state perfette…poi la vostra squadra mi ha ricordato il mio esordio in prima categoria nell’anno in cui ho giocato nello Stroncone Team85 (Terni)…contro la Nuova Alba squadra del perugino…il risultato non fù dei migliori (perdemmo 2 a zero) ero il capitano e fù comunque una grande emozione…in bocca al lupo !!

  • kalash

    Splendida iniziativa! Complimenti!