SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike



180 minuti complessivi, 90 per la maglia gialla, altrettanti per quella bianca, tale è stata la vita sul campo delle due divise europee prodotte dalla Li Ning per il Siviglia.

Le maglie del Siviglia 2011-2012 Uefa

La formazione andalusa, infatti, si è dovuta piegare all’Hannover nel turno preliminare dell’Europa League, perdendo per 2-1 in Germania e non andando oltre all’1-1 al Sanchez Pizjuàn.
 
Dunque queste due maglie, appartengono già al passato e vanno ad aggiungersi alla lunga lista di euro kits del Siviglia, probabilmente il club che può vantare il maggior numero di maglie speciali utilizzate in competizioni continentali nell’ultimo decennio, tutte con un denominatore comune: la presenza di qualche riferimento alla bandiera della Spagna. Quest’ultimo è un elemento molto significativo in una nazione ricca di forti regionalismi che spesso hanno trovato espressione anche nelle maglie da calcio.

A partire dalle più recenti, ripercorriamo tutte le maglie indossate dal Siviglia in Europa nelle ultime sette stagioni.

2011-2012
Primo anno di contratto con la cinese Li Ning.
Il modello utilizzato è lo stesso delle maglie di campionato, ma arricchito da striature sfumate grigie sulla home e nere sulla away, più marcate sul lato sinistro della maglia. All’altezza del petto ci sono quattro strisce rosse con al centro una gialla, a richiamare i colori sociali del club e quelli della bandiera spagnola. Sulla maglia away l’effetto non è particolarmente riuscito, in quanto il richiamo risulta più simile alla bandiera della Catalunya.
 
2010-2011
Per l’ultimo anno di Joma, uno stile Ajax un po’ troppo elaborato, con inserti rossi lungo le maniche e giallorossi nella parte bassa dei fianchi. Maglia da trasferta dello stesso modello, con due tonalità di azzurro e uguali inserti giallorossi sui fianchi.
 

2009-2010
La prima maglia è bianca, con la manica sinistra giallorossa, per un omaggio alla bandiera un po’ troppo invadente. Lo stesso si ripete anche nella versione da trasferta, stile Flamengo.
 

2008-2009
Maglie più sobrie rispetto a quelle dell’anno successivo. La home è bianca, fregiata da inserti diagonali giallorossi nella parte alta del petto, mentre quella da traferta è blu scura, con una striscia verticale sulla destra con i colori della Spagna.
 

2007-2008
La stagione si apre con la Supercoppa Europea, giocata contro il Milan a pochi giorni dalla scomparsa di Antonio Puerta. Viene utilizzata una maglia speciale, bianca con pinstripes orizzontali rosse. Sul retro sono presenti la bandierina della spagna sotto il colletto e la scritta Puerta sotto il numero.
 

In Champions League invece vengono utilizzate due maglie ben più elaborate: la prima è bianca con croce di san Giorgio e colletto a polo che per metà è una bandierina della Spagna. La seconda è nera, con i bordi della croce in rosso e una fascia orizzontale giallorossa.
 

2006-2007
Anche questa stagione  si apre con in Siviglia protagonista in Supercoppa Europea, in questo caso vittorioso per 3-0 contro il Barcellona. La maglia speciale utilizzata è completamente bianca a girocollo.
 

La casacca che ha caratterizzato la seconda cavalcata vincente in Uefa aveva una manica rossa e delle strisce orizzontali leggermente ondulate. Nella finale vinta ai rigori contro l’Espanyol, il Siviglia si presentò con una maglia speciale rossa.
 

2005-06
In questa stagione, culminata con la vittoria della prima Coppa Uefa, il Siviglia ha utilizzato un euro kit bianco con banda orizzontale rossa sul petto.  Belli e discreti i bordomanica giallorossi. Nella foto la maglia è indossata da Puerta, autore del gol che al 100° minuto della semifinale di ritorno, ha spedito gli andalusi alla finale di Eindhoven, dove il malcapitato Middlesbrough fu travolto per 4-0. Tanto per cambiare in quella partita il Siviglia scese in campo con una maglia speciale, completamente bianca con colletto a polo chiuso con i laccetti.
 

Come giudicate questa abbondanza di maglie per le coppe europee da parte del Siviglia?
Qual è quella che vi piace di più?

Photo credit: classicfootballshirts.co.uk – corazondenervion.es


  • Lorenzo

    Non mi piace questa usanza del Siviglia, che tra l’altro non è redditizia dal punto di vista del marketing perchè penso che i tifosi comprino preferibilmente le maglie da campionato. Tra l’altro tutte maglie abbastanza brutte secondo me, si salvano quelle di quest’anno e quelle dei primi anni. La più brutta in assoluto quella con la manica giallo-rossa.

  • kiko96

    Home 2009-10 e Away 2008-09 …
    ps. Li-Ning fa davvero schifo in generale, devo dire che però la Home del Siviglia di quest’anno non mi dispiace, ma è un grande passo indietro rispetto alla Joma. 😉

    • PeppeF95 SSCN

      Passo indietro rispetto alla Joma, il che è tutto dire…

  • http://blog75stc.wordpress.com Stefa 75

    a differenza di molti trovo queste maglie molto belle, sicuramente meglio di quelle joma

  • marius

    meglio di joma ,e chiaro

  • ciccio90

    brutte. poco da aggiungere.

  • mosca

    Di joma personalmente avevo qualche riserva sui materiali. Le maglie poi erano di anno in anno molto diverse quindi mi sfuggiva la linea di intenti.
    Qui non saprei, la gialla mi pare qualcosa di troppo simile al dorussia, ma non è male nell’insieme.

    Non sopporto, qui e in generale questi bragoni lunghissimi.

  • Torto #13

    Penso che siano numericamente eccessive tutte queste maglie. Ok un’edizione speciale per l’Europa, ma una sola maglia (tipo il Real che quest’anno avrà la maglia rossa, oppure l’Inter nel ’97-’98 con la maglia grigio-nera) ci può stare; di sicuro trovo esagerato avere maglia home, away e third per il campionato + maglia home e away per l’Europa.

    Tra tutte le divise europee del Siviglia indubbiamente quelle che preferisco sono quella bianca di quest’anno firmata Li-Ning e quella con i laccetti per la finale di coppa UEFA ’05-’06.
    Improponibili invece le home ’09-’10 e ’10-’11: troppo, troppo invasiva la bandiera spagnola.
    Le divise away blu invece potrebbero andare benissimo come divise da trasferta per la Spagna.

    Ok, il richiamo alla bandiera del paese che si rappresenta ci può stare, ma nei modi in cui viene fatto dal Siviglia mi sembra eccessivo.

  • ferro

    la sagra degli orrori: inno al pacchiano e al cattivo gusto, le ultime poi due pigiamoni…

  • gabriele

    Home:
    1° posto: 2011/12
    2°Posto: 2008/09
    3°Posto 2006/07 a righe orizzontali bianco rosse

    Away:
    1°Posto: 2011/12
    2°Posto: 2010/11
    3°Posto: 2008/09

  • mb

    Tranne quelle del 2010-11 son tutte molto belle, o particolari.

  • nickfoto

    A mio avviso la Joma propone dei modelli piuttosto brutti. Vale quanto detto per le maglie del Celta Vigo: modelli belli, materiali, penso, modesti.

  • ccc

    carine mi sono sempre piaciute le maglie del siviglia

  • dalle

    Beh credo che sia tutto un’operazione commerciale, però per essere delle maglie di una azienda fino a qualche anno fa era semi-sconosciuta non sono male.
    Comunque quelle che mi piacciono di più sono quelle del 2006-2006.

  • Rosinamania

    Troppa confusione e troppe maglie, anche se occorre ricordare che il Siviglia vende molto in Spagna.
    Personalmente quelle dei primi anni di Joma sono le più belle, poi hanno esagerato con la bandiera spagnola andando a rovinare alcune maglie che un pò più sobrie sarebbero state comunque buone (2009/10 e 2010/11).
    Quella della Supercoppa giocata con il Milan a righe sottili orizzontali ce l’ho ed è il top sia graficamente che qualitativamente.

  • Roberto

    …la maglia gialla è davvero brutta, per fortuna si è vista poco

  • Cris

    Diciamo che i tifosi del Siviglia non sono molto fortunati con le maglie della propria squadra….

  • wesley

    le piu belle erano le 2011-12 e sono usciti subito! le altre veramenre brutto ma le disegnava un bambino con righello e colori!? orrende

  • Alvise

    male joma, malissimo li ning

  • lorenzo70

    domanda: il richiamo alla Spagna e’ una forzatura della dirigenza o un sentimento diffuso tra la tifoseria e nella regione? so che l’Andalusia e’ uno splendido esempio di “Spagna profonda”, pero’ so che c’e’ una selezione andalusa, come per Catalogna, Paese Basco e Galizia.

    • FDV

      Sottoscrivo quanto scritto sotto da Luigi e aggiungo anche la concezione del presidente della squadra Jose Maria Del Nido che ama affermare che
      “El Sevilla FC es sevillano en Andalucía, andaluz en España y español en el mundo”.

      Concetto rafforzato anche dalla maglia utilizzata dal Siviglia nella finale di coppa del Re di due stagioni fa, che aveva i bordomanica biancoverdi in onore alla bandiera Andalusa
      [img]http://img220.imageshack.us/img220/5926/copadelrey0910.jpg[/img]
      Particolare non da trascurare, bianco e verde sono i colori del Betis, l’altra squadra cittadina. Ce la vedete la Lazio in una finale di Coppa Italia con i bordomanica giallorossi in onore della Città di Roma? 😀

      • lorenzo70

        ringrazio entrambi.

      • rudiger

        A differenza della lazio, il siviglia, evidentemente, al momento della fondazione si è legato alla città con la scelta del nome del club.
        Mi ha sempre sorpreso il fatto che nella sua lunga storia la lazio non abbia mai pensato di stringere un rapporto più stretto con la città. Se nei colori era francamente impossibile, magari con qualche dettaglio-tributo a uno dei tanti simboli di roma che l’as roma non utilizza. Invece società e tifosi hanno sempre guardato preferibilmente “oltreconfine”: alla grecia e agli ideali olimpici in origine, al calcio inglese in era moderna.
        Scelte legittime, per caritá… Anzi, meglio così, per noi lupacchiotti.

        • maurilazio1900

          beh l’aquila era l’insegna militare delle legioni romani….

        • rudiger

          È vero, ma l’aquila non è proprio caratteristica della cittá. Dai tempi antichi ad oggi non mi sembra che quel simbolismo sia stato più “sentito” o riprodotto a Roma, rievocazioni del ventennio a parte. Ma visto che la fondazione della lazio è precedente al ventennio fascista, mi sembra che sia più che altro un riferimento classico in generale, come i colori della grecia. Inoltre ogni impero europeo, dal medioevo in poi, ha adottato l’aquila romana come emblema, e di riflesso moltissimi regni e comuni legati in qualche modo a quegli imperi (per parentele dei signori o per riconoscimento imperiale ai comuni).

      • lorenzo70

        no, ma ricordo un cuore giallorosso sulle maglie puma della Lazio nell’ultima edizione (vinta) della Coppa delle Coppe.
        pero’ era lo sponsor…

  • Luigi delle Bicocche

    Dalle informazioni che ho Joma, quale unica azienda “indigena” ad operare su club di alto livello, subirebbe forti pressioni dalla LFP per :

    A : evitare che nel campionato sue squadre esibiscano plateali richiami ai colori regionali (vedi il caso della “senyera” del Valencia che quest’anno sarà utilizzata solo in Champions e non in campionato) che possano creare pericolosi precedenti

    B : al contrario, proprio per “esportare” all’estero l’idea di una unità nazionale che in realtà non esiste, abbondare con i colori della bandiera spagnola sulle maglie utilizzate nelle competizioni europee

  • squaccio

    Sinceramente io vorrei che la mia squadra del cuore giocasse in Europa con le maglie del campionato. Esperimenti troppo fantasiosi non mi fanno impazzire.

    Della storia del Siviglia salvo le – pasticciate: 06/07 e 07/08.
    Quelle di quest’anno hanno le righe troppo fitte e sembrano dei pigiami.

    • rudiger

      Quoto. Anche io preferisco la prima maglia in contesto internazionale, semplicemente per rendere riconoscibile il club anche a chi lo vede giocare saltuariamente.
      Alle squadre vincenti si appassionano tutti, anche all’estero, ma se si tifa per squadre che raramente vincono in europa e nel mondo è decisamente preferibile (anche a livello di marketing) puntare su tradizione e riconoscibilitá dei colori sociali.
      Basta pensare a quanto siano note, anche a chi di calcio non sa tutto, le maglie di squadre di secondo piano come west ham, villareal, tottenham, psg, o quelle di club che recentemente hanno vinto molto meno di quanto racconti la loro storia, pur rimanendo nell’immaginario degli appassionati proprio per le maglie particolari (celtic, arsenal, ajax, le nazionali britanniche in generale…)

  • elkan

    le migliori sono le maglie 2007-08

    a mio parere il siviglia è una squadra che per tradizione non ha una maglia di riferimento e anche le innumerevoli maglie di coppa vanno in questa direzione..per me è un modo di operare che ci può stare..

    ad agosto sono stato in vacanza a siviglia e avendo girato tutta la città in lungo e in largo non ho trovato alcuna maglia del siviglia (se non residui XXL della stagione 2009-2010) ma ho trovato tantissime e bellissime maglie del BETIS..assolutamente da acquistare (l’ho fatto!) CHI LO SA PERCHE’ DI QUESTA DISPARITA’??!!

  • FERT

    maglie strane..ma che personalmente mi piacciono……guardando quelle vecchie..le migliori sono quelle del 06/07 e 07/08

  • Luigi delle Bicocche

    @elkan : succede spesso nell’estate che inframezza un cambio di sponsor tecnico.
    Aggiungiamoci poi che certamente in Spagna Li-Ning non ha la distribuzione capillare che ha Joma (Cort Ingles e Decimas tanto per citare le catene più famose in terra iberica) ed ecco spiegato il perchè.

    • elkan

      è senza dubbio come dici tu.
      Ma le maglie betis che ho visto e comprato sono tutte con sponsor tecnico RBB (real betis balompiè) se le autoproducono da quanto ho capito in sostanza..

      • rudiger

        Che in un mondo ideale sarebbe la cosa migliore

  • vigne

    io concordo sul fatto di creare una maglia per la champions, solo una però e farla sensata…e secondo me è una grande idea anche quella di creare delle divise apposite per le finali…

  • Gianluca

    2011-2012: Brutte
    10-11: Molto brutte
    09-10: brutte. La seconda mi fa pensare parecchio a quella della Reggina di quest’anno
    08-09: la prima è molto carina, la seconda così così
    07-08:carina la prima, orrenda la terza. da manicomio
    06-07 e 05-06 senza infamia e senza lode
    Aggiungo che mettere dei richiami alla Spagna non è una brutta idea a parer mio. Sono d’accordo con chi dice che l’unità nazionale è un concetto quasi inesistente in alcune parti della Spagna, però in Andalucia, così come in Castiglia o in Extremadura, i colori spagnoli si sentono molto.

  • PeppeF95 SSCN

    Le Li-Ning commemorative meglio delle Joma degli ultimi anni.anche se le mie preferite sono quelle del 2007-08.
    A me non piacciono questo tipo di iniziative, credo che la maglia è una ed è sacra…

  • vibonese4me

    bruttissime.

  • Tomm

    Usanza secondo me errata quella di avere maglie diverse della champions anche per il marketing.
    In più sono tutte brutte tranne forse la home del prossimo anno.