SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Quattro edizioni bastano per fare di una iniziativa un tradizione? A quanto pare sì, dato che ormai il Christmas Match è diventato un appuntamento fisso per l’Atalanta e suoi tifosi. Dopo aver affrontato nelle passate edizioni Albinoleffe, Catania e Udinese quest’anno la formazione orobica affronterà la Juventus nella partita del 22 dicembre prossimo durante la quale i giocatori della dea indosseranno una maglia creata ad hoc dallo sponsor tecnico Erreà.

Presentazione maglia Atalanta Christmas match 2013

La nuova maglia, presentata ufficialmente sabato 30 novembre nel corso di un evento organizzato presso l’Atalanta Store di Oriocenter insieme a  Guglielmo Stendardo, nasce con l’idea di abbracciare tutti i bergamaschi e riunirli ancora di più su una casacca: i nomi dei 244 comuni della provincia di Bergamo sono infatti riportati nero su rosso sui pannelli frontale e posteriore della maglia definiti da due cuciture bianche che segnano il profilo delle maniche e bordano superiormente il mezzo collo alla coreana. Quest’ultimo è riempito esternamente con i colori sociali che sono stati ripresi internamente da una cucitura nera sulla quale è impresso in azzurro il nome del club e dal profilo dell’eroina Atalanta estrapolato dallo stemma societario.

Stemma Atalanta albero di Natale 2013

Sui restanti settori della maglia, il nero e l’azzurro compaiono solo sui bordi delle maniche  – riempiti ognuno con un colore diverso in modo da creare l’associazione dei colori sociali con i due settori del colletto – e abbandonano lo scudetto cucito al centro del petto che per l’occasione è stato reso più natalizio ed è inserito all’interno di un albero di natale stilizzato – circondato, a sua volta, dalle patch dei vari sponsor. Completano la maglia due ulteriori dettagli: l’acronimo e la data A.B.C. 1907 (Atalanta Bergamasca Calcio 1907) applicato posteriormente sotto il collo e l’iscrizione sulla manica sinistra “Christmas match, Atalanta Juventus, 22 Dicembre 2013” che conferisce unicità alla casacca.

Atalanta-Juventus Christmas Match 2013

Per mantenere viva la tradizione, anche quest’anno le maglie che verranno indossate dai giocatori saranno messe all’asta, il cui ricavato verrà interamente devoluto al Fondo Atalanta aperto dalla società presso la Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus e che si svolgerà secondo i criteri utilizzati nelle scorse edizioni. Infatti, è stata rinnovata anche la partnership con l’emittente televisiva Bergamo TV (canale 17 del digitale terrestre, canale 842 Sky e in diretta on-line sul sito www.bergamotv.it) che gestirà l’assegnazione delle maglie nel corso della diretta del programma TuttoAtalanta in onda ogni lunedì dalle 20.45.

Lista comuni Bergamo maglia Atalanta

Invece, la versione replica della maglia del Christmas Match 2013 sarà una Limited Edition prodotta in 150 pezzi numerati che i tifosi possono prenotare da subito all’Atalanta Store di Oriocenter e la potranno ritirare a partire da mercoledì 18 dicembre.

Una tradizione, questa dell’Atalanta, che si consolida di anno in anno e fa andare a ruba le maglie speciali del Christmas match e che inizia a spargere intorno l’atmosfera natalizia e rappresenta il giusto connubio tra passione, collezionismo e beneficenza.

  • LCT

    brutta…

    • maicol

      è bella

  • hernam

    Bella iniziativa! Complimenti all’atalanta!

  • sergius

    Lo scopo benefico ovviamente mi induce a non parlarneche bene….ma solo quello visto che la maglia di per per sè sembra la pagina di un libro.

  • vittorio

    E’ una – …in assenza di celebrazioni per far cassa ne inventano una così, tanto valeva mettere fare anche i cappellini di lana col bordo in pelliccetta bianca e così anche i pantaloncini e 11 babbi Natale in campo….forse era meglio non scriverlo non vorrei che la errea colga il suggerimento.

  • TCEN

    che immonda …

  • squaccio

    Avrei preferito lo stemma cucito e non stampato ed in nerazzurro…
    oppure tutto in rosso patacche sponsor comprese…
    così il risultato è scadente.

  • Tux

    di una maglia dell’Atalanta non si può parlare bene per principio, fin quando ogni idea dei designers verrà deturpata da questi sponsor orrendi su quadratoni e rettangoli capaci di spezzare e rovinare ogni fantasia, persino un rosso tinta unita.

  • Daniele Costantini

    Direi che questa è fin qui la Christmas Match meno riuscita, nella breve storia di quest’iniziativa atalantina.

    L’idea del rosso ‘Babbo Natale’ ci poteva stare – tantopiù che è uno dei colori (assieme al giallo) di comune e provincia bergamasca -, però faccio molta fatica a concepire questa casacca come “natalizia”… di certo non aiutano i bordini nerazzurri, così come i marchi pubblicitari che qui – perfino più che sulla divisa tradizionale – mostrano una grande invadenza.

    Stendiamo infine un velo pietoso sulla silhouette dell’abete che circoscrive lo stemma societario: l’effetto ‘Arbre Magique’ è ahimé dietro l’angolo! 🙁

  • magliomane

    Non commento se no mi bannano.

  • LM

    L’iniziativa è bella, la maglia no. Il rosso sarà natalizio ma non ci fa nulla con l’Atalanta, meglio una maglia nera o blu, più eleganti. Poi non sopporto i dettagli bianchi, che rovinano ancora di più la maglia, così come quelli neri e azzurri. Brutti come al solito gli sponsor, mentre il logo è semplicemente inguardabile, senza i suoi colori e con quel contorno stile Werder Brema, dove però qui l’effetto è decisamente più riuscito. Brutta anche la scritta sulla manica, le voglio solo per le finali di competizioni importanti. In generale, brutto lavoro, molto meglio quella precedente o quella di due anni fa, con l’albero stilizzato, mentre qua ci sono 244 scritte su tutta la parte frontale, idea che sta diventando un pò monotona, avrei voluto qualcosa di più originale.

  • pongolein

    mi accodo a chi dice che l’iniziativa è lodevole, ma il risultato è stato scadente.

    In maglie così pesantemente compromesse da sponsor orribili e patacconi antiestetici (che portano 3, 4 colori diversi su una maglia) o si trova il coraggio, per una singola partita, di trovare soluzioni meno ingombranti, scendendo a compromessi dignitosi con i partner tecnici e commerciali, o è meglio non far proprio niente.
    Maglia insignificante, lavoretto di erreà scialbo e banale.

    Son contento che i tifosi della dea apprezzano, essendo molto vicini alla squadra partecipano con entusiasmo a questa iniziativa ed è un bene, ma se dobbiamo giudicare la maglia beh, è impossibile essere altrettanto entusiasti.

  • Swan

    Maglia di una bruttezza indescrivibile. Sono sempre del parere certe cose debbano essere fatte bene altrimenti è meglio non farle.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Sono ripetitivo in questi casi: non servono a nulla le maglie natalizie, se non a vendere.
    Fa molto Inter away 2012/13 questa maglia, rossa con inserti neroazzurri.
    Lo stemma dentro l’alberello non mi piace; così come non mi esalta il fatto che, oltre a non essere ricamato, sia solo contornato e privato dei colori ufficiali.
    Konica-Minolta dà troppo nell’occhio, spicca di più rispetto allo stemma del club. Il co-sponsor così l’avrei posizionato al centro sotto, sotto Axa, spostando lo stemma del club + alberello sul cuore.
    L’idea di una texture con i nomi di tutti i comuni della provincia di Bergamo mi piace. E lo considero un particolare non da poco: in provincia di Bergamo praticamente tutti tifano per la Dea, anche quelli dei comuni più periferici. I bergamaschi sono molto compatti attorno alla squadra della loro provincia e l’aver scritto i nomi di tutti i comuni sulla maglia a mio avviso non potrà che far piacere a tutti i tifosi.

  • Fakkio

    Bella l’iniziativa,scadente la realizzazione. Con un concept più attento e magari senza sponsor almeno per questa iniziativa avrebbe anche venduto di più fuori da bergamo.

  • FDV

    Mi piace molto la scelta del rosso, il colore natalizio per eccellenza. Peccato per il toppone Minolta, forse lo sponsor peggiore del panorama italiano a livello d’impatto, considerando soprattutto il fatto che sia un secondo sponsor.

    Tra l’altro possono mettere tutte le toppe che vogliono, ma Konica-Minolta così piccolo lo leggono davvero in pochi.

    Peccato per lo stemma, che direttamente nella trama e con l’alberello intorno risulta veramente povero. Tra l’altro il profilo dell’albero ha senso se utilizzato come lo fa il Werder Brema, cioè come forma dello stemma, messo così intorno è giusto un copia-incolla venuto male.

    Ciò che apprezzo infinitamente è l’idea di scrivere i nomi dei comuni bergamaschi, un’ulteriore prova della ferma volontà da parte dell’Atalanta di abbracciare il territorio, di farne il proprio fortino, provando ad allontanare il fascino di squadre così geograficamente vicine come Milan, Inter ed anche Juventus. E’ anche questo spirito che fa dell’Atalanta la “Regina delle provinciali”.

    Tornando al rosso, ricordo con piacere la maglia Le Coq Sportif di circa trent’anni fa rossa e gialla, i colori della città. Anche lì c’era un toppone bianco..ma di tutt’altro fascino. http://bit.ly/1hyp6jR

  • out of mind

    Toppe degli sponsor con i colori aziendali e stemma del club senza i colori sociali: basta questo per la bocciatura. Aggiungiamoci pure l’inutilità (sportiva) delle maglie speciali per i Christmas match.
    Mi hanno colpito positivamente tutti i nomi dei comuni della provincia di Bergamo. Una compattezza provinciale più unica che rara. Un’iniziativa del genere in molte altre parti d’Italia avrebbe fatto scattare querele.

    • Roberto

      Chissà se a quelli di Albino e di Leffe farà piacere… 😀 Ad ogni modo, bella iniziativa!

  • gab78

    MAGLIA STUPENDA SECONDO ME

  • Pingback: Camisa de Natal da Atalanta | Minhas Camisas()