SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Anche l’Atalanta si schiera al fianco della città di Bergamo, candidata come Capitale Europea della Cultura 2019.

Nella partita casalinga contro il Bologna, i nerazzurri porteranno sulla manica sinistra il logo ufficiale della candidatura con la scritta “Oltre le mura!”.

Logo Bergamo capitale cultura Atalanta

Nell’intervallo del match è stato organizzato inoltre un momento di festa con l’ingresso in campo di un gruppo di bambini bergamaschi, i quali faranno un augurio speciale con il lancio di alcuni palloncini.

Sono 21 le città italiane in lizza per diventare la prossima capitale della cultura: Aosta, Bergamo, Cagliari, Caserta, Cilento e Vallo di Diano, Erice, Grosseto, L’Aquila, Lecce, Mantova, Matera, Palermo, Perugia, Pisa, Ravenna, Reggio Calabria, Siena, Siracura, Taranto, Urbino e Venezia.

Venerdì 15 Novembre il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo pubblicherà una lista aggiornata con le città finaliste.

  • raido

    Il motivo è diverso, ma è pur sempre un’altra toppa su una buona maglia ormai rovinata…

    • squaccio

      Concordo.
      Totalmente contrario a queste toppe e toppettine seppur minuscole e limitate per una partita.
      Dagli spalti e dalla tv non si vede niente e tantissime volte i cronisti in tv non ne parlano proprio.

  • CP9

    Secondo me va bene pubblicizzare queste cose attraverso le squadre cittadine, anche se penso che una maglia disegnata per l’occasione avrebbe dato più visibilità all’evento rispetto a una semplice toppa.

  • sergius

    E ci mancava pure questa, la maglia dell’Atalanta sembra ormai
    un tabellone pubblicitario. Roba da campionato francese o brasiliano.

  • F093

    TROPPE SETTE TOPPE

    (sembra uno scioglilingua ma purtroppo non lo è)!

    Io avrei aggiunto anche una toppa “Bergamo Capitale Italiana delle Toppe”.

    F093
    old style

    • Nonno Festa

      Hahahahahhahahahahahahahhahahah fantastica questa

    • Nonno Festa

      Lo so che dato il mio forte spirito Bresciano posso sembrare un po’ di parte,bella l’iniziativa di affiancare la città in questa “competizione”, ma 7 toppe sono troppe

  • LM

    Si, sarà bello ricordarlo, ma mi sembra solo un modo per sporcare di più la maglia, peraltro già sporcata dalle toppe. Prima con il doppio sponsor, poi pure con le maniche sporche da queste toppicine che celebrano si qualcosa ma che sporcano inutilmente la maglia. Spero che nessun’altra squadra di Serie A usi per tutto il resto della stagione queste toppe che sporcano sempre di più le nostre maglie.

  • Daniele Costantini

    Iniziativa che ci sta tutta, ma realizzazione molto carente. C’è da dire che il disegno del logo, oggettivamente, non aiuta… ma su una base nero-azzurra quale la maglia dell’Atalanta, si poteva tranquillamente inserire il logo in negativo senza bisogno di ricorrere all’ennesimo rettangolo bianco (considerando che la divisa orobica è già ‘mutilata’ di suo dalla toppa bianca di KonicaMinolta).

    Nel 2011-2012 il Perugia all’epoca in Seconda Divisione si rese protagonista di un’identica operazione per promuovere la candidatura della città umbra, e applicò il logo sulla maglia – tra l’altro, nella stessa posizione sulla manica – con un risultato che appare decisamente migliore ( http://www.soccerstyle24.it/2011/12/le-maglie-del-perugia-targate-perugiassisi-2019/ ).

  • rudiger

    È un altro segnale della decadenza delle maglie da simbolo dei club a cartellone pubblicitario. Ogni scusa, più o meno nobile, più o meno commerciale, è buona per aggiungere toppe negli spazi disponibili. È un po’ come i maxi cartelloni pubblicitari per strada: alla lunga non si fa più caso al fatto che li magari c’era un bello scorcio cittadino, o un bel paesaggio naturale. Se è vuoto e disponibile tanto vale riempirlo.
    Uno striscione retto dai giocatori a inizio partita o qualche passaggio sui tabelloni a bordo campo sarebbero stati 100 volte più visibili, ma a una maglia che porta un segnale stradale al centro del petto ormai che danno puoi fare?

    • rudiger

      Da notare che sulla sola linea petto-spalle la maglia atalantina è occupata da 7 loghi 7 (escludendo lo stemma ovviamente): 3 marchi erreà, 3 sponsor (compresa la topoa tim) e questa della candidatura.

      • F093

        da qui il mio scioglilingua TROPPE-SETTE-TOPPE!

        F093
        old style

        • rudiger

          Si. Stavolta ho commentato prima di leggere gli altri commenti e ho praticamente replicato il tuo. Un’altra occasione in cui ci troviamo d’accordo.

    • Daniele Costantini

      Lungi da me dall’approvare la “collezione di toppe” messa assieme quest’anno dall’Atalanta… di base, non vedo nulla di male nel fatto che un club si faccia promotore di simili progetti, che contribuiscono a rafforzare il legame tra squadra e città.

      Ben vengano iniziative del genere, se fatte con cura, attenzione e rispetto per la maglia (ahimé, quel che *non* è stato fatto a Bergamo).

  • Luca_USA

    Mi sembra giusto, dopo la buffonata dei carri armati ora l’Atalanta testimonia la candidatura a capitale della cultura.

    • Daniele Costantini

      Se ti fa sentir meglio, Bergamo non è entrata nella short-list finale: se la giocheranno Cagliari, Lecce, Matera, Perugia, Ravenna e Siena. Nei prossimi mesi, dobbiamo attenerci nuove patch sulle maglie di queste squadre? 🙂