SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike



Puma e il Girondins de Bordeaux hanno presentato la nuova divisa per la stagione 2014-2015, soprannominata Grand Cru,  per via del forte legame voluto con il mondo del vino, l’eccellenza del territorio bordolese.

Negli ultimi anni le maglie dei girondini ci hanno abituato ad una serie di scelte stravaganti, a volte eccessive e di sicuro non banali, il tutto incentivato dal duraturo ed affiatato rapporto con lo sponsor tecnico Puma.

Presentazione maglia Bordeaux 2014-2015 Puma

La prima maglia per la prossima stagione non fa eccezione, riuscendo a combinare una rigorosa e semplice eleganza al consueto pizzico di stravaganza. Il modello di base è quello caratterizzato dal colletto a polo button down, il colore è il tradizionale bleu marine e la scapulaire sul petto è bianca bordata di rosso bordeaux, colore quest’ultimo utilizzato anche per gli inserti sul bordo manica.

Maglia Grand Cru Bordeaux 2014-2015

Il tocco che sintetizza il legame con il territorio è costituito da una serie di piccoli punti rosso bordeaux presenti nella sola parte frontale della maglia. Osservandoli da vicino si può notare che si non si tratta si semplici pois, ma di foglie di vite, un’idea decisamente originale.

Le foglie di vite sulla maglia 2014-2015 del Bordeaux

I pantaloncini ed i calzettoni sono in tinta con la maglia, con rifiniture laterali bordeaux. La presentazione è avvenuta nella tenuta del Domaine de Chevalier, sede di produzione di uno dei vini appartenenti alle eccellenze del territorio.

Giocatori del Bordeaux presentazione maglia 2014-2015

Giocatori del Bordeaux in preparazione nell'elegante sala del Domain de Chevalier

Dunque i giocatori del club hanno indossato per la prima volta la nuova divisa tra eleganti saloni ed alti serbatoi di vinificazione. L’esordio in campo invece avverrà nella partita interna contro il Marsiglia del 10 Maggio.

Giocatori del Bordeaux tra i serbatoi di vino per la presentazione della maglia Grand Cru 2014-2015

Vi piace la nova maglia prodotta da Puma per il Bordeaux 2014-2015?

  • Fely

    bella. pulita. niente da dire…

  • Mr. Joe

    Amo sempre quando mettono in relazione un pizzico di azzardo e tradizione. Interessante l’idea di portare sulla divisa un qualcosa di caratteristico, come l’accenno ad una dei punti di forza della zona, il vino, anche se non amo del tutto questa scelta, poiché l’effetto visivo è quello di scorgere una maglia a pois. Oltre a questo, davvero bella. Design semplice ed essenziale, senza fronzoli e davvero ben fatta. Bel lavoro Puma!

    • adb95

      anche a me non piace molto l’effetto pois. la v è fatta abbastanza bene in compenso

      • Mr.Joe

        La ‘V’ decisamente meglio rispetto a quella dell’anno scorso!

  • http://www.unoxuno.it paKi3946

    Alti Livelli!

  • Junglefever

    Tres bien!!!

  • MARCO0890

    Ottimo lavoro da parte di Puma, non me lo sarei mai aspettato

  • MatG

    Molto bella
    Il bordeaux ha sempre divise che mi piacciono

  • Simone

    Le bordature confermano la mia opinione che il blu scuro (come anche il nero) con il bordeaux-granata ci sta più che bene.

  • Alessio Pasquinelli

    top! ma anche il tasso alcolemico è alto …. 😛

  • http://www.soccerstyle24.it sergius

    Magari il colletto l’avrei preferito a polo ma nel complesso è un kit strepitoso.

    • http://www.soccerstyle24.it sergius

      ….colletto più regolare e non button down intendevo.

  • Swan

    Buon kit, strano da dire vista la tendenza della Puma degli ultimi tempi, ma il,template utilizzato per la nazionale italiana è l’ unico decente tra quelli adottati dalla casa del felino.
    Ottima la scapulaire bianca con bordi bordeaux e niente male anche le foglioline che ricordano i pois.
    Kit home notevole, da temere sono i kit away e third.

  • Eugenio

    Bella maglia, però quei pois sono molto inutili, sono messi molto a caso.
    Però è molto elegante, e fortunatamente lo sponsor si integra bene.
    Bella la presentazione, geniali.

    Voto 8

    • SimoPunisher

      Molto a caso?? Mah…Seguono semplicemente una linea obliqua, in questo caso quella della V sul petto. Non mi sembra difficile -.-

  • Ulisse

    agli sicuramente bella…ed originale (l’idea delle foglie di vite è geniale), peccato per la vestibilità eccessivamente aderente e non adatta a quelli con qualche chiletto in eccesso.
    Voto 8.5 per il disegno e 4 per la vestibilità !

  • squaccio

    Molto bella.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Le avrei evitate le foglie di vite, ma dato che non sono sfacciate e risultano quasi impercettibili ci possono stare. Oltre tutto non sono disposte casualmente, ma seguono la conformazione della scapulaire (che contornata di bordeaux è bellissima). Classica ma con un tocco di stravaganza, legata comunque al territorio. Promossa. Brava Puma.

  • Fly

    Gran bella maglia, complimenti Puma!

    Unico neo, le maglie con scapulaire/chevron le preferisco con un colletto basso.

    Sinceramente, vedendo la maglia della nostra nazionale, sono un tantino invidioso.

    • alessio

      è lo stesso modello della maglia della nazionale italiana, cambia solo il colore 🙂

      • Fly

        Capirai, le uniche cose in comune sono colletto e bordimanica.

        Intanto, senza quelle righe sui fianchi, guadagnano molto, sfido chiunque a negarlo. 😀

        Poi il logo Puma è in linea con lo stemma, al contrario della nostra, dove è stato alzato solo per fare spazio al numero (questa moda dei numeri sulla destra non l’ho mai capita, ma proprio devi farlo, sposta il logo aziendale al centro, come hai fatto con la Svizzera: il risultato sulla nostra è orrendo).

        Il blu notte e il bordeaux creano una combinazione azzeccatissima.

        Quanto ai pois, li trovo un tocco di classe. Su una maglia diversa, con colori diversi, magari stonerebbero, ma qui, IMHO, stanno da dio e non sono troppo invasivi.

        Comunque non dico che la maglia dell’Italia sia un orrore da bruciare pubblicamente, ma solo che questa del Bordeaux è riuscita meglio ed è più elegante (e questo, ripeto, soprattutto per la sparizione di quelle odiosissime righe).

        La nostra non è brutta, ma ho trovato dei difetti che invece non ho riscontrato qui.

  • Vittorio

    Molto bella, unico appunto il marchio societario troppo piccolo, per il resto un lavoro impeccabile di puma!
    Voto 8

  • Classick

    Maglia molto bella!
    La V con il bordo rosso scuro sta benissimo (un leggero richiamo poco invasivo al colore bordeaux è piacevole) e si integra molto bene con lo sponsor KIA che è cerchiato di rosso, abbinamento riuscito, nonostante lo sponsor sia una patacca 😉
    Trovo invece brutti i pois, per fortuna si vedono poco.

    Nota per me negativa è la vestibilità delle maglie Puma: maglietta super-attillata (troppo!) e pantaloncini lunghi e larghi, davvero brutti a vedere!

  • stefano11

    maglia elegante, pulita e i punti di foglia di vite non sono invasivi, promossa.

  • Pier Alberto

    Molto bella ma tuttavia ho un dubbio a cui spero che qualcuno di voi mi sappia rispondere: perché questa maglia è così “lunga”? quali sono i pro e contro di queste misure?

    • Mr. Joe

      Credo che sia lunga per via del materiale e delle dimensioni del diametro della maglia. Mi spiego meglio: essendo questa una divisa molto attillata, se fosse troppo corta, al primo movimento si rivolgerebbe subito all’insù. Quindi per evitare questo, si è pensato di farla più lunga rispetto alla lunghezza del “tronco” (dal collo alla vita). Se giochi a calcio o calcetto ti sarà capitato di indossare la maglia termica, la quale è spesso allungata per evitare il riavvolgimento. Questa è una mia interpretazione, sicuramente PM o il brand in questione potranno dare informazioni più dettagliate.

      • Classick

        Come ho già detto questa vestibilità della maglia a me non piace (chi ha un po’ di pancetta si vede subito ahah!)
        Esteticamente la preferisco un po’ meno attillata e più corta, questa sembra proprio stringerti;
        anche le maniche delle maglia sono leggermente più lunghe dello standard rispetto aglia altri sponsor tecnici.
        I pantaloncini invece mi piacerebbero un po’ più corti e stretti, se guardate il numero 26 a destra della foto si vedono le gambe in trasparenza e guardando mi sembrano un po’ abbondanti.

    • rudiger

      Forse è allungata perché ispirata alle bottiglie di vino 🙂

      • Mr. Joe

        Fino a questo punto? Aaaaahh la stravaganza francese ahahah 😉

  • frenz

    Molto bella e ottima realizzazione.

    Due domande:

    Perché puma fa un progetto così curato e particolare per il bordeaux e alla nazionale italiana rifila una tamarrata? Già riciclata per il Newcastle….

    Perché il Bordeaux non ha la maglia bordeaux?

  • kesu

    Colletto a parte, bellissima maglia!

  • rudiger

    A me non piace. il colletto coi bottoni e la V subito sotto sono elementi troppo contrastanti per me. Inoltre non apprezzo quando un elemento caratterizzante come la V biancorossa viene pasticciato da stemma (passi) e sponsor tecnico. Simpatici i pois vegetali.

  • mosca

    Non mi decido se valutarla quasi un capolavoro o un disastro.

    purtroppo quell’immenso sponsor è un talmente in evidenza che rovina un insieme tuttosommato onesto.

    Brutte le intrusioni dei loghi nella”V” che, per questi motivi, poteva almeno essere piu grande.

    le foglioline mi sembrano un tocco che poteva essere sviluppato meglio,

  • Pep87

    maglia stupenda, pulita semplice ed essenziale!…..solo il colletto stona un po xkè sarebbe stato meglio senza i bottoni!….colletto a v senza bottoni e sarebbe stata perfetta!……voto 7,5

  • LM

    Bella, molto elegante e curata, pecca forse nella troppa aderenza, eccessiva, e che spero non venga girata alle maglie replica pure. Bella la V, ottimo il colletto e pure gli orli, peccato per l’abbinamento tutto blu, avrei preferito i calzoncini bianchi, giusto per spezzare. Pessima la toppa Kia, ma ormai per il Bordeaux ce ne siamo fatti una ragione. Ottimo lavoro di Puma, che per i francesi crea sempre kit particolari e per lo più riusciti, come questo ad esempio.

  • NHT

    nel complesso discreta, poi lo sponsor sulla pancia come sempre rovina tutto

  • lorenzo

    Carina (escludendo il colletto)

  • SuperFity

    io proprio non capisco i commenti di alcuni lettori…cioè…stesso identico template della nuova casacca azzurra con l’aggiunta di (discutibili) pois…e tutti a osannare la maglia del Bordeaux…mentre per quanto riguarda l’ITALIA i pareri non mi sembrano così unanimi…vabè degustibus…

    • Wasshasshu

      Quella dell’Italia ha due grandi problemi (in realtà sono interdipendenti, sarebbe quasi meglio dire un problema e mezzo): le due righine bianche laterali sull’addome che spezzano totalmente e senza pietà l’armonia della maglia, ed il numero sul petto in alto a destra, che all’armonia dà proprio il colpo di grazia, la soluzione ideale sarebbe stata togliere le righine o spostare i numeri al centro (magari tutt’e due, anche se senza righine i numeri a destra non sarebbero certo stati un problema). Il template in generale è stato apprezzato, o comunque nessuno lo ha giudicato il problema principale della casacca.

      • SuperFity

        …e se io ti dicessi che che il numero sul petto sta bene a destra? Io la vedo così…e lo motivo dicendo che è ovvio che stia sul lato per via del colletto…non capisco perchè bisogna per forza mettere i numeri al centro…per quanto riguarda le righe bianche a MIO avviso non ci stanno male per 2 motivi 1)un richiamo bianco ci vuole dato che è presente sui calzettoni e a colori invertiti sui calzoncini…inoltre quelle linee bianche aderiscono al template e ne seguono le forme 2) in caso di tenuta totalmente azzurra (anche i pantaloncini) i richiami bianchi danno un minimo di respiro altrimenti c’è il rischio di far apparire il completo come una tuta da meccanico…

        • Wasshasshu

          Come ti ho detto, il problema del numero a destra è dato dalle righine bianche sull’addome, non dalla posizione in sé dei numeri (chiaro che a qualcuno può non piacere, ma in sé non è un dettaglio tale da costituire un problema), che è comunque una soluzione normale e già usaa sia dalla nostra nazionale (credo mai nella home però, qualcuno più ferrato può dare una mano?) che da molte altre, che ha le sue ragioni e non toglie, almeno per me, punti alla maglia. Sono le righine che sono completamente fuori contesto: bastava, chessò, spostarle sui fianchi al posto di farle così centrali. Poi io non sono così d’accordo sul bisogno di altri dettagli bianchi, per me quelle righine potevano tranquillamente non esserci, la maglia migliorerebbe.

          Comunque in generale la maglia è stata apprezzata, da quello che dici sembra che non piaccia a nessuno!

  • Wasshasshu

    Le maglie del Bordeaux sono sempre meravigliose, questa, anche se parte da un template per nulla esclusivo, non fa assolutamente eccezione. Voto 8, veramente bella.

  • Renzo

    Puma questa volta ha fatto un bel lavoro!! La maglia è molto bella, per fortuna che i “pois – foglie di vite” sono così piccoli da non rovinarla. Temo che, come succede con tutte le maglie francesi, verranno aggiunte altre patacche per ulteriori sponsors…

  • Lapo

    È un impressione mia o la maglia è più lunga del normale?

  • Giorgiol02

    Ma dove è finita la divisa del bordeaux che arrivava ai quarti di champions?

  • Pingback: Girondins Bordeaux, le maglie da trasferta 2014-2015 Puma()