SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Visitando il Paese in lungo e in largo alla scoperta delle maglie utilizzate dalle squadre impegnate in Lega Pro abbiamo parlato in numerose occasioni di sondaggi promossi dalle società nei confronti dei propri tifosi per farsi indirizzare nella scelta delle maglie da gioco.

In questo contesto non è rimasta a guardare la Pro Vercelli che tramite il sondaggio “Buona la Terza” ha chiesto al proprio pubblico di esprimere la sua preferenza circa la nuova terza maglia da utilizzare nella rimanente parte della stagione.

Buona la terza Pro Vercelli

La Pro Vercelli, impegnata nel girone A di Prima Divisione, è più che mai attiva sul fronte maglie, e dopo aver prodotto lo scorso ottobre una divisa celebrativa per il centesimo anniversario della nascita di Silvio Piola, e dopo aver lanciato nel corso della passata stagione la maglia per festeggiare i 120 anni di storia del club, ecco la terza iniziativa in due anni delle Bianche Casacche piemontesi.

Le tre alternative proposte dalla società e dallo sponsor tecnico Erreà erano accomunate dallo stesso modello con colletto a polo bianco, ma ognuna di esse presentava uno stile del tutto peculiare con caratteristiche e colori molto diversi tra loro.

Bozzetti terza maglia Pro Vercelli 2013-14

La prima proposta consisteva in una maglia verde impreziosita dalla serigrafia tono su tono della basilica di Sant’Andrea, capolavoro dell’architettura religiosa medievale e simbolo della città. La seconda alternativa, la più bizzarra del pacchetto, era una maglia rosa caratterizzata da motivi a spirale neri che si propagavano attraverso tutta la parte frontale della divisa. Concludeva il terzetto una classica divisa crociata, che riprendeva la croce rossa rappresentata sullo stemma cittadino e societario. Per potersi distinguere dalla prima maglia completamente bianca la croce rossa è stata inserita su campo nero.

Proprio quest’ultimo modello ha stravinto l’iniziativa portando a casa il 70 % dei circa mille voti pervenuti.

La nuova terza maglia della Pro è stata presentata presso la sala Admiral Club di Vercelli, situata in Piazza Zumaglini, attraverso le parole del presidente Massimo Secondo: “Far scegliere la maglia ai tifosi è stata proprio una bella iniziativa. Io non ho potuto votare, ma ammetto che i tifosi hanno scelto la maglia che più mi piaceva. I tifosi spesso mi chiedono perché non giochiamo sempre con la “Bianca Casacca”: sfrutto l’occasione per dire che avere tre maglie è una regola che ci viene imposta, non siamo noi a scegliere con quale maglia giocare tutte le partite”.

Nella stessa occasione è stato presentato anche il nuovo calendario ufficiale della società che raccoglie immagini di tutti i giocatori della Pro Vercelli, dalla prima squadra fino ai bambini, realizzato in 1.000 copie dal fotografo ufficiale della Pro, Marco Lussuoso. Il calendario è in vendita al prezzo di 5 € presso tutte le edicole di Vercelli.

Tifoso Pro Vercelli premio terza maglia

Photocredit: Marco Lussuoso-Spazio Elle

 

Un esemplare della maglia crociata è stato donato ad un fortunato sostenitore, estratto a sorte tra i partecipanti al sondaggio.

La terza divisa sarà utilizzata soltanto in alcune partite selezionate e vedrà il suo esordio nella gara del 5 gennaio 2014, quando la Pro Vercelli ospiterà al Piola il Lumezzane per la prima giornata di ritorno.

Questa quindi la terza casacca che completa il parco maglie della squadra piemontese per quel che riguarda la stagione 2013-2014, costituito dalla prima e dalla seconda maglia già utilizzate nella scorsa stagione di Serie B e riconfermate dalla società. Chiudiamo il cerchio andando ad analizzare nel dettaglio anche queste due maglie.

La prima divisa è molto vicina alla secolare tradizione della squadra e non presenta linee stravaganti o inserti particolari; ciò che contraddistingue questo completo è soltanto lo storico colore sociale, il bianco. Il modello scelto per la maglia presenta uno stile molto sobrio e l’unico elemento che spicca è l’elegante colletto a polo, bianco come il resto della casacca.

Maglia Pro Vercelli 2013-14

Lo stemma societario orna la maglia cingendo la sezione sinistra del petto, mentre nella parte centrale è ben integrato il main sponsor Senior Service, applicato senza toppe o riquadri. Le numerazioni, impreziosite dal disegno dello stemma societario sono in nero e sotto di esse campeggia in corsivo il nome della squadra. In nero anche il logo dello sponsor tecnico applicato nella parte destra del petto e su entrambe le maniche. Il lavoro di Erreà è impreziosito da un dettaglio nascosto, e cioè la rappresentazione all’interno del colletto dei sette scudetti vinti dalle Bianche Casacche agli inizi del secolo scorso.

La divisa si completa con pantaloncini e calzettoni bianchi, ma non è raro vedere i Leoni scendere in campo anche con pantaloncini e calzettoni neri, a seconda dei colori degli avversari. I calzettoni sono arricchiti nella parte frontale dal disegno ricamato dello stemma societario.

Prima divisa Pro Vercelli 2013-14

Come divisa da trasferta è stato confermato il completo rosso e bianco che richiama i colori dello stemma societario, mentre è stata dismessa la terza divisa della stagione scorsa: una maglia dorata con la serigrafia del leone nella parte centrale.

La maglia rossa è caratterizzata da un grande inserto bianco che attraversa la sezione sinistra sviluppandosi dal colletto alla manica. Questa zona bianca, che ospita al suo interno lo stemma societario, è attraversata da due strisce rosse che seguono la forma delle maniche. Sul fianco destro è presente un altro inserto bianco a spina che si sviluppa verticalmente seguendo il fianco della maglia. In bianco le numerazioni, il main sponsor e i loghi del partner tecnico. La divisa si completa con pantaloncini rossi e banda laterale bianca e con calzettoni completamente rossi.

Seconda maglia Pro Vercelli 2013-14

Anche la Pro Vercelli ha coinvolto i propri tifosi sul tema maglie facendogli scegliere una divisa da gioco, siete d’accordo con i sostenitori delle Bianche Casacche o avreste optato per le altre due alternative? E cosa ve ne pare delle divise riconfermate dei Leoni?

  • Mr. Simpatia

    Io preferivo la verde anche se quella nera non è male quella rosa per fortuna non è stata scelta

  • Swan

    Approvo la scelta dei tifosi della Pro Vercelli, la nera crociata vince per distacco rispetto ad una maglia-cartolina ed un’altra alquanto improbabile. Rappresentativa del club e ben curata nella scelta del colletto, del bordomanica e del contorno bianco della croce, promuoverei questa maglia ad away al posto di quella rossa.
    La conferma delle maglie per due stagioni di fila da parte di club italiani mi da l’idea di pressapochismo piuttosto che della volontà di confermare un modello particolarmente amato dai tifosi, e da questo punto di vista il Sassuolo fa giurisprudenza.

  • squaccio

    Io avrei scelto la verde perchè le maglie crociate stanno diventando troppe; e come seconda avrei promosso quella dorata che è stata usata spesso nella cavalcata nella promozione in B.

  • LM

    Ha vinto la migliore, meglio così, anche se va detto che pure quella verde non mi sarebbe dispiaciuta, molto bella, sopratutto per la serigrafia della città.
    Per il resto, nella la prima, semplice e pulita, come dev’essere sempre una maglia della Pro Vercelli. Brutta la seconda, avrei tenuto gli stessi colori ma avrei cambiato il modello, che proprio non mi piace. Infine la terza, che mi piace davvero molto, la croce rosso su nero è rara da vedere, ma è anche molto bella. Complimenti ad Erreà per la splendida iniziativa, che in Serie A non si vedono manco per sogno. Bene anche l’impatto degli sponsor, pulito e gradevole. Ottima iniziativa.

  • jojo

    Sia terza maglia che prima sono buone, la prima per il disegno e il colore, la terza per la croce e il modello di maglia.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Sulla terza maglia che dire, ha vinto la migliore e più “classica” delle tre. Anche se ultimamente le croci abbondano a sproposito e forse hanno un po’ stancato; qui però è sensata, e quindi ci sta.
    La home è semplice e pulitissima, da Pro Vercelli. Perfetta. Avrei evitato la scritta Pro Vercelli sul retro. Ottimo il richiamo grafico ai sette scudetti vinti.
    La away lascia un po’ a desiderare. Non mi piace.

    • Tux

      concordo: le crociate stanno abbondando a sproposito ed hanno stancato. E concordo anche sul fatto che qui ci stava (molto di più, a mio avviso, che sulla maglia del Varese). Come ci sta sulla maglia del Parma o su quella celebrativa dell’Inter quando si veste da “Ambrosiana”, come ci starebbe al limite sulla maglia del Verona, quantomeno perché c’è stata in passato.
      Tutte le altre croci stanno diventando una moda senza senso né tradizione.

  • CP9

    Senza dubbio la migliore delle 3 proposte, ottimo dettaglio la bordatura bianca della croce che così richiama lo stemma cittadino anche dovendosi distinguere dalla maglia home. Bellissima la prima maglia, semplice, pulita ed elegante. promuovo anche la seconda, se le altre maglie sono così classiche ci sta osare un po’ di più e questa mi sembra ottimamente riuscita.

  • CP9

    Dimenticavo: ottima la scelta di interpellare i tifosi, che sta prendendo sempre più piede nelle categorie inferiori… Ma quanti club di serie a lo hanno fatto??

    • Niccolò Nottingham Forest

      In questa stagione per adesso soltanto la Roma che ha fatto scegliere la terza maglia ai suoi abbonati.
      In un certo senso anche il Bologna; ha promosso un’iniziativa nelle scuole per disegnare una maglia che omaggiasse l’ultimo scudetto e la terza maglia, quella verde, è stata creata prendendo spunto dal disegno di una studentessa di un istituto.
      Molti, molti più esempi in Lega Pro come sottolineavi giustamente.

  • enrico

    direi ottima la prima maglia bianca nella sua semplicità..è bello vedere che ancora si è legati alle tradizioni senza voler strafare..per quanto riguarda la terza maglia avrei scelto la maglia con il disegno della cattedrale ma di una altro colore(personalmente non mi piacciono le maglie verdi, sono troppo simili al campo di gioco). Ad ogni modo non male anche quella crociata..bella l’idea di far scegliere la maglia con un sondaggio, cosa che mi stai facendo notare niccolò, è riproposta da più società, soprattutto in C1. Curiosità che ho notato: la seconda maglia è molto simile a quella del mantova

  • tot

    bella la prima
    bella la seconda
    inutile la terza

  • Roberto

    Quella che è stata scelta è indubbiamente la migliore delle 3… Poi metterei la verde, ed infine quella rosa! Voti:

    Crociata nera 7
    Verde 6
    Rosa 5,5

    • filpp

      secondo me le tre maglie facevano tutte schifo: forse la migliore è quella che è stata scelta ma per me tutte insufficienti

  • sergius

    Ottima scelta quella dei tifosi della Pro Vercelli, hanno decisamente scelto la più bella delle tre proposte. Quella verde non era male mentre quella rosa tipo Evian T.G. è semplicemente improponibile. Come fatto notare da qualche altro commentatore negli ultimi tempi c’è stata troppa inflazione di maglie crociate, ma nel caso della Pro Vercelli la scelta è coerente con l’identità cittadina e la maglia tra l’altro è molto curata.

  • Fakkio

    Cose belle: La maglia è ben realizzata. La croce rossa spicca molto bene all’occhio grazie anche alle bordature bianche che riprendono colletto e bordo manica sempre bianchi con un filo di rosso. Lo sponsor commerciale non rovina molto la maglia essendo anch’esso bianco e molto semplice. Lo sponsor tecnico Errea ha le giuste proporzioni sul davanti,non hanno esagerato come invece fanno altri sponsor minori. Il richiamo allo scudo cittadino è stata la scelta più azzeccata,quest’ultimo infatti manca un pò dalla prima maglia ed è ripreso in un gioco di rossi e bianco sulla seconda,ma la croce vera e propria non compariva mai.

    Cose brutte: I simboli Errea sulle spalle non sono proprio fatti per essere cosi grandi. Il colore nero è sempre una scelta un pò priva di fantasia, a mio avviso avrei unito l’idea della croce al colore verde dell’altra maglia proposta.

    In conclusione una maglia da a cui do un 7+,ben realizzata ma con alcune pecche che avrebbero potuto trasformarla in un 7,5

  • rudiger

    Certo che indossare una crocerossa con scritto “residenze per anziani”… per di più su fondo nero…

    • frenz

      In effetti… Da ragazzino ho giocato anche con maglia rosa e sponsor SIvam mangime per Suini…

      • rudiger

        Fantastico. Immagino i commenti degli avversari!

  • Eugenio

    Giusto : la scelta della maglia, la più sobria delle tre e che più si avvicina alla squadra, dato che la croce rossa si trova nello stemma; concordo anche sulla scelta dello sfondo nero, che si contrappone alle prime due bianco e rosse. Belli anche i progetti, che avvicinano sempre più i tifosi alla squadra. Bella anche la prima maglia, molto semplice e interamente bianca. Bello anche il font.

    Sbagliato : la scritta Pro Vercelli in basso, rovina l’ eleganza della maglia. E poi la seconda maglia, di cui non mi piace molto il disegno.

    Voti 8 – 6,5 – 8

  • frenz

    Avevo votato per la verde… Pazienza

  • filpp

    stupenda la prima
    discreta la seconda
    orribile la terza

    • filpp

      voti:
      9-6,5-4

      • Roberto

        Pensa che per me la terza crociata è anche migliore della seconda rossa… In quanto alla prima bianca, di certo è elegante ma forse un po’ troppo semplice! Voti:
        Home 6,5
        Away 6
        Third 7

  • forzapro

    Io avevo votato quella verde principalmente per la rappresentazione del Sant’Andrea, uno dei simboli della mia città, però effettivamente credo sia migliore questa crociata. Un plauso alla società che ci ha resi partecipi di questa scelta.

  • ciguy

    Che noia.
    Mi ha annoiato la croce come mi aveva annoiato (e continua tutt’ora ad annoiarmi) la banda diagonale.
    Capisco che la croce è una croce, e che la banda è una banda..ma diamine..un po’ di inventiva..un po’ di originalità..un po’ di RIELABORAZIONE!
    Per carità, stiamo parlando (senza offesa) della Pro Vercelli, e non di un top club..però noto che anche per i top club non è che il trattamento sia granché diverso (basti pensare alla futura banalissima away della Roma).
    Nello specifico, questa maglia è fatta bene nell’abbinamento cromatico, anche se ricorda anche a me qualcosa di medico-sanitario..però non avrei proposto la croce tra le opzioni.
    Tra l’altro, e concludo, è vero che la croce fa parte dello stemma societario e/o cittadino, ma è vero anche che in Italia un’infinità di comuni – per ovvi motivi – ha una croce nel proprio simbolo: se tutti dovessero ragionare con questa logica, i campi di calcio sembrerebbero un cimitero! (passatemi la battuta) 🙂

    • rudiger

      Sulle croci la penso come te.

      • rudiger

        … e anche sulla banda diagonale. Da nike, se tutto sarà confermato, mi aspettavo più fantasia.

        • ciguy

          “aspettato” sinceramente no, ma sperato sì.
          Sulla prima..vabè, la maglia della Roma quella è (anche se, naturalmente, si può osare senza necessariamente fare brutture anche su maglie a tinta unita), ma la seconda….dio mio…la fascia diagonale bicolore!!
          L’abbiamo vista con tutte le squadre del mondo, dai top team alle squadrette di periferia.
          Il primo anno di nike nella squadra della capitale d’Italia è il massimo che è riuscita ad inventarsi?
          (Se così sara): terribile!

  • Simone

    A me invece piace, anche perché riprende due colori che sono stati utilizzati spesso di recente per le maglie alternative di Vercelli.
    Avrei sicuramente scartato il verde perché secondo me sul campo diventa troppo mimetico (penso ai problemi per portieri e guardalinee), e quella rosa ha sì un motivo tutto sommato piacevole ma è pur sempre chiara, e dunque non abbastanza alternativa.

    Vado oltre: per me potrebbe essere una degna third anche per il Milan.
    Maglia promossa.

  • Guido Cereia

    Bellissima la prima e la terza maglia, non capisco la striscia nera sul fianco della seconda: mi sa di Biellese..