SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Ha destato molto interesse oggi l’articolo pubblicato su Millenovecento in merito all’utilizzo della famosa aquila stilizzata, di proprietà della famiglia Casoni, sulle maglie dell’Al-Quwa Al-Jawiya. Il club iracheno da due mesi gioca con una casacca su cui campeggia in bella mostra l’aquila resa celebre dalla Lazio nel 1986-87, la stagione dei 9 punti di penalizzazione.

Le maglie dell'Al-Quwa Al-Jawiya 2013

Formazione Lazio 1986-1987

La Lazio nel 1986-1987

Lo sponsor tecnico riportato sulle divise è Macron, attuale fornitore della SS Lazio, la quale ha prontamente smentito la sponsorizzazione con un comunicato: “Con la presente nota ufficiale l’azienda Macron vuole sottolineare la sua totale estraneità nella sponsorizzazione e fornitura di abbigliamento tecnico ufficiale del club iracheno Al-Quwa Al-Jawiya. Macron ha già avviato i dovuti provvedimenti per salvaguardare il proprio marchio e l’abbinamento con il marchio della S.S. Lazio“.

Osservando i dettagli si può notare come il logo Macron sulle spalle sia differente da quello originale, la dimensione è maggiore rispetto allo standard e le braccia risultano più allungate. Inoltre l’azienda bolognese utilizza da anni solo il lettering monocolore sul petto e non quello con la “O” in rosso.

Logo originale prodotti Macron

Probabilmente gli iracheni hanno adottato uno dei molteplici disegni che girano in rete da un anno, realizzati dai tifosi laziali che sognano il ritorno dell’aquila sulla loro maglia.

In una pagina Facebook dell’Al-Quwa Al-Jawiya compaiono diverse foto degli allenamenti, nelle quali i calciatori indossano abbigliamento di svariati marchi: Adidas, Puma, Nike, Jako, Uhlsport.

La domanda sorge spontanea, saranno originali?

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    originali come una moneta da 3 euro

  • matmattia92

    super copia

  • Daniel

    denuncia per plagio vinta in partenza.

    • paco

      bono…che in 9 anni l’avvocato gentile ancora non e’ riuscito a vincerne una di causa….perderebbe pure questa…

      • iac88

        ahahahahah c’hai ragione!!

    • Paolo

      Mah, secondo me la causa si ferma al confine italiano. Non lo so, ma non credo che una squadra irachena sia facilmente perseguibile dalla giustizia nostrana, stiamo parlando di un paese assai particolare e devastato dalla guerra.

      • Axolot

        Valli a prendere i soli in Iran se sei capace

  • 7eleven

    comunque, aldilà dei tessuti e della questione contraffazione, sarebbe una maglia eccezionale! 😀

  • Lillysim

    Certo che facendo finta che sia una versione demo se la macron le realizzasse davvero per la lazio sarebbero spettacolari

  • passionemaglie.it

    Prima che si inizi a commentare “La Macron deve mettere l’aquila sulla maglia della Lazio”.

    Non è Macron a dover prendere tale decisione, ma ovviamente la dirigenza laziale.

    • paco

      il logo stilizzato non e’ di proprieta’ della ss lazio, ma della famiglia Casoni…e’ a loro che andrebbe chiesto il permesso per utilizzarlo.
      la maglia sarebbe la piu’ attesa dai tifosi (e l’anno scorso erano 25 anni dal -9) , ma proprio per questo, finche’ non cambiera’ il presidente, non verra’ MAI rifatta.

      • http://fulgor2009.blogspot.it/ Diego

        dall’articolo linkato… «La famiglia Casoni, che nel frattempo ha concesso l’uso di quell’aquila stilizzata a “Lazio Family” con la speranza di ricavare dall’affitto di quel marchio soldi da mettere a disposizione delle varie sezioni della Polisportiva che hanno problemi a mandare avanti l’attività, si è mostrata subito disponibile, ma non è mai stata contattata dalla MACRON e quindi come al solito, non se n’è fatto nulla. Oggi, la scoperta che ha lasciato un po’ tutti a bocca aperta: la MACRON quel marchio (regolarmente registrato e quindi protetto sul mercato italiano e nell’area della Comunità Europea) lo ha utilizzato, ma invece che per la Lazio le maglie con l’aquila sul petto le ha fatte per gli iracheni dell’Al-Jawiya! E senza neanche contattare la famiglia Casoni o “Lazio Family”, almeno come atto formale. Né una telefonata né una mail, nulla di nulla, come ho potuto constatare di persona chiamando Marco Chiarion Casoni, figlio di Gian, a cui sono legato da sempre, caduto letteralemente dalle nuvole. “Sono basito. Ho visto la foto che mi hai mandato e ho pensato ad uno scherzo o ad un fotomontaggio, invece è tutto vero. Il nostro sogno è sempre stato di rivedere quell’aquila sulle maglie della Lazio e utilizzare quel marchio per portare tramite ‘Lazio Family’ un po’ di soldi nelle casse della Polisportiva per aiutare sezioni in grande difficoltà, per fare insomma qualcosa di veramente laziale. Invece ora vedo quel marchio, identico, sulle maglie di una squadra irachena, marchiate MACRON, senza che nessuno ci abbia chiesto nulla”.» quindi il problema da quanto capisco non è che il marchio sia della famiglia Casoni che lo concederebbe e addirittura sogna di rivederlo sulle maglie della Lazio quanto la società e la Macron che non sembrano interessate alle richieste dei tifosi

      • Trespoli

        si si lo concederebbe gratis ahah credici
        Macron lo metterebbe pure domani, non ha voce in capitolo

    • passionemaglie.it

      Lo so paco, proprio per questo ho scritto che la decisione la deve prendere la dirigenza e non di certo Macron, come troppi pensano.

      • Alessio

        Ma sarebbe davvero sensato riproporre “quella” aquila?
        Si potrebbe inserire nella maglia la “vera” aquila della Lazio, senza dover chiedere nulla alla famiglia Casoni.
        Comunque, per me la maglia della Lazio 2012-2013 è bellissima proprio per il suo nitore. 😉

        Per quanto concerne l’articolo, il plagio è evidente. Giusta la decisione di tutelarsi presa da Macron. Però a me il tutto fa sorridere molto…

      • DY

        Proprio per tutti questi motivi, non capisco perché Macron non potrebbe disegnarsi una “sua” maglia-bandiera, con una “sua” aquila… 🙂

    • gabriel

      questa squadra ha sempre usato questa maglia?

  • Phil13

    In questa foto l’avversaria della squadra in questione ha la maglia identica alla third del Napoli 2012-2013

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=569341633085842&set=a.392152727471401.95859.391760037510670&type=1&theater

    • PILØ

      Non sono gli avversari, sono sempre loro. Evidentemente questi hanno contatti con la fabbrica che produce le maglie della Macrom in India e hanno usato i modelli che c’erano.

      • Carlo

        Non penso proprio. C’è un’altra foto che ritrae le maglie stile napoli (anche la blu): sull’etichetta interna c’è scritto tutto meno che macron.
        Questi vedono i modelli che gli interessano in rete e se li producono chissà dove e chissà come copiandoli in tutto e per tutto.
        Il marchio macron con la “o” rossa ne è dimostrazione: i bozzetti fatti dai tifosi che giravano avevano proprio questa peculiarità.
        Li potete trovare facilmente su google. Io non so mettere i link 🙂

        Comunque, per quanto attendo questa benedetta maglia, resta il fatto che se sapessi l’arabo me la comprerei subito.

        • PILØ

          Dicevo che quelli che usano la maglia copia della Lazio sono gli stessi che usano quelle del Napoli. Basta vedere lo sponsor e il logo, è la stessa squadra. Se vai sulla pagina facebook della squadra trovi altre foto.

        • Carlo

          @PILO
          Mi riferivo al fatto che abbiamno contatti con le fabbriche indiane di Macron.
          Le maglie in stile napoli le ho viste anch’io e devo dire che sono di fattura ancora peggiore rispetto a queste.

  • Torto #13

    Giocano con maglie contraffatte. Assurdo.
    Un caso simile era accaduto anche all’ultima Olimpiade di Londra, dove l’Egitto utilizzò divise Nike… contraffatte:
    http://www.gqitalia.it/moda/articles/2012/7/nike-la-squadra-olimpica-egiziana-veste-divise-contraffatte

  • ferro

    miiiii uguali, uguali….

  • Trespoli

    questo sito è fantastico come ho fatto a trovarlo solo ora!!?!! bella copia quest’arabi

  • http://semplicementescienza.wordpress.com/ MMarans

    Ma non sono uguali… siete sempre esagerati… quella del Napoli è diversa.

    Aspetta… hanno copiato la maglia storica della “mia” Lazio?
    Quella che non possono rifare perchè appartiene a terzi il logo?

    … MALEDETTI!!!!

    Voto Maglia: 8

    Voto Originalità: 2

    Voto Contraffazione: 7

    Saluti,
    MMarans

  • Randolph Carter

    ma se la Macron non paga per la sponsorizzazione, perché mettere il suo marchio???
    Ci si lamenta tutti degli sponsor antiestatici, e loro potendo inventarsi da zero le maglie, ce li infilano!
    😀

  • ulisse

    A parte la contraffazione, belle e basta !!

  • ste2479

    che storia !!
    cmq, anche se tarocche, sono belle

  • Eaglesergio

    Se le prossime maglie somigliassero soltanto a quelle splendide del -9,sai che boom di vendite!!!!

  • squaccio

    Lieve ot ma non tanto:
    mi piacerebbe che i loghi societari fossero proprietari della società in quanto persona giuridica e non persona fisica che potrebbe cambiare nel corso degli anni.

    Casoni a Roma con l’aquila laziale e casillo (la minuscola è voluta) a Foggia che ha RUBATO i satanelli ad una città dovrebbero solo vergognarsi per queste squallide operazioni commerciali.

    Il problema è che l’Italia tutela questi personaggi e non la passione popolare.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Ecco che fine hanno fatto!!!!
      Quanto mi piaceva il logo del Foggia!!!!
      Peccato…

      • squaccio

        Guarda non aggiungo altro perchè se io scrivo qualcosa su quell’essere sono passibile di querela; invece quell’essere ha commesso crimini + gravi rispetto a scrivere parolacce su un forum e se ne sta impunito a casa sua godendosi i NOSTRI SOLDI.

        W l’Itaglia

        • alessio

          squaccio ti capisco, anche a pisa abbiamo una situazione simile: il pisa calcio (nato a.c. pisa nel 94 e poi diventato pisa calcio nel 95), che dopo il fallimento dello sporting club nel 94 ereditò la storia sportiva (quindi i “trofei” (mitropa cup :D) e la militanza in serie a, etc.) senza però ereditarne il nome. fatto sta che nei primi 2000 tale signor grassini fondò una squadra in terza categoria chiamandola pisa sporting club e usandone il simbolo. per la lega il Pisa, quello che fu in serie a è l’ac pisa (si perchè nel frattempo nel 2009, nel centenario!! siamo anche falliti di nuovo) ma intanto questi avvoltoi si sono fatti pubblicità in provincia usando un simbolo che non gli competeva.. pensa che proprio nel 2009 quando il pisa fallì e ripartì dalla serie d, e loro erano riusciti ad arrivare in eccellenza chiesero al comune di pisa di giocare all’arena per vedere se rubavano un po’ di pubblico..chiaramente il comune rispose picche..addirittura sempre in quell’anno, mi pare, il grassini ebbe il coraggio di dire che il vero e unico pisa era il loro, quello che giocava a san giuliano davanti a 50 persone!! adesso stiamo attendendo che ci ridiano il nostro nome, il nostro simbolo, e se ne vadano per sempre

  • LORENZO 70

    il problema della titolarieta’ dei loghi sulle magliette di calcio e’ molto sentito in irak: se la staranno gia’ facendo sotto.

  • Niccolò Nottingham Forest

    Ma lasciateli giocare poveretti… è già un bene che riescano a pensare al calcio e alle maglie! Hanno altri problemi, altro che Macron e la Lazio.
    Maglie bellissime, le hanno perfino migliorate (lo sponsor mi piace di più sotto l’acquila rispetto alla versione originale con lo sponsor sopra).

    • passionemaglie.it

      Nessun iracheno è stato molestato per la scrittura di questo articolo. Macron si è vista piovere addosso decine di insulti e offese gratuite, spiegare quanto successo e tutelarsi mi sembra il minimo.

      • Niccolò Nottingham Forest

        Mi sono espresso male (oltre aver scritto acquila, errore da penna rossa), il mio era un lasciateli impresonale (tipo lasciateli fare..) non c’era polemica, nessuno ha attaccato gli iracheni. Volevo sottolineare con piacere il fatto che riescano a dedicarsi alla passione (che qui TUTTI abbiamo) delle maglie da calcio e vista la situazione politica, la cosa mi fa molto piacere. tutto qui. Inoltre trovo che la maglia, nonostante sia un taroccone, sia strepitosa.

  • Roberto

    Sembrerebbe un caso simile a quello che è accaduto alle olimpiadi 2012 quando la delegazione egiziana si è fornita da un grossista cinese per la fornitura di materiale nike poi risultato contraffatto.

  • stefan

    Gran lavoro di Macron per le mitiche aquile dell’Eufrate!

    • MARCOPANTERONE

      GRANDE! Mi hai tolto il piacere del sarcasmo tipo “ottimo lavoro di Macron che si conferma azienda in grande espansione nel panorama mondiale” ecc… ecc…!!

  • gerrvasio

    anche il nome della squadra araba è da rivedere!

  • ai95

    Però hanno il record di avere 6 sponsor tecnici!! ahahah

  • rudiger

    Beh, visto che difficilmente la Lazio avrebbe un grande mercato di maglie originali in Iraq, e non credo che abbia un gran seguito di tifosi da quelle parti, lo prenderei come un bell’omaggio e una promozione gratuita della squadra. Inoltre per i tifosi è un’occasione più unica che rara di vedere realizzata una maglia dei sogni.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Secondo me dopo questo episodio così divertente, e per nulla grave la Lazio come società dovrebbe proporre un gemellaggio alla squadra iraniana. Ci guadagnerebbero in immagine dando anche un calcio reale al problema del razzismo non certo superato dalla scritta sulla maglia contro l’Udinese.
      Sarebbe una gestione ottima e signorile della vicenda.

    • antonio

      Invece la roma ha milioni di tifosi in tutta l’iraq….

  • https://www.facebook.com/aljawiya Ali

    Hello guys,

    I am sorry to read this and to come to know that the club has copied your shirts. I really thought Al-Jawiya has come up with the idea themselves to put the eagle on the shirt and that Macron supported them(The eagle/falcon is also the symbol of Al-Jawiya like it is of Lazio).
    But some of you have commented on the FB page saying Lazio were using these shirts already in the 80s, so I did some research and I found out that Al-Jawiya just copied the whole idea. I should have know… They did this already tons of times. Every club in Iraq does, everything is fake, every two or three months they get new shirts and even new ‘sponsors’.

    Anyway, I have to say, these are by far the most beautiful shirts ever worn by the club, really. Never seen such a nice dress.

    Greetings,
    Ali

    • passionemaglie.it

      Hi Ali,
      thank you for the post. Your shirt is a copy of Lazio’s kit, but it’s really beautiful!

    • antonio

      Everything is concerning the SSLAZIO is wonderful. Now you know it. Honour the eagle and the shirt. 😉
      Antonio-Roma

  • LM

    Che vergogna… comunque sarebbe bello vedere questa grafica sulle maglie della Lazio, tanto il lavoro è già fatto…

    • gabbibbo71

      Basterebbe che la Macron facesse sondaggi tra i tifosi, come succede per il Cesena…

    • passionemaglie.it

      Macron non ha voce in capitolo su quell’aquila.
      E’ scritto nell’articolo e anche in più commenti.

      • DY

        Credo però che i designer Macron sarebbero del tutto capaci di creare da zero una maglia-bandiera con una “nuova” aquila, libera da copyright: la famiglia Casoni detiene i diritti di quel disegno specifico, non del rapace in generale… o sbaglio? 😀

        Insomma, mi sembra un “falso” problema.

        • FDV

          Però sarebbe solo un’imitazione.. Per me sarebbe bellissima anche con le 4 strisce blu e basta senza la testa dell’aquila ma nn sarebbe lei. Meglio aspettare tempi in cui tutte le parti in causa saranno disponibili ad accordarsi.

  • William

    La maglia mi piace tantissimo (tra l’altro io ho la home e la away di quell’anno, marchiate “NR” nel mio armadio). Peccato che sia un plagio 🙁

  • Pingback: Lazio, la maglia bandiera e l'aquila stilizzata anni '80()