SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Il Celtic FC, squadra campione in carica della Scottish Premiership, ha presentato la terza maglia di Nike per la stagione 2014-2015.

Il club cattolico del quadrifoglio biancoverde ha voluto omaggiare la sua storia ultracentenaria adottando il bianco come colore principale per la terza divisa. Questa scelta infatti non è stata dettata dal puro marketing, ma da un richiamo storico: nella prima partita giocata dal Celtic nel Maggio del 1888, le maglie utilizzate erano completamente bianche.

Celtic presentazione terza maglia 2014-2015

La maglia si presenta nei colori bianco, giallo oro e verde. Questo trinomio di colori non è lasciato al caso, ma è sempre un richiamo storico, in particolare è un omaggio e una reinterpretazione della bandiera dell’Irlanda (arancione, bianca e verde), patria del fondatore del club, il frate marista Fratello Walfrid.

Terza maglia Celtic 2014-2015 Nike

A differenza dei colori originali, l’arancione è stato sostituito con un giallo oro. Come accennato prima, la maglietta è quasi total whiteall’altezza del petto è presente infatti una striscia orizzontale color giallo oro, delimitata da altre due righe verdi. Inseriti nella striscia gialla troviamo lo swoosh Nike, rigorosamente verde, e lo stemma societario del Celtic.

Terza maglia Celtic FC 2014-15 Stokes

Le maniche sono bianche ma terminano con un bordo verde circolare; il colletto è invece totalmente bianco e va a chiudersi a V. All’interno del collo vengono ripresi i colori base della maglietta, infatti notiamo una striscia gialla e una targhetta verde dove all’interno è presente il motto Celtic “A club like no other”. Il kit è completato dai pantaloncini bianchi tagliati lateralmente da una striscia  verde e dai calzettoni, anch’essi bianchi con risvolto superiore verde e dicitura frontale “Celtic” sotto il simbolo Nike.

Celtic pantaloncini calzettoni 2014-15

Nonostante i continui richiami storici, Nike ha anche un occhio verso il futuro, l’ambiente e l’ecosostenibilità: il kit infatti, oltre alla tecnologia Dri-Fit, è composto da poliestere ricavato dal riciclo delle bottiglie di plastica. La maglia è fabbricata con il 96% di poliestere riciclato, i pantaloncini con il 100% e i calzettoni con il 78% per un totale di 18 bottiglie per kit e un risparmio energetico del 30% sull’intero processo produttivo.

Vi piace il tuffo nel passato fatto da Nike per la terza divisa Celtic 2014-2015?

  • tomedfri23

    opinione personale:

    colori ufficiali del Celtic : bianco e verde
    colore maglia alternativa :bianca
    Che fantasia!!
    Come quando la juventus e l’Udinese propongono divise da trasferta bianche o nere..

    • adb95

      a me non piace l’idea che su quella fascia predomini il giallo, più che altro

  • lorenzo

    Mi piace

  • sergius

    Trovo questa third molto bella senza fronzoli ed essenziale.

  • fabrizio

    non brutta, ne un capolavoro. sufficenza piena; rispecchia l attuale stile nike semplice ed elegante.
    va a completare un bel trio di jersey; stessa home dell anno passato (sempre iconica ed ispirata), spettacolare nuova away (la adoro e sara mia) e una discreta third!
    voti
    home 7,5
    away 9
    3th 6,5

  • Riccardo

    Bella..come stile e modello..ma che senso ha farne una bianca con colori sociali blu e verde..come una del inter completamente blu o una del Milan rossa…
    Idea non molto bella ma il kit è riuscito bene

    Third: 6,5

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Molto bella, per linearità e semplicità. Anche a livello cromatico mi piace, il verde accostato al giallo oro sta bene. Inoltre è anche motivata come maglietta, dato che il bianco è stato il primo colore del Celtic. Note negative, come nelle altre due divise, lo sponsor e la font di numeri e nomi.

  • bluesky

    Bella ma non molto fantasiosa come sono di solito le third fatte da nike

  • yeah

    ben riuscita..
    cosa cambierei? penso niente..

  • Marco089

    Qualsiasi maglia proponga il celtic mi piace anche se il top ė stata quella celebrativa dello scorso anno

  • White 0010

    Stupenda!

  • Mr. Simpatia

    Semplice ma bella

  • salvopassa

    Annata positiva per i kit del mio amato Celtic.
    Come home tocca tenersi quella mediocre dell’anno scorso – e ringrazio il club perché tra i pochissimi al mondo a conservare quasi sempre una maglia per 2 anni, in rispetto ai portafogli dei tifosi… – ma sulle away quest’anno siamo veramente a livelli alti.
    La verde-tartan è davvero originale, questa invece possiede eleganza e dinamicità, essenziale ma non banale.
    A dimostrazione che quando vuole, nike sa fare bellissimi lavori. E proprio per questo irrita tantissimo quando sforna il compitino “pulito e essenziale”, come leggo sovente…

  • Swan

    Gran bella maglia, semplice ma curata nel dettaglio della banda orizzontale bordata di biancoverde e nell’inserimento dello stemma nella stessa.
    Buono anche il pantaloncino con bande verdi.

  • rudiger

    Sarebbe interessante, se non fosse una maglia bianca.

    • salvopassa

      Nel senso che per il Celtic avere una divisa solo bianca è pleonastico?

      • rudiger

        No, nel senso che è una maglia bianca come milioni di altre.

        • salvopassa

          Ho come la sensazione che con questo parametro di valutazione non esisterebbe nessun marketing, nessun design e nessuna cultura dell’abbigliamento sportivo.
          Non vale un fregio, non vale un template, non vale un risvolto né un’idea grafica? O è inutile come ogni terza maglia (nel qual caso sono d’accordo)?
          Se questa è “solo” una maglia bianca, che esiste a fare anche solo questo sito, per dire? Non ci sarebbe niente da discutere.

        • rudiger

          È il contrario: la fantasia di designer e tifosi è frustrata dal fatto che ormai il 90% delle squadre ha una maglia prevalentemente bianca, come prima o seconda. L’appartenenza si è ridotta al fregio o al colletto che dici tu. Quand’ero bambino il calcio era un collage di colori e le squadre giocavano quasi sempre con la prima maglia, sempre colorata. Di Bianco c’era il Real, il cesena, il Tottenham, la Germania, l’Inghilterra e poco altro. Quello era l’epoca del design e della cultura dell’abbigliamento sportivo che dici tu.
          Se il calcio fosse inventato oggi non esisterebbero di certo le strisce (si leggono male numeri e sponsor) o le maglie a quarti. Avremmo tutte squadre unicolor, preferibilmente bianche o nere, distinte dallo stemma (anzi, dal logo) e dal generoso sponsor senza il quale non si potrebbe giocare neanche a calcetto con gli amici.

        • rudiger

          *Cesena

        • salvopassa

          Ok, adesso ho capito il tuo punto di vista, condivisibile.
          A parziale discolpa, c’è da dire che il Celtic (anche a me sembra un paradosso, visti i colori sociali) ha avuto away bianche fin dagli anni 80 e forse anche prima.
          Ma il senso generale della tua riflessione è chiara.
          Chissà se è il fisiologico iter dopo la sbornia dei kit anni 90, quando si cominciò a rivoluzionare l’idea di seconda maglia come campo aperto (prima era anche quello un terreno tradizionalista, a ben vedere: quasi tutte in bianco), per finire all’uniformità dei tempi moderni, sganciata ormai la proposta della moda sportiva dall’immaginario del tifoso.

        • rudiger

          In estrema sintesi: il bianco di fondo è il colore preferito dagli sponsor e per questo impazza incontrastato. Prendi questa maglia: se non ci fosse da far risaltare quel marchio al centro, magari sarebbe a strisce gialle con bordini biancoverdi come quella pettorale, o semplicemente gialla di fondo. Molto meglio no?

        • salvopassa

          Forse sì, ma tutto sommato sarebbe come l’anno scorso, e, almeno a me, sembrerebbe una variazione sul tema senza ragion d’esistere 😉
          (Ripeto: discorso sacrosanto il tuo, epperò è paradossale che una volta la “manna” per gli sponsor era una regola: la maglia bianca…)

        • rudiger

          Hai ragione, la seconda maglia bianca era la regola, ma proprio perché veniva usata pochissimo in campionato. Le squadre ambivano a giocare sempre con la loro maglia, tranne nei casi di effettiva confusione. Tanto è vero che da noi la seconda bianca era la maglia da trasferta; in casa si metteva sempre la prima. Oggi gran parte delle partite viene giocata con la seconda, ovviamente per motivi di marketing, sia in casa che in trasferta, senza che ce ne sia effettivo bisogno.

  • kesu

    Stupenda, come tutte le maglie del Celtic.

  • anthony

    a mio avviso, colletto bianco verde e maglia da 9!

  • dieafrikaners

    mi piace molto. ma avrei azzardato una banda arancio più grossa.