SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La promozione nella massima serie di qualsiasi campionato è a prescindere un evento da festeggiare. Se poi è la prima volta che questo accade, cosa c’è di meglio di una maglia da indossare nell’ultima partita di campionato a promozione già ottenuta?

Chapecoense Maglia Commemorativa 2013-2014

Andiamo in Brasile, nel Campeonato Brasileiro Série B dove l’Associação Chapecoense de Futebol sabato scorso è scesa in campo contro il Palmeiras indossando una terza maglia del tutto inedita per festeggiare la promozione nella massima serie brasiliana. A creare la casacca è stato lo sponsor tecnico Umbro che per il concept ha deciso di scavare nella storia recente del calcio brasiliano e ispirarsi alla maglia che la Seleção indossò durante il mondiale americano del 1994.

In quell’anno il Brasile vinse il suo quarto campionato del mondo aggiungendo, così, la quarta stella al suo stemma federale, lo stesso numero presente sul crest del Chapecoense: un parallelismo numerico che sottolinea come la prima promozione nella serie A brasiliana sia qualcosa da celebrare come una vittoria del campionato mondiale.

Chapecoense terza maglia 2013

Il disegno della maglia del Chapecoense è una fedele riproduzione di quella usata da Romario e compagni nel 1994: gialla con dettagli in verde quali il colletto a polo con scollo a V, la linea sottile a ridosso dei bordi delle maniche, il numero dei giocatori con effetto rilievo.

Gli unici elementi di distinzione sono quelli relativi al club e dunque lo stemma cucito in petto, l’acronimo del club ‘ACF’ sullo scollo e l’inserzione ‘Brasil’ sul risvolto posteriore del collo inserita in una banda orizzontale gialla. Ma ovviamente quella maglia del Brasile è nota soprattutto per la presenza dei tre simboli della federazione, uno per ogni mondiale vinto, posti sul pannello frontale della maglia realizzati in serigrafia tono su tono e a grandezza decrescente. La casacca del Chapecoense riporta il medesimo effetto grafico sostituendo al simbolo della Federazione brasiliana di calcio quello della propria squadra e replicandolo, secondo lo stesso criterio di decrescenza, tante volte per quante sono le stelle che sovrastano il crest.

Maglia Brasile Mondiali 1994 USA

La nazionale brasiliana ai Mondiali di Usa ’94

 

“Quatro estrelas chegaram para reforçar a chape” (Quattro stelle che hanno rinforzato il Chape) è uno dei claim che Umbro ha scelto per presentare una maglia che celebra soprattutto il calcio e lo spirito brasiliani dal momento che Nada supera essas duas paixões, niente supera queste due passioni che per l’occasione hanno reso i verdi del Chapecoense così verde-oro. E così sarebbe se la maglia fosse rimasta tale. Già perché la sobrietà del modello, per così dire, base lascia il posto al meno nitido risultato finale pieno di sponsor che vanno decisamente a cozzare con il layout grafico.

Chapecoense-Palmeiras 2013

Le serigrafie frontali vengono letteralmente imbrattate dal main sponsor che non permette di valutare appieno il concept della maglia, che se in origine risulta interessante, in conclusione finisce per essere un mix indistinto di sovrapposizioni grafiche. È proprio vero che il valore dei soldi è diventato più forte dello spirito calcistico, facendo passare letteralmente in secondo piano l’aspetto celebrativo di questa casacca: quella di Usa ’94 è una maglia che ha una storia; questa è una casacca che, seppur vuole festeggiare la prima e storica promozione del club nel massimo campionato brasiliano, per ora ha solo troppi sponsor.

  • Voller9

    Metterei anche un cappellino in testa ai giocatori per piazzarci qualche altro sponsor

    • nicolas

      ahaha veramente…

  • hernam

    Già la maglia non mi piaceva senza sponsor, la serigrafia è davvero brutta e si salvava solo il font, diventa un pastrocchio inguardabile con tutti quegli sponsor!

  • F093

    Visto che siamo a fine anno ed è tempo di bilanci e classifiche, questa maglia merita in assoluto il 1° premio del Concorsone:

    “LO SPONSOR PIU’ INVASIVO DEL 2013″
    (come rovinare una bella maglia”)

    Non me ne vogliano i tifosi della altre squadre, ma qui siamo ai livelli altissimi su come deturpare una maglia calcio, peraltro celebrativa.

    VERGOGNA!!!

    F093
    old style

    PS Per eleganza e rispetto, evito di commentare lo sponsor celeste posizionato in zona pubica…

    • Marco

      Se la gioca con quella del Torino

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Ma, nell’anno (ci siamo ormai) del mondiale brasiliano, tutti con ‘sta mania di colorarsi di verdeoro? Prima il Palmeiras, poi il Marsiglia (entrambe con adidas), ora il Chapecoense con Umbro.
    La meglio riuscita è forse questa, perché riprende fedelmente la maglia della Seleçao del 1994. Certo, come ho già detto anche per Palmeiras e Marsiglia non mi entusiasma molto il fatto che un club prende dichiaratamente la colorazione di una nazionale. In questo caso però forse è la reinterpretazione meglio riuscita perché i colori ufficiali del Chapecoense sono il bianco e il verde, quindi una terza maglia gialla profilata di verde ci potrebbe anche stare. Certo anche il Palmeiras ha il verde e bianco come colori ufficiali il fatto è che alla maglia brasileira di questo ultimo club adidas ha abbinato i calzoncini azzurri creando in tutto l’effetto nazionale brasiliana. Un po’ troppo per me. Mentre con il Chapecoense, Umbro, per lo meno ha lasciato pantaloncini e calzettoni bianchi, mantenendo così una certa distanza con il kit del Brasile.
    La maglia è comunque ottima (senza sponsor).

  • angelo_89

    ma de laurentiis non li legge questi articoli? magari cambia idea

  • MARCO0890

    Mamma mia che SKYfo, sulla zona pubica dei pantaloncini, metterei lo sponsor durex hahahahaha

  • ciobi1984

    Ahahahahahah! Che tragedia… maledetto marketing sportivo…

  • Djibril

    Icredibile passione Maglie viaggia nel tempo e ci fa vedere (ultima foto postata) la foto ufficiale del Brasile(al netto degli sponsor) ai mondiali 2014….ah ah ah

  • MARCOPANTERONE

    ma che c’!?!?!?!?

  • BOOGIE

    Lo sponsor sul pube dovrebbe far riflettere su fino a che punto si è arrivati.

  • Maurizio

    Bellissima la maglia riprodotta fedelmente e con le serigrafie! Grande Umbro!
    Inutile commentare la foto con gli sponsor… Quelli di Umbro avranno detto: “noi vi facciamo la maglia e la promuoviamo senza sponsor… poi a massacrarla pensateci da soli però!”

  • FDV

    Emozionante rivedere quella maglia, alla quale sono molto legato, nonostante ricordi una partita di certo non positiva.

    E’ una delle prime maglie che ricevetti in regalo ed ancora oggi la trovo bellissima, per me il paradigma della maglia del Brasile.

    Adoravo quello sfondo lucido così tipicamente Umbro, che dopo la vittoria del Mondiale 94 si arricchì, da tre stemmi si passò a 4 come le stelle.
    Ancora apprezzo l’armonia senza tempo della forma di quel colletto. Bellissime le tre lettere CBF inserite nella V.. una maglia che davvero adoravo.
    Il passaggio a Nike fu un primo shock per me.

    Nel complesso l’iniziativa appare da un lato un po’ forzata (non ho colto il nesso delle 4 stelle con la squadra in questione) dall’altro mortificata dal patchwork di inguardabili sponsor, senza contare l’abbinamento vomitevole con i pantaloncini bianchi imbrattati di sponsor anche in zona pelvica.

    Rivedere quella maglia però è stato emozionante e pare ci sarà un follow up in blu con l’Atletico Paranaense.

    • mosca

      sull’emozione di quella maglia, all’epoca, concordo.
      Erano gli anni di umbro in pianta stabile in italia e per me iniziava l’amore che sfociava nell’inizio di collezionismo.

      Il passaggio a nike rappresentò una shock anche per il sottoscritto, in quella divisa del brasile c’era tutta la complessità della umbro, inserti, dettagli stemmi tono su tono nella trama eppur l’eleganza. Perfetta, ma forse ancor più bella fu quella precedente.
      Magari quel nuovo font del logo con i letteroni non mi convinse mai a fondo, lo trovavo incoerente all’insieme.

      Dettagli da maniaco, il più bello, almeno tra quelli che ho conosciuto è proprio quello riutilizzato ora con le lettere minuscole.

      Per questa maglia ho avuto un tuffo al cuore, anche per me conservo sempre la speranza di un ritorno del brand con quei modelli, certo aver visto poi la foto della divisa imbrattata a ucciso la magia.

  • Andy

    Spettacolare la strisciata dello sponsor che va a rovinare il disegno 🙂

    Interessante anche lo sponsor inguinale sui pantaloncini.

    Spero che la versione in vendita sia libera da sponsor

  • sergius

    Un casino alla brasiliana o alla francese, sponsor dappertutto pure in zone fin qui inesplorate. Ma poi sto riprendere ad ogni celebrazione la maglia della nazionale verdeoro non la capisco granchè, ma che c’entra? Mi piacciono molto i lavori Umbro, ma qui non ci siamo proprio anche se al netto degli sponsor non sarebbe male.

  • elkan

    piango per la bellezza di questa maglia davvero amarcord e piango per lo scempio sponsoristico perpetrato..piango..

  • LM

    All’inizio appena l’ho vista mi è piaciuta moltissimo, per lo stile vintage e la semplicità del modello, ma poi, vedendo che praticamente è una copia sputata del modello del ’94, tranne stemma, trama e lettering Umbro, mi sono un pò ricreduto, dato che alla fine Umbro non ha fatto nulla di nuovo, ha solo adattato un modello vecchio di quasi 20 anni su una squadra brasiliana, cambiando solo lo stemma e la trama, mentre per il resto è completamente identica (spero non per il tessuto).
    Poi vedendola con gli sponsor mi sale il male di vivere e penso a quanti modelli bellissimi sono stati rovinati dagli sponsor, che tristezza. Senza sponsor comunque, è un ottimo modello fatto da Umbro in modo particolarmente suggestivo, per ricordare il mondiale vinto dal Brasile.

  • Ulisse

    …è la tuta di un pilota di formula 1, vero ??!

  • nevskji

    gran brasile, quello….l’ultimo football “bailado”

    • nevskji

      e aggiungo: malinconia grandissima nel ricordare che quello fu l’ultimo mondiale che ho potuto seguire per davvero…..le nottate a vedere e partite più improbabili, la cavalcata della svezia di dahlin, le magie del Codino, il guerin sportivo…. 🙂
      poi iniziò la vita adulta, e addio!

  • out of mind

    Il giocatore del Chapecoense che si copre con le mani quello sponsor assurdo dice tutto. Perché fare una maglia celebrativa per poi tappezzarla di sponsor?

  • Roberto

    Iniziamo ad abituarci, perchè l’effetto dato dalla foto di squadra di questa simpatica formazione purtroppo somiglierà molto (sponsor a parte) a quello che avremo ai prossimi Mondiali guardando quello vero, di Brasile… Pantaloncini e calzettoni bianchi, ecco ciò che ci aspetta!!!

  • Tux

    misericordia, che pugnalata al cuore l’ultima foto.

  • Fakkio

    Ho visto maglie per il ciclismo più sobrie

  • salvopassa

    aldilà dell’indegna accozzaglia di sponsor… devo confessare che, con tutto il rispetto per la simpatica compagine in questione, è veramente un brutto effetto vedere un marchio storico ormai in via di estinzione proporre una maglia campione del mondo per una compagine di provincia…
    è un episodio abbastanza simbolico della parabola di Umbro.

  • http://www.teamcar.biz STEFANO11

    Sicuramente ADL sarebbe contento di avere tutti questi sponsor…..

  • Eugenio

    Molto simile a quella del ’94, molto bella.

  • upuntou

    Maglia 94, semplicemente la verdeoro più bella!

  • LORENZO 70

    ma…allora e’ una maglia da catalogo!?
    orrore!!!

  • A.D.L

    Maglia bellissima, uno schifo con tutti quegli sponsor però…
    Che tristezza.

  • hans

    Si dice la Chapecoense non il Chapecoense…