SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Da poco più di due settimane il ChievoVerona è al lavoro per preparare l’ennesimo campionato di Serie A.

La squadra del presidente Campedelli per la stagione 2015-2016 ha scelto di mantenere i colori e lo stile delle maglie utilizzate lo scorso anno, pur con qualche lieve innovazione.

PRIMA MAGLIA CHIEVOVERONA 2015-2016

Maglia ChievoVerona 2015-2016 home

Come da tradizione clivense la maglia casalinga è gialla con maniche blu. Invariati i dettagli come la figura di Cangrande della Scala sul fronte, lo scudo della Scala sul retro del collo e la scritta ChievoVerona in fondo.

Cambia leggermente la struttura del colletto, sempre a polo, ma con la chiusura formata da tre bottoni e un sottile bordo giallo a decorarlo.

SECONDA MAGLIA CHIEVOVERONA 2015-2016

Seconda maglia ChievoVerona 2015-2016

La maglia away, apprezzatissima dai tifosi, ripropone i colori bianco e azzurro invertiti rispetto al 2014-15. Invariati il simbolo delle Arche Scaligere sul fianco, lo stemma con la Scala ricamato sul cuore e gli altri dettagli.

TERZA MAGLIA CHIEVOVERONA 2015-2016

Si mantiene il grigio piombo di base, è stata invece ritoccata la banda gialloblù sul lato sinistro, ora divisa equamente a metà fra i due colori.

Il colletto è a polo con i bottoni ed è ulteriormente arricchito con un profilo giallo anche sulla scollatura che termina sul petto. Le maniche, che lo scorso anno erano bianche, questa volta sono in grigio con l’orlo nero.

Terza maglia ChievoVerona grigia 2015-16

In evidenza nella parte inferiore è il sigillo di Cangrande della Scala che mostra il cane rampante. I loghi Givova e la scritta ChievoVerona sul retro sono in argento.

Quali sono i vostri commenti sui piccoli ritocchi del Chievo per le maglie 2015-2016?

  • Stono2746

    Molto belle.

    • NelloStileLaForza

      Belle anche secondo me, fatto salvo che il Chievo in gialloblu e con la scala come stemma non ha identità: meglio tenere il biancoazzurro e il Cangrande (se è lui) a cavallo.
      Fatta salva l’“araldica dei calci”, indubbiamente casacche curatissime.
      Quanto merito a Givova e quanto a Campedelli?

      • WhiteBlue

        Visti gli altri lavori givova direi Campedelli!!!

  • Daniele Kanchelskis

    Mi piacciono, brava stavolta Givova.

  • sergius

    Balzo in avanti di Givova rispetto alle precedenti versioni, maglie decisamente belle e curate, molto bella la home. Almeno in fatto di maglie il derby veronese lo vince il Chievo per distacco.

    • Niccolò Mailli

      Le maglie sono molto belle ma non parlerei di balzo in avanti per quel che riguarda l’away. Le maniche secondo me andavano invertite come l’anno scorso.. e la tinta dovrebbe essere più scura, quella poi sarebbe la maglia del Chievo degli anni Trenta.

  • white legend

    belle, ma la scritta givova troppo grande ………

  • Enzo11

    Per fare un paragone tra le squadre veronesi molto meglio il lavoro di un brand piccolo come givova per il Chievo che un brand internazionale come Nike per l’Hellas..

  • mat

    mamma mia che belle! la seconda è la più bella del campionato secondo me!

  • LORENZO 70

    Givova batte Nike 3-0.
    (marcatori: Home, Away e Third).

  • 97geo

    Le maglie sono praticamente le stesse dell’anno scorso, le differenze sono veramente minime. Non è una colpa, anzi non mi dispiacerebbe se anche i grandi club l’anno dopo maglie ottime facesero solo dei leggeri cambiamenti, tenendo in pratica le stesse maglie per due anni invece di cambiare radicalmente ogni anno
    Detto ciò, la prima e la seconda maglia sono entrambe peggiorate con questi cambiamenti, preferivo il colletto dello scorso anno e la scritta chievoverona sul retro, che era già superflua di suo, con il terzo sponsor diventa veramente di troppo. Per l’away preferivo le maniche contrastanti, e lo stemma con la scala bianco su bianco sarà ancora più invisibile dello scorso anno. Fermo restando che il modello è ottimo.
    La terza è invece un miglioramento netto rispetto a quella troppo pasticciata dello scorso anno. Però avrei preferito vedere su questa maglia lo stemma standard, quello con la scala aggiunge solamente un altro colore

  • Baracca

    Se non verranno deturpate dagli sponsor, per me sono le più belle finora presentate in serie A.

  • http://www.studiotaag.com Angus

    Un upgrade delle versioni dello scorso anno, ma ritengo fossero dettagli doverosi per 12 mesi fa. Per me o si rivoluzionava il modello o si rivoluzionava il layout grafico, così diventa un compitino per rimediare ad errori passati.
    Detto ciò sono gradevoli.

  • Luchinho

    Premesso che verranno deturpate dagli sponsor, sono molto belle. Il sig. Campedelli però dovrebbe smetterla di rubare i simboli di una città che non gli appartiene. La scala, il simbolo delle arche e cangrande, non centrano proprio nulla con la bellissima storia del Chievo, la diga, quello è il loro simbolo e dovrebbero andarne fieri invece di scimmiottare colori e simboli di altre realtà. Il bianco/azzurro è il colore storico del chievo ed è una seconda maglia, è scandaloso. Di Verona ce n’è uno solo e di sicuro non è il Chievo.

    • Matteo Perri

      Ciao Luchinho, è un discorso trito e ritrito, per le puntate precedenti puoi andare ai vecchi articoli sul Chievo.
      Finchè i simboli sono di Verona, “rubare” è un termine improprio, al massimo si può usare la parola “discutibile”.

    • Angelo

      Hahahahaha mamma mia che patetici rosiconi che siete voi dell’hellas. Il chievo è un quartiere di Verona ed in quanto tale può utilizzare tutti i simboli di Verona che vuole!
      Per quanto riguarda i colori della prima maglia concordo, vorreiche la away fosse gialloblú e la home biancoblu.

    • Lucam95

      Quindi allo stesso modo il Cagliari non dovrebbe usare i quattro mori perchè rappresentano la Sardegna? Che discorsi…

      • Marco

        Lucam95.. il CAGLIARI ha lo stemma dei 4 mori proprio perché è la squadra della Sardegna intera.. Piaccia o no, il CAGLIARI non rappresenta una città, ma una Regione ed un Popolo

    • baubau

      e meno male che solo uno!!!

  • SuperFity

    se GIVOVA mi da 500 euro gli creo io un loghetto bello e leggibile…ma per cortesia basta con quella pataccona di 20 cm G I V O V A….rovina tutto

    • Niccolò Mailli

      Lo hanno messo tono su tono su praticamente due maglie su tre… più di così!!?

  • Mr.74

    Piccole ma apprezzabilissime novità, che migliorano delle maglie che erano già belle. D’accordissimo con mat, anche per me l’away e’ la più bella in Serie A, la preferisco di poco anche alla home del Genoa.

  • MOSCA

    Mi inserisco nel discorso dei più, la terrificante scritta Givova che tutto distrugge.

    E credo valga la pena soffermarsi li, perché davvero è una mazzata in testa alla Bud Spencer.
    Si potrebbe semmai “nasconderla” come nella third e tutto sarebbe più digeribile.

    Un peccato grave che inficia notevolmente un lavoro davvero pulito ricercato e bello.

    Bello senza gli sponsor

  • Tux

    le maglie sono molto belle, apprezzo soprattutto il colletto.
    mi ritrovo nel discorso dei colori: anche io preferirei che el Céo tornasse al biancoceleste / biancoazzurro originale. Il gialloblu “omaggio” andava bene quando i clivensi navigavano nei dilettanti, ormai sono in serie A da quasi 15 anni e i loro colori erano un “doppione” già da quando l’Hellas era intanto in serie C, figuriamoci ora che di nuovo militano entrambe nella massima serie.
    E’ un discorso che ho già fatto l’anno scorso e lo ripropongo: trovo troppo straniante un derby stracittadino con gli stessi colori. Fosse così dall’origine ce ne si farebbe una ragione, ma se i colori originari del Chievo sono il bianco e il celeste, perché non riappropriarsi della propria identità, ora che si è raggiunta una vetta che era impensabile negli anni in cui avvenne il cambiamento e non c’è più bisogno di omaggiare il “vero” Verona perché lo si guarda da pari a pari, in serie A?
    Spero che Campedelli ed i tifosi del Chievo diano questa prova di coraggio.

    • Niccolò Mailli

      Bè ma non c’è il doppione:

      2013/14: Chievo: Giallo- Blu Royal Verona: Blu navy- Giallo
      2014/14: Chievo: Giallo- Blu Royal Verona: Blu navy- Giallo
      2015/16: Chievo: Giallo- Blu Royal Verona: Blu navy- Ocra? Fluo Nero???!!

      • Eugenio

        È questo il problema, appunto: è da ormai tre anni che il Verona non utilizza i suoi veri colori sociali sulle maglie, mentre il Chievo utilizza i suoi “adottati”, ossia gli stessi dell’ Hellas… Sembra quasi che glieli abbia scippati.

        • Niccolò Mailli

          Scippati? Nessuno vieta al Verona di fare una magla così…

          http://goo.gl/Bam0yK

        • Niccolò Mailli

          La seconda quell’anno era quella che indossa Rafael in questa foto (notare Rafael e Halfredsson dalla Lega Pro alla Serie A). Sono praticamente quelle dello scudetto… anche gli anni successivi Asics ha strizzato l’occhio alla tradizione, poi con Nike via agli esperimenti…

    • baubau

      Si vede che non ti ricordi bene o fai finta..nel derby Chievo biancazzurro anche quando eravate voi gli ospiti..!!!

      • Eugenio

        Io non sono veronese, sono pugliese, non sto attaccando nessuno. Ho solo detto che nel corso del tempo un club storico come il Verona per via dei brutti esperimenti di Nike ha perso i suoi colori che utilizza ora un club meno storico come il chievo ha acquisito.. tutto qui

  • wesley

    Molto belle…ah ma aspetta mancano i 2 3 patacconi..

  • Angel94X

    Pochissimi accorgimenti che riescono a migliorare gli ottimi modelli di base che avevamo imparato a conoscere le Domeniche dello scorso campionato.

    Per quanto riguarda la home, personalmente parlando, il nuovo colletto a polo chiuso dai bottoni fornisce un look vintage ed elaborato al completo. Il design primordiale, già affascinante di suo, ne guadagna molto in termini estetici.

    Per l’Away il discorso è sensibilmente analogo. Apprezzo tantissimo la scelta di uniformare la colorazione delle maniche con quella del quarto di busto confinante. Soluzione che rende il completo molto più omogeneo e gradevole alla vista. Anche l’impercettibile scelta di capovolgere i colori è oculata in quanto consente di mettere in risalto lo stemma scaligero sul fianco. Pessima l’invisibilità premeditata dello stemma societario (nonostante la già citata inversione di colori, per l’appunto); l’unico neo a venir ereditato dall’anno passato.

    La Third è quella che ha risentito dei miglioramenti più netti. La banda verticale è molto più sensata e ragionato e le maniche non litigano più fastidiosamente con il completo. Anche qui, il colletto vintage si sposa alla perfezione con il modello di base che avevo reputato molto bello già 365 giorni fa.

    Givova ha saputo rinnovarsi con criterio ed intelligenza producendo tre kit di alto livello, a mio parere. Certo, è un marchio che necessita di un restyling stile Lotto, perché il Lettering e i quadratoni sono francamente inquinanti. Spero che l’innesto di eventuali sponsor non distruggano tutto.. ma non mi nutro di illusioni.

    Per concludere, leggevo interessato le proposte di altre utenti sul rendere la prima maglia del Chievo di colore Bianco-Blu. Non conosco a fondo le radici della società scaligera, ma sarebbe interessante distinguerla dai cugini dell’Hellas dandole un’identità più marcata e più in linea con la propria storia. Solo i posteri sapranno darci risposta.

    Home 7 e /
    Away 6 e /
    Third 7 e /

  • Andrea

    Smettetela di rubare tutto!!! Voi clivensi ormai state deturpando i colori storici di una cittá che non vi appartiene minimamente.
    Se fossi nei panni di un tifoso clivense mi vergognerei ad indossare delle maglie con dei simboli e dei colori che non mi appartengono.
    Non capisco cosa ci trovi di bello Campedelli ad istigare sempre di piú ogni anno che passa i tifosi dell’Hellas che invece sono molto legati ai simboli, soprattutto alla scala.
    Vergognatevi di quello che state facendo di anno in anno; l’unica maglia con i veri colori è la seconda….sono senza parole…

    • sergius

      Andrea,perdonami, ho poco o nulla a che fare con Verona e col Verona, però il tuo commento mi pare eccessivo. Anche io fossi uno del Chievo preferirei che venissero adottati altri colori sociali in modo da dissociarmi dall’Hellas e acquistare una mia identità, però Chievo è Verona, e non gli puoi impedire di usarne la simbologia. Sui colori, ripeto, posso anche essere d’accordo, però da qualche anno a questa parte le maglie del Chievo sono più eleganti e coerenti di quelle del Verona, di questo devi prenderne atto.

    • Niccolò Mailli

      Da tifoso del Verona sarei più indignato con la MIA società per quel che riguarda le maglie… non andrei a vedere cosa fanno gli altri ma rifletterei sul fatto che da quattro anni la MIA squadra non gioca con le SUE maglie.

  • adb95

    2015/16? Non c’è un errore?

    Scherzi a parte trovo strana ma intrigante l’idea di migliorare i template dell’anno scorso, anche perché praticamente tutti i difetti più palesi delle maglie dell’anno scorso (soprattutto le maniche bianche della third) sono stati tolti, come avessero ascoltato i nostri commenti.

    I nuovi dettagli sono peraltro molto piacevoli. Niente male i colletti. Ben costruita la posizione dei vari dettagli sulla away, cosa che l’anno scorso era un po’ così, e soprattutto la third così ripulita è uno spettacolo.

    Givova sta salendo di livello, almeno esteticamente nel 2015/16, dopo l’apprezzabile seppur non eccezionale tentativo col Carpi.

  • Mariano

    Voto 8,5!!!

  • Jack

    Io in realtà per la prima noto ogni anno poche differenze rispetto alle precedenti. Però devo dire che i miglioramenti portati su queste divise, che già lo scorso anno mi piacevano, sono azzeccate e le rendono più eleganti (sopratutto i colletti fanno molto retrò); anche se bisogna vederle dal vivo perchè il modello a computer è spesso traviante. Passo direttamente all’away che reputo tra le più belle della serie A; innanzi tutto spero che venga abbinato a dei pantaloncini neri (in genere le maglie a metà mi piacciono cosi), poi apprezzo molto la valorizzazione ancora di più di quel simbolo (che per ignoranza non so cosa sia, ma è molto bello); anche lo stemma tono su tono è molto più azzeccato a mio avviso rispetto quello dello scorso anno (forse di un celeste troppo acceso). Su questa maglia voi sapete dirmi se è vera una voce che sentii lo scorso anno a proposito di volerla far diventare la prima maglia per distinguersi dall’Hellas?
    Terza maglia nettamente superiore; hanno tolto le maniche bianche che stonavano molto e migliorato la banda verticale. Gli inserti gialli risaltano molto vicino al nero ed è un bell’effetto; forse unica pecca è la posizione di quello stemma che sembra messo un po’ buttato a caso. Anche per la third spero in un pantaloncino nero.
    Detto che aspetto di vederle in un immagine reale e nel completo, credo che l’inserimento del solo main sponsor non guasta troppo (credo si amalgami bene con il resto)

    1a 6,5
    2a 9
    3a 6

  • 8gazza

    Le maglie sono molto belle ma mancano pantaloncini e calze per giudicare al completo il lavoro.
    In sede del Chievo ci sono diverse maglie biancoazzurre e forse hanno una tonalità leggermente più scura, anch’io vorrei vedere il biancoazzurro come prima maglia.
    Troppi simboli, ogni maglia non può averne uni diverso…non è sinonimo di appartenenza!
    Adesso speriamo nel font un pò meno arcaico degli anni passati.
    Home: 7
    Vera Home: 8.5
    Third: 7

  • Swan

    Beh, sulle maglie non c’è molto da dire visto che sono state oggetto di lievi ritocchi rispetto a quelle della stagione appena conclusa: diciamo un set di maglie passabile.
    Il grosso problema del Chievo sono quelle paesanate di stampe sulle maglie ed il fatto di avere su tre maglie tre stemmi diversi.
    A parte la bruttezza delle stampe che secondo me rovinano le maglie, discorso che vale per il Chievo ed in generale per chi ricorre a tale soluzione, sono tutti simboli diversi tra loro, mi danno un’idea di confusione e mancanza d’identità.
    Rispetto il Chievo come club, a livello organizzativo e gestionale da la paga a club più blasonati, ma mi ha sempre dato l’idea poca personalità, di voler travestirsi da Hellas utilizzandone colori ed in parte simboli (la scala).
    Ormai il Chievo ha una certa tradizione in serie A, ma anche se non l’avesse sarebbe ora che si creasse la propria identità a livello di simboli (ha Cangrande della Scala sullo stemma, vada avanti con quello) e colori (sappiamo che nacque biancoazzurro e che mutò in gialloblù per emulare il Verona punto di riferimento di quel territorio).
    Senza questi presupposti per me il Chievo rimane alla stregua del Real Vicenza, una realtà che non è altro che la copia sbiadita di un’altra.

    • Renzo

      Concordo sul discorso degli stemmi… perché tre diversi?

      • Niccolò Mailli

        Sono due diversi… quello della seconda è lo stesso di quello della terza solo monocolore. L’unico caso di tre stemmi in tre maglie che mi viene in mente è il Milan 2014/15.

        Home: stemma di Milano con lo stemma societario impresso tono su tono in un quadrante.
        Away: logo Casa Milan
        Third e Portieri: stemma societario del Milan.

        • HV1903

          Guarda bene Nicolò. Sono tre: Cangrande a cavallo sulla home, i decori della cancellata delle Arche Scaligere sulla away e il sigillo personale di Cangrande sulla terza. Sono bellissimi e molto evocative di un periodo storico che a Verona ha lasciato un’eredità importante in termini di monumenti e di identità cittadina (i veronesi non si considerano né veneti né lombardi).

        • Pietrogno

          Credo che Swan intendesse gli stemmi sul petto che in effetti sono due, Chievo e Scala.

    • Eugenio

      Concordo sugli stemmi.. Tra l’altro nella seconda quello stemma così, che sembra sbiadito, è proprio brutto.

    • Swan

      Confermo che il mio discorso riguarda gli stemmi cuciti sul petto.
      Lo stemma del club è uno ed uno solo, ed andrebbe sempre posto su tutte e tre le maglie senza se e senza ma.
      Le stampe sul fianco, oltre che antiestetiche, fa sembrare il Chievo la squadra dell’ente turistico della città di Verona.

    • baubau

      Non sono tre simboli diversi ma riportano tutti a Cangrande della Scala.

  • Renzo

    Come dice l’articolo, piccoli ritocchi; e secondo me in meglio. Specialmente nella terza maglia, un po’ meno pasticciata. Certo la seconda bianca e azzurra rimane la più bella (anche se col colletto così non mi convince molto) e sono d’accordo con chi sostiene che, anche per non sovrapporsi con l’Hellas, sarebbe molto più indicata come prima.

  • Cesc Lampo

    Qualcuno può spiegarmi il senso della scritta G I V O V A sul petto lunga 20 cm? Fanno l’abbigliamento di 2/3 delle squadre dilettantistiche e sponsorizzano la metà dei tornei estivi, hanno paura di essere ancora sconosciuti? Almeno per la Serie A un pò di gusto dai… L’ha capita finalmente Lotto, ora aspettiamo con ansia Kappa (il kappino sul petto era bellissimo) e appunto Givova che avrebbe bisogno anche di un bel restiling del logo che è imbarazzante… maglie comunque molto belle, dimostrazione che le aziende eseguono su indicazione delle società; se quest’ultime se ne fregano è logico che poi vengono fuori degli obrobri…

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    beh giù il cappello

  • squaccio

    Io più che a Givova darei un voto al presidente del Chievo che è un noto appassionato di maglie…altrimenti col piffero che avreste visto maglie così belle…

  • Giuseppe

    Belle, ottimo lavoro, veramente, soprattutto la prima e la seconda, meno la terza, era più bella quella di l’ anno scorso. Lavoro semplice, ma elegante, premettendo cbe i colori sociali del Chievo la rendono già di base una delle maglie più belle della Serie A e dell’ estero. Seconda maglia davvèro stupenda, elegantissima, migliorata rispetto allo scorso anno grazie all’ unione dei colori tra la parte centrale e le maniche, e non in alternanza come quella passata.
    1a: voto 8
    2a: voto 9
    3a: 6.5

  • F093

    peccato per la scritta dello sponsor così invasiva… non GIVOVEVA proprio!! 🙂 🙂

    F093
    old style

    • mat

      O.o

  • Giuseppe

    Molto belli i colletti, ottima anche la righina sottile che segue il disegno del colletto nella 1a e nella 3a maglia

  • Janek

    Ottime.
    Di sicuro di gran lunga meglio di quelle dei … concittadini.

  • http://www.marcellinux.com Marcello Cannarsa

    Molto meglio di quelle del Verona

  • Arfonso

    Preferivo quelle dell’anno scorso.
    La prima vorrei rivederla in tinta unita, come il primo glorioso anno di A; le maniche azzurre le metterei da parte e magari abbinare pantaloncini blu royal

  • Giovanni

    Belle!!
    speriamo in font e numeri più belli dell’anno scorso!

    • Niccolò Mailli

      A me piace molto quello gotico delle ultime stagioni, ben si sposa allo stile medievale delle maglie.

  • sasy

    ho fatto un bel sogno, il pr. Campedelli al napoli e adl al chievo….
    ci pensate che cura alle maglie partenopee, non me ne vogliono i clivensi ma avete un grande n.1

    • baubau

      Grazie!

  • pegaso22

    Belle, molto belle e curate.

  • Il Tradizionalista

    La maglia a quarti bianco celeste meriterebbe di essere la Home, altro che antiestetico giallo blu.

    • sergius

      Vero, se il Chievo adottasse come maglia ufficiale questa away, che tra l’altro nel panorama calcistico nazionale non ricordo sia utilizzata da altri club, ne acquisterebbe in identità prendendo le distanze dei cugini più popolari.

      • baubau

        vero cio’ che dici e anche no perche’ come l’abito non fa il monaco,cosi’ una divisa non puo’ costituire successi ed insuccessi di una squadra di calcio..

  • Crygol 27

    Piccoli dettagli che a mio parere rendono queste maglie migliori della scorsa stagione che fra l’altro erano già belle…
    Spettacolare la grigio scuro, da 8.
    Voto 7 per le altre…

  • Daniele Costantini

    Un ‘upgrade’, tutto sommato, riuscito; anche in questa scelta molto ‘british’ – soprattutto nelle serie minori -, Campedelli si dimostra un presidente attento più di altri alla maglia, forse l’elemento maggiormente depositario della storia e dell’identità di una squadra.

    Nella home, per me l’unica pecca è nei bottoncini: fossero stati colorati di giallo o di blu, l’uniforme sarebbe stata impeccabile… al netto dei loghi Givova di cui avete già detto tutto quel che c’è da dire. Il lavoro migliore è stato a mio avviso compiuto sulla away, con una netta suddivisione cromatica che, ai miei occhi, la rende ancor più affascinante di dodici mesi fa. Third, infine, che già non mi faceva fare balzi di gioia lo scorso anno, pertanto… 😀

  • Gianluca

    Modelli eleganti, il colletto mi piace moltissimo. Detto questo, il giallo della prima non mi è mai andato giū, troppo taxi. La scritta Givova è troppo larga, come hanno notato in tanti. Mi fa venie in mente quando la Diadora è passata dal logo stiloso anni 80 alla scrittona anonima in stampatello, che non credo sia stata molto apprezzata, tant’è che le scarpe viste ultimamente in giro a prezzi astronomici hanno la scritta vintage. Il simbolo Givova è orrendo ma non è una novità.
    Non capisco perchè la scala della seconda maglia, che tra l’altro è la migliore di gran lunga, sia bianco… interessante, ma allora perchè non fare azzurra la scritta Giv.?
    Comunque si vede che c’è molta cura e ne va dato atto a chi ha ideato le casacche.

  • HV1903

    Anche se vorrei vederle con i calconcini e con lo sponsor premetto che sono maglie molto belle nonostante l’obbrobrio del logo Givova (bella l’idea sulla third di farlo tono su tono).
    Però per l’ennesima volta Campedelli (è lui che definisce le maglie anche nei minimi dettagli) insiste con la strategia di impossessarsi di ogni memoria scaligera (un simbolo scaligero diverso su ogni maglia!) e la cosa mi lascia perplesso perché non c’è coerenza storica. Gli scaligeri erano grandi costruttori : hanno disseminato la provincia di Verona e quelle limitrofe di castelli, mura, ponti e palazzi (Malcesine, Torri, Lazise, Sirmione, Valeggio, Villafranca, Soave, Zevio, Cologna, Illasi, Montorio, Avio, Bassano, Marostica…) L’UNICO IN CUI NON HANNO COSTRUITO NEANCHE UN CANILE E’ STATO CHIEVO!!!! Chievo con gli scaligeri non c’entra niente!

  • Pietrogno

    Leggere l’indignazione dei tifosi Hellas per le maglie del Chievo, quando la loro società snobba da anni stemmi scaligeri e colori cittadini, è sempre divertente.

    • HV1903

      A Verona c’è solo l’imbarazzo della scelta per i simboli.
      Mentre i creativi – non veronesi – incaricati dal Verona in questi anni si sono persi su opliti greci (la campagna abbonamenti di qualche anno fa), su numeri romani sul colletto, su citazioni di Shakespeare, su scudetti e su frasi di vecchi campioni, Campedelli si impossessava della scala e di tutte le simbologie scaligere!
      …e, a questo punto, il Cangrande a cavallo è ormai loro e anche le altre sarà difficile riprendersele.
      Per fortuna almeno il mastino c’è rimasto.
      :-S

    • NelloStileLaForza

      Più che divertente, è indice di una giusta frustrazione.
      Astuto Campedelli, molto meno la dirigenza Hellas.

  • Simone

    Molto belle. La prima è molto tradizionale, away e third impeccabili. Speriamo che si decidano a cambiare il font dei nomi dietro perché rovinano tutto poiché illeggibile e diversi dai numeri… Per ora tra le migliori della prossima Serie A.

  • Eugenio

    Anche per me un upgrade delle maglie dell’anno scorso, anche se solitamente non mi piacciono le riproposizioni.
    Nella prima stonano i bottoncini bianchi, del resto tutto abbastanza normale. Onestamente proporrei qualche cambiamento nella prima maglia, rivoluzionando quelle maniche blu.
    La seconda è quasi perfetta, se non per quel bruttissimo stemma sbiadito.
    La terza non mi attira molto, ma devo dire che anche questa è stata migliorata.
    Capitolo stemmi : Ok la scala, ma in queste maglie vedo troppi stemmi, da quelli serigrafati a quelli cuciti. E se per la scala provassero una soluzione stile Samp ?

  • rudiger

    Riconosco la cura e l’attenzione che ci sono dietro maglie come queste tre, ma non sono proprio di mio gusto. Quando vedo un colletto così la prima cosa che penso è che ci vorrebbe una cravatta, e le stampe giganti sul fianco mi fanno pensare a un telo da mare più che a una divisa da calcio.

    • rudiger

      Ps: anche queste presentate senza sponsor, il che la dice lunga sulla presunta necessità stilistica di riempire i “vuoti” delle maglie con le benemerite pubblicità.

  • Pass91

    Perchè 2 stemmi diversi? (uno è tono su tono).
    Perchè gli abbinamenti cromatici delle maglie sono diversi e diametralmente opposti. La prima maglia è gialla e blu e sfoggia lo stemma attuale giallo e blu. La seconda maglia è biancoazzurra, la maglia storica del Chievo in Terza/Seconda Categoria, chi di voi dice che ci vedrebbe bene uno stemma giallo-blu dice una bestemmia! Non solo per questo però: lo stemma che si addice a una maglia “storica” è quello storico, ovvero al scala bordeaux, che il Chievo sfoggiava in quegli anni in quanto campione provinciale di Verona a quei bassissimi livelli.

  • cris

    Molto belle ed eleganti. Ottimo lavoro

  • Bisavoliano

    Che dire…forse sono le più belle maglie della serie A. Campedelli ha buon gusto. Al contrario l’altra squadra di Verona avrebbe fatto meglio affidarsi ad Hao Mai che avrebbe sicuramente fatto meglio.La seconda è una maglia da comprare ed indossare.

  • http://google scampe

    Belle tutte e tre, ma la biancazzurra è mozzafiato.Speriamo che dopo la conquista della curva nord, si decida di sceglierla come prima maglia…..

    • baubau

      Sono pienamente d’accordo..!!

  • Ivan

    La “away” è probabilmente la più bella maglia della serie A di quest’anno.
    Come altri, spero proprio che il Chievo la utilizzi come prima scelta per tutta la stagione.

  • Alex Naples

    Promosse a pieni voti 8,5

  • daniele87r

    Belle maglie,da vedere con gli sponsor. Comunque Givova ultimamente sta facendo belle maglie soprattutto con il Chievo ma anche con il Catania (passato a Macron).
    Sono ansioso di vedere i nuovi kit Macron per il Catania.

    Voto:
    Home: 8
    Away: 9
    Third: 6,5.

    Peccato quella mega scritta G I V O V A e quelle patacche nelle maniche.

    • Niccolò Mailli

      Secondo me a Catania si stanno preoccupando di altro… Potrebbero finire tra i dilettanti. Comunque secondo me Givova, a parte l’ultimo anno in B non ha prodotto divise particolarmente felici per gli etnei. Ricordo con orrore quella della retrocessione con banda rossa verticale più larga delle altre.. Era agghiacciante!

  • stefano T

    belle, mi piacciono

  • Peppe (Saronno)

    Carina la prima. Notevole la seconda, che anch’io promuoverei a prima maglia, sarebbe un modo per differenziarsi dai cugini dell’Hellas.
    Detto tra noi, maglia Chievo batte maglia Hellas 6-1-6-0 (non c’è partita).
    Voto prima: 7
    Voto seconda: 9+
    Voto terza: 6,5

  • Teo

    Derby veronese delle maglie vinto anche quest’anno dal Chievo!!! Tutte e tre molto belle!!!!

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Bellissime tutte e tre, per mio gusto personale cambierei solo piccolissimi dettagli.
    La home è praticamente perfetta, non aggiungo altro.
    La away bella davvero, avrei fatto lo stemma con la Scala colorato e non tono su tono.
    Terza maglia molto valida, avrei solo evitato la bordatura gialla della “patella” in prossimità dei bottoni e avrei fatto il profilo del colletto oltre che giallo, blu.
    Divise migliorate rispetto allo scorso anno. Bravissima la Givova!

  • Luca

    Passione maglie ma gli shorts e le calze saranno uguali allo scorso anno?

  • maurizio buldorini

    Guardando le foto delle prime gare di campionato non ho notato il bordino giallo sul colletto e i bottoni bianchi.
    Le maglie da gara sono differenti rispetto a quelle mostrate da passionemaglie?

    • Matteo Perri

      Stanno usando quelle dello scorso anno