SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Come una seconda pelle torna in Italia, questa volta per parlare delle casacche dell’A.S. Roma.

Data la grandissima quantità di maglie a disposizione abbiamo realizzato due puntate. Questa è la prima, con la storia delle divise giallorosse dal 1927, anno di nascita della società, al 1998-1999, stagione in cui il completo della Roma è tornato con calzoncini bianchi e calzettoni neri.

In studio con Riccardo Morgigno nella prima parte della trasmissione (1927-1986) c’è Mirko Serini, grande collezionista di fede giallorossa. Quasi tutte le maglie in studio fanno parte della sua fantastica collezione consultabile nel sito asromashirt.it
Nella seconda parte (1987-1999) ci sono io (FDV).

Si parlerà dell’evoluzione della divisa, degli stemmi, dei primi fornitori tecnici e dei primi sponsor. Non mancherà una discussione sui cambiamenti subiti dalla tonalità del giallo, a volte più vicino all’oro, in altre all’arancione.

A tal riguardo vi chiediamo: per le maglie della Roma, preferite i colori delle divise Patrick o di quelle Ennerre, rispettivamente di inizio e fine anni ’80?

Buona visione!

Vi è piaciuta la puntata?

Photocredit: asromaultras.org



  • AlessandroP

    senza vedere il video come colori quelli NR, l’altro sembra arancione!!

    • sasy tar

      giallo ocra e rosso pompeiano COLORI STORICI DI ROMA

  • lorenzo70

    dopo la puntata sullo spartak mosca avete preso il volo: COMPLIMENTI!
    continuate cosi’!

  • MARCOPANTERONE

    da tifoso romanista vorrei scrivere tante cose su questa prima puntata, ma mi risulta difficile farlo mentre sono in piedi con una mano sul cuore e l’occhio lucido…

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    La prima maglia Pouchain penso che sia la peggiore che abbia mai indossato la Roma. Invece la seconda non era per nulla male 🙂

  • AlessandroP

    per par condicio farete una seconda puntata anche sulle altre squadre già trattate? 🙂

  • squaccio

    Prima come al solito di gustarmi la puntata con calma dico la mia:
    Per me i colori adatti sono il rosso “pompeiano” e il giallo + simile all’arancione che al giallo (non mi ricordo la definizione).
    Però vorrei che anche i numeri tornassero al “giallo” perchè da un bel po’ sono bianchi e siccome la Roma é “giallorossa” gli inserti bianchi per me creano un’inutile accozzaglia di colori; forse solo lo sponsor dovrebbe essere scritto in bianco ma visto che quest’ultimo ora è la wind si omologa benissimo al discorso.
    Quindi numeri “gialli” così come gli altri eventuali inserti.

  • gabriele

    colore aranciato della patrick

  • http://www.asromashirt.it Mirko

    Secondo me, i nostri veri colori sono quelli della Patrick ’82 che tra l’altro sono gli stessi che riprendono lo stemma societario. Per le tante rifiniture, estetica e numeri gialli, le NR erano un altro passo!

  • mosca

    Tenendo conto che vengono definiti “giallorossi” direi Nr.
    Le Patrick erano comunque meravigliose.

    Nr, poi Pienne, realizzava maglie fantastiche, Pescara docet, peccato sia scomparsa.
    Mi è sempre piaciuta”l’inversione” tra scudetto e logo, come nella foto della maglia patrick o le divise del Napoli di Maradona, soluzione di recente adottata dall’Udinese, mi piacerebbe vederne di più.
    Fa molto “vecchia scuola”.

  • FDV

    Vero, altra questione potrebbe essere quello del posizionamento di scudetto e sponsor tecnico, e questo non vale solo per la Roma ma per tutte le squadre.
    Io sono per lo scudetto sul cuore!

    [img]http://img641.imageshack.us/img641/750/dxsx.jpg[/img]

    • mosca

      Questa immediatezza di risposte denota la peculiarità del giornalista professionista, dico sul serio. Complimenti.

      Comunque, in linea di massima sono d’accordo, lo stemma sul cuore implica appartenenza al club, ma invertirli potrebbe essere in qualche occasione
      (magari, chessò, invertirli sulla away lasciandoli in ordine sulla home) quel tocco di “novità” che spesso si cerca e troppo spesso si trova in soluzioni audaci o deleterie.

      Ad esempio devo ancora riprendermi dalle linee delle home dell’Inter

      • salvatore

        la nr di solito faceva così all’epoca…anche il napoli di maradona vestiva nr ed aveva sul cuore il logo dello sponsor e a destra quello della società.

  • lachinamber

    Le nr erano le migliori. I colori erano quelli per me più giusti. Anche le Patrik erano molto belle. Riguardo le adidas invece, so che molti non concorderanno con me ma trovo che le tre strisce non donassero particolarmente alla Roma. Spero infatti che se, con la nuova gestione, dovessero cambiare sponsor tecnico passino alla nike.

  • squaccio

    Puntata vista e bellissima, poi se Morgigno parla anche meno del solito siamo all’apoteosi ! 🙂
    Scherzi a parte stavolta anche i duetti sono stati ben dosati e tutti i protagonisti non si sono interrotti tra loro.
    FDV eri – emozionato del solito perchè ti stai sciogliendo o perchè praticamente giocavi in casa ?
    Sono curiosi di vedere come tratterete le maglie successive, visto che ce ne sono di cose da dire degli anni seguenti; tipo l’accordo legea – Roma sfumato e le maglie diadora che per 2 3 anni avevano degli orribili inserti neri sul lato. Oppure da diadora stessa che propose 4 o 5 maglie in una stagione con colori un po’ a ca..so tipo verde, arancio ecc…
    Di spunti ne avete !!!
    P.S: e chiudo: per me stemma della squadra sul cuore e sponsor tecnico a destra; vedo di cattivo occhio quando solo uno dei 2 passa al centro lasciando l’altro al lato “sbilanciando la maglia. Se proprio si deve meglio tutti e 2 al centro uno sotto l’altro (se proprio si deve appunto).

    • http://www.asromashirt.it Mirko

      Per quanto riguarda la puntata successiva, della Legea abbiamo fortunatamente sorvolato, però le oscenità della Diadora sono state sottolienate non poco!! Però mi fermo qui e non dico di piu, ci saranno qualcosa come circa 40 maglie nella seconda puntata da vedere.

      Per lo stemma, la pensiamo uguale, sempre sul cuore, e per me qualsiasi cosa al centro del petto rovina la maglia, qualunque essa sia!

    • FDV

      Sì in effetti in questo spezzone di trasmissione mi sembra di essere stato più televisivo del solito! Effetto maglie NR mi sa 🙂
      Confermo quanto scritto da Mirko: non una parola sul mancato accordo con Legea, mentre gli altri temi da te citati sono stati tutti affrontati

      • squaccio

        Per “caso legea” non volevo intendere che la legea fosse stata screditata; ma sarebbe stato curioso affrontare questo “caso” che vede per la prima volta i tifosi “scegliersi la maglia” ! 🙂

        • http://www.asromashirt.it Mirko

          Io sono abbastanza in disaccordo sul fatto di far scegliere la maglia al tifoso in generale, e tra le altre cose sembra una moda del momento che sta prendendo anche piede. Il rischio di scendere in campo con una oscenità al posto della maglia potrebbe essere elevatissimo, vuoi per la disinformazione del tifoso medio, vuoi perchè la nostra storia non tutti la conoscono, o perchè in generale, i nuovi “ragazzotti di stadio” amano le maglie del Man U o del Barca e quindi tenderebbero a farle somigliare molto ad una di queste.

        • FDV

          Timore fondato quello di Mirko. Però resto dell’idea che il coinvolgimento del tifoso sia positivo, anche senza farlo scegliere direttamente. Magari anche solo mettendolo a conoscenza del processo decisionale dietro una nuova maglia.
          Un eventuale kit vote andrebbe accompagnato ad un bel ripasso della storia del club, dei suoi colori e delle sue maglie, il che contribuirebbe a valorizzare la maglia stessa.

          A Roma temo che si creerebbero le solite gazzarre tra radio anche su un kit vote!

  • AlessandroP

    se io fossi un presidente di una squadra di calcio, farei registrare colori e forme della maglia, così da renderla praticamente intoccabile

  • Cris

    Vi siete mai resi conto che le divise NR ancora adesso esercitano nei blog un fascino unico agli amanti delle divise da calcio?
    Io le trovo tuttora bellissime, instancabili e Napoli, Roma, Sampdoria (pure la mitica Longobarda) stavano benissimo con quelle maglie, semplici ed elegantissime.

  • dario

    Bello il dibattito tra i fan del “giallo-arancione” e quello Nr o Adidas anni ’80 e ’90, ma NESSUNO ha ancora sottolineato quello che secondo me è il punto debole delle divise della Roma da una decina d’anni a questa parte: che senso ha quella divisa in stile Torino con quei calzoncini bianchi e quei calzettoni neri? Ha qualche riferimento storico? Lo chiedo a voi perchè sono disinformato. Riferimenti storici o no, concorderete con me che una divisa completamente rossa con bordi gialli è molto più bella. E la Nr lo ha ampiamente dimostrato!

    • FDV

      Hai anticipato il tema sarà affrontato tra pochi giorni con la pubblicazione della seconda puntata sull’AS Roma 😉

      Comunque il riferimento è la prima divisa della storia dell’AS Roma, che prevedeva calzoncini bianchi e calzettoni neri.

      [img]http://img687.imageshack.us/img687/112/94832949.jpg[/img]

      • AlessandroP

        come detto in una puntata precedente, in Italia, era consuetudine o costume soprattutto ai tempi dei pionieri che le squadre di calcio indossassero calzoncini bianchi e calzettoni neri, forse perchè erano colori e indumenti più facili da reperire.

      • dario

        Già, ho commentato prima di guardare video 😉
        Adesso è chiaro!

    • marco

      grande !!! è quello che penso io dal 99

  • passionemaglie.it

    Dario, il completo di cui non conosci il senso è proprio quello storico della Roma all’atto della fondazione. Ecco una splendida pagina in merito: http://www.asromaultras.org/maglia_primamaglia.html

    • dario

      Già, ho commentato con leggerezza, dato che il nel video il riferimento storico viene spiegato esplicitamente. Grazie dl chiarimento.

  • zagorakis

    con le maglie nr sono ritornato bambino e ai miei primi ricordi legati al mondo del calcio…cmq ,pur non discutendo la bellezza di quelle maglie, ritengo che quel giallo fosse un pò troppo acceso e credo che il giallo-arancio attuale sia più appropriato. Spero che in futuro ci sia un ritorno al colletto stile anni ’80 anche se credo che con la kappa sarà difficile,spero venga riproposto, d’altronde quest’anno la kappa lo ha adottato per la maglia del borussia dtm

  • ale.co.

    facci una puntata – anzi 2 – pure sulla lazio, ti prego.

    • FDV

      Arriverà molto presto, con tanti anni ’70 e ’80..

  • riccardo morgigno

    bravo zagorakis, giusto! colletto roma kappa come il dortmund e completo rosso in casa!

  • out of mind

    “Giallo” Patrick al 100%. E’ proprio questo colore a metà strada tra giallo e arancione che rende particolare la Roma distinguendola da qualsiasi altra squadra giallorossa.
    Mi piacciono molto i completi che hanno tre colori diversi per indumento, soprattutto se i pantaloncini sono bianchi e calzettoni scuri. Quindi non posso che approvare il ritorno alla divisa storica.
    Però allo stesso tempo non mi dispiacerebbe una riproposizione del completo tutto rosso con numeri gialli/arancio. Sarà un po’ di nostalgia anni ’90?

  • italia30

    Meglio divisa in completo rosso; e comunque giallo-rosso nr.

  • gabbo_88

    la mia prima maglia della roma è stata quella barilla adidas….praticamente bordeaux e arancione i colori!!
    io preferisco i colori postati da FDV, per me sono quelli l’ideale per la roma.. con pantaloncini bianchi e calzettoni neri ovviamente!

  • AlessandroP

    Comunque da quando è arrivata Kappa ho notato che il giallo ocra è molto arancione pistoiese

  • FDV

    Ecco la R stilizzata di cui ho parlato, presentata insieme al Lupetto
    [img]http://img198.imageshack.us/img198/9479/65956913.jpg[/img]

    • Ninho

      …rete4 visibile solo nella capitale? 🙂

  • marco

    non sono romanista, ma devo ammettere che ho sempre subito il fascino delle divise anni 80, per estetica le migliori. per scelte cromatiche preferisco quelle della patrick.
    in nba vengono riproposte le divise vintage. perchè non farlo anche nel calcio italiano?