SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La Federazione Italiana Giuoco Calcio, in collaborazione con Puma, ha presentato la nuova edizione di Superclasse Cup, un progetto pensato e realizzato per coinvolgere le scuole alla sensibilizzazione di studenti, insegnanti e genitori all’assunzione di comportamenti sempre responsabili. Padrini della manifestazione saranno Gigi Buffon, Marco Verratti e Manolo Gabbiadini, mentre le madrine saranno le calciatrici della Nazionale Femminile Sara Gama e Cecilia Salvai.

La Superclasse FIGC Puma Cup è riservata a tutte le ragazze e i ragazzi di scuola secondaria di secondo livello, pubbliche e private, di 28 province italiane. L’iniziativa, che terrà impegnati alunni e professori fino a maggio 2014,  si articolerà in tre fasi e la formula per il calcolo dei punteggi, al fine di stabilire i vincitori, si dividerà equamente tra la produzione didattica e i risultati sportivi. Infatti, ogni classe iscritta dovrà cimentarsi in un lavoro didattico interdisciplinare, e parallelamente dovrà disputare un torneo scolastico di calcio a 5.

Concorso Superclasse FIGC-Puma

Nella prima fase, definita “di Istituto”, le classi partecipanti di ogni comprensorio scolastico ammesso al progetto si sfideranno tra di loro, determinando le vincitrici nelle categorie femminile e maschile attraverso la valutazione del corpo docente del polo scolastico; successivamente, i progetti didattici vincenti saranno valutati, in ambito provinciale, da un Comitato Organizzatore Locale formato da rappresentati della scuola e dello sport, ed in contemporanea ci saranno le sfide calcistiche tra le squadre vittoriose nei tornei di istituto; infine, la terza e ultima fase, che si disputerà a Coverciano nel maggio prossimo, ci sarà un’ulteriore valutazione da parte di una giuria esclusiva nonché si disputeranno le finali nazionali della competizione sportiva, sancendo in via definitiva le classi vittoriose nelle due categorie femminile e maschile.

Superclasse donne Puma Italia

Tutte le classi partecipanti avranno a disposizione una piattaforma esclusiva su cui caricare i propri contenuti, disponibile all’indirizzo www.superclassecup.it. I temi sui quali dovranno incentrarsi i progetti scolastici sono quelli del razzismo e del femminicidio, e gli studenti potranno confrontarsi nella competizione con la massima libertà, ricorrendo anche alla realizzazione di servizi fotografici, interviste e video nonché alla redazione di articoli.

I vincitori, sia nella categoria femminile che in quella maschile, avranno diritto ad effettuare una trasferta con la Nazionale maggiore e saranno inoltre premiati con un trofeo e delle medaglie.

Il reclutamento è affidato ai già citati campioni Buffon, Verratti, Gabbiadini, Gama e Salvai, i quali inviteranno gli studenti ad iscrivere, attraverso il sito www.superclassecup.it o sulla tab di Facebook go.puma.com/superclasse, la propria squadra alla competizione.

Contest maglia azzurri

Inoltre, a Superclasse Cup si affianca un’ulteriore e concomitante competizione, denominata “Azzurri Contest“, per la progettazione grafica della nuova maglia della Nazionale. Tutti i partecipanti, infatti, potranno elaborare i propri bozzetti e caricarli sul sito oppure, in alternativa, avvalersi del web editor del sito stesso per dare vita alle loro idee che saranno poi valutate attraverso la votazione su Facebook: sarà infatti organizzata una gallery pubblica sul noto social network fino al 30 aprile 2014, che decreterà il vincitore a suon di “Like”.

La partecipazione ad “Azzurri Contest” sarà obbligatoria per gli studenti che supereranno la prima fase della Superclasse Cup.

  • crazyce

    non ho ben capito puma oltre allo sponsorizzazione cosa farà.
    comunque bella iniziativa visto che i ragazzi dovranno confrontarsi con razzismo e femminicidio.
    p.s. belli i pantaloncini femminili di puma, danno la giusta femminilità alle atlete differenziandosi bene dai colleghi uomini.
    p.s.2 dopo aver visto la gama e la salvai… mi è venuta una gran voglia di seguire il calcio femminile

  • rudiger

    Con tutto il rispetto per i temi da trattare, se fossi un insegnante di quelle scuole nel lavoro interdisciplinare inserirei di straforo anche lo “stemmicidio”. Sono sicuro che ci sarebbe un boom di “mi piace” su facebook.

  • LM

    Bella iniziativa, speriamo migliori la situazione, non bella, del razzismo ma anche di tutte le altre forme di violenza, e che aiuti a far crescere in modo responsabile gli adolescenti, che in un futuro non troppo lontano saranno totalmente indipendenti e non avranno più i genitori a guidarli nelle fasi della loro vita.

  • roberto

    voglio tornare al liceo! 🙂