SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Dopo la felice esperienza di MyRoma, un’altra associazione di tifosi segue l’esempio giallorosso e lancia il contest TreColoriDaAmare. A promuoverlo è VeneziaUnited, il supporters trust del FBC Unione Venezia, fondata nel 2010 con oltre 1100 adesioni durante il primo anno di vita.

L’obiettivo del contest è quello di individuare un disegno che possa caratterizzare le divise da gioco del FBC Unione Venezia con uno stile originale, costante nel tempo e peculiare dell’identità arancioneroverde.

Tre colori da amare contest Venezia

Pubblichiamo di seguito il comunicato inviato dall’associazione VeneziaUnited.

Il Foot Ball Club Unione Venezia, il club calcistico più rappresentativo della città, con la sua storia tribolata, è ancora alla ricerca di una identità precisa che ne rafforzi il legame con una comunità per lunghi anni frastornata e divisa dopo la fusione del 1987, frutto di una decisione verticistica e non inclusiva, che ha generato conflitti ancora aperti. Una contrapposizione, a tratti feroce, tra la proprietà ed i tifosi che, in larga parte, seppero elaborare il lutto di una scelta fondamentalmente imposta tramutandolo in “mito costituente” di una nuova identità, ma anche tra gli stessi tifosi.

Il 27 luglio 2009, con la nascita del Foot Ball Club Unione Venezia, si è cercato di armonizzare l’identità “ufficiale” del Club e quella “reale” percepita dai tifosi. Un passaggio necessario per dare coerenza al percorso iniziato nel 1987 attraverso un nome ed un simbolo condivisi e inclusivi. Proprio nel nome, nel simbolo, nei colori, nel disegno della maglia, si celano l’anima profonda di un Club, la sua identità, il legame con la propria “comunità”.

UnaStoriaCheUnisce è la campagna lanciata dall’associazione VeneziaUnited, il Supporters Trust del FBC Unione Venezia, per promuovere la più ampia condivisione di un Manifesto dell’Identità e dei Valori del club arancioneroverde. Una campagna partita con la sottoscrizione del documento allo stadio ed online, che si arricchirà presto di altre iniziative, tra cui la raccolta di materiale storico per l‘allestimento di un museo virtuale del calcio veneziano e mestrino.

Un altro fondamentale tassello di questo percorso è il Contest che vogliamo proporre per individuare una maglia che possa interpretare al meglio lo spirito e l’identità del nostro Club. Una maglia il cui disegno possa divenire parte integrante della tradizione, contribuendo così a rafforzare il legame con la comunità arancioneroverde. Dal 1987 il nostro Club ha alternato decine di modelli, molti dei quali frutto della perversa fantasia degli stilisti di questa o quella azienda di abbigliamento sportivo. Disegni anonimi, legati alle mode del momento. Noi crediamo che le divise del FBC Unione Venezia, al pari di quelle dei più importanti Club calcistici, debbano invece caratterizzarsi per un disegno unico, originale e costante.

PARTECIPA AL CONTEST

Il contest denominato TreColoriDaAmare si rivolge a tutti, tifosi arancioneroverdi, creativi ed appassionati di design sportivo, proponendo di cimentarsi nel disegno di un kit da casa e di uno da trasferta, che sappiano interpretare al meglio lo spirito e l’identità del FBC Unione Venezia, tanto da poter divenire i modelli di riferimento per il futuro, rispettando alcune semplici ma fondamentali prescrizioni:

  • I colori sociali che rappresentano la società e i suoi sostenitori in tutti gli eventi ufficiali pubblici, agonistici e sociali, sono l’arancione, il nero, il verde, avendo cura che arancione e verde non siano mai predominanti l’uno rispetto all’altro.
  • Questi tre colori, con questa disposizione, rappresentano l’identità della società FBC Unione Venezia che, al momento della sua fondazione nel 2009, raccoglieva pienamente l’eredità storica delle tre società che l’hanno preceduta, il Calcio Venezia, fondato nel 1907 e di colore nero-verde, il Calcio Mestre, fondato come Mestrina nel 1929 e con i colori arancione e nero, e la Società Sportiva Calcio Venezia, in precedenza Calcio Venezia Mestre nel 1987 e AC Venezia nel 1990, che ha rappresentato la fusione di fatto delle due società preesistenti, Calcio Venezia e Calcio Mestre.
  • Il disegno di calzoncini e calzettoni è facoltativo, chi vorrà proporli dovrà prevedere i calzoncini neri che hanno caratterizzato le tenute del Venezia e del Mestre prefusione. Sui calzettoni libertà assoluta.
  • Il kit da trasferta sarà preferibilmente caratterizzato dalla predominanza del bianco.

STEMMA E COLORI

Lo stemma da utilizzare è riportato di seguito (clicca per la versione in alta risoluzione).

I colori sono l’arancione (RGB 239,127,26 – CMYK 0,60,100,0), il nero (RGB 43, 42, 41 – CMYK 0,0,0,100) e il verde (RGB 4,89,35 – CMYK 80,15,100,55)

Stemma FBC Unione Venezia Colori contest VeneziaUnited

COME REALIZZARE I DISEGNI

Non esiste un programma dedicato alla creazione dei kit design, ma è possibile utilizzare un qualsiasi software di grafica. Molti lavorano con Adobe Photoshop (a pagamento) oppure Gimp (gratuito). Per i meno esperti ecco qualche risorsa utile in formato .psd:

Resta inteso che i disegni saranno accettati con qualsiasi template, non è obbligatorio l’utilizzo delle risorse indicate.

TERMINI E CONDIZIONI

Inviate i vostri kit design (maglia casa e trasferta) entro martedì 18 giugno 2013 al seguente indirizzo e-mail: contest@veneziaunited.com

I vostri lavori verranno in seguito pubblicati, sulla pagina Facebook L’angolo del Kit Design, nel gruppo Facebook VeneziaUnited e all’interno del sito internet www.veneziaunited.com

I singoli progetti, composti da un kit da casa e un kit da trasferta, verranno valutati dal Consiglio Direttivo di VeneziaUnited che ne selezionerà dieci affinché vengano votati dai tifosi arancioneroverdi. I cinque più apprezzati saranno pubblicamente presentati alla società come modelli di riferimento.

Ovviamente non si tratta di un contest ufficiale, TreColoriDaAmare vuole rappresentare un passaggio fondamentale nel percorso di definizione di una identità condivisa e inclusiva per il nostro Foot Ball Club Unione Venezia.

Ringraziamo sin da adesso tutti i tifosi e gli appassionati creativi che vorranno partecipare dando così un fondamentale contributo al nostro progetto. Buon lavoro!

  • rudiger

    Ottima la decisione di trovare una maglia identitaria originale. Però poi: “maglia da trasferta con predominanza bianca”? Con un’occasione del genere per uscire dall’anonimato ci si allinea allo standard della away bianca?
    Anche il paletto dell’equilibrio perfetto dei tre colori lo trovo riduttivo. Comunque c’è spazio per ottenere un bel risultato. Attendiamo con curiosità e simpatia.

    • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

      Ciao Rudiger, le tue domande meritano risposta:

      la maglia away bianca è una delle poche costanti cui possiamo fare riferimento in questi ultimi 26 anni, ciò non toglie che alternative ‘motivate’ possano essere prese in considerazione, abbiamo scritto infatti ‘preferibilmente’… 🙂

      circa l’equilibrio dei colori hai ragione, ma dobbiamo tenere in conto le sensibilità dell’ambiente e anche qui il criterio è quello della predominanza, una maglia troppo verde o troppo arancione creerebbe polemiche a non finire, dividendo anzichè unire.

      Questo contest arriva con 26 anni di ritardo 🙂 ma non è MAI troppo tardi e con il contributo di tutti vogliamo provare finalmente a costruire una identità condivisa e inclusiva per il nostro FBC. I prim passi sono il’adozione della parola UNIONE nella denominazione ufficiale, il nome con cui i tifosi chiamano e incitano la squadra, e il disegno di un logo (proposto dai tifosi) che non rimanda alla tradizione del vecchio venezia, adesso cerchiamo di trovare la maglia che possa rappresentare.

      Speriamo di riuscirci…

      Ciao

      • rudiger

        Grazie per la pronta risposta (addirittura all’alba 🙂 ). Sull’equilibrio dei colori ovviamente decidete voi tifosi e se la situazione è quella descritta va bene così. Sulla maglia da trasferta: avevo notato il “preferibilmente” e ho provato a dare una spallata :). Come ho scritto spesso trovo le maglie bianche (soprattutto da trasferta) un residuo di un passato in cui erano una necessitá più economica e pratica che una scelta e, tranne rarissimi casi, non fanno mai parte dell’immaginario degli appassionati. Un’occasione come questa, con il reset dell’identità legata alla maglia, mi sembra l’occasione giusta per trovare anche una seconda assolutamente originale. Del resto i colori si prestano: molto peculiari e contrastanti tra loro.
        Ribadisco la simpatia per la vostra operazione.

        • vincent

          bè è anche vero che arancio-nero-verde sono colori scuri, se devi farne una chiara per le trasferte non c’è molta scelta, o la fai celeste o la fai rosa o la fai…bianca xD

        • rudiger

          Un esempio: prima nero verde con dettagli arancio, seconda arancio con dettagli nero verdi.

        • Simone

          Forse non andrebbe bene la soluzione che proponi, perché vorrebbe dire mettere in primo piano il nero-verde del Venezia rispetto all’arancio-nero del Mestre, e quindi accentueresti la prevalenza di una parte sull’altra.

        • rudiger

          @ Simone
          Ma visto che c’è scritto “preferibilmente”… 🙂

  • Swan

    Grande iniziativa, complimenti. Per me la maglia che rappresenterebbe al meglio l’Unione Venezia sarebbe a quarti verde arancio (tipo il Genoa) con pantaloncini neri e calze con hoops verde arancio.
    In bocca al lupo per i playoff.

    • http://www.veneziaunited.com VeneziaUnited

      wow! ce la disegneresti?

      • Swan

        Purtroppo non ho idea di come realizzare un kit design, sono un antitecnologico per eccellenza, per me niente di meglio di carta e penna ma i tempi sono cambiati ed anch’io mi sono in parte dovuto adeguare per non isolarmi (vivo all’estero).
        Riguardo alla maglia di cui ho accennato trovo che la soluzione a quarti sia la migliore per dare risalto in ugual modo al verde ed all’arancione, con colletto nero e stemma del club sul cuore.
        I pantoncini neri sarebbero perfetti in quanto comuni nelle divise sia del Venezia che della Mestrina, le calze a hoops verde arancio manterrebbero, anche in questo caso, in equilibrio i due colori principali del kit. Spero che qualcuno possa prendere in considerazione questa mia idea, in ogni caso sono sicuro che il kit da voi scelto sarà quello più adatto per rappresentare al meglio la storia e la tradizione di questo club a cui auguro una pronta risalita in una categoria più consona.

        • elkunazzurro
        • Niccolò Nottingham Forest

          Elkan quella non è a quarti, le maniche sarebbero invertite….

        • elkunazzurro

          Infatti, per questo avevo scritto “tipo questa” ..era per far capire che una cosa simile l’avevano già provata.

          p.s. il nome “Elkan” lasciamolo a John e Lapo, grazie. 😀

        • Niccolò Nottingham Forest

          Ho letto male il nome scusa!!!
          E’ Elkun… scusa!

        • Niccolò Nottingham Forest

          Ho realizzato il tuo kit Swan, se vuoi te lo mando via mail…

        • Swan

          @ elkunazzurro: non è proprio a quarti ma l’idea di base è quella.
          @ Niccolò Nottingham Forest: mi fa piacere che tu abbia realizzato il kit prendendo spunto dalla mia proposta, comunque più che a me invialo a veneziaunited.com

  • Niccolò Nottingham Forest

    La città più rappresentativa d’Italia deve avere una squadra in serie A.
    Ricordo la grandissima simpatia che avevo negli anni 90 per la squadra della laguna; campioni come Maniero, Vannucchi, Recoba, Vieri…

    Tornate Grandi!!!

    • Simone

      …e i collegamenti di Paolo Brosio, a Quelli che, mentre a bordo di una gondola cercava di raggiungere il Pierluigi Penzo 😀

  • Niccolò Nottingham Forest

    Volevo cimentarmi ma ho un dubbio: Questi tre colori, con questa disposizione, rappresentano l’identità della società FBC Unione Venezia.
    In che senso con questa disposizione?
    Grazie

    • http://www.veneziaunited.com VeneziaUnited

      Ci riferivamo alla disposizione dei colori nello stemma sociale, da sx arancione, nero, verde. Ma non sentirti obbligato, se hai una buona idea proponila, saremo lieti di prenderla in considerazione. L’importante che la maglia comunichi nel modo migliore l’identità dell’Unione. Ciao

      • Niccolò Nottingham Forest

        Bene! Grazie mille, un’altra curiosità: perchè sulle maglie della stagione in corso campeggia uno scudetto?

        http://img834.imageshack.us/img834/1056/kgrhqzhqfeonmihsbrieo3i.jpg

        • luca

          Esistono due scudetti in Italia, quello professionistico (vincitrice Serie A) e quello dilettantistico (prima tra le nove prime di Serie D): lo scorso anno, l’Unione Venezia ha vinto il Campionato Nazionale Dilettanti.

      • Niccolò Nottingham Forest

        Ma quindi si assegna lo scudetto per la serie D e non per la Lega Pro e la serie B? Come decretano la prima delle 9? E’ un diritto fregiarsi dello scudetto oppure è un obbligo imposto dalla federazione?
        Scusa ma non sapevo nulla al riguardo, però ha senso, la serie A è la massima serie dei professionisti, la D lo è per i dilettanti, quindi ci stà.

        • Simone

          Fanno una poule scudetto tra le vincenti dei 9 gironi, ma non ti so dire nel dettaglio come funzionino.

        • DY

          @Niccolò, in soldoni: le 9 squadre vincenti dei 9 gironi della Serie D vengono raggruppate in una Poule Scudetto, strutturata in 3 triangolari. Le 3 squadre prime classificate nei triangolari + la migliore seconda assoluta, accedono poi alla fase finale – le due semifinali e la finale – che assegna lo ‘Scudetto Dilettanti’ 😉 (qui puoi vedere quel che sta accadendo in questa stagione: http://it.wikipedia.org/wiki/Serie_D_2012-2013#Poule_scudetto )

          Lo ‘Scudetto Dilettanti’ era nato ai tempi della IV Serie (anni ’50), ma venne poi presto abbandonato, e riportato in auge solo negli anni ’90.

        • luca

          ciao appunto la Serie A è la prima serie dei professionisti (B, ex C1 e C2) e la Serie D dei dilettanti (Eccellenza, Promozione, 1a-2a-3a Cat.). La Poule Scudetto si assegna tramite un torneo che prevede dei mini-gironcini da tre (Prima del Girone A + B + C; Prima del Girone D + E + F etc.), le prime tre e la migliore seconda dei minigironcini si affrontano in semifinale e finale: alla vincitrice viene assegnato lo Scudetto.

          Lo scorso anno, l’Unione Venezia ha battuto nel minigirone St.Cristophe VdA (prima Girone A) e Castiglione (prima Girone B); in semifinale ha eliminato il Martina Franca (prima Girone H) e in finale ha avuto la meglio sul Teramo (prima Girone F ed eliminatrice della Salernitana in semifinale).

        • Niccolò Nottingham Forest

          Grazie mille Luca, Simone e DY. E’ un peccato non sapere certe cose.
          Formula molto affascinante!

  • biancoscudo

    ottima iniziativa

  • elkunazzurro

    Proprio ieri per una partita di calcetto con gli amici ho indossato la maglia del Venezia di Marasco…
    sapeva della mia grande passione per le maglie dell’Unione e conoscendolo di persona me ne regalò 2 (home & away sponsorizzate Kronos ed Emmezeta).
    Bene, vedendo queste mie 2 maglie a disposizione noto che sia sulla Home che sull’Away ci sia una grande predominanza del verde sull’arancione.

    • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

      ciao elkunazzurro, hai citato due maglie dell’era zamparini, con cui la tifoseria ha duellato per anni sul tema dell’identità, del nome e del rispetto dei colori sociali… il nostro contest vuole appunto porre rimedio ai disastri di quell’uomo che, prima impose la fusione a due comunità, per poi rinnegarla e infine abbandonarla accampando vergognose menzogne… non esattamente quello che si dice un padre fondatore….

      • elkunazzurro

        Ah ecco.. sapevo del “non grande rapporto” tra la tifoseria lagunare e l’attuale Presidente del Palermo.
        Comunque rinnovo la mia passione per le maglie del Venezia proprio perchè da piccolo mi piaceva in un certo senso questo “mischiarsi” di colori (nel senso buono del termine 😀 )
        Comunque come soluzione vedrei bene una in stile Celtic: maglia a strisce orizzontali verde e arancione.

  • http://semplicementescienza.wordpress.com/ MMarans

    Fatto! E’ la prima volta che faccio il “kitdesigner”.. spero di essere andato bene… 😉

    Saluti,
    MMarans

    • passionemaglie.it

      Le maglie devono essere inviate all’indirizzo e-mail specificato nell’articolo.

      • http://semplicementescienza.wordpress.com/ MMarans

        Fatto Fatto!.. 😉

  • Tux

    IO avevo disegnato tempo fa, da appassionato, una divisa del Venezia, ma ispirandomi al passato remoto (prefusione) avevo immaginato una maglia verde con bordini neroarancio, colletto nero bordato d’arancio e pantaloncini neri bordati d’arancio… riservando l’arancione mestrino ai bordi, alle cuciture ed al disegno del Leone di San Marco (in versione “granchio”, frontale) sulla spalla destra… in fondo il Venezia storico, quello che fece la serie A in anni pionieristici, era neroverde con maglie verdi. Comunque mi piacerebbe partecipare… potrei ripensare quella maglia rinobilitando l’arancione per venire incontro alle legittime richieste di parte Mestre

    • passionemaglie.it

      Quale occasione migliore, c’è quasi un mese di tempo per ridisegnare la tua idea 🙂

      • fly

        se ne possono fare più di una sia per casa che trasferta?

      • passionemaglie.it

        Sì, non ci sono limiti.

  • ai95

    Io cambierei per prima cosa lo stemma, quello attuale è inguardabile, non ha niente a che fare con il calcio, è solo lo stemma comunale, mi piaceva molto quello prima del fallimento, circolare con il leone stilizzato e il pallone.
    Avere una maglia caratteristica è importante, ma a volte penso anche al Bayern Monaco, una delle squadre più importanti al mondo, ma che nel corso degli anni ha alternato tante divise a tanti colori, basti pensare alle maglie rosso-blu degli anni 90, a quelle rosse attuali, passando per quelle bianco-rosse a strisce verticali, orizzontali, a quelle stile Arsenal ecc. ecc.

    • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

      ciao ai95, grazie per il tuo contributo, alcune precisazioni: lo stemma del FBC è stato disegnato dai tifosi che non tolleravano i loghi precedenti perchè a) legati esclusivamente al venezia neroverde, b) nel caso da te citato perchè legati alla catastrofica proprietà che ha portato il club al fallimento; il contest che proponiamo ha come obiettivo identificare un disegno che possa caratterizzare le divise del nostro club che ha grande bisogno di costruirsi una identità condivisa e inclusiva dopo troppe polemiche e divisioni, non pretendiamo che tu sia d’accordo con noi, semplicemente questi sono i nostri desideri 🙂

      • ai95

        Essendo in periodo di restyling di loghi societari mi è venuta spontanea questa osservazione. Solo leggendo meglio adesso ho capito che vi manca una solida identità societaria, dovuta anche a delusioni passate.. spiace perché Venezia è una delle città italiane più belle in assoluto. Vi auguro un grosso in bocca al lupo generale e che torniate al più presto in Serie A perché lo meritate! p.s. sono un napoletano.

  • squaccio

    Se devo pensare al passato queste erano le mie preferite:
    http://2.bp.blogspot.com/-7iT3IsgJRIU/UKEGygAZ83I/AAAAAAAACpQ/_DMrCNHU54s/s1600/pippo+maniero.jpg

    http://img845.imageshack.us/img845/508/kgrhqviefcj01btsobqq2ve.jpg

    Mi piacerebbe poi vedere in questo topic le maglie vincenti !

  • William

    Che bellissima iniziativa!! Non vedo l’ora di vedere i risultati!! 🙂

  • ruggys

    io concordo con rudiger…a mio modo di vedere è una stupida tradizione italiana quella della maglia bianca away…ma poi proprio col venezia mi sembra una autentica forzatura: parliamo di una squadra con ben 3 colori sociali, e tutti abbastanza contrastanti. Basterebbe fare una away arancio e si risolve il problema delle trasferte in casa di genoa-cagliari-bologna-inter-milan-juventus…e per di più anche una third verde sarebbe perfetta!! quindi la away bianca mi sembra francamente una buffonata 🙂

  • AntoJuve

    Caro passionemaglie.it ti contraddico .Esiste un programma gratuito per creare kit, si chiama Smart Shirt Designer link:http://www.fm-base.co.uk/forum/downloads.php?do=file&id=4566

    • Kecco19

      Scusa ho scaricato questo programma … ma sai dirmi dove trovare altri tamplate ??

  • niko91

    ottima iniziativa! volevo solamente chiedere se nella maglia dobbiamo inserire lo sponsor tecnico e main sponsor.

    • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

      niko a tua discrezione, il contest vuole individuare il disegno che resterà costante nel tempo, gli sponsor possono aiutare ad immaginare un risultato, non si tratta di disegnare la maglia del prossimo anno…. 🙂

      • momo95

        ma quale è il vostro sponsor tecnico per la prossima stagione?

        • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

          dovrebbe essere ancora puma se la proprietà non rigetterà il contratto… ai fini del contest non è importante, quello che chiediamo non è la divisa della prossima stagione ma le idee per un disegno definitvo della nostra maglia.

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Non a caso che dalle fusioni nascono le maglie più uniche del panorama calcistico, infatti molto spesso ci si ritrova ad unire maglie che tra loro sono molto differenti, fino a trasformarle in un’ unione perfetta tra colore e stile. L’esempio c’è l’ho in casa, vedi la mia Sampdoria, la differenza che la squadra genovese l’identità della maglia l’ha trovata fin dal primo giorno, mentre per il Venezia ogni anno dopo la fusione dell’87 si tornava da capo come succede per esempio in Germania. Se vogliamo cogliere il lato positivo, avete avuto la fortuna di vedere negli anni d’oro oltre che grandi giocatori anche delle maglie che sono entrate nell’immaginario comune del calcio anni ’90.

    Ovviamente sarò dei vostri, nella mia testa frulla già qualche idea ed una occasione del genere non posso farmela scappare! Peccato che non si possa utilizzare come stemma solamente il leone di San Marco, in una maglia retrò sarebbe stato perfetto!

    http://img1.annuncicdn.it/7d/99/7d990d681e6ba7299ad472fa268bdfef_orig.jpg

  • Tux

    Beh… ho appena inviato ben quattro modelli (due divise home anche se una viola le regole, una away e una third), spero che i veneziani ne siano contenti 🙂

  • Alessandro

    Scusate la domanda forse non troppo inerente ma
    PER I PIÙ ESPERTI: sto usando gimp ma come faccio
    a mettere il logo del Venezia sulla maglia? È troppo
    Grande e non so come inserirlo aiutatemi please

    • Tux

      una delle iconcine in strumenti, “scala livello”… poi quando ha raggiunto le dimensioni desiderate usa “sposta livello” (l’iconcina a croce frecciata) per posizionarlo

      • Alessandro

        Grazie mille gentilissimo!

  • Niger

    Da veneto e grande stimatore del Venezia Calcio non posso non contrariarmi quando sento (da sempre) tutte queste pressioni da parte dei tifosi sull “Mestrinità” della formazione serenissima…fatto che poi, come si vede sopra, condiziona anche quella che dovrebbe essere un’ottima e divertente iniziativa. La squadra di calcio storica, quella della coppa italia e delle grandi sfide passate, è il Venezia neroverde, non ci piove. Dovrebbe essere ancora piu rimarcato in un’ambiente come quello delle divise da gioco che in Italia -non mi stancherò mai di dirlo- è troppo conservatore con pretese continue di semplicità “anni 20” , seconde divise bianche ecc…, aspetto che in questo caso uso a mio vantaggio; la storia del Mestre arancionero è nulla rispetto al Venezia, oltretutto mi pare fosse pure stata fondata una nuova società cobn questi colori. Ora, Venezia e Mestre sono dello stesso comune, Mestre E’ Venezia, non stiamo parlando di Brescia o Verona, Pisa o Livorno. La rivalità che ha radici passate non ha piu’ senso, il 70% dei veneziani vive a Mestre o Marghera e Venezia centro storico, purtroppo, è relegata ad un bazar per turisti cono spopolamento continuo (c’è stato un servizio al TG anche poco fa). Motivo per cui trovo anacronistica la pretesa di esigere un pari trattamento all’arancione che al verde, per me la divisa DEVE essere come dice Tux, con la maglia verde e i calzoncini neri, l’arancione è un bel colore ed avrebbe senso come rifinitura tipo colletto, bordini, numeri creando un bel effetto ed ottemperando alla necessità comunque primaria di ricordarsi del Mestre. Non riesco davvero a capire come i Mestrini (Veneziani!) possano prendersela.
    Il fatto quindi di vincolare i due colori crea obbligatoriamente 2 compromessi: il primo è di avere una maglia a strisce, o a quarti come dice Swan, arancioverde e pantaoncini neri; il secondo è quello che detesto, utilizzato piu’ spesso, ovvero di avere la maglia nera con bordi, disegni, barre che si voglia arancioverde; questa è una mera forzatura per non fare prevaricare i due colori che “scottano” che ha il difetto antistor icodi elevare il nero a “colore principale”, quando sappiamo tutti che il nero è un “non colore” esattamente come il bianco (per motivi di economia produttiva nella prima metà del secolo scorso i calzoncini erano bianchi o per l’appunto neri, i calzettoni erano quasi tutti neri).

    • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

      caro niger, TreColoriDaAmare è il contest promosso da VeneziaUnited, il supporters trust del FBC UNIONE VENEZIA e si inserisce all’interno della campagna UnaStoriaCheUnisce che mira a superare le divisioni che hanno attraversato l’interà comunità veneziana e mestrina gli ultimi 26 anni con un percorso condiviso e inclusivo. Da tifosi arancioneroverdi crediamo che di questo abbia bisogno il FBC Unione Venezia, e su questo stiamo lavorando con passione ed entusiasmo.
      Delle due una, o non sei sufficientemente informato, o piuttosto conosci benissimo l’argomento e la tua è la solita azione di distrubo di chi vuole continuare a dividere una comunità che invece ha bisogno di cercare quello che la unisce senza pregiudizi e senza figli di un dio minore.
      Nel primo caso questo è quello che abbiamo scritto nel Manifesto dell’identità e dei valori, che puoi trovare qui http://firmiamo.it/fbc-unione-venezia-unastoriacheunisce# , ti invito a leggerlo. Che tu non sia d’accordo è legittimo, ma tanto è… è un percorso che raccoglie consensi, via web, allo stadio, tra i club, promosso da un’associazione forte di oltre 200 soci e che promuove moltissime iniziative per il bene del FBC UNIONE VENEZIA.
      Nel secondo caso, fattene una ragione e, cortesemente, rispetta le iniziative altrui senza inquinarle. Le maglie che tu proponi non rispettanno i criteri che VeneziaUnited ha stabilito e non verranno prese in considerazione.

      • Unione

        l’unione venezia rappresenta venezia e mestre. i colori devono essere arancio-nero-verde e il verde NON deve assolutamente essere presente in maggioranza rispetto all’arancio. possono essere uno superiore all’altro ma deve essere in maniera leggera o per necessità della maglia. quella di quest’anno, STUPENDA, forse è più verde che arancio, ma rappresenta bene tutti e 2 i colori. dopo 26 anni ancora di discute su questo. la maglia neroverde è del venezia sparito nel 1987. si ricrei un venezia per chi vuole e si facciano la maglia neroverde

      • squaccio

        Sei stato un tantinello scido però con Niger che credo abbia detto solo la sua…

        • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

          con niger, credo, ci siamo chiariti come forse hai letto più sotto.
          il tema dell’identità e dei colori per noi è letteralmente “questione di vita o di morte”.

          non è affatto la stessa cosa tifare venezia (neroverde) o unione venezia (arancioneroverde)

          come forse avrai letto nel manifesto che abbiamo lanciato e che puoi scaricare qui
          http://www.veneziaunited.com/veneziaunited/?p=628
          l’argomento è molto sentito e a volte ci accaloriamo…

          per anni ce le siamo date in curva e in città…. 🙂

          il contest e il manifesto vogliono essere un tentativo di risolvere i problemi, grazie a tutti quelli che ci stanno aiutando partecipando…

  • Niger

    Il mio commento non aveva alcuna intezione di disturbo, anzi mi rammarico di essere statpo accusato in tal modo, mi pareva di essere stato chiaro riguardo il mio pieno sostegno all’iniziativa. La mia è un’opinione personale da osservatore esterno ben informato dei fatti, con una (ritengo) buona obiettività; d’altra parte se da un lato esistono i contrasti come dici tu, a monte significa giocoforza che ci sono due fazioni ben salde nelle proprie ragioni, e per quanto ci sia la giusta volontà di riappacificare non si puo’ negare che il risultato, esternamente, verrà sempre percepito per quello che è, un compromesso a fin di bene, è inutile negarlo. Detto questo spero rispetterete la mia opinione come io rispetto le vostre. Io rimarrò sempre della mia idea storica, le polemiche sui colori sono certamente piu’ tipiche del calcio moderno, amen (non mi pare che nel 1927 i tifosi del’Alba Roma si siano opposti piu’ di tanto al fatto che vennero presi i colori cittadini che già appartenevano alla Roman, senza alcun minimo richiamo al verde, ad esempio). In cuor mio spero per i motivi che vi ho detto che prevalga piuttosto l’arancioverde equilibrato al completo nero; avevo per l’appunto dimenticato di dirvi che la maglia di quest’anno mi piace tantissimo, come dice Unione, ma sinceramente mettiamoci d’accordo perchè DI SICURO c’è una prevalenza del verde sull’arancione, quindi non si venga a parlare di equilibrio tra i 2 colori perchè l’esempio in questo caso non è certo la divisa di quest’anno, che difatto è una maglia verde.

    • Unione

      Rispetto i tuoi commenti certo, la maglia di quest anno è stata molto apprezzata dal popolo unionista. Quella di trasferta magari è piu arancione che verde. Il problema è che negli anni passati si è sempre cercato di oscurare l arancione, o di metterlo proprio perche si deve. Soprattutto nell epoca zampariniana. Dopo il primo fallimento si è sempre visto una base nera con poco verde e poco arancio in egual misura. Fino a quest anno. Arancione e verde sovrastano di molto il nero e gia questo è significativo, e se è un po piu verde va be c è anche molto arancio! (Mio personale parere). Il problema di fondo è che c è chi non concepisce questa squadra e l unione. Questa squadra è l unione venezia arancioneroverde, se una persona, legittimamente, vuole supportare il venezia neroverde vada a tifare un altra squadra, non l unione venezia.

  • Ruben

    Meravigliosa iniziativa. Ho inviato i miei due kit.
    “Vincano il migliori” e viva l’Unione.

  • momo95

    Quale è il vostro sponsor tecnico per la prossima stagione?

    • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

      dovrebbe essere ancora puma se la proprietà non rigetterà il contratto… ai fini del contest non è importante, quello che chiediamo non è la divisa della prossima stagione ma le idee per un disegno definitvo della nostra maglia.

  • Lino

    Iniziativa meravigliosa, penso che anch’io mi cimenterò, anche se, pur disegnando maglie da anni e anni, non sono un asso. Ma tanto mi pare di aver capito che conta l’idea.
    Tra l’altro ho sempre avuto simpatia per il Venezia post-unione proprio per i colori.

  • Niger

    Mi fa piacere esserci chiariti…oltretutto sono d’accordissimo al colore arancione che rende il Venezia una squadra unica nel monotono panorama calcistico nazionale. Una maglia a quarti o a strisce verdearancio è suggestiva ma ho paura che col tempo risulti un po’ troppo pesante e pasticciata; di sicuro comunque molto meglio del completo nero, soluzione “facile” che spero venga relegata nelle divise da trasferta. C’è poi anche da considerare se vista la storia “travagliata” l’Unione non potrebbe diventare una di quelle squadre frequenti all’estero (es. bundesliga) senza un vero e proprio schema fisso, anche se comprendo possa essere difficile da accettare qui da noi. La maglia di quest’anno a mio parere è un’ottima base di partenza, unico appunto che non sia cosi’ frequente l’uso dei calzoncini e calzettoni verdi…lo so che le mode attuali (e le tristi imposizioni FIFA) favoriscono l’utilizzo del completo monocolore…ma i pantaloncini siano neri come lo erano quelli della Mestrina e del Venezia….basta sapersi imporre!
    Quasi quasi mando un disegno anch’io

    • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

      volentieri!

    • Unione

      purtroppo solo a busto arsizio hanno giocato con pantaloncini e calzettoni arancioverdi. tutte le altre partite panta e calze nere

  • Simone

    Grande iniziativa! Mi chiedevo se esiste ed è tollerabile nel calcio (e nella società nella fattispecie) la possibilità di avere i calzettoni bicolore, ovvero il destro arancio e in sinistro verde. E’ possibile o è vietato dal regolamento?

  • Ivan

    Mah…, è difficile mettere d’accordo tre colori e tante “sensibilità”.
    Provo, modestamente, a lanciare una idea: maglia verde con bordi neri e grande V(stile Brescia) arancione, calzoncini e calzettoni neri con bordi arancio-verdi.
    Ciao!

  • Pingback: Maglie italiane ed estere 2013/2014 - Pagina 26()

  • 18maggio1994

    Scusate ma visto che per non far prevalere un colore sull’altro di solito vengono usati pali o strisce bicolori, perchè non fare una maglia divisa da un palo diagonale nero (non arancio-verde come viene fatto comunemente per le squadre ”strisciate”) e riempire le due sezioni che si formano con l’arancio e il verde? (magari con colletto e bordomanica neri)
    Mi piacerebbe tanto proporre la mia idea ma non sono capace di disegnare una maglia, spero che qualcuno legga il mio commento e la prenda in considerazione

    • Tux

      già inviata una proposta del genere 🙂 anzi, anche più elaborata di così. Di base sono partito proprio dall’idea che una maglia nera con dettagli arancioverdi fosse poco coraggiosa, una soluzione “di comodo”… e lo stesso penso di una maglia a quarti o strisce arancioverdi col nero solo per i pantaloncini e qualche bordino.
      così tutte le divise che ho inviato (tre o quattro home, non ricordo) sono arancioneroverdi, con l’arancio e il verde molto dominanti e il nero che comunque non è riservato a bordini e colletto.
      Riguardo la divisa che proponi tu, l’ho elaborata proprio su questa idea; in una versione la banda nera (comunque abbastanza larga) ha la forma stilizzata del Leone di San Marco, in un’altra, forse meglio riuscita, è il profilo inconfondibile della prua di una gondola.
      Le trovi sulla pagina facebook di passione maglie, le ho postate anche lì

      • 18maggio1994

        Scusa se ti rispondo tardi, comunque mi fa piacere sapere che c’è qualcuno che la pensa come me 🙂
        Non le ho trovate sulla pagina

  • R7

    Bellissima iniziativa! Appena inviati i miei disegni 🙂

  • darko

    • Niccolò Nottingham Forest

      Da studioso di economia la definizione di Public Company non è proprio gruppetto di soci di un circolo pivato…

    • passionemaglie.it

      Ciao darko,
      come hai scritto anche tu non è questo il luogo per scrivere, quindi ti invito a riportare le tue osservazioni, sulle quali non mi permetto di discutere, in siti più adatti.

  • stefano

    dove si possono vedere i kit design fino ad ora proposti ? grazie

  • Consy_ssl

    Salve a tutti, vorrei sapere se è possibile realizzare i kit su carta, dato che sono impossibilitato ad utilizzare i programmi sopracitati… Ovviamente non mi riferisco ad una bozza ma ad un disegno realizzato il più precisamente possibile

  • Luca

    Info: coloro che vinceranno il contest, concretamente che cosa avranno? Qualche rinoscimento, sponsorship, premio in denaro o altro?
    Grazie

    • http://www.veneziaunited.com veneziaunited

      tutti i partecipanti, dal primo all’ultimo, avranno il nostro sentito ringraziamento per aver partecipato, non abbiamo previsto alcun premio in denaro.
      Potremmo concordare con il FBC UNIONE VENEZIA di ospitare i disegnatori le cui proposte sono state selezionate e votate come le migliori in occasione di una partita della nostra squadra.

  • Massimo Prete

    Secondo me molti non hanno capito il senso generale dell’iniziativa, che sta più nel ricercare la giusta impostazione della (delle) maglia/e (partita, inquartata, a righe orizzontali o verticali, in pieno colore, ecc.) più che a proporre una specifica maglia con un design specifico che tanto sarà destinato a mutare con la moda degli anni. Voglio dire, ad esempio, che se decido per una maglia a righe verticali che persevereranno la loro presenza negli anni, le scelte di campo sono solo due: o con tutte le righe della stessa dimensione (gli esempi si sprecano) o con alcune righe più larghe delle altre (al volo mi sovvengono come esempi Gremio e Fluminense). Invece la dimensione nel tempo della larghezza (proporzionale) di tali righe, non potrà che variare nel tempo a seconda delle mode dei vari periodi (e delle categorie in cui militerà la squadra in quanto in quelle maggiori varie esigenze tendono a far le righe verticali dal retro delle divise).

    • Massimo Prete

      più che NEL proporre
      tendono a far SPARIRE le righe verticali

  • LM

    Bella iniziativa, magari si tornasse alle meravigliose maglie di inizio decennio…

  • Alessandro

    Perché le mie maglie non sono state pubblicate? 🙁

  • tot

    io ho un paio di idee, ma non sqprei come realizzarle al computer
    esistono programmi x mac? meglio se gratuiti 🙂

  • andmario89

    notizie sulle maglie create?

  • Pingback: HS Football: conosciamo meglio il nuovo sponsor tecnico dell’Unione Venezia()

  • Pingback: TreColoriDaAmare, ecco i risultati definitivi e le maglie vincenti()

  • Marty

    Non deve essere stato facile prendere in considerazione tutto quello che rappresenta Venezia per partecipare a questo stimolante contest.