SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La Cremonese celebra i 110 anni dalla fondazione con una maglia speciale in edizione limitata, realizzata in collaborazione con lo sponsor tecnico Acerbis.

Nell’amichevole odierna contro il Torino, in programma allo stadio Zini di Cremona alle 18.30, i calciatori scenderanno in campo con i colori utilizzati dal club fino al 1915: bianco-lilla per quelli di movimento e nero-lilla per i portieri.

Cremonese maglie celebrative 110 anni

La divisa è prodotta in soli 200 esemplari e unisce elementi vintage e moderni: collo a camicia lilla con chiusura a tre bottoni, inserti in mesh, cuciture a vista e orlo delle maniche lilla.

Sul petto e sul retro del collo sono ricamati rispettivamente “Cremona 24 Marzo 2013” e “U.S. Cremonese 1903/2013”. Sulla manica destra verrà applicata una patch riportante il logo celebrativo dei 110 anni e gli stemmi di Cremonese e Torino.

Dettaglio ricamo colletto Cremonese 110 anni

Le maglie, al costo di 70 euro, saranno in vendita a partire da lunedì 25 marzo esclusivamente presso il Centro Sportivo Giovanni Arvedi. Chi esibirà il biglietto dell’amichevole avrà uno sconto di 5 €.

Vi piace la riproposizione dei colori originari per celebrare questo appuntamento?

  • M23

    splendide , bel lavoro di macron 🙂

    • M23

      sorry acerbis XD

  • cris

    Un bel lavoro, niente da dire

  • Furio

    Non mi piace né il materiale né tanto meno i colori, mi dà l’impressione di quelle repliche per bambini che vengono vendute nei supermercati. Inoltre trovo di cattivo gusto l’utilizzo del font corsivo per la scritta CREMONA in maiuscolo sul fronte, davvero un brutto effetto visivo.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Ok però considera che parliamo di una squadra di Lega Pro… non pensi che sia lodevole già di per se il fatto che l’azienda abbia svolto un lavoro così personalizzato richiamando caratteristiche storiche di una società che manca da molti anni ormai nei palcoscenici più ambiti del nostro calcio. Spesso assistiamo a lavori ben più dozzinali e disordinati riservati a squadre di serie B.

      D’accordissimo con te che la realizzazione è ben lontana dalla perfezione, ma se contestualizzata risulta, a mio parere, lodevole e di ottimo livello.

    • Mro

      L’impatto è carino non c’è che dire e anche l’impegno dell’Acerbis produce un risultato piacevole, ma alle successive occhiate tutto scivola via piuttosto velocemente.

  • Niccolò Nottingham Forest

    Che belle maglie! Bella idea e ottima la realizzazione.
    Mi concedo un piccolo appunto, trattandosi di una maglia celebrativa si potevano evitare i loghi gialli sulle spalle che rovinano l’armonia delle casacche. Brava Acerbis (voto 7)

    Poi sinceramente mi piaceva di più il logo vecchio, lo ricordo negli album delle figurine di quando ero piccolo, era molto strano:

    http://www.museodelcalcio.com/dettaglio.php?maglia=1594
    http://www.seeklogo.com/cremonese-logo-36591.html

    Modernizzarlo si però non l’avrei stravolto.

    Poi non conoscevo questa bella storia delle maglie bianco-lilla di inizio novecento ma a questo punto mi sembra un’ottima idea proporre ogni tanto come terza divisa una maglia con questi colori.. un pò come la Juventus rosa o la Fiornetina bianca-rossa; o addirittura stabilire questi colori come seconda maglia; utilizzando un grigio un pò più scuro per le prime maglie, una divisa bianca con dettagli lilla si distaccherebbe molto dalla home.

  • DY

    Non conoscevo i colori “storici” della Cremonese, davvero molto particolari, soprattutto nel panorama calcistico italiano.

    Purtroppo la maglia non mi convince, ad uno sguardo superficiale mi sono subito balzate agli occhi delle “imperfezioni” che non digerisco:

    * essendo una maglia “storica””, non sarebbe stato più consono utilizzare uno stemma “storico” invece dell’attuale? Ora non ho sotto gli occhi lo stemma della Cremonese degli albori, può anche darsi che l’attuale si ispiri proprio a quello… ma in tal caso, bastava virarlo ad un effetto “vintage”. Uno stemma dei giorni nostri su una maglia del genere, trovo che stoni parecchio;
    * il colletto coi tre bottoni, visto così, non mi convince… mi da l’idea di un prodotto da merceria.
    * lo sponsor tecnico… come sempre in questi casi, per una sola partita (tantopiù che stavolta è un’amichevole) è chiedere troppo l’avere una maglia “pulita”?
    * il font scelto per le date… terribile, preso direttamente da WordArt ’97 😀

    Salvo la fattura della maglia, che mi sembra molto buona, superiore alla categoria. Il mio giudizio generale sulla casacca – ahimé – non è però positivo.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Prova a vedere i loghi che ho postato prima… intendevi quello?
      Anche secondo me era meglio..

      • DY

        Quello che hai postato me lo ricordo anche io, era quello della Cremonese in Serie A negli anni ’80-’90. Anche se all’inizio di quell’avventura, sulle maglie ancora non c’erano stemmi( http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/d/d3/Gianluca_Vialli_-_Unione_Sportiva_Cremonese_1983-1984.jpg ); io ho i primi ricordi dagli anni novanta, con gli sponsor Majestic e Moncart ( http://www.calcionapoletano.it/wp-content/uploads/2009/08/maglia-cremonese.jpg ).

        Comunque, non c’entra molto questo stemma con la prima divisa cremasca del secolo scorso 😀 . A questo punto, avrei preferito una maglia senza stemma.

        Nello specifico, io mi riferivo all’eventuale primo stemma utilizzato dal club all’inizio del ‘900; dai commenti successivi al mio, mi pare di capire che lo stemma attuale si rifà proprio a quello degli albori. La cosa però non mi soddisfa lo stesso: nel contesto di una casacca celebrativa, appare come uno stemma troppo “moderno”; come detto, l’avrei virato al “vintage”, magari facendolo monocromatico.

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Da quello che si vede in foto mi sembrano due lavori ben fatti, anche se immaginare in campo la Cremonese in lilla fà strano… Non mi piace per niente il font utilizzato per le scritte, sembra quello che si usa per le partite di beneficenza.

  • ciguy

    Quando un’ottima idea viene rovinata da una realizzazione molto approssimativa (e discutibile).

    Peccato

  • Boogie

    bello il font… Quello di serie con Win95 che usavano per i volantini dell’oratorio…

    Boh, si fa poi fatica a nn criticare le marche nostrane se nn sono neanche in grado di scegliere un font decente nel 2013…

    • Gerry95

      Con tutto il rispetto per il marchio, ma stiamo criticando la Acerbis. Trovo ben più grave l’utilizzo dell’attuale font perle maglie della nostra nazionale…

  • ai95

    Belle 🙂

  • Torto #13

    Premetto subito che non parlo da tifoso, ma da appassionato di maglie da calcio.

    La scelta di celebrare i 110 anni della società con due maglie appositamente create per l’occasione mi pare ottima, andando addirittura a riprendere i colori delle divise degli albori (cosa già fatta anche per il centenario).

    Passando più propriamente allo stile delle casacche devo dire però che non mi entusiasmano molto, soprattutto per via delle troppe iscrizioni e sponsor.
    Lo sponsor tecnico sul petto ci sta, ma i relativi simboli sulle maniche si potevano evitare.
    Come si poteva evitare l’iscrizione “cremona, 24 maggio 2013” sempre sul petto. Buona invece la scritta sul retro sotto il colletto “u.s. cremonese 1903/1913”, purtroppo però a rovinare questa è la font utilizzata (una discutibilissima “Brush script”, se non sbaglio).
    Avrei evitato anche le cuciture curvilinee sui fianchi.
    Mi piace molto invece la conformazione del colletto, molto vintage, grazie anche all’utilizzo dei tre bottoni. È un peccato però che il colletto vada a coprire parte del lettering Acerbis e dello stemma societario.

    Ho letto poco sopra che si parlava del logo della cremonese:
    se non erro quello in uso ora (che si vede anche su queste maglie) è quello storico, sulla falsariga di quello utilizzato dal club alla fondazione. Mentre quello di cui parlano DY e Niccolò Nottingham Forest dovrebbe essere una versione di stemma utilizzato tra anni ’80 e ’90.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Qindi questo è quello diciamo “originale” e quello che ho postato io era una rivisitazione anni 80? In effetti l’album di cui parlavo è del 1994/95.
      In questo caso allora giusta la scelta della Acerbis di mantenere il logo.

    • Swan

      La Cremonese da qualche anno è tornata ad utilizzare lo stemma tradizionale, l’altro utilizzato a partire dai primi anni 80 era la versione alternativa e, a mio parere, mal riuscita.
      Riguardo alla maglia lodevole l’iniziativa, neanch’io sapevo che i colori originali fossero il bianco lilla, ma la realizzazione della maglia stessa non mi piace. Salvo il colletto vintage, per il resto troppe scritte e cuciture inutili. Sarebbe stata bella solo con lo stemma della Cremonese, il logo dello sponsor tecnico e basta. Come qualcun altro ha scritto, potrebbero utilizzare questa maglia come away, magari in una versione più moderna o sperimentale ( a righe, a quarti, etc.). Il 98% dei club italiani con colori sociali scuri usa maglie away bianche con bordi o fascia dei colori della home, mai niente di innovativo. Capisco che per alcuni club la maglia bianca è sinonimo di tradizione (Genoa) o di vittorie prestigiose (Milan), ma per la maggioranza degli altri perché non sperimentare qualcos’altro o riproporre maglie storiche che hanno fatto la storia del club stesso?

  • TITO

    i loghi e la scritta del seppur buono sponsor dovrebbero farsi da parte o farsi più piccoli quando si vuole rievocare la storia.
    comunque una gran bella idea.
    bellissimi “i colori utilizzati dal club fino al 1915”, potevano tenere quelli, perché scelsero il grigiorosso?

    • sousa

      Anch’io me lo sono sempre chiesto, anche perchè si tratta di 2 colori abbastanza insoliti…

    • GIGIO

      Perchè il grigio-rosso è il colore del gonfalone comunale di Cremona

  • biuck

    da quel poco che si vede dalle foto mi sembra un bel lavoro con delle sbavature: i bottoni bianchi, i loghi acerbis, i font utilizzati! cmq attendo immagini più esplicative per un giudizio pieno!

  • aldo

    Mi sarebbe piaciuta di più se fosse stata in lanetta o acrilico o in alternativa in cotone, come hanno fatto Padova o Verona, vista cosi sembra una maglia da bancarella, anche se i colori non sono niente male. Buona l’idea dei bottoni…

  • Simone

    Rende bene però, ha davvero l’effetto dei tempi pionieristici.

    https://fbcdn-sphotos-c-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/601263_560896730607385_364229460_n.jpg

    • biuck

      grazie per la foto! confermo il mio giudizio positivo, peccato per le sbavature che, soprattutto in una maglia celebrativa e da collezionismo, dovrebbero essere evitate! un bel 7 se lo meritano tutto!

  • Filippo

    Indossata in effetti rende meglio…
    Dubito però che i pionieri indossassero le sottomaglie termiche 🙂

  • Dany222

    Orrende.. Davvero inguardabili..

  • jojo

    i colori visto il ricordo possono anche andare, ma con un altro brand sarebbe meglio.

    • GIGIO

      Magari Adidas o Nike, vero?

      • TITO

        meglio emporio armani, trussardi o dolce&gabbana. ma fose l’ideale sarebbe woolrich.

  • Lino

    Ottime, piacevoli da vedere, quasi perfette. Avrei solo evitato la scritta “Cremona, ecc.” per il resto mi piace. Peccato averle sprecate in amichevole e per una ricorrenza insignificante.

  • FDV

    Molto buone. Avrei però evitato di utilizzare il giallonero per il loghi sulle maniche. Inguardabile il carattere scelto per la scritta celebrativa che tra l’altro avrei posizionato sulla manica.

  • LM

    Boh… le cuciture non mi convincono, i loghi sulle maniche gialli sembrano delle protezioni da motociclista. Il logo societario è di tonalità opposte a quelle delle divise, lo stemma scuro e “caldo” la maglia chiara e sinuosa dei colori. Infine trovo bruttissima la scritta celebrativa, sia per il carattere, sia per la posizione.

  • Ste2479

    Orribili!!
    Sembrano quelle polo che usano i meccanici delle squadre private del moto mondiale…

  • ste2479

    orribile anche il font….sembra quello che si usa per scrivere i manifesti alle feste parrocchiali…