SoccerHouse24 - Scarpe da calcio ACE 16 e Magista Dark Lightning



Si è concluso il contest “Disegna la maglia della Roma” indetto da MyRoma in collaborazione con Passione Maglie. La partecipazione è stata massiccia con decine e decine di progetti arrivati. A tutti coloro che hanno preso parte all’iniziativa va il nostro ringraziamento.

I progetti sono stati valutati da una commissione di esperti interna a MyRoma, organizzata dal responsabile del Dipartimento per la tradizione Lorenzo Contucci e incaricata di scegliere le prime e seconde maglie che meglio rispondessero ai requisiti richiesti. L’obiettivo era quello di ottenere una selezione che meglio rappresentasse l’idea di maglia tradizionale dell’AS Roma.

Sono state scelte cinque proposte per la prima maglia e altrettante con alcune varianti per la seconda. Si è cercato di creare una raccolta che fosse organica, con proposte coerenti e alternative tra loro, ciascuna con un elemento distintivo rispetto alle altre. Nota riguardo ai colori: le piccole differenze di resa tra le realizzazioni dei diversi autori non costituiscono deroga a uno dei punti fondamentali della vision di MyRoma riguardo le divise: i colori della tradizione sono Rosso Roma e Giallo Roma.
colori-comune-roma

Queste sono le maglie selezionate dalla commissione di MyRoma:

Le maglie selezionate nel contest MyRoma - Disegna la maglia

Per la prima maglia si è privilegiata la tinta unita, ovviamente con colletto e bordi a contrasto. Vediamole in dettaglio, ordinate in ordine alfabetico per autore.

La versione realizzata da Giuseppe Carucci presenta un colletto a polo con scollo a V completamente giallo. Gialli anche i bordi delle maniche. Soluzione che ricorda gli anni ’80 in particolare le maglie Kappa ed Ennerre.
giuseppe carucci
La proposta di Eugenio Chiapparelli è una maglia a polo, con colletto e bordi gialli, questi ultimi particolarmente spessi. Inoltre l’autore ha tenuto a sottolineare di aver utilizzato anche per il bordino dello stemma il colore Rosso Roma al posto del nero, un dettaglio interessante. La semplicità della maglia e in particolare il tipo di colletto rimandano agli anni ’60 seppur con uno stile molto attuale.
eugenio chiapparelli home
Andrea Grassi ha optato per il girocollo, ovviamente giallo come i bordi delle maniche. Interessanti altri due dettagli, il bordino giallo che incornicia lo scudetto e il watermark del monogramma ASR sul petto, un particolare che arricchisce e personalizza la maglia pur mantenendo la tinta unita.
andrea grassi

Di nuovo un colletto a polo nella proposta firmata Gab.P, ma più elaborato, con bordino rosso a contrasto e scollo a V bicolore. Stile semplice ed elegante che ricorda la maglia del 1985-86 e un’altra in uso tra il 1975 ed il 1979, con le tinte del colletto opportunamente invertite rispetto a quest’ultima.

Gab P

Semplice scollo a V nella versione disegnata da Sergio Scala  che inoltre si differenzia dalle altre proposte per i bordi, con il giallo posto poco prima della fine della manica, caratteristica tipica delle maglie dei primi anni ’80 e delle primissime maglie della storia della Roma, dunque fine anni ’20. All’epoca le casacche erano quasi esclusivamente a maniche lunghe, con il bordo giallo che si trovava a metà del polsino rosso.

Prima maglia Roma proposta da Sergio Scala

Passiamo alle divise da trasferta scelte da MyRoma.

Eugenio Chiapparelli propone lo stesso apprezzato modello della prima maglia nella versione bianca: modello a polo con colletto e bordi rossi più rifiniture gialle. Essenziale ed efficace.

eugenio chiapparelli away

Procediamo con due rivisitazioni di una storica seconda maglia della Roma, caratteristica degli anni ’60: la banda diagonale giallorossa.

La prima, realizzata da Davide Lanata, presenta colletto a polo rosso e bordi giallorossi, con la banda diagonale che scende da spalla destra a fianco sinistro.
Proposta di Davide Lanata per la seconda maglia
La seconda proposta arriva da Alessio Muratori. La banda diagonale scende dalla spalla sinistra al fianco destro come nelle maglie anni ’60 ed il Lupetto è posizionato all’interno. Colletto a polo bianco con righina rossa, bordi giallorossi.

Maglia Roma away proposta Alessio Muratori
Altro modello storico: quello con la fascia orizzontale giallorossa, tipico dei primi decenni di storia della Roma, rivisitato in due versioni da Christopher Loretti. Entrambe presentano lo scollo a V e bordi giallorossi. La prima opzione ha la Lupa sul cuore ed i colori dell’inserto orientati come quelli dello stemma. Nella seconda opzione lo stemma è inserito al centro della fascia sul petto, i colori della quale sono invertiti per farlo risaltare meglio. Questa versione rimanda in particolare agli anni ’40 e ancora più indietro alla maglia della Fortitudo Pro Roma.

loretti

Idealmente arriviamo agli anni ’70 con la maglia da trasferta disegnata da Marco Puglisi: completamente bianca con girocollo e bordi rossi rifiniti con una righina gialla al centro. Soluzione semplice ma con personalità.

marco puglisiC

La maglia disegnata da Mario Sbardella reinterpreta una delle divise più lontane dalla tradizione, ma al tempo stesso una delle più celebri della storia della Roma: la maglia “ghiacciolo” della Pouchain, in questa versione spogliata dei colori quasi esotici dell’epoca, sostituiti da quelli della tradizione. Ovviamente con il lupetto sul petto.

mario sbardella

Questi modelli saranno inseriti a breve in una lettera che MyRoma invierà all’AS Roma con diverse proposte tuttora in studio in tema di maglie e che sarà in seguito pubblicata.