SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Rio de Janeiro, 16 Luglio 1950. Al Maracanà va in scena la partita tra Brasile e Uruguay che assegnerà la Coppa Rimet, il trofeo del campionato mondiale di calcio.

I padroni di casa hanno tutti i favori del pronostico dopo aver subissato di reti la Svezia (7-1) e la Spagna (6-1). Lo stadio è gremito in ogni ordine di posto e un’intera nazione festeggia già prima del calcio d’inizio. Nessuno immaginava che di lì a poco sarebbe avvenuta la peggiore tragedia sportiva che il Brasile ricordi, il “Disastro del Maracanã” (“O Maracanaço” o “El Maracanazo”). Schiaffino e Ghiggia infilano la porta di Barbosa e l’Uruguay diventa campione del mondo in un clima surreale.

Dopo l’accaduto il Brasile proclamerà tre giorni di lutto e da lì in poi non utilizzerà più la divisa bianca, salvo nel 2004 in occasione del centenario della FIFA.

Brasile Uruguay 1950

Da qui nasce il nuovo video virale “El Fantasma del 50” realizzato da Puma. Subito dopo la qualificazione dell’Uruguay ai Mondiali 2014 un fantasma celeste si è aggirato per le spiagge e le strade di Rio de Janeiro spaventando gli abitanti del posto. Ultima tappa, non poteva essere altrimenti, è stata al mitico stadio Maracanà dove il 13 Luglio 2014 si scriverà un nuovo capitolo del campionato del mondo.

Il filmato si chiude con la frase “El Fantasma del ’50 ya está en Brasil” e lancia la campagna su Facebook e Twitter. I tifosi verdeoro staranno già toccando ferro?

  • Alex Sandro Da Silva Do Nascimento

    MÃOS EM BOLAS!!!

    MANI ALLE PALLE!!!

  • pongolein

    LA TROVATA DEL SECOLO!!!

    Geniale…. Anche se stanno scherzando col fuoco! =) Da poco ho visto un bel documentario su quel mondiale e su quella partita in particolare… Quella partita generò isterismi di massa, provocò dei veri e propri drammi, e spinse addirittura la federazione carioca a cambiare colori “sociali”. E’ storia ragazzi…

    Per questo sono contento che la trovata pubblicitaria sia stata effettuata in chiave ironica e molto molto simpatica. Complimenti a Puma, e chissà che la storia non si ripeta…=P

    • rudiger

      Sai dirmi il titolo del documentario, o un link per vederlo?

      • pongolein

        eh l’avevo visto in tv tempo fa, ma anche su youtube si trova molto, forse anche un racconto dell’avvocato buffa.

  • Moa

    Bellissimo ahaha

  • elkunazzurro

    Permettimi di suggerirti che in quella partita al Brasile padrone di casa bastava anche un pari per laurearsi Campione, visto che quello è stato l’unico Mondiale a non avere una finale secca bensì un girone unico finale 🙂

  • rudiger

    Che dire? Fantasmagorico! Immagino che la presenza dell’Uruguay sarà vagamente inquietante per i brasiliani in fase di sorteggio e poi nel pieno del mondiale.
    Il video è simpatico. Magari scopriremo che sotto quel lenzuolo c’era Suarez o Cavani.
    Per gli scaramantici va sottolineato che la celeste è stata l’ultima nazionale a qualificarsi per il viaggio verso Rio.

    • FDV

      Grazie ad un (19)5-0 negli spareggi con la Giordania..

      Trovata geniale questo video, stupendo!

      • rudiger

        Manita… Schiaffino… forze oscure tramano contro la seleçao (e non parlo della fifa stavolta)!

    • giorgiol02

      L’ipotesi che ci fosse qualcuno della nazionale uruguaiana non è scontata visto come è bravo a palleggiare…
      il video è carino e sopratutto rappresenta un grande sfotto che potrebbe inquietare non poco i brasiliani
      P.S. L’Uruguay e il Brasile sono entrambe teste di serie,quindi non si possono scontrare nei gironi.

      • pongolein

        non si possono incontrare a prescindere perchè entrambe sudamericane e gli scontri tra squadre dello stesso continente nella fase a gironi sono proibiti, eruopee a parte ovviamente per questioni numeriche.

        Però dagli ottavi in poi lo spauracchio uruguay (ammesso e non concesso che riusciranno a qualificarsi) sarà reale per i verdeoro…=)

      • rudiger

        Infatti ho scritto “nel pieno del mondiale”… ancor più pauroso.

  • Rodolfo

    Genialeeee !!!!
    Ci pensate, una finale Brasile – Uruguay con vittoria uruguayana ?

  • Andy

    Bello! Nel calcio son si vedono spesso degli sfottò “ufficiali” come questo della Puma.

  • Luca

    Ecco, a questo punto non sarebbe male che (se non ci dovesse arrivare la FIGC da sola), la Puma IMPONESSE chi dovrà vestire la maglia n°20 dell’Italia…

    • http://www.forzatoro.net AlessandroP

      eheheh

      • Rodolfo

        In che senso ?

        • http://www.forzatoro.net AlessandroP

          ROSSI
          20

    • rudiger

      🙂 Arguto

    • rudiger

      C’è anche un Conti in giro per il campionato…

      • Simone

        Eh, ma diglielo al 16… Sempre Daniele è. 😀

        • rudiger

          Il 16 che dici tu dovrebbe prendere il 6 di Scirea o l’8 di Tardelli.

        • rudiger

          Ho sbagliato: il 7 di Scirea o il 14 di Tardelli.

    • rudiger

      Il bello è che i brasiliani già se lo aspettano: a proposito di Paolo Rossi e di fantasmi guardate questo http://bit.ly/19lBpYA
      Vai Paolinho.

      • Passione Maglie

        C’hai bruciato un articolo, abbiamo appena chiesto all’avvocato della Global Striker di prendere provvedimenti. Ora sono fatti tuoi!

        • rudiger

          Tanto sono amico di De Laurentiis, faremo causa comune.

        • rudiger

          Scherzi a parte: cancella il post. Mi fa piacere che ci fai un articolo.

  • Daniele Costantini

    Che dire… in questo caso, la paura fa ’50! 😀

  • squaccio

    Carino il video…mi meraviglio che il fantasma non è stato menato ! 🙂

  • Pingback: El Fantasma del ’50, il video virale di Puma per la qualificazione dell’Uruguay ai Mondiali - Sport People : Sport People()

  • LM

    Genialata, complimenti a Puma, chissà che non si avveri, anche al’epoca il Brasile sembrava imbattibile l’Uruguay outsider, troppe coincidenze che possono collegarsi dopo oltre 60 anni…

  • Stavrogin

    Mi ero perso quest’articolo… Bellissimo video 🙂
    Personalmente ho una certa affezione per la nazionale uruguaiana. Una delle più importanti culle del calcio (se non LA più importante, a seconda delle interpretazioni storiche). E poi hanno un inno stupendo, che riascolterò con piacere particolare persino il 24 giugno.
    Spero che passino il turno, a spese dell’Inghilterra ovviamente 😉

  • Pingback: Le maglie dei Mondiali 2014 in Brasile()