SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Sigue la linea roja. Questo è il motto scelto da Warrior per la campagna di lancio indirizzata ai tifosi del Sevilla Fútbol Club – noto semplicemente come Siviglia -, con cui nei mesi scorsi si annunciava l’arrivo delle nuove divise 2013-2014. L’azienda statunitense prosegue la sua politica di espansione nel mondo del calcio: è del dicembre scorso la firma dell’accordo quinquennale col club spagnolo, che entra in vigore con la stagione alle porte.

Il Siviglia va così ad aggiungersi agli inglesi del Liverpool, ai giapponesi del Sagan Tosu, ai danesi del Randers e agli ecuadoriani dell’Emelec, ovvero l’attuale pattuglia di squadre vestita dal marchio nordamericano.

Sigue la linea roja Warrior

Come i più accorti ricorderanno, nelle ultime stagioni i Rojiblancos non hanno avuto molta fortuna in fatto di sponsor tecnici: l’interessante collaborazione sottoscritta nel 2011 col marchio cinese Li-Ning si concluse bruscamente dopo un solo anno per via di dissidi con la filiale spagnola, tanto che nella passata stagione la squadra andalusa ha dovuto ricorrere in fretta e furia a dei semplici kit Umbro senza personalizzazioni di sorta.

Per la sua opera prima col Siviglia, Warrior ha scelto un approccio abbastanza differente rispetto a quanto fatto col più famoso Liverpool, suo “cavallo di Troia” nella passata stagione in Europa. Mentre con gli inglesi si è finora avallata la linea della tradizione e della semplicità (almeno per quanto concerne le divise casalinghe), per la formazione spagnola si è deciso per una netta “rottura” col passato, proponendo un design inedito ed innovativo.

Maglia Siviglia 2013-2014 Warrior

La tradizionale primera equipaciòn bianca è stata “sporcata” da una marcata linea rossa verticale, che si dipana dallo scollo del colletto ed attraversa longitudinalmente tutto il petto (una soluzione che Macron ha già studiato quest’anno per il Leeds). Rossi sono anche i lembi del colletto a polo, così come alcuni piccoli dettagli sulle maniche, e la bordatura inferiore nella parte posteriore della maglia.

Molto particolare la trama del tessuto: mentre nella parte alta di petto e maniche è di un bianco uniforme – formando quasi una finta scapulaire -, il resto della casacca è stato realizzato secondo uno schema composto da sottili righe oblique tono su tono, che vanno peraltro ad intersecarsi con lo stesso palo rosso centrale (particolare che, agli appassionati di basket, potrà forse rimandare alle canotte 2012-13 della Mens Sana Siena disegnate da Kipsta).

Vecchio gagliardetto Siviglia

Un vecchio gagliardetto del Siviglia

Molto interessante – e in stile vintage – la rielaborazione dello storico stemma societario del Siviglia, ovvero il trigramma “SFC” inserito all’interno di un bollo bianco dalla bordatura rossa; quest’ultimo debuttò sul petto dei giocatori nel 1908, e venne utilizzato per poco più di un decennio, fino al 1921, per poi essere riproposto negli anni successivi solo in occasione della partita del centenario.

Una commistione, questa, tra passato (stemma) e futuro (maglia) che – a dispetto di quanto si potesse immaginare – risulta molto ben armonizzata. Da notare come anche per il Liverpool, Warrior aveva pensato bene di pescare nel passato del club, riportando in auge il tradizionale Liver Bird al posto del moderno stemma; chissà che tale pratica non diventi una sorta di “marchio di fabbrica” per tutti i futuri kit firmati dalla multinazionale a stelle e strisce…

Nome numeri font Siviglia 2013-2014

La parte posteriore della casacca presenta un grande inserto bianco nella trama obliqua, destinato a nomi e numeri. Questi mantengono la tradizionale colorazione in rosso, ed utilizzano un caratteristico font “pennellato”, che va a fare pendant col taglio moderno della divisa.

L’inserto per nomi e numeri è cinto alla base da una piccola mezzaluna rossa, mentre nella zona superiore è chiuso da un’insolita rigatura biancorossa; possibile che ciò rappresenti un simbolico rimando alla storia del club, dato che agli albori il Siviglia ha brevemente utilizzato anche uniformi a righe verticali bianche e rosse, le stesse che ancora oggi campeggiano all’interno dello stemma degli andalusi.

Si tratta inoltre di un elemento distintivo che, come vedremo più avanti, forma un legame diretto tra la prima e la seconda maglia.

Formazione Siviglia 1913

Il Siviglia in maglia palata nel 1913, e un raffronto tra vecchio e attuale stemma

Per quanto riguarda il resto della divisa, i pantaloncini sono completamente bianchi, con numero e stemma inseriti nel lato destro, mentre i calzettoni sono neri e recano anch’essi nella parte anteriore il vecchio logo societario.

L’insieme può forse apparire sulle prime un po’ sconcertante, ma possiede l’indubbio vantaggio di conferire alla divisa un senso di modernità e soprattutto di dinamicità; se ad un primo sguardo può spiazzare, ritengo che un secondo colpo d’occhio permetta di apprezzare maggiormente questa insolita – ma unica – realizzazione.

Seconda maglia Siviglia 2013-2014

La seconda maglia mantiene il classico rosso da trasferta, ma presenta un template non meno innovativo rispetto alla prima divisa. Stavolta la trama del tessuto è uniforme, ma nella parte alta del petto è presente un grande pannello arrotondato (già visto sulla away 2012-13 dei Reds) riempito secondo una rigatura biancorossa.

Cambia anche il colletto, ora alla coreana, anch’esso bianco e rosso. Le maniche recano dei sottili bordini bianchi. Rimane anche qui lo storico trigramma “SFC”, che stavolta è però pittato in negativo rispetto alla maglia casalinga: un bollo rosso, con lettere e bordo bianchi.

Non c’è molto altro da aggiungere riguardo la parte posteriore della divisa, che è quasi uniformemente rossa, eccetto per una sottile finitura bianca nella zona inferiore.

Presentazione kit Sevilla Warrior 2013-14

Degni di nota i pantaloncini, rossi con bordatura bianca, che sul lato sinistro recano un nuovo inserto a righe biancorosse, inglobante lo stemma Warrior pittato in nero. Una soluzione bicolore è stata invece inventata per i calzettoni, rossi sullo stinco e bianchi su risvolto e polpaccio.

Warrior ha reso nota anche la realizzazione di una terza divisa, che sarà presentata nel prosieguo dell’estate. Non ancora mostrata al pubblico, è stata però anticipata dalla stessa azienda sportiva attraverso un suo bozzetto ufficiale.

Bozza terza maglia Siviglia 2013-14

In ossequio alla moda imperante di questi mesi, anche il club andaluso ha deciso di tirar fuori dal cilindro un’uniforme giallonera, secondo lo schema reso famoso nelle ultime stagioni dal Borussia Dortmund.

La maglia è gialla, e mantiene il colletto alla coreana già proprio della casacca away; quest’ultimo è nero, abbinato ai bordini delle maniche. Il trigramma “SFC” appare virato in rosso, inserito in un bollo bianco dalla bordatura nera. Pantaloncini e calzettoni sono entrambi neri.

Nulla di altrettanto innovativo sembra invece essere stato preparato per la divisa da portiere: l’estremo difensore andaluso vestirà una maglia molto anonima, su cui spicca solo lo scollo a V e il trigramma in negativo.

Maglia portiere Sevilla Warrior 2013-14

Il debutto del binomio Siviglia-Warrior è avvenuto nell’ultima giornata della Liga, in occasione della partita interna contro il Valencia, vinta dai padroni di casa per 4-3.

Questa marcata svolta stilistica è stata fortemente appoggiata dalla dirigenza dei Rojiblancos, mentre ha preso alla sprovvista la tifoseria, che si è divisa in egual misura tra entusiasti e detrattori.

Rispetto alle immagini della presentazione, la maglia sfoggiata in campo dai calciatori recava sul petto un rettangolo rosso recante l’hashtag #lalinearoja, attraverso cui sui social network è stata veicolata la novità ai tifosi.

Sponsor La Linea Roja Siviglia

L’imprescindibile inserimento di marchi commerciali – permesso in Spagna sia su maglia che pantaloncini – va giocoforza ad inficiare sul design generale dell’uniforme: in questo specifico caso, l’utilizzo degli stessi colori del club ha permesso di attenuare non poco lo “sfregio”.

Vedremo nella prossima stagione come muteranno queste divise col nuovo sponsor del Siviglia: per il campionato 2013-14 è stato infatti raggiunto un accordo tra il club spagnolo e il Governo di Panama, per far comparire sul petto il logo turistico  “Visit Panama”.

Siviglia 1945-1946

Il Siviglia vincitore della Primera División 1945-46

Dopo l’anonimo 9° posto raggiunto nell’ultimo torneo, nella stagione 2013-14 il Siviglia cercherà di ritornare ai piani alti della Liga. Tenendo conto della realtà, il palmarès degli andalusi è di tutto rispetto, annoverando in bacheca cinque Coppe di Spagna e una Supercoppa spagnola, affiancate a livello europeo da due Coppe UEFA e una Supercoppa europea. Risale invece a quasi settant’anni fa l’unico campionato spagnolo vinto, il periodo più florido della compagine biancorossa.

Aggiornamento 20 Agosto 2013

Arrivati in piena estate, completiamo la nostra panoramica sulle nuove divise 2013-2014 del Siviglia parlando del terzo completo, ufficialmente svelato dalla squadra andalusa nei giorni scorsi.

Rispetto al bozzetto mostratovi nelle passate settimane, permane il già noto abbinamento di base giallo-nero, ma emergono anche delle sostanziali differenze – ascrivibili principalmente alla maglietta e ai calzettoni – che stilisticamente avvicinano questo terzo completo alla fantasiosa filosofia grafica già vista nelle prime due uniformi.

Siviglia third kit 2013-2014

La casacca presenta un colletto bianco a V, con scollo chiuso da un piccolo triangolino. La maggiore innovazione è riservata a spalle e maniche, che nella parte superiore vedono ora due marcati inserti neri – separati, rispetto al giallo uniforme del petto, da sottili code di topo bianche -, recanti al loro interno un caratteristico motivo tribale.

Terza maglia Siviglia 2013-2014

Come per le altre due uniformi, anche qui campeggia sul petto lo storico trigramma “SFC”, virato però secondo la colorazione giallonera del completo. Si attengono alle anticipazioni i pantaloncini, completamente neri, mentre i calzettoni sono gialli, arricchiti dal risvolto nero. I numeri di maglia differiscono di colore, presentandosi in nero sulla schiena, e in bianco sui pantaloni.

Font nome numeri Siviglia third kit 2013-14

I più attenti, non potranno non notare come Warrior abbia in questo caso lavorato “di magazzino”, riproponendo l’identico template della maglia europea 2012-2013 del Liverpool, mutato semplicemente nella scelta dei colori.

Come giudicate l’esordio di Warrior col Siviglia?

  • Giangio87

    originali… la prima mi sembra un pastrocchio, preferisco la seconda

    • adb95

      ah che pazzia…

      • adb95

        cit. Worms 4 Mayhem

  • gianluca

    ogni anno il siviglia peggiora sempre più..

    • JomaViola

      Umbro è scomparsa dalla faccia della terra…..

    • WHU1978

      Ben detto!!!Sempre peggio!!ahahah

  • davide

    pare una cravatta…

  • Paolo Perzan

    Prima molto originale ed innovativa. Sì può fare un lavoro moderno e di rottura senza i pastrocchi dell’Away del Liverpool. Un bel 7 e mezzo. La seconda mi lascia un po’ perplesso per via dell’effetto “bavaglino”. 6 e mezzo con riserva. Dai, Warrior, che quando non sgarri ti riescono bei modelli! I WANT TO BELIEVE! 🙂

  • pongolein

    Premessa: il logo della warrior è pessimo, esige un immediato restyling.

    Io approvo questi modelli, almeno il siviglia è sicuro di avere una maglia esclusiva e iconica come poche nell’intero panorama calcistico!!
    Warrior azzarda molto, e io voglio premiare questo azzardo. Diciamo che è una via di mezzo fra una maglia normale e le invenzioni per la away del liverpool, ovviamente spostate molto più verso la normalità. E’ una maglia molto dinamica e originale la home, mentre la away, anch’essa strana ma in modo diverso, colpisce per il richiamo al “vecchio” nuovo stemma societario, che a mio avviso resta bellissimo… e non approvo questa ingerenza nel voler ritornare al passato a tutti i costi.

    Diciamo che promuovo questa licenza stilistica che si è concessa la warrior con il siviglia, il prodotto mi colpisce per originalità e fantastia ma non è un pastrocchio come molti ritengono.

    Do un incoraggiante 6,5 a queste maglie =)

    • Paolo Perzan

      In effetti sul momento a me il logo piaceva. Poi però mi sono reso conto della sua somiglianza con una certa azienda tedesca… come si chiama… massì, dai, quella della canzone dei Korn 😉

      • pongolein

        freak on a leash? make me bad? falling away from me?? =)

        • nikkisixx

          A.D.I.D.A.S. è vero ahaha…peccato che l’acronimo di questa certa azienda tedesca non sia “all day I dream about sex” come nella canzone dei Korn

        • pongolein

          gran canzone eheheh la ricordo bene =)

  • Willimone

    Mi piacciono molto entrambe!
    La prima cosa che ho pensato è stato un ritorno alle maglie dei primi anni 90, come del resto la Warriors ha fatto con la seconda del Liverpool.
    Mi piace il fatto che Warriors dedichi alle squadre dei template personalizzati (forse avendo ancora poche squadre è ancora possibile) come del resto succedeva negli anni 90.
    Poi anche con joma il Siviglia ha avuto maglie particolari come per esempio quelle realizzate per la partecipazione in champions league.

    http://www.classicfootballshirts.co.uk/european-clubs/spanish-clubs/sevilla/2007-08-sevilla-cl-home-shirt-bnib-xxl.html

    • pongolein

      quoto in pieno, il siviglia ha sempre avuto nel recente passato delle maglie stranissime! ma non per questo brutte… =)

  • Fede

    Non prendetemi per matto, ma l’inserto rosso con “La linea roja” la migliora..in ogni caso, a Warrior si può imputare tutto, ma mai la banalità

    • terzamaglia

      d’accordissimo su tutto…lo sponsor spezza l’effetto cravatta!

  • squaccio

    Stra promosse entrambe.

    Perchè per me invece di realizzare l’ennesima maglia bianca con rivolti rossi (ed il contrario in quella da trasferta) sono stati creati molti piccoli grandi elementi nuovi che per me non disturbano affatto l’insieme.

    Forse il “palo” centrale con lo sponsor risulta un po’ pasticciato.
    Ma se fosse senza sponsor sarebbe una maglia da 10.

  • Eug

    Per me Warrior ha fatto un buon lavoro; si vede che ha studiato un po’prima di presentare questi modelli. Ha innovato bene! Tra le due preferisco la seconda, la soluzione bavaglio a righe e resto della maglia è ben riuscita. Spero solo che, se ci sarà, lo sponsor riesca a integrarsi bene nella prima, magari senza patacconi ma con una scritta nera.

    Passione maglie, non ricordo bene, ma la maglia Umbro del Siviglia dell’anno scorso non era personalizzata? (tipo i bordi delle maniche a scacchi e qualcos’altro)

  • delphic_

    L’idea è molto originale, la realizzazione un po mento: sopratutto nella parte alta della “linea Roja” si ha l’impressione guardando la cucitura a V di essere difronte al nodo di una cravatta. La maglia Away è più bella, anche se il design è lo stesso del Liverpool dello scorso anno.

  • yokopoko

    il siviglia se non sbaglio ha come colore principale il granata , sarà l’effetto delle foto ma questo sembra piu’ un rosso … non capisco perchè stravolgere la maglia con quelle bande bianche sotto il collo …

    comunque la maglia di per se ha qualcosa di originale ..anche se ci sono molte cose da rivedere…. nulla di eccelso questo lavoro di Warrior

  • Torto #13

    La prima è molto innovativa e devo dire che anche essendo molto particolare mi piace (di solito preferisco modelli più regolari e semplici), ma questa non so perché “mi prende”. È una casacca molto dinamica. Avrei evitato gli inserti rossi sulle maniche e la “mezza luna” sul retro sotto il numero, come avrei evitato due (le più esterne) delle tre righe rosse abbozzate sul retro, lasciando solo quella centrale che così si abbinava con la parte frontale.
    La font dei numeri a mo’ di pennello mi pare un po’ esagerata, secondo me sarebbe stata meglio una font in stile moderno/futuristico, tipo il carattere Puma 2006.
    Anche la maglietta da trasferta è bella, mi piacciono le righe accennate solo nella parte superiore. I pantaloncini rossi invece mi sembrano un po’ pasticciati.
    La maglia gialla aspettiamo di vederla in foto e non in bozza, ma mi pare valida ed in una sorta di contrapposizione con home ed away, dato che a dispetto di queste ultime due sembra molto sobria e semplice.
    Bello l’aver recuperato lo stemma “vecchio”.
    Promosse tutte; buon lavoro di Warrior.

  • Alessandro

    Bella la seconda col bordo dei pantaloncini che riprende il templare della gorgiera

    • francesco

      sembra una maglia primi anni 90

    • Daniele Costantini

      Ti ringrazio perché ho imparato un termine che non conoscevo, “gorgiera” 🙂

  • Alvise

    le trovo originali ma insufficienti. warrior non mi sta piacendo finora, e con le divise da trasferta del liverpool ha toccato il fondo..

    voto 5

  • Mariano

    Non mi entusiasmano!

  • sergius

    Dopo lo scempio con la away del Liverpool adesso quest’altro pasticcio sempre targato Warrior. Capisco pure che le maglie del Siviglia erano da troppo tempo anonime e prive di alcuna originalità ma si poteva fare ben altro lavoro che non questo. Non mi piacciono proprio, nel loro eccesso di originalità non hanno identità, difficile identificarsi per un tifoso in queste maglie.

    • AlCole

      Hai perfettamente ragione !

  • Simone

    Hanno probabilmente lavorato meglio con il Siviglia che con il Liverpool. Divise originali e interessanti, bravi.

  • elkan

    la seconda maglia è da avere..warriors la sa lunga..

  • http://Yahoo Eugenio

    Mi piacciono molto, stavolta warrior ha fatto bene: La prima mi piace molto, molto origina,e è belle, nel font e bel colletto, bello anche lo stemma. La seconda più semplice ma rimane sullo stesso livello.

    Voti 9 – 8.

    Faccio inoltre i complimenti a Daniele , che fa sempre articoli belli , lunghi e richiama spesso la storia della divisa. Bravo

  • Peppe

    Carina la prima (voto 7), ottima la seconda (voto 8,5), mi piacciono in particolare lo stemma (fantastico) e il font pennellato, per me adatto ad una squadra come il Siviglia. In generale ottimo lavoro (molto ma molto meglio rispetto al kit-Liverpool).

  • Gian

    ORRIBILE

  • Alex

    Io amo gli stemmi vintage ma non so perchè avrei preferito quello attuale in questo caso

  • frenz

    Devo dire che hanno tirato fuori un progetto diverso. Hanno avuto il coraggio di osare e fare qualcosa di differente. Molto apprezzabile. E’ un progetto curato e personalizzato. Nel complesso lo promuovo.

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    troppa roba sulla prima maglia

  • dylandog

    Non mi dispiacciono…meglio la 2 che la prima anche per come si potrebbe integrare lo sponsor. Warrior in generale non mi piace , col Liverpool penso sia due anni che la fa fuori dal vaso pero col Siviglia alla fine il risultato e’ gradevole

  • Nicholas

    A me piace la prima, la seconda è identica a quella del L’pool di questa stagione. Voto: 7,5 e 6,5

  • Di Firenze vanto e gloria

    La Warrior non mi convince per niente, dopo il Liverpool anche il Siviglia si ritrova una maglia “sporca” e bistratta.

  • Tony

    Entrambe promosse, rompono gli schemi stilistici di questi ultimi anni. Dal punto di vista del design e dello stile in generale Warrior sembra essere la Nike di 20 anni fa. Nessuno ha notato la similarita’ tra la maglia away e la maglia home della Nigeria del 1994 firmata Adidas?

  • Swan

    La Warrior mi aveva fatto ben sperare lo,scorso anno con la home del Liverpool e pensavo che il loro stile fosse classico e raffinato ma vedendo i lavori che sono seguiti mi hanno fatto cambiare totalmente opinione nei loro confronti. Questi kit del Sevilla sono migliori dei vari kit away del Liverpool ma mi danno comunque un senso di confusione e mancanza di armonia. Di bello ed interessante c’è la riproposizione del vecchio stemma anche se quello attuale è comunque più che degno. Terribile invece il font di nomi e numeri.

  • misteresse

    Rispolverare il vecchio stemma è una cosa che adoro, ma non è questo il caso…
    Riguardo alle maglie, ne apprezzo molto la personalizzazione e la ricerca dell’innovazione e tutto sommato le maglie risultano molto particolari e aggressive..
    La troppa innovazione però, mi spaventa in parte! non vorrei che porti al troppo stravolgimento delle divise (le home in particolare)..
    Il font scelto per i numeri e i nomi, è davvero inguardabile!!!

  • William

    Come si dice nell’articolo, a prima vista non piacciono, ma poi cominci ad apprezzarle.

    Soprattutto la home.

    Molto belli i pantaloncini away.

    Comunque a me piace di più il logo che c’era prima rispetto a quello vecchio rispolverato ad hoc.

    La maglia away non mi convince troppo.

  • pietro

    la prima non mi piace meglio la seconda.

  • CuadradoDance

    Niente…non ci siamo per niente..lavoro brutto da parte di warrior che non mi era dispiaciuta col liverpool.

  • FDV

    A me questa linea verticale rossa, per di più alleggerita dai tagli diagonali piace. Rappresenta un buonissimo biglietto da visita, con molta personalità da parte di Warrior. Buono il richiamo rigato dietro al colletto.

    Buonissima anche la seconda maglia con la parte alta strisciata. Però non riesco a far combaciare idealmente le righe tra la parti fronte e retro delle foto!

    Rispolverare il vecchio scudetto a mio avviso non era necessario, a differenza dalla situazione Liverbird, ma esteticamente lo gradisco.

  • stefano

    la linea “roja” sembra una cravatta, non mi convince, nel complesso troppi dettagli tipo la mezza luna dietro, non mi piaccimao, mi piace invece la trama del tessutto in tono su tono. voto 6
    away discreta, tropo bavaglino, voto 5,5

  • Vittorio

    La rossa è orrenda sembra quella della Nigeria di tanti anni fa adidas! La bianca passabile ma da warrior dopo le belle divise del Liverpool primo anno mi aspettavo mooolto di più. Un passo indietro

  • 8gazza

    Liverpool Away e queste sono le peggio maglie mai realizzate!!!
    IMBARAZZANTI

  • TITO

    io le trovo belle. geniali. e il recupero del vecchio stemma ad anagramma è stata una grande idea.
    ottimo lavoro.

  • Niccolò Nottingham Forest

    Un lavoro così personalizzato ed esclusivo dovrebbe far contenti i tifosi di ogni squadra, poi si può discutere l’effetto finale, ma apprezzo molto l’esclusivtà che Warrior infonde ad ogni sua creazione.

    Nella Home forse si è messa troppa carne al fuoco, mi piacciono tantissimo tutte e tre le idee prese singolarmente (motivo tono su tono, palo centrale rosso e strisce verticali “a scomparsa”, ma tutte insieme creano un effetto un po’ caotico. Bellissimo il logo antico ripristinato: condivido la speranza dell’autore dell’articolo che questo possa diventare un pò il marchio di fabbrica Warrior.
    Non mi piace invece la pinnetta rossa posizionata sotto le personalizzazioni, fa a botte con lo sponsor ed è a mio avviso un dettaglio inutile; molto bello invece il colletto a polo da cui parte la linea roja. Molto male i font di nomi e numeri. Secondo me Warrior aveva idee a sufficienza per le prossime tre maglie del Siviglia da proporre negli anni a venire anni, invece se le è un po’ bruciate tutte in una volta, ciò non toglie che l’azienda americana abbia fatto un ottimo lavoro. Voto 7

    P.s. per Daniele Costantini: articolo bellissimo come al solito, la somiglianza con la maglia della Mens Sana è più forte qui che per la maglia del Canada come dicevi, ma te ne ho già trovata un’altra! Commenterò away e third appena possibile…

    http://www.calciomercato.it/imagenes/original/NEWS_1323685497_Federico_Marchetti.jpg

  • Niccolò Nottingham Forest

    Avete presente le insegne delle vecchie botteghe da barbiere? Utilizzate già tantissimi anni fa, quando la gente non sapeva leggere e riconosceva il palo a strisce rosse diagonali…

    http://cache1.asset-cache.net/xt/122180101.jpg?v=1&g=fs1%7C0%7CSKP69%7C80%7C101&s=1

    Forse starò azzardando ma qui si è voluto fare riferimento al Barbiere di Siviglia, opera che ha reso la città famosa in tutto il mondo. In questo caso la mia valutazione schizzerebbe da 7 a 10 in quanto sarebbe una citazione veramente sublime… ma temo che sia una casualità.

    Che ne pensate?

    • Roberto

      Secondo me non sono arrivati a tanto… Se fosse così sarebbe veramente da 10! 😀 P.S. ma le strisce delle botteghe nell’iconografia classica non erano bianche, rosse e blu??? O sono stati i barbieri americani ad aggiungere quelle blu??? Me lo sto chiedendo da quando ho letto il tuo post…

      • Niccolò Nottingham Forest

        Premesso che non ho le competenze necessarie per risponderti ti dico quello che mi è capitato di imparare da un documentario dove un tipo vendeva un’antica insegna da barbiere al banco dei pegni (Affari di famiglia su History Channel).
        Ebbene in origine credo 1500-1600, il barbiere era un luogo in cui venivano fatti i salassi oltre ad altre medicazioni. Il palo fuori era bianco rosso e serviva ad essere immediatamente riconosciuto da viaggiatori feriti (diciamo come la croce rossa). Il rosso rappresentava il sangue e il bianco le bende medicali.
        Comunque molte insegne utilizzano anche il blu.. non so, facciamo che quella di Figaro era bianca e rossa, in quanto era tifoso del Sevilla?

      • passionemaglie.it
    • rudiger

      Caro Niccolò, potresti proporti ai grandi brand come “post production justifing manager”. Questa tua ipotesi è degna di spiegazioni mitologiche come le “cime delle alpi” sulle maglie della juve e “i grandi numeri 7” per le recenti righine sulle maglie del celtic. Dico sul serio: hai dimostrato cultura e fantasia. Fossi un manager preoccupato delle reazioni dei tifosi all’ennesimo stravolgimento delle maglie vorrei avere vicino uno che mi trova una spiegazione così, sul momento!
      Per rispondere alla tua domanda, non credo che il povero Figaro c’entri nulla: se avessero avuto ‘sta bella pensata ce l’avrebbero fatta sapere subito con malcelato autocompiacimento.

      • rudiger

        Ps: la traduzione di “post production justifing manager” è “scalatore di specchi” 🙂
        Una figura sempre più richiesta dalle aziende di abbigliamento sportivo.

  • squaccio

    Io invece intravede una “W” che si forma con gli accenni di righe sia dietro la prima maglia che sotto il collo per la seconda…troppa fantasia di nuovo ?
    🙂

  • rudiger

    Mi sembra una maglia cervellotica: una tavolozza troppo piena di idee e stili diversi. Il font pennellato contrasta con la geometria rigida delle strisce tono su tono. Le tradizionali strisce verticali sulla nuca contrastano con la presunta innovazione del palo rosso a tagli obliqui sul davanti. Lo stemma anni ’30 contrasta con tutto il concetto di maglia anti tradizione. E poi tutti quegli “scampoli” di tessuto rosso inseriti qua e la.
    La seconda è più equilibrata e in definitiva migliore.

  • Roberto

    Belle, nel complesso forse meglio la seconda della prima! I pantaloncini della seconda con l’accenno di “palatura” sulla gamba sinistra ricordano da vicino i modelli Adidas di inizio-metà anni ’90, usati anche e soprattutto per squadre nazionali come Spagna, Francia, Usa ecc… Personalmente, mi sono sempre piaciuti!!!

    Voto prima maglia: 6,5 (mezzo voto in più per lo stemma storico)
    Voto seconda maglia: 7 pieno

  • Jaco90

    Verissimo che a prima vista non piaccia e che poi si rivaluti,però forse avrei preferito una linea continua senza interruzioni,così la maglia da l’impressione di voler mettere troppa carne sul fuoco,mi piacciono però lo stemma vecchio e adoro i calzettoni della seconda maglia che non è per niente male nel complesso anche se non sono un estimatore dei colletti alla coreana. Credo che Warrior stia facendo dei buoni lavori,o almeno è apprezzabile l’impegno messo in ogni divisa e l’unicità delle suddette,senza contare il fatto che a differenza di molti marchi nostrani non applichi il proprio marchio in qualsiasi punto libero della maglia per farsi pubblicità.

  • ste2479

    dopo il bavaglino della maglia del PSG ci mancava solo la cravatta !!!
    ah aha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ahah a ha hah a h ah ah ahha h a

  • forzapro

    E queste sarebbero le divise del Siviglia? Se non l’avessi letto non avrei saputo di che squadra si fossero. Non mi piacciono proprio. Per me Warrior ancora bocciata

  • salmone kalou

    una peggio dell’altra e per imbruttirle hanno aggiunto lo stemma vecchio molto meglio quello nuovo tra Siviglia e Liverpool Warrior sta facendo il peggio possibile

  • LM

    Buone, ma mettere insieme uno stemma vintage con un modello così moderno e innovativo, non mi sembra una gran cosa dato che il risultato, almeno per me, delude. La Warrior ha deciso di fare vari esperimenti, alcuni buoni, altri no, come questi kit,troppo innovativi per rappresentare una squadra dalla divisa semplice e pulita come il Siviglia.

  • MauroStregatto

    Semplicemente, le migliori maglie che abbia visto quest’anno, insieme a Chelsea e MUTD.
    La prima voto 9
    La seconda 10 puro
    Naturalmente sno opinioni, ma il fatto che vi siano delle foto e che siano già state usate, rendono l’idea del mio assoluto favore.

  • salvopassa

    C’è un lavoro dietro, c’è uno schema e il risultato non è niente male.
    C’è ancora chi osa, e anche quando fa plateali schifezze – vedi Liverpool third 2012 – almeno non s’è limitata a mettere una banda colorata sulle maniche.
    La seconda mi pare meno interessante, il “bavaglino” non rende giustizia e oltretutto non lo riempirei con strisce così geometriche. Megli riprendere il template della prima con alcune modifiche (niente “cravatta” e lavorare solo sulle strisce oblique).

    Io la chiamo ventata di novità, e non può che rimanere simpatica.
    Se si levano il vizio di mettere insieme 2-3 dettagli che cozzano fra loro, possono fare delle maglie davvero belle.

    E non ultimo: nel bene e nel male stanno creando uno stile, e quindi fanno parlare…

  • andrea89

    Un conto per me è essere originali e avere il coraggio di fare maglie diverse dal solito o particolari (tipo quest’anno celtic home, lione home, aston villa away, e quelle del st. mirren), un altro invece e voler fare gli originali e tirare fuori maglie orribili come queste: la prima sembra essere uscita da una stampante a corto di inchiostro, la seconda (se possibile ancora peggio) sembra ci sia un completo a strisce sotto una tunica rossa.
    Se originale vuol dire fare cose orribili viva la banalità.
    home –> 4
    away –> 2.5

  • MARCO0890

    devo dire che la warrior sta facendo veramente un ottimo lavoro, dopo quelle del Liverpool queste del siviglia sono molto originali:
    voto: 8

  • Pingback: Maglia Siviglia 2014-2015 la linea roja di Warrior()