SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Se siete amanti dello sport, e non solo del calcio, probabilmente avrete già ammirato qualche realizzazione di Fraser Davidson. Il designer con base a Londra si divide fra tre realtà di immagine: Cub Studio, Sweet Crude e Field Theory, con le quali ha dato molti contributi al mondo dello sport.

Ha collaborato direttamente con il Comitato Olimpico Internazionale, NFL, UEFA, NCAA, IIHF, e la nazionale inglese di rugby; ha lavorato anche per realtà strettamente connesse allo sport come ESPN, Fox Sports, Adidas, SB Nation e Fantasy League. Ora, grazie alla collaborazione con Ballr, la sua creatività ha incontrato il mondo del calcio: Davidson ha realizzato delle sintesi dei loghi delle squadre partecipanti ai campionati più importanti, a cominciare da Serie A e Premier League.

I loghi della Serie A di Fraser Davidson

Loghi Atalanta, Bologna, Cagliari, Chievo e Crotone di Fraser Davidson

Empoli, Fiorentina, Genoa, Inter e Juventus

Lazio, Milan, Napoli, Palermo, Pescara, stemmi Davidson

Roma, Samp, Sassuolo, Torino e Udinese

I loghi della Premier League di Fraser Davidson

Loghi Premier League di Frase Davidson per Ballr

Il prossimo campionato ad essere realizzato sarà la Liga: potremo così vedere anche Barcellona e Real Madrid in questa versione minimale.

Quale preferite tra questi loghi? Ce n’è qualcuno che vorreste vedere al posto dell’originale?

  • boogie

    Quelli del Bologna e del Milan sembrano quegli adesivi rotondi tarocchi che andava di moda attaccare alle vecchie targhe sul “bollo” sopra quello dello stemma della repubblica nei primi anni 90 (nn so se qualcuno si ricorda). In particolare sono uguali a quelli del Parma che avevo sul motorino!
    Per il resto, voler sintetizzare i concetti e la tradizione in simbolo per poi rappresentare la Roma con un lupo che ulula alla luna, il Napoli con un cavallo e la Juve con un toro significa nn aver capito un beneamato…
    Inoltre non si rispetta l’araldica, cosa fondamentale al di là della “tecnica grafica” per esempio nel Genoa dove il grifone non è rampante. E non è la stessa cosa.
    L’unico che migliora è quello del Sassuolo, che è il più brutto del globo terracqueo.

    Graficamente in generale non mi piace lo stile , specialmente con quei contorni così marcati.

    rispetto al massimo il curriculum dell’autore, ma voto zero assoluto.

    • Pietro Gallo

      Il primo simbolo del Napoli era un cavallo rampante.

      • boogie

        ah, non lo sapevo, rettifico per quanto mi sembri comunque poco rappresentativo attualmente.

  • Angelo Di Bello

    Lo stile non dispiace, ma alcune scelte sono davvero inspiegabili.

    Una su tutte la mezzaluna sopra la lupa per la Roma. Vuoi o non vuoi fa venire in mente un club Arabo.
    Alcuni in ogni caso sono belli al colpo d’occhio. Cagliari, Fiorentina, Lazio, Udinese.

    L’araldica dei club di Premier è troppo lontana da questo stile per non far storcere il naso, di quelle venti l’unica a fare un discreto effetto onestamente è il Crystal Palace.

    • Franz

      lo “Suonsi” ha il suo fascino

      • Angelo Di Bello

        Lì il problema è che la versione del Cigno attuale appare paradossalmente più moderna e (a mio avviso) azzeccata di quella proposta qui.

  • Emanuele

    Bell’esercizio di stile, questo sì, risultati altalenanti.
    In ITALIA abbiamo già stemmi molto stilizzati e quindi fare qualcosa di meglio risulta difficile difficile.
    Bologna, Milan, Cagliari, Chievo, Fiorentina sono praticamente gli attuali con esclusione di lettere e numeri.
    Inter, Pescara, Genoa, Samp, Roma, Lazio decisamente peggiorativi di quelli attuali.
    Atalanta, Palermo, Torino, Napoli belli ma non li cambierei con quelli in uso.
    Empoli e Sassuolo mi piacciono.
    Anche Crotone bello ma semplificherei maggiormente.
    Udinese leverei la palla.
    Juventus simpatico ma (unico) brutto.

    Premier.
    Buoni risultati, in alcuni casi addirittura molto buoni (WBA, Swansea, Leicester, Palace).
    Personalmente non mi entusiasma molto la troppa araldica degli stemmi in Inghilterra e quindi una semplificazione mi aggrada (consapevole di come per loro sia sacra e quindi difficilmente attaccabile).

  • hereandthere

    Paradossalmente quelli più riusciti sono quelli che assomigliano di più ai loghi reali: Milan, Bologna, Chievo, Cagliari. Perché se minimal deve essere che almeno sia minimal puro. Gli altri sono fin troppo arzigogliati e confusi.

    In generale quello del Milan mi piace molto. La forma ovale attuale non è il massimo però il disegno di base mi piace tuttora, e questa versione lo conferma.

  • Erry

    Boccio tutto il progetto per la somma dei motivi già espressi (e credo che se ne potrebbero aggiungere altri… )
    MA
    promuovo il logo realizzato per il Sassuolo, che privilegia l’identità dando spazio al blasone cittadino, mantiene comunque una continuità visiva con quello attuale e, SOPRATTUTTO, non sembra più la brutta copia dello stemma del Barcellona (roba da squadra del fantacalcio)!
    Spero che Squinzi ci faccia un pensierino…

  • Franz

    Atalanta non male, I capelli nero-blu sono davvero una buona idea.
    Empoli originale, in un certo senso rispecchia e rispetta l’idea del monogramma.
    Inter e Juve sembrano loghi del far west: lo sceriffo e il cow boy, mamma mia…

  • Daniele Costantini

    Com’è già stato fatto notare, la Serie – e in generale il calcio italiano – già vantano in gran parte dei casi degli stemmi graficamente molto semplici, pertanto l’impatto di simili operazioni grafiche risulta abbastanza debole; al contrario il calcio inglese, con tutta la sua storica e soprattutto articolata araldica, ne risulta decisamente rivoluzionato.

    Nel merito della Serie A, come detto, questo minimalismo esasperato non dà forse i frutti sperati, trovando probabilmente gli unici risultati di rilievo con Chievo, Fiorentina e in particolar modo Atalanta: in quest’ultimo caso, trovo davvero accattivante questo stile grafico molto affine alla sand art. Degni di nota anche Torino e, soprattutto, Napoli, quest’ultimo per lo stimolo di riportare in auge lo storico cavallo rampante degli albori (prima che dei pessimi risultati sportivi, lo trasformassero nell’immaginario collettivo in un decisamente meno nobile ciucciariello…)

    Non mi fa impazzire il crest ideato per il Sassuolo, ma fossi nel patron Squinzi contatterei immediatamente Davidson per acquistarne i diritti: ho già espresso in passato il mio negativo giudizio circa l’attuale stemma catalan… pardon, sassolese! 😀

    Non incontrano i miei favori, invece, le idee per Inter e Juventus. Per i nerazzurri, trovo fuori luogo fare della stella – un riconoscimento sportivo, peraltro suscettibile di mutamento nel tempo, e non un simbolo societario – il fulcro dell’identità societaria; e poi, quello “stellone” fa tanto Saint-Etienne… o Sanpellegrino. Mentre per i bianconeri, beh, semplicemente la Juve non è il Toro! 😀 . Per oltre un secolo, all’interno dello stemma juventino, il toro comunale è stato solo un piccolo fregio che rimandava alle origini cittadine, mai parte dell’iconografia bianconera; inoltre, così disegnato, quel toro è molto più adatto ai Chicago Bull!

    Il peggior risultato, però, a mio avviso arriva con l’Empoli: un restyling che finisce per essere forse anche peggiore, dell’attuale stemma utilizzato dai toscani da qualche anno a questa parte. E nello specifico, ancora non mi capacito di come la società abbia voluto cancellare la storica Collegiata – quello che per me, era uno dei più eleganti stemmi calcistici d’Italia -, per far spazio a un incomprensibile trigramma… 🙁

    Come accennato, al contrario la Premier League offre spunti maggiori in fatto di rielaborazioni, e devo dire che qui la qualità media del lavoro si alza notevolmente, tanto che non trovo una proposta che non incontri i miei favori.

    Forse il più debole, l’unico, è il lavoro inerente il Mancherter United, davvero troppo “sempliciotto” quanto a impatto visivo… al contrario, trovo veramente ottimi Arsenal, Everton, Swansea e Leicester, che potrebbero tranquillamente sostituire dall’oggi al domani gli attuali crest dei succitati club. E non sarebbe affatto un downgrade, tutt’altro.

    • Eugenio

      Quello dell’Arsenal secondo me in particolare fa notare un forte distacco con gli stemmi veri che si sono susseguiti… Non riuscirei proprio a vedere i Gunners (per i quali provo molta simpatia) con uno stemma cosi minimal in confronto ai più “barocchi” o comunque più sofisticati stemmi della sua storia, in particolare quello più bello di sempre:http://kassiesa.net/uefa/clubs/images/Arsenal@3.-old-logo.png

      • Daniele Costantini

        Guarda, il vecchio stemma dell’Arsenal che hai linkato – così come tutte le sue varianti susseguitesi nel tempo (ne ricordo una dele ultime, con “cascata” di oro…) – sinceramente non ha mai incontrato i miei favori: sia perché troppo “barocco” – per te è un punto a favore, mentre per me una nota dolente, anche a fronte dell’ipertrofica araldica calcistica inglese -, sia soprattutto perché trovo che quasi svilisca il cannone – al contrario, a mio avviso elemento focale dello stemma – in favore di quel logotipo goticheggiante.

        E infatti per tanti anni, sulle maglie dell’Arsenal ci finì solamente l’archibugio (bellissimo!), mentre poi negli anni 90, il logotipo salì sempre più alla ribalta come vero e proprio wordmark a se stante, usato come “stemma secondario” su pantaloncini e calzettoni – tanto che il club finiva per identificarsi quasi più solo con quella “A” maiuscola. E ricollegandomi all’odierno stemma dell’Arsenal, pur non ritenendolo perfetto avrà sempre il mio plauso, per aver ridato centralità allo storico cannone (come accade in questo lavoro di Davidson).

        https://uploads.disquscdn.com/images/1c183cf856eff2a05eaf2353c5f49b58e625def42d8666f55ced5eacae2ee593.jpg

        • Eldarion

          Ma non è un cannone?

        • Daniele Costantini

          Scusa mi sono perso, a cosa ti riferisci di preciso?

        • Eldarion

          Archibugio…a me sembra un cannone.

        • Daniele Costantini

          Archibugio.. arma da fuoco… cannone… ho solo voluto evitare una ripetizione (anche perché avevo scritto più volte il termine “cannone”, mi pareva impossibile fraintendere… 😀 ). E anche se il nome identificava da principio unicamente l’antenato degli odierni fucili, oggi con “archibugio” si può intendere in senso ampio (e scherzoso) qualsiasi vecchia e malandata arma da fuoco.

        • Eldarion

          Attenzione, l’archibugio non te lo puoi fumare 🙂

  • Sassà93

    alcuni sono imbarazzanti ma vedo che sono fatti per un’app quindi ci sta che per motivi di copyright non siano proprio loghi che possano sostituire quelli attuali

  • Edoardo C.

    I più belli sono Sassuolo, Crotone e Sampdoria poi Udinese, Cagliari e Genoa poi Milan, Bologna e Atalanta poi Lazio, Torino e Chievo poi Fiorentina, Palermo, Pescara e Empoli i più brutti Napoli, Juventus, Inter, e soprattutto Roma

  • olè

    questi loghi mi piacciono parecchio e sono sicuramente meglio rispetto a quelli in stile juventus, basati sul nuovo logo, dei loghi così squadre come milan, juve, lazio, pescara, crotone, torino e samp dovrebbero adottarli subito ad occhi chiusi! le altre con qualche ritocco, sarebbero perfetti, in ogni caso trovo che quelli della serie A risultino nel complesso migliori rispetto a quelli della premier.