SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Giunta alla quarta partecipazione ad una fase finale di un Campionato Mondiale di calcio, la nazionale iraniana ha presentato i kit con i quali affronterà l’avventura brasiliana dal prossimo 16 giugno, giorno in cui giocherà la partita d’esordio contro la Nigeria.

Le nuove divise sono state realizzate dal brand tedesco Uhlsport, che nella prossima edizione dei mondiali sponsorizza solo l’Iran, e sono state svelate nel corso di una cerimonia all’Olympic Hotel Drsaln.

Iran kit Brasile 2014 Uhlsport

Due divise le cui maglie attingono a due differenti template utilizzati dal marchio tedesco. La maglia casalinga, infatti, è basata sul modello Uhlsport Liga Templaterecentemente impiegato per la realizzazione della maglia da trasferta del Monaco 1860. La prima maglia del Tim Mellì è, dunque, essenzialmente bianca con dettagli in verde e rosso a comporre i colori della bandiera iraniana. Sul pannello frontale fa capolino una striscia rossa orizzontale che parte dalla manica sinistra, attraversa il petto ma si ferma a ridosso dell’altra manica.

Maglia Iran 2014 Mondiali

Un disegno a V in bianco interrompe questa banda rossa all’altezza del collo, dando l’illusione di uno scollo a V ma sostanzialmente si tratta di un inserto che va ad impreziosire e ad interrompere un colletto a giro bordato in verde. Lo stemma dell’IRIFF, la Federazione Calcistica della Repubblica Islamica dell’Iran, è apposto direttamente sul campo bianco della maglia, quest’ultimo decorato nella parte inferiore da un watemark che raffigura il ghepardo asiatico, anche detto cheetah.

Il kit viene completato da pantaloncini e calzettoni bianchi con questi ultimi a riprendere letteralmente la bandiera iraniana.

Seconda maglia Iran 2014 Uhlsport

Un colore più intenso e dettagli grafici più evidenti, invece, caratterizzano la maglia da trasferta degli iraniani. Il rosso della casacca e il verde del bordo maniche e del girocollo sono i colori che riempiono il template Match Uhlsport 14-15, un modello diverso rispetto alla maglia casalinga.

Anche qui compare il watemark del ghepardo asiatico, ancora più evidente e più grande rispetto alla maglia casalinga ma questa volta incorniciato parzialmente da una grafica geometrica fatta di rettangoli allineati orizzontalmente e verticalmente. Il kit si completa con pantaloncini rossi e calzettoni a riprendere tutti e tre i colori della bandiera iraniana.

Divise Iran 2014 Uhlsport

Queste, dunque, le divise che gli iraniani indosseranno nel prossimo mondiale brasiliano e che, visto il disegno del ghepardo su di esse, avranno anche lo scopo di sensibilizzare gli spettatori di tutto il mondo verso l’estinzione di questa specie animale.

Sulla questione del watemark, tuttavia, è stato sollevato un leggero alone di mistero rispetto al fatto che avrebbe potuto violare il regolamento FIFA.

Secondo la stampa iraniana la FIFA avrebbe posto il veto sul disegno attraverso una lettera in cui spiegava che far comparire il felino sulle maglie avrebbe implicato il loro l’appoggio a favore della causa e, quindi, non si voleva creare un precedente che avrebbe potuto portare le altre federazioni nazionali a chiedere l’appoggio FIFA in campagne simili. Tuttavia, il responsabile della campagna per la salvaguardia del ghepardo asiatico, Hooman Jokar, ha smentito questo divieto a ridosso della presentazione delle maglie, sottolineando che non c’è stata alcuna opposizione da parte della FIFA e per questo il ghepardo compare sulle divise della nazionale.

Kit Iran World Cup 2014

A attendere l’Iran, oltre alla Nigeria, ci saranno Argentina e Bosnia Erzegovina. Un girone non certo semplice per una squadra che non è mai approdata agli ottavi di finale di un campionato del mondo.

Come giudicate il lavoro di Uhlsport per gli iraniani?

  • squaccio

    La prima siamo sul 7 nonostante non mi piace l’asimettria dei dettagli;
    la seconda sul 5 perchè mi sembra banalotta e troppo riconducibile ad altre nazionali (Portogallo e Marocco).

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Direi che sono entrambe valide come divise.
    La home mi piace, ma come per la maglia da trasferta del Monaco 1860 non mi convince l’asimmetria creata dalla banda rossa che continua la sua corsa su una manica mentre sull’altra s’interrompe. Mi piace invece, anche se asimmetrico, l’inserto verde sulla spalla sinistra che crea così l’effetto bandiera iraniana. Bello anche il ghepardo asiatico in trasparenza.
    Restando sulla divisa home mi piacciono parecchio anche i calzettoni.
    Passando alla maglia away mi pare buona e appropriata per l’Iran. In questa divisa però i calzettoni lasciano un po’ a desiderare.

  • FDV

    Sono piacevolmente colpito da queste divise realizzate dalla Uhlsport.

    Il modello della prima maglia, oltre che già visto non mi fa impazzire, ma con questi colori lo gradisco, in particolare per l’effetto bandiera sulla spalla sinistra, dove è presente anche un inserto verde.

    Ottimi i calzettoni, tutti incentrati sul ricreare anche qui la bandiera, un particolare che per i miei gusti dovrebbe essere un dogma per molte nazionali.

    Mi piace molto la seconda maglia, nonostante riconosca che non abbia nulla di eccezionale. Gradisco in particolare le tonalità dei colori e la fantasia geometrica verde su rosso, un effetto praticamente vedo non vedo.

    Trovo bellissimi anche in questo caso i calzettoni, colori disposti seguendo la bandiera ma elaborati con un ottimo stile.

    Chiudo con il ghepardo tono su tono: ormai non è più un tipo di soluzione definibile originale, ma senza dubbio aiuta a dare più anima alle maglie.

  • boogie

    Ma x entrare nelle FIFA serve un master internazionale in stupidità???

  • Swan

    Due kits davvero modesti. Il template della home non mi piaceva già sulla maglia away del Monaco 1860, ancora meno su questa dell’ Iran. La away è di una banalità incredibile, così come i calzoncini di entrambi i kits, unica nota positiva i calzettoni. L’inserimento del ghepardo non mi piace in quanto non ho mai apprezzato serigrafie varie sulle maglie da calcio ma mi auguro che serva in qualche modo a sensibilizzarne la salvaguardia della specie.

  • TITO

    i calzettoni sono bellissimi.

  • MARCO0890

    Devo dire che queste maglie sono veramente belle secondo il mio punto di vista.
    il disegno del ghepardo le rende ancora più particolari.
    molto belli anche i calzettoni della home

  • Eugenio

    Nella loro semplicità mi piacciono.

    HOME : La prima è quella che mi piace di meno. Avrei preferito una personalizzazione migliore. Il ghepardo è troppo piccolo, preferisco nella versione away. Mi piace comunque la ricerca del tricolore su questa maglia, come nei calzettoni.

    AWAY : La più carina. Quella meno scontata anche. Meglio questo colletto girocollo e la serigrafia del ghepardo rispetto a quelle della home.

    Voti 7 – 8

  • Niccolò Nottingham Forest

    Davvero interessanti, cercherò in tutti i modi di acquistare quella rossa.
    Curioso di vedere se i numeri sul pannello frontale “disturberanno” il bellissimo disegno del ghepardo.

    A proposito, una soluzione un pò troppo simile a quella proposta da Puma per la nazionale del Gabon. In quel caso si trattava di un leopardo.

    http://www.footballkitnews.com/wp-content/uploads/2011/11/New-Gabon-Kit-2012-Africa-Cup-of-Nations-Jersey.jpg

  • VIto76

    Maglia anonima quella home dove predomina troppo il bianco e con la striscia rossa trasversale che attraversa il petto a spezzare l’egemonia del bianco.Aldila’ dello sponsor tecnico non cosi’ noto rispetto ai colossi dell’abbigliamento sportivo direi che e’ una maglia che non mi dice molto perche’ come detto e’ praticamente bianca con quella striscia trasversale rossa a spezzare il bianco ed il colletto verde riprendendo la bandiera dell’Iran.La campagna di sensibilizzazione sul ghepardo asiatico e’ un bel gesto su una razza in via di estinzione pero’ purtroppo si nota pochissimo perche’ il disegno e’ troppo leggero e dall’alto nelle partite dell’Iran in TV non si verdra’ proprio se non con primi piani al disegno ed anche in quel caso non ci si fara’ molto caso al ghepardo disegnato sulla casacca.Avrebbero dovuto fare un disegno un po piu’ evidente se ci tenevano a questa campagna di sensibilizzazione e rendere il disegno piu’ visibile e la casacca avrebbe anche acquistato piu’ fascino essendo in quel caso meno spoglia di com’e’.Per dare un voto alla maglia io do un 4 perche’ aldila’ che e’ spoglia sembra una maglia astratta di sponsor tecnici minori che si trovano nei negozi di abbigliamento sportivo che uno compra per giocarci a calcetto con gli amici oppure maglie di squadre dilettantistiche sempre di calcio a 5 dal costo limitato e se non fosse per lo stemma della federazione iraniana si puo’ affermare che e’ una maglia di quel tipo.L’Uhlsport ha toppato in un’altra cosa ovvero nell’assenza della scritta IRAN sul petto che nella casacca della nazionale medio-orientale e’ rappresentativa essendo il simbolo indiscusso di questa nazionale che per anni ha avuto la scritta tricolore sul petto come segno distintivo distinguendosi da altre nazionali proprio da questa scritta che rendeva la casacca unica nel suo genere.La scritta poteva essere un’altra cosa che avrebbe reso la maglia meno anomima ma evidentemete la FIFA non avrebbe approvato la scritta volendo tutte le nazionali con maglie “pulite” e senza scritte grandi sulla parte frontale della maglia ma se non altro in piccolo sotto lo stemma federale si poteva inserire.Della Home salvo i calzettoni che presentano quelle striscie rosse e verdi ma confermo il 4 alla maglia ed un 5 scarso ai calzoncini.La Away invece mi piace molto di piu’ perche’ si presenta con un completo rosso scuro e bordato di verde sul colletto e sulle maniche con quelle serigrafie sulla parte alta della maglia e con i calzettoni fantasiosi con la parte centrale con righini orizzontali bianco-rossi che divide il risvolto verde dal rosso che e’ presente sugli stinchi.E’ un peccato che l’Iran giochi con la maglia bianca per quanto riguarda la home perche’ la away e’ molto ma molto piu’ bella e fantasiosa e dovrebbe invertire le maglie facendo diventare la away quella home .Voto alla maglia home 6,5,calzoncini 6 e calzettoni 7.

    • VIto76

      Volevo dire away:Voto alla maglia away 6,5,calzoncini 6 e calzettoni 7.

  • VIto76

    Lo so che non centra niente con l’articolo e mi scuso ma fremo dal sapere quando ci saranno le anticipazioni qui sul sito sulla divisa dell’Olanda per i prossimi mondiali.Rinnovo le mie scuse se sono andato fuori tema.

  • LM

    Davvero molto belle, ottimo lavoro di Uhlsport, vecchia conoscenza del calcio italiano. I modelli sono sulla base della prima maglia della Lazio, ma con ovvie ed opportune modifiche. Bellissimo il ghepardo, che rende questa maglia ancora più esclusiva e unica. Davvero due belle divise, sopratutto quella bianca, complimenti a Uhlsport.

  • dedede

    Finalmente un articolo su maglie straniere interessante!!comunque le maglie secondo me sono tutte due da 6

  • Tux

    La seconda fa il suo bel lavoro da away e lo fa bene.
    la prima non mi convince, per l’away di un club va anche bene, come home di una nazionale non ce la vedo, anche se apprezzo lo sforzo di ricreare la bandiera.
    approfitto dell’occasione per ricordare con nostalgia l’Iran degli anni 90, partecipazioni dignitosissime alle competizioni internazionali (anche se si era comportato bene anche nei mondiali del 78) e vetrina per un gran bel giocatore troppo sottovalutato in carriera, lo sgusciante e talentuoso Madavhikia, e perdonate la grafia incerta 🙂

    Passione, hanno presentato la Centenaria del Cosenza che verrà indossata nel compleanno del 23 febbraio, i tifosi non ne sono granché entusiasti, ne farai un articolo?

  • Lord Balod

    Maglie stilisticamente pulite,lasciano tuttavia la sensazione che si potesse fare qualcosa in più…i calzettoni spaccano!!!!

  • Giorgiol02

    Maglie semplici bella idea quella del ghepardo

  • Adriano

    l’elemento stilistico di risalto dovrebbe essere il ghepardo ma questa maglia come quella del belgio indossata e sopratutto sudata non lo evidenzia più sul corpo facendolo apparire un disegno astratto. una maglia mal disegnata e mal riuscita voto -4-

  • Pingback: Maglie Nigeria Mondiali 2014, un look rinnovato di adidas()