SoccerHouse24 - Scarpe da calcio ACE 16 e Magista Dark Lightning



Esilio. Probabilmente questa è la parola più adatta per rappresentare il decennio in cui la nazionale tedesca non ha più indossato una maglia verde.

L’ultima volta in una gara ufficiale fu l’1 Settembre 2001 all’Olympiastadion di Monaco.

Formazione tedesca contro l'Inghilterra Jancker con la maglia della Germania

Perchè la Germania giocò quella partita interna con la seconda maglia?

Per capirlo bisogna tornare indietro al 7 Ottobre del 2000.  Un sorteggio sorprendentemente intelligente aveva messo Germania e Inghilterra nello stesso girone di qualificazione per il mondiale 2002. Fu così che l’ultima partita disputata nel vecchio stadio di Wembley prima della demolizione potè essere l’iconica sfida tra le due nazionali, già protagoniste sullo stesso campo nella finale del 1966.

Ovviamente gli inglesi non persero l’occasione di rigiocare quella partita storica con la maglia rossa. Ma finì male, 0-1 con gol di Dietmar Hamann.
Hamann segna contro gli inglesi  Hamann nel 2000 Inghilterra-Germania nel vecchio Wembley

Anche nella partita di ritorno si giocò a maglie invertite, home kit per l’Inghilterra e Germania in verde. Sul campo si consumò la vendetta inglese:  la più disastrosa sconfitta interna della nationalmannschaft in epoca moderna.

Germania-Inghilterra 1-5.
Tabellone Germania-Inghilterra Esultanza di Michael Owen

Da quella serata storicamente negativa, niente più verde per le maglie da trasferta, fino a quella appena presentata per l’Europeo 2012.

Nel 2002 Adidas propose una maglia con due tonalità di grigio, antracite su maniche, retro e fascia orizzontale sul petto, argentato nel resto.
Germania away 2002-2004 Particolare Germania away 2002 Ballack in Germania-Isole Far Oer

Nel 2004 si passò al nero. Una maglia molto aggressiva, con le tre strisce bianche e dettagli giallorossi sul colletto.

Germania seconda maglia 2004-2005 Ballack nel 2004 con la Germania Stemma DFB maglia Germania 2004

Novità solo un anno dopo in occasione della Confederation Cup 2005 giocata in Germania. Su idea del commissario tecnico Jurgen Klinsmann, dal nero si passò al rosso. L’ex interista era fermamente convinto che le maglie di colore rosso dessero un vantaggio psicologico in termini di aggressività ai giocatori che le indossavano.

Podolski Germania 2005 Podolski con Klinsmann

Non contento nel 2006 Klinsmann avrebbe fatto pressioni per giocare i Mondiali di casa con la maglia rossa, ma fortunatamente vinse la tradizione. La nuova casacca da trasferta presentava il lato destro nero e le tre strisce bianche. Esordì in amichevole a Firenze, dove l’Italia si impose per 4-1.

Germania divisa away 2006-2008 Ballack in Italia-Germania Inghilterra-Germania a Wembley

Tedeschi ancora rosso con palo centrale nero nel 2008, rifiniture dorate e lo stemma della DFB al centro. Sul retro era impressa l’aquila imperiale, direttamente nel tessuto.
Miro Klose con la divisa tedesca rossa Dettaglio aquila divisa Germania

Di nuovo nero nel 2010, maglia con cui affossarono 4-0 l’Argentina nei quarti di finale del Mondiale.
 

E nel 2012 finalmente finisce l’esilio, la nazionale tedesca ritorna al tradizionale verde.

Quale colore preferite per la Germania tra il verde e quelli presentati in questo decennio?

Photocredit: classicfootballshirts.co.uk – schwarzundweiss.co.uk – bbc.co.uk