SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike



Voliamo in Africa per scoprire delle maglie decisamente esotiche: quelle della nazionale del Botswana, qualificatasi a sorpresa per la Coppa d’Africa 2012 che inizierà tra pochi giorni in Gabon e Guinea Equatoriale.

La casacca del Botswana firmata All Kasi

Le divise sono prodotte dalla All Kasi, piccola azienda locale, che per l’occasione ha deciso di rinnovare l’immagine dei calciatori del Botswana ispirandosi al loro soprannome: le zebre.
Ed è proprio il mantello dell’animale a fare da protagonista nella maglia home, che prevede maniche nere e corpo zebrato, con colletto celeste, colore che era dominante nella precedente divisa. Calzoncini e calzettoni sono neri con rifiniture celesti.

Prima maglia Botswana 2012

La maglia da trasferta è bianca con delle striature ondulate celesti e nere. Stesso discorso per i calzoncini. I calzettoni sono bianchi con fascia orizzontale celeste. Sul petto oltre allo stemma federale sul cuore c’è uno scudetto con i colori della bandiera nazionale sul lato opposto, mentre al centro troviamo il logo della All Kasi.

Seconda maglia del Botswana da trasferta Collezione All Kasi per il Botswana 2012

Vale la pena fare qualche salto indietro nel tempo per rivedere altri casi in cui il manto della zebra ha caratterizzato divise da calcio e non solo.
Iniziamo dai primi anni ’90 con un modello di maglia da portiere della Reusch molto diffuso all’epoca, che raggiunge il suo apice nella versione utilizzata da Pagliuca nella Sampdoria. Tipico design astratto anni ’90 con parte inferiore della maglia zebrata.

Proseguiamo con una terza casacca della Juventus, probabilmente mai utilizzata nella stagione 1996-1997. Prodotta dalla Kappa, nera con un muso di zebra stilizzato sul corpo ed inserti a punta gialli sulle maniche. Curiosa la disposizione dello sponsor in diagonale per assecondare il design della maglia. Si è vista più frequentemente la versione da portiere a colori invertiti.

Maglia Juventus 1996-1997 nera

Andiamo in Germania dove nel 1998-1999 Diadora reinterpretò la maglia del Duisburg, solitamente a strisce orizzontali, proponendo una casacca bianca con maniche ed inserti zebrati lungo i fianchi azzurri. Presente anche il profilo della mascotte del club tono su tono al centro della maglia.

Prima casacca del Duisburg nella stagione 1998-99

Infine facciamo un salto nel ciclismo, dove Mario Cipollini tra le tante eccentriche tute indossate in carriera, ne ha portata anche una completamente zebrata.

Via piacciono le nuove divise del Botswana?
Ricordate altri esempi di maglie zebrate?

Photocredit: classicfootballshirts.co.ukfootball-uniform.seesaa.net


  • Alessio

    Davvero belle ed originali. Inoltre il nero ed il celeste stanno molto bene insieme.
    Sarei curioso di vedere il retro della zebrata.
    Unico appunto è che forse le due divise sono un pò simili…

  • guerra35

    Maglie molto folcloristiche…ma a me non piacciono

  • Matteo23

    Molto kitsch. Bella quella della Juve, ma blu al posto del nero sarebbe stata perfetta

  • hangingjudge

    da notare i calciatori che fanno la foto per la presentazione…in ciabatte! ma il retro è tutto bianco??

    • rudiger

      però le ciabatte sono intonate alle maglie 🙂

    • Gluko

      Uno sembra addirittura in mocassini..il primo da sinistra…fantastici!!!

    • William

      Li avevo notati anche io quelli in ciabatte! Spettacolo!! 😀

  • http://www.liveshow-nicolaprati.com 19nick87

    Belle le maglie, unici due appunti: nella prima maglia il logo dello sponsor tecnico in celeste si vede poco, in nero sarebbe stato più visibile. Poi per la seconda maglia, bisognerebbe capire in campo se si nota bene la inferenza con la prima, che ha già tanto bianco nel design, secondo me era meglio farla di fondo azzurra con gli inserti neri e bianchi (anche per non staccare troppo col passato, visto che la prima maglia fino adesso era azzurra). Tre domande: come mai lo scudetto con la bandiera nazionale sulla prima maglia non c’è? Come mai si dice che la maglia di pagliuca era della reusch ma nella foto c’è il logo Asics? È stato coperto? Ultima 🙂 : non ci sono foto della versione da portiere della maglia della Juve a colori invertiti? P.s. 1000 volte meglio la zebra nero-gialla che l’inutile stella mozza su fondo fucsia evidenziatore della tanto millantata Nike! 🙂

    • http://www.liveshow-nicolaprati.com 19nick87

      Riguardandola bene, la seconda maglia ha i loghi troppo alti, quasi sulle spalle..non mi piacciono! Uniti a quel che ho detto prima sui colori, direi che non è all’altezza della prima! Promossa la prima e bocciata la seconda divisa!

    • FDV

      Sulla presenza o meno dello stemma del Botswana non saprei bisognerebbe chiedere alla federazione ed alla All Kasi.

      La maglia della Juve in giallo eccola qui
      [img]http://img26.imageshack.us/img26/1340/peuz.jpg[/img]

      La maglia è della Reusch ma è marchiata Asics perchè fino a metà anni ’90 la maggior parte dei portieri indossava maglie di marche come Reusch o Uhlsport, i cui loghi venivano coperti con quelli dello sponsor tecnico della squadra.
      Ecco un altro esempio: Zenga con maglia Uhlsport con logo coperto da quello della Le Coq Sportif. Ma si potrebbero fare centinaia di altri esempi.
      [img]http://img259.imageshack.us/img259/191/zegna.jpg[/img]

      • http://www.liveshow-nicolaprati.com 19Nick87

        Coperto “benissimo” direi nel caso di Zenga.. 😀

        Per la maglia della juve: come mai nella versione da portiere c’è lo sponsor “Sony Minidisc” e nella terza solo “Sony”? So che in quegli anni di sponsorizzazione “Sony” la Juve aveva avuto sia il logo “Sony” da solo che affiancato a “Minidisc” ma non mi ricordo che stagioni erano… è la stessa?

        • squaccio

          Mi pare che un’annata la juve fosse solo “sony” e l’anno dopo “sony minidisc”.

        • FDV

          La nera è la terza maglia del 1996-97, quella gialla indossata da Peruzzi è del 1997-98 come si vede anche dal tricolore sul petto, e quell’anno la Juve.

          Su Sony e MiniDisc è stata una bella alternanza. Nel precampionato 95/96 addirittura avevano MiniDisc grande e Sony in piccolo sotto. E Sony è tornato anche nel 99-00 per le coppe europee.

      • William

        Anche Sebastiano Rossi addirittura nella famosissima finale di Coppa Campioni Milan-Barcellona 4-0 aveva maglia non Lotto ma Uhlsport (https://fbcdn-sphotos-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash4/223051_10150170999986949_22069831948_7213335_350323_n.jpg).
        Il Milan per tanti anni ha avuto le maglie da portiere fornite da Uhlsport e copriva mai il marchio. Ora chiedo a passionemaglie come mai c’era questa usanza? Gli sponsor tecnici non spendevano soldi per creare maglie da portiere?

        Quanto alla maglia nera della Juve, quella in foto ce l’ho e la pagai 20 mila lire in un negozio vicino casa mia.

        La juve invece aveva come sponsor Sony Mini Disk sulla maglia rosa del centenario (anche quella ho) 😉

        Tornando in tema, dico che le maglie del Botswana mi piacciono entrambe, senza difetti!

        • FDV

          Tra gli anni ’80 e metà anni ’90 Uhlsport e Reusch dominavano incontrastate tra i pali. Erano altamente specializzate in materiale per portieri ed hanno praticamente cambiato l’immagine e la sostanza delle loro divise. In particolare dal 1990 colori sgargianti, design astratti, imbottiture come non se ne vedono più neanche oggi, sui gomiti, sulle spalle, sul petto, inserti trapuntati.. ed i contratti di fornitura tecnica evidentemente erano meno strutturati rispetto ad oggi, dunque queste due aziende avevano praticamente conquistato il ruolo del portiere. A memoria mia solo l’Adidas mantenne una certa continuità a cavallo dei due decenni con dei modelli di maglia paragonabili, mentre le altre si limitavano a piazzare il proprio logo sulla maglia.

          Capitava anche in partita i due portieri avversari avessero la stessa maglia. Capitò mi pare in un Brescia-Roma del 1992-93 ed in quel caso l’arbitro neanche ritenne necessario un cambio di maglia.

          Poi da metà anni ’90 è finito questo fenomeno. Ad esempio la Juve dal 94/95 con la maglia della Kappa grigia a sfumare in nero con le due stelle sulle spalle. Le squadre Asics in Italia ebbero il primo modello personalizzato nel 1996/97

        • William

          Grazie per la delucidazione FDV 🙂

          Sono portiere e on amo le maglie imbottite o a maniche lunghe. Gioco sempre a maniche corte (un pò come Abbiati) e preferisco usare le maglie dei giocatori di movimento piuttosto che quelle da portiere, perché ritengo queste ultime troppo ingombranti.
          Quanto all’equipaggiamento tecnico però Uhlsport e Reusch non hanno rivali (anche se per i guanti preferisco da sempre Puma).

        • FDV

          Anche io gioco in porta, ma a meno che non si giochi a Giugno prediligo la manica lunga, per evitare gomiti sbucciati ed escoriazioni varie, mi bastano quelle alle gambe.

          Di maglie da portiere ne ho una quindicina, tra imbottite e più moderne, ma quella che preferisco in assoluto esteticamente e come materiale è una maglia da portiere della Francia del mondiale 2010 TechFit. Il materiale mi ha conquistato, 0 ingombro, resistente, non fa una piega, da proprio l’idea di futuro.

        • squaccio

          Io direi che la morte totale delle divise da portiere con sponsor tecnico diverso dalle altre cominciò quando furono introdotti nomi & numeri, annata 1995 – 1996.

        • William

          Dove l’hai trovata quella della francia 2010 da portiere techfit?? L’avrai pagata un occhio della testa! :s
          Quanto alle escoriazioni ai gomiti ed alle ginocchia risolvo con delle pratiche gomitiere e ginocchiere… Ovviamente marca Uhlsport 😉

        • FDV

          Non l’ho pagata a prezzo pieno, 35 £ su classic football shirts!

        • rudiger

          Foto?

        • FDV
  • Marcello B

    “sponsor in diagonale per assecondare il design della maglia”.
    Gli sponsor che si adattano alla maglia, che bei tempi!

    • Diego

      straquoto!

      • http://www.lucamoscariello.it mosca

        Straquoto anch’io.

        E aggiungo, visto anche che sopra Fdv e altri hanno rispolverato vecchie maglie, ci fu un’annata in cui Pagliuca indossava una casacca -Inter-Umbro- nella quale lo sponsor pirelli “ondeggiava”nella la fantasia del template.

        Forse fu una soluzione oltremodo azzardata (per me fantastica) ma mi piaceva l’idea che lo sponsor fosse usato come qualcosa di funzionale alla maglia e non viceversa…

        • FDV

          Eccola, gran maglia.
          [img]http://img812.imageshack.us/img812/3899/199596pagliuca.jpg[/img]

        • vigne

          ragazzi, se sta maglia dell’ inter è bella quella del barcellona è favolosa 🙂
          se sti lavori li facesse ora nike?

        • Alessio

          Complimenti al ciuffo di Pagliuca soprattutto :D:D:D

  • ccc

    non avrei osato cambiare maglia ad una nazionale in questo modo! è totalmente irrispettosa della tradizione della casacca!
    voto:4 home; 6 away

    • ccc

      scusate, ma solo adesso mi sono reso conto dell’ errore: la maglia che pensavo fosse la home in realtà è la third
      rettifico i voti:
      home:7=
      away:6
      third:8

  • England1978
    • passionemaglie.it

      Grazie per il contributo, ho aggiornato l’articolo.

      Pare ci sia dunque una terza maglia!

  • rudiger

    direi che è un ottimo lavoro, soprattutto per un’azienda locale… del botswana (con tutto il rispetto)
    mi piace anche il loro logo: discreto, raccolto, originale, mescola lettering e grafica senza ricorrere a omoni, lgooni o scritte invadenti; e senza banali riferimenti all’africa
    preferisco però la seconda maglia alla prima: troppo nero nella home
    e mi intriga pure il colletto “poligonale” della maglia da trasferta, rispetto al più classico girocollo della home

    per le maglie “storiche”: quella di pagliuca popola i miei incubi peggiori; quella giallonera di peruzzi invece è un capolavoro, soprattutto con le maniche lunghe una gialla e una nera

  • Gluko

    L’idea della maglia è interessante, anche se un pochino azzardata, in ogni caso se rispetta la tradizione ispirandosi al loro soprannome perchè no, in fondo il cameroon ha un leone enorme sulla maglia..etc etc…, ma questi azzardi li fanno solo in africa..chissà perchè….bando alle polemiche e buona coppa d’africa a tutti..

  • Alvise

    le maglie non sono un granché ma per il botswana vanno più che bene. guardando quelle della juve mi viene in mente quanti lavori eccellenti facesse la kappa negli anni 90…

    articolo scritto davvero bene, complimenti FDV!

  • Alberto

    STUPENDE!!!!

  • squaccio

    Complimenti sia per l’articolo che per i riferimenti storici: per esempio non avevo mai notato il muso di zebra sulla maglia della Juve !
    Tornando il argomento, molto belle queste maglie e mi fà piacere che queste piccole realtà si fanno avanti.

  • Minollo97

    Semplicemente la maglia più brutta che io abbia mai visto.
    Bella però per l’originalità.

  • collezionista_34

    Sono piuttosto indeciso… nel senso, che l’idea è FANTASTICA e la realizzazione sembra buona, ma, molto, molto, molto (continua) molto kitsch.
    Ho anch’io il dubbio che la away si confonda troppo con la home, e, per inciso, il nero con l’azzurro proprio bene non ce lo vedo. Sulla away, ancora ancora, ma nella home il colletto mi sembra che stoni.
    Comunque, giudizio positivo; penso che per il Botswana, del quale però non conosco assolutamente la storia calcistica, sia perfetta.
    Particolarissima, rimarrà probabilmente unica nel genere.

    La maglia della Juve gialla e nera? Vogliamo parlarne? E’ STRE-PI-TO-SA! Dopo la away blu con le stelle gialle penso sia la maglia “non-home” più bella prodotta per la Juve. E tutti le stagioni sembrano studiarle tutte per non dare alla Vecchia Signora una away decente.
    Capperi, quanto ho prodotto! In quanti andranno oltre alla terza riga? 😉

    • William

      Io vado oltre la terza riga e concordo che le away e third della juve di quelle stagioni erano magnifiche! Questa nera e gialla nella foto, quella blu che hai citato tu (finale di coppa campioni con l’ajax) e quella nera con stelle gialle! BELLISSIME!!!

  • Torto #13

    Sono solitamente contrario a maglie di questo genere, così fantasiose, ma in questo caso non mi dispiacciono queste divise del Botswana. Punto primo perché non ci sono altre squadre zebrate, se d’ora in poi dovessero mantenere sempre la zebratura sarebbero riconoscibili sempre ed in qualsiasi caso. Punto secondo ottimo il fatto che ha produrre le divise sia una “piccola” realtà locale.

  • Musrot

    concordo con torto, anche io preferirei una caratterizzazione da parte di un marchio locale, piuttosto che la “piattezza” Puma per i template delle africane.

    Maglia comunque molto originale, per me un 7.

  • http://www.7football.it Sergio

    A me la bianca piace un sacco. La nera no

    • James Bond

      A me pure

  • elkan

    maglia originale, non pacchiana e fatta con senso..molto molto più efficace nell’effetto estetico di molte proposte “strane” di nike e adidas..

  • Boogie

    Secondo me va elogiata.
    I motivi:
    – un design originale Realizzato da una ditta del botswana(!!!) invece di dedicarsi a scopiazzature di template famosi o peggio i soliti inserti qua e la tipo maglie da campionato amatori.
    – lo studio grafico approfondito: le strisce vanno a formare una “cornice” x il numero, una sale a mo’ di allacciatura del colletto dando una partizione alla maglia, e sotto si crea una definizione delle zone dei pettorali che accolgono stemma e logo tecnico
    – è una maglia originale che da visibilità (ma con studio) a una nazionale anonima che lo sarebbe ancora di più con una qualche maglia da catalogo di una sottomarca italiana (tanto x dire), come spesso accade…
    Certo lo stile è particolare e su una squadra di alto lignaggio ci sarebbe da discutere, ma così io la promuovo.

    E nn dimentichiamoci che è studiata e fatta in Botswana, nelle nostre italiche terre le considerazioni che ho fatto sopra vengono disattese da loghi asimmetrici, ricicli di cataloghi, copiature di grandi brand e altri orrori realizzati su basi molto più semplici da valorizzare con buoni risultati, che nn il pattern zebrato…

    • ellepix

      D’accordo al 100% !

  • Boogie

    Aggiungo l’ottima integrazione dell’azzuro sfruttando soluzioni stilistiche sobrie, contemporanee ds eleganti per i bastonetti delle manichei e il collo a giro, e i bordi di pantaloncini e calzettoni.

  • salvatore

    queste divise penso avranno poca vita in campo FIFA…va beh che questa nazionale difficilmente raggiungerà i confini mondiali.

  • wesley

    preferivo le intrepetazioni fatte dalla puma con le altre nazioni africane, queste maglie mi sembrano un pò troppo “tamarre”..la seconda è molto bella(azzurro e nero stanno benissimo) nella prima forse avrei lasciato lo sfondo nero con inserti bianchi..e quelle dei portieri come saranno???

  • passionemaglie.it

    La All Kasi mi ha comunicato che la home è quella celeste.

    Home: celeste
    Away: bianca
    Third: bianca-nera zebrata

    Esattamente come nell’immagine che mostra anche le tute.

    • William

      Puoi chiedere anche dove si possono trovare per acquistarle? 😉

  • italia30

    molto originali.. voto 8!

  • jack15

    mi è sempre piaciuta la bandiera del Botswana… e anche le maglie le trovo molto belle. c’era il rischio che l’effetto zebra creasse qualcosa di inguardabile invece secondo me anche il numero sul petto si intona molto bene.
    motivo d’orgoglio secondo me non secondario è l’averle prodotte in Botswana.

    • FDV

      Io ogni volta che vedo la bandiera del Botswana mi fa pensare alla maglia della Lazio 1998-99. Sarebbe stata perfetta per questa nazionale.
      [img]http://img17.imageshack.us/img17/8561/botsw.jpg[/img]

      • Liar89

        bella osservazione sarebbero perfette però anche la away bianca a me piace!

  • iAmin27

    Ma novità sul cambio sponsor del Marocco e sulla nuova maglia firmata Adidas?

  • ferro

    lo so c’entra poco con le maglie, ma bella anche la presentazione in…ciabatte

  • DY

    Bella la soluzione del Botswana, ma in geenrale ritengo che l’applicazione migliore delle strisce zebrate sia stata quella sulla maglia di Cipollini (e se non sbaglio, gliela disegnò Roberto Cavalli).

    Riguardo alla divisa giallo-nera della Juventus, mi pare che venne utilizzata come terza maglia in un’unica occasione, un’amichevole col Vicenza a campionato concluso (credo nel ’96 o nel ’97…). Per il resto, la utilizzò esclusivamente Peruzzi.

  • ciobi1984

    La più bella maglia da portiere della storia fu quella Ulhsport con la scritta gigante USA che indossò tra gli altri Cervone ai tempi del Brescia e della Roma. Inimitabile, indimenticabile. Cmq belle le maglie del Botswana. le baratterei volentieri con quelle del Gubbio…

    • William

      Si può avere qualche foto di quelle maglie di Cervone??? Non ce le ho presenti…

    • squaccio

      Questa ?
      [img]http://img265.imageshack.us/img265/919/230120121104compresso.jpg[/img]

      Annata 1992/1993 scattata direttamente dal mio album panini dell’epoca..

      • William

        Non si vede la foto… 🙁

  • Alessio

    Oggi alle 17 le vediamo all’opera, sono molto curioso.

    • Alessio

      Giocano con quella celeste ovviamente :D, la terza.

    • Alessio

      Ghana in completo bianco e Botswana con la terze celeste,nera e bianca.
      Risultato non si capisce niente.

  • Fabio

    Per complentare la ricorrenza dello zebrato nello sport ricordo che anche per la nazionale tedesca di sci è praticamente un classico!

  • Alessio

    Una curiosità:

    Il Niger ha giocato la prima partita con una maglia ERREA’. Ora sta giocando la seconda con una maglia di uno sposnor tecnico che non riesco ad individuare (che però ha fatto un bel lavoro).