SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Gli autografi di tutti i giocatori della rosa, un grande ‘119’ dorato e lo stemma societario, sono questi gli elementi principali della maglia celebrativa del Genoa. La presentazione di Damiano Ferronetti è stata l’occasione per svelare la casacca (replica) che i rossoblù indosseranno venerdì nel Trofeo Spagnolo contro il Galatasaray.

Ferronetti maglia Genoa 119 anni

I tifosi possono trovarla in vendita presso il Genoa Store al prezzo di 19 euro. I calciatori avranno invece una versione differente con i loghi dello sponsor tecnico Lotto, la stessa sarà venduta già da lunedì nello store di Largo XII Ottobre, i collezionisti sono avvisati!

Maglia speciale Genoa 119 anni

L’appuntamento è fissato alle ore 20 di venerdì 7 Settembre allo stadio Ferraris.

Non mancheranno anche Lina e Cosimo, mamma e papà del giovane Vincenzo Spagnolo, tragicamente scomparso nel triste pomeriggio del 29 Gennaio 1995. Il momento più toccante sarà il simbolico abbraccio della Gradinata Nord alla famiglia, perchè come recitava uno degli striscioni comparsi in suo onore “Vivere nel cuore di chi resta non è morire“.

  • M23

    perchè non celebriamo anche i 120 anni e mezzo ?che senso ha celebrare 119 anni ?perche non l anno scorso i 118 ? potevano giustamente con l occasione dedicare ,oltre alla partita, anche la maglia a quel povero ragazzo …magari scrivendo il cognome sul petto …

    • Geeno Lateeno

      In effetti….

    • dukla

      Hai proprio ragione …

    • DY

      Era così difficile aspettare un anno? Se devi festegiare i 119 anni, tanto vale festeggiare i 120, almeno fai cifra tonda! 😀

      Nota a margine: Lotto, era tanto difficile fare una maglia così? Senza ‘logoni’, la maglia del Genoa si conferma una delle più belle della Serie A.
      Secondo me la città di Genova ha le squadre con le maglie più belle del calcio italiano.

      • vigne

        quella della samp ok, ma quella del genoa mi pare una maglia molto semplice…storica, ma nulla di che

        • http://unitalianoinsvezia.com Daniele in Svezia

          Premesso che la maglia della Samp è, anche se loro non lo dicono, derivata dalla maglia da trasferta del Genoa (hanno solo aggiunto una banda in più e mixato i colori di Andrea Doria e Sampierdarenese al posto di quelli originali), trovo che le maglie a quarti siano sempre le più belle in assoluto e che l’abbinamento rosso-blu sia particolarmente efficace (purtroppo con la Lotto il risultato è terribilmente plasticoso).
          A mio avviso, anche quella dell’Andrea Doria (a quarti bianco-blu) era molto più bella di quella della Sampdoria (che, ai miei occhi di Genoano, è un pastrocchio mal riuscito :-P).
          http://it.wikipedia.org/wiki/File:A_doria45_piccola.jpg

        • DY

          Non vale Daniele, sei spudoratamente di parte! 😀

          Da tifoso né simpatizzante di nessuna della due squadre di Genova, le maglie a quarti le trovo eleganti e piene di fascino… ma mi spiace, per me la maglia italiana di club più bella rimane quella della Samp.

      • passionemaglie.it

        Non era difficile, era impossibile.
        Nessun marchio produce una maglia senza il proprio logo, bello o brutto che sia.

        Sulle maglie del Genoa è stato fatto un passo avanti cambiandone il colore, io ho molto apprezzato questa scelta e l’ho fatto presente anche a loro.

        • http://unitalianoinsvezia.com Daniele in Svezia

          Peccato che hanno usato due tinte di rosso e blu diverse da quelle utilizzate per la maglia, con un risultato davvero grottesco in una cacofonia di tinte.

          Il logo si può conservare, ma si può anche utilizzare un colore adeguato. Il logo ufficiale della Asics è blu (una tinta differente da quella del Genoa). Però sulla nostra maglia lo mettevano in bianco per armonizzarlo al meglio.
          Il nero della Lotto sulla maglia del Genoa è un accostamento indegno e un insulto alla maglia stessa.

        • http://unitalianoinsvezia.com Daniele in Svezia

          Aggiungo qualche altro esempio. Il logo della Warrior è nero. Sulle maglie del Liverpool lo hanno messo color oro, e ci sta una meraviglia.
          Anche il logo della Umbro è nero, ma viene cambiato a seconda delle esigenze. E non è solo una questione di visibilità, perché, ad esempio, sulla maglia bianca del City il nero sarebbe stato molto visibile, eppure hanno deciso per una tinta che si armonizzasse con il resto.
          Queste sono compagnie serie, che fanno design seriamente, anziché mettere in piedi un pugno nell’occhio dietro l’altro pur di preservare il proprio “marchio”.

        • DY

          PM, a quello ci arrivavo… 😀 …la mia era ovviamente solo una battuta per dire che, senza i ‘quadratoni’ sulle spalle, la maglia genoana guadagna nettamente in bellezza e fascino 😉

          Fino alla fine degli anni ’90 la Lotto si limitata ad inserire il proprio logo esclusivamente sul petto, e non mi pare che i risultati fossero tanto pessimi, anzi…
          http://www.comparestoreprices.co.uk/images/lo/lotto-96-97-ac-milan-home-l-s-shirt—no-18-baggio.gif
          http://www.vintagefootballshirts.com/images/zoom/acm95trainshirt_z.jpg

    • http://unitalianoinsvezia.com Daniele in Svezia

      Il trofeo Spagnolo fin’ora si era sempre giocato in precampionato. Quest’anno, per una serie di motivi, non è stato possibile e allora, approfittando della pausa del campionato, la data è stata fatta coincidere con il 7 settembre, che è il compleanno ufficiale del Genoa.
      In quest’ottica, l’avere una maglia celebrativa ha senso. Soprattutto se poi pensiamo che nessun’altra squadra italiana può mettere sulla propria maglia un numero così alto: per il Genoa, ogni compleanno è degno di essere celebrato perché è un traguardo che nessuna altra squadra ha ancora raggiunto.

      • DY

        Beh, “teoricamente” ci sarebbe la Pro Vercelli che nacque nel 1892, anche se la sezione calcistiva venne creata solo nel 1903.

        Rimane il fatto che quel ‘119’ sulla maglia, personalmente, è davvero brutto… non credo ci volesse molto a disegnare almeno un logo celebrativo ad hoc, invece di stampare un ‘119’ che sembra fatto con WordArt.

        • Ale

          La Pro Vercelli è nata nel 1903 con atto costitutivo, la ginnatica pro vercelli aveva una squadra di calcio nel 1892 senza atto costitutivo, il Genoa Cricket And Athletic Club è nato ufficialmente il 7 settemmbre 1893 con atto registrato ma la sezione calcio era già attiva dal almeno 2 anni senza atto di registrazione, siamo i primi in Italia anche perchè gli altri hanno copiato dal Genoa che ha portato il calcio in Italia dall’Inghilterra dove era già attivo da diversi anni

        • http://unitalianoinsvezia.com Daniele in Svezia

          Anche perché Genova era all’epoca il porto più importante del Mediterraneo e aveva una foltissima comunità di Inglesi (popolo di marinai) che vivevano in città sia per questioni lavorative che climatiche. Quindi è naturale che sia stata la città che ha importato il calcio.

        • DY

          Per fortuna che avevo messo quel “teoricamente” tra virgolette… lo sapevo che avrei scatenato una flotta di genoani! 😀

          Tutto giusto quello che dite. Ricordo comunque lo sconosciuto (ai più) primato dell’Udinese, che nel 1896 vinse il primo torneo assoluto di calcio mai disputato in Italia, il Torneo FGNI organizzato dalla Federginnastica, però mai riconosciuto “ufficialmente” poiche non giocato con le regole dell’IFAB.

  • http://www.marcellinux.it Marcello Cannarsa

    molto meglio della prima , mettessero questa al posto di quella gia esistente

  • ccc

    è bruttissima!!!!

  • iCiro

    Orrenda , ma potrebbe essere ottima la parte di dietro per appenderla alla parete….

  • http://www.lucamoscariello.it mosca

    Mah mi sembra davvero brutta e ancor di più se penso che è una celebrativa.

    Il 119 posto così non mi piace per nulla, sembra una toppa per appuntare i corridori nelle maratone campestri, e la schiena piena d’autografi potrebbe essere più azzeccata per un iniziativa benefica..

    Perplessità.

  • squaccio

    E’ indefinita: per me c’è troppa confusione tra quella del campionato, quella che indosseranno i calciatori e quella che sarà venduta.
    Senza patacconi anche per la maglia messa in vendita l’avrei apprezzata.
    Invece così non mi piace molto, sembra un’inutile forzatura.

  • Cris

    ma che brutto il n. 119 così invadente. Anche le firme dietro non mi piacciono !!! Però almeno non ha i topponi lotto sulle maniche

  • vigne

    sembra una di quelle maglie che trovi a 20 euro nelle bancarelle fuori dallo stadio…beh il prezzo è quello 🙂 dai ma è orribile

  • Andrea

    Sembra un 19° anzichè 119°
    Ma il primo UNO dove l’hanno piazzato????? nell’ascella ???????

  • Domani

    Per il rispetto di questo sito la cui giusta politica e’ il solo commento delle maglie e non della squadra mi sforzo… Mi sto sforzando….. Mamma mia che schifezza

  • Swan

    No comment.

  • LUCA

    sono genoano e la maglia del genoa se ben fatta è un capolavoro…questa è un aborto da bancarella con vestibilità ,tessuto ,loghi e rifiniture del colletto che non trovi neanche dai cinesi……

    • http://www.7football.it Sergio

      Questo è un aborto da bancarella, ma non è quella con cui giocheranno

      • http://unitalianoinsvezia.com Daniele in Svezia

        In pratica vendono già la versione bancarella a 19 euro e, dopo la gara, venderanno la versione “ufficiale”?
        Preziosi è un genio del male… riesce anche a fare il bootleggaro di se stesso….

      • passionemaglie.it

        Dopo la gara venderanno le mute indossate dai calciatori e solo quelle.

  • http://unitalianoinsvezia.com Daniele in Svezia

    La Lotto continua a far pena.
    Il colletto di questa è decente, sarebbe stato meglio se fosse stato spezzato rosso-blu in contrasto, come da canoni dettati dall’San Giorgio Old Time Circle.
    Senza le toppe la mglia ci guadagna, ma quel 119 fatto in quel modo è davvero osceno.

    • http://www.7football.it Sergio

      Questa maglia non è Lotto

      • http://unitalianoinsvezia.com Daniele in Svezia

        Avevo il dubbio che fosse Genoa Image, in effetti… fatto sta che fa pena comunque. 😀

  • Alessandro

    In tutta questa storia c’e’ qualcosa che non quadra del tutto…

  • Torto #13

    Come qualcuno ha già detto non ha senso celebrare i 119 anni. Le maglie celebrative ci stanno con i decenni per i primi 100 anni secondo me, poi dai 100 in poi farei casacche celebrative ogni 25 (125, 150, 175, 200, ecc.) così facendo risulterebbero tali, se no ogni occasione sarebbe buona per celebrare qualcosa e le maglie perderebbero il loro significato, facendo cadere il kit celebrativo nella “quotidianità” e normalità.
    Attendo di vedere quella realizzata effettivamente da Lotto, queste “replica” mi sembrano un po’ scadenti. Una cosa buona di questa casacca l’assenza delle toppe Lotto sulle maniche.

  • BFC

    ma quanto è brutta ? mio dio…

  • rudiger

    Mah, per una partita amichevole ci puó stare. Almeno per un giorno si evitano logoni e sponsor (che il genoa comunque non ha).
    Piuttosto non mi piace il numero: avrei scritto 119 e non 119’. Centodiciannovesimo che?
    Bello il retro con le firme ma non mi piace che il bordomanica a contrasto sia solo sul davanti della manica e non sul retro.

  • john

    Perchè non aspettare il prossimo anno con il 120 anniversario e fare le cose per beeene????????

  • KingLC

    Ahhahaahhah 119 anni ?!? che senso ha ?!? ma vabbé cmq è orrenda 😀

  • pongolein

    ma il 119 sembra aggiunto con paint brush….

  • gabbibbo71

    A me sembra un’operazione tipica da studiosi di target commerciali.
    Lo fece la Lazio di Baraldi, che regalava agli abbonati un maglia biancoceleste senza i loghi Puma, dal valore simile ai 19 euro di questa del Genoa.
    Punti al target di chi non pagherebbe mai 75 euro una maglia, ma di chi in genere ne spende 10 alla bancarella del falso.
    Scrivendo “119” ti assicuri che magari tra dodici mesi questo compratore venga a comprarti un altro prodotto middle-cost.
    Altro esempio sono le maglie con logo ufficiale del club di Milan Juve Inter che si vendono in autogrill a 25 euro circa: non sono griffate nike e adidas, ma puntano ad attaccare il mercato del falso.
    Detto questo, io sono uno che compra la maglia originale ogni 6/7 anni.

    • http://Unitalianoinsvezia.com Daniele

      Il Genoa ha effettivamente già una linea di prodotti ufficiali a basso costo (e qualità variabile) che escono sotto il marchio Genoa Image. Qualche anno fa presi la polo a quarti, tutto sommato carina. Io le maglie ufficiali le compro solo ed esclusivamente se sono fatte bene. Altrimenti preferisco dare i miei soldi a gente come Toffs, Copa o Spensley che fa dei lavori rispettosi della squadra. Di sicuro eviterò come la peste le maglie del Genoa Made in Lotto.

    • ThePickwickPub

      Mi pare la chiave di lettura più sensata di tutta la vicenda…

  • http://Yahoo Eugenio

    Troppo semplice, poi quel 119 sta proprio male. E poi perchè festeggiare i 119 anni… mah, le do giusto un 6 soprattutto per l’ inutilità.