SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Juan Jesus, Nemanja Vidic e Mauro Icardi presentano la seconda maglia dell’Inter 2014-2015, con la galleria Vittorio Emanuele II a fare da sfondo.

Una maglia che grida con fierezza l’appartenenza del club alla città di Milano.

Inter divisa away 2014-2015

Il colore principale è il bianco, accostato ad una grafica a righe grigio chiaro che disegna al centro la croce di San Giorgio, lo stemma della città meneghina.

All’interno del colletto a girocollo è posta la frase “Milano è solo Inter”, realizzata con il tipico font introdotto dagli stendardi dei tifosi nerazzurri negli anni ’70. Una frase ottima per le discussioni da bar di questa estate con i rivali rossoneri.

Seconda maglia Inter 2014-15

Sul petto è ricamato lo stemma dell’Inter nella nuova versione, opposto allo swoosh Nike in rosso per richiamare i colori cittadini. L’ennesimo richiamo è collocato sul retro del colletto, dove è apposta la croce rossa su sfondo bianco.

Maglia trasferta Inter 2014-15 Kovacic

Il font di nomi e numeri, uguale a quello della tanto chiacchierata prima maglia, è rosso con un bordino grigio. I pantaloncini ed i calzettoni sono interamente bianchi con finiture rosse.

Completo Inter trasferta 2014-15

Il kit da trasferta dell’Inter è realizzato in poliestere riciclato con fori al laser sui lati per favorire la traspirazione (solo versione Authentic).

Vi piace il look biancorosso scelto da Nike per le partite lontano dal Meazza?

Photocredit parziale: store.inter.it

  • chris

    Io dico che é molto bella…bella soluzione il grigio chiaro per staccare dal bianco della croce…

    • http://www.virus-bike.it Donato

      Sono d’accordo con te, quest’anno mi piacciono tutte, ma in più mi colpiscono perché si differenziano dalla massa.

  • squaccio

    Boh…la devo ancora inquadrare…
    a primo impatto avrei detto che avrei preferito i dettagli azzurri e non rossi ma è anche vero che il rosso è il colore di Milano…solo che di azzurro quest’anno all’Inter c’è pochissimo…

    Poi è un effetto ottico mio o i nomi e numero/i sembrano troppo piccoli ?

    Aspetto di vederla in campo…

    • mirazef

      È un’elaborazione fatta dallo store, perciò penso che i numeri, in proporzione, saranno più grandi… Poi, essendo stirata e “piatta”, penso che bisognerebbe vederla addosso

    • Giacomo

      Penso che in fondo hai ragione, realizzando la croce di San Giorgio tramite le righe grigie, si rende inutile l’uso del rosso. Come hai detto tu, visto che la prima è stata praticamente privata del blu (non digerirò mai tale scelta) potevano benissimo fare baffo, sponsor, nomi e numeri blu…

  • onlyviola

    con il blu al posto del rosso sarebbe stata da 10! che sia stata fatta anche per il mercato asiatico come la tot rossa di qualche anno fa?

    • biuck

      è proprio questo il punto: giocando sui colori della città di milano, si è andati ad usare il rosso (anche se in minima parte, ma su una maglia bianca è l’unica cosa che si vede!) strizzando l’occhio al mercato asiatico, tanto caro a ET! inter sempre meno azzurra e sempre più rossa! di per se poi la maglia mica è male, decisamente meglio della prima!

  • Alberto

    Interessante. Paradossalmente, avrei “azzardato” anche lo stemma monocromatico, per renderlo più integrato alla maglia.

    Molto bene anche lo sponsor, inserito bene a mio avviso.

    Condivido i dubbi sui numeri troppo piccoli e anch’io aspetto di vederla in azione e in tempo reale.

    So che il rosso non è un colore molto amato dai tifosi interisti, ma per l’idea per cui nasce la maglia, la trovo davvero una bella idea. E’ una divisa Away, ci può stare quasi tutto.

    Mi piace davvero molto

  • Mr74

    Identico discorso valido anche per la home. La maglia di per se non è malaccio, anzi, template semplice, bell’accostamento di colori(il grigio e il rosso insieme rendono un bell’effetto) efficace anche l’idea di proporre la croce di San Giorgio giocando con le strisce grigie sul bianco….ma la domanda come nel caso della home è: Ma questa è la maglia dell’Inter??? addirittura logo nike e sponsor in rosso…..TROPPO SPERSONALIZZANTE!

  • Luca

    Da queste foto il rosso sembra più arancione (soprattutto nome e numero) ma va vista dal vivo. In ogni caso la Croce di San Giorgio è ovviamente una scusa per giustificare l’inserimento del rosso che tanto piace al mercato asiatico ma che, piaccia o meno, nulla a che vedere con l’Inter. Concordo con onlyviola, con la scritta azzurra (o nera) sarebbe stata perfetta. Così è l’ennesimo scempio. Voto: 4

    Credo che questo, per vari motivi, sia in assoluto il peggior kit di maglie mai realizzato per l’Inter. La concorrenza è agguerrita ma resta nella flop ten delle maglie l’Inter quest’anno va sicuramente sul podio, forse proprio sul gradino più ampio. Se questo vuol dire “cura dei dettagli” allora preferisco alla stragrande le Fruit of the Loom dello Spezia tanto criticate nell’articolo precedente

    • Niger

      Non è vero che il rosso non c’entra nulla con l’Inter, la croce delle maglie dell’Ambrosiana era forse blu? La verità è che voi tifosi vi risentite troppo della “rivalità cromatica” col Milan.
      Non sono neanche d’accordo con il discorso della “spersonalizzazione”, capisco il dramma 1º divisa, ma qui si tratta di una seconda maglia, allora le tradizionaliste squadre inglesi cosa dovrebbero dire quando propongono kit away con colori assurdi o fosforescenti tipo chelsea? Almeno qui un richiamo storico c’è, e lo stemma è rimasto lo stesso (fosse stato abbinato avrebbe reso meglio sulla maglia, ma un logo Inter biancorosso sì, che è spersonalizzante!)

  • Pietro

    Bella così come la prima
    Voto-7,5

  • RH

    Con alcuni dettagli nerazzurri(due righette come bordomanica una nera e una azzurra, ad esempio) e magari numeri e font neroazzurri sarebbe stata perfetta. La primissima impressione dell’immaginetta in home era pessima, appena aperto l’articolo ho cambiato idea: una delle meglio riuscite a Nike, con Monaco, Roma e AwayCeltic secondo me

  • Luca M

    bella ma preferivo quella del 2007-08, gli do un 7.25

  • zagorakis

    l’idea di realizzare la croce in questo modo mi piace e la scelta del rosso per swoosh, sponsor e numerazione è ovviamente giustificata dal fatto che i colori comunali sono il bianco e il rosso, d’altronde se devi fare una maglia dedicata alla città di Milano allora utilizzi anche i suoi colori. La moda di inserire motti o slogan sulle maglie, invece, è davvero pessima e questa frase in particolare la trovo davvero inopportuna.

    • alex 85

      concordo,
      se c’è una cosa che non sopporto più sono proprio le scritte.. inutili e provincialotte.

  • Pippo

    Diciamo che dopo la prima maglia(che non voglio neppure commentare), secondo me, si è fatto un gigantesco passo in avanti. Il fatto che non abbia niente di nerazzurro non crea questo gran fastidio, perchè riprendendo i colori e la croce di Milano, afferma comunque la sua appartenenza. Bellissima la scelta del grigio chiaro e del rosso. Aggiungo solo una cosa: avrei osato, visto che mi piace un po il contrasto maglia-pantoloncino, i pantaloncini grigio chiaro…comunque magli a da 8!

    • Pippo

      Abbasso a 7,5 il mio voto perchè mi sono accorto solo ora che nel triangolino rosso nike(quella specie di etichetta) c’è scritto “Milano è solo Inter”…non mi piacciono mai questi slogan, li trovo ridicoli e un po’ da provinciali…

  • CINO

    Non male la 4° maglia del Parma!!!

  • Gluko

    Kit bello e sobrio, ricorda qualcosina della away della Francia dei recenti mondiali, ma tutto sommato è un grande passo avanti rispetto alla home che anche se originalissima e bella, come già detto non è l’inter….

  • Niccolò Nottingham Forest

    Bellissima. Sarebbe stata perfetta con una sottile linea rossa a bordare il contorno della croce, o per lo meno aumentare l’effetto tono su tono ricreando il bellissimo effetto dell’ultima divisa della Serbia firmata Nike.

    http://binaryapi.ap.org/2a183edb7cf44f0782d4a3d908685879/512x.jpg

    Concludo dicendo che l’Inter nella prossima stagione avrà due divise completamente sballate rispetto alla tradizione del club ma che comunque reputo bellissime nell’aspetto e nella realizzazione. Stesso discorso per l’altra squadra cittadina (anche se ho appena appreso grazie a Nike che Milano è solo Inter), la prima maglia del Milan non rispetta la tradizione ma è spettacolare.

  • Renzo

    Non mi piace per niente. Non è una maglia da calcio (almeno per come le vedo io).

  • WhiteBlue

    La croce di San Giorgio comunque è rossa… Questa e una croce bianca si maglia bianca

  • Jack

    L’effetto è bello nulla da dire (ma l’inter non aveva la maglia da allenamento così lo scorso anno?), però zero dettagli nero-azzurri. Poi senza i pantaloncini neri a mio parere questa divisa non è nulla. Non una brutta divisa per carità, però fossi tifoso dell’inter pretenderei una maggior attenzione da parte di nike.

  • Fabio

    BELLISSIMAaaaa… la prima un pigiama, la seconda una canottiera.
    Aspettiamo pure la terza

  • sergius

    Maglia bella come accettabile è anche la home, ma il discorso è sempre quello, gli incaricati della Nike che hanno ideato queste maglie per l’Inter erano a mio avviso sotto l’effetto di stupefacenti. Già questa come away è accoglibile, la follia è stata avere partorito una home quasi offensiva verso la storia del club e dei suoi tifosi. Passi per il neroblu al posto del nerazzurro ma il pigiamino nero per l’Inter proprio non si può guardare.

  • Luca B.

    Carina, però pare un pò un pigiamino 😀

  • Riccardo

    Molto bella…sia per il modello che per il motivo della divisa….
    La divisa è fatta bene con la croce e le rifiniture come i colori..
    La divisa ha a che fare con Milano quindi ottimo..

    Away: 8,5

  • abcdefg

    una BRUTTA COPIA.

  • squaccio

    Ho avuto un’illuminazione….potrebbe essere una discreta home per l’Inghilterra…con i calzoncini blu navy….
    mmmmmm

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Poco da Inter, sarebbe una maglia più da “Milano United”, ma è bella. L’unica cosa che avrei modificato sono le righe grigie, le avrei fatte tutte della stessa larghezza e abbastanza sottili.
    Anche se le croci hanno un po’ stancato, qui ci sta alla grande dato che è il simbolo di Milano. Maglia quindi promossa.

  • TITO

    bè, potevano direttamente fare la croce rossa, con dei piccoli inserti nerazzurri…così com’è la trovo poco interessante, deludente.

  • rudiger

    La promuovo perché almeno ci siamo risparmiati l’ennesima maglia semplicemente bianca. Se avessero ripreso le righine grigie anche su pantaloncini e calzettoni sarebbe stata più memorabile.
    In effetti affidare la rappresentanza del rosso cittadino a sponsor e baffo Nike non è il massimo del simbolismo. Inoltre il bello stemma sarebbe stato ripreso meglio da dettagli blu.
    Il botto di questa maglia però è la scritta, e non vorrei lasciarla passare sotto silenzio. Già il fatto che il Milan avesse messo lo scudo comunale sul petto mi aveva fatto pensar male. Però riprende lo stemma delle origini, quindi l’allusione a una supremazia è più sfumata. Ora l’Inter afferma, senza mezzi termini, di essere la sola squadra di Milano. Che succede da quelle parti? C’è un dibattito sotterraneo su chi sia più degno di rappresentare Milano? Pensavo fossero diatribe più tipiche di Roma e Verona.
    Chi sa parli.

    • Niccolò Nottingham Forest

      A verona non c’è nessuna diatriba, la città è rappresentata dall’Hellas, il quartiere del Chievo dal Chievo. 🙂

    • nasty

      La questione è interessante, e ne pongo un’altra a margine: la croce di san giorgio è rossa in campo bianco, se non è rossa che croce di san giorgio è?

      • Swan

        Esatto Nasty, è una simil croce che con S.Giorgio ha poco da spartire.

      • rudiger

        Beh, per il riferimento a Milano c’è la versione sangiorgesca dietro il colletto. E’ una reinterpretazione. Anche perché non credo esista un santo che abbia una croce grigia in formato tapparella.

  • xtm90

    bella davvero!

  • KingLC

    Credo che sia una delle più belle maglie della serie A. Elegante e fantasiosa, il contrasto tra il bianco e il grigio chiaro è perfetto, poi io per la croce sulle maglie milanesi ho un debole! I numeri e i nomi rossi secondo me ci stanno benissimo, alcuni l’avrebbero preferiti blu, ma così effettivamente ricorda più i colori della bandiera di Milano. Unica nota negativa: avrei preferito se i pantaloncini avessero seguito la sfumatura grigia della maglia, sarebbe stato stilisticamente più coerente.

    Voto: 8

  • Luca

    Carina, ma avrei preferito la croce rossa con inserti nero azzurri. Di sicuro, è molto meglio della prima maglia. Ma quest’anno, di nerazzurro, nell’Inter c’è veramente ben poco, segno tangibile di un calcio distaccato dalla storia e dalla tradizione e molto più dedito al business.

  • stefano11

    mah, niente di che…non so ha qualcosa che non mi convince…

  • kappa13

    Ma sapete solo criticare? Io non sono di Milano ma mi sembra giusto portare un po’ di rispetto per la città della squadra. La maglia e bellissima il grigio e il bianco insieme stanno una favola. La scritta nel colletto descrive il concept della maglia ” A milano c’è solo l’ Inter ” Perciò hanno usato i colori sociali della città. Ottima mossa di marketing. Insomma quest’anno e così, se si vuole fare diventare l’Inter una tra le big mondiali bisogna che il logo inter sia famoso in tutto il mondo. Aspettate qualche anno e poi criticate. Le due maglie sono elegantissime e molto belle. Se vi manca l’azzurro aspettate la 3rd che sarà totalmente celeste. Se vi manca “L’Inter” guardate lo stemma perchè l’amore per la squadra non cambia mica per piccoli particolari rossi in una bellissima maglia

    • Matteo Perri

      Esprimere la propria opinione, che ricordo è sempre quella di un singolo, anche se negativa, significa mancare di rispetto per la città di Milano?
      Perchè mai?

      Le due maglie sono stupende per te, per altri, ma c’è anche tanta gente a cui possono non piacere e le cui opinioni hanno lo stesso valore. Non parliamo di rispetto se non riusciamo ad averlo per chi è in disaccordo con noi.

      • kappa13

        No sto dicendo questo, hai frainteso. Io dico che è giusto che la società porti rispetto per la città di Milano. E’ una scelta giusta utilizzare per la seconda maglia, e dico seconda non prima, i colori sociali della città. “Polemizzavo” contro quelli che criticano tutte le mosse della società qualsiasi cosa faccia. Ci mancherebbe, è ovvio che a qualcuno possano non piacere .

        • Magliomane

          I “colori sociali della città”?
          Ma di cosa stai parlando?

          “l’amore per la squadra non cambia mica per piccoli particolari rossi in una bellissima maglia”
          Ma cosa vai blaterando? Io tifavo inter quando perdevamo in casa col turun palloseura e ci facevamo sbattere fuori dal lugano al primo turno di uefa, certo che non mi devi dire te come si è interisti.
          Non si critica la società “qualsiasi cosa faccia”, ma quando in una stagione mi mandano in campo una maglia nera, una biancorossa e una azzurro napoli se permetti mi girano le balle.
          Se no non so, ci devono mandare in campo con la maglia del milan per pigliarsi delle sacrosante critiche o può bastare così?

        • Magliomane

          detto in amicizia eh, ci mancherebe

      • Matteo Perri

        Ok ora ti sei spiegato meglio.
        I criticoni a prescindere esistono in ogni settore, pazienza.

        Se l’Inter non avesse spazzato via la sua tradizione con la prima maglia, questa sarebbe stata molto più apprezzata. Almeno così credo.

    • rudiger

      La scritta nella maglia non è un concept, ma una sfacciata dichiarazione di sfida.

    • Gemide

      Cioè tu staresti dicendo che il logo Inter non è già famoso in tutto il mondo?
      Io non tifo Inter ma posso dirti che sicuramente è uno dei 10-20 più conosciuti al mondo, cioè parliamo dell’Inter mica dell’Hoffenheim o il Montpellier…

  • Swan

    Mah, discreta. Per quel che mi riguarda la croce sulla maglia o la si mette o vi si rinuncia, le soluzioni a metà non mi piacciono.
    A questo punto avrei optato per le hoops grigie continue anche sulla parte frontale oltre che sul retro. Belli i caratteri in rosso, si sposano bene con il grigio ed è qualcosa di diverso dai soliti sempre priposti in blu.

  • forzataranto98

    Buono il lavoro quest’anno fatto da Nike per l’Inter,away moderna e semplice un 8,5 ci sta tutto

  • Difa

    Bella la nuova Away del Milan… Ops ma è L’Inter!!!XD eheheh scherzi a parte.. va bene citare la città di Milano, ma così tanto rosso nella maglia dell’Inter no..

  • Luca S.

    Scusate il fuoritema, ma per le maglie del Sassuolo si sa niente? Sarà la stessa per il terzo anno consecutivo?? Vi ringrazio e scusate ancora

  • Eugenio

    Pensavo peggio .. Alla fine è uscita una maglia molto bella, che con un po’ più di rosso sarebbe stata eccellente. Peccato per il colletto, che scompare nella maglia.. Qui avrei aggiunto un po’ di rosso, magari facendolo interamente di rosso o cambiandone la forma, per esempio a polo ..

    voto 8+

  • dsg

    forse è meglio se usano questa come prima maglia..+ vicina all’inter della prima..

  • Il Cappellaio Matto

    A me piace l’idea di riprendere la croce di San Giorgio. (Tralaltro non ho ancora capito come mai il milan non l’abbia mai fatta negli ultimi anni, visto che ha la fortuna di poter utilizzare quasi gli stessi colori societari).
    Tornando alla maglia dell’inter, ribadisco sempre carina l’idea ma realizzazione pessima a mio parere…la croce andava rossa!! Se però non si vule essere troppo invadenti va bene anche bianca, ma lo sfondo deve essere a contrasto, a questo punto l’avrebbero potuta fare grigia chiaro, croce bianca e colletto e bordomanica rossi. Invece su queste nrighe di spessore diverso la croce non si vede quasi. Poi è troppo spessa questa croce, vi siete resi conto di quanto si siano allontanati lo stemma societario e lo swoosh rispetto alla posizione della prima maglia?? So che vado assolutamente controcorrente rispetto a quanto è sostenuto dai tifosi nerazzurri, ma seguendo le orme del Chelsea avrei modificato i colori dello stemma che or ora fa veramnte a pugni con il resto della maglia.
    Voto: 6.25

    • Il Cappellaio Matto

      Ah volevo complimentarmi per l’inserimento dello sponsor pirelli, che ormai negli ultimi anni è entrato a far parte della maglia stessa.

  • Alessio

    Puoi gridarlo finché vuoi ma Milano siamo noi.
    Dal 1899 la prima squadra di Milano.

  • http://www.sportbloggers.it FZ

    Secondo me è un’ottima away. E anche la third non è affatto male. Peccato per quella home che sarebbe stata a sua volta bene come 3rd o 4th…

  • Gemide

    Bene benissimo il fatto che si cambia un pò sulle seconde e terze maglie, adesso aspettiamo quella celeste, fino ad ora la Nike ha fatto un buon lavoro.

    Ma Vidic quanto fa brutto? Bestia!!

  • Paolo

    Maglia molto bella, ma slogan davvero orrendo (e lo dico da interista).

  • freddie7

    Il nero azzurro dello stemma stona con il resto della maglia.
    O viceversa.

    Con girocollo e maniche azzurre, lo scudetto sarebbe risultato meno “estraneo” al resto della maglia.

    Lavoro comunque apprezzabile e affatto banale. 7

  • Magliomane

    Non ci siamo per niente.
    I colori sociali ce li siamo dimenticati proprio quest’anno.
    E sto sponsor rosso?

    Brutta come forse solo la maglia rossa e’ riuscita ad essere.
    Bocciatissima. Voto 1.

    • Magliomane

      E adesso aspetto con terrore di vedere la maglia azzurro-napoli!
      Semm cunscia mal!

  • NHT

    mi piace molto

  • mosca

    La fortuna, perchè così ormai si puo chiamare è che l’Inter non ha il doppio sponsor..

    ..altrimenti sarebbe tramontato anche l’ultimissimo brandello di identità, perchè tra la home, la più tremenda porcata in fatto di maglie e questa, di Inter cìè rimasto solo lo stemma.

    Con buona pace degli innovatori ecc, qui non c’è nulla di nuovo e nulla di pertinente all’essere un away, non solo ma da quanto ne so il rosso non è nemmeno un colore amatissimo..

    Personalmente mi auguro ( ma invano…)ancor di più che nike finisca la sua performance con l’Inter perchè , nuove frontiere asiatiche a meno, il suo lavoro ha “reso” come si dice a Bologna, lo dice uno che colleziona maglie Inter dall’88..

    Questo è il kit mi mortificante di sempre.

    • Matteo Perri

      Speranze minime, hanno da poco rinnovato il contratto con Nike 🙂

      • mosca

        Matteo lo so lo so, ahimè.

        Tant’è che l’unica vera speranza che coltivo è un colpo di “rottura” del club.

        Sogno un tuo su Pm articolo che apra così:
        ” l’Inter rescinde con nike, torna Umbro!”

  • yeah

    beh..sponsor e numeri azzurri avrebbero avuto poco senso con l’idea di base della maglia..
    la maglietta bianca del centenario non mi convinceva proprio per la presenza dei numeri azzurri..

  • marco

    Maglia a caso, senza geometrie. righine orizzontali di grandezza scalare veramente brutte, come per la maglia del Chelsea. Male male

  • http://passionemaglie lorenzo baroni

    mi sarebbe piaciuta come seconda maglia una maglia come negli anni 80,mi piaceva molto la maglia puma gialla,per me era stupenda

  • Angelo

    Da tifoso interista la maglia è abbastanza carina, anche se togliendo la croce, mi sembra di vedere la maglia del Portogallo però dal colore bianco. Sinceramente non vedo la necessità di una terza maglia, almeno per l’Inter, visto che la prima è nettamente scura, questa invece, chiara. Strategia di marketing del nuovo corso nerazzurro?

  • Luigi

    Ma è la maglia del Milan?

  • teo’s

    Pessima. Strizza l’occhio al vessillo comunale di Milano, ma non c’è la croce rossa, dall’altra parte vengono letteralmente INSULTATI i colori sociali completamente assenti se non per il richiamo nello stemma. Il grigio poi non si capisce da dove sia stato tirato fuori, visto che non fa parte né dello stemma né tantomeno dei colori sociali, e peggio ancora abbinato in una tonalità così chiara al bianco, oltre ad essere brutto da lontano diventa persino difficilmente distinguibile.

    Insomma, una maglia senza né arte né parte, fatta con i piedi ed un insulto alla tradizione. Spero che calcisticamente le cose viaggeranno su un altro livello per la mia Inter perché a vedere le divise mi vien solo voglia di pensare al 2015-16, sempre che Nike non ci disegni maglie a strisce bianconere o rossonere, cosa ahime tutt’altro che lontana dalla possibile realtà..

  • Luigi – TR

    concordo con chi ha scritto che è un bel pigiamino…il rosso poi…mah…

  • Vittorio

    Pigiami i e camicioni da carcerati: direttamente da San Vetür la nuova collezione nike per l’Inter !
    Che palle!!!! Scusatemi ma quando ce vó c’è vó…..

  • Alberto

    Meravigliosa ! D altronde la nike è la top brand insieme ad adidas.
    E si vede.
    Toglietemi la macron di torno.

    • NelloStileLaForza

      Hai problemi con la Macron in particolare, o con i brand rispettosi dei colori sociali in generale?

  • ciguy

    Bella l’interpretazione della croce e bella in generale la maglietta.

    Peccato però che con quei colori sembri più la seconda maglia del Milan e non dell’Inter. Soprattutto sul retro.

  • Lucamerc

    Bellissima. Aspetto di vederla in campo!

  • chris

    Ma scusate un attimo tutti…la maglia dell’ ambrosiana era bianca con croce rossa,questa é bianca con scritte rosse….dov’è lo scandalo?!é una maglia che strizza l occhio alla storia,stilisticamente ben realizzata.chi dice che si addice più al Milan non conosce la storia delle maglie dei rossoneri

    • teo’s

      La usassero anche in casa ti inviterei ad andare al Meazza, sederti in un settore qualsiasi del 3° anello e distinguere in un giocatore non solo una croce ma pure quelle righine in pseudogrigio.. 😉 Dai, è contro ogni canone di stile suvvia.. Potevano combinarlo in tanti modi il template con la croce ed hanno invece scelto forse il peggiore possibile.

  • http://www.irelandshirts.com/assets/image/Crest%202.JPG out of mind

    Non c’è la minima traccia di neroazzurro. Si riconosce che è dell’Inter giusto per lo sponsor pirelli oltre che per lo stemma. In fondo però non è brutta.

  • Gabriele

    La prima maglia può piacere o meno (per me è favolosa)o può essere o non essere accettata come maglia dell’Inter (non biasimo chi non l’accetta come tale ma non sono in disaccordo con la ricerca e l’innovazione se fatta in maniera sensata, e riguardo la prima maglia il ragionamento dietro a mio avviso c’è). Ma questa a mio avviso è stata toppata in pieno, e non parlo di bellezza, in quanto si non mi entusiasma particolarmente ma nemmeno è brutta.
    Spiego subito perchè: la Nike (che comunque reputo la migliore marca in circolazione) ha voluto creare un omaggio alla città di Milano utilizzando il rosso e la croce di San Giorgio. Ok, questo mi sta benissimo anche perchè in passato è stato fatto lo stesso, vedi centenario, ma sempre secondo il mio parere la maglia deve e sottolineo DEVE vivere di vita propria, non si può pretendere che i vari sponsor partecipino attivamente alla progettazione di una maglia da calcio, sicuramente devono integrarsi alla perfezione (ci mancherebbe!!!) ma ripeto non possono essere un elemento su cui basarsi.
    Immaginatevi la maglia senza alcun sponsor (come dovrebbe in realtà essere), cosa rimarrebbe? Solo tanto bianco con qualche striscia grigia, ed è qui che si vede che l’obbiettivo che si erano prefissati non è stato minimamente raggiunto.
    Se vogliamo fare un confronto ad esempio, la già citata maglia del centenario è stata progettata in maniera impeccabile, è presente il rosso, è presente la croce e addirittura in quell’occasione il main sponsor pirelli si è fatto da parte riducendo notevolmente le proprie dimensioni per non intaccare la sacralità della croce.

    Concludo dicendo che un buon lavoro sarebbe stato ad esempio quello di lasciare gli sponsor in nero e ridurre la dimensione della scritta (come il centenario) ed evidenziare magari la croce inscurendo la tonalità di grigio ed evidenziandone di rosso il contorno, una soluzione che potrebbe piacere o meno ma quanto meno sembrerebbe più pensata di questa, che sembra buttata li per caso.

    • sergius

      Ma infatti pochi hanno detto che la home dell’Inter sia brutta, solo che con l’Inter non c’entra nulla. Innovare seguendo le logiche di mercato è una cosa, stravolgere la storia è un’altra roba, e la maglia di calcio per i tifosi è come la bandiera nazionale per un popolo, non ti puoi permettere di cambiarla. Ieri seria ho visto l’amichevole dell’Inter col Real Madrid e per la prima volta ho visto in campo la nuova home, non sembrava l’Inter ma una squadra di baseball americana che giocava contro il Real. Credimi, meglio questa away, sicuramente meno ridicola. Nike resta il marchio migliore, nel caso della home dell’Inter ha fatto una figuraccia.

      • salvopassa

        …a riprova di quanto ti ho già scritto nel post sul Milan, non ho preclusioni su nike: questa secondo me è una bella maglia, ma soprattutto c’è un’idea estetica e grafica precisa e innovativa, che lavora “per sottrazione” e per assenza, esaltando, o perlomeno provandoci con un’idea originale, l’identità di Milano.
        Il tuo commento qui sopra è quindi legittimo: la prima è una sviante baggianata, la seconda è iconica. E sono entrambe nike.

        • sergius

          Legittime anche le tue considerazioni Salvo, nulla da replicare.

  • Lord Balod

    A primo acchito sembrava orrenda, invece devo ricredermi…il font è l’unica nota stonata a mio avviso.Questa ventata di novità mi piace, splendida la parte posteriore della maglia

  • dario

    La scritta “a Milano solo Inter” mi fa prudere le mani, ma so che questa non è la sede adatta per le diatribe calcistiche. In ogni caso chiunque, interisti compresi, non potrà far altro che sganasciarsi dalle risate dopo aver letto una simile fesseria.
    La maglia è senza dubbio bella. Così bella da far dimenticare per un attimo la home di quest’anno: uno stupro a quella che a mio avviso è una delle maglie più belle del panorama mondiale (e per un milanista come me costa fatica ammetterlo).

  • derrida

    bella

  • zio Pise

    …bella questa maglia dell’Inghilterra, peccato per lo sponsor davanti… 😛

    scherzi a parte a noi tifosi milanesi(milanisti ed interisti) quest’anno va meglio con le seconde maglie…!

  • Daniele Costantini

    Una bellissima rielaborazione della storica maglia crociata dell’Ambrosiana. Una maglia che, paradossalmente, trovo molto più “da Inter” rispetto alla straniante home gessata che vedremo in questa stagione a San Siro.

    A differenza di alcuni commentatori, inoltre, non mi disturba affatto l’ampio uso del rosso, che in questo caso non fa che rimarcare la vicinanza della squadra alla sua citta.

    Una casacca assolutamente promossa, per me tra le migliori della prossima Serie A.

  • salvopassa

    Per me è un tentativo molto riuscito di creare un mix tra innovazione, stile e identità. Quindi pollice su per nike, questo dovrebbe essere l’approccio alle maglie ma in particolare alle away.
    Ritengo pretestuose le polemiche sul rosso, che è colore di Milano.
    Amo molto i lavori che elaborano le righe orizzontali, e in particolari i toni bianco-grigio-rosso, mi ricordano un bel design razionalista anni 70/80.
    Unico dubbio, o meglio curiosità: provare a inserire delle righe nerazzurre lungo il pattern grigio, magari in cima, chissà…
    Comunque il template è convincente e la riuscita tutto sommato altrettanto.

  • Dani

    Ma sbaglio o le classiche T-bar non ci sono più sulle maglie Nike?

  • Aurelio Cirella

    …Devo ancora inquadrarla…non so se mi piace o meno…certo è che c’entra poco con Milano (così come la prima c’entra poco con l’INTER), visto che la croce dovrebbe essere rossa…non mi sarebbe dispiaciuta una versione rivisitata di quella usata nell’anno del centenario…paradossalmente forse senza quella croce sarebbe stata più carina…bocciati ovviamente i font utilizzati…

  • http://fmita.m4d.it Simone

    Semplicemente non mi appaga.

  • A.D.L

    Maglia stupenda

  • Antonio

    La maglia non è male ma… tra prima e seconda maglia cosa c’è rimasto di nerazzurro nelle divise dell’Inter?

    • marcello

      la home non mi risulta sia color ebano :))))

  • Marco

    Maglia ottima, eccellente per ragioni di marketing mirato. E’una maglia sponsor. Il rosso di Pirelli (il logo è nel colore originale dell’azienza milanese) pervade tutta la maglia e i dettagli rossi servono solo da contraltare a tutto il resto. Se teniamo presente che Pirelli ha da poco aperto un sito produttivo in Indonesia e che il presidente dell’Inter è indonesiano, direi che probabilmente il binomio potrà risultare particolarmente efficace su quel mercato…

  • marcello

    bella , bella, bella . modernamente bella ma anche citazionista. con la casalinga gessata abbiamo un binomio di gran qualità ed esteticamente estremamente appagante per i nerazzurri. alla faccia di anacronistiche e letali pedanterie che leggo qui:P

  • Agron Meta

    Come si chiama il nuovo font delle maglie di inter 14-15 ??? In .ttf

  • Pingback: Terza maglia Manchester United 2014-2015 in due tonalità di blu()

  • Alex

    Bellissima, più la guardo e più mi piace…

  • Nicola

    Ma cos’è sta roba??? Sembra un completino intimo di quelli che si acquistano dal negozio “intimissimi”… Il logo non è per nulla integrato nell’insieme, sembra tutto realizzato in funzione dello sponsor. A primo impatto avrei detto che è la nuova maglia del Bari… SERVE DECISAMENTE PIù AZZURRO, VISTO CHE LA PRIMA MAGLIA NE è STATA PRIVATA… chi se ne frega se gli asiatici vanno matti per il rosso??? MAH!

  • http://www.virus-bike.it Donato

    A me le maglie piacciono tutte e 3. QUest’anno oltre a ferle belle, le hanno diversificate dalla massa, rendendole più originali.
    QUanto alle percentuali di colore, sarà che mi occupo di grafica, ma io ci leggo un chiaro intento di “incattivire” e rendere più aggressivo l’aspetto. Il rosso è un colore notoriamente aggressivo e vibrante. La maggioranza di nero rispetto all’azzurro dona un aspetto più minaccioso rispetto al solito “pigiama” nerazzurro (di cui ci sono comunque bellissime versioni passate, non rinnego!). Anche la terza maglia ha un azzurro dalla tonalità meno “tranquilla”, molto più elettrica e con l’astuzia delle righe nere che disegnano il profilo dei giocatori. Bellissime e da inserire nel “carnaio” delle maglie preferite.

  • FDV

    L’ho osservata bene stasera in campo. E’ molto molto bella, l’effetto delle righine gradualmente più marcate mi piace moltissimo.

    Non riesco però a superare del tutto le perplessità sull’utilizzo del rosso, che ok, rappresenta milano, ma resta comunque un colore “sensibile” per quanto riguarda l’Inter e che dunque utilizzato al di fuori della palese croce rossa continua a non convincermi. Solo la piccola croce sul retro del colletto mi “conforta” al riguardo.