SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike



Quella della scapulaire sembra diventata la tendenza del momento in Ligue 1, infatti sono sempre di più i club che scavando nel proprio passato trovano modo di rispolverare la V sul petto.

Questa volta è toccato al Guingamp, appena promosso nella massima serie alle spalle di Monaco e Nantes.

Presentazione divise Guingamp 2013-2014

Lo sponsor tecnico è la Patrick, nota in Italia soprattutto per le maglie della Roma 1982-83.

La V sul petto è molto spessa ed è legata senza soluzione di continuità ad inserti neri presenti sulle maniche. All’interno trovano spazio tre sponsor e lo stemma societario posizionato al centro.

Altro elemento forte è la presenza di un grande trisquel bianco in basso a destra, un simbolo del club e un riferimento alla cultura di origine celtica del territorio.

Maglia Guingamp 2013-2014 Patrick

La scelta della scapulaire è un omaggio al Guingamp dei primi anni ’70, quando dalle serie dilettantistiche iniziò una rapida ascesa, segnata in particolare da un’ottima cavalcata nella Coppa di Francia 1972-1973.

La squadra del Guingamp anni '70

La maglia da trasferta presenta lo stesso modello ma di colore bianco, sempre con V nera, in modo da onorare i colori della bandiera della Bretagna, la regione di appartenenza del comune di Guingamp.

Seconda maglia away Guingamp 2013-2014

Chiudiamo con il motto del club, stampato sul retro del colletto di entrambe le maglie: Tous Ensamble, Toujours En Avant Guingamp.

Motto Guingamp stampato sul colletto

Vi piace il lavoro svolto da Patrick per le maglie del Guingamp?

  • Swan

    Classica maglia da Ligue1, pasticciata e sfregiata dagli sponsor. Anche al netto degli sponsor non mi piace granché la scapulaire che continua sulle maniche. Sentivo la mancanza dei manichini, decapitati e non..di una tristezza infinita.

    • adb95

      togli gli sponsor ed è un ottima maglia, ma più la prima che la seconda

      • Swan

        Forse per te, per me è brutta a prescindere.

  • Dukla

    Che Carnevale! … Una maglia già bruttina di per sè devastata dagli sponsor da tutte la parti … che amarezza!

  • yokopoko

    andrebbe bene per il giro d’italia .o a limite il tour de france ..che a breve inizia… in tutto quel casino non si trova nemmeno lo stemma della squadra…

  • rudiger

    Mi fa piacere sapere che patrick fa ancora maglie da calcio, e le fa bene. La maglia di base è molto originale, von la V che diventa una M sulle maniche. Solo “di base” però, perché gli sponsor la ammazzano.
    Faccio notare che non c’ė uno stemma in mezzo a quel supermercato! Almeno io non lo vedo.
    Il trisquel ci può stare (magari più discreto sarebbe meglio), lo striscione dietro al collo potevano risparmiarcelo.

    • GW

      Se non è una battuta lo stemma è quello in mezzo ai 3 sponsor (EAG)

      • rudiger

        🙂

        • JomaViola

          Uno dei peggiori stemmi che abbia mai visto…

    • Fly

      In effetti lo stemma è veramente molto piccolo, ed è già il secondo caso che vedo in Francia in pochissimi giorni, dopo le maglie Macron del Lorient. Non per essere pessimista, ma non è che ci dovremmo preparare ad un futuro (almeno nel calcio transalpino) dove pure gli stemmi cederanno spazio agli sponsor?

    • cico72

      sono d’accordo con te anche se lo sponsor lo trovo un pò esagerato….

  • Geeno Lateeno

    Ehhhhh …. ma che pulizia……
    Ci stavano almeno altri 7-8 sponsor

  • daniele

    una buona maglie che senza tutte quelle toppe renderebbe molto di più!! patrick ha fatto davvero un buon lavoro e molto buona l’idea della V che continua sulla maniche

  • Dr4k3

    Personalmente non mi piace molto..

    a parte l’essere devastata dagli sponsor non vedo neanche questo richiamo alla maglia degli anni ’70.. sarebbe stata meglio con il colletto a polo nero e la V molto più sottile.. infine non si capisce davvero quale sia lo stemma del club…

    pessima..

    • Classick

      lo stemma è quello al centro della V con scritto “EAG” (En Avant Guingamp)

      • Classick

        anche se sembra pure lo stemma uno sponsor!
        Secondo me avrebbero dovuto posizionarlo altrove, non al centro della V… magari al posto di uno sponsor ??!!!

      • Dr4k3

        avevo capito che era quello.. intendevo dire che si perde tra gli sponsor senza avere la dovuta rilevanza..

  • Stavrogin

    In genere astrarre non mi viene male, ma qui è veramente difficile.
    La mia nuova politica è di non commentare più maglie stuprate dagli sponsor in modo così eccessivo: parlandone (anche male) comunque le si alimenta, e non intendo farlo.
    Augh.

  • Classick

    A me la maglia non dispiace, anzi la trovo carina.
    Troppo deturpante lo sponsor “Geodis Calberson”

  • squaccio

    Che è la maglia di Nibali ? 🙂

  • pongolein

    ma che roba è

  • Tux

    di base carina (ma quelle degli anni 70 erano bellissime, rifacendole DAVVERO oggi sarebbero uscite spettacolari), gli sponsor la stuprano. Il fatto che nemmeno si capisca quale sia lo stemma sociale (anche perché non è che questi abbiano lo stemma più bello del mondo…) è veramente il colpo finale, l’ultima martellata sull’ultimo chiodo della bara del buon gusto.
    Le società piccole hanno bisogno di soldi, ma così è troppo. Io da tifoso credo che vengano prima di ogni altra cosa la maglia e i colori, preferisco che ci si arrangi con qualche soldo in meno piuttosto che vedere questi scempi.
    Accetto un centravanti prolifico in meno, e pazienza se si retrocede, in cambio di una maglia da sfoggiare con fierezza, non come fosse un depliant dell’Esselunga.

  • Maulet

    Nonostante la presenza della v a rondinella tipo Brescia o Bordeaux, disegno che di per se’ non digerisco a priori, questa maglia sarebbe bellina e piacevole senza l’inquinamento degli sponsor.

  • DY

    Al netto degli sponsor, la ‘scapulaire’ che si dirama sulle maniche è una soluzione che mi piace molto. Bello anche il ‘trisquel’ inserito nella parte bassa della maglia. Come accostamento cromatico, meglio la prima divisa rossonera che la seconda bianconera.

    Purtroppo, come da “tradizione” in Ligue 1, i marchi pubblicitari rovinano completamente l’insieme. Un’altra pecca è riscontrabile, a mio avviso, nel font scelto per il motto dietro al colletto: si poteva optare per qualcosa di meglio, piuttosto di un banale Arial Narrow.

    Nota a margine: quello del Guingamp è uno degli stemmi più brutti mai visti!

  • http://fulgor2009.blogspot.it/ Diego

    avere un logo del genere è da arresto immediato………

  • Torto #13

    Più che una “V” sembra una “M” dato che la scapulaire continua sulle maniche.
    La soluzione non sarebbe stata male ma penso che sia troppo spessa come “V”, fosse stata più stretta l’effetto sarebbe stato più gradevole.
    Lo stemma del trisquel sul fianco destro sarebbe stato meglio in trasparenza e non bianco al 100%.
    Di buono c’è che Patrick ha cercato di creare una divisa ad hoc per il club andando anche a “onorare” la Bretagna con la colorazione della divisa away.
    PS: al netto degli sponsor sarebbe risultata di certo più piacevole come maglia.

  • stefano

    mah, con tutti quei sponsor ….il giudizio è condizionato…voto 5.

  • FDV

    Tra gli sponsor la vera afflizione è il patocco giallo di Geodis-Calberson. Gli altri li trovo abbastanza accettabili in quanto non invadenti cromaticamente e tutti caratteristici del territorio.

    • rudiger

      Dai, breizh cola e celtigel… è come se sulle nostre maglie ci fosse l’amaro der gladiatore e la grattachecca de lungotevere. Per un commentatore del kansas city sarebbe pittoresco, ma io mi vergognerei. Ma poi: celtigel? Te lo immagini obelix col gel? 🙂

      • FDV

        Va be, gli esempi tuoi sono becerate, ma F.O.S., Pecorino Sardo e Terra Sarda a turno sulle maglie del Cagliari li gradivo.

        Poi Celtigel son surgelati! E la Breizh Cola la cercherò la prossima volta che sarò a Parigi

        • rudiger

          Si, lo so che sono surgelati, ma la battuta valeva il falso.
          Ho fatto esempi inventati per non citare locali o marchi veri. Resta il fatto che non vorrei mai marchi a profusione sulla maglia solo perché “romani”. Gli sponsor sono sponsor, qualunque cosa pubblicizzino.
          La breizh cola effettivamente la trovi in tutta la bretagna, ma è proprio questo il problema: quando i simboli dell’identitá diventano i marchi commerciali. Non è un crimine, intendiamoci, ma per come vedo io il calcio non è un bene.

        • rudiger

          Ps: il pecorino sardo mi piace, ma non sulla maglia del Cagliari.

  • Dr. Vercetti

    Sarò probabilmente una voce fuori dal coro, ma questa maglia io non la disprezzo particolarmente, anzi l’apprezzo pure! Mi piace anche se è pasticciata e con tutte quelle scritte, eccezion fatta per quell’orribile pezza gialla e per quel logo bisognoso di un vero e proprio rifacimento con la R maiuscola…

  • Eugenio

    Belle maglie senza gli sponsor. Non sapevo dell’ esistenza di questa marca che non so se sia nuova o antica. Del resto bel lavoro ma, ripeto, senza sponsor.

    Voti 7 – 7

  • Alessio

    No, non mi piace. 😉

  • caggiamilan

    ho cercato di scavare nella memoria e farmi venire in mente una maglia più brutta di questa… non ci sono riuscito

  • Simone

    Odio profondo per le maglie della Ligue 1. Si salvano solo Lione e Marsiglia, tutti il resto davvero da buttare.

  • jack15

    non mi esprimo solo perché la mia simpatia e il mio affetto per i bretoni mi porterebbe a dire follie…

  • Peri97

    ma perchè sempre tutti questi sponsor?? Sarebbe stata una così bella maglia..

  • salmone kalou

    hanno fatto copia incolla con la V che ha fatto la Nike per diverse squadre

  • LM

    ‘Azzo, sono inguardabili per diversi motivi:
    1)Lo stemma Patrick andava messo solo con la P;
    2)Lo stemma sembra uno sponsor e poi è troppo piccolo;
    3)La scapulaire così è inguardabile;
    4)Celtigel e Breizh Cola ci possono stare anche se sono brutti, ma quel cerchio giallo fa davvero c***re;

  • William

    Purtroppo i soliti troppi sponsor del campionato francese, ma tutto sommato a me piacciono.