SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Oggi ci trasferiamo virtualmente dall’altra parte del globo per una doppia presentazione, quella dei kit di due nazionali che non parteciperanno al prossimo mondiale brasiliano. La prima tappa che facciamo è la terra maori della Nuova Zelanda dove la nazionale appartenente alla Oceania Football Confederation ha svelato la nuova divisa, realizzata da Nike, che debutterà contro il Giappone il prossimo 5 marzo.

La nuova divisa mostra un look molto classico che incarna appieno il nickname dei neozelandesi, gli All Whites. Un kit interamente secondo i dettami Nike all’insegna della sostenibilità ambientale e del comfort con l’impiego della tecnologia Dri-Fit che garantisce maggior traspirazione in fase di sudorazione.

Kit Nuova Zelanda 2014 home

Una maglia con girocollo scevra di elementi grafici che mette comunque in evidenza i simboli neozelandesi. Sul pannello frontale, infatti, oltre al logo di Nike, spicca il ricamo del simbolo della felce argentata utilizzata come bandiera non ufficiale della Nuova Zelanda, ma che rappresenta qualità neozelandesi come il cambiamento e la rinascita.

All’interno delle maniche è stato posto lo stesso simbolo della felce visibile solo in caso queste vengano risvoltate e ripreso, in contrasto, sul pannello posteriore alla base del numero del giocatore, quest’ultimo riempito in argento così come il nome. Il kit si completa con pantaloncini e calzettoni bianchi che riprendono gli stessi dettagli in argento della maglia.

Maglia Nuova Zelanda 2014-2015 Nike

Una divisa, dunque, che esprime eleganza e semplicità e che mette in risalto gli elementi essenziali e distintivi di una nazione che abitudinariamente non osa troppo a livello di uniformi da gara.

Dalla Nuova Zelanda ci spostiamo in Cina, a Qingyuan nella provincia di Guangdong, dove, durante una conferenza stampa che aveva come ordine del giorno la presentazione di Alain Perrin come nuovo CT della nazionale cinese, è stata svelata la nuova divisa dei dragoni rossi prodotta da adidas.

La nuova maglia è realizzata con una tonalità di rosso acceso che viene spezzata dai dettagli bianchi dei simboli adidas (ovvero il logo in petto e le stripes sulle spalle) e dal riempimento di nome e numero.

Presentazione maglia Cina 2014 adidas

Sul petto campeggia il crest della nazionale cinese accompagnato dall’acronimo CFA (Chinese Football Association) in una zona della maglia attraversata da una trama grafica che rappresenta la pelle del drago, simbolo cinese per antonomasia e segno di forza e potenza.

Questa trama, per così dire, a squame attraversa diagonalmente la maglia da sinistra a destra e, quindi, la suddivide in due zone. A rifinire la casacca ci pensa il collo a V realizzato con una tonalità di rosso che introduce al pannello posteriore sul quale campeggia la ormai nota striscia adidas che solca la schiena, riempita in questo caso di oro, che sottolinea i caratteri cinesi che compongono la scritta “China” posta dietro il collo. A completare il kit ci pensano i pantaloncini ed i calzettoni rossi, entrambi con dettagli bianchi.

Cina kit 2014 adidas

Divisa Cina 2014-2015 home adidas

Dal rosso dei giocatori di movimento si passa al blu navy dei portieri con una divisa impreziosita da inserti azzurri, che partono dalle spalle e scendono fino a segnare il profilo maglia, e dettagli in bianco, come il girocollo e le stripes adidas.

Sulle ali dell’entusiasmo per il nuovo allenatore, dunque, i cinesi presentano la nuova divisa con la quale andranno alla conquista della coppa d’Asia e che vestirà per la prima volta i dragoni rossi il prossimo 5 marzo contro la nazionale irachena.

  • squaccio

    Quella cinese è bella, simpatica anche la variante della pelle di dragone.
    Quella neozelandese per me andava marchiata con dettagli neri e non grigi e magari vista la troppa semplicità del kit, arricchita con un colletto particolare.
    Così rischia di scivolare nella banalità.

  • elkan

    insomma..era meglio il baffo nike BIANCO nella maglia della nuova zelanda..eddai!

  • Junglefever

    a me il basic va sempre bene, però, cavolo, la maglia dei neozelandesi è la t-shirt di Fonzie!

    passando alla maglia cinese, carina l’idea della pelle del drago ma il template è già usato(vedi colombia away)

  • Antonio

    Bella quella della Cina.
    Per la Nuova Zelanda, nella foto con la maglia indossata dal giocatore gli inserti sembrano neri… cmq avrei inserito inserti neri al bordo delle maniche e pantaloncino nero con stemma bianco. Mi sarebbe piaciuta molto di più.
    Così ha ragione squaccio

  • raido

    http://www.rugbyuniontimes.com/wp-content/uploads/all-blacks.jpg

    Si vede che i Neozelandesi ci tengono alla purezza della loro divisa, in ogni sport.

  • cisky

    Positive entrambe. La Cina ha una bella maglia forse perché non va ai mondiali brasiliani dove Adidas ha deciso di fare scempi 🙂

  • Gigi

    spero che le maglie della nuova zelanda non le vendano a più di 7 euro…

  • frenz

    bei kit entrambi.

  • Niccolò Mailli

    Quella della Cina mi piace molto, mi ricorda l’ultima divisa Adidas del Liverpool che aveva un effetto squame simile a quello proposto in questo caso.
    Molto più azzeccato qui visto il riferimento al dragone rosso.
    http://goo.gl/I4axDa

    Non mi piace però lo stemma della federazione cinese e i dettagli bianchi li avrei preferiti gialli oppure oro.

    Semplice, forse troppo la divisa dei neozelandesi: preferivo le due maglie proposte nel 2012 con la trama della felce a caratterizzare la maglia; peccato che quelle due divise passarono molto inosservate vista l’assenza di manifestazioni di livello.

    http://www.soccerstyle24.it/wp-content/uploads/2012/03/nuova-zelanda-away.jpg
    http://www.uksoccershop.com/images/new-zealand-home-shirt-2012-13.jpg
    http://www.soccerstyle24.it/wp-content/uploads/2012/03/new-zealand-away.jpg

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Nuova Zelanda: si addice benissimo al nick-name della nazionale, All Whites appunto. Certo non è nulla di che, di particolare e personalizzato non c’è niente. O forse la particolarità è da vedere proprio nella mancanza di dettagli? I numeri e nomi argentati, poi, saranno ben leggibili a contrasto col bianco della divisa?

    Cina: bella, ben curata e particolare. Il pattern a pelle di drago l’avrei esteso a tutta la maglietta però.

  • Eugenio

    NUOVA ZELANDA : Maglia che cade nella semplicità eccessiva e nella scontatezza, altro che elegante. Si poteva fare qualcosa almeno per il colletto o per i bordi delle maniche, ma…

    CINA : Quella della Cina invece è una maglia che manda a quel paese tutta quella schifezza fatta per i Mondiali e dimostra come si FA la maglia per la nazionale : semplicità ( non eccessiva come quella degli All whites ), eleganza e in più il tocco di nazionalità che rende le maglie ” da Cina ” ecc..

    Voti 6,5 – 9

  • rudiger

    Ecco: questa è una maglia bianca. Può piacere o meno ma è bianca e basta.
    Non come il Real che ha maglie, prima adidas e poi bianche.

    • raido

      Mai parole furono più vere.

    • broscky

      concordo in pieno…

  • Swan

    Troppo semplice la maglia dei Kiwi, una normalissima maglia bianca della Nike sulla quale è stata cucita la foglia di felce. Inoltre sarebbe stato più logico vedere la foglia ed i numeri neri piuttosto che grigi.
    Riguardo alla Cina altra maglia troppo semplice, la trama a simil scaglie di drago era da estendere alla totalità della maglia o non farla del tutto.

  • Riccardo

    Belle quelle della Cina sia portiere che giocatore,un po’ meno quella della Nuova Zelanda

    Cina prt. 8,5
    Cina giocatore 7
    N.Zelanda 4,5

  • LM

    Per quanto riguarda la Nuova Zelanda, maglia davvero semplice e vuota, ma devo dire che mi piace proprio per la sua pulizia, vorrei vedere modelli simili anche per il Real Madrid.Niente di particolare, che rischiano di far sembrare la maglia banale e anonima.Curiosa l’idea di usare i dettagli in grigio chiaro, ma va detto che fanno davvero un ottimo effetto. Bello lo stemma di questo colore, davvero molto elegante, così come i numeri, che sembrano però poco leggibili, ma che sono anche molto belli. Dunque, un completo promosso. Idem per la Cina, davvero bella la trama del dragone, che avrei esteso su tutta la maglia. Insomma, impietoso confrontare questa bella divisa con quella precedente, questa vince nettamente. Quindi, due divise nettamente promosse.

  • lfc

    La maglia dei kiwis non la commento nemmeno (credo che nike abbia subappaltato il tutto alla fruit of the loom)!

    La home della nazionale cinese invece mi convince! Certo, non sarà indimenticabile, ma è una maglia tradizionale che strizza l’occhio alla storia del paese e alla novità “l’effetto drago è molto efficace”. Purtroppo non credo che ai cinesi basterà vestirsi da draghi per diventare pericolosi anche sul campo…

  • Geeno Lateeno

    Io a quella della Nuova Zelanda avrei fatto anche i numeri in bianco… così…. per completezza

  • Ivan

    Il problema delle maglie bianche è che, se troppo “pulite”, fanno effetto t-shirt…

  • ste2479

    capisco che la nuova zelanda sia tra le ultime squadre del ranking mondiale….ma almeno un po più di dettagli (colletto, bordo maniche) potevano metterli.
    il vero scandalo è che questa maglia costerà 90 euro..