SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike



Il motivo predominante nella grafica delle nuove maglie dell’A.C. Pisa 1909 realizzate da Erreà per la stagione 2011-2012 è la Croce Pisana.

Presentazione divisa Pisa 2011-2012

L’antico simbolo della città, infatti, è presente in tutte e tre le divise. Spicca in particolar modo sulla prima maglia con uno “strappo artificiale”, a sfondo rosso, sulla spalla sinistra. Rimangono invariate invece le classiche linee verticali neroazzurre a banda stretta.

Bozza maglia home Pisa  

La seconda maglia si ispira alla divisa degli anni ’60, anni che videro il Pisa vincere dapprima il campionato di Serie C (1964-’65) e successivamente la promozione in Serie A (1967-’68). La divisa è caratterizzata da una banda diagonale nerazzurra che parte in alto dalla spalla sinistra.

Lo sfondo bianco è animato sulla schiena dal disegno in trasparenza della Croce Pisana che si presenta anche sul petto con la bandiera rossocrociata. La fascia trasversale nerazzurra la troviamo, parallela a quella della maglia e sempre su sfondo bianco, anche sui calzoncini.

La prima divisa del Pisa 2011-2012 La seconda maglia del Pisa 2011-2012 

Il simbolo della repubblica di Pisa domina anche sulla terza maglia del club toscano: la croce bianca è ben visibile sul lato destro della maglia, completamente rossa con il colletto ed i risvolti delle maniche bianchi.

Gradite l’utilizzo ripetuto di un simbolo della città d’appartenenza?

Articolo scritto da Dino Nicotera per Passione Maglie

Photocredit: acpisa.iterrea.it


  • Daedal

    BELLISSIMA!!!

    • eddyx

      Ottimo lavoro, andiamo avanti cosi Erreà

    • Gino Latino

      Anche a me pare una ottima idea

      • TITO

        belle, degne della repubblica marinara.

  • M23

    bell idea inserire la croce pisana sulla prima maglia ,cosi si distingue dalle altre neroazzurre ed è unica

  • Gianluca

    Splendide tutte e tre. La prima orginalissima e di grande impatto. Complimenti a Erreà, se poi evitassero le losanghe sulle spalle sarebbero perfette.

  • Marcomanno

    belle, l’inserimento della croce mi ricorda la soluzione adottata dal Rennes la scorsa stagione per la 2′ maglia, che lo stesso passionemaglie ci fece notare

    http://www.soccerstyle24.it/2010/07/tanta-bretagna-per-le-maglie-puma-del-rennes-2010-2011/

  • MARCOPANTERONE

    Promossa l’idea della personalizzazione che da grande identità alla magli (quindi alla squadra e a lla società stessa), mi sembra un buon esempio di come si possa creare un “classico” anche nel 2011. Stilisticamente l’inserimento del simbolo della città poteva essere più sobrio, ma appoggio comunque tutta l’operazione!

  • William

    Bellissime maglie! La seconda bianca è una vera chicca!!! Se fossi Interista l’acquisterei di sicuro (così come acquisterei la seconda dell’Inter tra l’altro)

  • SuperFity

    …Apprezzo la scelta coraggiosa…brava ERREA

    • http://www.marcellinux.it Marcello Cannarsa

      Mi piaciono anche a me, meritano serie maggiori 😀 !

  • matteo18

    le maglie sono originali e abbastanza belle.

    ma in lega pro gli arbitri non usano le stesse divise di quelli di A e B(foto maglia bianca in azione)?

    • squaccio

      Forse è un’immagine del pre campionato, visto che anche il pallone arancio è stato usato fino all’anno scorso.

      • matteo18

        ah vero, non ci sono neanche le toppe della Lega Pro.

  • Gluko

    Scelta molto coraggiosa,ma decisamente lodevole.Una personalizzazione un po troppo evidente, ma ci sta..come si è già detto la differenzia molto da tutte le neroazzurre verticali, brava errea…
    Un plauso sulla away mi piace molto il richiamo della striscia neroazzurra anche sui pantaloncini..identificazione pisana totale

  • dakobnb

    Complimenti, bei completi

  • FDV

    Splendide tutte e 3 le divise. In particolare stupendo l’essere riusciti a sposare le due anime del Pisa, quella nerazzurra e quella della croce cittadina.
    L’unica cosa che proprio non mi piace è lo scudetto, mi è sempre piaciuto poco in generale, ma questa versione con il nastro a formare la croce ridotta ad essere una sorta di base della torre mi piace ancora meno delle precedenti versioni.

    So di entrare in un argomento spinoso, ma come vedreste la stessa soluzione per le maglie del Parma? Con la home crociata e l’inserto sulla sinistra gialloblù e la away gialloblù con l’inserto crociato?

    • rudiger

      a me il simbolo non dispiace. anche se in effetti la croce distesa mi ricorda la prima volta che l’ho vista a pisa (lo dico senza ironia): su un tombino in piazza dei miracoli.

    • rudiger

      per quanto riguarda la proposta per il parma:
      come ho già scritto in un post nell’articolo del parma credo che la soluzione migliore sarebbe che la seconda maglia fosse una crociata gialloblu, visto che è poprio dallo stemma cittadino crociato con quei colori che vengono il giallo e il blu tanto amati dai tifosi. certo, la home bianca crociata di nero potrebbe avere un inserto gialloblu per salvare capra e cavoli anche sulla prima maglia.
      però bisognerebbe sentire l’opinione dei tifosi del parma, cosa che io non sono.

    • Marco

      Sono tifoso del Parma.
      Penso di parlare a nome di molti tifosi dicendo che la prima maglia del Parma dovrebbe essere crociata senza inserti gialloblu.

      Le prime versioni Errea erano perfette (unica pecca la croce un po’ piccola, allargata negli ultimi anni)
      Gli inserti colorati di quest’anno sono troppo invasivi; la versione a maniche lunghe lo sarà ancora di più (le striscie gialloblu che partono sopra al gomito arriveranno al polso).

      Per la seconda maglia sostengo l’opzione della croce gialloblu (come già successo per i primi anni Errea), ma mi piacerebbe molto, prendendo spunto da FDV, anche un’ipotesi di righe verticali gialloblu con inserto croce nera su sfondo bianco sulla spalla sinistra, tipo questa del Pisa.
      Se qualcuno riuscisse ad elaborarla mi farebbe un gran piacere.

      • MC24

        A me piaceva molto la maglia del Parma gialloblù a righe orizzontali… Solo che non conoscendo la tradizione chiedo ad un tifoso: è troppo poco ortodossa?

        • GIGIO

          Non si tratta di essere più o meno ortodossa, è che la maglia del Parma è crociata. Punto.

        • Gino Latino

          Bravo Gigio questo sì che è parlar chiaro.
          Mi ricordo….. anni e anni fa….. ma tanti… le divise del Parma firmate UMBRO… crociate…. STUPENDE

    • Torto #13

      @ FDV

      Intendi una cosa cosa così per la away del Parma? Realizzai questo “disegno” tempo fa…
      http://www.facebook.com/photo.php?fbid=192029657475799&set=a.176173099061455.44099.175815549097210&type=1&theater

      • ferro

        a me personalmente cosi’ non piace, resto dell’idea (sicuramente poco innovativa) delle crociate bianco-nere / giallo-blu senza “interferenze”.

      • FDV

        Sulla carta l’idea è buona, ma secondo me le due parti sono conciliabili solo con un inserto più piccolo come nella maglia del Pisa o in quella postata sotto da Ferro dei Crociati Noceto

    • ferro
  • squaccio

    Bellissime maglie, ottima idea e splendida realizzazione !
    Basta davvero poco per fare una maglia bella ed originale..

  • rudiger

    belle maglie. mi piace il disegno del colletto. avrei posizionato le croci in maniera diversa, soprattutto quella sulla maglia rossa che risulta tagliata, ma apprezzo comunque i risultati.
    belle o brutte mi sembra che le maglie delle serie minori, prodotte da aziende “minori”, siano molto più studiate di quelle della serie a.

  • Mauro

    bellissima!

  • francesco

    Brava Erreà, scelta coraggiosa ma maglia originale ed inedita. In Lega Pro in mezzo a tante maglie da catalogo, è sempre un piacere vedere modelli creati appositamente per una squadra.

  • CosimoSkinner

    Finalmente un marchio italiano in grande crescita, Errea sta dimostrando qualità e personalità sia in Italia che all’Estero, un trattamento da top team per una squadra di Lega Pro è davvero una bella notizia.
    Tralasciando il discorso generale, le maglie sono davvero tutte belle, l’assenza di sponsor le rende ancora più eleganti, altro che le tristemente note toppe BETCLIC, LETE ed MSC…

  • Loris

    LA 3th E STUPENDA 🙂

  • http://www.iotifopisa.com Dario-ITP

    Fanno caà tutte e tre.

    • Eisley

      ahahah! credo di immaginare il tuo luogo di residenza..

      • amico_di_Dario_IoTifoPisa

        eh no, lo so a chi pensi, ma leggi il mio post: Dario è un pisano e come tale dotato di grande (auto) ironia 😉

  • fabimpara

    bella l`idea, ma come ha già scritto Marcopanterone avrei preferito una maggiore sobrietà, il rosso nella prima sulla spalla è molto invadente così come la croce sulla terza che poteva essere più in trasparenza.
    Comunque nel complesso bell`idea basta solo qualche piccolo aggiustamento.

    • ferro

      mi hai rubato le parole di bocca, poi i numeri neri sulla rossa per contrastare la croce bianca mi sembrano una forzatura, chi fa maglie da calcio gia’ lo sa in partenza che bisogna numerarle sul retro, allora cosa ce la metti a fare la croce sulla schiena? ma tuttosommato pregevole lo sforzo di societa’ e brand di creare novita’ pescando nella tradizione e valorizzando il territorio.

  • amico_di_Dario_IoTifoPisa

    abbiate pazienza, Dario è un burlone, in realtà le ha già comprate tutte e tre 🙂

  • out of mind

    Belle perchè particolari.
    Trovo giustissimo l’ampio uso dello stemma cittadino che rende queste divise solo ed esclusivamente da Pisa. Anche nella maglia nerazzurra, dove l’inserto con la croce è cromaticamente più invadente, il risultato è buono.

    L’impiego della croce pisana sulle divise è una necessità dato che nel logo societario post-fallimento lo stemma cittadino è troppo mortificato. Non a caso i primi commenti dei tifosi furono: “sembra una molla sopra una pizza margherita”

    Paradossale che lo stemma storico del Pisa Sporting Club venga usato in eccellenza a San Giuliano Terme. http://www.pisasportingclub.com

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Bellissime! Complimenti alla Erreà, lavoro da serie A…

  • Stefan

    Fantastiche tutte 3

  • wesley

    bella idea così la prima maglia è unico rispetto a inter,atalanta ecc. se avessero avuto come sponsor puma ci sarebbe stato a puntito l’inserto della croce(come il rennes che qlcuno ha citato prima) ma vanno bene lo stesso..belle!

  • Tomm

    A me la prima non piace, fatto male l’ inserimento della toppa rossa, per me avrebbero dovuto metterla in altra posizione e magari con toppa bianca e croce rossa. Bella la seconda, tranne per la banda diagonale sui pantaloncini. Fantastica la terza, molto adatta e pulita, così dovrebbe essere la prima.

    • rudiger

      Non puoi invertire i colori! Altrimenti la svizzara diventa la crocerossa (e viceversa) 🙂

  • ccc

    ottime!
    voti:
    1°:8
    2°:7
    3°:8

  • DD

    brutte brutte brutte… squallide

  • leghorn utd

    …mai visto maglie più brutte insignificanti 🙂

    naturalmente scherzo son veramente ben fatte e il fatto che identifichino bene oltre alla squadra anche lo spirito della città a me piace da impazzire come concetto.

    • passionemaglie.it

      Non è il caso, editato 😉

  • leghorn utd

    hai ragione hai ragione Matteo ma è stato più forte di me, non lo faccio più.. volevo aggiungere una cosa detta anche da FDV, stona tantissimo lo scudetto secondo me banale, molto più bello quello del vecchio Pisa s.c.

  • leghorn utd

    http://www.qwiki.com/q/?_escaped_fragment_=/A.C._Pisa_1909

    ..questo per capirci molto anni ’80

  • Torto #13

    Molto belle tutte e 3 le divise! Particolare e ben riuscita la home, ma comunque ottimo lavoro svolto da Erreà, in generale, per il Pisa.

  • FERT

    Assolutamente fantastiche…maglie che profumano di storia…la croce pisana è appostata benissimo in tutte e tre le maglie…voglio esagerare..le maglie più belle della stagione 11/12

  • ThePickwickPub

    Ben oltre (in meglio!) gli standard della LegaPro.
    Basta un pizzico di attenzione e cura per creare maglie interessanti e valide, questo ne è la dimostrazione: si può discutere sull’estetica (de gustibus) ma son maglie che “hanno un senso”, un concetto di base (legame squadra-città)…il che di questi tempi è un lusso 🙂

  • zagorakis

    maglie molto belle e identificative, un azzardo ben riuscito quello di stravolgere la classica maglia a strisce con l’inserimento della croce su sfondo rosso, da apprezzare l’attenzione che erreà dà alla storia e alle esigenze delle società, anche se di categorie inferiori (come per la seconda maglia tricolore della reggiana). Bella anche la banda diagonale nella seconda (potrebbe ricordare la pendenza della torre). La erreà fa davvero dei bei lavori, solo le maglie dell’atalanta mi hanno deluso quest’anno.

  • Meloskevic

    La prima è una gran bella idea, anche se la riuscita non mi piace molto.
    Le altre due sono spettacolari, quella rossa è eccezionale.

  • mosca

    Lode, lode, lode.

  • Tux

    spettacolo

  • BFC

    la croce pisana sulla seconda maglia è molto meglio che quell’azzardo sulla prima.

  • maro1997

    stupende!

  • rudiger

    nessuno ha ancora sottolineato il motivo principale per cui queste maglie, probabilmente, fanno subito una ottima impressione a tutti: SONO SENZA SPONSOR!

    inoltre le rifiniture della terza (colletto e bordini su maniche e calzoncini) secondo me sono quelle più belle possibili per squadre con due colori sociali e maglie con un colore dominante (roma, lazio, palermo ecc.)

    • out of mind

      In campionato lo sponsor è apparso.
      Su quella rossa è messo nella versione tradizionale mentre nella nerazzurra è in posizione di co-sponsor.
      Si vede nel link che ho messo nel post sotto.

      • rudiger

        Peccato

  • out of mind

    Nella maglia rossa la croce pisana c’è anche sul retro e i numeri sono neri.

    Spal-Pisa
    http://www.acpisa.it/photo.html

    • ferro

      come ho gia’ scritto la scelta del colore nero per i numeri, dovuta proprio alla croce bianca sul retro, mi sembra una forzatura che toglie charme alla divisa, meglio sarebbe stata senza croce e coi numeri bianchi ( oro solo in champions….)

      • out of mind

        Sono d’accordo, i numeri neri “guastano” la maglia.

  • Davide

    Molto belle, anche se secondo me l’hanno fatto anche per ragioni di marketing. Conoscendi i pisani, che sono molto attaccatti al loro simobolo, compreranno molte maglie con la loro amata “croce”

  • elkan

    ottima idea e buonissima realizzazione

    nella prima maglia avrei fatto messo la croce pisana su entrambi i lati

    una domanda sorge però: cosa centra il comune e la sua effige con la squadra di calcio?? il nesso non è per nulla dovuto e in molte parti d’Italia la squadra di calcio non è certo l’emblea comunale per eccellenza (vedi treviso, siena, villa cortese, l’aquila…etc)

    • Tom

      I tifosi pisani sono molto legati allo stemma della loro città. Del resto nella curva pisana vedi sbandierare sempre tantissimi vessilli “rossocrociati”. Il nesso quindi lo creano gli stessi tifosi e l’attaccamento dei pisani verso il loro stemma cittadino.

    • out of mind

      La forma dello scudo è diversa ma lo stemma del Treviso è ripreso proprio da quello comunale. Croce bianca su campo rosso e due stelle ottagonali in alto.

    • FDV

      E comunque nel caso di Pisa non si tratta di un mero stemma comunale, alle spalle c’è tutta la storia della Repubblica di Pisa.
      E non a caso la croce pisana assieme alle effigi delle altre 3 storiche repubbliche marinare, fa parte dello scudo della Marina Militare, uno dei pochissimi stemmi che identificano l’Italia oltre al tricolore.
      [img]http://img510.imageshack.us/img510/3408/800pxnavalensignofitaly.png[/img]

      • http://mk1893.jimdo.com/ mk.1893

        appunto.
        Maglie molto coraggiose, ma carine.
        Brava errea.
        mk

      • http://www.forzatoro.net AlessandroP

        che sono? 😀

  • il conte sboroni

    kit pressoché perfetti in anni di frequenti orrori per tutti. la maglia nerazzurra è semplice e nello stesso tempo unica, il kit rosso idem (peccato per la storia dei numeri neri), e la maglia bianca, per quanto già vista a Milano e altrove, bella ed elegante. uniche pecche i soliti loghi sulle maniche e il brutto stemma societario, ma sono inezie. come già detto credo che il fatto di vederle senza sponsor (qui in Internet) aiuti nettamente a percepire le divise come ancora più belle. promozione piena, un pubblico appassionato come quello di Pisa (e lo dico senza alcuna simpatia, ma con onestà) merita divise affascinanti come queste.

  • sergius

    Rapportata a quella dell’ultima stagione con quei disordinati lacci sul colletto questa è meravigliosa. Sicuramente più bella e originale di quella anonima dell’Inter.

  • fabiolll

    MUTA ROSSA NON DEFINITIVA:

    Grazie della segnalazione Fabio.
    Abbiamo già osservato anche noi la difficoltà proprio di lettura dei numeri sia dalla tribuna che dalle telecamere. Purtroppo la muta utilizzata finora è una muta di prova e presto sarà sostituita da una più adeguata. Verranno scelti dei numeri diversi e molto dipenderà anche dallo sponsor che metteremo sulle maglie. Insomma, spero presto che la cosa si risolva, ti garantisco comunque che chi di dovere si sta già adoperando.
    Grazie e saluti
    Riccardo Silvestri
    Ufficio stampa Ac Pisa

    • macaste

      ottimo a sapersi Riccardo…
      il numero nero sulle maglie rosse non si può vedere ! in tutti i sensi…
      diventeranno pezzi da museo… 🙂

  • hangingjudge

    che strano vedere la maglia nerazzurra che, d’istinto, associo all’inter, con decisi inserti rossi! Bellissimo il risultato! belli anche gli altri kit! Un eventuale sponsor sulla seconda però va integrato bene, si rischiano effetti devastanti per la maglia!!

  • Alessio

    Davvero splendida la bianca.

  • dani97

    io sono pisano e mi piacciono molto

  • Quelli dello Scalone -MICHELE

    Errea=10
    Legea=0
    da un palermitano innamorato di Umbro.
    La prima maglia per me merita un premio.

  • Sadiko

    Ottima operazione di Errea che inserisce la sempre gradita Croce Pisana nella classica maglia nerazzurra. Devo dire che dopo il primo anno che – per forza di cose – ci siamo dovuti accontentare di maglie da catalogo, lo scorso anno è stato indetto un concorso tra i tifosi per disegnare le divise che Errea ha riprodotto fedelmente (mi scuso ma non trovo i link, le proposte sono state tantissime e validissime). Quest’anno si vede che è stata intrapresa la strada giusta sulla scia dello scorso anno. Unico appunto allo sponsor tecnico: è possibile che dagli anni ’90 si debba vedere sempre la medesima font dei numeri?
    Consigliatissimo a tutti il libro “Solo per la maglia” già segnalato da PM http://www.soccerstyle24.it/2010/09/solo-per-la-maglia-libro-divise-pisa-1909/

  • vigne

    grandiosa la prima, grandiosa la seconda, buona la terza.

  • alessio

    da pisano apprezzo l’idea dell’originalità, però da tifoso perfezionista l’avrei preferita in maniera diversa.la croce posizionata in maniera asimmetrica mi fa storcere un po’ il naso.avrei preferito o lo scudetto nel petto (come nella maglia bianca, che non è la seconda ma è la terza), oppure avrei preferito una personalizzazione con ad esempio bordini sulle maniche e colletto rossi, che secondo me non guastano. inoltre per differenziarci completamente dalle altre neroazzurre vorrei tanto i pantaloncini blu che abbiamo usato anche nei tempi recenti della serie b.però in confronto al resto delle maglie mi accontento

  • alessio

    ah, inoltre i numeri neri sulla maglia rossa sono orrendi

  • Daniel

    Non si possono guardare davvero, cosa mi spiega lo stralcio rosso su una maglia che per storia è nerazzurra?
    Non riesco proprio a capirlo, altro che maglie da serie A come qualcuno dice, premesso che la maglia non fa la squadra, io dico che in Errea potevano tirare fuori qualcosa di diverso, va bene ricordare lo stemma della città ma mai esagerando secondo me.
    Ridicole le maglie dell’inter con la croce rossa, no ma dai quando le ho viste pensavo ad uno scherzo…come pensavo fosse uno scherzo la croce pisana…
    Boh vabbè…

    • fabiolll

      la maglia nerazzurra non vuol dire automaticamente inter (ci mancherebbe altro) quindi non ti scandalizzare, questa non è la TUA maglia.e poi 1 commento negativo su 100 fa capire che l’iniziativa è stata apprezzata,specialmente dai legittimi proprietari, i pisani.

  • pisana…mente

    Daniel, capisco la tua perplessità, anzi, anch’io sono sorpreso del successo di “critica” di queste maglie, ma non mi sembra nemmeno il caso di scandalizzarsi fino a questo punto. Come dice fabiolll, che cavolo c’entra l’inter?
    Casomai è proprio per evidenziare la differenza che hanno inserito il “formaggino” rossocrociato, mentre invece non c’è nessun bisogno di evidenziare nulla. Ognuno ha la propria storia (inter vincit, alla grande) e i suoi simboli (pisa vincit, alla grande) e se li tiene entrambi.
    Se mi dici che con i colori (nerazzurro ma anche rosso e bianco) e i simboli di Pisa si possono ottenere risultati molto migliori ( e si sono ottenuti anche in un forum di tifosi l’anno passato), ti posso anche seguire. Nel resto proprio no.

  • Angelo

    Ottime le tre maglie…bellissime ed originali!

  • Bastian

    A proposito di identificazione, a me piacevano i pantaloncini e calzettoni blu che furono usati nell’anno in B (quando c’era il Nacho Castillo). Rendeva l’intero kit pisano unico, diverso da quello delle altre nerazzurre come Inter o Atalanta

    • pisana…mente

      Bastian… quando c’erano personaggi come Castillo, Cerci e Kutuzov, mi sarebbero paiciuti anche con una maglia scur e gialla a dadolini 😀
      cmq, sì, è vero, ci distingueva anche la muta, anche se aveva la consistenza di un pigiama… speriamo che errea il prossimo anno ci regali dei pantaloncini azzurri.

      • fabiolll

        ti quoto, quell’anno sarebbero stati fantastici anche con la cannottiera della salute e slippini…riguardo ai pantaloncini azzurri che anche io preferisco (al contrario dell’orrore bianco che usa l’inter…)credo che spetti alla società dare indicazioni in merito.inoltre la differenza con la divisa del 2008 può essere dovuta al fatto che quest’ultima è stata adottata dalla sangiulianese.

        • pisana…mente

          fabiolll, spieghiamo a chi non è di zona che la sangiulianese è il nome ironico che viene usato per il Pisa made in china che gioca appunto a San Giuliano Terme. Ammesso che interessi a qualcuno, un gruppo di bontemponi sta usando il nome glorioso del Pisa di Anconetani, cioè Pisa Sporting Club, come ruzzìno personale nel campionato di eccellenza, potete immaginare con quali risultati in termini di simpatia :D. Mi scuso per l’OT ma la precisazione era necessaria, almeno per i meno informati.