SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Il 6 Gennaio ricorreva il centenario della prima partita giocata dalla nazionale italiana con la maglia azzurra: l’amichevole Italia-Ungheria, disputata a Milano nel 1911.  Fino ad allora la nazionale aveva giocato in bianco, non si sa bene se per motivi di convenienza economica o se per omaggio alla squadra più forte dell’epoca: la Pro Vercelli.

Chiellini con la nuova maglia dell'Italia 2010

DAGLI ALBORI AL SECONDO DOPOGUERRA

Si optò per l’azzurro in onore del colore dello stendardo della famiglia Reale dei Savoia, il cui stemma rosso con croce bianca campeggiava sul cuore. La maglia era molto semplice, con colletto a polo, calzoncini bianchi e calzettoni neri.

Durante il ventennio fascista, allo stemma Sabaudo sul petto vennero aggiunti corona e fascio littorio.
Il colletto a polo lascia il posto ad un più semplice scollo a V, che caratterizza le maglie degli azzurri nella conquista di due titoli mondiali nel 1934 e nel 1938 e di un oro olimpico nel 1936 sotto la guida di Vittorio Pozzo. Nello stesso periodo, l’Italia utilizzò anche delle divise completamente nere, un chiaro riferimento al regime.

Nel dopoguerra il tricolore rimpiazza lo stemma sabaudo sul petto delle maglie azzurre.
Vengono dapprima utilizzate maglie con la particolarità del colletto con i laccetti, sostituito in seguito da un più semplice girocollo. E’ l’epoca della nazionale formata nella quasi totalità da giocatori del Grande Torino.
—–

GLI ANNI ’50, ’60 E LA STORICA DIVISA DEL 1970
Poche novità negli anni ’50, tranne un nuovo cambiamento nel tricolore sul petto. Al semplice scudetto viene aggiunto nella parte superiore un riquadro azzurro e successivamente nero con la scritta Italia dorata.

Casacca Italia 1962Per i Mondiali del 1962 in Cile, la maglia a girocollo viene sostituita da una vera e propria polo, con la quale gli azzurri non riuscirono a superare il girone eliminatorio a causa della sconfitta per 2-0 contro la nazionale padrona di casa. La partita fu poi soprannominata Batalla de Santiago. Nella foto in bianco e nero, l’italiano Ferrini espulso al 7° minuto, accompagnato fuori dal campo da agenti di polizia cileni.

mondiali del 1966 rimasero famosi per la clamorosa sconfitta contro la Corea del Nord che comportò l’eliminazione della nostra nazionale. Furono utilizzate due versioni della maglia azzurra: una con colletto a V, l’altra a girocollo. La differenza probabilmente era collegata alle maniche della maglia: scollo V per quella a maniche corte, girocollo per quella a maniche lunghe. Una particolarità che verrà riproposta dalla Kappa nel 1999. I calzoncini neri utilizzati contro Unione Sovietica e Corea del Nord non erano parte della prima divisa, furono indossati per differenziarsi da quelli bianchi degli avversari.

Dopo anni di delusioni arrivano due tra le più belle pagine della storia azzurra: il titolo europeo conquistato in casa nel 1968 e il secondo posto nel Mondiale in Messico nel 1970, impreziosito dall’epica semifinale Italia-Germania 4-3.
Maglia minimalista, forse assieme a quella del 1982 la più stampata nell’immaginario collettivo come rappresentativa della nazionale italiana.

L’ARRIVO DEGLI SPONSOR TECNICI E IL TRIONFO SPAGNOLO

Dal 1974 si entra nell’era moderna delle sponsorizzazioni tecniche. A dire il vero per l’Italia si tratta di un passaggio molto graduale, che vedrà le maglie azzurre inviolate dai loghi dei marchi fino al 1999. Il primo fornitore ufficiale della nazionale italiana fu Adidas dal 1974 al 1978. Maglie sostanzialmente invariate rispetto agli anni precedenti. Nè il fiore, nè le tre strisce comparvero mai sulle maglie. L’unico indizio riscontrabile di tale rapporto lo vediamo nei calzettoni: azzurri con le tre strisce bianche sul risvolto.

Per i mondiali del 1978 l’unica novità è rappresentata dal design dei numeri che non sono pieni: un tocco moderno alla tradizionalissima maglia girocollo.

Nel 1979 subentra Le Coq Sportif.
E’ in questi anni che nasce la leggendaria maglia che vedrà gli azzurri alzare la Coppa del Mondo nel 1982 in Spagna. Cambia il colletto che diventa a polo, e per la prima volta compaiono delle rifiniture tricolori sul colletto e sul bordomanica che saranno una constante fino al mondiale del 1990 e di cui si sente ancora la mancanza.  Leggera modifica anche per lo scudetto, con l’aggiunta della sigla FIGC nel bianco del tricolore

Dopo la conquista del terzo titolo mondiale le maglie restano invariate, ma vengono aggiunte per la prima volta le tre stelle nella parte alta dello scudetto, dove solitamente trovava posto la scritta Italia.

Irlanda Italia 1985Terminata la partnership con i francesi, gli azzurri, in cerca di un nuovo sponsor tecnico, giocano tre amichevoli con maglie firmate Ennerre, famosissima azienda che negli anni ’80 e ’90 vestì molte squadre italiane. Il modello è uguale al precedente a manica lunga, cambiano solo i numeri in panno cuciti.

LA MAGLIA AZZURRA PARLA ITALIANO CON DIADORA

Doppio cambiamento nel 1985.
Diadora
diventa lo sponsor tecnico e un nuovo stemma tondo sostituisce il tradizionale scudetto tricolore. All’interno trovano spazio le tre stelle dorate su campo azzurro nella parte sinistra.

Le maglie cambiano nel materiale, dalla lanetta degli anni precedenti si passa a un tessuto acetato e lucido. E’ l’unica variazione di rilievo, per il resto colletto e rifiniture restano invariate rispetto alle maglie del 1982.

Dai mondiali del Messico del 1986 alle notti magiche di Italia ’90 le casacche non cambiano.

Nel 1992 altra svolta. Cambia nuovamente lo stemma della Federcalcio e di conseguenza della nazionale. Da tondo diventa una sorta di I stilizzata con tanto di grande puntino azzurro in alto a sinistra. Nella parte alta trovano posto le tre stelle su campo azzurro. Al centro su campo bianco la denominazione completa della FIGC e in basso il tricolore, ridotto ai minimi termini dai tempi dell’abbandono dello scudo Sabaudo. Un logo discutibile, che però sulla maglia azzurra aveva comunque un certo fascino.

La divisa azzurra cambia assieme al nuovo scudetto. In particolare le rifiniture tricolori di colletto e bordomanica non sono più lineari, ma a triangolini.

Per i mondiali del 1994 la base della maglia resta la stessa, il tocco in più è dato dal tessuto nel quale è serigrafato il logo della Federcalcio. La corsa degli azzurri nel mondiale americano si ferma a 11 metri dal traguardo, in finale contro il Brasile.
Albertini a Usa 1994
DAL 1995 AL 2003 CON NIKE E KAPPA

Nel 1995 inizia il rapporto con Nike.

L’azienda americana si presenta con una maglia dall’inedito colletto bianco, e con uno sfondo ancora più vistoso di quella che l’ha preceduto: una fantasia a zig-zag e un grande stemma centrale che riproduce un tricolore con tre stelle e una scritta riportante gli anni dei tre titoli mondiali vinti. Per la prima volta si affaccia l’oro nelle rifiniture. Bellissimo il bordino tricolore delle maniche.

Innovativa anche la maglia per gli Europei del 1996 in Inghilterra. Non c’è più il disegno nel tessuto e spariscono le finiture tricolori. Quelle del colletto, dei bordomanica, dei calzoncini e dei calzettoni diventano bianco e bronzo. Un particolare che fece molto discutere: la scritta ITALIA, sul retro della maglia all’altezza del fondoschiena. Con questa casacca, dopo la delusione degli Europei, la nazionale sbanca Wembley grazie al gol di Gianfranco Zola nel match valevole per le qualificazioni al Mondiale del 1998, che vede inoltre l’esordio di Fabio Cannavaro in una partita ufficiale con la maglia azzurra.

L’ultima maglia realizzata da Nike per la nazionale è quella di Francia ’98, per me la più anonima. Materiale lucido, vestibilità abbondante, colletto a polo dalla forma indefinibile. Unica particolarità una linea bianca lungo i fianchi e sotto le maniche.

——–
Nel 1999 il nuovo fornitore diventa l’italiana Kappa.
E soprattutto finisce un’era: per la prima volta nella storia viene permesso allo sponsor tecnico di apporre il proprio logo sulle maglie azzurre.

Il primo modello proposto per le qualificazioni all’Europeo del 2000 è molto semplice e retrò, con una tonalità d’azzurro simile a quella anni ’70. Sul petto torna lo scudetto tricolore introdotto negli anni ’50. Esistono varie versioni di questa maglia. Come anticipato parlando delle divise del 1966, la maglia a maniche corte ha il colletto a V, quella a maniche lunghe è a girocollo.
Un’altra variante è rappresentata dalle tre stelle che in alcune occasioni figuravano sulla manica destra, altre volte sul cuore sopra lo scudetto.


.——-

Nel 2000 per l’Europeo in Belgio-Olanda la divisa della nazionale è la prima della nuova linea Kombat della Kappa. Una maglia rivoluzionaria nei materiali e nella vestibilità molto aderente. La tonalità dell’azzurro diventa più chiara. Sul petto rimane lo scudetto tricolore e le tre stelle restano stabilmente sulla manica destra. Il petto torna di nuovo libero dal logo della Kappa, che viene relegato alle maniche: scelta felicissima.

Due anni dopo, per i Mondiali di Corea e Giappone, la maglia cambia di pochissimo. Vengono modificati colletto e cuciture, il tessuto è leggermente più aderente e la tonalità dell’azzurro poco più chiara. Cambiano anche i numeri, più “magri” rispetto ai precedenti. E’ stata l’ultima maglia della nazionale indossata dal capitano Paolo Maldini, che ha dato l’addio dopo la discussa sconfitta negli ottavi di finale contro la Corea del Sud.

LA PARTNERSHIP CON PUMA E IL QUARTO TITOLO MONDIALE

Nel 2003 subentra la tedesca Puma, che sarà fornitore tecnico degli azzurri fino al 2014.
Il primo modello proposto  per le qualificazioni agli Europei del 2004 è praticamente la versione azzurra della contemporanea maglia della Lazio (2002-2003) con il caratteristico intaglio sulla parte destra del colletto. Il logo dello sponsor tecnico va su petto e maniche. Le tre stelle restano sul braccio destro, e per la prima volta compare lo stemma tricolore anche sui pantaloncini e sui calzettoni.  Altra novità e unica esclusiva per un modello di maglia utilizzata da innumerevoli squadre Puma, sono i numeri dal design aggressivo e bicolore: bianchi i bordi, oro al centro.

Per gli Europei del 2004 l’Italia è l’unica squadra Puma a ricevere un trattamento esclusivo, con un modello unico, estremamente semplice e con varie novità. Scudetto al centro per la prima volta nella storia e logo Puma dorato più in basso. Nuovo look per il tricolore: il bordino dorato diventa più largo. Le tre stelle tornano sul petto sopra lo scudetto. Numeri dorati, semplici ed eleganti.

Nel 2006 arriva la maglia più rivoluzionaria e discutibile di questi 100 anni di azzurro.
Criticatissima per la presenza di sfumature blu navy ai lati del petto che davano un effetto “macchia di sudore”, ma che resterà per sempre nei cuori dei tifosi italiani grazie alla conquista del titolo mondiale in Germania. Proprio questi inserti differenziavano la maglia dell’Italia da quelle di tutte le altre squadre Puma della stagione 2006-2007. Mantenuto lo scudetto al centro con logo Puma più in basso e i numeri dorati ma con font non più esclusivo. Altra piccola differenza dalle altre maglie prodotte dall’azienda tedesca è costituita dal posizionamento dei loghi Puma secondari: per la maglia dell’ Italia uno sulla manica sinistra, l’altro sulla spalla destra, mentre le altre squadre li avevano entrambi sulle spalle. In più cambia nuovamente lo scudetto: sulla base del tricolore tradizionale ma con una forma più squadrata, con il bianco, il rosso e il verde separati da inserti azzurri e le tre stelle che tornano ad essere integrate nello stemma assieme ad un inedito piccolo logo della FIGC posizionato sul bianco. Proprio da Germania 2006, la nazionale inizia ad utilizzare sempre più spesso l’abbinamento maglia, calzoncini e calzettoni azzurri.

Subito dopo la conquista del titolo mondiale la divisa rimane immutata. Solo lo scudetto deve subire un piacevole aggiornamento per l’aggiunta della quarta stella. Peccato che con l’occasione il logo circolare della scritta FIGC raddoppia di dimensioni e diviene protagonista al centro del tricolore.

Per Euro 2008 si torna alla semplicità: maglia tutta azzurra, con colletto a V e bordi color oro. Modello non esclusivo, utilizzato da tutte le nazionali e da praticamente tutti i club Puma nella stagione 2008-2009. Lo scudetto torna sul cuore. Tre loghi Puma: uno sul petto e due sulle spalle. I numeri sono bianchi, con un font dai bordi a pallini. Tessuto a retina a due strati. Dopo i mediocri Europei terminati con la sconfitta ai rigori contro la Spagna ai quarti, viene introdotto il FIFA World Champions Badge, che esordisce sulla maglia azzurra due anni dopo la conquista del titolo a Berlino. E’ applicato al centro del petto.

Nel 2009 per la Confederation Cup arriva una maglia celebrativa, dal colore ispirato alle prime maglie azzurre della nazionale, in particolare a quelle del 1934, 1936 e 1938, anni delle prime grandi vittorie dell’Italia. Casacche di azzurro “pallido” alle quali vengono abbinati calzoncini e calzettoni marroni. Scelta un po’ controversa, dato che in origine i calzoncini erano bianchi e i calzettoni neri.  L’utilizzo del marrone  è stato motivato con ragioni estetiche, anche se probabilmente ha influito il timore che l’utilizzo del nero potesse creare imbarazzi per riferimenti politici che in effetti erano presenti nelle divise degli anni ’30. Iniziativa apprezzabile, anche se personalmente ritengo che sarebbe stata più efficace la riproposizione integrale della divisa anni ’30: maglia celeste, calzoncini bianchi e calzettoni neri. Sulla maglia scudetto di dimensioni quasi raddoppiate rispetto al solito, e sfondo con la scritta ITALIA ripetuta in diagonale, alternata alle quattro stelle.

Finita la fallimentare Confederation Cup del 2009, si torna alla maglia azzurra che la precedeva, fino agli ancora più disastrosi Mondiali del 2010.

Per Sudafrica 2010 Puma riserva agli azzurri un template unico almeno fra le nazionali. Maglia azzurra con delle linee ondulate bianche lungo le spalle. Vestibilità aderente e trama della maglia che ricorda un’armatura, per dare un’idea di forza e di potenza. Tornano le rifiniture tricolori: il colletto ha i bordini divisi in tre parti, una verde, una bianca e una rossa. Particolare anche la forma che ricorda una stella, presentata come auspicio per l’ Italia di conquistare sul campo la quinta da stella da cucirsi sul petto. Peccato che a parte le africane, tutte le altre squadre Puma avevano il colletto con la stessa forma. Numeri  bianchi e ancora calzoncini prevalentemente utilizzati in versione azzurra. Dopo l’indegno mondiale dalla maglia viene eliminata la toppa di Campioni del Mondo che per i prossimi quattro anni campeggerà sulle divise della Spagna.

Gli spunti di riflessione su questi 100 anni in azzurro sono davvero tanti. Nel commentare questo articolo vi chiediamo di rispondere a una o più di queste domande:

  1. Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?
  2. Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?
  3. Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro
  4. Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?
  5. Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?
  6. Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?
  7. Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?

Dite la vostra!

Photocredit: maglieinrete.it – classicfootballshirts.co.uk – asromashirt.it – nazionaleitalianacalcio.it – oldsoccer.it – collezionesport.com – gianfrancoronchi.net

  • Sergio

    Bellissimo post, ecco le mie risposte:
    1 – La migliore 2002, la peggiore 2006
    2 – Scudetto 2002
    3 – Finora Kappa, vorrei Umbro
    4 – Se sono già nello scudetto inutile ripeterle, ma più belle fuori
    5 – Bianchi!
    6 – Meglio nessuna, eventualmente bianche
    7 – Anche no, se è discreto non da troppo fastidio

    • http://www.primiurbancafe.com SaverioMac_TB_ Florida

      RAgazzi la maglia della Puma e’ ORRIBILE !

      LA MIGLIORE a mio avviso e’ quella della Kappa… la piu’ bella in assoluto con quel bellissimo tricolore bordato nel colletto e nelle maniche : la ” CoqSportif ” con la quale abbiamo vinto il FANTASTICO mondiale del 1982 in SPAGNA !

      Chi vive Roma sa perche’ la nazionale Italiana ha lo sponsor ” Puma ” (@*%*^((*&)&^)^!!!)
      VERO-VERO..?

      • Stavrogin

        Chi non vive a Roma è curioso di saperlo!

        • AlessandroP

          già, siamo curiosi noi che non siamo romani

      • MARCOPANTERONE

        Furio?

    • http://www.primiurbancafe.com SaverioMac_TB_ Florida

      … dimenticavo di rispondere alle domande…

      1) la PUMA
      2) QUELLO SEMPLICE TRICOLORE
      3) COQSPORTIF ~ NIKE
      4) All’esterno per dargli maggiore visibilità !
      5) BIANCHI
      6) TRICOLORI ( VEDI MONDIALE DELL’82 ! )
      7 ) NO

    • Tom

      1- best: 2002 worst: 1995
      2- 1999
      3- Kappa (quoto Umbro)
      4- Fuori e non nascoste…
      5- Bianchi
      6- non esagerando bianche
      7- credo che la maglia senza sponsor di ogni tipo sia unica…poi il business…

    • http://www.ziomirko.it Zio Mirko

      Salve a tutti.
      Sono troppo in ritardo per dire la mia?
      Speriamo di no.
      Dunque, per me la peggior maglia in assoluto è stata quella della Nike del 1995, con quell’insopportabile colletto bianco, riproposto da Puma, “genialmente”, anche nell’ultima versione della maglia per gli europei 2012.
      Inguardabile.
      Puma che, almeno, si è rifatta disegnando una delle maglie più belle della storia della nostra uniforme, l’attuale seconda maglia del 2012 con la banda orizzontale alla quale, da buon over 40, sono affettivamente legayo, ancorché non ci abbia poi portato una gran fortuna.
      Ma io non sono scaramantico.

      La miglior maglia in assoluto, a mio modesto avviso, è stata la “gloriosa” Kombat, sia la 2000 che la 2002; ne consegue che -sempre secondo il mio umilissimo parere- la Kappa è stata (insieme all’adidas) il miglior sponsor tecnico mai utilizzato sino ad oggi, maggio del 2012.

      Lo scudetto.
      A mio avviso, sarò anche conservatore, andava benissimo quello fatto a “pala” storico degli anni 70/80, con la scritta “Italia” sulla parte alta e null’altro.
      Le stelline rigorosamente fuori dallo stemma, come ha praticamente sempre fatto il Brasile.

      Ed ecco l’argomento che forse mi sta più a cuore: i pantaloncini.
      Iddio ci scampi da quell’appiattimento stile Chelsea che li vuole azzurri.
      Sono favorevole alle varianti per ragioni cromatiche e televisive, ma dovrebbe a mio avviso costituire l’eccezione (come avvenne per Argentiina ’78).
      Per me il completo della nazionale deve essere quello classico di sempre: maglia azzurra, pantaloncini bianchi, calzettoni azzurri.

      Sempre in linea con il minimal, non dico che aborrisco, ma quanto meno non apprezzo molto l’introduzione di quelle insopportabili strisce tricolori o dorate, al limite qualche “filetto” bianco, ma basta pagliacciate da bancarella.

      Più apertura, invece (sarà perché sono un grafico), quanto la presenza del logo “tecnico” sull’uniforme.
      Se però ci fosse una regola internazionale che ne limita la presenza o addirittura lo cancella, e tale regola fosse estesa a tutte le nazionali, non credo che mi dispererei.
      Ma tutto sommato dà un tocco di modernità, e quindi non sono contrario.

  • valentinomazzola

    1)nike e la peggiore europei 2004
    2)I stilizzata con pallone blu
    3)nike su tutte..anche nel futuro
    4)esterno
    5)neri come all origine
    6)tricolori
    7)se bello,il logo ci sta sulla maglietta…loghi come adidas e nike sono un icona oramai…certo che se ci fosse la rondine o quello che è della givova 🙂

  • http://pietrodambrosio.blogspot.com pietro_d

    1. La mia preferita: ’70 quella più odiata: 2009
    2. miglior scudetto: ’50. Il peggiore quello ’85
    3. adidas/Le Coq Sportif – adidas/umbro
    4. a me piacciono dentro..
    5. bianchi
    6. bianche
    7. si… ma se lo mettessero solo sulle maniche sarei soddisfatto

  • MoA

    1. La prima Nike e la prima Kappa, ma con logo a scudetto
    2. Il logo a “scudetto” anche quello attuale mi piace molto, moderno ma tradizionale, l’unica pecca che le 4 stelle dovrebbero essere al di fuori in alto
    3. Nike, spero Umbro con maglia in stile Inghilterra ma prevedo Adidas
    4. Assolutamente maggiore visibilità
    5. Bianchi
    6. Tricolori
    7. No

    • MoA

      Dimenticavo la peggiore: quelle attillate della Kappa le ho sempre trovate oscene e quella della Confederation’s Cup

  • zolden
  • Francesco

    1. Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?
    La Kombat Kappa 2000 è stupenda; bella anche la Diadora 1994. Farne una peggiore della ConfederationsCup 2009 credo sia molto difficile.

    2. Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?
    2002, con le 3 stelle sulla manica.

    3. Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro
    Kappa su tutti, mi piacerebbe Umbro, anche se ha poco a che vedere con la nostra tradizione.

    4. Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?
    Meglio all’esterno.

    5. Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?
    Assolutamente bianchi.

    6. Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?
    Tricolori, molto belli i triangolini di USA ’94.

    7. Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?
    Sì, sarebbe bello toglierlo. Oppure minimizzarne la invasività, come ha fatto Kappa nel 2000/2002.

  • luka..

    1. migliore 1982, peggiore 2009
    2. Scudetto 2004
    3. le cop du sportif, rivorrei nike
    4. meglio inserirle fuori
    5. Bianchi
    6. tricolori
    7. no sta anche bene il logo dello sponsor tecnico

  • Massimo Prete

    1- Maglia preferita: Spagna 82
    2- Stemma preferito: Germania 2006
    3.1 Sponsor tecnico storico: Diadora (ha innovato senza stravolgere la maglia)
    3.2- Sponsor tecnico futuro: ADIDAS; ma solo con delle condizioni: ipotesi A)senza le tre righe bianche su spalle e maniche, ma con le righe in colore azzurro su azzurro (senza contrasto di colore e con il solo rilievo) e stemma sul petto Adidas; ipotesi B) righe bianche su spalle e maniche, ma senza logo sul petto.
    4- Stelle: all’esterno del logo Italia-FIGC
    5- Calzoncini: inderogabilmente BIANCHI, la storia dei calzoncini azzurri è semplicemente insopportabile…
    6-rifiniture: tricolori
    7:logo tecnico: puntando su Adidas, con la soluzione ipotesi B, si potrebbe finalmente farlo sparire dal petto

    • Massimo Prete

      Dimenticavo:la nostra maglia è azzurra, punto. I fornitori tecnici possono sbizzarrirsi con i template di numeri, nomi, materiali. Li possono innovare quanto vogliono.

      • Massimo Prete

        e non dimentichiamoci che anche colletto e maniche posso essere innovati…

    • Stavrogin

      Ugh le tre strisce Adidas bianche sulla maglia della nazionale no, ti prego 🙂 Mi sembrerebbe di tifare Francia

  • AlessandroP

    1. ’78-’82 e 2002 per me le migliori, l’ultima Puma non malaccio ma anonima.
    2. Lo scudetto che mi piace di più è il tricolore classico usato anche dai club con 4 stelle sopra
    3. Io rivedrei bene Kappa oppure Umbro, senza loghi sponsor o almeno come quella maglia speciale del Fulham.
    4. Come detto nella risposta 2
    5. Bianchi con numero azzurro
    6. Rifiniture tricolori tutta la vita.
    7. Siiiiiiii tantissima, spero che le maglie delle nazionali non cedano anche al main sponsor, sarebbe una rovina

  • Torto #13

    1- A pari merito le mie maglie preferite sono quella dell’82 e quella del ’94. Quest’ultima la adoro, forse perché è il mio primo ricordo lucido e vissuto di un mondiale. La maglia dell’Italia di USA ’94 l’ho nella mia collezione… l’ho cercata per 10 anni e poi sono riuscito a procurarmela. Outsider due maglie Puma: quella del 2003 e quella della Confederation Cup. Bocciate le maglie Kappa ’99 (mentre la away bianca con fascia orizzontale azzurra era bellissima…) e la Puma 2010.

    2- Il logo migliore secondo me è quello “tradizionale”, lo scudetto appunto. Direi quindi quello degli anni ’50 (ma anche quello dell’82 potrebbe andare bene). Come loghi non mi dispiacciono nemmeno quello che va dal ’92 al ’98 e quello del 2006.

    3- Citare solo uno sponsor tecnico mi è difficile. Direi Le Coq Sportif, Diadora e Kappa. Per il futuro il sogno sarebbe Umbro (linea Tailored), ma mi sembra molto difficile una partnership tra la FIGC e il brand inglese, quindi vi dico Adidas (ma senza 3 strisce sulle maniche); oppure un bel brand italiano: Macron!

    4- Le 4 stelle a mio modo di vedere devono essere ben visibili, quindi all’esterno, sopra il logo. Bisogna essere orgogliosi dei 4 mondiali vinti.

    5- Calzoncini rigorosamente bianchi (e, azzardo, calzettoni qualche volta neri… ma solo per le ricorrenze).

    6- Finiture tricolori.

    7- Il logo dello sponsor tecnico sul petto non mi da fastidio, anzi graficamente si equilibra con il logo/scudetto FIGC (a patto che non sia al centro).
    Vi dirò, mi infastidiscono di più i loghi dello sponsor tecnico sulle maniche…

  • AlessandroP

    Aggiungo le peggiori in assoluto sono quelle della Nike, davvero un obrobrio dietro l’altro.

  • squaccio

    Rispondo subito con piacere:
    1) Maglia diadora usa’94 per le serigrafie, i triangolini tricolori ed il font. Le peggiori tutte quelle con i numeri dorati ed in corsivo minuscolo.
    2) Sia il tondo ’86-’90 che la “I” ’92-’96; preferisco che lo stemma abbia una propria identità e non sia un semplice tricolore.
    3) Umbro sarebbe il top ma non mi dispiacerebbe il ritorno dell’italiana diadora, ovviamente senza loghi sulle braccia o simili. NO AI BRAND BANCARELLA (legea, givova, mass e macron con gli omoni sulle maniche)
    4) Le preferirei esterne.
    5) Su maglia azzurra calzettoni azzurri e calzoncini bianchi; su maglia bianca il contrario a meno di avversarie con calzoncini scuri e allora look total – white.
    6) Rifiniture tricolori minime stile diadora, magari maglia bianca con qualche rifinitura azzurra in +. NO AL DORATO.
    7) Sì al logo dello sponsor tecnico, ma solo sul petto e non enorme.

    • Torto #13

      😮 Noooooooooo… 🙁

      Non puoi definirmi Macron un brand bancarella, soprattutto dopo le ultime divise realizzate. Macron è cresciuta molto, penso che si meriti un top team*… e a breve l’avrà secondo me.

      * se vuoi uno l’ha già, il West Ham. Io ho la maglietta, è bellissima.

      • Ninho

        beh, il mio Napoli sta dimostrando di essere un top team…

      • squaccio

        La macron come materiali diciamo che ci siamo, ma come design ha ancora molto da lavorare (per me):
        per il Napoli, che dovrebbe essere considerato top team , ha prodotto 3 maglie uguali alternando solo i colori.
        E poi ce la vedi l’Italia con gli omino bianco (troppo bella la definizione di un utente fatta su questo sito) sulle maniche ??? O peggio con il marchietto sempre rosso di macrOn avanti ???
        Togliesse questi piccoli particolari potrebbe avvicinarsi alla kappa, attualmente unico marchio italiano decente.

        • Ninho

          in effetti i vari loghi macron sono indecorosi, per quanto riguarda l’alternanza di template tra le maglie home ed away è un problema anche di nike (es: man utd 2009/2010 con la V) o adidas, ma per me ci può anche stare.
          I materiali sono davvero ottimi e la cura per i particolari mi ha lasciato stupefatto (non me lo sarei mai aspettato: quando, nell’estate 2009 venne ufficializzato l’accordo Napoli-Macron, mi sono quasi sentito male all’idea di vedere la mia maglia prodotta dalla casa bolognese, ma ora devo ricredermi, anche se l’adidas è sempre bene accetta da queste parti!)
          Detto questo, per il momento metterei da parte la macron e per la nazionale punterei su adidas (ho in mente un certo template, ma non sono capace di crearlo!!!), ovviamente umbro oppure nike (stile francia: non vorrei trovarmi con bandazze come il brasile!!)

      • Stavrogin

        Scusate l’ignoranza, la Diadora rifornisce qualche squadra nota ultimamente?

        • Stavrogin

          Mi rispondo da solo, bastava un minuto di ricerca… In questa stagione Diadora sponsorizza, di significative, solo il Twente e la Dinamo Zagabria, mi pare.
          E ora che ci penso, se non ricordo male, il Napoli di un paio di anni fa.

        • Ninho

          non ricordi male: il Napoli dalla serie B alle prime 2 stagioni in A

  • Claudio

    1.2006 che preferisco e 2008 non mi è piaciuta per niente
    2.Quello attuale
    3.Puma ma vorrei adidas
    4.Meglio fuori
    5.Bianchi
    6.Tricolore
    7.No

  • gabriele

    1- La migliore è quella azzurra pallida della confederation cup che sta benissimo con i calzettoni marroni…La peggiore quella del 1962
    2-Quello di adesso però con FIGC più piccolo come nel 2006
    3-Fino ad adesso le migliori marche sono state puma e le coq sportif…vorrei rivedere adidas
    4-Esterno
    5-Marroni!…o Bianchi!
    6-tricolori
    7-Assolutamente no

  • mario

    1)le più belle per me sono quelle kappa del 2002 e del 2004,la peggiore,anche se fa riaffiorare bei ricordi,è quella puma del 2006. 2)il logo migliore e più opportuno è il semplice tricolore a scudo(1982),magari con le 4 stelline al di sopra. 3)il miglior sponsor tecnico visto finora è senza dubbio kappa,per stile,semplicità,tradizione e innovazione,però mi sarebbe piaciuto vedere quella dell’adidas con tanto di strisce e logo.in futuro tutto tranne puma. 4)vedi risposta 2. 5)maglia azzurra,calzoncini bianchi e calzettoni azzurri. 6)rifiniture tricolori oppure assenti per una maglia completamente azzurra,basta che non ci sia oro,bronzo o altri colori del genere,al massimo il bianco. 7)le regole della federazione sul logo tecnico erano apprezzabili,ma visti i tempi,era molto più facile mantenere tradizioni del genere(ora penso sia impossibile),però mi dispiace non aver visto,come ho detto prima,una bella maglia adidas vecchio stile per l’italia.

  • zagorakis

    lo scudetto tricolore con la scritta Italia stile anni ’50-’70 e ripreso nei primi anni 2000 credo non abbia eguali al mondo per fascino e semplicità, l’attuale rivisitazione moderna dello scudo non mi piace. Negli ultimi anni la kappa ha fatto i lavori migliori. Credo che la maglia degli europei del 2000 rimarrà storica, la maglia dell’italia di quella edizione fu quella che colpì di più per innovazione e semplicità allo stesso tempo. Senza il gol di wiltord allo scadere sarebbe stata anche titolata…

    • zagorakis

      1)2000 la migliore, 1996 la peggiore
      2)anni ’50-’70, lo scudetto classico senza moderne rivisitazioni e senza il simbolo della figc
      3)kappa la migliore fino ad ora, ma vorrei vedere l’adidas cosa farebbe e come starebbe la maglia della nazionale con le tre strisce
      4)le stelle fuori dallo scudo
      5)ritornare ai pantaloncini bianchi, poco utilizzati ultimamente e proporre i calzettoni neri
      6)niente rifiniture dorate, meglio tricolori
      7)il logo dello sponsor tecnico, se discreto, non guasta mai

  • Johnny

    1 La più bella Spagna82, la più brutta è una bella gara fra la nike degli europei 96(cafonissima) e le ultime puma, ma propendo per quella degli europei 2008, con tutto quell’oro e quel tessuto veramente osceno.
    2 Scudetto 2000 (con le tre stelle), il più brutto quello rotondo.
    3 Sponsor Le Coq Sportif, per il futuro vedrei bene Umbro magari per un ritorno alla sobrietà e semplicità del passato, non sia mai un ritorno a Nike visti gli scempi compiuti ultimamente con club e nazionali.
    4 Stelle sopra il tricolore per me tutta la vita, il tricolore dev’essere pulito infatti toglierei anche il logo FIGC.
    5 Tutta la vita bianchi.
    6 Tricolori
    7 Potrebbe andare bene purchè non sia invasivo o inserito dappertutto come fanno puma o kappa.
    7
    6

    • Johnny

      Dimenticavo, complimenti per l’articolo è fantastico 😉

  • bagatta

    1.La migliore quella del 2002. La peggiore quella del 1996.

    2.Il migliore scudetto è quello classico, ad esempio 2002.

    3.Il migliore finora Kappa, serebbe bello ci fose Umbro. Però mi piace moltissimo la divisa del ’74.

    4.All’esterno, ma per non inquinare lo scudetto.

    5.ASSOLUTAMENTE BIANCHI. Ed aggiungo che azzurri non piacciono a nessuno se non a quale benpensante federale.

    6.Nell’ordine: nessuna, o tricolori (ma non vistose). NO ORO!

    7.Si

  • bagatta

    Una domanda per il curatore del sito: chi sceglie o meglio, chi approva, le divise della nazionale?

  • Matt3

    Inanzitutto complimenti per questo articolo..
    1- La migliore è senza dubbio quella dell’82 secondo me e spero ke prima o poi la rivedremo simile (secondo me la UMBRO la farebbe perfettamente)
    2- lo scudetto penso sia o quello dell’82 o quello del 2006
    3- Le Coq Sportif..odio la PUMA xke ha fatto solo maglie orrende per noi..vorrei vedere cm ho già detto prima la UMBRO oppure l’ADIDAS
    4- E’ uguale
    5- Io li voglio assolutamente bianchi..ogni anno si parte con il presupposto dei pantaloncini bianchi e poi quando devono giocare li invertono sempre..
    6- Tricolori
    7- A me il logo piace sopra la maglia…

  • Stavrogin

    Complimenti per l’articolo Matteo!

    1) La preferita è quella del ’70 tra le “retro”, quella del 2000 tra le recenti. La peggiore quella Nike del ’95.

    2) Scudetto migliore senza dubbio qello semplice apparso negli anni ’50, il peggiore quello sgorbio di USA ’94.

    3) Sponsor tecninco: RdK. Però se firmassimo con Umbro non sarebbe male 🙂 e vedendo ciò che ha fatto Nike con la Francia, non mi dispiacerebbe affatto tornare con loro.

    4) 4 stelle: nello scudetto.

    5) Capitolo calzoncini: bianchi!

    6) Le rifiniture: assenti.

    7) Sì certo, meglio senza logo, questo penso che valga per tutte le maglie, però è un’utopia.

    • Stavrogin

      Ops, alla domanda 4 ho dimenticato un “non”. Meglio le stelle NON nello scudetto, ma sopra di esso.

    • Stavrogin

      Sulla domanda (6), confermo che preferisco senza rifiniture, ma se devono esserci a me non dispiacerebbero che fossero tricolori ma non a strisce parallele ai bordi (tipo Spagna ’82 per intenderci), bensì con sezioni tricolori “verticali” (molto sottili ovviamente, tipo quelle del colletto dell’ultimo mondiale).

  • Manuel Orabona

    1)La preferita è quella della confederation cup il colore e le dimensioni del logo sono davvero eccellenti anche se avrei fatto a meno della scritta italia ripetuta sullo sfondo della maglia.
    Le peggiori sono tutte quelle della nike e della diadora il particolare quella del 98′.

    2)Per me lo scudetto migliore è l’ultimo, ma anche quello del 2004 non è male.. il peggiore è quello della i stilizzata.

    3)Il migliore penso sia stato adidas, anche per per la semplicità delle maglie dell’epoca, ma anche puma.. specialmente per i primi lavori ha lavorato bene anche se non sono stati sempre esclusivi.
    Per il futuro vederei bene la Umbro ma non scarterei anche l’idea di vedere una società italiana tipo la Macron che si sta facendo strada..

    4)Le stelle a parer mio dovrebbero aver molto risalto su tutte le maglie, anche quelle di club.. aumenterei di molto la dimensione e le posizionerei sullo scudetto stile Brasile

    5)Assolutamente Bianco!! Le rifiniture sono belle tutte se curate bene.. le dorate sono stupende sempre, quelle tricolori se in piccole dimensioni quelle bianche meno sono presenti meglio è.

    6)Onestamente il logo delle società dovrebbe essere posto solo una volta sulla maglia cioè sulla spalla il petto deve restare vuoto.

  • fly

    1-La migliore quella del 1970, la peggiore quella della conderetiona cup.

    2-Lo scudetto quello classico con le stelle sopra.

    3-La nike che fa sempre modelli molto semplici e puliti.

    4-Le stelle meglio vederle fuori dallo scudetto.

    5-Bianchi come da tradizione.

    6-Se modeste tricolri, se no niente

    7-Meglio senza logo, alcuni rovinano le maglie.

  • Kanye

    1. Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?

    Mio personalissimo gusto, la maglia celebrativa del 2009 presentata in occasione della Confederations Cup era molto carina. Mi riferisco ovviamente soltanto alla maglia: molto delicato l’azzurro ceruleo ripreso dagli anni ’30, bello anche il font dei numeri e dei nomi, di sicuro effetto la patch FIFA argentata. Anche io avrei preferito pantaloncini bianchi e calzettoni neri con inserti azzurri, o anche pantaloncini neri (sempre con inserti azzurri) e calzettoni neri. Quel marroncino non è che sia brutto, semplicemente non c’entra niente, non ha una ragione storica.

    Voto anche le divise dei Mondiali ’94 e 98: nel primo caso spettacolare il font dei numeri e dei nomi. Nel secondo azzardata ma vincente la scelta degli inserti bronzo sul colletto.

    Oscene le maglie Kappa del biennio ’99-2000, se non altro per il tentativo alquanto azzardato di riprendere le antiche maglie di lanetta e riproporle con un tessuto moderno e sin troppo aderente (in proposito ricorderei i numerosi problemi di resistenza che davano le maglie Kombat, su tutte quelle della Roma dello stesso periodo).

    Brutte anche quelle dell’ultimo Mondiale. Non avevo mai compreso bene la funzione delle trame fino ad oggi (grazie della spiegazione), ma se il risultato voleva essere quello di ricordare un’armatura, non è del tutto riuscito (solo io noto un odio effetto “spallina anni’80”?).

    2. Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?

    Qui ti devo contraddire: a me personalmente piace l’ultimo stemma, quello attualmente vigente. Vero che il nome della Federazione è un po’ troppo in risalto, però l’effetto nel complesso non è brutto. Carino l’effetto “vortice” tricolore intorno alla scritta FIGC e la disposizione delle stellette (mi piacerebbe che un giorno fosse ripreso anche da una squadra di club giunta a quota 40 Scudetti). Devo dire che la FIGC è una delle pochissime federazioni a riprendere la bandiera nazionale in maniera tanto vistosa e nient’altro che questa (come la presenza di fiori e/o animali). Penso che però sia stata una di quelle che ha cambiato di più nel corso della propria storia. Sbaglio?

    3. Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro.

    Nike. In particolar modo la Nike di fine anni ’90 penso fosse uno dei marchi più innovativi nel panorama sportivo internazionale. Oggi come oggi è un po’ inflazionata (insieme all’Adidas) perchè le federazioni di cui è sponsor tecnico sono una miriade ed i font esclusivi sempre meno. Mi piacerebbe che (almeno per le Nazionali) la Nike tornasse a fare una lavoro specifico non dico per ogni federazione, ma almeno per le più importanti. Ma a giudicare dall’anteprima del lavoro fatto con la Francia credo si stia muovendo in questa direzione.

    In futuro mi piacerebbe che l’Italia vestisse Umbro (oramai di proprietà Nike): la linea tailored sarebbe perfetta per una Nazionale storicamente ricca e quotata come la nostra. Non sono molto nazionalista, ma nel panorama italiano onestamento al momento non vedo brand in grado di farci fare una degna figura nel panoramata internazionale (non oso immaginare l’Italia targata Legea come sarebbe…).

    4. Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?

    Fintanto che lo scudetto è così grande e le stellette hanno visibilità, bene così. Anche perchè sulla bandiera non sono particolarmente occultate. Non escluderei la possibilità di includerle (o anzi escluderle) anche all’esterno (soprattutto se, lo si spera, dovessero aumentare). Sarebbe una scelta curiosa dare loro proprio un rilievo del tutto autonomo sulle maglie rispetto allo stemma, come la Juventus di qualche anno fa (2005-2006 se non erro).

    5. Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?

    Bianchi. E’ un richiamo storico alle primissime divise bianche dell’Italia ed in più non sono un assertore dei kit monocromatici, preferisco maggiormente gli “spezzati”.

    Come detto, sarebbero del tutto fuori contesto storico ma sperimentabili dei calzoncini neri, se non altro per l’accostamento con un azzurro chiaro. In Italia non vedo perchè qualsiasi scelta formale, anche la più banale e naturale, debba essere commentata con teorie ideologiche senza più ragioni.

    6. Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?

    Dico tricolori per il momento, ma appena accennate, niente di eccessivamente vistoso da accostarsi all’azzurro (verde, rosso e azzurro non è esteticamente il massimo). Poi sono convinto (sempre mia personalissima opinione) che gli inserti dorati nei kit e nei font vadano lasciati a chi ha vinto (l’oro farebbe riferimento proprio il primo posto). Bianche sarebbero una sicurezza.

    7. Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?

    No, sarà che sono sin troppo giovane per ricordare le epoche in cui gli sponsor tecnici non campeggiavano sulle maglie, ma in linea generale a me non danno eccessivamente fastidio, fintanto che rimangono in canoni di semplicità e monocromaticità (come il classico swoosh Nike). Purchè ci si fermi solo agli sponsor tecnici…

  • mosca

    L’uniche note stonate sono la forniture di nike e puma.
    Il resto è stile

  • AxxA

    1) 1982 e Confederation’s Cup, non mi piace quella del 2006
    2) Tricolore classico
    3) spero Umbro
    4) Meglio all’esterno
    5) mi piacerebbero i calzettoni neri
    6) Tricolori
    7) No

  • AxxA

    C’era un motivo per cui non si mostrava il logo della sponsor tecnico?

  • matteo18

    1)la meglio la nike, e le peggiori gli inizi con la puma(dal 2006 in poi mi iniziano a garbare)
    2)mi garba parecchio quello attuale
    3)tra quelli avuti nike, mi garberebbe da una parte adidas anche se le 3 striscie sono un po troppo invasive
    4 e 5)è indifferente
    6) tifando la viola le rifiniture anche lilla basta non siano dorate!!!comunque bianche le migliori o anche qualcosa tricolore ma non molto evidente(tipo i triangolini diadora)
    7)se lo sponsor tecnico è lo swoosh della nike o il puma non è un dramma, se sono gli omoni di kappa, le 3 striscie o le patacche rosse della lotto inizia a essere un problema

  • Mamo

    1. Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?

    Le preferite: più o meno tutte quelle “storiche”. Tra le recenti direi Nike 1998, Kappa 2000, Puma 2008 e Puma per Confederation Cup (ma solo con pantaloncini bianchi).
    Le peggiori: Puma 2006 e 2008.

    2. Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?

    Quello classico non si batte. Anche quello attuale è bello ma secondo me sarebbe migliore con le stelle sopra e non dentro. Non capisco perchè dovremmo occultarle in quel modo e tenerle all’ombra ingombrante della scritta FIGC…

    3. Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro

    Tra quelli passati non saprei. Ognuno ha proposto maglie molto belle ad altre parecchio infelici. Se proprio devo fare un nome dico Kappa (la più regolare).
    Per il futuro sarei curioso di vedere Adidas, ma mi piacerebbe anche un ritorno di Le Coq Sportif (brand sottovalutato secondo me). Dovendo fare una scelta autoctona vado con Macron.

    4. Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?

    Vedi sopra.

    6. Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?

    Per le rifiniture sono per il bianco. Anche tricolori e perfino dorate mi andrebbero bene, ma dovrebbero essere molto discrete.

    7. Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?

    Non particolarmente. L’importante che non sia infombrante o ripetuto troppe volte.

    P.S. Articolo bellissimo 😉

    • Mamo

      Mi ha mangiato la domanda sui pantaloncini 😀

      Sarebbe meglio bianchi, ma alla fine anche il look all-blue ha il suo fascino (basta che non se ne abusi)

    • Ninho

      Le preferite: più o meno tutte quelle “storiche”. Tra le recenti direi Nike 1998, Kappa 2000, Puma 2008 e Puma per Confederation Cup (ma solo con pantaloncini bianchi).
      Le peggiori: Puma 2006 e 2008.
      …cioè: Puma 2008 è sia la preferita che la peggiore?? 🙂

  • Jason

    1. Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?
    la mia preferita e sicuramente quella utilizzata per euro 2000 realizzata dalla kappa.. quella che trovo orrenda e quella usata per euro 96 creata dalla nike..

    2. Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?
    il migliore e sicuramente l’ ultimo..

    3. Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro
    le cose migliori si sono viste dalla kappa.. per il futuro voto adidas..

    4. Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?
    dipende dal simbolo che decide di adottare la figc.. cioe per me e un unica cosa con il simbolo.. sono inscindibili.. se il simbolo le prevede dentro.. vanno bene dentro.. se le prevede fuori.. vanno bene fuori..

    5. Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?
    indifferente.. dipende dall’ avversario e dalle famose regole fifa..

    6. Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?
    preferisco sempre la tinta unica.. dunque rifiniture azzurre..

    7. Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?
    no.. siamo nel 2011.. i loghi fanno la storia delle maglie.. e grazie alle grandi case tessili che ci appassioniamo.. che critichiamo.. ecc.. e giusto dar loro la visibilita che meritano..

  • Lorenzo

    1) La migliore, quella realizzata da Robe di Kappa per Euro 2000, la peggiore, quella realizzata per la Confederation Cup del 2009
    2) Scudetto Mondiali 2002, semplice ed efficace, quello attuale è un obbrobrio nun se pò vede.
    3) Robe di Kappa
    4) Le quattro stelle messe all’esterno che risaltano
    5) Calzoncini Bianchi
    6) Niente oppure Blu scuro
    7) Solo sulle maniche

  • vigne

    1.preferita confederation, peggiore euro 2004
    2.nessuno
    3.nike o adidas
    4.fuori
    5.bianco, anche se l’ ideale era la divisa della confederation
    6.bianco
    7.ma il logo dello sponsor tecnico c’ è già!

    basta oro, il top era col marrone, e basta pacchianate alla 2006 o 2010

  • eros

    COMPLIMENTI PER IL SITO FANTASTICO. SONO UN COLLEZIONISTA, HO PIù DI 300 MAGLIE. TANTISSIME DELL ITALIA.

    1- MIGLIORE USA 1994 – PEGGIORE LA PRIMA KAPPA 1999
    2- SCUDETTO MIGLIORE 1970- PEGGIORE 1990
    3-SPONSOR TECNICO MIGLIORE NIKE 95-99 – MI PIACEREBBE VEDERE NUOVAMENTE NIKE
    4- LE STELLE DEVONO ESSERE PIù IN VISTA COME FANNO TUTTE LE ALTRE NAZIONALI.
    5- CALZONCINI BIANCHI!! VIVA LA TRADIZIONE!!
    6-RIFINITURE A PIACERE PURCHè NON RIVOLUZIONINO TROPPO
    7-SPONSOR TECNICO VISIBILE O MENO NON INTERESSA, IL DISCORSO DI GIOCARE IN COMPLETO TOTALMENTE AZZURRO MI HA DATO PARECCHIO FASTIDIO!!

  • gualty

    Io ho una di questa maglia
    http://i798.photobucket.com/albums/yy266/Gualty95/FuserDavanti.jpg
    http://i798.photobucket.com/albums/yy266/Gualty95/Fuserdietro.jpg

    è la maglia di fuser usata nell’amichevole Italia -Uruguay

    Molto bella
    Le mie risposte:
    queste domande:
    1) La migliore seconda me è quella del 2003 la prima di Puma, la peggiore e nettamente quella del 2009 per la confederetions cup INDECENTE
    2) Quello con la scritta italia sopra il tricolore
    3) Le Coq Sportif lavori perfetti, per il futuro va be voglio dire uno sponsor che fa dei bei lavori è la Do You Football ma, ahimè, non penso che si potrebbero stringere accordi con la casa tedesca
    4) Troppo alla rinfusa dentro preferirei fuori
    5) Bianchi risaltano la maglia sono più belli
    6) Le rifiniture blu scuro della divisa dei mondiali 2006 mi sono piaciute molto, ma le più belle sono, e rimangono,le strisce tricolore de Le Coq Sportif
    7) La maglia vuota non mi piace per cui io direi di sì mi manca il logo dello sponsor tecnico

  • Walter

    Maglie storiche 1982-1990
    Calzoncini bianchi
    Kappe e Le Coq Sportif sopra tutti.
    Anche a me il logo piace sulla maglia meglio che sulle maniche.

  • Alessandro

    1) migliore a pari punti: kappa 2002 e le coq sportif 1982. Peggiori Nike 1995 e puma 2010
    2) scudetto della kappa 2002
    3) sponsor passati: kappa…sognando una bella taylored by umbro
    4) le 4 stelle fuori dallo stemma per evidenziarle al meglio
    5) calzoncini bianchi tutta la vita
    6) rifiniture tricolori, spettacolari!
    7) la soluzione della kappa per il logo dello sponsor tecnico e’ la migliore .. Petto pulito e loghi non invadenti sulle spalle..solo umbro, per eleganza e sobrietà potrebbe permettersi di sistemarlo sul petto

    Complimenti…articolo da pelle d’oca…quanti ricordi!!

  • Paolo

    1) Non molti sono d’accordo con me, ma credo che la maglietta della Confederations sia veramente carina, se lasciamo perdere gli impresentabili calzoncini marrone (anche l’Inter li indossava nella stagione 2008/2009 in abbinamento alla seconda maglia, ma cosa era preso agli stilisti?). Siamo sinceri, il 90% delle maglie più recenti sfoggia una gradazione “blu” invece che di “azzurro”, mentre quello del 2009 era uno di una tonalità chiara e aderente all’originale dei primi decenni del ‘900. La più brutta indubbiamente quella degli Europei 2004, mentre non è male quella del 1996, esperimento da ripetere. Quella dei Mondiali 2006 a me è sempre piaciuta, anche se non la considero la migliore.

    2) Lo scudetto migliore è quello classico, tricolore sormontato dalla scritta “Italia”. Quello attuale è troppo caotico, non mi piace per niente, ma il peggiore resta quello del 1992

    3) Personalmente la Kappa ha fatto un buon lavoro nel suo periodo: magliette semplici, bell’azzurro cielo e richiami alla tradizione. La Nike aveva introdotto soluzioni originali, ma visto il mio astio attuale per l’azienda statunitense non la riproporrei neanche morto. Resterà sempre in sospeso la domanda: ma se avessimo lasciato fare ad Adidas il suo lavoro come ha fatto con la Francia, cosa sarebbe saltato fuori?

    4) Fuori, senza dubbio. Ho capito che rinfacciare agli avversari le vittorie non è molto elegante, ma non mi pare che il Brasile si faccia troppi problemi.

    5) Bianchi. Non ci sono discussioni. I monocromatismi mi urtano.

    6) Tricolore per la vita, bianco e oro stile 1996 per una notte :-). Sì, lo ripeto, una riproposizione di quello schema mi gusterebbe (ovviamente non voglio più gli obbrobri dorati delle prime magliette Puma.)

    7) No, nessun problema, lo sponsor tecnico può stare dove’è, purché non sia troppo invadente.

  • Ryoda Ushitora

    1. Per me la migliore è quella indossata in occasione dei Mondiali 1978 in Argentina: un design classico, ma al tempo stesso impreziosito dal design dei numeri. La più brutta, invece, è quella degli ultimi Mondiali in Sudafrica!

    2. Lo scudetto classico portato fino alla conquista del terzo Mondiale.

    3. Io dico Adidas perché i modelli forniti dall’azienda tedesca erano splendidi nella loro semplicità. Per il futuro, mi piacerebbe che fosse la Umbro a fornire le maglie alla nazionale, ma sarei anche favorevole a un ritorno della Nike.

    4. Sarebbe meglio che le stelle comparissero fuori dallo scudetto, come sulle maglie delle altre nazionali vincitrici di almeno un Mondiale.

    5. I calzoncini DEVONO essere RIGOROSAMENTE bianchi!

    6. Sarebbe meglio che le rifiniture fossero bianche.

    7. Francamente no, a patto che non sia troppo vistoso.

  • http://liviogermano@libero.it Lee

    1 Migliore 2004, peggiori quelle degli ultimi due mondiali (trattati come tutte le altre squadre puma).
    2 1999, c’era sia il tricolore sia le stellette.
    3 Nike, oggi come oggi ci darebbe una gran maglia
    4 Meglio maggior visibilità alle stellette.
    5 Calzoncini bianchi, storicamente lo sono sempre stati. Tutta la tenuta azzurra non mi piace per nulla.
    6 Rifiniture tricolore
    7 No, lo sponsor tecnico non invadente non mi disturba

  • italia30

    1: quella della puma del 2003 è la mia preferita
    2: lo stemma a i del 94
    3: la diadora è quella che mi piaceva di più
    4: anche sulla manica hanno il loro fascino
    5: bianchi tutta la vita
    6: tricolori come quelle anni 80
    7: molta nostalgia, vorrei solo lo stemma(via anche i numeri)

    • AlessandroP

      senza numeri ci sarebbe un lievissimo problema durante le partite

      • Ninho

        immagino intenda i numeri sul petto, altrimenti si tornerebbe al calcio di inizio ‘900!

  • Tux

    l’argomento che mi sta attualmente più a cuore è quello dei pantaloncini: l’Italia deve indossarli bianchi sotto la maglia azzurra, e stop. Non può essere uno sponsor tecnico a decidere della nostra divisa e della nostra tradizione. Quando anche l’avversario li ha bianchi e può per qualche motivo mantenere i suoi, piuttosto che il monocolore azzurro indosserei dei pantaloncini di un blu di tonalità più scura rispetto alla maglietta.
    Altra priorità: il ritorno del tricolore sulle maglie, in qualche modo (come ad esempio lo stupendo modello di Spagna 1982 che lo aveva su colletto e maniche).
    Numeri bianchi o oro, però sempre eleganti, i pallini sgranati dell’Europeo 2008 mai più nella vita.
    E poi modelli esclusivi, maledizione, siamo i tetracampioni del mondo, siamo l’Italia, non possiamo assomigliare ad altre duecento squadre Puma fra nazionali e clubs.
    In occasioni speciali (finale mondiale o europea, partita celebrativa, amichevole di lusso, eccetera), maglia azzurro chiaro, pantaloncini bianchi, calzettoni neri.
    Ho detto.

  • Roberto

    …le maglie del 82 restano irraggiungibili!

  • Gianluca

    Le migliori: 1 le coq, 2 kombat kappa 3 puma prima versione.
    Peggiore: nike prima versione
    Stemma: sicurissimamente lo scudetto tricolore, vero simbolo italiano, terribile il tondo ed anche la i stilizzata, chissà chi era il genio che li ha pensati.
    Calzoncini: secondo me sono entrambi belli, varierei di competizione in competizione o, per creare una nuova tendenza, userei gli azzurri sempre per i mondiali e i bianchi sempre per gli europei
    Stelle: assolutamente fuori dallo stemma. le stelle sono un riconoscimento ed una specie di medaglia, non fanno parte del simbolo stesso.
    A me piace in generale la Kappa, ma anche Pma non mi dispiace, inoltre ci differenzia un po’ da tutte quelle maglie adidas e nike.

  • Lino

    1. Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno? La migliore è quella dei Mondiali 2002, la peggiore quella degli Europei 1996.
    2. Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore? Quello classico, con il tricolore e la scritta ITALIA, anche senza stelle.
    3. Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro – Kappa e… Kappa.
    4. Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità? All’esterno, ma per me si possono anche non mettere.
    5. Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri? Bianchi, bianchissimi!
    6. Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro? Nessuna o, al limite, tricolori.
    7. Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa? Anche se le divise mi piacerebbero totalmente prive di loghi e sponsor, lo sponsor tecnico non mi dà troppo fastidio.

  • pino

    1-Maglie: Quella di mexico ’70; al secondo posto la kappa del 2000
    2-Lo scudetto semplice con la scritta Italia: sempre quello del ’70 e 2000
    3-Marchi passati preferiti: Prima Kappa, poi Le coq e Adidas. Per il futuro preferirei lo stile dell’Umbro di questi ultimi anni.
    4-Le stelle..sulle maniche è perfetto! il petto stia pulito e lo scudetto intonso!
    5-Pantaloncini: Bianchi, bianchi!
    6-Le rifiniture: se ci devono essere, Bianche! Se bianche non soddisfano la creatività dei disegnatori, allora siano tricolori. Ma per favore non oro…sembra di essere il real-las-vegas..
    7-senza Logo naturalmente è meglio (andava bene proporlo solo sulle maglie in vendita); comunque sulle maniche è il compromesso perfetto!! (..e mi sa che non avere più la pacchiana “patch” di campioni del mondo è il fatto positivo del 2010)

    A mio parere la maglia della nazionale deve trasmettere orgoglio per l’appartenenza a una tradizione di lacrime, sudore, sconfitte e vittorie..la maglia dovrebbe rispettare i ricordi dei più anziani e rinverdirli negli occhi dei bambini. Per questo deve essere semplice, pulita ed evocativa..in modo che indossandola e vedendola indossata ci si senta parte di una Nazione in battaglia (sportivamente parlando, naturalmente)!
    E’ una materia delicata, la maglia degli Azzurri!

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Petizione: RIVOGLIAMO LA MAGLIA DA PORTIERE GRIGIA!!!

    • FDV

      Il vero gigio!

      • FDV

        ……gRigio… 😀

        • AlessandroP

          ma un po’ gigio

    • Gianni66

      Grigia e il colore storico dei nostri portieri

  • delphic_

    1)La maglia più bella è indiscutibilmente quella dell’82, al 2° posto metterei quella del 96 della nike. Quella più brutta assolutamente quella del 2002.
    2)Lo scudetto migliore è quello dei mondiali 2006. I successivi hanno il logo FIGC enorme. Lo scudetto più brutto è quello sulle divise del 2000 e 2002. Posso capirlo 50 anni fa, ma riproporlo nel 2000 non da lo stesso effetto, anche perchè le maglie della kappa non sono nemmeno lontanamente piene di fascino come quelle antiche.
    3)Lo sponsor tecnico preferito è sicuramente la Nike che ha fatto un buon lavoro e non oso immaginare quale fantastica maglia avrebbe potuto regalarci dai mondiali 2006 in poi. Ma come sponsor tecnico vorrei assolutamente la Umbro.
    4)Le stelle sono meglio sopra lo scudetto, come la Germania o tutte le altre nazionali del mondo che hanno vinto un mondiale.
    5)I calzoncini assolutamente bianchi!
    6)Tricolori o Bianche e dorate (come la divisa del 96).
    7)Il Logo va messo solamente sulla parte sinistra del petto, a che serve sulle maniche?

    • delphic_

      naturalmente volevo dire destra del petto

  • Florentia Viola

    “L’utilizzo del marrone è stato motivato con ragioni estetiche, anche se probabilmente ha influito il timore che l’utilizzo del nero potesse creare imbarazzi per riferimenti politici che in effetti erano presenti nelle divise degli anni ’30. ”

    Ho trovato imbarazzante questo fatto, nel 2009 ancora certi problemi del novecento, passano gli anni eppure certe stucchevoli polemiche escono puntuali appena possono, vedi maglia nera per la Germania, a mio avviso una delle più belle del mondiale, eppure miseramente criticata per motivi “politici” dalla stampa. La maglia azzurra con pantaloncini neri anzichè marroni sarebbe stata bella, un contrasto, simile al bianco-navy degli USA 🙂

    • Gianluca

      Hai pienamente ragione; io non sono affatto un nostalgico del ventennio, però sono passati più di 60 anni…finiamola con certe remore!

  • roby

    1. Maglia migliore 1994,peggiore 2008(davvero orrenda)
    2. Migliore scudetto Kappa 2000
    3. Sponsor tecnico preferito Le coq sportif.In futuro mi piacerebbe Adidas o Umbro
    4. 4 stelle rigorosamente fuori dallo scudetto
    5. Pantaloncini prevalentemente bianchi
    6. Rifinuture tricolori
    7. Logo sponsor tecnico va bene se è discreto
    ps. Speriamo che la maglia da portiere possa tornare al più presto GRIGIA con pantaloncini NERI!!!

  • FDV

    Do anche io le mie risposte:

    1. La maglia più bella per me è quella dell’82, seguita tra le moderne da quella del 2000

    2. Sono molto affezionato allo scudetto tondo e a quello 92-99, primi due che ho vissuto. L’ideale sarebbe il tricolore anni 50 e riproposto da Kappa, ma credo ci siano problemi di sfruttabilità del marchio. Mi piace anceìhe quello attuale, anche se preferivo di gran lunga quello del 2006 con il logo FIGC piu piccolo. In generale mi piace il fatto che l’Italia abbia manenuto sempre un certo rigore per quanto riguarda le maglie, innovandosi cambiando più volte gli scudetti.

    3. Sponsor tecnico che mi è piaciuto di più: Kappa. Sarei molto curioso di rivedere un altro marchio italiano, e attualmente quello che mi ispira più fiducia è Macron. Scontato dire che il top sarebbe Umbro.

    4. Le stelle mi piacciono all’interno dello scudetto, è una tipicità della nostra nazionale.

    5. I calzoncini azzurri non mi disturbano per niente. Ho sempre visto il pantaloncino bianco come neutrale più che caratteristico.

    6. Rifiniture: tricolori o niente.

    7. Mi piacerebbe moltissimo rivedere il petto libero dello sponsor tecnico con lo stesso schema delle Kombat, con i loghi sulle maniche, per me la soluzione ideale.

    • Stavrogin

      Perché dici problemi di sfruttabilità del marchio nel caso dello scudetto tricolore?
      Nel 2004 Puma lo usò

      • FDV

        Perchè ancor prima che la nazionale lo rispolverasse, era già uno scudetto utilizzato da chiunque per qualunque prodotto collegato all’Italia, in particolare maglie, felpe, cappelli, sciarpe da bancarella, per cui ci voleva qualcosa di più elaborato per distinguere prodotti ufficiali da quelli di bassa qualità.Già quello del 2004 (2° maglia Puma) infatti era leggermente modificato.
        [img]http://img251.imageshack.us/img251/8345/immaginejm.jpg[/img]

  • Stavrogin

    Matteo scusa per caso hai una foto della prima maglia della Kappa nella versione col colletto a V, indossata da qualche giocatore?
    Io non me la ricordavo affatto, e direi che potrebbe essere la mia nuova preferita degli ultimi anni 🙂

    • FDV

      Questo è il massimo che sono riuscito a trovare
      [img]http://img19.imageshack.us/img19/7875/modellaq.jpg[/img]

      • Stavrogin

        Uh, grazie mille. Beh vista qui non rende… (Montella?!?)

        • salvatore

          io ce l’ho quella maglia è molto bella.

    • FDV

      Ora che ci penso, esattamente la stessa maglia, con in più solo i loghi della Kappa lungo la maniche, ce l’aveva la Juventus nel 1999-2000. Ci perse 2-0 a Lecce http://www.youtube.com/watch?v=u46yTKpRmEg
      [img]http://img59.imageshack.us/img59/5940/giuv.jpg[/img]

      • Filippo

        Esatto, questa maglia è stata utilizzata in poche occasioni (mi ricordo Udine,Bari e Lecce)
        Oltre a portare parecchio sfiga non era neanche bella a mio avviso,
        l’ultima away fatta dalla Kappa per la juve.
        Una maglia non degna della tradizione kappa-juve in quanto a maglie da trasferta

  • ellepix

    Bravo Matteo ! MAGNIFICO ARTICOLO PER LA NOSTRA ITALIA !

    1) La mia maglia preferita è quella del Mondiale 2002, la più brutta Euro 1996.
    2) Lo scudetto più bello è quello post Mondiale 1982 con le tre stelle che sostituirono la scritta Italia.
    3) Fra i vari sponsor tecnici il migliore è stato KAPPA, e vorrei rivedere ADIDAS o UMBRO anche se quest’ultima è lontana dalla ns. filosofia calcistica.
    4) Le quattro stelle sono meglio esterne, a meno che non possano essere inserite in uno scudetto simile a quello post Spagna 82.
    5) Bianchi per tradizione, ma non mi dispiacciono anche azzurri.
    6) Rifiniture tricolori senza dubbio.
    7) Onestamente se lo sponsor è “lieve” (come KAPPA) non disturba più di tanto.

    Ancora complimenti per il lavoro.

  • http://www.8vs8.webs.com Crystux

    La maglia più bella è quella del Mondiale 1982, è imbattibile e maravigliosa! Al secondo posto la Kombat della Kappa, splendida, anche se per indossarla bisognava avere il fisico… Sul podio anche quella della Nike 1998, semplice ma bella. Nostalgia del logo della casa prodruttrice sulle Maglie? No…piuttosto nostalgia per lo Scudetto che c’era su quella dell’82 e del 2000-2002, è quello il simbolo del nostro calcio, via i tondini e gli scudetti stilizzati come quello che abbiamo adesso! Perchè Inghilterra, Brasile, Germania, Spagna e Francia preservano i loro simboli e noi dobbiamo sempre cambiare, cambiare, cambiare…ridateci lo Scudetto e sopra le 4 Stelle!

    • Ninho

      beh, non è del tutto corretto: la Francia adesso ha il galletto stilizzato bianco, prima era color oro, prima ancora non era stilizzato, all’inizio addirittura era un vero e proprio disegno di un gallo (come avrebbe potuto farlo un bambino), una volta guarda a destra, una volta a sinistra…la Spagna adotta lo stemma della casa reale, stessa cosa accade (o almeno credo) con l’Inghilterra: io non vorrei mai una cosa simile (come successo all’inizio con lo stemma sabaudo ed il fascio littorio..)e anche il Brasile ha adottato qualche cambiamento nel corso degli anni (anche se spesso impercettibile: chi non ricorda quella specie di foglia stilizzata nello stemma dell’82?)

      • http://www.8vs8.webs.com crystux

        Lo hai detto tu stesso si tratta di “cambiamenti impercettibili”, la Francia con la nuova maglia è vero ha adottato un galletto bianco anzichè oro, ma sempre di galletto si tratta (e se guarda a destra o a sinistra non cambia proprio nulla!), il fatto che Spagna e Inghilterra adottano lo stemma della casa reale cosa c’entra? Loro hanno il RE da sempre e allora è giusto così, dovessero togliere la monarchia allora sarebbe giusto cambiare anche logo, ma come detto rispettano la tradizione a differenza nostra. Cosa c’entra poi il Fascio littorio? Quello fu voluto dalla dittatura ed è giusto che sia stato tolto, in Spagna e Inghilterra i simboli reali non sono simboli di una dittatura, anzi…il nostro simbolo era lo Scudetto tricolore da sempre ed invece ci siamo ritrovati con i tondini e i rettangolini obliqui…inguardabili. Il nostro attuale stemma è inguardabile con le 4 stelle posizionate a “T”!

  • http://football-reporter.blogspot.com/ Giovanni Del Bianco

    Secondo me:

    1) La più bella, la Kombat di Euro2000. La più brutta,
    2) Il più bello, quello del 1982; per il più brutto se lo giocano quello attuale e quello di Usa ’94.
    3) Kappa; Umbro.
    4) Dentro lo stemma vanno bene.
    5) Bianchi tutta la vita!
    6) O tricolori o bianche.
    7) Tutto sommato, no.

    PS. Ottimo post!

  • salvatore

    la maglia che preferisco per la quale credo si potrebbe tornare anche oggi, visto il lokk molto vintage delle squadre, è quella del mondiale in cile anche se non ci portò bene… ma sarebbe bello vedere il colore azzurro un pò più chiaro con il collo a polo con i laceeti…come fece l’empoli l’anno scorso credo…. cmq il credo che l’azzurro delle maglie dovrebbe tornare in quella tonalità…. altrimenti che azzurro sarebbe?
    La peggiore direi è tutta la serie nike ed anche la diadora, che tranne per il mondiale del 94, la maglia era praticamente blu e non azzurra. Volevo dire solo un appunto in proposito…. la diadora parte già dall’anno 1983. infatti il rapporto con la francese La coq sportiff finì alla fine del 1982.

  • MEFISTO

    1.La migliore direi quella Kappa per Euro 2000 (molto trdizionale ma moderna come vestibilità). La peggiore direi le Nike.
    2.Lo scudetto dovrebbe essere quello con la scritta ITALIA sul tricolore con le stelle fuori..ben in vista come fanno TUTTE le altre federazioni. Se la FIGC non vuole “andarsene” si potrebbe pensare ad una soluzione simile al 1979.
    3.Sponsor tecnico: Per una maglia “come dico io” ci vorrebbe la Umbro o la Nike nuovo ciclo visto con la Francia. Anche Kappa ma con logo piccolo sul petto. no Adidas (non voglio le striscie, belle per i club ma non per la nazionale)
    4.Le quattro stelle: come detto prima fuori e sopra lo stemma.
    5.Calzoncini: ASSOLUTAMENTE bianchi.
    6.Le rifiniture: discrete! dorate al max dopo una vittoria.
    7.Il logo va bene ma discreto anche lui.
    aggiungo un Ottavo punto…
    8.Seconda Maglia: io la preferisco totalmente bianca con calzoncini bianchi o azzurri. Quella Kappa x Euro2000 (bianca con banda azzurra sul petto) era molto bella.
    Direi che Euro200 come maglie sia stato il top.

  • Foxxx

    1)la migliore nike 1998 o kappa 2000 e 2002…peggiore puma 2004
    2)scudetto migliore è del 2000
    3)Nike o kappa
    4)stelle fuori dallo scudetto
    5) pantaloncini bianchi
    6) rifiniture bianche
    7) no sponsor tecnico

  • elcigo

    Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?
    La più bella sicuramente messico ’86 poi francia ’98. Le più brutte quella della kappa e tra quelle della kappa quella del 2002

    Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?
    Non avendo un simbolo e meglio mettere lo scudetto tricolore semplice con scritto Italia sopra.

    Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro
    Lo sponsor tecnico deve essere italiano e per questo l’unico degno è Diadora.

    Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?
    Niente stelle nello scudetto

    Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?
    A quel paese i calzoncini azzurri. Ma a chi sono venuti in mente. Rivogliamo le mutande bianche

    Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro? Meglio niente piuttosto che bianche o dorate. Il tricolore era la rifinitura migliore

    Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?
    E’ una scelta troppo ortodossa, lasciamo che chi paga la sponsorizzazione possa mettere il proprio sgorbietto e che possa vendere le magliette.

  • ciobi1984

    Intanto complimenti per l’accuratezza dei dettagli. Non sapevo che Adidas fosse stato il primo fornitore delle maglie azzurre, è stata una piacevole scoperta. Ora passo alle risposte.

    1. La maglia più bella credo sia quella di Euro 2000, il primo modello Kombat (meno carino il secondo, qui non presente nella ricostruzione ma utilizzato durante le qualificazioni ai mondiali 2002, mediocre la versione del mondiale 2002, direi troppo aderente). la più brutta la prima firmata Nike, quella del 1995 (qualificazioni ad Euro ’96). Certo resto dell’idea che se non avessimo vinto i mondiali 2006 anche quella utilizzata in Germania avrebbe meritato la bocciatura… ma poi quella vittoria ce l’ha fatta cmq piacere…
    2. Lo scudetto più bello era ancora una volta quello di Euro 2000. Non mi piace invece quello attuale, troppo squadrato per i miei gusti. Anche quello rotondo degli anni ’80 non era il massimo della vita…
    3. Penso che le maglie Kappa siano state le migliori (soprattutto le prime due). In seconda battuta direi Le Coq Sportif.
    4. Le quattro stelle le vedrei meglio fuori dallo stemma, tipo come ce le ha il Brasile.
    5. I calzoncini, da che mondo è mondo, sono stati sempre bianchi e credo che tali debbano restare. Il completo tutto azzurro fa a cazzotti con la storia, quindi direi che la tradizione in questo caso vince. Ma personalmente ho trovato il completo celebrativo della Confederations Cup molto originale (specie con i calzoncini marroni).
    6. Le rifiniture più belle a mio modo di vedere furono quelle dorate di Euro ’96.
    7. Il logo dello sponsor secondo me ci deve essere sempre e comunque. Bene fece Kappa a portarlo sulle spalle, così da non “sporcare” il centro della maglia.

  • Filippo

    prima di tutto complimenti vivissimi a Francesco per l’articolo 😉 !!!
    Passionemaglie.it è sempre più un punto di riferimento, quello che mancava per noi malati di calcio e maglie!
    Rispondo ai quesiti:
    1) miglior maglia 82 e 2002 peggiore 2008 e 2010
    2) tricolore classico sormontato dalle 3 stelle 2004
    3) Kappa sarebbe bello, ma senza loghi enormi!
    4) Meglio mettere le stelle all’esterno! Abbiamo il privilegio di mostrare 4 stelle e le nascondiamo, bah…
    5) Meglio bianchi come vuole la tradizione. Azzurro della maglia e bianco dei calzoncini rappresentano un bellissimo contrasto
    6) Tricolori, ma non troppo invadenti
    7) Sì

  • stefano

    La maglia più bella è amio parere è quella KAPPA del 2002, ma anche quelle del 2000 è bella( compresi i portieri : grigi o neri, non rossi, oro, bianchi…) Le più brutte sono le ultime: 2008, 2010; anche se a dir la verità non mi piaceva troppo nemmeno quella fortunata del 2006. Non se nen può più della puma rivoglio la KAPPA

  • Stavrogin

    Mi chiedo, ma prima di Adidas, come funzionava esattamente? Non credo le cucissero i dirigenti federali 😀 Ci sarà stato pure un fornitore…

    • Ninho

      i giocatori si portavano le maglie da casa!

    • AlessandroP

      la nonna di Moggi cuciva a mano tutte le divise

  • Cris

    Ottimo articolo,
    personalmente ritengo :
    1) maglie più belle la mitica Mondiali 82 e 2002 Kappa.
    2)scudetto classico del 1982
    3)Robe di Kappa (ma spero nell’arrivo di Adidas)
    4)le stelle le posizionerei all’esterno del classico scudetto tricolore per metterle in risalto
    5)calzoncini assolutamente bianchi
    6)sarebbe bello un ritorno alle classiche, eleganti ed intramontabili rifiniture tricolori sulle maniche ma sottili non troppo vistose. Colletto a V sempre elegante.
    7)trovo gradevole lo sponsor sulle maglie ma non deve essere invadente

  • Francesco

    1) La maglia più bella per me è quella dell’europeo 2008, la più brutta quella della Confederation Cup 2009.
    2) Lo scudetto più bello credo che sia senza dubbio quello attuale, perché frutto dell’evoluzione di tutti gli altri, e anche perché esteticamente molto gradevole.
    2) Sponsor tecnici preferiti fino ad ora, Diadora e Puma per il lavoro svolto… Mi piacerebbe se in futuro le maglie della nostra nazionale tornerebbero sotto sponsor tecnico Nike, augurandomi che non faccia però schifezze e che si ripeta con una maglia all’altezza del blasone della nazionale italiana.
    4) Le stelline fuori dallo scudetto sarebbero effettivamente ben più visibili, quindi non guasterebbero affatto…
    5) Calzoncini blu tutta la vita…
    6)Le rifiniture tricolore su una maglia ben strutturata sarebbero molto belle ed accattivanti, in alternativa color orodanno pregio e un tocco di classe alla divisa a mio parere…
    7) Lo sponsor tecnico sulla maglia è ormai una regola, e credo che privarsene non darebbe nemmeno lo stimolo alle case produttrici di dare il massimo per realizzare maglie all’avanguardia… (Vedi i casi di Nike ed Adidas quando hanno realizzato le maglie per l’Italia…)

    • Filippo

      si dice azzurri comunque, noi siamo gli azzurri non blu!

  • out of mind

    1. Anni ’80 con tricolore al colletto e bordo manica.
    Tra le peggiori non ce n’è una che spicca particolarmente in bruttezza ma considerando la terribile armatura il mio voto va alla divisa 2010.

    2. Preferisco lo scudetto classico con tricolore pulito e sopra la scritta Italia. Una soluzione forse troppo facile da taroccare ma che a me pare tutto sommato meglio delle altre.
    Il peggiore senza dubbio quella “I” stilizzata (male) anni 92-99.

    3. Mi riconosco molto nella Diadora anni ’90, peccato che sia ormai quasi scomparsa.
    Nonostante la mia ostilità verso le maglie attillate riconosco a Kappa il merito di aver creato un proprio stile che con forme essenziali è riuscito a dare personalità alle divise. Per questo preferisco un ritorno dell’azienda torinese rispetto a Nike e Adidas che sponsorizzano orami troppe squadre.

    4. Le quattro stelle devono stare sopra lo scudetto. Il modo in cui sono disposte dentro lo stemma attuale è assurdo. Anche le stelle sulla manica avevano poco senso.

    5. Calzoncini bianchi e basta!

    6. Rifiniture tricolori.

    7. No. Il logo dello sponsor tecnico sulla divisa non è fastidioso a patto che non sia troppo invadente.

  • Ciccio93

    Senza dubbio la maglia più bella è quella del mondiale dell’82 e quella più brutto la nike di euro 96…i loghi moderni non hanno mai dato particolarmente fastidio come le stelle sopra o all’interno del logo..gli inserti tricolore inseriti nella maglia dell’82 sono veramente fantastici!..in fine si dovrebbe tornare ad utilizzare i pantaloncini bianchi..molto meglio così che una maglia tutta azzurra!

  • http://maxscari.eu scari

    Complimenti! Finalmente un articolo ben fatto sulla nostra bellissima maglia azzurra!

    ma veniamo a noi

    Sono un fanatico fondamentalista del marchio Kappa, modello kombat tutta la vita, anche l’azzurrino più chiaro della seconda versione mi piace davvero tanto.

    Io ho comperato la versione kombat da donna, penso si potrebbe approfondire l’articolo anche su questo campo…

    E’ veramente un peccato che il nostro simpatico sponsor tedesco attuale, invece di pensare a pantaloncini marroni o vestibilità da armatura, non abbia pensato a onorare i 100 anni di maglia azzurra, prima che il 150° anniversario dell’unità d’Italia…

    Spèrem…

    • FDV

      Come no bella anche la Kombat Woman col colletto a polo.
      [img]http://www.calciodonna.it/varieta/kombat2.jpg[/img]

    • FDV

      [img]http://biografieonline.it/img/bio/c/Carolina_Morace.jpg[/img]

    • FDV

      [img]http://www.calciodonna.it/hall/itafin6.jpg[/img]

      • http://maxscari.eu scari

        Esattamente!
        proprio quella!!
        Grande FDV!!
        la mia ha il numero 22! e comperai anche i pantaloncini sul “thegigastore”!
        disegnati in modo stranissimo, per noi maschietti!

        Potrebbe essere (ma non ne sono sicuro) la prima maglia azzurra in assoluto disegnata per le donne??

        E beach soccer? calcio a 5?
        che storie hanno?

        • FDV

          La Kombat Woman come si vede nella prima immagine, potrebbe essere addirittura la prima maglia da calcio in assoluto disegnata per le donne, per cui prima ancora di Inghilterra e Germania… sarà vero? 🙂

          Per quanto riguarda le nazionali di Calcetto e Beach Soccer, essendo affiliate alla FIGC hanno le stesse maglie della nazionale di calcio. In questi casi le stelle incluse nello scudetto tolgono la libertà di aggiungerle sulla maglia di ciascuno sport in base ad eventuali mondiali vinti. Ad esempio la Spagna due volte campione del mondo di calcetto, ha le stesse maglie della nazionale di calcio a 11 con 2 stelle sopra lo scudetto.
          [img]http://img593.imageshack.us/img593/2757/beachfutsal.jpg[/img]

  • Torto #13

    Ecco come avrei voluto fosse stato un eventuale kit commemorativo per il centenario della maglia azzurra dell’Italia.
    Come in origine maglia azzurra, quasi celeste, pantaloncini bianchi e calzettoni neri (con banda azzurra, penso stia meglio dell’originale bianca).
    [img]http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/hs268.snc6/179628_192699867408778_175815549097210_757940_6795303_n.jpg[/img]
    Magari l’Italia avesse Umbro… ma chissà, il contratto con Puma nel 2014 scade e magari il brand inglese rimpiazzerà quello tedesco. La vedo dura, ma sperare non costa nulla.

    • Stavrogin

      Posso chiederti di farne una simile a quella degli anni ’70, ma con logo kappa, e scudetto come lo hai fatto tu qui, per favore?

      • Torto #13

        Vedrò di accontentarti, non so entro quando però… 😉
        Intanto se vuoi dare un’occhiata a qualche altro mio kit design ecco il link:
        https://www.facebook.com/album.php?aid=44099&id=175815549097210

      • Torto #13

        @ Stavrogin

        Ecco la maglia dell’Italia su template Kappa che si rifà alle divise della nazionale anni ’70, come da te richiesto.
        Ne ho realizzati due modelli, una con il girocollo e l’altra con scollo a V.
        [img]http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash1/hs788.ash1/167883_192969327381832_175815549097210_759430_2815183_n.jpg[/img]

        • Stavrogin

          Grazie mille!
          Quella con lo scollo a V, in particolare, è stupenda: proprio come la vorrei per la nazionale.
          Calzoncini bianchi e calzettoni blu, tutto senza bordini di nessun colore.

        • Torto #13

          @ Stavrogin

          Ecco anche due modelli di maglie away dell’Italia su template Kappa che si rifanno alle divise della nazionale anni ’70.
          [img]http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/hs023.snc6/165312_194981677180597_175815549097210_772552_3031539_n.jpg[/img]

      • Stavrogin

        Bellissima soprattutto quella con la banda azzurra.
        Sì sì direi proprio che è il mio kit ideale per gli azzurri! Grande Torto!

        • Torto #13

          😉

        • AlessandroP

          la bianca con la riga trasversale azzurra è semplicemente stupenda.
          però non mi pare che nella storia ci sia stata una maglia simile, quindi non l’adotterei

        • Torto #13

          @ AlessandroP

          Certo che c’è stata una maglia così, bianca con banda azzurra. Se non sbaglio negli anni ’60, e Kappa già la ripropose nel ’99 se non ricordo male.
          [img]http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcT4AnXj1UmK0Zqkl99bRltcq63akJDaryL2lozIrzithQbXrU_b[/img] [img]http://www.classicfootballshirts.co.uk/customphp/gifthumb.php?img=http://www.classicfootballshirts.co.uk/media/catalog/product/i/m/image_14732.gif&w=170&h=150[/img]

        • AlessandroP

          @Torto.
          Grazie non ricordavo questo template

        • Lino

          La splendida maglia bianca con banda orizzontale azzurra fu adottata ai Mondiali del 1974, tra l’altro.

      • http://www.marcellinux.it Marcello Cannarsa

        la umbro, farebbe maglie migliori rispetto a puma

    • Lino

      Torto#13, è splendida. Io toglierei i bordi azzurri dai calzoncini e farei bianche le bande dei calzettoni.

    • marco

      mi piacerebbe se ne facessi la stessa identica maglia con un tonalità di azzurro come quello di spagna 82 o italia 90, secondo me sarebbe ancora meglio di come è.
      un sogno nel cassetto è che si tornasse al classico anche sulle maglie dei portieri: pantaloncini neri, maglia grigia con numero, colletto e rifiniture azzurro.

    • Ninho

      con il tricolore anche sui bordini delle maniche sarebbe perfetta!

    • robmcmlxxvi

      Complimenti Torto#13
      La maglia azzura in versione Umbro è proprio bella.

      Come la immagineresti per i portieri?

      • Torto #13

        Evito di disegnarla… immaginetela:
        Stesso modello Umbro tailored; maglia grigia con colletto a polo azzurro, pantaloncini neri e calzettoni azzurri con banda bianca (di modo che anche con la maglia home possono essere utilizzati).

        • robmcmlxxvi

          BELLA!
          Come quella del grande Dino Zoff: http://bit.ly/dR9k02

          Peccato non vederla disegnata 😉

        • http://maxscari.eu scari

          Grigia era grigia,
          ma anche i pantaloncini neri le donavano…

          http://padova.blogolandia.it/files/2008/06/toldo7.jpg

        • Torto #13

          @ robmcmlxxvi

          Eccoti accontentato: il kit del portiere per l’Italia, come piacerebbe a me. Forse l’unica cosa che cambierei, col senno di poi, sono i calzettoni: calzettoni tutti azzurri e senza banda bianca.
          [img]http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/hs046.snc6/167631_195245190487579_175815549097210_773885_7521509_n.jpg[/img]

        • robmcmlxxvi

          Ottima Torto #13!
          davvero un bel lavoro!
          Ti ringrazio molto.

  • giorgio_AS Roma

    1. Quella che preferisco è quella della confedrations cup 2009 con i calzoncini bianchi

    2.il mio scudetto prefrito è quello utilizzato a Euro 2008, con il logo FIGC più grande

    3. Le Coq Sportif (vedi maglia ’82)

    4. le stelle le preferisco interne, la disposizione attuale mi piace molto!

    5.calzoncini bianchi !!!

    6. rifiniture tricolori le mie preferite

    7. no, è brutto vedere solo lo scudetto senza nient’altro, molto triste!

  • ROBERTO

    la migliore in assoluto è l’ultima 2010 peccato sia stata sfortunata, ma anvhe quella del 2006 è bellissima come quella della confederation , diciamo che la puma è qulla che ha lavorato meglio;)

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Ve la ricordate la maglia Blue Navy della Kappa utilizzata contro una squadra nordica (Far Oer o Islanda)?

    • FDV

      Come no, Islanda-Italia 2-0, esordio di Lippi in panchina se non sbaglio.
      Divisa Blu navy, con loghi Puma sulle spalle e sul petto solo scudetto e numero
      [img]http://img814.imageshack.us/img814/6907/icelital.jpg[/img]

      • Torto #13

        FDV, vedi non siamo stati gli unici a ricordarci la maglia blu navy… 😉
        E in un modo o nell’altro è “comparsa” nei post relativi all’articolo.

        • Ninho

          ero sempre stato convinto che fosse nera, non blu navy, fortunatamente mi sbagliavo!In ogni caso, ricordiamoci sempre che noi siamo gli azzurri (per cui ogni altra variante non mi va bene)e che la seconda maglia deve essere bianca (come le prime maglie della storia della nazionale), poi ben vengano le maglie celebrative (come in occasione della confederation cup 2009, anche se quella maglia mi hasempre fatto ribrezzo, e con la scritta italia glitterata, i nostri sembravano dei trans!)

      • MEFISTO

        quella maglia però è della PUMA.
        lo scudetto è bellissimo…e ha ancora SOLO tre stelle…

  • alessandro

    1) maglia preferita: euro 2008, maglia più brutta: euro 2004
    2) scudetto migliore: l’attuale
    3) sponsor tecnico preferito: nike
    4) le quattro stelle meglio all’esterno
    5) i calzoncini devono essere bianchi
    6) meglio secondo me senza rifiniture
    7) lo sponsor tecnico deve essere presente

  • Marco

    secondo me le maglie migliori le abbiamo avute negli anni 80 e 90 con la diadora e la nike, mi piacevano soprattutto x i colletti a polo e x il nostro azzurro ke è la tonalità piu scura e non quella kiara. Devo dire xò che anche la prima della kappa è bella specialmente x l azzurro scuro, il colletto a v e x il fatto di non avere a differenza delle 2 maglie successive i loghi sulle spalle che sono una kosa obroriosa!!! Non kapisco certi gusti della gente ke non include tra le maglie piu brutte quella dell ultimo mondiale o certi che dicono che le maglie della nike sono brutte(quando in realta sono state tutte belle). Nel 2000 e nel 2002 il voler riproporre le maglie degli anni 30 dell’italia non è stata x me una scelta giusta,invece di andare avanti siamo andati indietro e anche se cm si dice la kappa ha adottato dei materiali avanzati x me le maglie non sono state belle. Inoltre il migliore logo della federcalcio è proprio quella a forma di i, ma non disprezzo quello attuale e quello di italia 90. Ad esempio quello del 2000 non mi da di niente, non è un logo della federazione italiana.
    MI auguro x il futuro che l italia passi a nike o adidas che sicuramente faranno bei lavori, il mio sogno è che la nike possa riproporre la maglia di usa 94 la piu bella di sempre, anche perchè è ancora molto ricercata basta vedere su ebay, ha sempre il suo fascino nonostante sia una maglia che evochi ricordi brutti.

  • nabiki

    1) preferite: europei 2000 e mondiali 1982. ho un debole anche per quella del 1970, sarà che mi emoziona vedere facchetti che la indossa con la fascia da capitano. la peggiore: 2010. non mi abituerò mai a questa tremenda visione.

    2) scudetto: quello di euro 2000, magari sormontato dalle quattro stelle in bella evidenza.

    3) sponsor preferiti tra quelli visti finora: kappa e le coq. per il futuro: umbro, le coq, adidas.

    4) come già detto nella seconda risposta, andrebbero evidenziate. quattro stelle non sono da tutti, sarebbe giusto tenerle in bella mostra.

    5) calzoncini bianchi tutta la vita. non capisco perchè negli ultimi tempi si usi così tanto il completo monocolore, non lo digerisco.

    6) rifiniture tricolori solo se non troppo vistose, altrimenti meglio bianche.

    7) a dire il vero, non provo fastidio per i loghi degli sponsor. certo, un omone macron, un quadrato lotto, una serie di kappini o un solo kappone mi darebbero noia, mentre non sarei contraria per principio alle strisce adidas, che vedo in modo diverso rispetto ad altri loghi anche meno invadenti.

    p.s. mi ha fatto piacere vedere citata carolina morace, “cervello sportivo” (mi si passi il neologismo) in fuga cui auguro ogni genere di soddisfazione.

    • Marco

      ormai le coq sportif e diadora sono fuori dal giro, e non aspettatevi ke facciano maglie kome una volta, anzi vedendo alcune maglie diadora x squadre di club sono uguali a quelle kappa kon i logoni sulle spalle.
      Cmq è proprio brutto sulle maglie kappa vedere la scritta e non il logo sul petto, non credo ke la maglia sarebbe mai come quella ke l amico sopra ha fatto il prototipo(riguardo quella kol collo a v)

  • Samu

    1. Quella che preferisco è quella di Euro 2008 (tra quelle ‘attuali’),spagna ’82, italia ’90; tra quelle away non mi dispiace quella che abbiamo attualmente, mi farebbe piacere un bell’articolo anche sulle maglie away della nostra nazionale 😉
    Quella che mi sono piaciute meno sono quella del 2006 (fortunata ma non di certo bella) e quella della Confederations Cup

    2.il mio scudetto prefrito è quello utilizzato a Euro 2008, con il logo FIGC più grande, poichè è una riluttura moderna del nostro ‘scudetto’ ma le stelle dovrebbero essere esterne

    3. Le Coq Sportif (vedi maglia ’82)

    4. le stelle le vorrei esterne, abbiamo vinto quattro mondiali perchè dobbiamo ‘nasconderlo’; le cinque stelle sopra lo scudetto del Brasile secondo me danno un tocco ulteriore di eleganza

    5.calzoncini bianchi !!!

    6. rifiniture tricolori le mie preferite, anche se quelle dorate che ci sono sulla maglia euro 2008 non mi dispiacciono perchè non troppo invasive

    7. sì, ci distingueva dalle altre squadre…una via di mezzo potrebbe essere la presenza dello stesso non troppo invasiva sulle maniche, come ai mondiali 2002

  • Claudio

    1)Più bella quella dell’ultimo Mondiale. Più brutta quella dei Mondiali del ’62.
    2)Scudetto più bello quello del 2006. Più brutto quello di Euro 2000.
    3)Migliori sponsor tecnici Nike e Diadora. In futuro spero che venga sponsorizzata da una marca italiana come Lotto.
    4)4 stelle all’esterno dello scudetto
    5)calzoncini meglio azzurri
    6) Rifiniture tricolori
    7) Lo sponsor non da fastidio.

  • Lev

    Beautiful Umbro kit for Italy there.. 😛

  • hangingjudge

    Secondo me la più bella è quella di Francia 98, penalizzata solo dalla vestibilità larga che si usava allora. La peggiore 2006 (ma mi piace il logo al centro) e 2010

    Adesso sarebbe giusto tornare al tricolore con sopra le stelle, ma quello un po’ “strano” degli anni 90 a me piace molto (forse perchè quello di quando ho cominciato a vedere le partite

    Mi piacerebbe che l’Italia si distinguesse ancora come unica senza loghi commerciali, ma so che è impossibile

    Da ultimo, vorrei sempre calzonicini bianchi e PORTIERI IN GRIGIO, un’altra peculiarità dell’italia che la Puma ha colpevolmente eliminato!!!

  • Francesco

    Premetto che ognuno ha un suo modo di concepire le maglie da calcio e i suoi gusti per apprezzarle;
    Per come la vedo io:
    1 – La maglia più bella per me rimane l’ultima, quella dello sciagurato mondiale 2010, la maglia del 2004 non mi dispiaceva affatto. La peggiore è stata quella della Confederations Cup 2009, terribile a mio avviso sia come modello che come scelta di colori.
    2 – Lo scudetto che mi piace di più è quello attuale, le dimensioni sono opportune e i bordini dorati si adattano bene.
    3 – La puma è stato lo sponsor che ha fatto le divise che preferisco ma anche quella più brutta…non mi dispiace come sponsor, spero si vada avanti con questo.
    4 – Se togliessero le stelline dal logo attuale questo diventerebbe un po’ scarno, con questo logo direi che stanno bene dentro, se si cambiasse logo allora forse fuori sarebbero più in risalto.
    5 – I calzoncini bianchi rendono di più, la divisa monocromatica è bella ma preferisco azzurra la maglia, bianchi i calzoncini e azzurri i calzettoni.
    6 – le rifiniture dipendono dal modello…in oro ci stavano dopo aver vinto il mondiale…con l’europeo potrebbero lanciare l’argento…!
    7 – il logo va bene…purchè non sia gigante!

    • Jason

      le rifiniture in argento m’ intrigano in effetti..

  • Osservatore Volante

    Complimenti per l’articolo. La maglia che preferisco è quella della Kappa del 1999 mentre secondo me lo scudetto più bello è quello apparso per la prima volta nel 1982 nella partita contro la Svizzera subito dopo il Mondiale ’82 (scudetto tricolore con le tre stelle al posto della scritta “ITALIA”). I calzoncini li preferirei bianchi e i calzettoni azzurri. Come sponsor tecnico futuro vorrei rivedere l’Adidas, magari senza le famose tre strisce come nel ’74-’78 o per lo meno in formato ridotto.
    Avrei inoltre una domanda. Mi sembra che nel 1985 sia stata utilizzata penso per una sola partita, una divisa fornita dalla Ennerre (mi pare per un incontro tra Italia e Irlanda agli inizi di quell’anno). Mi sto forse sbagliando?
    Grazie per una eventuale risposta

    • FDV

      Dopo accurate ricerche… possiamo comfermare che la Ennerre ha fornito le maglie dell’Italia per un breve periodo tra Le Coq Sportif e Diadora.
      Grazie per la segnalazione e complimenti per la memoria!
      A breve sarà aggiornato l’articolo 😉

  • il conte sboroni

    1-amo indistintamente le maglie pre 1982. poi, dopo la mitica dei campioni del mondo, direi che il suo meglio l’ha dato la Kappa, specie ad euro 2000.
    il peggio, tutte le maglie Puma esclusa quella del 2004 nonostante l’odioso oro. l’ultima del 2010 e, ahimè, quella dei campioni del 2006, hanno toccato il fondo ognuna a modo loro.
    2-l’unico scudetto che concepisco è il semplice tricolore come quello che la Kappa aveva reintrodotto.
    3-Le Coq Sportif e Kappa. nel futuro spero Umbro. ora come ora credo che Nike, più di Adidas, farebbe divise semplici ed eleganti: l’idea delle tre strisce continue non mi attira.
    4-stelle fuori dallo scudetto, e anche in bella vista direi.
    5-calzoncini bianchi d’obbligo, il monocolore toglie fascino alla nostra divisa. sono attirato dall’idea del ritorno dei calzettoni neri.
    6-non dovrebbero esserci rifiniture. semmai tricolori e poco vistose.
    7-una volta era meglio, ma ora la vedo dura che possa non palesarsi il logo del fornitore. quindi il meno d’impatto possibile.
    mi unisco alla voglia di rivedere la maglia grigioazzurra dei portieri.

    • Francesco

      Senza contare che il template da portiere nike andrebbe a braccetto con la maglia da portiere grigia storica dell’italia 😉

  • marcello

    STABILIAMO SUBITO 2 COSE.LE DIVISE DELLE NAZIONALI SONO SACRE.E NON DOVREBBERO SUBIRE,ALMENO NEI COLORI FONDAMENTALI ALCUN STRAVOLGIMENTO.IL DISCORSO VALE SIA PER LA PRIMA CHE PER LA SECONDA CASACCA.VEDI LO SCEMPIO DELLA SECONDA DIVISA DELLA GERMANIA.SECONDO.IL BRASILE NON E’GIALLO.E’GIALLO ORO CON BORDINI VERDI SU MANICHE E COLLETTO.CON NUMERI VERDI.IL BRASILE SENZA IL VERDE NEI BORDINI NON E’ BRASILE.E’BORUSSIA DORTMUND.O ALTRO,FATE VOI.L’ITALIA MAGLIA AZZURRA CON BORDINI BIANCHI NON E’ ITALIA.E’FINLANDIA,OD ALTRO,FATE VOI.STESSO DISCORSO PER I BORDINI ORO,BLU NAVY,TRICOLORE,ECCETERA.RISPOSTE:LA MAGLIA PIU’BELLA E’QUELLA DI MESSICO’70.COMPLETAMENTE AZZURRA CON LO SCUDETTO CON LA SCRITTA ITALIA.SE SI VOLESSE LANCIARE NON UNA MAGLIA,MA LA MAGLIA,QUELLA UNICA E DEFINITIVA,RICONOSCIBILE COME PRODOTTO UNICO E IDENTIFICATIVO DEL CALCIO ITALIANO NEL MONDO,SAREBBE QUELLA.TUTTE LE ALTRE SONO IMITAZIONI,A VOLTE BEN RIUSCITE,COME SPAGNA’82,KOMBAT KAPPA,PUMA EURO 2008,ALTRE MAL RIUSCITE,COME MESSICO’86,FRANCIA ’98,ECCETERA.GERMANIA 2006,DI PER SE’NON ERA BRUTTA.SE NON CI FOSSERO STATE LE SFUMATURE,AVREBBE AVUTO ANCHE UN SENSO PER QUANTO RIGUARDA LO STILE DELLA VESTIBILITA’.SE POI AVESSE AVUTO LO SCUDETTO ORIGINALE SUL PETTO E NUMERI DECENTI BIANCHI,ALLORA….SI!CALZONCINI BIANCHI.STOP!SCUDETTO CLASSICO CON SCRITTA ITALIA E STELLE FUORI.IL SIMBOLO FORSE NON SARA’BELLO,MA LO SCUDETTO E’IL SIMBOLO DEL CALCIO ITALIA,QUINDI…LE STELLE,SIAMO L’UNICO PAESE SUL PIANETA CHE SE VINCE QUALCOSA LO NASCONDE!!!SE I MONDIALI LI AVESSE VINTI L’INGHILTERRA O LA FRANCIA.LE STELLE SE LE TATUAVANO PURE IN FRONTE!PER IL LOGO SPONSOR…VA BENE CHE CI SIA.NON POSSIAMO ESSERE TALEBANI.IL MONDO E’CAMBIATO E NON SI PUO’PRETENDERE TUTTO.QUALCOSA SI DEVE CONCEDERE.SAREBBE IL PREZZO DA PAGARE PER FARCI FARE LE DIVISE COME DICIAMO NOI.E NON CON LA FACCIA DEI TRANSFORMER NELLA TRAMA!!!

    • Stavrogin

      Se lo riscrivi in minuscolo (e magari andando a capo ogni tanto), forse la gente lo legge.

      • MARCELLO

        PERCHE’IL MAIUSCOLO DA’FASTIDIO?NON SI LEGGE MEGLIO?COSA SIGNIFICA ANDARE A CAPO?LA CITTA’DEL SUD AFRICA?

      • passionemaglie.it

        Marcello, io credo che tu stia scherzando, ma proverò a risponderti seriamente 😛

        Il maiuscolo non si legge meglio, sul web equivale a urlare ed è bene non utilizzarlo. Lasciando un po’ di spazio tra i paragrafi si migliora la leggibilità. Il tuo commento è un muro di testo che in pochi proveranno a decifrare 😉

        • MARCELLO

          Non sapevo che scrivere qualcosa in maiuscolo significhi urlare.davvero.per questo non capivo perche’qualcuno mi avesse risposto che non ero meritabile di lettura.per quanto riguarda la distanza,e’opinabile,visto altri articoli,ma e’un consiglio tranquillamente accettabile,per carita’.l’unica cosa che davvero non sapevo era il discorso del maiuscolo.non capisco come si faccia a dire che qualcuno urli,senza ascoltarne la voce.ma se questa e’la convenzione in uso sul web e’meglio averlo saputo.non e’certo un problema!chiedo se e’possibile cancellare l’articolo,in modo che possa riscriverlo appena possibile in minuscolo!a presto!

        • passionemaglie.it

          Non c’è bisogno di cancellarlo, se vuoi riscrivilo e poi lo sostituisco.

    • AlessandroP

      se non avessi urlato ti avrei letto volentieri e con un altro spirito

  • passionemaglie.it

    Aggiunta la foto della maglia ENNERRE con cui l’Italia ha giocato tre partite amichevoli. Ringrazio gli amici del sito http://www.maglieinrete.it che hanno gentilmente condiviso l’immagine 😉

    • ellepix

      Per curiosità, qualcuno sa esattamaente quali furono le tre partite con ENNERRE come sponsor ?

      Grazie

    • passionemaglie.it

      Dovrebbero essere state Irlanda-Italia, Grecia-Italia e Italia-Portogallo.

  • FDV

    Che belli i numeri Ennerre sulle maglie dell’Italia!

  • pongolein

    Decisamente la maglietta alla quale siamo più affezionati è quella del successo nella magica notte di Berlino nel 2006…ma oggettivamente non è la maglia più bella, anzi, tutt’altro!
    Le maglie Kappa (soprattutto di Euro 2000 e di Korea/Giappone 2002) hanno un fascino molto particolare, forse nella loro semplicità riescono a evocare, col semplice tricolore sul petto e con l’azzurro intenso della maglia, tante emozioni, sensazioni che le moderne maglie puma non sono in grado di trasmettere.
    Ma penso che le maglie fra il 94 e il 98 appartengono a un epoca fantastica per tutto il mondo del calcio, continue evoluzioni, esperimenti stilistici più o meno riusciti, modelli unici, fantastici, classici e allo stesso tempo innovativi, i modelli diadora prima e nike poi sono stati bellissimi, hanno diviso per alcune questini (la scritta Italia quasi sul fondoschiena!) ma erano dei veri e propri capolavori.
    Dopo il 98 c’è stato un ritorno all’antico, alla tinta unita, all’innovazione dei materiali e alla semplicità quasi “minimalista” dello stile (Adidas aveva quei modelli monocromatici con la retina sotto, per capirci il template del Milan 2002/2003 che pippo inzaghi non riusciva mai a mettersi, ma anche la nike, a parte gli inserti, e il curioso retro che terminava con la retina, aveva avuto una tendenza alla semplicità e uniformità dei modelli).
    Insomma gran bell’articolo, che rivive un excursus che per noi appassionati è a dir poco fantastico, l’evoluzione della maglia della nazionale.

  • Candy

    nel caso non lo sapeste vi do una piccola chicca, anche se non riportato in maniere ufficiale, la nostra cara Italia è in posseso di una terza divisa di colore NERO, ogni volta che c’è il cambio di divisa lo sponsor annuncia sempre che le tre divise sono AZZURRA, BIANCA e NERA ma purtroppo per noi alla federazione proprio non piace e quindi non la vedremo mai indossata dai giocatori, a questo pundo mi viene da pensare ci sia una regola della F.I.G.C. uguale a quella dlla C.B.F. brasiliana, ovvero che l’Italia non può giocare indossando colori diversi da bianco e dall’azzurro, così come il Brasile non può indossare colori diversi dal BLU e dal GIALLO…

    • Ninho

      la partita contro l’islanda (esordio di lippi come ct) ti smentisce(controlla anche tra i commenti precedenti e vedrai gattuso indossare una )maglia blu navy…che io credevo essere nera!!!)

      • Candy

        non intendo quella partita, anche perchè si vede chiaramente che è è blu, intendo che una maglia nera effettivamente esiste, ma non la vedremo mai indossata dai giocatori!

        • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

          aggiungo, e meno male!!!

          Fa parte di una delle partite più vergognose della STORIA…

    • passionemaglie.it

      Ciao Candy, non so quale sia la tua fonte, ma direttamente da Puma mi dicono che tale maglia nera non esiste assolutamente. E sarebbe un po’ da matti fare una divisa senza indossarla o venderla.

      • Candy

        scusami sono stato leggermente impreciso, effettivamente nelle ultime 3 riedizioni tale maglia manca, ma ti posso assicurare che una maglia da gioco per la squadra la puma come in precedenza la kappa l’hanno prodotta

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Blue-Ringed torna in carreggiata nel mondo dei kit fantasy 😀 :

    [img]http://img818.imageshack.us/img818/8929/italia1b.png[/img]

    [img]http://img543.imageshack.us/img543/371/italia2k.png[/img]

    • Francesco

      MERAVIGLIOSE !!! 🙂

    • Ninho

      …e se ne sentiva la mancanza! 🙂

      • AMO EMPOLI

        1. Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?

        Le migliori sono senza dubbio Kappa 2002 e Diadora 1994…per le peggiori metto alla pari Puma 2008 e 2010 (i muscoli serigrafati sono una cosa da vomito) e Nike 1996 (ommioddio la scritta ITALIA sul sedere…-.-)

        2. Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?
        I lavori migliori li ha fatti diadora per me, seguita da kappa…puma non mi è mai piaciuta….

        3. Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro
        Tra questi kappa anche se diadora ha fatto una maglia più bella…per il futuro mi piacerebbero adidas e nike, ma visto che non vedo bene la maglia dell’ italia con le 3 strisce, dico nike.

        4. Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?
        Fuori, Fuori.

        5. Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?
        Bianchi.

        6. Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?
        Tricolori.

        7. Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?
        Nono, a me piacciono un sacco!

  • cisky

    1. Top per kappa 1999, mi piaceva anche diadora 1990 e 1994
    2. quello del 1994 è lo scudetto che preferisco
    3. sponsor tecnico preferito : kappa e diadora. Per il futuro mi piacerebbe rivedere adidas
    4Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto
    5.Capitolo calzoncini: meglio bianchi
    6.Le rifiniture: tricolori o bianche
    7.Non honostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa

  • ROBERTO

    Gli spunti di riflessione su questi 100 anni in azzurro sono davvero tanti. Nel commentare questo articolo vi chiediamo di rispondere a una o più di queste domande:

    Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?
    PREFERITA: ANNI ’70
    Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?
    SCUDETTO TRADIZIONALE DI GROSSE DIMENSIONI
    Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che
    vorreste per il futuro
    DIADORA, KAPPA. PER IL FUTURO ADIDAS SENZA LE TRE STRISCE
    Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle
    all’esterno per dargli maggiore visibilità?
    MEGLIO INSERIRLE ALL’ESTERNO DANDO MAGGIOR RISALTO
    Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?
    CALZONICINI BIANCHI. SEMPRE!!
    Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?
    TRICOLORI
    Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?
    IL LOGO VA BENE…..PURCHE’ NON SIA GIGANTE!
    MI UNISCO ALLA VOGLIA DI RIVEDERE I PORTIERI CON LA MAGLIA GRIGIA CON BORDI AZZURRI, PANTALONCINI NERI E CALZETTONI AZZURRII NERI.

  • Aurelio Cirella

    1) quella che mi è piaciuta di più è sicuramente l’ultima, di meno invece quelle Kappa
    2) stesso discorso vale per lo scudetto, preferisco l’ultimo, anche se non mi dispiacerebbe il logo della Figc un pò più piccolo, tipo quello del 2006.
    3) Miglior sponsor tecnico Puma e mi piacerebbe averlo anche in futuro anche se non mi dispiacerebbe nemmeno tanto lo sponsor Umbro, ultimamente sta realizzando davvero belle maglie.
    4) Le stelle, se pari ,all’interno del logo, se dispari meglio all’esterno, ora ne sono 4 quindi meglio così come ora
    5) calzoncini decisamente meglio bianchi
    6) rifiniture tricolore
    7) non ho affatto nostalgia, il logo è un marchio di fabbrica ed è giusto che sia presente sulle maglie

  • Torto #13

    Mi sono sempre chiesto una cosa: perché negli anni ’90 per le maglie utilizzate ai mondiali/europei si tendeva a fare il logo della federazione più piccolo rispetto alle divise utilizzate per le qualificazioni?
    Prendete ad es la maglia dell’Italia di “USA ’94” e quella usata per le qualificazioni, oppure la maglia di “Euro ’96” paragonata a quella usata nelle qualificazioni.
    Non solo l’Italia aveva questo vizio, anche il Brasile se non sbaglio lo faceva.

    • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

      forse perchè le regole Fifa richiedavano una certa dimensione per lo stemma al mondiale?

      • Torto #13

        Bo, non so. Però non penso sia così, perché a USA ’94 il logo del Brasile (casualmente la squadra che prendo in esempio sono ancora i verdeoro…) era molto grande, mentre quello dell’Italia più piccolo.

  • italia30

    A quando un articolo sulle maglia bianca dell’ Italia? La mia preferita è quella del 2006. Indossata in amichevole pre-mondiale a Amsterdam.

  • m.

    1. migliore confederation cup, peggiore 2006
    2. migliore 1999, peggiore 1992
    3. nike, per il futuro nike
    4. esterno
    5. azzurri
    6. poche e bianche
    7. se il logo è bello ci sta!

  • nemo52

    1:la migliore quella della Confederation,la pegggiore quella dell’ultimo mondiale
    il migliore quello del mondiale 2006 e quello 2002
    finora kappa ma vorrei adidas oppure un bel tailored by umbro
    fuori dallo stemma sono puù eleganti ma l’idea di metterle dentro nn mi dispiace
    bianchi con inserti verdi e rossi
    tricolori oppure bianche e dorate insieme
    non proprio…

  • http://www.portierecalcio.it/ Gaspare Ressa

    L’azzurro della Kappa resta quello più realistico e federe al colore azzurro originale.

  • Davide

    ma nessuno ha il coraggio di dire che è ora di smetterla con l’azzurro dei savoia?

    dobbiamo ancora stare ad omaggiarli?

    Basta con l’azzurro dei savoia, l’italia è il tricolore:

    verde speranza
    bianco a simboleggiare la purezza
    rosso come il sangue dei nostri padri e dei nostri nonni che sono morti per la patria

    w il tricolore!!!!

    abbasso l’azzurro savoia!!!!

    vogliamo la divisa tricolore!!!!!!!

    • AlessandroP

      vogliamo chi?
      Io mi tengo stretto l’azzurro è la nostra storia sportiva, in assoluto

      La divisa tricolore come quella della bulgaria lasciala ai bulgari, semplicemente orrida

    • passionemaglie.it

      Concordo in toto, l’azzurro ormai identifica l’Italia, nessuno pensa ai Savoia. Non vogliamo la divisa tricolore 😀

      • AlessandroP

        personalmente, ho scoperto che l’azzurro era l’azzurro savoia circa 15 anni fa, per caso.

    • http://www.pdlcasteldazzano.it massimiliano

      sono d’accordo
      w il tricolore

      • Ninho

        @ massimiliano: cioè tu prima organizzi una mostra sui 100 anni d’azzurro e poi lo vorresti sostituire con il tricolore??..e la coerenza? boh….

        • Ninho

          però forse siete 2 massimiliano diversi, in tal caso non badate al mio commento precedente!! Resto fermamente convinto che ormai l’azzurro identifichi l’italia quanto il tricolore e che a nessuno vengano in mente i savoia guardando la nostra maglia, ma che dire, de gustibus…se invece sei lo stesso della mostra, mi dispiace, ma non ti capisco proprio (e non capisco come qualcuno possa pensare di venire ad una mostra sui 100 anni d’azzurro organizzata da te)

  • Ivan

    1 – La migliore è quella “semplice” del 1970, la peggiore 2010.
    2 – Scudetto stile 1982(senza la scritta FIGC sulla banda bianca),con sopra le 4 stelle.
    3 – Adidas
    4 – E’ la cosa più importante: stelle fuori ed in evidenza sopra lo scudetto!
    5 – Bianchi.
    6 – Nessuna,solo azzurro.
    7 – Meglio senza.

  • http://www.pdlcasteldazzano.it massimiliano

    complimenti.
    il 13 maggio nel mio comune (castel d’azzano provincia di Verona)
    organizzerò una serata dal titolo i 100 anni d’azzurro, con campioni di tutti
    gli sport, dal calcio, pallavolo, pallacanestro, ciclismo.
    Vi apetto tutti presso la Baita delgi Alpini via Barbarani ore 20.

  • Pingback: Cambieresti la maglia della nazionale con la maglia garibaldina ? - Pagina 2 - Politica in Rete Forum()

  • FDV

    Come lo vedete questo giacchetto Adidas del ’78??
    [img]http://img713.imageshack.us/img713/5117/italadidas.jpg[/img]

  • passionemaglie.it

    Splendido, lo hai recuperato? 😛

  • Raffaele

    Voglio innanzitutto ringraziarti perché da TEMPO cercavo una rassegna del genere! Grande! Spero continuerai ad aggiornare anche in futuro!

    risposte alle tue domande:
    1 – la mia preferita in assoluto è sempre stata quella dei mondiali del 1994! La peggiore secondo me quella del 2003! Ma in genere quelle dove il dorato è troppo esaltato e l’azzurro troppo chiaro!(comunque anche quella del 2011 non mi piace affatto!)
    2 – Il migliore è lo scudetto di euro 2008!
    3 – Di recente il migliore è stato puma, anche se certe scelte nei gusti non le condivido proprio..comunque per il futuro ci vedrei l’adidas, fa delle belle maglie!
    4 – Io le stellette le inserirei fuori dallo scudetto, posizionate in orizzontale sul margine superiore.
    5 – BIANCHI! Senza dubbi!
    6 – Mi piacciono le rifiniture tricolori, ODIO quelle dorate, le blu navy sono accettabili, di altro tipo secondo me sarebbero inguardabili!
    7 – SI! Direi che va eliminato! Esteticamente è inadeguato per una maglia nazionale! o al massimo confinato lateralmente sulle maniche dove si nota meno!

    Ciao!

  • Andrea DV7

    complimenti per l’articolo l’ho riletto anche su calcio 2000 se non leggevo il titolo non vedevo neanche che era il vostro 🙂

    • passionemaglie.it

      In effetti Passione Maglie non è stato minimamente citato, vabbè 😀

      • AndreaDV7

        subito dopo averlo letto volevo farti una segnalazione di “non citazione” nell’articolo ma poi dopo aver scritto tutta l’email ho letto il titolo e in piccolo in nero su verde scuro c’erano i nomi di FDV e passione maglie e allora ho lasciato perdere

      • passionemaglie.it

        Ovviamente mi avevano contattato, ma speravo comunque in un piccolo trafiletto riguardante il sito. Vedremo per il futuro 🙂

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    Per completezza posto le maglie della nazionale indossate dai giocatori:

    Giuseppe Grezar
    [img]http://www.ilgrandetorino.net/image/foto/grezar.jpg[/img]
    [img]http://www.ilgrandetorino.net/image/foto/grezar2.jpg[/img]

    Franco Ossola
    [img]http://www.ilgrandetorino.net/image/museo/P1010078.jpg[/img]

    Valerio Bacigalupo
    [img]http://www.ilgrandetorino.net/image/maglia9.jpg[/img]
    [img]http://www.ilgrandetorino.net/image/maglia10.jpg[/img]
    [img]http://www.ilgrandetorino.net/image/maglia11.jpg[/img]

    Maglie esposte al museo del Grande Torino

    • Carlo

      Grazie per il tuo contributo!

      Fantastiche soprattutto le 2 ultime maglie!

  • riccardo

    ho visto su raisport la nazionale di lega di serie b targata nike..sapete qualcosa sull’ iniziativa? ciao a tutti!!!!

    • passionemaglie.it

      Non essendo una nazionale della FIGC ha potuto stipulare un accordo con Nike. Le maglie appena utilizzate dovrebbero essere provvisorie.

      • riccardo

        grazie!!!

  • GR7

    1. La migliore quella del ’70, la peggiore il pigiamino della Confederation Cup..
    2. Lo scudetto che mi è piaciuto di più è quello del 2006, con le 3 stelle.. 🙂
    3. La puma sta facendo un ottimo lavoro..
    4. Le stelle fuori sarebbero più in vista, anche perchè dentro lo scudetto c’è anche il logo figc
    5. Vedere l’italia con i calzoncini bianchi è sempre un’emozione, ma in alcuni casi il completo azzurro ci vuole 😉
    6. Sogno le rifiniture tricolori!
    7. Effettivamente, almeno sul petto potrebbero lasciare solo scudetto e numero e relegare il logo sulle maniche..

  • GC9

    1. Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?
    La più bella e innovativa è stata la kombat 2002. Peccato per l’esito dei Mondiali…
    Particolare quella della Confederation…
    Come maglia bianca quella degli ultimi Mondiali nn era male col tricolore sul colletto…

    2. Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?
    Il più bello è lo scudetto col tricolore. Basta pasticci con FIGC.

    3. Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro.
    La Kappa ha fatto un ottimo lavoro tra 2000 e 2002. Dalla Puma, invece, mi sarei aspettato di meglio. La migliore è stata la prima del 2003 e la bianca 2010, mentre della Nike quella dei Mondiali del 1998.
    Per il futuro, essendo una grandissima squadra, la seconda dopo il Brasile, meritiamo una maglia unica. E credo che ci sarebbero un paio di aziende pronte a farsi in quattro pur di rappresentarci. Personalmente preferirei un marchio italiano e come qualità ho trovato ottime le Erreà (purtroppo nn posso dir lo stesso per la tanto citata Macron e la stessa Kappa credo che inizi a stufare con le sue maglie belle, ma sempre uguali da un decennio!). Altrimenti per la qualità sceglierei Umbro o Nike (a patto che ci riservino un capolavoro come la prima maglia degli odiosi francesi). L’Adidas francamente è un grande marchio, ma se nn ci garantisce l’esclusività che meritiamo, nn ha senso avere le terribili 3 bande sulle spalle per poi avere una maglia simile ad Argentina, Spagna, Cermania…
    Detto questo, però, avendo da giocare ancora Europei e Mondiali, mi auguro che la Puma faccia finalmente delle belle maglie, semplici, eleganti ed esclusive.

    4. Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?
    Le stelle van messe sopra lo Scudetto o al più sul braccio dx (toutefois dipende anche da com’è la maglia)

    5. Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?
    Bianchi, ma pur di vincere…

    6. Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?
    Le dorate potevano avere un senso quando si era campioni in carica…
    Ora direi che dipende dalla maglia. Potrebbero nn esser necessarie, od esser meglio bianche o col tricolore… Insomma, partirei dalla maglia e poi definirei i dettagli. Certo, i numeri vanno bianchi e semplici…

    7. Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?
    Nn necessariamente. Purchè lo sponsor sia discreto (quindi bannati gli scempi sulle spalle Kappa, Lotto, Adidas,… e le scritte per intero sul davanti dove si dovrebbe mettere il solo logo tipo Nike o Puma…), su una maglia da gara nel 2011 nn può dar problemi.

  • GC9

    *dimenticavo…lo Scudetto Tricolore va sul cuore e nn al centro!

  • zolden

    io sono dell’idea che la maglia più bella e senza dubbio quella della confederation cup
    e per quanto riguarda il font dei n° sono dell’idea che il font più bello usato fino ad ora e quello della prima maglia puma del 2004(peccato per il colore oro).

    ma cmq mi piacerebbe vedere una maglia rossa(visto che l’italia e stata fatta da 1000 persone vestite di rosso)

  • Claudio

    Le più belle sono:
    – Mondiali 1986 e 1990
    – Mondiali 1982
    – Mondiali 1978

  • lucas

    1: le maglie del 70, del 82, del 90 e del 94 sono le mie preferite
    2: gli stemmi del 1990 e del 1994
    3: Diadora, anche se va bene una tailored by umbro
    4: Per me é indifferente
    5: bianchi tutta la vita
    6: Tricolori come quella di italia 90
    7: molta nostalgia, ma non voglio che vada via il numero

    Replica

  • rudiger

    Scusate se scrivo dopo mesi dall’ultimo post, ma vi ho scoperto da poco e ogni giorno trovo un articolo intrigante come questo che mi strappa un commento. Spero che qualcuno lo legga ancora e la discussione si ravvivi

    Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?
    Trovo migliori quelle “pure” del 74 e 78. Le vedrei bene addosso alle statue dello stadio dei marmi. Per assonanza ho apprezzato anche le combat 99 – 2002, ma le avrei preferite senza numeri sul petto
    Il kit peggiore sarebbe quello celeste e marrone della confederation cup, ma essendo solo celebrativo ed estemporaneo lo metto fuori concorso. Voto per le prime nike 95 – 96: una collezione di patacche (doppio colletto, scritta sul sedere, logo simil IP, serigrafie inutili, collettone bianco)

    Stesso discorso per gli scudetti che si sono succeduti, quale secondo voi il migliore?
    Appunto: scudetti, non loghi. È la maglia della nazionale non della FIGC quindi torniamo alloscudetto please, che da noi è anche simbolo di vittoria. Tralasciando il quasi truffaldino simil IP, l’ultimo sembra un forchettone, o una tenda da sole. Tra l’altro la quarta stella sembra che abbia dato fastidio al grafico visto che ha rovinato la disposizione delle altre tre. E poi che fine ha fatto la bandiera italiana? Toglierei anche la scritta Italia: l’azzurro, le quattro stelle e lo scudetto lo gridano al mondo a chi appartiene quella maglia

    Il vostro sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora e quello che vorreste per il futuro
    A giudicare dal passato direi kappa. Certo che se solo pensano di inserire i kapponi gli sguinzaglio appresso Gattuso

    Le quattro stelle: giusto includerle nello scudetto o meglio inserirle all’esterno per dargli maggiore visibilità?
    Fuori, cavolo! Sopra il tricolore e sul cuore. Adesso stanno nel punto piú nascosto che sono riusciti a trovare. Mi sa che i designer sono brasiliani… O francesi?

    Capitolo calzoncini: meglio bianchi o azzurri?
    Bianchi, bianchi, bianchiiiiiiii

    Le rifiniture: tricolori, bianche, dorate o altro?
    Bianche, ma limitate a nomi e numeri, eviterei colletti e bordini vari

    Avete nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?
    Se ci deve stare che resti sulle maniche, sui pantaloncini, sui calzettoni e al limite sui numeri dietro. Direi che potrebbe anche bastare, no?

  • daniel

    secondo me la migliore è quella del 2006: mi piaceva tutto di quella maglia dal blu scuro alle tanto criticate fascie nere, i numeri e i nomi dorati erano una meraviglia, mi piacevano persino i tre loghi puma disposti quasi a casaccio perchè spiccavano proprio bene sulla divisa. tutte le altre non hanno niente di che a parer mio!!! RIVOGLIO LA MAGLIA DEL 2006!!!!!!!!!!!

  • rudiger

    Non vorrei scrivere una stupidaggine ma… Mi sono perso un passaggio? Nella partita di ieri sera con le far oer non ho visto piú la “corazzatura” sulle maglie italiane. È stata tolta?
    Ho cercato di fare attenzione nelle inquadrature più strette, anche fermando il fotogramma, e non mi pare proprio che non ci sia più.
    Nel caso sarei molto contento.

    • rudiger

      *e mi pare proprio che non ci sia più

    • passionemaglie.it

      In realtà c’è, anche se nella versione per i calciatori è decisamente meno visibile rispetto alla replica dei negozi.

      Poi con la maglia bagnata si vede ancora meno. Questa foto è della partita con la Spagna: http://img97.imageshack.us/img97/9941/cassanoa.jpg

    • MARCOPANTERONE

      anche io ieri sera non lo vedevo (per la gioia dei miei occhi), poi nel secondo tempo ho fatto caso (con le maglie asciutte) che – almeno sulla schiena – era ritoranato il cyborg urlante… mappork’!!!

  • Kikko

    1. Assolutamente quelle dell’1982 e del 1996…. la più brutta, manco a dirlo (ma qua pare che piace a tutti) quella del 2009, ma anche quella del 1999 (sarà la cifra) fa parecchio pena.
    2. Scudetto classico, stile 1982.
    3. Nemmeno uno mi è piaciuto… sinceramente darei il compito ad una delle nuove società ITALIANE, come ad es. la macron. Sono sicuro che per un progetto importante saprebbero creare un’ottima linea
    4. Assolutamente FUORI. Siamo gli unici cretini che le nascondiamo, guardate quanto sono belli i loghi di Germania e Brasile.
    5. Bianchi, come sempre e calzoncini azzurri.
    6. TRICOLORE TRICOLORE TRICOLORE … voglio TANTO TRICOLORE SU STA MAGLIETTA!
    7. Mi è indifferente, per ragioni di marketing capisco che vada messo… ce l’hanno tutti del resto!

  • salvatore

    avete dimenticato di menzionare i calzettoni della divisa…che fino al 1959 erano neri con bordo azzurro…solo dopo sono diventati azzurri con risvolto bianco. Riguardo ai calzoncini neri, appartenevano alla seconda serie, dovuta a cause televisive a quel tempo si trasmetteva in bianco e nero e spesso quando si incontrava una nazionale dalla divisa rossa e nessuna delle due cambiava maglia…sembravano della stessa tonalità alla tv non a colori… per cui si creò lo stratagemma dei secondi calzoncini (neri)…che dal 75 vennero sostituiti da quelli azzurri.

  • Tomm

    Fantastico post.
    1: 1970/attuale.
    2: odierno con FIGC più piccolo.
    3: kappa se non fa i lavori che sta facendo adesso.
    4: stelle all’interno.
    5: azzurri.
    6: tricolori ma solo sui bordini e sul colletto.
    7: no, da’ un tocco più moderno.

  • Luca

    1-1911, 1978,2000-2002
    2-Purtroppo il Savoia.
    3-Kappa, uno italiano.
    4-Esterno, e’ cosa buona e giusta far rosicare gli inglesi ed i francesi.
    5-Bianchi
    6-Tricolori o azzurre.
    7-No. La soluzione migliore fu della Kappa e successivamente della Puma, logo piccolo sulle maniche.

  • Luca

    Ho dimenticato la peggiore, probabilmente la maglia del 2006.

  • ccc

    e con oggi se ne va in pensione la maglia corazzata
    non credo che mi mancherà 😀

  • Stavrogin

    Beh io direi di aggiornarlo questo bellissimo articolo a questo punto, così resta un punto di riferimento costante sull’evoluzione delle maglie azzurre.

  • aldo

    1- più bella usa 94 più brutta sudafrica 10
    2-scudetto 2004
    3-kappa- vorrei la umbro
    4- le stelle meglio all’esterno cosi da mostrarle con ancor più orgoglio
    5-bianchi
    6-rifiniture tricolori sarebbero bellissime
    7-se discreto sta bene

  • Matteo

    Maglia preferita: 1982
    Maglia peggiore: 1996 e 2006
    Scudetto migliore: 2006-attuale (cambierei solo le stelle portandole fuori dallo scudo)
    Scudetto peggiore: quello trapezoidale con la scritta su sfondo nero (anni ’20?)
    Sponsor tecnico: Le Coq Sportif
    Stelle: ASSOLUTAMENTE all’esterno
    Calzoncini: bianchi
    Rifiniture: bianche

  • catoblepa

    1- La migliore è quella del 1982 e le peggiori sono quasi tutte quelle Puma esclusa Euro 2004.
    2- Mi piacciono quello attuale e quello del 1970
    3- Le coq sportif. Per il futuro Macron o Nike, Puma e Adidas assolutamente no.
    4- Preferisco le quattro stelle appena sopra lo scudetto, come nel 1999.
    5- Azzurri, per scaramanzia.
    6- Tricolori tutta la vita, quelle dorate sono da codice penale.
    7- Un po’ sì, anche se finora i loghi non son stati troppo invasivi. Quello che però mi preme di più è avere un font per nomi e numeri normale, non quelle boiate che ci ha finora rifilato Puma (sempre escluso Euro 2004 dove però purtroppo erano dorati).

  • FDV

    Da Fantozzi 2000…
    [img]http://img853.imageshack.us/img853/3217/tozzzifan.png[/img]

    • rudiger

      Allora questa:
      [img]http://dc488.4shared.com/img/d8G8gmlY/s7/fantozzi-home.jpg[/img]

      … e come away:
      [img]http://dc482.4shared.com/img/V1nQcNgH/s7/fantozzi-away.jpg[/img]

  • seby

    bellissime le maglie delle notti magiche e del 2002 invece brutta quella degli europei del 1996 in cui bronzo stona

  • Sebastiano

    La più bella maglia è stata sfoggiata in tre occasioni:
    mondiali 34/38 e mondiali 1970!Una più bella dell’altra!
    Le peggiori quelle odierne: sponsor, targhette, scudetti vari, fair play, è diventata un’arlecchinata!
    Una domanda: sicuri che l’adidas abbia fornito le maglia alla nazionale? Nel 1978 per certo fu la Baila, e, per quello che ne so, prima di allora erano sempre tessitorie italiane a fornirle!
    Qualcuno ne sa di più?

    • Alessandro

      Ti confermo quanto dici su Baila nel 78 e maglifici italiani prima.

  • Ligas

    Bell’articolo, complimenti.UTILE SOPRATUTTO PER I COLLZIONISTI COME ME.DI SEGUITO LE RISPOSTE.

    1)La maglia preferita è quella di SPAGNA 1982; quella che mi è piaciuta meno quella NIKE del 1996;
    2) Per gli scudetti che si sono succeduti, per me il migliore è quello del 1982 (risproporrei lo stesso con le 4 stelle in evidenza sopra lo scudetto in stile Brasile);
    3) Lo sponsor tecnico preferito tra quelli visti sinora è diadora; quello che vorrei per il futuro è UMBRO; non vorrei mai ADIDAS;
    4) Le quattro stelle dovrebbero essere inserite all’esterno per dargli maggiore visibilità.
    5)Capitolo calzoncini: meglio bianchi.
    6)Le rifiniture: tricolori.
    7) Nostalgia dell’assenza del logo dello sponsor tecnico sulla divisa?
    Non ho nostalgia, l’importante è che non diventi protagonista assoluto (per questo sono contrario all’ADIDAS).
    A presto.

  • Antonio

    Tutti in uno. Avete presente la divisa della francia? é bellissima, io la copierei pari pari, cambiando tonalità.
    Mi legerei anima e corpo alla Nike perchè è la numero 1. E guarda caso i numeri uno si servono dalla Nike!

    Capitolo scudetto. Avete presente quello del Brasile ? Ci vuole tanto a farlo simile ? E che rimanga così per il futuro ?
    Le stelle dovrebbero essere FUORI! non nascoste!! Sembra che ci vergognamo a mostrarle. Deve essere una divisa che incute timore cazzo!!

    La FGCI non ha senso sullo scudetto. Neanche sulla maglia.

  • ceccocecco

    1. più kappa 2002 e le coq sportif 1982 e meno puma 2010 e puma 2006
    2. stemma 2004
    3. Adidas
    4. all’interno
    5. azzurri
    6. rifiniture tricolore
    7. no

  • Kalos1597

    1. best: anni 30′, dal 68′ al 74′, 1982, 1995, 2000, Euro 2004, Germania 2006, Confederations Cup 2009 ed Euro 2012; worst: dagli anni 50′ sino al 66′, 1978, 1994, 1996, da Euro 2000 al 2004 (alcune perché fin troppo anonime, decorate male o legate a pessime pagine della nazionale)

    2. 1982, Euro 2004 e Confederations Cup 2009
    3. Nike o Puma
    4. Le quattro stelle dentro.
    5. bianchi o azzurri sono fantastici lo stesso
    6. Le rifiniture tricolori o bianche
    7. no.

  • Maurizio

    Qual è la maglia che preferite e quella che vi è piaciuta meno?

    La migliore quella dell’82 la peggiore quella del 2009 Confederation Cup.

    Lo scudetto sempre quello dell’82 gli altri uno più brutto dell’altro.

    Sponsor tecnico LE COQ SPORTIF che rivorrei per il futuro, commercializza merce di ottima fattura con materiali all’avanguardia.

    Le quattro stelle le sistemerei al centro dello stemma.

    Calzettoni neri con bordature tricolori, e calzoncini bianchi.

    Nessun logo tecnico sulla maglia, solamente lo stemma sul cuore e basta.

  • Stefano

    1. La piu orrenda quella del 2006
    2. Lo scudetto è uno dovrebbe essere sempre quello, le varianti del 1990 e 1994 sono orrende possibile che non si riesca a tenere lo stemma tradizionale come germani ainghilterra francia???
    3.Indifferente
    4.Le quattro stelle: meglio fuori anche perchè 4 stelle le ha la nazionale maggiore
    5.Capitolo calzoncini: BIANCHI!!!!!!
    6.Le rifiniture: dorate mai più
    7. il logo ci può stare anche perchè così si evitano sponsor sulle nazionali.

    • FDV

      In effetti è una giusta critica quella delle stelle che appartengono solo alla nazionale maggiore. Ci pensavo nei giorni scorsi durante i mondiali di calcio a 5: bellissime le due stelline della Spagna, noi invece le 4 stelle ce le portiamo nello stemma anche lì. Non fossi italiano ne sarei irritato!

    • GIGIO

      La Francia ha modificato lo stemma federale (confinando il galletto, stilizzandolo pure in modo osceno, all’interno dell’esagono francese) giusto un paio di anni fa.
      E anche lì, la stella di campione del mondo, è all’interno dello stemma stesso

  • Raffaele

    Salve a tutti. Ho commentato questo articolo già tempo addietro. Ora ho una richiesta da farvi e spero voi esperti sappiate rispondermi, sapete dirmi qual è il font per i numeri e le lettere utilizzate sulla maglia della nazione dei mondiali del ’94? Dove potrei trovare questi font? Grazie

  • Alfredo

    1. La più bella: Kappa 2002; la peggiore: Puma 2009

    2. Kappa 2000-2002

    3. Kappa (si era intuito?!?)

    4. All’esterno, sopra lo scudetto

    5. Bianchi!!!

    6. Nessuna rifinitura

    7. Al giorno d’oggi il logo dello sponsor tecnico dev’esserci per forza…

  • http://google claudio

    Quella del 94.vorrei ricordare che a parte le rifiniture tricolori, i colori sociali sono l’azzurro intenso e basta. Per cui i calzoncini vanno azzurri e non altro.altrimenti si rischia di personalizzare la divisa a seconda delle proprie simpatie. A me piacciono bianconeri!!

  • mario

    su wikipedia c’è scritto che il primo sponsor tecnico dell’italia è stato adidas, ma forniva solo calzettoni e tute, mentre la maglia era di una ditta italiana, la Baila. Questo spiegherebbe perchè l’ Italia pur avendo le tre strisce sulla tuta e sui calzettoni, non le ha mai avute sulla maglia. Quindi tecnicamente il primo sponsor fornitore di maglie sarebbe Le Coq Sportif.
    Domanda: le prime repliche in vendita sono state le Diadora o all’ epoca c’erano anche le Le Coq o Adidas?

  • Lucas

    @Mario credo che la prima ad essere stata venduta come replica fu quella Le Coq Sportif

  • mario

    davvero? esiste in commercio?

  • Bastiancontrario73

    1 – Quella del ‘Mundial’ ’82, ma la tonalità di azzurro che amo di più è della maglia del 2002. Lasciando perdere come è andata a finire, non mi è dispiaciuta neanche quella celeste della Conf. Cup 2009. La maglia che invece mi è piaciuta meno è quella col colletto bianco-bronzo del ’96-’97.
    2 – Lo scudetto sulla maglia Euro 2004.
    3 – Le Coq Sportif e Diadora. Vorrei, in ogni caso, che la maglia della Nazionale vestisse un marchio italiano (Diadora stessa, Errea, Givova, etc.). Abbiamo ottime case produttrici di abbigliamento sportivo in Italia, non vedo perché continuare ad abbassarci a qualche colosso estero.
    4 – Le quattro stelle al di fuori, sopra lo scudetto, all’interno del quale la scritta “ITALIA” in alto su sfondo nero va benissimo.
    5 – Calzoncini e calzettoni è bello alternarli, così non ci si stanca.
    6 – I calzoncini li vedrei bene con una striscia tricolore, ma non laterale (quest’ultima, magari, bianca e sottile), ma sui bordi inferiori, ovvero sopra il ginocchio. I calzettoni “fasciati” di tricolore a metà altezza o sul risvolto.
    7 – Nessuna nostalgia: più la maglia resta ‘pulita’ e meglio è.

    • Clelio

      quale marchio italiano può spendere 15-20 milioni per vestire l’Italia?

      • Bastiancontrario73

        Ammetto di non intendermene un granché. Penso però che sia piuttosto un problema della FIGC, e di conseguenza dell’economia italiana in generale, quello di tirare fuori i soldi per commissionare una qualsiasi d’abbigliamento…

        • Bastiancontrario73

          Ops, ho scordato la parola “azienda”, sorry…

  • Renzo

    Ho scoperto solo questo post…. Ecco le mie in ritardo di tre anni…

    1. Ppreferita: KAPPA 2000 – Peggiori: NIKE 1995 e PUMA 2006
    2. EURO 2004
    3. Kappa
    4. Esterno (sopra ad arco)
    5. Bianchi
    6. Nessuna, solo azzurro
    7. Se poco invasivo ci può stare.

  • Francos67

    1: + 1982 , – 2004
    2: 1982
    3: Le Coq Sportif; i modelli che preferisco attualmente li producono Nike, Umbro e Adidas; quest’ultima ok per la maglia, purché senza le strisce (vanno bene nei calzettoni, stile Argentina ’78)
    4: meglio all’esterno
    5: bianchi
    6: tricolori
    7: sì, ma accetterei, ad esempio, il trifoglio Adidas (non il logo attuale) in cambio dell’assenza delle tre strisce

  • ADRIANO

    LA MAGLIA PIU’ BELLA E COMPLETA E’ QUELLA DEL 1999 CON LA GIUSTA TONALITA’ DI AZZURRO LO SCUDO TRICOLORE COME NEGLI ANNI 60/70 E SOPRA DI ESSO LE TRE STELLE. IL TOP. BELLISSIMA

  • Pingback: Mondiali Brasile 2014: storia di una maglia (azzurra) - Il Fatto Quotidiano()

  • Pingback: Mondiali Brasile 2014: storia di una maglia (azzurra) | TopNotizie()

  • Lupin

    Ciao scusate sapete se questi numeri della maglia di Buffon dell’ europeo 2008 sono autentici per favore ?
    http://110.imagebam.com/download/jqdfU5nizSO2DzE0ZAs7iQ/34862/348610331/%24_57.JPG http://110.imagebam.com/download/eFZxIg1JRGXbBMtJOzPwrg/34862/348610332/%24_574.JPG

  • Davide

    Ciao a tutti ma la maglia dell ‘ Italia del mondiale 2006 aveva lo scudetto cucito o termoapplicato ?

    • Matteo Perri

      Il logo della FIGC era stampato sulla maglia, nelle repliche era invece ricamato

      • Davide

        Scusa senti c ‘ era già la differenza tra maglia autentica e replica ? Altra cosa quando è stata messa questa differenza ? Nel mondiale 2002 mi sembra che non ci fosse , dunque la mia con lo scudetto cucito è una replica ? Ma quello termoapplicato non si vendeva da nessuna parte

  • gianmarco

    -La migliore maglietta tra tutte e quindi raccolgono anche le altre risposte , è quella dell 1982 , secondo me , oggi le magliette non sembrano più rapresentare le squadre o le nazionali , sembra che rapresentano solo la puma o fare pubblicità dell’adidas o di altre marche , l’italia dovrebbe fare una maglietta azzurra come quella dell’82’ e non del 2006 ( è bella ) il problema che le sfumature col nero nella maglia dell’italia , non c’entrano una beata minchia.

  • David

    Ciao ma la maglia dell’Italia del 2000 e quella del 2002 per essere autentica, cioè quella dei calciatori, e non replica, deve essere rispettivamente 87 % poliammide 13 % lycra e made in Italy, rn # 98832 ca # 34769 , e l’altra 92 % 8 % rn # 98832 ca # 34769 ?

  • Pierluigi Mussoni

    Buona sera…..a mio avviso, il fornitore tecnico della Nazionale, deve tornare ad essere l’Adidas. È un passo avanti in tutto. Un saluto

  • Andrea

    1) Migliore 1982 Peggiore: 2009 Confederation Cup
    2) Stemma 2000
    3) Kappa
    4) All’esterno, magari sopra
    5) Bianchi
    6) Tricolori
    7) No