SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Il Mantova Football Club ha presentato la nuova maglia celebrativa per il centenario. Fondato nel 1911 con la denominazione Associazione Mantovana del Calcio, ora milita nella serie D dopo il fallimento dello scorso anno.

Bompieri e Sodano con la maglia dei 100 anni

La maglia unisce i tre colori principali della storia mantovana: celeste, bianco e rosso. Il celeste/azzurro è stato il colore indossato dal Mantova fino agli anni ’50, quando la maglia divenne bianca con banda trasversale rossa, una soluzione voluta dalla ditta petrolifera OZO.

Negli anni ’70 si passa al rosso con inserti bianchi, fino ad arrivare all’epoca Lori che riporta sui campi da gioco la divisa bianca con banda rossa diagonale. In questa breve cronistoria è doveroso citare anche la terza maglia del 2005-2008, gialla e verde in onore del Piccolo Brasile. Tale soprannome fu dato al Mantova degli anni d’oro, capace di salire dalla serie D alla A negli anni tra il 1956 e il 1961.

Completo Mantova CentenarioLa maglia dei 100 anni, realizzata dallo sponsor tecnico Erreà, presenta un corpo celeste con banda trasversale bianca e rossa. Colletto a polo bianco, finiture biancorosse, stemma societario sul cuore e sponsor Monte Paschi in nero sul petto. Una piacevole novità la riscontriamo nei calzoncini celesti, dove la banda diagonale continua a espandersi.

Per i portieri sono state realizzate altre due versioni: rossa con banda biancoceleste e bianca con banda rossoceleste.

L’esordio avverrà domenica 12 Dicembre nella partita contro il Darfo Boario, in programma allo stadio Martelli.

In attesa di vederla in campo giudico molto positivo il lavoro svolto da Erreà. A voi piace questa maglia celebrativa?

Photocredit: cittadimantova.it

  • simross

    veramente carina ed originale nei colori.

  • diego

    bella la maglia ma che tristezza vedere squadre gloriose e blasonate in Serie D (come il mio spezia 2 anni fa…) 🙁

  • mosca

    Concordo sulla tristezza di vedere il club che da aspirante alla promozione in A si ritrova laggiù.
    Sulla maglia, azzeccato il proseguimento della banda sui calzoncini.

    L’azzurra è molto elegante.

  • FDV

    Belle, ottima sintesi della storia dei colori del club, anche se in effetti le maglie storiche del Mantova erano azzurre più che celesti, ma almeno la tonalità stile Napoli ha aiutato a inserire lo sponsor in nero senza interrompere la banda diagonale ( ottimo che prosegua anche sui calzoncini).

    Sulla bianca, non una critica ma solo una constatazione 😀
    [img]http://img641.imageshack.us/img641/6552/mantua.jpg[/img]

  • passionemaglie.it

    Mister FDV, la tua “malattia” sta raggiungendo limiti assurdi, questa mi sembra un po’ forzata 😀

    • FDV

      Infatti l’ho scritto, non è un critica, era solo una “battuta fotografica” 😀
      Lo so che i colori sono quelli ed era inevitabile la somiglianza, ma mi pareva carina come curiosita.
      Ribadisco ottime maglie e ottimo lavoro di Erreà 😉

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1570383246&ref=profile andrea guarnieri

    il mio mantova!!! rimarrà sempre amara la stagione dove la A era ormai ad un passo…l’importante ora è ripartire….riprendere subito la serie C e tornare a sognare….bel lvoro comunque di erreà!

  • diego

    piccola postilla: un logo più brutto proprio non ci sono riusciti a farlo 😀 [img]http://d.imagehost.org/0089/logomantovafc.gif[/img] è osceno, mi auguro sia solo una cosa provvisoria in attesa del recupero del titolo sportivo della vecchia società…

    • Filippo

      lo stemma societario fa molto croce rossa italiana 😀

      La maglia è bella, il celeste con il bianco e rosso insieme non mi fa impazzire ma nel complesso è una divisa riuscita.

  • txus

    Terrificante 🙁

  • Torto #13

    Belle, buon lavoro di Erreà.
    E poi fa piacere che nelle serie minori ci sia questo attaccamento alle ricorrenze, che vengono celebrate con maglie speciali (vedi anche il Perugia con la maglia del “Perugia dei miracoli”).

    • dario

      purtroppo si tratta del tentativo di squadre cadute in serie D di far riavvicinare i propri tifosi. Oltretutto quella del Perugia -davvero bella dal vivo, anche con i numeri vecchio stile- non è per il centenario, visto che quello è caduto nel 2005.

  • BFC

    a mio avviso una delle più brutte maglie del centenario mai realizzate. sembra una qualsiasi maglia di una qualsiasi stagione di campionato…

    una maglia del centenario deve riprendere quella della fondazione del club, essere senza sponsor, avere lo stile retro tipico delle maglie d’epoca.

    questa tamarrata traslucida che c’azzecca?

    • FDV

      Non sono d’accordo sul fatto che una maglia del centenario debba esclusivamente ricalcare quella della fondazione.
      Anche una maglia moderna, se ben pensata può essere celebrativa.

      Sono buone anche idee come questa, di sintetizzare in una sola maglia i colori che hanno caratterizzato i cento anni di vita del club, specialmente per squadre tipo il Mantova, in cui la divisa è più volte cambiata nel colore e nel formato.

      • BFC

        boh, io la trovo terribile. tu guarda la maggior parte delle maglie celebrative dei centenari dei vari club -il centenario non è una celebrazione come un’altra: si festeggia la fondazione del club avvenuta appunto 100 anni prima. è un evento unico.-,le casacche celebrative sono quasi sempre in linea con la data di fondazione, poche si discostano da questo clichè, giustamente. il mantova avrebbe dovuto indossare la maglia biancoazzurra della fondazione, quella che ha usato fino al 1956. poi magari realizzarne una in stile anni ’50/60 per celebrare il bel mantova che fece la serie A all’epoca.

        ma un “paciugo” così, per me, è inguardabile. è una maglia qualsiasi, sembra una maglia da allenamento tarocca comprata su una bancarella. mio pensiero. 🙂

        • FDV

          Sì sì, sono opinioni!
          Io aggiungo anche che il Mantova è una squadra di serie D, e già che abbia delle divise celebrative è tantissimo. In più direi che queste 2 maglie sarebbero un lusso in Lega Pro, in Serie B e starebbero benissimo anche in serie A, dove tra brutte maglie e doppi sponsor, almeno 5 o 6 squadre sono peggio vestite rispetto ai virgiliani.

  • Mamo

    A me piacciono. I colori non sono il massimo, ma se in principio erano quelli c’era poco da fare. Bella la trovata della banda trasversale che continua sui calzoncini.

    Bel lavoro di Errea!

  • squaccio

    Come dico sempre ogni tifoso conosce la propria maglia; quindi se questa è stata la maglia degli albori giusto (sul bello é soggettivo) riproporla.
    Esteticamente mi piace molto la continuazione della banda sui pantaloncini; la errea ogni tanto tira fuori queste soluzioni carine per la banda trasversale;

    ricordate la maglia banda trasversale/muso del galletto del Bari ???
    [img]http://www.apfg.it/public/image/santoruvo.jpg [/img]
    eccola indossata da Santoruvo !

    • FDV

      Questa fu un’interessante idea, ma mal realizzata. Così rossa e praticamente senza becco e cresta la testa del galletto non aveva molto senso.

      Per valorizzare il galletto basterebbe togliergli il cerchietto intorno e farlo 4 volte più grande.

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    La maglia la trovo carina, nulla di che. Dobbiamo fare i complimenti alla Erreà solo per una cosa, hanno anche lavorato sui pantaloncini, cosa che succede ormai pochissimo!

  • AlessandroP

    non mi piace il taglio del tessuto

  • elkan

    è una bella realizzazione, ma concordo a pieno con FDV..sembra il catania sul template bari..x i pantaloncini mossa audace, ma io avrei fatto la banda trasversale sull’altra gamba così da essere meno pesante e più elegante

  • Bog

    Dal Giornale di Brescia….Si è ufficialmente messa in moto la macchina organizzativa per celebrare al meglio il Centenario del Brescia calcio. La prima iniziativa riguarderà la nuova maglia con la quale le rondinelle giocheranno per tutto il 2011. La clamorosa novità sarà la scomparsa della mitica «V» sul petto. Dal match del 6 gennaio al Rigamonti, Brescia-Cesena, la maglia sarà sempre blu royal ma con una striscia bianca in verticale che partirà da sotto il collo e arriverà fino ai pantaloncini. Per vedere la nuova «creatura» bisognerà aspettare ancora poche ore: la maglia del Centenario verrà infatti presentata martedì nel tardo pomeriggio, poco prima della cena di Natale. Non ci sarà comunque la «V», com’era per altro in origine. Perché la prima maglia non prevedeva quello che è poi diventato un simbolo identificativo del Brescia. Pur non essendoci ancora un programma ufficiale, in cantiere ci sono anche altre iniziative. L’intenzione è quella di organizzare innanzitutto una serata di gala al teatro Grande, alla quale possano partecipare i giocatori più importanti: da Baggio a Guardiola, da Gritti ad Hagi, più quelli storici ancora in vita. Ci sarà anche un concerto in Piazza e una Fiera che rimarrà viva nel centro città per alcune settimane. Da decidere la data di quest’ultima: aprile o giugno. Ci sarà infine l’allestimento di un museo, voluto dalla Provincia, dove riunire foto, maglie, video e articoli di giornale.
    cri. tog.

  • musrot

    sembra la maglia dell’Arsenal di Sarandì (primera Argentina)

  • Niccolò

    stasera presentazione della maglia del centenario del Brescia…