SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Riprendiamo il filone delle uscite editoriali sulle maglie da calcio presentando il libro “La Maglia Gialloblù – Storia dell’Hellas Verona attraverso le sue casacche“.

Gli autori sono i collezionisti dell’Hellas nonchè super tifosi Massimiliano Tezza e William Sembenini, coadiuvati dal giornalista Matteo Fontana del Corriere del Veneto e da Gianluigi Rossi, fotografo in campo dal 1982 a oggi.

Copertina libro La maglia gialloblù

L’opera è stata presentata lo scorso 30 Novembre davanti ad un folto pubblico di oltre 300 persone tra cui una nutrita schiera di vecchie glorie gialloblù: Savoia, Maioli, Mascetti, Gibellini, Paese, Penzo, gli eroi dello scudetto Tricella, Volpati, Marangon, Fanna, l’allenatore Osvaldo Bagnoli e infine De Agostini, Battistini, Caverzan, Comazzi, Ferrarese e Campagna.

Conferenza stampa presentazione libro Verona Presentazione libro La maglia gialloblù Presentazione libro La maglia gialloblù

Nel libro, venduto al prezzo di 33 euro, sono ritratte più di 150 maglie da gioco partendo da quella di Giancarlo Savoia della stagione 1967-1968. Maniacale la cura delle fotografie che comprendono fronte, retro ed i principali dettagli di ogni casacca.

Attraverso le oltre 250 immagini in azione, partendo dai pionieri del 1903, è possibile ricostruire tutta la storia del club veronese raccontata sapientemente da Matteo Fontana nei paragrafi “Sul campo” e “Fuori dal campo” di ogni annata.

All’inizio del libro c’è anche un curioso bozzetto della maglia 1995-1996, disegnato dall’allora presidente Alberto Mazzi in persona.

Interno libro La maglia gialloblù stagione 1984

Il nostro giudizio è estremamente positivo, il testo merita di entrare nelle librerie di tutti i tifosi gialloblù e degli appassionati della materia.

Per meglio comprendere la passione che si cela dietro questo enorme lavoro abbiamo fatto una chiacchierata con gli autori, di seguito le loro risposte.

Com’è nata l’idea di realizzare un libro sulle maglie del Verona e quali sono state le maggiori difficoltà incontrate?

L’idea è nata da William: è sempre stato un sogno nel cassetto poter realizzare un libro sulle casacche dell’Hellas. Con l’aiuto di Massimiliano sono stati coinvolti Matteo e Gianluigi nel progetto. Le maggiori difficoltà sono state nel reperire il materiale storico, non solo maglie, ma anche fotografie prima degli anni ’50. Per fortuna a Verona esiste il Gruppo Sportivo Veterani, associazione che è l’unica in possesso di foto storiche dell’Hellas Verona dagli anni ‘20 sino agli anni ‘60 e grazie alla disponibilità del presidente Pierluigi Tisato ci è stato fornito il materiale fotografico.

Quanto tempo avete impiegato dall’idea iniziale alla pubblicazione?

1 anno

La società scaligera ha contribuito alla realizzazione appoggiando la vostra idea?

Il progetto è nato esclusivamente seguendo la nostra passione. La società, essendo in fase transitoria legata al cambio di proprietà (da Giovanni Martinelli a Maurizio Setti), è stata interpellata successivamente, nel momento in cui siamo arrivati alla certezza del completamento di quanto pianificato. Pur mostrando apprezzamento per l’opera, la dirigenza ha ritenuto non fosse il caso di intervenire in modo diretto a sostegno del libro. Non c’è stata alcuna interferenza negativa da parte del club, peraltro, e l’auspicio è che nei mesi che verranno si possa arrivare ad un incontro più dettagliato e ad un’intesa per trasformare “La maglia gialloblù” in un “pezzo” editoriale ufficiale del Verona, cosa che per noi autori sarebbe motivo di vanto e onore.

Questo in considerazione del successo che abbiamo ottenuto e dell’eco dell’evento: la pubblicazione è in breve diventata un “must have” per ogni tifoso.

Qual è stato il riscontro di tifosi e appassionati a due mesi dall’uscita del libro?

Il riscontro è stato straordinariamente positivo. Quotidianamente riceviamo messaggi da tifosi di ogni età, gente normale che ci riempie di complimenti per quanto fatto. Non solo molti non si ricordavano certe maglie, ma aver inserito foto d’epoca, momenti storici belli e meno belli della storia dell’Hellas Verona, ha suscitato enormi emozioni e fatto rinascere ricordi del passato. Abbiamo ricevuto varie richieste anche dall’estero: alcune da tifosi dell’Hellas, altre da appassionati di calcio e di maglie.

Interno libro La maglia gialloblù stagione 1997

Le ultime domande le abbiamo riservate a Massimiliano e William, entrambi collezionisti di cimeli dell’Hellas Verona.

Quando hai iniziato a collezionare e cosa ti ha spinto a farlo?

Massimiliano: La mia collezione è nata con le maglie lanciate in trasferta dai giocatori. Per me il significato della maglia va oltre il semplice fatto commerciale: è il legame che c’è tra il giocatore e il tifoso, la maglia è il simbolo della fede, della passione, quindi prenderla in trasferta per me aveva un significato particolare. Negli anni conoscendo molti giocatori ne ho recuperate molte, e da li è nato anche l’interesse nel recuperare qualche pezzo storico fino a diventare una collezione.

William: Personalmente ho iniziato nel lontano 1999 anche se avevo gia’ delle maglie in dote da mio papà. Mi ha spinto farlo la passione e l’amore per questi colori!

Elenca le tre maglie del Verona a cui sei più legato

Massimiliano: Sicuramente la prima maglia presa in trasferta: a Reggio Calabria, campionato 1998-1999, numero 5 di Antonio Marasco. Anche quella presa a Metz in un’amichevole autunnale qualche anno dopo ha il suo valore: a fine partita sono entrato in campo andando incontro alla squadra e al mister Prandelli, incitandoli a non mollare, visto che eravamo ultimi in serie A. La maglia presa era di Fabrizio Cammarata numero 11, rimasto in mutande dopo la mia incursione. Non per ultima una maglia gialla con lo scudetto cucito sopra di Luigi Sacchetti, data con stima da uno dei “vecchi” della Curva Sud.

William: Le tre maglie che preferisco, forse perchè mi evocano dei bellissimi ricordi, sono la maglia di Fanna 1984-1985, quella di Colucci 1999-2000 gialla nella partita giocata a Bologna (1-1), la mia prima maglia presa in campo, e la maglia di Andy Selva presa a fine partita dopo la vittoria per 2-0 contro il Sorrento, gara di semifinale play-off nel campionato 2010-2011.

Sogni nel cassetto: quale casacca ti piacerebbe aggiungere alla tua collezione?

Massimiliano: Sogno che rimarrà tale mi sa, maglia 1987-1988 sponsor tecnico Hummel, metà gialla e metà blu con i numeri rossi.

William: Il mio sogno nel cassetto è quello di possedere una maglia con lo scudetto della stagione 1985-1986.

Ringraziamo gli autori per la disponibilità e vi invitiamo a visitare la pagina Facebook ufficiale “La Maglia Gialloblù, per altre informazioni, per i complimenti o per l’acquisto del libro scrivete a lamagliagialloblu@gmail.com

  • Marco

    Sembra ben fatto complimenti agli autori

    • la maglia gialloblu

      Grazie Marco per i complimenti,
      se hai avuto modo di sfogliarlo, vederlo scrivici pure commenti/opinioni/critiche al seguente link:
      http://www.facebook.com/LaMagliaGialloblu

      Grazie da parte di tutti gli autori.

  • v.basile

    Bellissima idea, ogni tifoso (a appassionato) desidera un libro del genere.
    Mi auguro che per le prossime maglie Hellas, i disegnatori si studino questo libro.

    • la maglia gialloblu

      Grazie per i complimenti,
      il suo auspicio è quanto ci auguriamo…dal passato è sempre utile imparare e trarne spunto.
      Se hai avuto modo di sfogliarlo, vederlo scrivici pure commenti/opinioni/critiche al seguente link:
      http://www.facebook.com/LaMagliaGialloblu

      Grazie da parte di tutti gli autori.

  • mauro valeri

    dire che è un bel libro è poco. è un capolavoro,un tuffo al cuore per un tifoso ed un appassionato come me. e pensare che squadre maggiori(milan,inter,juve,roma) non hanno un libro cosi’ ;fa pensare che….lo sport non è solo business,è anche ed ancora cuore. e qui si vede,trasuda di passione e sano e bel tifo. ps: non ho nulla a che fare con gli autori,ndr 🙂

    • Furio
      • mauro valeri

        beh,basta guardarli.in teoria quelo del milan e della roma,bocche di fuoco,dovevano essere mitici e 20 volte meglio quello del piccolo verona. in pratica….l’opposto:pullulano di maglie disegnate al computer! ma dai….una delusione

        • Furio

          Io aspetterei prima di giudicarli senza averli visti dal vivo, li posseggo entrambi e posso assicurarti che sono davvero due ottimi lavori. Dopotutto se non esistono esemplari molto vecchi di maglie da fotografare l’unico sistema per mostrarli è ridisegnarli! Dubito che in questo del Verona ci siano esemplari delle stagioni precedenti agli Anni ’50 ancora integri e fotografati nel dettaglio.

        • mauro valeri

          caru furio,tutto quello che vuoi. sul libro dell’hellas verona(città di 150.000 persone,1 solo scudetto) le maglie,dalla PRIMA all’ULTIMA,sono vere/indossate/originali. disegnarle…al computer….perde tutto il fascino,lo potremmo fare anche delle maglie del foggia(ad esempio). comunque,nessun problema 🙂

        • squaccio

          Forza Foggia 🙂

      • la maglia gialloblu

        Gen.le Furio,
        speriamo tu possa aver confrontato anche il nostro libro 🙂 .
        Abbiamo avuto modo di confrontarci con gli autori del libro “la maglia che ci unisce” a cui vanno prima di tutto i nostri più sinceri complimenti per il libro pubblicato. Speriamo che in futuro sempre più libri di questo genere (molto diffusi ed amati in Europa) siano realizzati
        Se hai avuto modo di sfogliarlo, vederlo scrivici pure commenti/opinioni/critiche al seguente link:
        http://www.facebook.com/LaMagliaGialloblu

        Grazie da parte di tutti gli autori.

    • la maglia gialloblu

      Grazie Mauro per i complimenti,
      quotidianemente ne riceviamo da tifosi,appassionati di calcio e di questo ne siamo fieri. Grazie ancora!!!

  • mauro valeri

    certo meglio e piu’ simpatici i foggiani degli olgettini… forza verona!

  • Furio

    E’ ovviamente una questione soggettiva: il fatto che le maglie nel loro insieme siano illustrate e i particolari siano fotografati a me non disturba affatto, non credo proprio che la pubblicazione perda di fascino, anzi tutt’altro, ritengo che completi l’opera. Io personalmente preferisco comunque avere un’idea chiara di tutte le divise indossate da una società fin dalla nascita piuttosto che avere dei “buchi” nelle annate ove non siano disponibili cimeli fotografati.

    Ad ogni modo anche su questi due libri ci sono fotografie di maglie originali realmente indossate, per questo ribadisco che prima di dare un giudizio così radicale e affrettato dovresti prima esaminare entrambi i volumi dal vivo, cercando di isolare l’emotività del tuo “essere” tifoso prima di esprimere un giudizio.

    Dal canto mio, non ho avuto ancora modo di esaminare una copia di questo libro sulle maglie del Verona, penso certamente di ordinarlo, così come ho fatto in precedenza con gli altri. Non sono quindi ancora in grado di dire con certezza se sia effettivamente meglio o peggio degli altri due.

    • mauro valeri

      si’,certo,ovviamente. tieni presente che di foto,persino del verona,se ne possono avere quante ne vuoi(ce le ho io,fai tu). comunque,forza roma(ed anche foggia)

  • http://www.magliaviola.it magliaviola

    libro già ordinato…. aspetto con ansia di averlo in mano… sembra ben fatto!!!

  • mauro valeri

    libro la maglia gialloblu? ti assicuro(e non parlo da tifoso) che è bellissimo,ben fatto,pieno di particolari sulle maglie/curiosità-aneddoti e fatto da gente che ha passione.tanta. e che probabilmente avrebbe fatto il libro anche gratis,per gli amici e tifosi.

    • la maglia gialloblu

      vedi sopra.. 🙂
      ma sempre bello riscriverlo.. 🙂
      grazie per i complimenti Sig.Valeri!!

  • William

    Vorrei essere veronese per poter apprezzare al meglio questo libro.
    Ma sono pescarese… :p

    Rivalità di tifo a parte, dico che è una grande iniziativa e che invidio tanto!
    Così come ammiro nonostante tutto la tifoseria gialloblu!

    Complimenti!! 😀

    • la maglia gialloblu

      Gen.le William,
      grazie per i complimenti,ora tocca a voi realizzare un libro così…solo con la passione si possono fare certe “opere”.

      Grazie da parte di tutti gli autori.

  • mauro valeri

    sinceramente… al di là di battute estemporanee,io sono tufoso ma voglio essere e rimanere sportivo.quindi a me delle beghe di 4 scemi di tifosi tra di loro su pescara-verona o qualsiasi altra squadra vs un’altra non mi interessa nulla. ad esempio,mi ricordo qualche problema tra verona e pescara anni fa,forse in special modo nello spareggio che porto’ il pescara in B,ma….da sportivo….il pescara meritava ampiamente di vincere(purtroppo).
    a me,da sportivo,non piacciono solo gli arroganti(tipo tanzi,cragnotti,lotito,preziosi,juve,ecc). ti assicuro che acquisterai il libro,chiederai a tutti quelli che conosci di farne uno simile per il pescara: non è assolutamente facile,quelli ci hanno perso credo un anno(ed hanno rischiato dei soldi,quindi lo hanno fatto solo per passione). ciao da …milano

    • William

      Ti ringrazio per il tuo commento.

      Parli con uno che prima di tutto è sportivo e poi tifoso!

      Ho un amico a Verona tifoso Hellas e la prossima volta che verrò a trovarlo gli dirò di farmi vedere questo libro libro 😉

      Quanto al Pescara, auspico davvero che si possa fare qualcosa di simile, dato che conosco fior di collezionisti che hanno ogni singola maglia del Pescara degli ultimi 40 anni! 🙂

  • daniele

    ciao
    che dire? bell idea…e scusatemi x il ritado..e come mi piacerebbe ci fosse un libro cosi sulle maglie della cremo..infondo st anno…si fanno i 110!!! ma va beh…

    saluti

    • la maglia gialloblu

      Grazie Daniele per i complimenti.
      Ripetiamo, sarebbe bello che sempre più libri di questo livello siano realizzati..su forza 🙂

      Grazie da parte di tutti gli autori.

  • Pingback: Hellas Verona, por suas camisas - Coleção de Camisas.com - Coleção de Camisas. com - Futebol e tudo mais()

  • tony

    Salve, ho la grande passione per le maglie da calcio,donate da calciatori e acquistate,ed è qui che mi sorge il dubbio su alcuni siti che vendono maglie che sembrano originali a prezzi veramente vantaggiosi.
    Questo sito è sicuro? link rimosso

    Grazie e complimenti per le vostre rubriche ,anche se sarebbe grandioso estenderlo anche al calcio dilettantistico.

    Saluti.
    Tony

    • Matteo Perri

      Ciao Tony, le favole non esistono e tutti i siti come quello che hai linkato vendono materiale contraffatto.

      • tony

        Ciao Matteo ,grazie per avermi messo in allerta, pensavo visto il sito

        che si trattava di cose serie, ma gia’ quelle maglie inter-cambiasso,juve-

        vucinic 2014-15, mi sembrava una ”sola’;

        W l’originalita’ e marchi come Hummel ,umbro e admiral , essenza del calcio.

        Ciao