SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

L’ U.S. Pergolettese 1932 è una compagine di Serie D nata dal cambio di denominazione e dal trasferimento a Crema dell’A.S. Pizzighettone, a seguito del fallimento dell’U.S. Pergocrema 1932. Possiamo quindi definire questa “nuova” società l’erede del Pergocrema, visto anche che la stragrande maggioranza della tifoseria ha avallato questo progetto.

Formazione Pergolettese 2012

Le divise della Pergolettese per la stagione 2012-2013 sono state realizzate da Garman, sponsor tecnico ufficiale.

La prima maglia presenta la classica colorazione giallo-blu, ma con un design inedito per la storia della Pergolettese (e Pergocrema): fondo giallo con una banda orizzontale blu profilata di bianco che corre lungo il petto, all’interno della quale trova posto il main sponsor “Quotidia”.

I profili bianchi della banda orizzontale non sono casuali e potrebbero ricondursi alla bordatura bianca della diagonale blu presente nello stemma societario. La casacca è rifinita con un colletto blu stondato a “V” e sottili bordo manica, anch’essi blu.

Pergolettese prima maglia 2012-2013

Sul petto sono disposti, a destra, il logotipo di Garman e, sul cuore, lo stemma della Pergolettese; simboli Garman presenti sulle maniche in modo discreto. Loghi, sponsor e numeri sono stampati in digitale, mentre lo stemma del club è in “tessuto rigido” applicato a caldo.

Sul fianco destro è cucita un’etichetta con la bandierina dell’Italia, che sta ad indicare il paese in cui è stata prodotta la maglietta; infatti sul retro di tale bandierina è presente la scritta “Made in Italy”. Il template è stato creato ad hoc per il club cremasco.

Seconda maglia Pergolettese 2012-2013

Per le gare in trasferta invece Garman ha fornito un kit da catalogo (modello Rapid) completamente bianco, senza dettagli giallo-blu.

Le uniche note di colore sono dettate dal nero del logotipo Garman al centro sotto il colletto, dai simboli dello stesso sponsor tecnico sulle maniche, dallo stemma della Pergolettese al centro del petto e dal main sponsor. Relativamente a quest’ultimo la soluzione adottata per la maglia da trasferta non è “pulita” come per la home, in quanto nella maglia bianca lo sponsor “Quotidia” non trova spazio direttamente sul tessuto candido, ma è inscritto all’interno di una toppa blu.

La maglia ha una vestibilità slim-fit e all’occorrenza è utilizzata anche dai portieri. La font dei numeri ha uno stile graziato e tondeggiante ed è di colore blu per entrambe le divise. Non è chiaro se la divisa è definitiva o se nel corso della stagione potrebbero realizzarne una nuova.

A corredo delle casacche home ed away ci sono pantaloncini e calzettoni in tre diverse colorazioni: blu, bianchi e gialli. Un ringraziamento alla società U.S. Pergolettese 1932 per la collaborazione e la disponibilità dimostrata.

Christopher Loretti per Passione Maglie

  • Farinati

    Discreta la prima maglia, bella la seconda 🙂 da notare che appunto nella seconda i dettagli giallo-blu che l’articolo dice “mancanti” sono in realtà dati dallo stemma (giallo) e dallo sponsor (blu)

  • DY

    Non lo so… c’è qualcosa – di “indefinibile” – che non riesce a farmi piacere la prima maglia… boh, non so spiegarlo a parole!

    Preferisco nettamente la seconda maglia bianca “da catalogo” (nonostante la patacca blu dello sponsor), il che è tutto dire… 😀

  • Lino

    Sono tutt’e due belle, ma io non avrei fatto la seconda bianca: meglio blu con bordi gialli oppure completamente diversa, per esempio rossa.

  • tedesk

    Si vede subito se una maglia è curata, fin dai piccoli particolari, c’è poco da fare…

  • squaccio

    Come per i ragazzi dell’altra squadra di D, in bocca al lupo anche a loro per il campionato.
    Le maglie sono un lusso per la categoria.

  • elkan

    ben curata la prima maglia e lavoro attento di garman, certo che se si voleva riprendere lo stemma societario allora la banda la si poteva fare diagonale..

    • Torto #13

      Se leggi attentamnente nell’articolo c’è scritto: “I profili bianchi della banda orizzontale non sono casuali e POTREBBERO ricondursi alla bordatura bianca della diagonale blu presente nello stemma societario”. Quindi è una supposizione, non è detto che realmente Garman volesse “citare” a pieno lo stemma societario, ma magari solamente riprendere i tre colori che lo compongono.

    • FERT

      Se leggi attentamente nel commento di elkan c’è scritto che SE si voleva riprendere lo stemma societario si poteva fare la banda diagonale.
      Dunque è una supposizione anche questa.

      • Torto #13

        Giustissimo 😉

    • FERT

      🙂

  • robmcmlxxvi

    La maglia da trasferta sfoggia uno sponsor “pataccone” degno dei campioni d’Italia della Juventus.

  • ccc

    carina la fascia sul petto

  • Bogiones

    Finalmente il giallo è quello dello stemma!
    Davvero un ottimo lavoro per Garman.

    • Torto #13

      Detto da un cremino fa piacere… 😉

  • FDV

    Anche quest’anno mi piacciono le tonalità del giallo e dell’azzurro, e nel complesso bella la divisa composta da maglia gialla, calzoncini e calzettoni azzurri.

    Mi piace anche fascia orizzontale, con lo sponsor molto bene integrato.
    Le profilature bianche contribuiscono a dare personalità alla maglia, anche se separano i due colori sociali. A me piacevano anche sulla prima maglia Nike del Boca, nonostante fossero quasi un sacrilegio.
    [img]http://img84.imageshack.us/img84/7780/maraeb.jpg[/img]

    • Torto #13

      Appena ho visto la maglia della Pergolettese 2012/13 anche a me è venuta in mente questa del Boca Jrs, ovviamente con “inversione” dei colori.

      Sarò un po’ di parte, però oggettivamente mi pare che Garman abbia svolto proprio un bel lavoro per la Pergolettese.

    • Marcomanno

      a me piacciono questi template con linee più sottili che “spezzano” i colori sociali,ma giallo e bianco a contatto secondo me sono un pugno nell’occhio.

  • F093

    Kit home carino voto 7,5
    Mmaglia curata e colori brillanti, però almeno una riga gialla sui pantaloncini/calzettoni poteva pure trovare posto!!!

    Kit away anonimo, voto 4
    Non mi piace affatto che tutto sia centrato nella maglia: sponsor tecnico, logo e sponsor commerc. Bastava seguire la prima e posizionare a dx e sx i primi due. Eppoi una righina gialla sui ricami (stile Leeds…) avrebbe davvero impreziosito il tutto.
    Comunque al di là dei miei commenti, complimenti alla PErgolettese per la disponibilità e un bravo PM nel consentirci di conoscere anche realtà non di primissima fascia. Forza Pergolettese!!! 🙂

  • v

    il giallo è quello giusto, il che non è male, ma nei panni di chi è subentrato in società tra tante polemiche non avrei inventato assolutamente niente per la prima maglia.
    per la seconda si che avrei sperimentato, anzichè proporre una banalità simile.
    detto questo preferivo di gran lunga quella completamente gialla che hanno usato nel precampionato!
    nel complesso, e dopo aver visto i lavori da vomito di lotto ai tempi di bergamelli, mi ciuccio le dita e do 6 alla prima e 5 alla seconda.
    forza pergo!

  • ferro

    non male la home per la serie D , anonima la away, da bottega il font….

  • rudiger

    Sulle maglie niente da dire: la gialloblu è bella e senza difetti. Dalla cura dei particolari non si direbbe lamdivisa di una squadra di serie D. La seconda è “rimediata” ma almeno non è brutta; anzi lo stemma centrale la fa uscire dal coro. Certo lo sponsor potevano stamparlo senza toppone, ma immagino sia stata una questione di tempi stretti.
    Piuttosto vorrei sapere perché si è preferita la denominazione pergolettese (nome un po’ lunghetto e non proprio accattivante) e non ad esempio di nuovo pergocrema, pergoletto, o semplicemente crema. Lo chiedo con curiosità ai tifosi della squadra che frequentano PM e sicuramente ne sanno più di me. Si è discusso di questo tra i tifosi del pergocrema?

    • Torto #13

      “Pergolettese” è stato il nome della squadra fondata a Crema il 18/11/1932, ecco perché è stato ripresa questa denominazione. Operazione anche molto “romantica” dato che siamo nell’anno dell’80°. Tra i tifosi si, si è parlato della nuova denominazione ed è stata generalmente accettata con piacere. Chiamarsi semplicemente Crema direi di no: l’ “A.C. Crema 1908” esiste (oggi in Eccellenza), e negli anni passati ci sono stati anche focosi derby con i cugini Cremini. Bogiones (che ha scritto poco sopra) potrà confermare.
      Riprendo un attimo il discorso sul nome è stato cambiato più volte a causa di promozioni, fusioni e fallimenti:
      «fondata il 18 novembre 1932 come “Unione Sportiva Pergolettese”, per diversi anni rappresentò la seconda squadra della città cremasca, in quanto la principale società era la ben più titolata “A.C. Crema”. La squadra gialloblù raggiunse i cugini bianconeri nel 1967 in serie D, diventando poi la prima squadra cittadina. Nel 1974 assume la definitiva denominazione di “Unione Sportiva Pergocrema”. Vent’anni più tardi, stagione 1994-95, cambia ancora nome, diventando “Unione Sportiva Cremapergo” (causa fusione col “Crema”) ma con il ritorno in serie D nel 2002 torna alla classica denominazione di “Pergocrema”. Nel giugno 2012 la società è dichiarata fallita, sparendo così dal panorama del calcio professionistico italiano in seguito alla radiazione da parte della Federcalcio. Poco dopo, a Crema approda una versione rinnovata del “Pizzighettone”, che trasferisce nella città la propria sede, modificando i colori sociali in giallo e blu ed assumendo la denominazione di “Unione Sportiva Pergolettese 1932”, cercando quindi di segnare un tratto di continuità nel calcio cremasco. Tale compagine parteciperà al campionato di Serie D.» (da Wikipedia, ma è esatto).

      • Bogiones

        Non posso che confermare!

  • Simone

    Non male la home, ma il font è… Come scrivere una tesi di laurea con il Comic Sans!

  • Swan

    La maglia home non e’ male, stanno bene i bordi bianchi sulla banda orizzontale blu. Braghe e calze completamente blu, invece, non mi piacciono. Il kit away e’ disarmante.
    Mi spiace per il Pergocrema, dopo una buona stagione in Lega Pro ritrovarsi in D dover cambiare nome e subire la fusione con un altro club dev’essere frustrante.

  • facio

    i profili bianci accanto alla fascia blu riconducono anche al bianco-blu del pzzighettone, quindi può essere che la scelta sia stata condizionata da questo.

    Commento modificato da passionemaglie.it

    • passionemaglie.it

      I commenti da “Passione Ultras” non sono graditi sul sito 😉

    • Torto #13

      Dubito… Se si voleva fare un richiamo palese al Pizzighettone avrebbero fatto la maglia da trasferta (o una terza) bianco-blu o bianco-azzurra.

  • Ivan

    Ottima la home, anonima la away.
    Anche a mio giudizio il font è assai discutibile.

  • sergius

    Graziose, sia la prima che la seconda. Ma una maglia per il portiere no eh?Era così difficile farla?

    • Torto #13

      Si, è arrivata anche la maglia da portiere, solo che le immagini non sono chiarissime. Quella nel link che segue è la migliore che ho trovato http://uspergolettese1932.it/foto/27/f4%20(18).jpg
      Certo non è di difficile “comprensione” come maglia… praticamente è il template della home ma con colori diversi: prevalenza di arancione con fascia orizzontale sul petto gialla bordata di blu, colletto e bordo manica blu, così come il numero.