SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

UNA MAGLIA QUALSIASI, PRESTO!
Cavalcata nel classico per feticisti delle casacche: il cambio all’ultimo minuto per i colori che si somigliano troppo. E’ accaduto anche ai Mondiali, fin dal 1934.

Da sempre considerati l’apice organizzativo del football a livello internazionale, i campionati del mondo hanno fatto la storia anche grazie al folclore e ai colori che sprigionano ogni quattro anni. Protagoniste sicure di questo caleidoscopio sono le casacche con cui i calciatori scendono in campo. Non sempre però le nazionali hanno giocato con le loro maglie abituali, dovendo spesso ricorrere a soluzioni improvvisate.

DUE IN BIANCO
Il primo caso si registra in Italia nel 1934, quando Austria e Germania si affrontano nella finale di consolazione per il terzo posto. Entrambe le formazioni indossano una maglia bianca, e mettono in difficoltà l’arbitro Carraro che non può fischiare il calcio d’inizio. Dopo qualche minuto di incertezza, gli austriaci decidono di utilizzare le maglie azzurre della squadra locale, il Napoli. Non porteranno fortuna, poichè sarà la Germania a imporsi per 3-2.

Austria 1934

MAI PIU’
Nel 1950 tocca a Svizzera e Messico affrontarsi nell’ultima partita del gruppo di qualificazione. Entrambe indossano una maglia rossa, così si è costretti a effettuare un sorteggio per decretare chi avesse potuto indossarla. La sorte decide per i messicani, che comunque declinano l’invito e utilizzano delle divise del Cruzeiro di colore blu e bianco. Questo mondiale sarà ricordato anche per l’abbandono della casacca bianca da parte del Brasile; la decisione arrivò dopo la sconfitta in finale per 2-1 contro l’Uruguay al Maracanà, con 200.000 spettatori in lacrime: un dramma nazionale ricordato ancora oggi. A sostituirla fu quella che ora vediamo abitualmente come prima maglia, la superclassica gialla con colletto verde.

Formazione Messico 1950

SE IL GIALLO PORTA MALE
Otto anni più tardi, nel mondiale svedese del 1958, è l’Argentina a cambiare la sua maglia tradizionale. Nella partita inaugurale con la Germania i colori non sono distinguibili, ma i tedeschi si rifiutano di cambiare casacca. Viene così utilizzata una maglia gialla dell’IFK Malmo, con la quale gli argentini perdono 3-1. Curioso notare come nel corso della storia l’Argentina non abbia mai battuto la Germania indossando maglie differenti dalla classica camiseta biancoceleste.

Argentina-Germania, Mondiali del 1958

NON SOTTILIZZIAMO
Uno dei casi di cambio maglia più noti è certamente quello del 1978, protagonista la Francia di ‘Roi’ Michel Platini. E’ il 10 Giugno e l’avversaria è l’Ungheria, anch’essa a zero punti nel girone. Durante il riscaldamento i francesi notano che i magiari indossano una divisa bianca, proprio come la loro. Alla richiesta di spiegazioni si scopre che doveva essere la Francia a portare la maglia colorata, così i calciatori si recano negli spogliatoi per cambiarla, ignari del fatto che il magazziniere avesse lasciato il kit blu a Buenos Aires. I dirigenti transalpini, aiutati dalla polizia, recuperano le divise del Kimberley, la squadra locale di Mar del Plata. I colori (bianco e verde a strisce verticali) poco si abbinano con i calzoncini blu e i calzettoni rossi, ma in quel contesto a nessuno viene in mente di sottilizzare. La Francia vince 3-1, e saluta il mondiale con quest’unica vittoria.

Francia-Ungheria Mondiali 1978

FORZA JUVE?
Chiudiamo con il Costa Rica, grande protagonista del Mondiale organizzato in Italia nel 1990. La squadra centroamericana indossò in due partite la maglia del Club Sport La Libertad, a strisce verticali bianconere. I più smaliziati dissero che fu una mossa del CT Milutinovic per ingraziarsi il pubblico di Torino. Il primo dei due match giocati con questa divisa, infatti, andò in scena allo stadio Delle Alpi. Il Costa Rica perse per 1-0, ma si rifece nel turno successivo battendo la Svezia e qualificandosi per gli ottavi di finale.

La Costa Rica in bianconero ai Mondiali di Italia '90

In tempi recenti non si hanno più notizie di disguidi del genere: la FIFA ha imposto regole ferree per combattere i colori che in campo si possono confondere, e le nazionali hanno a disposizione decine di mute fornite da ideosi sponsor tecnici. Per alcune squadre di club poco conosciute è così finita -purtroppo- l’opportunità di “partecipare” a un Campionato del Mondo.

Ricordate altri episodi curiosi durante i mondiali di calcio?

  • Mamo

    Bellissimo articolo, davvero complimenti! 😉

    Grazie soprattutto per aver risolto la questione Costa Rica. In molti sostengono che le maglie utilizzate dai centroamericani siano proprio quelle delle Juve, ma come immaginavo sbagliano.

    A me comunque il completo della Francia del 78 contro l’Ungheria non dispiace 😀

    Le storie di disguidi sono sempre curiose. Vi ricordate qualche anno fa la Ternana a Venezia in serie B che fu costretta a giocare con la maglia per il riscaldamento con i numeri scritti a pennarello?

    • Alessandro

      la ricordo anch’io..in campo comunque non si capiva niente lo stesso!

      • simross

        ma lo sponsor tecnico del Costarica del ’90 (lotto) produsse appositamente le inedite maglie bianconere, o la federazione si portò dietro la maglia di quella squadra di club? E nella 3a partita quale maglia usò il Costarica?

        • lucas

          la maglia usata nella 3a partita era quella bianconera

    • Giovanni

      io ricordo ke una decina d’anni fa in palermo-catania di serie C, non so per quale motivo il palermo dovette reperire delle maglie di fortuna all’ultimo momento, e prese delle maglie nere da allenamento, in cui il magazziniere applicò dietro dei numeri con lo scotch… era il palermo di lagrotteria, bombardini, cappioli, ecc ecc……

    • liogiu ve

      quando giocavo categoria giovanissimi nel VENEXIA, società nata come protesta contro la fusione del calcio venezia (neroverde) ed il mestre (arancio nero) andammo in trasferta a favaro ed il nostro magazziniere dimenticò gli away kits in sede…ci fu “gentilmente” prestata la seconda casacca del favaro,… total orange con polsini e colletto neri. non immaginate la felicità dei dirigenti!!!!

  • passionemaglie.it

    Bellissima la Ternana con i numeri scritti a mano.
    Da non dimenticare anche il Vicenza che nel 2008, contro il Cittadella, ha usato una maglia Lotto comprata al momento. Per coprire i loghi Lotto applicarono due toppe di Lega sulle maniche 🙂

  • ThePickwickPub

    Per citare un altro caso a livello di Club, il Gletoran nel 1975 affrontò l’Ajax ad Amsterdam in UEFA usando la terza maglia degli olandesi: per qualche inspiegabile ragione, la muta away dei nordirlandesi fu dimenticata a Belfast…e la squadra così vestita incassò il più cocente passivo della sua storia in trasferta (14-1).

    Anche il Milan si ritrovò a giocare a Perugia (anni ’70-’80, non ricordo bene) con una casacca blu prestata dalla squadra locale.

    Riguardo la storia della Francia in biancoverde, ho sempre sentito dire che le casacche furono rubate ai francesi e non dimenticate dal magazziniere: dove si può dare una lettura alla versione ufficiale del caso?

    Ottimo articolo 🙂

    • Ninho

      anche io sapevo di un furto delle divise francesi…

  • FDV

    Io ricordo una partita di Bundesliga di 3-4 stagioni fa, in cui il Colonia giocò addirittura con i fratini per problemi di divise, ma non riesco a trovare delle foto!

  • squaccio

    Stupendo questo articolo..io ricordo una partita Ancona – Foggia giocata dai dorici in gialloblu perchè gli fregarono le maglie rosse e il Foggia portò solo la maglia bianca.
    Vedo di trovare le foto.

  • Alesconch

    Molto curioso l’articolo

    io ricordo un Italia-Croazia di fine anni ’80, partita di qualificazione agli europei under21 contro la Croazia, giocata dalla nostra nazionale con la divisa della squadra locale (Catanzaro? Licata?) giallorossa

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Invece la Sampdoria negli anni 70, in uno dei soliti campionati in cui lottava fino all’ultimo per non retrocedere, nella fase finale del torneo utilizzo’ casacche arancioni bordate di blu e croce di San Giorgio al centro…. alla fine ci salvammo 😀

    • ThePickwickPub

      Ho letto da qualche parte dell’evento…idea interessante per una terza maglia in via sperimentale. Come la prenderebbero i tifosi al netto della scaramanzia?

  • http://www.maglieinrete.it nino

    articolo bellissimo e interessantissimo… maglie per caso e maglie per sbaglio! complimenti per la scelta dell’argomento, foto e contenuto!

    gli aneddoti sono tutti molto interessanti… ma mi chiedo: il costarica le maglie della squadra di club le aveva portate dietro? allora davvero volevano ingraziarsi il pubblico juventino….!

    • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

      rimango convinto che fosse per lecchinarsi gli juventini…

    • passionemaglie.it

      Sì, le avevano portate dietro 😀

  • cavani7

    le maglie occasionali non sono solo per le nazionali, anche per i club! vi ricordate quella divisa del parma creata apposta per l’amichevole precampionato di quest’anno, perché l’avversaria era gialloblu?

  • mapu1739

    ciao. io ricordo un derby catania palermo al massimino. il palermo aveva dimenticato(?) le divise e usò quelle di allenamento blu. i numeri li crearono con nastro adesivo bianco…

    4 marzo 2001
    CATANIA-PALERMO 1-1
    MARCATORI: Bombardini (P);Apa (C).

  • Lino

    L’articolo è bello e anche gli altri aneddoti sono fantastici, spero che si riescano a trovare le foto di tutte quelle maglie improvvisate.

  • AlessandroP

    Io ricordo di un Milan Perugia inizio anni 2000 dove il perugia dovette comprare dei calzoncini neri alle bancarelle fuori dallo stadio, non ricordo se perchè dimenticati o perchè quelli in dotazione andavano a confondersi con i milanisti.
    Forse era quel Milan Perugia con il Perugia in 10 e il Milan si fece parare un rigore da un centrocampista

    • AxxA

      In quella occasione il Perugia giocò con maglia blu con manica bianca e grifone in arancione sui fianchi,pantaloncini neri comprati alle bancarelle e calze bianche
      Questa divisa prevedeva i pantaloncini bianchi,ma essendo già il Milan con pantaloncini e calze bianche,quelli del Perugia dovettero cambiarli
      Probabilmente era l’anno in cui la Galex produceva per il Perugia maglie un po particolari: ne ricordo una giallo-nera,una navy con righe orizzontali bianco-rosse,…

    • FDV

      No, era quella della manata di Rossi a Bucchi! 😀
      http://www.youtube.com/watch?v=9NkmBVXQv-Q&feature=related
      Era il 1998/99 e in quella stagione il perugia aveva 4 maglie:
      la rossa con manica bianca, la blu con manica bianca, una a strisce orizzontali nere e rosse con bordi bianchi, e una bianca con inserti giallo fluo e neri che mi sono comprato alla grande.

      • out of mind

        Ricordo quella gara proprio per gli episodi dei pantalocini presi alla bancarella e per la manata di Sebastiano Rossi.

        Molto particolari le maglie del Perugia quella stagione.
        Qua sotto quella usata dagli umbri in casa del Milan.
        [img]http://www.soccerstuff.it/immagini/PER33T98F.JPG[/img]

        • squaccio

          Non ho mai toccato con mano una maglia galex ma a me piaceva molto.

        • CTAMS46

          I materiali non erano ottimi, ma la Galex facevo maglie bellissime secondo me

        • miguel

          esteticamente molto bella

        • lillysim

          Io ho la home di quella stagione.. erano maglie stupende, un po pesanti ma stupende!!!

  • Fabio

    Nel 1993 il Bari si presentò al Menti di Vicenza con la divisa bianca e quella rossa (almeno questo è quello che ricordo, allora avevo 7 anni). Entrambe si scontravano con la divisa biancorossa vicentina. In quella partita il Bari indossò un’inedita maglia verde, che altro non era che la seconda divisa del Vicenza. Per la cronaca il Bari vinse poi quella partita per 5-1

    http://www.youtube.com/watch?v=EbsgjJ5k0-Q dal minuto 0:18 per qualche secondo si vede Igor Protti segnare per il Bari con la maglia verde

    • FDV

      Che dovrebbe essere questa
      [img]http://img709.imageshack.us/img709/2244/199495n4cozzalecce.jpg[/img]

    • simross

      ma.. indossare il Vicenza la verde (bella tra l’altro!) e lasciare il Bari in biano no? :-)))

    • Lino

      Però sembrerebbe trattarsi della terza maglia del Bari, che in quella stagione era appunto verde, stando a quel che si dice in questo vecchio servizio del Guerin Sportivo.
      [img]http://d.imagehost.org/0361/1_22.jpg[/img]

      • FDV

        Gran ritaglio che hai ripescato. Quella foto di Barone sembra riferirsi proprio a quel Vicenza-Bari. Quindi non è la seconda del Vicenza, ma nemmeno la terza del Bari, direi più una maglia rimediata lì per lì.

        • squaccio

          Aguzzando la vista infatti ha ragione FDV: nel filmato si intravede una fascia bianca sul petto come quella di Barone e non la scritta come sul manichino. Quindi credo che la maglia sia una trovata lì per caso.
          Chissà se qualche barese ricorda questo episodio.

      • passionemaglie.it

        Gli articoli del Guerin sono interessanti, ma non privi di errori.
        Poteva essere la terza maglia senza neanche il logo del Bari? 😉

      • Lino

        Effettivamente avete ragione… in tanti anni non mi era mai venuto il dubbio che quella fosse una maglia d’emergenza e che il Guerino sbagliasse…

  • il conte sboroni

    complimenti al sito e agli appassionati, aneddoti sempre molto interessanti.

  • http://www.maglieinrete.it Maglieinrete.it

    Articolo davvero bello e interessante!

  • marco

    meraviglioso! e io pensavo che incidenti del genere appartenessero ad un passato remoto o ai bassifondi del dilettantismo…

  • salvatore

    guardate questo documento storico a colori…la prima vittoria dell’italia a wemblay nel 1973…colori stupendi sembra giocata ieri…. che belle quelle maglie….

    http://www.youtube.com/watch?v=7Ej9FGp5xuo

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    La Costa Rica userà una maglia speciale ispirata a quella di Italia 90 per l’inaugurazione dello stadio Nacional. Peccato che la Lotto è riuscita nell’impresa di imbruttire il vecchio template dell’Udinese con una disposizione dei loghi assurda:

    [img]http://img251.imageshack.us/img251/8754/costarica3rd.jpg[/img]

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    non so se è già stato fatto notare ma c’è un errore nell’articolo, la maglia indossata dalla Francia è a strisce verticali non orizzontali come scritto

    • Passione Maglie

      Corretto, grazie.

  • http://arogeraldes.blogspot.com Aro Geraldes

    Bolivia in Coppa del Mondo 1930: http://bit.ly/1cRAML6