SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Parte oggi la stagione 2012-2013 del ChievoVerona che ha presentato su Facebook le nuove maglie disegnate da Givova.

Pochi i cambiamenti per la prima divisa, sempre con corpo giallo, maniche blu e la figura di Cangrande a cavallo sul fondo. Il colletto con lieve scollatura a V è doppio, uno stile forse troppo ispirato a quello visto su molte maglie Umbro.

Seconda maglia bianca con pinstripes e maniche nere. Lo sfondo presenta il cane rampante e la scala di Verona, usata anche quest’anno come stemma sul petto.

Kit ChievoVerona 2012-2013 Givova

Innovativa la terza maglia a quarti gialloverdi con colletto nero. Non ha radici storiche ed i più ferrati avranno riconosciuto la somiglianza con quella del Newton Heath, primo nome del glorioso Manchester United.

Non è un caso ed è proprio il presidente del ChievoVerona, Luca Campedelli, a confermarlo in un’intervista: “Abbiamo ripreso i colori vecchi del Manchester United e dell’allora Newton Heath”. Ispirazione dal baseball invece per quella away: “Mi piace anche il baseball, avendo rivisto un film a me tanto caro, di cui è meglio non dire ora il titolo, abbiamo voluto riutilizzare quel disegno lì“.

Disegno ufficiale maglia Chievo Chievo away 2012-2013 Terza maglia ChievoVerona 2012-2013

Gli sponsor sono Banca Popolare di Verona e Paluani.

Spesso assistiamo a improbabili spiegazioni sull’origine di alcuni disegni, ci piace dunque la schiettezza e la sincerità del presidente gialloblù. Il passo successivo dovrebbe essere quello di presentarle in modo più consono, con un comunicato stampa, foto dei dettagli e magari un’iniziativa collegata.

  • kiko96

    Solita cosa la prima, la seconda mi piace, la terza non la capisco, e non mi piace.
    1^: 5
    2^: 7
    3^: 4

    • adb95

      hey chi ha èreso i colori della mia squadra (di fantacalcio si intende) e li ha rovinati in quel modo QUESTO E’ UN PLAGIO!!!!!!!!! Vabbe scherzi a parte seconda e terza fanno quasi ridere e la prima sembra uscita da un aspirapolvere, troppa poca roba

      • pdg.inter

        le terza sembra rubata all’Enna Calcio (squadra del centro Sicilia caduta in disgrazia)

        • Stefano87

          La terza è un omaggio del presidente Campedelli alle origini del Manchester United quando ancora si chiamava Newton Heath di cui è tifoso. Comunque a mio avviso la realizzazione è pessima, ed io ho fatto le giovanili in una squadra gialloverde quindi ne ho viste di maglie con quei colori.

        • Cris91

          ahahahah vero..anche se spesso quella dell’enna è a strisce..ma cmq sei siciliano?

        • alessandro

          hahahaah hai ragione

    • Albi27

      BELLISSIME……..Il colletto come quello del city é fantasticooo
      La seconda é diversa ed é molto bella……
      La terza è completamente nuova ed è quella utilizzata nei primi anni della storia del chievo
      1: 9
      2: 10
      3: 10

      • Farinati

        No Albi informati meglio… il Chievo nei suoi primi anni era bianco celeste, poi è diventato gialloblu, ha fatto un anno rossoblu e infine è tornato gialloblu; il giallo-verde era il colore usato dal Man.Utd nei primi anni dopo la fondazione.

        Detto questo, trovo assurdo che i colori vengano scelti in base a interessi personali o scopiazzati da altre squadre, e non scelti in base alle tradizioni o alla storia della città e del club. A mio parere il Chievo dovrebbe seguire questo schema:
        1^ Maglia giallo-blu
        2^ Maglia bianco-celeste
        3^ Maglia azzurro-granata o rosoblu

  • Daniel

    terribile la seconda, identica la prima (anche se peggiorata) a quella dell’anno scorso… la terza non mi piace per niente (per quanto possa essere tradizionale). Brutto lavoro

  • jessica25

    Salve a tutti si hanno novità sulla nuova maglia e il nuovo main sponsor del Calcio Catania? Grazie a tutti per un eventuale risposta siete tutti gentilissimi. Kiss.

    • Matteo23

      Non si sa ancora nulla, ma martedì è prevista la presentazione della rosa, e penso che come tradizione presenteranno anche le maglie. Il main sponsor dovrebbe essere cambiato, a meno di rinnovi dell’ultimo minuto.
      Comunque penso che ci si possa fare un’idea del taglio della maglia da queste del Chievo, che a mio parere sono pessime.
      In ogni caso la prossima dovrebbe essere l’ultima maglia della Givova per il Catania, visto che il contratto scade tra due anni e la società utilizza le stesse maglie per due stagioni consecutive.

    • Dadà

      il main sponsor cn tutta propabilità sarà Acqua LETE, che xò DOVREBBE sponsorizzare un altra marca d’acqua sempre appartenente al CONSORZIO ACQUE ITALIANE!! ripeto… DOVREBBE!

  • Alexrn

    Brutte,bruttissime!

  • Alberto

    Che presentazione da urlo!Un po’ di fantasia ragazzi….

  • Phil

    Uhm. Orrende tutte e tre.

  • aldo

    Non sono orrende, anzi il colletto della prima e della terza riprende in maniera identica quello usato dalla umbro per i colletti del bilbao o del city, e l’accoppiata colore centrale e maniche è migliore di molte altre volte, l’unica cosa che è di troppo sono le toppe sulle maniche, ma nessuno è perfetto; forse i materiali non saranno eccellenti come tradizione della givova ma bisogna dar merito che questa volta ha fatto il possibile quindi per me sono tutte da 6.5 tranne la terza che è da 7 troppo bella

    • http://tshirtmania2012.wordpress.com/ Marco

      Anche la seconda ha il colletto ”stile umbro” solo che le alette sono bianche e si confondono col manichino.
      Le maglie complessivamente mi piacciono, quella gialla è classica, come la maglia della Roma rimane sempre simile negli anni, le cose da poter modificare sono pochissime, le seconda non so se sia una novità oppure ha già qualche precedente ma non mi dispiace affatto. La terza, anche qui non so se c’è qualche precedente oppure se è una novità, certo è che se dovesse essere una novità non capisco da dove esce il verde, inoltre ricorda molto una vecchia maglia del Manchester United.

      Home – 7
      Away – 7,5
      Third – 6-

  • geeno_collezionista_34

    Viste così a me non dispiacciono, Givova con il Chievo ha fatto spesso cose buone, a livello d’estetica. Home e away mi sembrano proprio ben fatte, sulla third ho qualche riserva, mi fa storcere un po’ il naso quel nero del colletto. Aspetto maggiori dettagli per giudicare bene, ma mi sembra che ci siamo…

  • Pass91

    partendo dal presupposto che l’anno scorso le maglie erano tutte fantastiche.

    prima maglia: 6, però è peggio dell’anno scorso. le maniche non ne hanno più la striscia gialla, sembrano fatte peggio. Non so se ci sono particolari come l’anno scorso (dietro il collo) e il colletto non è granchè.

    seconda maglia: 5, bella l’idea delle righine, ma perchè bianco e nero? e perchè le maniche piene? sembra un pigiama! non si poteva fare bianco e azzurro?

    terza maglia: 3, capisco che magari negli anni 90 avevano fatto qualche maglia di questo giallo-verde ma.. perchè? perchè?

    Perchè niente biancoazzurro? perchè niente scacconi bianco-blu?

    oscene rispetto all’anno scorso

  • Ste

    Inguardabili tutte !

  • Mamo

    Home: un pò troppo semplice e buttata via, ma nel complesso accettabile. Il colletto è molto simile a quello Umbro usato nella maglia del Manchester City della scorsa stagione. La maglia migliore fatta da Givova per il Chievo rimane quella del 2010-2011.

    Away: l’idea di base è buona, ma anche qua sembra che manchi il quid giusto. Avrei fatto meno pinstripes e le avrei rese più sfumate. Era meglio la bianca con banda orizzontale dell’ultimo campionato.

    Third: non è male, anzi forse è la migliore del lotto. Ma perchè il giallo? Spero abbia motivazioni storiche almeno. Così è inutile…

  • giordano

    la 1° e la 2° a me piacciono….la 3°? mmmmmm…non saprei….e comunque penso che Givova prima di presentarle al pubblico le abbia presentate alla società…e se vanno bene a Campedelli, vanno e devono andare bene a tutti!!!!

  • FDV

    Apprezzo molto la pulizia della divisa home e la non banalità di quelle da trasferta.
    Ovviamente resta il fastidio nel dover vedere quasi sempre qualcosa di ripreso di sana pianta da maglie di altri marchi, tanto più che questo colletto Umbro non mi ha mai convinto del tutto.

    Come detto, prima maglia bella pulita ed essenziale. Mi piace la scelta della colorazione del colletto, con l’azzurro solo sulla parte “aggiunta”, mentre nelle maglie della scorsa stagione ce n’era fin troppo e ciò contribuiva a rendere la zona colletto ingombrante.

    Resto curioso di capire il senso dell’interessante gialloverde stile Newton Heath.

    Anche la bianconera non mi dispiace. Bianca con maniche e pinstripes nere, mi ricorda la concezione della maglia del Notts County della stagione appena conclusa.
    [img]http://img28.imageshack.us/img28/7994/nottole.jpg[/img]

    Nell’insieme gradevoli.

    • FDV

      …aggiungo che considerata la nota passione di Campedelli per il calcio inglese, non mi stupirei se effettivamente queste maglie da trasferta si rifacessero davvero a Newton Heath e Notts County.
      In tal caso beato lui che ha una squadra di Serie A sulla quale vedere messe in pratica le proprie ispirazioni!

      • Filippo

        Vista la sua passione per l’Arsenal mi è venuto in mente questo
        [img]http://digilander.libero.it/profetadelgoal/arsenal%20febbre%20a%2090/arsenal_shirt_88away.jpg[/img] Probabilmente quando il Chievo adotto il modello attuale per la Home si ispirò a questa maglia in particolare.
        Passiamo al giudizio delle maglie.
        Home: promossa, è una delle migliori tra degli ultimi anni per quanto riguarda il Chievo. Semplice, pulita e bella.
        AWAY: promossa anche questa, molto suggestive le pinstripes.
        THIRD: ma pechè? sono curioso di capire i motivi di questa scelta.
        Io penso che tra le 3 maglie debba sempre esserci posto per quella celeste e bianca.
        Per un anno potrebbero optare una maglia stile Juve Stabia dello scorso anno, ovvero strisce fittissime blu navy e gialle.

        • Pass91

          mmmh strisce fittissime blu navy e gialle non si può perchè è come quella dell’hellas! le strisce lasciamole a loro, non facciamo confusione 🙂

  • delfo

    sono troppo UMBRO inspired. quel colletto li lo fa’ la umbro.determinti brand italiani non lo vogliono proprio capire che copia copiassa l’esame non si passa.il risultato non è neanche negativo anzi piacevole oserei dire (tranne che per i soliti logoni) ma è troppo riconducibile ad umbro per via dei colletti-sembrano delle copie contraffatte cinesi. la terza tipo united anni 90 mi piace cromaticamente – ma cosa dannazione centra col chievo?

    • Sirio

      è vero sembrano le foto delle maglie false cinesi, colletto copiato in modo spudorato non va bene così

      • delfo

        se avessero avuto un colletto meno smaccatamente ispirato al design umbro – magari un bel colletto a polo con bottoni o un semplice scollo a v – e fossero state prive dei loghi le avrei apprezzate davvero parecchio. le avrei gradite molto piu’ delle produzioni legea o macron per dire.perchè qui’ vedo la linearità e semplicità che secondo me manca ai marchi da me nominati. il colletto copiato e i loghi rendono il tutto un’occaaione persa:(

  • Minollo

    Classica la prima, non mi convince la seconda. E la terza è bella, a parte la scelta dei colori.

    • dvd88

      il manichino che indossa la terza non la pensa come te mi sembra.
      apparte questo i topponi sulle maniche della givova sono ridicoli secondo me rovinerebbero qualsiasi maglia .Qualcuno mi sa dire cosa significa lo scudetto della seconda e terza? sarà mica per il fatto che sono scaligeri?

      • Pass91

        inizio anni 30: il Chievo vince il campionato provinciale di Verona e per festeggiare adotta come simbolo la scala su sfondo granata, simbolo della provincia di Verona. Non so fino a quando, ma per un po’ è stato il simbolo del Chievo negli anni 30

  • Kaiser

    Orrende

  • pongolein

    la prima è sempre la stessa, da una parte è giusto che sia così ma è un po’ troppo banale…
    La gialloverde che cosa rappresenta? Sembra una maglia del palio di siena, bella la away, elegante anche se era meglio fare anche le maniche con le pinstripes.
    Che poi era sorta una diatriba tra la squadra e la città di verona, si imputava ai clivensi il fatto che non hanno il diritto di fregiarsi del marchio scaligero…Ma a quanto pare la situazione resterà la medesima visto che il marchio della famosa famiglia nobile capeggia ancora sul petto dei gialloblu.
    Comunque maglie da 6, nulla più.

    • Pass91

      già nel 2001-02 la scala campeggiava nella seconda maglia azzura con pantaloncini bianchi.
      la polemica è venuta fuori 3 anni fa quando l’hellas si ritrovava per l’ennesima volta a giocare la lega pro.

      • DY

        Alla “polemica” sull’utilizzo della Scala rispose Campedelli già un paio d’anni fa, quando ricordò a tutti che il simbolo era presente sulle maglie del Chievo già dagli anni trenta, mentre l’Hellas lo adottò solo nel 1971.
        Ecco il Chievo con la Scala nel 1932-33, ben prima dell’Hellas:
        http://it.wikipedia.org/wiki/File:Chievo_Verona_stagione_1932-1933.png

        In generale, trovo questa “polemica” davvero pretestuosa: è come se il Torino chiedesse alla Juventus di togliere il Toro rampante (simbolo della città di Torino) dallo stemma bianconero… o se l’Inter chiedesse al Milan di togliere la bandiera di Milano dallo stemma rossonero… o se la Lazio chiedesse alla Roma di togliere la Lupa capitolina dallo stemma giallorosso… in che maniera una squadra dovrebbe rappresentare una città ‘più’ di un’altra? Il Chievo è una squadra di Verona? Sì. E allora perché non dovrebbe poter utilizzare dei simboli della città?

        • Best

          La Lazio non ha motivi visto che l’aquila fu un simbolo dell’Impero romano, mentre la Lupa capitolina è il simbolo del mito della fondazione di Roma; in pratica usano un simbolo cittadino ciascuno.
          Semmai i tifosi romanisti ebbero da ridire quando la Lazio mise il Colosseo sulle maglie della Supercoppa Italiana vinta a Pechino.

    • pongolein

      Vi ringrazio perchè avevo letto solo qualche articolo confuso, adesso ho un quadro pià chiaro. Insomma è una querelle fra squadre della stessa città, un battibecco cittadino insomma. Se il marchio non è registrato e ad esso non sono associati interessi di terzi (e quindi per gestire il simbolo servono dei permessi particolari, non come fanno juve, milan o lazio) allora il chievo ha tutto il diritto di farne uso, e visto anzi che come mi è stato fatto notare ne fa uso addirittura dagli anni 30, l’impiego dello stemma storico è sacrosanto e insindacabile!
      Insomma, l’hellas se vorrà rivaleggiare con i “cugini” dovrà darsi da fare più sul campo e meno con queste polemiche =)

      • DY

        «…l’hellas se vorrà rivaleggiare con i “cugini” dovrà darsi da fare più sul campo e meno con queste polemiche…»
        Sottoscrivo ogni singola parola!

        • /=\

          per me sulle maglie ci possono mettere anche i nostri mastini (non escludo che lo facciano visto l’andazzo) tanto bene o male la gente li ricondurrà sempre all’hellas.
          Quello che invece mi infastidisce, e che non si può effettivamente vedere, è che abbiano gli stessi colori sociali. Credo che vent’anni fa sarebbero dovuti tornare al biancoceleste per onorare degnamente una stracittadina.
          Poi, parere personale, quando sui simboli c’era la diga le maglie erano più belle, e forse stavate un po meno antipatici in città.

  • DNA

    A me piacciono tutte e tre, solo la terza di certo non ha un senso cromatico, dato che non si differenzia per colori dalla home, potranno utilizzarla solo in trasferte, in potrebbero benissimo usare la home. O peggio potrebbe rimanere inutilizzata, dato che il Chievo è l’unica squadra che ha il giallo come colore prevalente in serie A.

  • http://sampdoria.forumcommunity.net Blue-Ringed

    Partiamo dal presupposto che il Chievo dovrebbe imparare a presentare le maglie con persone di carne e ossa.

    Prima: Semplice e pulita, il colletto non mi piace. Niente novità. VOTO 6

    Seconda: Chissà quanto ci hanno pensato a farla… Probabilmente bastava cambiare colore (esempio il granata della scala) e la maglia cambiava radicalmente. Effetto pigiama VOTO 4

    Terza: Ha ragioni storiche? Sembra tanto la maglia primitiva dello United. VOTO 5

    Questa poteva essere una bella terza maglia:

    [img]http://i50.tinypic.com/2a8s16x.jpg[/img]

  • W.J.LEE

    prima 3
    seconda 7
    terza 8

  • CT46

    Ma quelle del Catania quando verranno presentate? Mi auguro che non verranno copiate-incollate con quella della Nocerina visto che l’anno scorso quelle del Fondi Calcio erano identiche a quelle del Catania http://www.sportpontino.com/wp-content/uploads/2012/01/Valerio-Mastrelli-Fondi-calcio-1.jpg e che le stesse maglie del portiere erano identiche alla seconda maglia della Nocerina….

  • Torto #13

    Innanzi tutto vorrei capire e conoscere le motivazioni delle colorazione delle divise away e third.
    Passando prettamente al giudizio delle maglie che dire, la home è semplice, in stile Chievo: va bene. La away non è male, ma come già detto non capisco la scelta cromatica; inoltre avrei evitato di ingabbiare dietro le pin-stripes nere lo stemma “araldico” in trasparenza. La third è bella come colorazione, ma anche qui non ne comprendo il senso.
    Davvero brutta e mal riuscita la copia del colletto in stile Umbro-Manchester City 2011/12.

  • Flavio Maione

    le maglie mi lasciano perplesso, è possibile che givova non riesca a fare qualcosa di suo senza copiare altri brand?
    La terza secondo me è quella che è riuscita meglio

  • marco

    le maglie bruttine e mezzi plagi di altre maglie, il simbolo della scala sulla 2 e 3 di cattivo gusto visto che e’ simbolo da sempre dell’hellas verona. ma si sa che il chievo copia il verona in tutto e per tutto.

    • Pass91

      non si dovrebbero solo valutare le maglie su questo sito?

      • il conte sboroni

        le maglie sono parte della storia dei club.. la squadra suddetta una volta si chiamava Chievo e basta ed era biancoazzurra. la veronesizzazione della squadra è un processo in atto da una ventina d’anni.
        tornando all’ambito stretto, a me queste divise non mi dispiacciono. la prima nell’ormai classico stile Arsenal con la sagoma di Cangrande mi sembra molto migliore di tante degli anni passati. mi piacciono anche la away e la third, ma, come molti qui, non capisco assolutamente le scelte di colore (e non capisco per cosa stia la replica del kit Newton Heath, troppo uguale alla home).
        positivo anche il fatto che, apparentemente, gli sponsor siano unici su ogni maglia, e abbastanza soliti (legati a squadra e territorio), quindi non fastidiosi.
        ripeto, in ogni caso, che il Chievo non è l’Hellas (lo dimostra anche la scarsa simpatia da parte del tifo storico), e a mio avviso avrebbe fatto meglio a continuare a sviluppare le sue peculiarità anziché ricercare una generica veronesità in colori e stile.

        • DY

          Scusa, ma Chievo dov’è, in provincia di Enna? 😀

        • Best

          Non so se c’è qualche strategia dietro, ma secondo me viene usato “Chievo Verona” semplicemente per motivi geografici, nel senso che anche noi italiani diciamo Atletico Bilbao invece di Athletic Club, Betis Siviglia invece di Real Betis, Celtic Glasgow e Rangers Glasgow invece di Celtic e Rangers, e per lo stesso motivo l’Inter nel mondo anglofono è spesso conosciuta come Inter Milan.
          Io personalmente preferisco “Chievo”, essendoci nel mondo parecchi quartieri famosi per il calcio (Chelsea, Fulham, Fenerbahce, per dirne alcuni).

        • passionemaglie.it

          @Best
          Il discorso è parzialmente vero, nel senso che il Chievo cambiò nome per meglio essere identificato con la sua città, ma si chiama ufficialmente AC ChievoVerona.

        • il conte sboroni

          infatti, mettere il nome della città dietro quello della squadra, o modificarlo, è un’usanza per gli altri paesi, mai per il proprio. nessuno dice Lazio Roma o Juventus Torino qui (l’Inter è caso a parte, visto il nome di Internazionale Milano, ma nell’uso comune non servono specifiche, in Italia). in Scozia nessuno chiama il Celtic Celtic Glasgow, né, in Inghilterra, nessuno specifica che l’Everton è di Liverpool. in ogni paese le squadre hanno un nome che raramente viene arricchito o storpiato in patria; al di fuori dei confini lo si fa per semplicità: esempio, l’Amburgo dovrebbe essere tradotto in Amburghese, dato che il nome ufficiale della squadra è Hamburger SV (Ass.sportiva Amburghese, appunto).
          Comunque non credo che questo sia particolarmente legato alla mossa Chievo. La decisione di posporre il nome di Verona suppongo venisse dalla società per allargare gli orizzonti della squadra. Senza dubbio all’usanza avrà contribuito anche la stampa, specificandone la provenienza urbana al salire del prestigio del team.

  • delphic_

    la prima è uguale a quella dello scorso anno, ma avendo una linea più semplice mi piace di più. la seconda stile british non mi dispiace affatto, la terza non so la storia ma mi piace. tutte cmq molto british, mi piacciono.

  • FERT

    La prima è identica a quella dell’anno passato, bella, se non fosse per il colletto, brutto e copiato.La seconda non è bruttissima, certo si poteva fare molto molto meglio.
    Apprezzo il riferimento storico della terza maglia anche se il gallo-verde è un accostamento di colori tremendo.
    Home 5
    Away 5.5
    Third 6.5

  • Blackandblue

    Buon lavoro di Givova, per la seconda maglia ci avrei visto bene un bel biancazzurro a quarti, come nella terza. L’unica pecca di Givova sono gli orrendi patacconi sulle maniche che fanno abbassare di un voto tutte le divise:

    home: 6-1
    away: 5-1
    third: 7-1

  • Giuseppe Milan

    Home: bellina.
    Away: Bellina anche questa
    Third: Non mi pace. Non mi piacciono i colori.

  • Tullio

    La giallo-verde è più adatta per il Palio di Siena!

  • passionemaglie.it

    Purtroppo sulla terza non abbiamo motivazioni. Anche quest’anno non è stato diramato un comunicato stampa.

    Sembra strano, ma è già un successo avere una fotografia decente.

    • DY

      Vedo che quest’anno il Chievo ha presentato le maglie già con gli sponsor sopra: niente secondo sponsor quindi? Perché anche l’anno scorso le maglie erano molto belle da “pulite”, ma poi col doppio sponsor perdevano tantissimo…

    • Marcomanno

      mi sembra che anni fa il chievo avesse una away verde con dettagli gialli..può essere per questo?

      • Flavio Maione

        ricordo un Napoli-Chievo della stagione 1999/00 con i clivensi in maglia giallo-verde

    • passionemaglie.it

      @Marcomanno
      L’articolo è stato aggiornato con tutte le informazioni sulle maglie.

      Il Chievo ha avuto davvero una maglia gialla e verde, ma il motivo è un altro come ha chiaramente detto Campedelli.

      • Marcomanno

        hai ragione, e pensare che insulto (mentalmente) sempre chi fa domande sciocche perchè non legge articolo… stavolta sono dall’altra parte della barricata. 🙂 pardon!

  • DY

    Prima maglia ormai ‘classica’ per il Chievo, in stile-Arsenal. Molto bella 😉
    Terza maglia particolare, mi piace 🙂
    La seconda maglia mi lascia invece un po’ interdetto :-S Avrei preferito si fosse continuato coi tradizionali colori bianco/celeste, lasciando le “sperimentazioni” del caso alla sola terza maglia.

  • Yesus

    da tifoso, visto le precedenti presentazioni già avere una foto delle 3 maglie è qualcosa di superlativo, per quanto riguarda le maglie, la 3 mi piace anche se non ha radici storiche, e anche la 2 non mi dispiace. Quello che può far storcere il naso sono ovviamente i colori di ambedue le casacche(2 e 3) ma per un anno le proverei. Dopo se i tifosi non piacciono cambieranno…

  • Matteo23

    Non mi piacciono molto le maniche con il blu che parte così in basso, mi danno la sensazione che la maglia sia larga e che stia male di spalle.
    In ogni caso molto semplice la prima, come ormai tradizione clivense: mi lasciano perplesso la figura sul fianco, che sarà ormai un classico ma personalmente mi ha stufato, e il colletto stile city, perchè è riprodotto malissimo e sembra largo, oltre ad essere una caduta di stile.
    La seconda maglia mi sembra una di quelle che si comprano nelle bancarella, dalle mie parti si chiamano “faiocche”, e avrei tolto le maniche nere, per attenuare questa sensazione di riproduzione asiatica.
    La terza a mio parere è incommentabile per la bruttezza dei colori scelti, oltre ad essere un modello poco funzionale.
    Spero in qualcosa di meglio per il Catania.

  • vigne

    campedelli è un appassionato di calcio inglese…la prima l’ ha voluta lui con le maniche blu per assomigliare all’ arsenal, la seconda è un riferimaento al notts conty e la terza a quella originaria dello united 🙂
    figata però 🙂

    la prima però non mi piace, io la preferivo tutta gialla…la seconda e la terza invece mi sembrano interessanti, anche se la terza non ha molto senso visto il colore 🙂

  • Ivan

    Maglie semplici e senza fronzoli, imho non sono male..
    A me la giallo-verde a quarti coi calzoncini neri piace molto, anche se ignoro le ragioni della scelta dei colori giamaicani.
    Sono d’accordo che una maglia col bianco e il celeste avrebbe meglio evocato la storia del club.

  • caggiamilan

    allora, se pensiamo che sono maglie legea, dobbiamo ammettere che, ok, non sono capolavori ma poteva andare peggio. se non aggiungono un secondo sponsor, potrei arrivare a dire che sono carine (nonostante non capisco il senso della terza maglia, cromaticamente troppo simile alla prima)

    • DY

      Sono maglie Givova.

  • http://www.lucamoscariello.it mosca

    va beh, il colletto umbro è poco male, meglio “ispirarsi” a chi può dettare stile piuttosto che a chi s’immagina omaggi a montagne o serpenti..

    La seconda da ,vedendo, l’impressione che lo scudetto vada sul fianco, e comunque è in secondo piano rispetto al logo fornitore è un pò pasticciata la lettura d’insieme tra le pinstripes

    La terza omaggia una delle più belle away della storia, quella del manchester ai tempi di Cantona, resta da capirne il motivo.

    Voto: pazienza

  • rudiger

    La prima è bella. Il colletto sarà pure copiato ma mi piace molto. Rispetto allo scorso anno hanno tolto upo’ di cavalli dalla divisa. Il disegno sul fianco ci puó stare, anche se preferirei che ingrandissero lo stemma (così non servirebbe quello sul fianco), magari senza contorno, come il toro del torino.
    La seconda e la terza non sono male, ma niente di che. Unico difetto comune a tutte la scrittona givova in primo piano: più sono pulite le divise, più si nota.
    Come commento alla cura prestata alla presentazione (di una maglia di serie a, vorrei ricordare) la faccia dei due manichini laterali vale più di tante parole.

  • Matteo

    Non me ne vogliano i tifosi del Chievoverona ma, salvando la prima maglia, a mio parere la seconda e la terza sono improponibili!!!

  • matteo18

    La prima è buona, la seconda mi sarebbe piaciuta se al posto del nero avessero usato l’amaranto dello scudo. La terza non ho letto molti commenti ma vorrei capire cosa ci incastra

  • francesco

    mmmm…non mi convincono, però, prima di dare un giudizio definitivo, vorrei vedere qualche altra immagine, magari con i dettaglio in evidenza. A mio avviso, le migliori maglie del Chievo le ha fatte la Joma. Comunque, da un veloce conteggio, l’anno prossimo nel campionato italiano avremo tantissimi maglie “italiane”:
    5 kappa – Roma, Sampdoria, Torino, Cagliari e Siena
    3 macron – Lazio, Napoli e Bologna
    3 erreà – Atalanta, Pescara e Parma
    2 givova – Chievo e Catania
    1 legea – Udinese
    1 lotto – Genoa
    15 su 20 è tanta roba (nell’era della globalizzazione in cui solo le grandi multinazionali fanno affari mi sembra un risultato in controtendenza)

    • delfo

      vada per kappa ed errea! il resto me lo sarei risparmiato volentieri:) con lotto che a genova secondo me non ha fatto un lavoro pessimo..sono i logoni argh a rovinar tutto

      • GianGio87

        quindi pure macron secondo te è pessima dopo i buoni lavori che sta facendo e la sua lenta ma inesorabile espansione nel resto d’europa

        • delfo

          “che sta facendo e la sua lenta ma inesorabile espansione nel resto d’europa” – francamente io ho difficoltà a capire il nesso tra questa considerazione da parte tua ed il discorso prettamente estetico che faccio io . a me esteticamente parlando macron non fa impazzire e non ho intenzione di farmela piacere in virtù dei traguardi raggiunti dall’azienda. macron mi piacerà quando sfornerà maglie a me gradite o quantomeno maggiormente gradite.

        • delfo

          “non ho intenzione di farmela piacere in virtù” sostituiscilo con “non capisco perchè debba farmela piacere in virtù”

    • FERT

      ad oggi non è un gran vanto avere 15 maglie su 20 italiane……non reggiamo il confronto con gli altri paesi..quanta gente vedi in tribuna a Siena,Cagliari,Udine,Parma..per citarne qualcuna con la maglia ufficiale della propria squadra dell’anno corrente ??
      E poi…non per rientrare nel solito discorso….ma a delle maglie come quelle del Chievo (2012/13,)i patacconi Lotto del Genoa, le maglie Legea dell’Udinese…preferisco sempre le cosidette maglie da catalogo Nike o Adidas.

      • dvd88

        io invece credo che in questo momento di crisi sia un buon modo per quanto possibile alle società di incentivare il made in italy … Detto questo non giustifico lavori tipo legea che l’anno scorso con udinese e palermo ha fatto degli obbrobri

    • pongolein

      15 su 20 italiane…
      motivo d’orgoglio per i nostri brand che la fanno da padroni nella serie A, o sconfitta del nostro torneo che non è in grado di attirare importanti sponsorizzazioni tecniche internazionali???
      ai posteri…

      • DY

        Ti ricordo che nei “gloriosi” anni ’80 della Serie A, la nostrana NR la faceva da padrone…
        Oggi puoi anche vederla così: piccole aziende italiane (Macron su tutte) che riescono a lottare alla pari, in Italia e anche in Europa, con le grandi multinazionali.

        • pongolein

          negli anni 80 forse il calcio era un prodotto ancora meno, o meglio, non del tutto “globale” ed era quasi normale che i partner tecnici dei club erano aziende italiane. Il raffronto lo possiamo fare rispetto agli anni di maggior ricchezza del nostro calcio, diciamo seconda metà degli anni 90 e primi anni 2000… in ogni caso, diciamo a occhio, la componente di divise “italiane” nella nostra serie A è stata quasi sempre preponderante. Anche perchè abbiamo aziende di tutto rispetto nel campo

        • Ste79

          ma NR esiste ancora?

    • FERT

      hai detto bene…negli anno 80′ si poteva competere….poi avvisami quando legea o lotto lotteranno alla pari con le grandi multinazionali….(e anche Macron….alcuni ottimi lavori certo, ma anche maglie da 2a Categoria intendiamoci….la strada è lunga ..parecchio)

      • DY

        Lascio perdere Legea che personalmente rappresenta il peggio del peggio… Lotto purtroppo si è persa per strada, perché fino a fine anni ’90 realizzava maglie di assoluto livello, anche migliori di Nike/Adidas. Macron fa anche delle maglie da 2a categoria, ma con le squadre dei massimi campionati si è sempre impegnata, realizzato degli ottimi lavori. Givova, quando si impegna seriamente (vedi Chievo) realizza delle maglie belle e originali. Erreà fa il suo, e nel suo piccolo fa delle buone maglie. Le ‘delusioni’, se vogliamo chiamarle così, sono Kappa e Diadora, che obiettivamente potrebbero fare delle maglie ben migliori.

        Poi sarebbe anche il caso di guardare un po’ fuori dal nostro orticello: in questo momento sono solo 2 i ‘colossi’ che dominano il settore: l’americana Nike e la tedesca Adidas (Puma la metto un gradino dietro)… e poi? Personalmente, non ritengo affatto che marchi come Joma, Kelme, Uhlsport, Le Coq Sportif, eccetera realizzino maglie migliori di quelle italiane.

  • Pass91

    http://www.tggialloblu.it/pages/330857/chievo/presentazione_chievo.html

    Guardatevi questo video. Verso la fine Campedelli spiega il perchè dei colori.
    La seconda è ispirata da un “film di baseball di cui è meglio non dire il nome” mentre la terza prende ispirazione dal Manchester Utd e da questo Newton Heat (?).

    Ora dico io, va bene la passione per il calcio inglese ma… perchè cambiare le maglie del Chievo con quelle di squadre inglesi?
    Cmq l’anno prossimo potrebbe prendere ispirazione dal Manchester City così avremmo finalmente la prima maglia bianca e celeste! 😀

    • DY

      Ora tutto torna: il Newton Heath FC, il primo nome del Manchester United quando venne fondata la squadra nel 1878:
      [img]http://www.sportswarehouse4u.com/ekmps/shops/sportswarehouse/images/newton-heath-1892-retro-football-shirt-4643-p.jpg[/img]

    • Paolo

      Scusa, Campedelli ha quindi fatto intendere che le seconde maglie del Chievo sono state ispirate da quelle dei NY Yankees? O.o

    • robmcmlxxvi

      Certo che se Campedelli voleva che la terza maglia fosse un tributo al Manchester United, avrebbe potuto sceglierla rossa, in questo modo avrebbe avuto una maglia sufficientemente diversa dalla prima.

  • Gianluca

    Buona la prima, a parte il colletto orrendo. La seconda è stile NY Yankees secondo me. Non è malvagia. La terza fa ridere, ma che senso ha una maglia gialloverde se la prima è gialla?

  • fgx

    orribile tutto, givova la peggiore di tutte e levate la scala dalle maglie non potete metterlo

    • DY

      Provo a indovinare… sei dell’Hellas! 😀

  • elkan

    dopo le parole di Campedelli sulle motivazioni della II e III maglia bisogna aprire un dibatitto..

    ma si possono scegliere le maglie così’perchè il presidente vede un film
    piuttosto di un altro?

    mi sembra una cosa indice della bassissima considerazione che si da al prodotto maglia in Italia..TRAGICOMICO!

    • DY

      Io non sarei così netto: stiamo pur sempre parlando di seconde e terze maglie, divise con cui è lecito sperimentare. Sarei stato d’accordo col tuo pensiero se ciò fosse stato fatto anche alla ‘sacra’ prima maglia, ma non è stato così. Io sono ben felice di vedere un presidente davvero appassionato di maglie, e che prende spunto da tutto il mondo per proporre ogni stagione delle divise originali (e il mio è un giudizio spassionato, non essendo un tifoso del Chievo).

    • Pass91

      è un po’ un leitmotiv di Campedelli perchè è dagli anni 90 (è presidente dal 1992) che “disegna” personalmente le maglie, soprattutto quelle celebrative per i derby che giocammo in serie B.

      certo, secondo me si potrebbe fare con la terza, visto che l’anno scorso è stata usata 2 volte. per la prima e la seconda vedo necessario l’uso del gialloblu (come effettivamente succede) e del bianco-celeste o dei quadri bianco-blu (come effettivamente non succede).

      • elkan

        la maglia da baseball ripresa è forse quella dei WHITESOX ?! spero che il film cha ha visto Campedelli di cui non cita il nome non sia “Major League” noto film demenziale in cui il proprietario del club vuole far fallire la propria squadra che invece vince il campionato..

  • Hendry

    Le maglie seppur non bellissime non sono male.. quello che mi lascia perplesso è la presentazione! I manichini sono tristissimi, almeno gli potevano mettere le mani dritte!! Siamo lontanissimi dai livelli di germania e inghilterra sotto l’aspetto del lancio dei prodotti.

  • Best

    Non condivido le critiche a Campedelli, ce ne fossero di presidenti così interessati alle maglie della propria squadra. Seppur non disponendo di grandi mezzi, spesso il Chievo propone qualche maglia ‘insolita’ (avorio, nera, blu con pantaloncini neri, celeste, etc.) proprio come fanno le squadre inglesi di cui Campedelli è un appassionato (basti pensare ai tanti colori che si sono alternati nelle maglie away e third dell’Arsenal negli ultimi 5 anni).
    Senza nulla togliere a nessuno, sono dell’idea che il binomio Chievo-Macron (vista l’esperienza in terra inglese) potrebbe produrre delle maglie bellissime.

  • Lee

    La terza maglia ricorda la terza del Man Utd 92-94: http://fes-retro.blogspot.it/2011/03/199294-mufc-third-kit.html

    • http://www.marcellinux.it Marcello Cannarsa

      ma quella era una signora maglia…
      lavoro pessimo per tutte e tre le maglie del chievo

  • Lukiz1992

    nel complesso givova ottiene la sufficenza… nelle maglie da trasferta le novita sono sempre ben accette

  • sergius

    Prima sufficiente, simile ma un passo indietro rispetto a quella della passata stagione. La away non è brutta ma non la capisco, la terza gialloverde a quarti di per se non è brutta ma non ci azzecca niente col Chievo.

  • marco

    bella presentazione cmq, 3 manichini a casa Campedelli(?) con le tende di mia nonna dietro. salvo solo quella in stile baseball, quella arlecchino finto united d’epoca e’ veramente brutta. la prima scialba.

    l’idea di fondo mi piace, sperimentare sulle 2-3. Ma una presentazione cosi’ e’ insulsa.

  • Biagio

    Io le trovo belle e innovative, voglio vedere la terza durante le partite!

    • Flavio Maione

      innovative?! se ti piacciono ok, de gustibus, ma dire che sono innovative è un pizzico esagerato.

  • ccc

    ok la prima, non mi piacciono le away trovo fuori luogo i richiami inglesi della third e al baseball della seconda.
    voti:
    home:7
    away:5,5
    third:6=

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    A me piacciono.
    Givova ha lavorato bene.

    Diamo a Cesare quello che è di Cesare

  • Swan

    Vedere la presentazione delle maglie su quei manichini mi mette una tristezza infinita. In Inghilterra neanche una squadra di Conference farebbe una cosa così scialba, alla faccia dell’invogliare i tifosi.
    Di queste maglie apprezzo il fatto che il Chievo, probabilmente grazie a Campedelli, abbia spesso nuove idee riguardo alla away e la third ma la realizzazione mi sembra di bassa qualità in pieno stile Givova.
    La home e’ da sbadigli, unica modifica il colletto. Non sarei sorpreso se anche il font sarà lo stesso che usano da 50 anni a questa parte.

    • Pass91

      Comunque noto che quando c’è da puntualizzare sulle pataccone degli sponsor tutti lo fate presente, ma in questo caso nessuno nota come gli sponsor siano semplicemente perfetti! 🙂

  • rigabarba

    bhe diciamo che la prima è classica, piccole variazioni di anno in anno, come è giusto che sia a mio avviso, se la maglia è così non è che la si possa stravolgere, forse avrei curato meglio i particolari però.

    per le altre due non sono incredibili, cmq secondo me è fantastico che un presidente intervenga in modo così importante sulla progettazione della maglia…….penso che lui rappresenti il sogno di molti di noi, cioè quello di avere una squadra e vedere realizzate su di essa le nostre idee!!!!

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    potete spiegarmi come fate a vedere la realizzazione dei particolari da questa foto?

  • passionemaglie.it

    Articolo aggiornato con le dichiarazioni di Campedelli.
    Grazie a “Pass91″che ha segnalato il servizio del TG.

  • http://yahoo.com Eugenio

    La home é carina,la Away senza quelle righe sarebbe stata bella, e la third presenta una bella iniziativa ma il colletto e la scritta GIVOVA le dovevano fare gialle forse.
    VOTI:8 6 7

  • jak

    insomma la seconda e terza maglia l ha fatte così perchè piacciono a lui,sono prive di senso prive di colori societari

    • Ivan

      Beh, anche la away rossa dell’Inter non ha significato alcuno…

  • andreahellas

    Un lavoro che nel complesso segue la linea base di una squadra in costante ricerca di un’identità. nasco biancoazzurro e rosso, mi trasformo in gialloblu perchè è il colore della squadra cittadina piu amata e conosciuta,
    all’occorrenza mi faccio la maglia gialloverde perchè il presidente adora il manchester. l’anno prossimo proviamo il nerazzurro dell’inter, per la gioia di campedelli?
    Non sminuirei la questione dei simboli, visto che certa gente (sponda Hellas) li ha tatuati sulla pelle dagli anni 80 (il cangrande della scala era il simbolo della GIOVENTU SCALIGERA, un gruppo della Curva Sud). Critichiamo tanto di società che cambiano colori e stemmi per motivi di marketing (e quello del chievo non lo definirei diversamente). comunque onde evitare di essere ripreso ed andare fuori topic, confermo il parere che siano maglie scialbe e bruttine, brutte copie di chi e qualcosa.
    decisamente migliori erano quelle dell’anno scorso. Nota positiva è il ritorno di Paluani come sponsor almeno sulla terza, che alla pari di Pirelli per l’inter è quello che piu identifica il chievo.

    • DY

      «…Non sminuirei la questione dei simboli, visto che certa gente (sponda Hellas) li ha tatuati sulla pelle dagli anni 80…»
      Scusa, ma che discorso è? Certa gente (sponda Chievo) li aveva già sulle proprie maglie cinquant’anni prima… ci sono le foto, ci sono i documenti: il simbolo della Scala era già presente sulle maglie del Chievo fin dagli anni ’30, mentre l’Hellas incominciò ad utilizzarla solo negli anni ’70.
      Riprendendo il commento di un altro utente, se l’Hellas vorrà tornare a rivaleggiare alla pari coi “cugini” dovrà darsi da fare più sul campo e meno con queste polemiche…

  • ferro

    lavoro sufficiente per givova,home secondo i canoni, senza strafare , away ben fatta, ma non di mio gusto, bella la terza per abbinamento di colori, ma del tutto senza senso.

  • Enea

    CHE SCHIFO!

  • pongolein

    oscar a campedelli per le motivazioni…ma nemmeno quegli dello united vorrebbero una maglia così, perchè affibbiarla ai clivensi?? Qualche anno fa per la protesta contro i vari glazer era uscita una sciarpa di quei colori come simbolo della tifoseria di manchester…primo e unico riferimento che in 25 anni ho visto delle origini gialloverdi del club!
    e ora questo gli fa una maglia…MAH!

    • Flavio Maione

      nelle stagioni 1992/93 e !993/94 lo United aveva una terza maglia gialloverde proprio come quella delle origini, quindi le sciarpe non sono l’unico riferimento. Per il resto sono d’accordo con te.

  • corry_32

    la 2a è spettacolare!!! la 3a mi ricorda quella anni 90 del man utd della umbro,che celebrava appunto le prime maglie di quella squadra…cmq non mi dispiace!

  • Enea

    Sembrano fake orribili…bruttissime!

  • Baronetto di Marca

    Mi piace la semplicità della prima maglia e sono contento non ci sia alcun co-sponsor (credo almeno per ora) anche se quello della passata stagione non era chissà quanto invasivo.
    Trovo interessanti le altre 2 anche se non sono pienamente d’accordo nella scelta a seconda dei puri gusti del presidente senza rispettare la tradizione.

  • Antonio

    La prima è sempre stata uguale: VOTO 4
    La seconda è uguale alla prima solo che ci sono delle linee di piccolo spessore e cambiano i colori: VOTO 7 e mezzo
    La terza è la più brutta maglia che io abbia mai visto: VOTO 1

    • Alessio

      Fammi capire: se una maglia resta negli anni uguale a se stessa merita un 4?

  • piersamedi

    delle tre, quella che mi piace di più è la seconda: l’idea delle striscie piccole e l’ispirazione al baseball mi piacciono!
    la prima è banale, ce ne sono state di più belle. tra l’altro il chievo ha la particolarità del Cangrande a cavallo, nessuna maglietta sarà simile alla sua, quindi potrebbe usare un pò + di fantasia!
    sulla terza mi riservo di commentare, alla fine potrebbe anche piacermi! 😛

  • Cris

    Non mi fanno impazzire ma sono i lvori migliori di Givova. Secondo me lo sponsor principale rovina parecchio una maglia non eccezionale ma comunque gradevole

  • mik

    ma che porcata è?? cioè se al presidente Campedelli piacessero le maglie della Samp, il Chievo potrebbe avere le maglie blucerchiate la prossima stagione??

    Dai, ogni squadra dovrebbe avere una propria identità precisa…

  • squaccio

    A parte la prima, sto cercando di capire le altre 2.
    Il Chievo di solito non ha mai seguito schemi fissi per le seconde e terze maglie come le squadre inglesi tanto care al presidente Campedelli.

    Sinceramente non mi piace nessuna delle 2.
    A me piaceva di + quella celestina, o al limite quella panna.

    La 3a, non è la prima volta che il Chievo usa questi colori, se fate una ricerca lo noterete anche voi.

  • Blackandblue

    Beh, ringraziate che Campedelli non abbia visto il Tour de France, altrimenti si sarebbero ottenute cose come questa: http://www.sportlive.it/pictures/20090713/maglia-pois.jpeg

    😀

    • Miche

      🙂

  • Miche

    …questa poi delle maglie dettate da certi “pruriti” dei presidenti proprio mi mancava. Penso ad un ipotetico neo-presidente, ad esempio della Roma, di origine Uruguayana e tifoso da bambino del Manchester City…bah? …nel complesso Givova cresce, ma le manca ancora un tot!

  • Roberto

    La terza è BELLISSIMA!!!! Ricorda da vicino quella away del Manchester United 1993/94… Stupendi anche i pantaloncini neri!!! La seconda non mi piace per niente, la prima è sostanzialmente normale e in linea con gli anni scorsi

    Voto prima maglia: 6
    Voto seconda maglia: 4,5
    voto terza maglia: 8

  • Luca_R

    Considerato che non credo la vendita maglie fornisca entrate importanti, il fatto che il Presidente del club decida sulle maglie in base a simpatie e’ accettabile. Forse quest’anno vedremo molti esemplari della terza maglia sugli spalti dell’Old Trafford.

  • ciguy

    PRIMA MAGLIA: Mi accodo a quelli che invitano Givova a rinnovare un pò (nei dettagli) il design della prima maglia, un pò troppo immutato negli ultimi anni, ma comunque nel complesso non male: voto 6

    SECONDA: A quanto pare sono tra i pochi che l’apprezza, e anche parecchio! voto 7

    Questione Campedelli. Non capisco perché se Moratti vuole vendere più maglie in cina e decide di fare la seconda dell’inter in rosso, bene o male la si accetta.
    Se Galliani non vuole più la terza nera perché secondo lui porta sfiga, e allora ben venga la gialla.
    Se Spinelli vuole la terza del Livorno gialla perché lui è scaramantico, allora venga la gialla etc etc.
    Insomma, si è sempre detto che sulla seconda e, a maggior ragione, sulla terza si può sperimentare (anzi, per me si DEVE!), ora che senso hanno tutte ste critiche?
    Per di più in società che, come il Chievo, abbiamo visto che hanno una visione dei propri colori sociali ben poco rigida, rispetto alla tradizione.
    Insomma, mi vengono da dire solo due parole: BRAVO CAMPEDELLI.

    • Roberto

      Condivido in pieno! La seconda a me non piace perchè detesto le righine verticali, in qualsiasi maglia… Ma questi sono gusti personali! Cmq l’avrei vista meglio blu, per staccare maggiormente dal giallo della prima!

    • Pass91

      cmq io non darei la colpa a Givova. Secondo me è la società che decide il disegno e dal 2002-2003 Campedelli ha deciso di fare corpo giallo e maniche blu.
      Certo, le differenze non possono essere molte perchè lo stile è sempre quello.
      Panoramica delle maglie del Chievo 2002-2012
      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=308700049170673&set=a.118448751529138.9739.112064242167589&type=3&theater

    • Ivan

      Quoto Ciguy.
      Luca Campedelli è uno dei pochissimi presidenti che ha cura e interesse per le divise della propria squadra.
      Se è vero che tutte le opinioni sono legittime è altrettanto vero che bisogna giudicare secondo parametri identici, che valgano per tutti e non solo per il Chievo.

  • Gluko

    Di primo acchito sembrano bruttine,invece più le guardo e più mi convincono…
    la home è un classico, ma con pochi accorgimenti resta accettabile( sbaglio o lo sponsor diventa sempre più grande?);
    la away all’americana voglio vederla meglio..è un’idea che non dispiace;
    la 3^ è vero è un “prurito” del presidente, ma tutto sommato sarà divertente vederla in campo…
    Giudizio complessivo: un bel passo avanti per givova, bravi 7

  • hangingjudge

    per quanto riguarda la questione delle maglie scelte dal presidente…mi piace la citazione di un altro club o addirittura di un film, fa molto old-school, ma visto i tempi preferirei citazioni meno “letterali”…che ne so per esempio una maglia stile baseball ma con il bianco-azzurro originale del chievo, o una maglia a quarti gialloblu per la coppa italia (anche se a quel punto sarebbe stata più una citazione della Roma del 2001, effetto magari evitabile con laccetti e un taglio vintage…)…la maglia gialloverde comunque mi intriga, ma citare così spudoratamente quella dello United è più da squadra svedese o di serie C2…insomma nettamente minore, alla fine il Chievo milita da anni in uno dei campionati più importanti d’Europa…

  • Biagio

    A me personalmente la terza piace, non capisco perchè tutto questo disprezzo!!

    • mik

      attenzione, non ho detto che è brutta… dico solo che col Chievo non ha nulla a che fare.

  • riccardo morgigno

    campedelli era presente all’old trafford nel 7-1 del man united sulla roma. l’ho incrociato fuori dallo stadio alla fine della partita.

    • rudiger

      Felice o affranto?

  • Vladimiro Clericetti

    Critiche eccessive. Sono pulite ed ordinate.
    Sei colori poi sono un’idea del presidente lo sponsor puo’ farci poco.

    • http://www.forzatoro.net AlessandroP

      sono d’accordo

  • Titlos85

    la 3.a può piacere o meno ma è cmq ‘inutile’ (o quasi…) essendo per metà gialla (colore principale della prima)

  • Jacopo

    La terza è davvero orribile a vedersi

  • Pass91
    • Bastian

      I numeri sembrano simili a quelli usati dal Bayern del mio amico Schweinsteiger:

      [img]http://img256.imageshack.us/img256/7985/sche.png[/img]

  • FrankieRust

    Solita la home, discreta la away, ma la terza..Persino il manichino sembra depresso per l’obbrobrio che gli hanno messo addosso..

  • ge

    la prima ci sta anche… la seconda già meno, per quanto riguarda la terza bella idea, nobili propositi, ma è proprio brutta… sembra la maglia di un fantino…

    • alessandro

      infatti la terza sembra è un pugno nello stomaco

  • alessandro

    e oltre a questo i colori la fanno somigliare alla divisa della giamaica:(

  • Simo

    Salve
    vorrei sapere il nome del font usato per i nomi
    grazie

  • delfo

    home : 5-
    away : 4,5/5-
    3rd : 5,5

    SOBRIE MA TROPPO “UMBREGGIANTI”.

  • William

    La prima è un pò troppo povera.
    Ma Mi piacciono molto la seconda e la terza.
    Approvo queste due.

    Il font poi è bellissimo! 🙂

  • http://goalislife.blogspot.com TheRealZulie

    Io sono un ‘romantico’, per cui preferivo quelle dell’anno scorso (la terza riprendeva la divisa originale dei Chievo), però sono simpatiche queste così ‘alternative’…