SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Si è tenuta nella sala della Conciliazione del Comune di Assisi la presentazione delle nuove maglie per l’AC Perugia, dedicate a “Perugiassisi 2019” città candidata a Capitale Europea della Cultura. All’incontro erano presenti il presidente dell’AC Perugia Roberto Damaschi, il sindaco di Assisi Claudio Ricci e l’assessore allo sport del Comune di Perugia Ilio Liberati.

Maglie AC Perugia 2012 - Perugiassisi

La divisa è quella del “Perugia dei miracoli“, a cui è stato aggiunto un Grifo rampante sulla parte anteriore e il logo di Perugiassisi sulla manica sinistra.

Noi abbiamo sempre detto che il calcio è l’espressione di un territorioha affermato Roberto Damaschie questa è l’ennesima dimostrazione che crediamo in quello che facciamo e diciamo. Perugia e Assisi sono indubbiamente due città importanti della nostra Regione e abbiamo deciso di voler contribuire, nel nostro piccolo, a veicolare in giro per l’Italia il logo che rappresenta questa candidatura. L’auspicio – ha concluso il presidente biancorosso – è che ‘Perugiassisi 2019’ possa essere vincente come l’ultima stagione calcistica del nostro Grifo“.

 

Non è stato specificato nel comunicato, ma in una fotografia si nota che il produttore è Tecnosport, titolare del noto marchio Galex, azienda perugina fondata nel 1995 da Alessandro Gaucci.

In foto i calciatori indossano anche calzoncini e calzettoni targati Puma.

Vi piace il simbolo del Grifo così evidente sulle nuove maglie del Perugia?

Photocredit: acperugiacalcio.itquotidiano.net

  • Simone

    Fanno molto anni ’80.
    Il grifo poteva essere serigrafato, secondo me sarebbe stato meglio. E poteva anche essere rosso lo sponsor sulla seconda.
    Ma tutto sommato sono belle.

  • http://pietrodambrosio.blogspot.com pietro_d

    ma la coccarda tricolore?!?

    • fabimpara

      Han vinto lo scorso anno la coppa italia dilettanti

  • catoblepa

    Splendide, non mi sento di aggiungere altro.

  • squaccio

    Belle ma non capisco perchè le maglie siano di una casa e calzoncini e calzettoni di un’altra.

  • rudiger

    Mah… Se metti un’immagine cosí imponente sulla maglia, che senso ha che stia su un lato e per metà nei pantaloncini?
    All’elenco delle ricorrenze ed eventi improbabili aggiungerei la “presentazione di logo di candidatura” per qualcosa che accadrà nel 2019, tra otto anni!
    La maglia in generale mi lascia freddino ma non è male. A parte le scritte “perugia” sugli stinchi: mai capito a che serve ‘sta cosa.

  • Ciccio

    e come mai il portiere ha una divisa PUMA? 🙂

    • passionemaglie.it

      E’ scritto nell’articolo, il Perugia veste maglie Puma da catalogo Teamwear.

  • mosca

    Non capisco l’inserimento di puma ma mi auguro si faccia da parte quanto prima lasciando la maglia un prodotto italiano.

    Detto questo la divisa ricorda quella degli anni di A, ho qualche riserva sui tessuti che da qui sembrano lucidi. I calzettoni sono diversi tra home ed away, ed è brutto, avendo invece le maglie un template uguale.

    Inconsueta ed un pò patetica la dedica a ciò che accadrà nel ’19, che in oltre è in barba alla scaramanzia..

  • elkan

    dai maglia guardabile!

  • GrifoRobot

    Concordo sul fatto che il Grifo era molto meglio se serigrafato. I dettagli non sono male… Da quello che ho capito sono maglie che verranno indossate solo in alcune partite e comunque lo sponsor tecnico rimane Puma… magari tornasse la Galex di una volta, che faceva ottime maglie

  • ccc

    veramente belle!
    classiche, davvero spettacolari con il grifone rampante

  • Stefano

    carina, ma non avrei cambiato griffe a metà stagione. (va beh la maglia Puma era della scorsa stagione, ma era abbastanza carina)

  • http://www.marcellinux.it Marcello Cannarsa

    Molto vintage, e molto semplici…

    10 e lode a tutte e due le maglie

  • FDV

    L’opinione sulle maglie è la stessa della scorsa stagione. Ottima l’idea, con qualche riserva sulla realizzazione, ma certamente promosse. L’ aggiunta del grifone in basso a destra aggiunge all’anima del Perugia dei miracoli, quella del Perugia di Gaucci, dunque memoria storica unita a quella più recente di un periodo comunque importante della storia del club, con tanta serie A ed una capatina in Europa. Effettivamente l’impatto del disegno poteva essere alleggerito. Peró la sua aggiunta è senz’altro dovuta alla presenza sul cuore dello scudetto del club e non dello storico grifone libero da scudi.

    La presenza della coccarda paradossalmente peggiora la maglia, facendola assomigliare ad una maglia da bancarella ancora di più rispetto a quella della scorsa stagione che da quel lato era vuota.

    Sullo stemma della candidatura della città a capitale europea della cultura 2019 non vedo nulla di male, anzi è doveroso che tutti gli enti in vista della città contribuiscano al raggiungimento dell’obiettivo.

    Riguardo la Galex, auspico un suo ritorno. Era un esempio di piccola azienda italiana con gusto, creativita e professionalità. Caratteristiche che pochissime italiane al momento possono vantare.

  • Alessandro

    A parte il grifone, la maglia e i bozzetti saranno sicuramente quelli dello spareggio 2003-2004 con la Fiorentina

  • Torto #13

    A me piacciono davvero tanto come maglie, fanno molto anni ’70/’80. Il grifone non mi disturba, anzi valorizza una maglia che se no sarebbe sembrata più anonima; mi piace anche la coccarda della coppa Italia. Unico aspetto negativo l’assenza del lettering e/o marchio dello sponsor tecnico, così com’è la maglia sembra da bancarella.
    Buona l’iniziativa per sponsorizzare la candidatura di “Perugiassisi 2019″ a Capitale Europea della Cultura.

  • salvatore

    Il progetto è buono nel giro di n paio d’anni ce li ritroveremmo dove forse piu competono(nelle 2 leghe o A o B).La maglia e bella mi piace tanto concordo sullo sponsor della seconda doveva essere rosso nn arancione,ma nel complesso,davvero belle !

  • ferro

    a me piaciono, maglie classiche con un tocco di personalita’ che non disturba ( il grifone sul fianco). per la cronaca: quella originale era della umbro (tanto per cambiare quando si parla di cose belle….)
    [img]http://img10.imageshack.us/img10/9846/vannini.jpg[/img]

  • italia30

    classiche.

  • rudiger

    [img]http://img10.imageshack.us/img10/9846/vannini.jpg[/img]

    • rudiger

      … Immagine postata da ferro
      Commento: umbro però non ha messo il grifone sul fianco 🙂

  • William

    La maglia è molto carina e con quel grifone grosso ricorda molto la maglia del Perugia di Nakata (che io ho in collezione tra l’altro).
    L’avrei preferita senza grifone grosso e con lo storico rapace sul petto al posto dello stemma societario.
    Trovo infine una cafonata fare le maglie di uno sponsor tecnico ed i pantaloncini di un altro… Mah!

  • Giuseppe

    Qual’è lo sponsor tecnico? non sono per niente belle comunque.

  • http://insertdiscnow.wordpress.com/ Jaaak87

    Bellissime e dal forte sapore storico, anche se il grifone sul fianco è troppo invadente

  • sergius

    Un bel ritorno al passato glorioso, si direbbe. Non eccezionali ma accettabili.