SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

L’Empoli FC ha rinnovato per la stagione 2009-2010 le proprie divise confermando il rapporto di sponsorship con Limonta Sport e Computer Gross, nonché la collaborazione con il partner tecnico Asics.

Realtà che unisce il dinamismo di una società orientata alla scoperta di giovani talenti al valore di una storia ormai quasi novantennale, il sodalizio azzurro ripropone nella grafica delle proprie maglie questo connubio fra innovazione e tradizione: nate da un’idea di Gianni Assirelli (responsabile comunicazione Empoli FC) sviluppata da Gianmarco Lupi (responsabile marketing Empoli FC) e Massimiliano Ciabattini, le nuove divise guardano al passato reinterpretandolo in chiave contemporanea.

LA GRAFICA DELLA NUOVA MAGLIA AZZURRA

Prima maglia dell'Empoli 2009-2010Le linee ed i colori della prima maglia ‘09-‘10 riprendono il rigore delle divise dell’Empoli di fine anni ’40 inizio anni ’50, con colorazione di fondo uniformemente azzurra e sobri inserti bianchi. Un tocco vintage viene conferito dal colletto, ispirato all’estetica delle divise calcistiche di inizio ‘900, che riporta sul retro la scritta “Since 1920”, mentre due elementi grafici in bianco, collocati ai lati della parte inferiore della divisa, incastonano il “cuore” azzurro della maglia conferendole un aspetto compiuto e strutturato anche quando indossata fuori dai pantaloncini. Nuova inoltre la grafica delle personalizzazioni, perfettamente integrata nel quadro generale della divisa, che unisce funzionalità, sobrietà e cura del dettaglio: chiaramente leggibile, dalle linee geometricamente essenziali ed impreziosita dalle finiture argento di bordi e stemma sociale.

LA SECONDA E LA TERZA MAGLIA

Seconda maglia Empoli 2009-2010 La terza maglia dell'Empoli FC 2009-2010

La seconda maglia si presenta nella consueta colorazione bianca con inserti azzurri, riprendendo le linee ed i motivi della divisa principale in termini di stile, mentre la terza propone un colletto a “V” e rispolvera il colore giallo che aveva accompagnato le positive stagioni ‘04-‘05 e ‘05-’06. Per entrambe è previsto l’impiego delle personalizzazioni nella combinazione cromatica azzurro e argento.

I MATERIALI

Nome e numero utilizzati sulla maglia dell'EmpoliGrande attenzione è stata posta nella selezione dei tessuti e delle finiture, nell’ottica di vestire secondo le migliori condizioni di comfort l’atleta come il tifoso e di coniugare la qualità del prodotto con il risultato estetico.

Asics ha adottato inserti traforati ed elasticizzati lungo i fianchi, prevedendo invece per la parte frontale una soluzione a nido d’ape in grado di garantire ottimali caratteristiche di vestibilità e traspirazione. Gli sponsor “Limonta Sport” e “Computer Gross” sono applicati in flock, con effetto “velluto” al tatto, unendo doti di durabilità e pregio, mentre i loghi del partner tecnico sono stampati nella prima e nella seconda maglia ed applicati nella terza. Infine le personalizzazioni, realizzate in materiale plastico estremamente sottile ed al contempo in grado di sopportare le sollecitazioni imposte dall’utilizzo in gara.

Tradizione e memoria nello studio della grafica, innovazione e tecnologia nelle soluzioni tecniche: questo il connubio che rende le nuove maglie dell’Empoli FC non un semplice capo d’abbigliamento sportivo all’avanguardia ma qualcosa di più, qualcosa di pensato per l’Empoli ed i suoi tifosi, qualcosa in cui riconoscere un simbolo della propria passione e attraverso cui affermare orgogliosamente l’appartenenza a questi colori.

Autore: M.C.

Photocredit: Gianni Nucci, fotografo ufficiale Empoli Calcio

  • Adriano B.

    lo stile della maglia è molto bello, mi piace questo colletto diverso dal solito, molto particolare.

  • mario

    asics si è sempre distinta per la cura dei particolari e il massimo livello nella elaborazione dei tessuti, con l’empoli x la stagione 09/10 ha fatto davvero un ottimo lavoro sotto tutti i punti di vista, strano che un brand che fino a pochi anni fa monopolizzava il mercato sponsorizzando moltissime squadre(almeno in italia) non sia più così presente.

  • como_bhoy

    Molto caratteristici nome e numero, affascinante la ripresa della divisa anni ’50 (e per il colletto di inizio ‘900) per la maglia!
    La passione e la competenza spesso sono fondmentali per la riuscita di un progetto significativo come questo!

  • Alessandro

    Davvero interessante questo colletto stile coreana e gli inserti bianchi sui lati che sfilano la figura. Peccato che gli sponsor sciupino un po’ tutta questa eleganza.

  • passionemaglie.it

    Ringrazio nuovamente M.C. per la scrittura dell’articolo, così ricco di dettagli sulle nuove maglie empolesi.

    I risultati sono garantiti quando viene coinvolto un tifoso appassionato!

  • the_pickwick_pub

    L’estetica si può sempre discutere, de gustibus, l’importante è che dietro una maglia (specie la prima) ci sia sempre alle spalle una ricerca storica, un significato, un “perchè” ponderato.

    • Adriano B.

      Giusto giusto giusto!!! E propongo un ritorno alla semplicità per tutte le marche produttrici!!!!!

  • http://www.maglieinrete.it nino

    cito sia l’admin che l’autore: quando viene coinvolto un tifoso appassionato, i risultati sono garantiti…. ed è molto bello quando una maglia ha una storia, una ricerca dietro… e non solo logiche di marketing… spesso molto dubbie!

    complimenti max!

  • Sir Tristano

    Che bello un articolo anche sulle maglie della B, a quando uno sul Torino che è la mia squadra? Le nuove maglie dell’Empoli sono molto carine e, leggo dall’articolo, con un fondamento storico. Ciò rende onore a chi ha creato la maglia non in nome del marketing, collegandomi a quanto scritto dall’utente nino sopra di me.

    Gli sponsor rovinano l’insieme quasi sempre ma sono indispensabili al giorno d’oggi. Per me tutta azzurra sarebbe bellissima: http://i.imagehost.org/0971/empoli.jpg

    • http://www.maglieinrete.it MaglieInRete

      Una bella maglia che coniuga ottimamente tradizione e innovazione.
      Tutte le squadre dovrebbero puntare a rendere uniche le proprie maglie senza lasciarsi “sfregiare” dall’omologazione messa in atto da tante case produttrici…
      Complimenti a Max per la collaborazione e per la doppia soddisfazione di vedere la sua squadra in campo con questa maglia e di mettere nella sua gia’ bella collezione anche una sua creatura!
      E adesso aspettiamo le maglie del 90esimo…!

  • Alessandro

    Io credo ke assomiglino 1 po’ trpp alle divise del Bayern . . . cm l’anno scorso d’altronde . . . qst anno pero’,dato i colori,è + vicina alle divise del Chelsea secondo me.

    • Lorenzo

      è vero ke casualità (forse)

    • Max

      Andiamo per gradi, rispondendo con cognizione di causa a queste osservazioni.

      Somiglianza Empoli 2008-09/Bayern 2007-09: non è una somiglianza ma un chiaro riferimento alla maglia della formazione bavarese in cui la stagione PRECEDENTE (2007-08) Luca Toni aveva dominato la scena. Per la cronaca le maglie a strisce orizzontali non sono una novità per l’Empoli (es. 1999-00, 2000-01, 2003-04 le altre più recenti), nè il giocatore un estraneo alla storia azzurra http://www.youtube.com/watch?v=J5kJSZ-jmNc
      Quindi maglia 2008-09 chiaramente legata alla Bayern di Toni della stagione PRECEDENTE e così VOLUTA.

      Empoli 2009-10: difficile ispirarsi a qualcosa che è in produzione CONTEMPORANEAMENTE a ciò che hai PRECEDENTEMENTE PROGETTATO e STAI FACENDO PRODURRE. Parliamo infatti di maglie 2009-10 di due differenti brand che devono realizzarle entrambe da zero e consegnarle contemporaneamente.

      Sarebbe ragionevole un’osservazione sulla somiglianza con la maglia del Norwich del 1905 o quella del Birmingham del 1913 (magari falla anche agli stilisti Adidas), ma “somiglia un pò troppo a quella del Bayern” come vedi è una conclusione decisamente affrettata e semplicistica.

      • Lorenzo

        era solo un ipotesi niente di più
        non volevamo insinuare niente

        • Max

          Non c’era infatti polemica nella mia risposta, al contrario spero che quel pizzico di info che vi ho fornito stimolino ancora di più la vostra curiosità, portandovi ad approfondire la storia di una realtà “piccola” come quella empolese ma ricca di significato e di riferimenti ai grandi campioni che hanno vestito queste maglie (Montella, Toni, Di Natale, Rocchi, ecc ecc) 🙂

  • giglio1966

    Aggiungerei anche che la “brand” ASICS è un po’ al di fuori della logica “template” a cui sono legate le altre case produttrici (Puma in primis dove fa uno,, al massimo due modelli e te li vende senza possibilità di personalizzarli).
    Peccato che l’asics, almeno in Italia, abbia limitato la propria scelta a pochissime scquadre (a parte l’Empoli, credo, ce l’abbia solo l’Hellas Verona); il Brescia è passato alla Mass, e così (mi pare) anche la Triestina.

    • Lorenzo

      c’è il anche il lecce con asics che ha preparato delle maglie bellissime ( http://www.soccerstyle24.it/2009/08/le-nuove-maglie-del-lecce-2009-2010-firmate-dalla-asics/ )

    • Max

      Ad oggi solo empoli, genoa, lecce ed hellas…se pensiamo a quante squadre vestivano fino a qualche anno fa in italia ma anche all’estero (per esempio le inglesi di metà anni ’90 come leeds, norwich, blackburn, ecc.), fra l’altro con prodotti di ottima fattura.

      • Lorenzo

        e real marcianise

  • Lorenzo

    troppo bella la terza

  • Amilcare_Designer

    colletto copiato dall’adidas cosi come i tagli sulla maglia…poca innovazione…tessuto sintetico economico…SCARSA

    • the_pickwick_pub

      Buonanotte e sogni d’oro…