SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La nazionale maltese ha presentato al pubblico le nuove maglie realizzate dalla Givova, un marchio italiano che inizia a farsi conoscere sempre di più.

Prima maglia rossa con inserti bianchi che danno un look “aggressivo” formando una X all’altezza della pancia. I calzoncini abbinati sono di colore bianco.

Template identico ma colori all’inverso per la divisa da trasferta: bianca con inserti rossi e calzoncini sempre rossi. Per i portieri un completo interamente giallo con inserti neri e un disegno leggermente diverso.

L’esordio della nuova maglia avverrà giovedì 13 Maggio nella partita amichevole contro la Germania, in programma ad Aquisgrana (Aachen in tedesco).

Una fase della presentazione

Dal sito ufficiale della Givova: “Abbiamo deciso di abbinare il nostro brand, alla federazione di calcio Maltese perché siamo riusciti con gli organi decisionali della federazione stessa a trovare il giusto equilibrio tra l’investimento richiesto ed il ritorno di immagine e commerciale da poter sviluppare nell’ambito del progetto di sponsorizzazione. La sponsorizzazione della federazione Maltese arriva in un momento di grazia per l’azienda Campana dopo un anno di successi con le sponsorizzazioni di Chievo, Salernitana e Modena che hanno da subito lanciato il brand fra i grandi, arriva anche la sponsorizzazione della prima nazionale che consacrerà ancora di più il brand Givova come un vero e propiro fenomeno del mondo nel prodotto tecnico sportiva.

Il titolare del marchio Givova Giovanni Acanfora ha dichiarato a tal proposito: “Ho voluto fortemente la sponsorizzazione tecnica di una nazionale di calcio perché solo così Givova poteva dare dimostrazione della serietà del progetto e soprattutto della forza imprenditoriale espressa, volevamo da subito far capire al mercato ed ai nostri competitor che il brand è forte e solido”.

Ti piace il design adottato dal marchio italiano?

  • FDV

    mah..francamente non mi piace il template. Potevano fare qualcosa di veramente apprezzabile se avessero giocato sull’elemento croce di Malta, un po’ come il Pisa con la maglia rossa con la croce

    • joachim8one

      Concordo pienamente, piu` interessante sicuramente un riferimento alla croce maltese, magari anche solo accennato nella trama del tessuto o perche` no una parte verticale bianca sul fianco ad incrociare con una banda orizzontale.
      Cosi e` troppo banale e non “rappresentativa”, altra storia la maglia adidas degli anni 80, tutta rossa con una croce maltese enorme sul cuore!

  • Kevin

    Che dire? Bruttissima. Sono un vostro assiduo lettore (ho anche lasciato qualche commento qua e la) e scrivo da Malta, quindi parlo da “diretto interessato”.

    Come scritto nell’articolo, la maglia e’ stata presentata ieri in conferenza stampa e ha suscitato una reazione quasi interamente negativa tra gli appassionati. La precedente maglia, firmata Diadora (che pure non mi entusiasmava), era un capolavoro in confronto a questa. Colletto brutto, scritta “Givova” sul petto esagerata, inserti buttati li’ a casaccio… Per non parlare di quell’irritante logo Givova sulle maniche e sui pantaloncini… ma cosa vuol dire?!

    Sembra piu’ una maglietta da calcetto con gli amici che una maglia di una nazionale europea. Una delusione totale.

    • gigio

      Concordo in pieno…con queste maglie giochi a calcetto…

  • joachim8one

    Io vorrei capire se le Federazioni sono obbligate da contratti di sponsorizzazione ad accettare senza fiatare le casacche che vengono create.
    Perche` non capisco come facciano a non lamentarsi di certe maglie!!
    Posso comprendo gli interessi della Givova, che sicuramente utilizzera` lo stesso template anche per club o kit generici senza perder tempo a inventare e creare una maglia “specifica”, in fondo lo dicono loro stessi:
    “trovare il giusto equilibrio tra l’investimento richiesto ed il ritorno di immagine e commerciale” e` chiaro che la Fed.Maltese non ha investito grosse somme di denaro, pero` fare un lavoro un po` piu` carino, avrebbe sicuramente migliorato il “ritorno d`immagine e commerciale” della Givova e della Federazione stessa

    • Kevin

      Sai qual’e’ la verita’? La Givova non solo fara’ le maglie gratis, ma addirittura paghera’ la federazione in denaro contante!! E questo lo ha annunciato con grossa soddisfazione (?) lo stesso presidente della federazione! Allucinante.

      “MFA president Dr Joe Mifsud said that this was the best technical sponsorship ever for the association as it will not only receive equipment but also cash”
      http://www.maltafootball.com/2010/05/10/new-national-team-kits-by-givova-unveiled/

      • Ivan

        Non mi sorprende.
        Maglie così si possono indossare solo se pagati…

  • Torto

    Concordo con in tutto e per tutto con chi mi ha preceduto nel commentare questo articolo.
    E poi mi sembra che Givova abbia ripreso il template Lotto con gli inserti triangolari allungati (del 2006 se non sbaglio) e l’abbia modificato un po’.

    Si veda la maglia dell’Ucraina dei mondiali ’06:
    http://www.tifoshop.com/scheda/immagini/290606_ukrainehomepers.jpg

    • the_pickwick_pub

      concordo sul discorso del template lotto, ho avuto la stessa impressione. dato che la croce di malta è un elemento così particolare, poteva essere in qualche modo ripreso ed inserito nella divisa.

      ma i vari brand che “spalmano”, come givova, i propri loghi in modo invadente sulle maglie sono davvero così convinti di ottenere sto gran ritorno commerciale e di immagine? mi pare che i marchi più apprezzati dagli appassionati evitino soluzioni di questo genere (le strisce adidas le considero un caso particolare a parte).

      • joachim8one

        Le strisce adidas ormai sono da sempre parte integrante dell`estetica della maglia, basta prender una t-shirt bianca e inserire sulle spalle le tre strisce nere e la maglia e` gia piu` “stilosa”!!!
        E` quello che cercano di fare ormai anche le altre case produttrici…con risultati pietosi pero`!!
        Bisogna aver il buon senso di capire che determinati loghi, si colpiscono subito lo spettatore perche` chiaramente enormi o con specifici colori, ma deturpano la maglia perche` troppo invasivi ed a riflesso, fanno passare la voglia ad appassionati o tifosi di acquistare il prodotto.

        • MoA

          I più brutti (come d’altronde tutte le maglie che produce) sono quelli della Lotto, a volte un vero pugno nell’occhio.
          Basti vedere la vecchia maglia del Chievo rovinata da quei due quadrettoni biancorossi sulle maniche

  • passionemaglie.it

    @Kevin
    Quasi tutti gli sponsor tecnici forniscono il materiale e pagano una quota in base all’accordo raggiunto.

    Detto questo potevano realizzare una maglia più rappresentativa, anche perchè questa è la loro prima nazionale.

    • FDV

      eh infatti.. è piuttosto normale che lo sponsor tecnico paghi..
      Non so come era abituata Malta..

      • Kevin

        Evidentemente e’ la prima volta che succede, stando alle parole entusiaste del presidente della federazione… probabilmente si sono lasciati prendere dall’entusiasmo e non hanno fatto la minima pressione in quanto al design. Il risultato? Ci hanno rifilato un pacco.

  • MoA

    Mah brutte.
    Concordo con tutti voi.
    Poi questa mania di mettere i loghi dello sponsor sulle maniche la trovo irritante. In primis quelli orribili bianco-rossi della Lotto inseriti anche in maglie dove non c’entrano nulla.
    Come commenta joachim8one non credo che ci sarà un grande ritorno di immagine se la Givova produce brutte maglie come questa.

  • Luigi

    Vabbè dai, parliamo di Givova, la sorella di Legea.

  • Kevin

    A proposito della croce di Malta, qualche anno fa (era il 2007 per l’esattezza), la Diadora aveva realizzato questa maglia in occasione dei cinquant’anni dalla prima partita della nazionale…

    http://www.minhascamisas.com.br/wordpress/wp-content/uploads/2010/01/malta_2007-600×730.jpg

  • pepe

    mi piacerebbe rivedere la diadora in serie a

    • MoA

      nahh la Diadora non mi è mai piaciuta almeno parl oper me 🙂
      Non ha mai fatto maglie belle ammettiamolo…solo quella mitica dell’Italia ad USA ’94 era carina, anche perchè ormai storica.
      Ma mi ricordo brutture tipo Roma o Scozia.

  • Stavrogin

    Che dire… Brutte.

  • luigi

    Non mi piace tanto ma per la squadra che la vestirà potrebbe anke andare.
    So che la casa italiana GIVOVA la prossima stagione vestirà il Palermo, speriamo che si comporti bene.

    • Kevin

      “…per la squadra che la vestira’ potrebbe anche andare”… Che vuol dire scusa? Cosa c’entra il blasone della squadra? Cosi’ mi offendi.

  • passionemaglie.it

    C’è stato il sorpasso della Givova?
    Le indiscrezioni davano Legea per Palermo e Udinese.

    Non che ci sia molta differenza tra Givova e Legea, si rimane in famiglia.

  • Luigi

    Il Palermo sarà Legea, come l’Udinese.

    • MoA

      Ma io mi chiedo ma perchè la Legea?
      Ma squadre di livello medio come Udinese e Palermo non possono puntare a contratti con case un pò più prestigiose che ne allarghino il brand, il merchandising ecc??
      In Inghilterra (ma la c’è tutta un altra mentalità) anche lo Stoke City è sponsorizzato Adidas!

      • Walter

        Personalmente credo dipenda anche dal cosiddetto valore di merchandising dell due societa’ in questione, in parole povere le magliette vendute.
        Non credo che anche con sponsor tecnici “importanti” il giorno della presentazione ci sarebbe la fila per comprare le nuove mute a Udine e a Palermo, a differenza di quello che ho visto personalmente a Glasgow all’uscita del kit del Celtic.

        • MoA

          Beh ma non credo che lo Stoke City abbia un valore molto più grande di Udinese o Palermo…ripeto la questione mentalità pesa secondo me al 80% là la maglia si compra SOLO quella ufficiale, da noi siamo ben in pochi.
          Da noi non esiste la cultura del merchandising e se esiste è solo per truffare il prossimo.
          Il discorso è molto ampio.
          Sarebbe bello aprire un forum dove poterne parlare XD

  • giglio1966

    quindi facciamo il punto della situazione: Palermo, Udinese e Bologna sono le 3 squadre che cambieranno sponsor tecnico. Siete a conoscenza di altre ?? Io sapevo che anche la Samp. era in odore di cambiamento (voci indicano la Joma).
    altre notizie ??

    • diego

      rinnovo annuale con Kappa…

  • squaccio

    Sull’argomento abbiamo speso centinaia di parole..inutilmente purtroppo.
    Senza offesa per il maltesi..solo una nazionale di secondo piano poteva accettare delle maglie così anonime e tristi !!!
    Ripeto quello detto altrove: come nuovo materiale la legea di un soffio ha superato la givova quindi spero che Palermo ed Udinese avranno delle maglie accettabili.

    • Kevin

      Infatti sono arrabiatissimo con la federazione. Il presidente, che tra l’altro e’ uno dei vicepresidenti UEFA, si e’ persino congratulato con l’ex direttore marketing della federazione per essersi assicurato questo contratto. Mah…

  • Stavrogin

    In effetti persino quella schifezza che ci ha fatto la Puma per questi mondiali in confronto a questa ha un suo perché… Ed è tutto dire.

  • Blue-Ringed

    Quella della Joma come possibile nuovo sponsor della Samp è una bufala apparsa poche ore su internet, al 80% sarà di nuovo Kappa 😉

  • Luigi

    Io ho letto da un forum che il PalermoCalcio,parole del Presidente ZAMPARINI, la prossima stagione vestirà Givova..poi so che anke il Bari dovrebbe cambiare sponsor tecnico e si parla di Kappa

  • musrot

    viste or ora in diretta contro la Germania e non so proprio come definirle, purtroppo sono brutte sul serio, mi dispiace davvero per loro.

  • Kevin

    Segnalo una piccola differenza rispetto a quanto riportato nell’articolo. Come si vede da questa immagine, il giorno del debutto della nuova maglia contro la Germania il portiere maltese ha indossato la maglia ‘away’ (bianca con inserti rossi) e pantaloncini bianchi.

    http://www.mfa.com.mt/MaltaFootballAssociation/detail.aspx?id=159319

  • Collezione Maglie Palermo

    ragazzi il palermo ha firmato un precontratto con Legea (per 2 anni) ma pare che la Diadora, in quanto di definitivo non c’è nulla, sia tornata all’ attacco per via della qualificazione in europa league.
    Per quanto riguarda Givova e Legea c’è da piangere: basta guardare le cuciture (pessime), la scopiazzata del logo Lotto (ridicole) e la produzione che avviene nei peggiori capannoni cinesi.
    Qui’ chiunque si è lamentato ma purtroppo il Palermo ha fatto la stessa scelta della nazionale maltese: ha accettato chi gli offriva di piu’. C’è stata la Macron in pole per tutto l’anno ma alla fine Legea ha offerto economicamente di piu’ e si è preferito quest’ultima.Personalmente speravo In Macron visto il capolavoro di maglia-anniversario fatta al Bologna (il Palermo compira’ 110 anni il 1 novembre 2010)

  • Gianfranco

    Scrivo per fare una precisazione sull’argomento :

    Il design delle maglie è stato CONCEPITO dalla stessa federazione maltese, così come i materiali e disposizione di colori.
    Inoltre sulla parte laterale sinistra delle maglie c’è una stampa in sublimatico riportante il logo (croce) della federazione maltese.

    Non discuto assolutamente i vostri giudizi, ci mancherebbe, ma credevo fosse opportuna una precisazione in merito.
    Inoltre, io lavoro nel settore, vi assicuro che kla maggior parte dei “produttori” di abbigliamento tecnico producono dagli stessi produttori in Asia, con stessi materiali, solo di grammatura diversa, ecco perchè sembrano diverse.

    Grazie.

  • passionemaglie.it

    Grazie per la precisazione Gianfranco.
    A quanto dici sembra però che la Givova di suo non abbia messo nulla, realizzazione materiale della maglia a parte.

    Mi sbaglio?

    • Gianfranco

      Lo studio del design della divisa viene sviluppato dalla casa produttrice su diversi campioni, per varianti cromatiche e di materiale, in secondo momento la federazione che usufruirà delle divise scegli un campione su cui poi apporte le modifiche che vuole.
      L’azienda produttrice lancia delle linee guida che vengo no poi modificate su specifiche richieste del cliente.

  • Marco
  • passionemaglie.it

    Un po’ OT in questo articolo 🙂

    Le maglie sono dei disegni fatti da Blue-Ringed, un nostro lettore che si diletta a creare maglie fantasy 😉

    • Marco

      Beh qua un pò tutti siamo andati in OT…ho letto interi discorsi su palermo, Udinese,Lotto ecc…

  • Max

    Maglia inutile…anonima…Tutto qui l’italian style??