SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike



A meno di una settimana dalla presentazione della nuova maglia della nazionale italiana, trapelano le prime immagini di quelle che saranno le casacche dei giapponesi dello Shimizu S-Pulse per la J.League 2012, anch’esse realizzate dallo sponsor tecnico Puma.

 

Salta subito all’occhio che il template utilizzato è lo stesso delle maglie azzurre, caratterizzato dalla chiusura a polo con il colletto alla coreana, in questo caso nero con una righina arancione e una bianca.  Come già avvenuto nel 2010, ciò indebolisce la percezione dell’esclusività del trattamento riservato alla nostra nazionale.

Prima maglia Shimizu S-Pulse 2012  Divisa away 2012 Shimizu S-Pulse

Il numbering non differisce rispetto a quello delle altre squadre Puma, ma i nomi dei giocatori sono scritti in maiuscolo.
Font Puma Gaffer

La grande e gradita novità delle maglie del club giapponese, è il ritorno del globo terrestre di sfondo, caratteristica che negli anni ’90 rendeva unica la divisa dello Shimizu S-Pulse. Il globo, simbolo del club sin dalla fondazione nel 1992, rappresenta l’auspicio di poter diventare una squadra di livello mondiale.

Nel corso di questi 20 anni è stato protagonista sulle maglie in vari formati, ma gradualmente dal 2005 in poi questo elemento ha perso di importanza fino a scomparire del tutto nel 2007, per cui negli ultimi cinque anni la squadra ha giocato con delle divise standard della Puma.

Disegni divise Shimizu

Toppa 20 anni Shimizu S-PulseSu pressione dei tifosi e per celebrare i 20 anni dalla fondazione , si è tornati allo standard identitario del club, con l’augurio che sia un ritorno definitivo per una delle divise più particolari del… globo.

Che ne pensate delle nuove maglie per lo Shimizu S-Pulse?

Photocredit: switchimageproject.coms-pulse.co.jp


  • CTAMS46

    Abbiamo di nuova un template esclusivo che non ha nessun altra squadra!

    • mosca

      Ho pensato la stessa cosa.

      Certo che l’Italia non può certo lamentarsi per tutti questi riguardi..

  • ccc

    veramente belle template già fantastico di suo ma con l’aggiunta del globo diventa veramente eccezionale

  • Invisible94

    La puma che si rivoluziona così? stranissimo, carina!

  • salvatore

    si ma scusate…. rivoluzione in cosa…. anche che fosse ma chi la segue sta squadra? Io prima di oggi non conoscevo nemmeno l’esistenza….

    • jack15

      non era la squadra dove andò a giocare massaro?

      • FDV

        Sì!
        [img]http://img32.imageshack.us/img32/4923/vaimassaro.jpg[/img]

  • squaccio

    Io mi soffermo maggiormente sulla questione template esclusivo/no:
    sinceramente a me interessa + che sia un bel template, curato nei dettagli e senza errori storici +ttosto che sia esclusivo.

    Poi non so se in sede di presentazione la puma l’ha battezzato come esclusivo.
    Se fosse così è grave perchè questa maglia dice l’esatto contrario. Ma non credo, non è la legea.. :-p

  • Alvise

    povero ljungberg

    • ferro

      …povero,povero non credo….

  • zagorakis

    sul discorso esclusività della maglia della nazionale, non si avevano dubbi che questo template sarebbe stato riutilizzato per altre squadre, d’altronde è successo anche con la precedente maglia, ed anche gli altri marchi lo fanno. La maglia dello shimizu mi piace, bella la particolarità del globo, qui la serigrafia era praticamente d’obbligo

  • Tomm

    Sembra una maglia ciclistica

  • 19Nick87

    Bella maglia, il globo è veramente bello.

    Per i font, non sono proprio uguali a quelli dell’Italia e sono molto meglio questi secondo me, più che altro perchè hanno i nomi scritto in maiuscolo.. Non è possibile che noi dobbiamo avere quegli orribili font in stampatello minuscolo… Basta!!

    • Fly

      Il font è azzeccatissimo per una squadra giapponese, ricorda molto gli ideogrammi

      • 19Nick87

        Si vero, sono d’accordo.
        Prova però a pensare al font dell’Italia con i nomi scritti in maiuscolo… Ne guadagnerebbe l’intera maglia secondo me!

    • http://www.7football.it Sergio

      In realtà il font stampato sulle maglie mi sembra leggermente diverso da quello dei testi e, in questo caso, da quello dei disegni delle maglie. Il font ha la parte superiore inclinata mentre (e sulla maglia dell’italia si vede benissimo) quello stampato ha le linee superiori perfettamente orizzontali

  • Checco

    Tanti marchi riutilizzano gli stessi template per varie squadre (scelta comprensibile), ma Puma e Nike abusano oltremodo di questa cosa che non mi piace per niente. Di solito per i grandi club si crano divise esclusive, mentre guardando questa maglia non vedo quel trattamento di riguardo che la Puma afferma di riservare alla sua squadra più importante, ovvero l’Italia.
    Comunque interessante e originale questa maglia.

    • Matteo23

      Scusami ma la tentazione di risponderti era troppo forte. Sono d’accordo con te sulla Puma e i font troppo abusati, ma non accetto le tue dichiarazioni sulla Nike. Continuerò la mia battaglia in difesa dell’azienda americana che non merita questo disprezzo. Anzi la Nike è l’unica azienda che propone una grande varietà di font, e anche di template, che seppur discutibili ma che io apprezzo, rimangono una caratteristica di una data società. Continuiamo a elogiare Adidas, che non fa altro che prendere una maglia e schiaffarci sopra tre orribili strisce. Parli di font esclusivi? Hai visto le nuove maglie della Russia? Tutti a dire che bello il nuovo font, quando è lo stesso che usa il Cesena, da due mesi. In un Adidas store c’erano delle maglie da catalogo sul modello del Cesena a 18 euro. Compraci un logo cesenate e hai la maglia. La Nike ha proposto template esclusivi anche per squadre africane poco conosciute e poco seguite. Vedi l’articolo sulla casacca dei Kaiser Chiefs e su quella degli Orlando Pirates. Quella dei Chiefs particolarissima, quella dei Pirates uguale alle altre centinaia di squadre vestite Adidas, che non ha il coraggio di proporre un template esclusivo nemmeno per il Bayern Monaco.
      Scusa lo sfogo, ma mi sono stufato a leggere commenti negativi sulla Nike, che personalmente ammiro per il gran coraggio dimostrato in alcuni template, e non mi va che la gente elogi Adidas per qualcosa che non fa, ovvero proporre qualche modello innovativo e rinnovarsi.

      • Marcomanno

        Bè, io sono Juventino, e se Nike continuerà a lavorare così per la mia squadra, ben venga adidas, che magari fa modelli poco originali ma sempre funzionali , in termini di pulizia e “rispetto” delle tradizioni dei club che sponsorizza.

        • rudiger

          Quoto. Anche se non mi sembra che qualcuno elogi adidas per l’originalità. Adidas, di solito, è apprezzata per un “template” (le tre strisce) che risale a tempi felici per il calcio e per molti di noi che ne scriviamo qui. A livello inconscio credo che molti apprezzino il mancato stravolgimento delle maglie che riesce ad adidas in maniera automatica, caratterizzando le maglie con le sole tre strisce, o poco più. Riassumendo, molti di noi sono tradizionalisti: le maglie innovative spaccano i commenti in due, quelle rispettose del passato (anche del marchio) rassicurano tutti.

        • rudiger

          * il mio post era una risposta a matteo23 ma per errore l’ho agganciato a marcomanno

        • Matteo23

          Sicuramente avrai visto le divise di Stoke City e WBA in Premier. Sono identiche se non fosse per i colori, e su questo vorrei che mi rispondessi a proposito del rispetto verso la tradizione. Il WBA (sto facendo un esempio), fino all’anno scorso aveva divise fantastiche. Firmando con Adidas si è conformata alla maggior parte dei team firmati dall’azienda tedesca. Andando a memoria, le uniche squadre per cui l’Adidas propone template esclusivi sono i team della MLS (e vorrei vedere, visto che è sponsor unico), Milan, Chelsea e Liverpool.
          So che ognuno ha i propri gusti e le proprie idee, ma quando ho letto “Tanti marchi riutilizzano gli stessi template per varie squadre (scelta comprensibile), ma Puma e Nike abusano oltremodo di questa cosa che non mi piace per niente” ho voluto esporre anch’io le mie idee.
          #Rudiger: sono troppo piccolo forse per ricordare grandi maglie e grandi trionfi con grandi marchi, ma è normale che quando una squadra vince molto anche la maglia di conseguenza diventa gloriosa, come successo nel 2006 con l’Italia.

      • jack15

        d’accordo con rudiger: adidas non è originale ma ha un carattere e una personalità sua riconoscibile dovunque grazie alle tre strisce (che per me sono fantastiche, ma queste sono opinioni).
        nike non è così: sarà più originale, varierà di più… ma non ha un’anima! non è riconoscibile se non per quel tratto … (tornando poi alle opinoni personali, ritengo che a cambiare tanto rischi di eccedere finendo per “pisciare fuori dal vaso”, vedi la juve….)

        • ciobi1984

          E’ evidente ormai che il trend sia quello di riprendere maglie del passato e riproporle in una nuova veste. Umbro in questo è il top del top, Adidas ha una sua identità e comunque non credo che debba ricevere lezioni da alcuno, Nike ha sfornato modelli poco creativi e sempre abbastanza banali (vedi Brasile degli ultimi anni, orrendo l’ultimo con la striscia). Insomma, Nike che ha portato di innovativo (anche vintage) negli ultimi anni? Assolutamente nulla. Giuste le critiche a Nike, così come giuste le critiche a Puma che ripropone lo stesso template per il 90% di squadre di cui dispone. Questa degli Shimizu esula dal coro e quindi posso dire che mi piace.

  • Alessio

    Splendida. Qui si che Puma ha fatto un lavoro eccellente.

  • Torto #13

    Peccato per l’Italia perché anche stavolta non avrà un template esclusivo. Non mi dispiace comunque questa maglia dello Shimizu S-Pulse (dove se non errò giocò pure Daniele Massaro), il ritorno al globo terrestre ci sta alla grande perché un simbolo identificativo di questa squadra.

  • Fra44

    Dove si può comprare?

  • William

    Molto bella questa maglia. Ed apprezzo i nomi maiuscoli e non minuscoli…

  • rudiger

    Il colletto di tonalità scure è meno protagonista di quello essenzialmente bianco toccato all’italia; risulta interessante e originale.
    La maglia è di un bell’aranciaone. Di solito non apprezzo le serigrafie a tutta maglia ma qui mi pare sia una caratteristica fondante del club, quindi ci sta bene. Certo che il solito sponsor rovina tutto, in aggiunta anche al numero di maglia che affolla utleriormente il quadro. Forse si poteva sistemare l’immagine di fondo per non far andare le lettere sulle isole della cartina.

  • rudiger

    Sulla questione delll’esclusività del modello di maglia, a me non scandalizza che altre squadre ricevano il template dell’italia, o della roma, se è bello. Certo, l’ideale sarebbe un disegno esclusivo e bellissimo, che faccia riconoscere ed ammirare la squadra a prima vista. Ma tra la bellezza e l’esclusivitá, quest’ultima mi interessa molto meno.

    • FDV

      Poi se pensiamo che l’ultimo vero modello esclusivo per la nazionale è stato la maglia con le ascelle pezzate del 2006 😀

      Comunque per me il fatto di essere l’unica nazionale ad indossare questo modello, mentre tutte le altre sono vestite allo stesso modo con colori differenti per me è già sufficiente.

      Il mio appunto sulla “percezione” dell’esclusività un po’ guastata, è dato dalla tempistica con cui dopo pochissimi giorni dalla presentazione della maglia della nazionale, usciranno maglie di 4-5 squadre giapponesi con lo stesso template, esattamente come nel 2010. Però capisco bene che la Puma si deve preparare per tempo per il periodo natalizio anche in Giappone!

      • rudiger

        Anche a me è sufficiente. Lavorerei piuttosto per ridare dignità a stemma e stelle. Quelli sono si esclusivi, ci distinguono da tanti altri e ci definiscono come squadra storicamente vincente.

        • MEFISTO

          quoto!

      • http://www.forzatoro.net AlessandroP

        e ci credo, quale altra società vorrebbe avere delle maglie che escono già pezzate dalla fabbrica? 😀

      • GIGIO

        La maglia della Nazionale del 2006 non aveva un template esclusivo, bensì quello classico Puma di quell’anno.
        L’unica differenza, semmai, stava nel fatto che Puma ebbe il buon gusto di non fare l’arco sulle spalle di un altro colore (magari bianco), utilizzando, però, l’effetto “sudata”

        • FDV

          L’arco c’era ed era blu navy, camuffato tra tutte le sfumature laterali.
          Comunque aveva anche altri dettagli differenti da tutte le altre maglie Puma come il posizionamento centrale di scudetto e Puma e degli altri due loghi uno sulla spalla e l’altro sulla manica.

          100% esclusivo era il template della maglia da trasferta e di quelle da portiere con l’effetto maglioncino a V. Lì non c’era nemmeno l’arco posteriore.

          100% esclusive anche le maglie dell’Europeo 2004.

  • Stavrogin

    Non sapevo che Ljungberg si fosse dato al ciclismo…

    • FDV

      A proposito di ciclismo e mappamondo, grande maglia (che ho) quella della Gewiss Ballan!
      [img]http://img5.imageshack.us/img5/6118/ballan.jpg[/img]

      • ciobi1984

        Pavel Tonkov, Giro d’Italia 1996

        • GIGIO

          Evgeni Berzin, semmai.
          E il Giro è quello del 1994, visto che nel ’96 Ballan non era più co-sponsor

      • Matteo23

        Collezioni anche maglie da ciclista?
        Davanti a una maglia non ti ferma nessuno 😀