SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

“Vado via da questa Lega di m…”, è stata grossomodo questa la frase pronunciata da Aurelio De Laurentiis nell’assemblea della Lega di Serie A, convocata per discutere sui diritti tv e sulla possibilità di apporre un quarto marchio commerciale sulle divise da gioco (si conta anche quello del fornitore tecnico).

Aurelio De Laurentiis

Era stato proprio il presidente del Napoli a proporre la modifica dell’articolo 72 delle NOIF, dopo che nel 2011 aveva ottenuto l’aumento dello spazio per gli sponsor da 250 a 350 cm². In quell’occasione dichiarò chiaramente la sua filosofia in merito: “Le auto di F1 sono tutte ricoperte di sponsor. Non capivo il motivo per il quale i club di calcio non potessero sfruttare la stessa possibilità”.

Non è un caso se il Napoli è l’unica squadra tra le cosiddette big a “sporcare” la maglia con due sponsor.

Hamsik esulta dopo un gol con il Napoli

A quanto si apprende dall’articolo di Marco Iaria sulla Gazzetta dello Sport, il vulcanico patron degli azzurri ha perso la pazienza quando Rinaldo Sagramola, amministratore delegato della Sampdoria, gli ha fatto notare che il valore economico delle sponsorizzazioni non cresce automaticamente con l’aumento degli spazi. A supporto della sua tesi ha citato uno studio comparativo della Lega, dove si evince che Premier League e Bundesliga (campionati con un solo marchio sulle maglie) vanno meglio di Ligue 1 e Liga.

L’esito della votazione è stato di 10 club contro e 9 a favore (quorum a 14). “La proposta è stata discussa, ma per ora è stata accantonata” ha spiegato il presidente della Lega Maurizio Beretta.

Sogndal-Lillestrom campionato norvegese

Due squadre del campionato norvegese: sarà questo il futuro delle maglie anche in Italia?

Il pericolo “tabellone pubblicitario” per ora è scongiurato, ma dopo l’apertura della FIGC agli sponsor sul retro maglia nei campionati minori ci attendiamo novità a breve. E, siamo sicuri, non piaceranno a tutti gli appassionati.

  • Matteo23

    Gli sponsor portano molte entrate, ma per un appassionato di maglie è un crimine.

    Sono d’accordo all’inserimento di uno sponsor sulla maglia, per differenziare (alcuni sono anche molto belli, come Aon dello United), ma tra avere una maglia piena di patacconi o le tasche vuote preferisco la seconda. Anche in termini di vendita delle maglie.

    • adb95

      uno sponsor più quello tecnico bastano E AVANZANO. Dobbiamo batterci senza discussione o questo sito è destinato a morire (moralmente)

    • Marco

      Io abolirei proprio lo sponsor, pensa un po’…

      • Nonno Festa

        Concordo pienamente!!!

      • Matteo23

        Io invece non sono d’accordo, alcune squadre hanno legato il proprio nome a sponsor storici (Inter-Pirelli l’esempio più lampante) e nel rivedere le vecchie foto con gli sponsor è facile risalire al periodo.
        Basti pensare alla Roma con Barilla, Inter con Fiorucci, Napoli con Buitoni, Juventus con Ariston, Manchester United con Vodafone.
        E’ vero, spesso gli sponsor rovinano una maglia, ma del periodo glorioso di un club io ricordo giocatori, maglie e sponsor.

        Che sia uno solo però, altrimenti diventa un cartellone pubblicitario.

        • Andrea Dash

          D’accordo con Matteo. Uno sponsor -ovviamente non le toppe- ci sta, altrimenti la maglia rischia di apparire anonima, poi stop.

          Già il secondo sponsor inizia a dar fastidio.

  • Stark

    la serie B ha dovuto adottare questo sistema per un impoverimento generale dei club di provincia, e di questo passo arriveremo anche in serie A ad avere le ridicole “pezze” su ogni buco possibile…
    Dovrebbero considerare l’idea di ridurre il numero di club in serie A, in questo modo vedremmo un campionato composto da squadre in buona forma e otterremmo un campionato decisamente più competitivo e bello da vedersi.

  • skywalker

    le maglie piene di sponsor sono RIDICOLE e tra tanti sponsor non ci si accorge e fa caso neanche a quali siano.Deve tornare uno solo sponsor (oltre quello tecnico)ma anche come ritorno commerciale un solo sponsor ha il 100% di visibilita’.Pensate a grandi squadre o squadre normali…come non ricordarsi tante squadre coi loro sponsor storici?

  • Torto #13

    Per fortuna, per ora… e spero per sempre.

  • skywalker

    e cmq…il business cosi0 esasperato sta continuando a rovinare il calcio dove ormai sono tutti schiavi delle esigenze televisive…che tristezza

  • adb95

    NON CAPISCO PERCHE’?! HA VERAMENTE DETTO NON CAPISCO PERCHE’? MA PER FAVORE STO ESIBIZIONISTA DEL CAVOLO. Ormai in Italia si salvano due o tre presidenti delle grandi (pure il mio fa schifo)

  • Swan

    La mia paura è che vista la situazione da Medioevo del calcio italiano dove ci sono stadi bunker semivuoti e tranne i top team non c’è un merchandising adeguato, qualche presidente potrebbe avallare la proposta di De Laurentiis pur colmare in parte i mancati introiti derivanti dalle arretratezze del sistema calcistico.
    Pienamente d’accordo con Sagramola ma il fatto che la serie B abbia gia’ imboccato questa strada non mi fa ben sperare.
    Riguardo alla dichiarazione di De Laurentiis “me ne vado da questa lega di m.”, spero che mantenga fede a ciò che ha detto.

  • adb95

    Complimenti a Sagamola, sarà il nostro ambasciatore

  • Marco

    Il paragone con la Formula 1 di De Laurentiis non fa una piega, è il ragionamento dell’italiano medio: più sponsor, più soldi.
    La lucida analisi di Sagramola è invece da manuale, dovrebbe essere stampata ed incorniciata di fronte alle scrivanie dei presidenti di tutta la serie A.
    Io di marketig so poco/nulla, ma se i campionati con gli introiti più alti sono Premier League e Bundesliga (mantenendo lo sponsor singolo) un motivo ci sarà.
    In Inghilterra e Germania ho l’impressione che il tifoso si senta più vicino alla squadra, alla società, con eventi ad hoc che riescano ad invogliare il tifoso a “consumare”.
    In Italia, contrariamente a quanto appare, le piccole hanno buoni/discreti bacini d’utenza, che puntualmente si “dimenticano” di sfruttare.
    Quante volte ci troviamo di fronte a presentazioni di maglie indegne, eventi mal organizzati, forniture difettose da parte di (pochi) marchi nostrani?
    I presidenti dovrebbero prendere come modello (anziché la F1, caro De Laurentiis) l’Inghilterra, dove anche il club più scalcinato della Championship fa presentazioni delle divise in pompa magna degne del Real Madrid, realizzando divise apprezzabili.
    Non ci si rende conto che presentazioni scialbe=poco appeal=pochi introiti? Prendiamo ad esempio il binomio Fiorentina/Joma: in due anni hanno fatto due presentazioni stratosferiche, hanno riproposto una maglia “vintage” a 20€ in meno delle mute tradizionali, hanno fatto festa con i tifosi nel cuore della città; tutto questo ha certamente un prezzo (economico in primis ma anche organizzativo) ma anche un tornaconto.
    Io credo fermamente che, anche il Napoli venderebbe il doppio delle divise senza “Lete”; da juventino, non ho mai acquistato una divisa con sponsor Tamoil, gigantesco ed ingombrante, vogliamo vedere cosa succederebbe inserendone ben 3?
    Non vorrei ridurre il discorso alle sole divise che, chiaramente sono solamente una delle tante fonti di guadagno per un club, e neppure tra le più redditizie, ma è un discorso d’attitudine e di mentalità; qui si fa tutto alla carlona, senza cura del dettaglio, senza quel pizzico di sensibilità e/o cognizione che sarebbe sufficiente a trasformare una porcheria in un grande evento.
    Fin quando non cambierà la situazione mentale dei suddetti presidenti, potranno avere anche 15 partner commerciali in bella vista sul petto, ma la situazione sarà sempre la medesima.
    Juventus, Inter, Milan, Fiorentina (Save the Children non conta), Lazio, Roma e tutte le altre non hanno mai (ancora) sfruttato il secondo sponsor…chissà come mai.

    • Alessio

      Condivido tutto!!!
      Bell’intervento!!!

    • Daniele

      Condivido in pieno,intervento impeccabile!

    • dani

      anche io condivido!

    • stefano

      condivido.

  • adb95

    maglie senza sponsor privilegiate, speriamo di difendere la nostra maglia (Lazio) e anche la seconda della Roma ci sta benissimo devo dire.

  • FDV

    Questa diatriba penosa è l’indice della povertà d’idee di un movimento alla frutta, in cerca di 4 spicci in più da raccimolare sempre dalle stesse fonti:
    diritti tv e sponsor.

  • Fabio

    Ma perché de laureantiis non si compra il Montpellier e se ne va in Francia??

    • adb95
      • ferro

        no ma li son proprio i colori sociali: il giallo-patacca…

    • pongolein

      il presidente del montpellier è il delaurentis francese!!! =P

    • http://fantasportcommunity.forumfree.it/ fabimpara

      Da tifoso del Napoli ti dico che spero di no. Da appassionato di calcio ti dico che alcune sue idee sono l`idea dell`antisport, magliette fatte da sponsors. Campionati europei chiusi con l`ingresso a chi ha pecunia e tifosi e così via. Sarà anche bravo come imprenditore e di merchandising ne capisce (leggi seconda maglia di questa stagione), però lui va verso lo show business mentre quello che vorrei io e che il calcio si avvicinassi di più allo sport e di meno alla “finanza”.

  • Fabio

    Maglie senza scritte inutili e numeri dall’1 all’11!! Tutte le partite la domenica e le coppe il mercoledì!!

    • adb95

      concordo tutto tranne i numeri, per me quelli non ledono assolutamente nessun principio del giusto calcio

  • pier68

    le maglie sono belle pulite senza sponsor….concordo con adb95 !!!!gli sponsor porteranno soldi ma la magia di una maglia pulita…..non ha prezzo DELAURENTIS VAI IN FORMULA 1!!!

  • adb95

    PM fa qualcosa!

    • adb95

      è sarcastico ovviamente so benissimo che tu non puoi fare nulla

  • pongolein

    10 a 9!!!! Che rischio che si è corso, non l’avrei mai detto (ingenuamente, e faccio mea culpa) che la situazione è già arrivata a questo punto.
    Ringrazio i 10 club che han capito che non è svendendo i colori e gli emblemi della nostra passione che si fanno i soldi. Capisco il presidente de laurentis e gli altri, è il modo più facile ed immediato per arricchirsi!

    Non devi fare dei lavori come quelli che ci vorrebbero per realizzare uno stadio decente che diventi una struttura che produce ricchezza, non devi progettare nulla, cosa che serve se si vuole realizzare una strategia di marketing vincente, bisogna solo fare un bando e aspettare il migliore offerente.

    Questo vulcanico presidente recepisce ogni decisione a lui indigesta come un attacco personale, e monta su questi teatrini ridicoli che fanno male all’intero movimento calcistico.

    Che le società si sveglino, che prendano esempio da inglesi e tedesche, col lavoro, sacrificio, intelligenza, progettualità e lungimiranza si crea ricchezza, non con la scorciatoia, che può tappare una falla, ma non ci farà mai crescere.

    • GianGio87

      la questione non è svendere le maglie. ma svendere il valore commerciale di una sponsorizzazione.
      se lo sponsor è unico, tu società puoi contrattare un costo x che è più alto della somma di una contrattazione con sponsor doppi. (perché meno posti ci sono e più le aziende sono disposte a pagare)

  • rudiger

    Sono d’accordo con De Laurentiis: non c’è differenza tra uno, due o tre sponsor sulla maglia.

  • Simone

    Certo, e mettiamo tutti gli sponsor anche sulle giacche dei completi degli allenatori, lo sponsor tecnico sulle cravatte e sui baveri, e i main sponsor anche sulle pelate di ADL e Galliani.

    • Simone

      Sono sarcastico ovviamente, non vorrei mai che ADL leggesse il mio commento e mi prendesse sul serio.

  • squaccio

    De Laurentis ogni volta piange e … vabbè lo sapete il finale del proverbio, non so se scrivendolo per intero avrei il msg modificato…

    Da appassionato di maglie dico che le maglie tipo quelle della serie B sono orrende e non ne comprerei mai una.

  • raido

    Io credo che sponsor come Jeep, Fly Emirates o Pirelli siano più contenti di avere l’esclusiva sulle maglie di squadre prestigiose come Juventus, Milan e Inter piuttosto che dover condividere lo spazio con altre patacche.
    Magari pagano tutto lo spazio disponibile pur di continuare ad essere i soli ”protagonisti” sulla maglietta di questi club di Serie A.

    Ora che il Napoli è un top club che gioca in Champions League e attira giocatori come Higuain, perché De Laurentiis non cerca di accordarsi con un marchio prestigioso e ricco che gli faccia da sponsor anziché pubblicizzare l’acqua Lete con quell’odioso rettangolone rosso devastatore di buone divise?

  • rudiger

    Prossimamente sugli schermi: “Natale sulla maglia del Napoli”.

  • Romolo

    Quanto spazio si dà senza motivo ad un personaggio come De Laurentiis la cui parola, come si è visto negli anni, non conta nulla…

  • mb–

    Chi sarebbe disposto a pagare per mettere il nome della sua azienda sulle chiappe?

    Scherzi, ma neanche tanti, a parte gli scherzi, De Laurentiis invece di piangere vada a vedere i soldi che le squadre che con una punta di livore chiama strisciate prendono per UNO (+ lo sponsor tecnico) sponsor. E se si sente rappresentante di una squadra grande si cerchi un contratti simili.

  • sergius

    Ma cosa c’è da stupirsi se un De Laurentiis propone una schifezza del genere pur di fare ancora più soldi. Il calcio è un grosso giacimento petrolifero che questa gente cerca di spremere il più possibile e che prima poi sarà inevitabilmente prosciugato. De Lurentiis è quello che si è inventato quella buffonata di maglia mimetica per cercare di far soldi sull’immagine del Napoli, e adesso reagisce anche volgarmente ad un momentaneo diniego di far diventare le maglie delle squadre italiane veri e propri tabelloni pubblicitari. Il paragone con la F1 è una fesseria oceanica anche perchè quelle sono auto mentre le maglie sono il simbolo di città e di tanta gente che in queste si identifica. Ma l’incazzatura gli passerà presto perchè anche questa schifezza prima o poi verrà permessa e il giacimento continuerà ad essere spremuto.

  • Andy

    secondo me dovrebbero moificare l’attuale regola: il primo sponsor davanti e il secondo sul retro.

  • LM

    De Laurentiis ha trovato il modo di fare più soldi ma anche quello di rovinare il fascino delle maglie da calcio. Due sponsor sul davanti sono molto brutti meglio uno piccolo sulla manica o sul retro in basso, come nel campionato portoghese. dove “stranamente le maglie ” non sono così sporche come le nostre. Poi ci si mette anche il fascino della toppa e il risultato peggiora. Per carità, io vorrei solo uno sponsor, ma se si possono mettere più sponsor allora questi presidenti propongano di metterli da altre parti in modo più discreto.

  • mannis

    mah……….. uno fronte ed uno sotto il numero.. posso capirlo.. a patto che sia 1+1 ma con anche un po di gusto… cmq sia credo che uno degli errori commerciali che fanno tutti è quello di non vendere le maglie prive di sponsor.. e per fare l’esempio dello spezia.. quando capita… la politica è questa.. maglia senza sponsor 45 euro.. maglia con sponsor 70.. a volerla dire tutta.. dovrebbe essere il contrario.. già che lo sponsor ti paga.. abbassa il costo x i “clienti” e vendine di piu.. una maglia di B a 80€ finita [xkè fanno pagare anche le toppe] e deturpata dagli sponsor è esagerata.. soprattutto se si va a vedere la qualità del prodotto e tanti altri aspetti.. ps: giorni fa al kappa store dell’outlet di mondovì avreste dovuto vedere la ressa.. ragazzi ragazze uomini donne italiani e stranieri.. le divise della samp TUTTE senza sponsor.. prese d’assalto.. idem del cagliari e torino.. prezzi dai 26 ai 45 €.. la piu costosa ancora sui 60 era la bianca della samp con la banda trasversale continua [e nn in versione con il vuoto bianco].. c’erano anche le kombat dell’italia periodo euro2000 mondiali 2002.. al limite del sold out.. i pantaloncini invece esauriti dal mattino al pomeriggio.. era rimasto un xxxl della samp e del siena.. questo testimonia come l’abbigliamento sportivo sia un evergreen.. non solo tra i tifosi ma anche di chi x passione ogni tanto compri qualcosa o magari x la partitella con gli amici o x andare a correre acquista un pantaloncino..

    l’aumento degli sponsor auspicato da de laurentiis è una cosa che fa ridere.. in serie B l secondi sponsor pagano 20.000 euro.. capirai che ricchezza possano portare.. e cmq l’inserimento di un altro partner porta quello principal a diminuire la propria offerta.. il che potrebbe segnare un passo indietro e non in avanti a livello economico per il club.. vedi “carispezia” “ferla”.. il secondo era grande quanto il primo……… ma anche il modena con “concordia” ed “immergas” o altri doppi sponsor del genere aveva una situazione analoga..

    pps: io concordo con il numero delle squadre nei campionati.. il fatto è che per avere delle riduzioni andrebbe coinvolta anche la B.. ed ovviamente la C che 4 esuberi a cascata dovrebbe smaltirli.. certo la A a 18 e la B a 20 sarebbe tanta roba.. cmq anche i tifosi o pseudo tali dovrebbero fare un mea culpa.. tantissimi stadi sono vuoti perchè la gente continua ad avere le doppie fedi sportive oppure non segue piu la propria squadra solo perchè non lotta per grandi traguardi.. magari anche in realtà dove fare la serie C è manna dal cielo.. è tutto un sistema a catena..

    • Simone

      Sabato scorso c’erano solo quelle di Toro, Samp e Cagliari dell’anno scorso più qualche fondo di magazzino degli anni prima, taglie a scelta solo per quelle dell’anno scorso ma quasi tutte senza sponsor, prezzo 56 euro.

      Le Kombat Italia non le ho viste, in compenso c’erano le canottiere della nazionale finlandese di pallavolo femminile.

    • Simone

      Male invece Nike, che aveva qualche divisa dell’anno scorso di Celtic, Porto e Inter minimo XXL ma comunque a 35-40 euro, così come quelle (ben più fornite di taglie) di Barça, juve e Francia.

      Puma non ha più nemmeno una maglia da calcio, solo qualche pezzo di catalogo. Non sfruttano minimamente il fatto di essere sponsor tecnico della Nazionale.

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Incredibile, Sagramola ha fatto qualcosa di buono…

  • F093

    Visti i tempi che corrono, io invece sono disposto ad inserire il nome di uno sponsor su ogni commento che posterò qui sul sito, purchè a pagamento!!!! 🙂

    e ricordate tutti che
    F093 OLD STYLE

    mangia sempre pasta BARILLA
    condita con sughi CIRIO e OLIO CUORE.
    A questo abbina gli ottimi salumi FIORUCCI o BERETTA.
    Per snack il top è senza dubbio il MARS e le eventuali macchie
    le lava solo con elettrodomestici ARISTON!!! 🙂 🙂

    PS Solo uno sponsor per maglia e con contratto almeno triennale. Please.

    • mannis

      hai dimenticato una parentesi x chi ama il latte 😀

  • Dubliner04

    Direi che è meglio se De Laurentis non si metta a pensare alle maglie che già con uno/due sponsor fanno (mediamente) schifo…non vorrei ci riducessimo alla penosità delle maglie francesi…

  • elboev87

    LE MAGLIE DELLA SERIE A ERANO STUPENDE MA DA QUANDO CI SONO I DOPPI SPONSOR
    SONO DIVENTATE VERAMENTE INGUARDABILI FIGURIAMOCI CON UN’ ALTRO,L’ IMPATTO SAREBBE DEVASTANTE E IL GAP CON ALTRI CAMPIONATI INCOLMABILE.

  • alberto Juve

    Assolutamente NO al 4° sponsor. Fosse per me sponsor tecnico (adidas, puma, umbro…) e 1 sponsor (jeep, ….), possibilmente senza patacconi di colore diverso da quelli della maglia e basta! No a maglie con 100000 scritte e colori.

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    invece di cercare più soldi con le patacche potrebbero risparmiare mettendo il tetto salariale ai calciatori sonno a 500000€ (e sono stato buono) annui lordi.

    • http://www.forzatoro.net AlessandroP

      *sotto

  • Daniele

    De Laurentiis PAPPONE!! Il Napoli, il calcio, la passione e i tifosi…NON SONO UN FILM!!

  • Eugenio

    Questo è pazzo …

  • jack15

    Non ho mai retto De Laurentis, adesso ho pure un motivo in più!
    Soprattutto non reggo il piagnisteo da “ce l’hanno tutti con me”: fai una proposta, viene messa ai voti e bocciata… “lega di m…” a chi???????
    ma come ti permetti???

  • Geeno Lateeno

    Due (modesti) suggerimenti al Sig. De Laurentiis:

    a) Lasciar perdere il Napoli e acquistare una squadra francese
    b) Lasciar perdere il calcio e acquistare una squadra di ciclismo

  • Pingback: Dacia Sponsor Day, il tuo marchio sulla maglia dell'Udinese()

  • ridicolo il cinepanettaro

    il punto è quanto pagano questi terzi e quarti sponsor e quanto paga tipo la NIKE o l’ADIDAS…non credo che i colossi dell’abbigliamento sarebbero felici di un crollo delle maglie vendute per colpa di patecche orribili sulle loro maglie

    de lamentis è solo un pagliaccio , e stavolta non ha saputo nemmeno fare di conto so per certo di quanto aveva chiesto ad una di queste 2 multinazionali che gli hanno risposto di continuare pure con Macron AHAHAHAHAH

  • Marcos

    Io sto dalla parte di Pallotta e Lotito: meglio non avere lo sponsor invece che svendere la propria maglia al primo che passa per un pugno di mosche.
    Quello che ADL non capisce è che il Napoli al giorno d’oggi potrebbe ambire ad una sponsorizzazione di prima fascia con un’azienda di livello mondiale che garantirebbe anche più dei soldi di Lete e MSC messi insieme.
    Peccato però che nessuno si farà avanti se sarà costretto a convivere il suo logo con un pataccone rosso o blu.

  • shibax

    lo spettro delle maglie tipo ciclista si è allontanato per il momento ma sto de profittis tornerà alla carica. ma poi quanto sarebbe l’introito di un ulteriore sponsor? io credo muova poco o niente nell’economia di una squadra di serie a. (saranno un 500.000 euro in piu all’anno)

  • allan

    spero che non lo mettano, poi dopo il quarto ci sarà il quinto il sesto etc. non hanno mai la pancia piena

  • squaccio

    A proposito di sponsor vari, vorrei che qualcuno mi spiegasse nei dettagli la sponsorizzazione tra Manchester Utd e la DHL. So bene che quest’ultima riguarda solo le maglie da allenamento e pre gara ma…

    – conviene alla dhl sponsorizzare delle maglie molto meno in vista rispetto a quelle che si usano in partita ?
    – lo sponsor principale in che modo permette questo ? Nel senso…essendo una novità in che modo la DHL è riuscita ad “inserirsi” in una sponsorizzazione già esistente ?

    a questo punto, se devo scegliere il male minore e se proprio ci deve essere, preferisco che l’ipotetico 4° sponsor sia posto sul materiale d’allenamento.

    Che dite ? Scusate il leggere O.T.

    • stefano

      sarà stata una trattativa come tutte le altre, ogni club ha decine di sponsor…che metodo pensi abbiano usato?
      se conviene o no lo saprà dhl, essere sponsor comporta visibilità anche su backdrop, sito ufficiale, stadio eccetera

    • passionemaglie.it

      La sponsorizzazione è terminata lo scorso anno, ora c’è Aon che ha consegnato una barca di soldi allo United (quasi 20 milioni di sterline a stagione) per marchiare il materiale d’allenamento e il centro training di Carrington.

      Dal 2014-15 sulle maglie arriverà invece Chevrolet.