SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

AGGIORNAMENTO

Sono state presentate le nuove maglie ufficiali del Parma 2010-2011.

L’amministratore delegato del Parma, Pietro Leonardi, ha parlato della nuova maglia crociata per la prossima stagione durante un intervento al Master in Organizzazione dello sport e dello spettacolo sportivo.

La nuova divisa, in nome della tradizione, sarà con l’originale croce nera su sfondo bianco. La croce sarà più larga per evitare che venga coperta troppo dallo sponsor e sulla maglia ci saranno dei richiami gialloblù.

Dove? Questo sarà una sorpresa, infatti Leonardi non ha voluto svelare nient’altro, ma solo garantire che “non cambierà mai l’aspetto crociato, ma sarà ogni anno caratterizzato da piccole situazioni che non andranno a modificare più di tanto l’insieme”.

Sul sito Settore Crociato, un gruppo di tifosi del Parma, sono state pubblicate alcune elaborazioni della nuova maglia, create in base alle parole di Leonardi e frutto della fantasia di L.C.


  1. Collo e maniche a righine gialloblù
  2. Sfumatura gialloblù sul bordo della croce e inserti su maniche e colletto
  3. Righe gialloblù su spalle e maniche, simile alle famose strisce Adidas

Ecco un altro pezzo del suo intervento: “Il colorare lo stadio in una certa maniera deve essere motivo di orgoglio. Quando si tratta di acquistare una maglia uno di solito dice, valla a comprare in quella bancarella lì… All’Udinese non c’è la maglia vera, c’è ancora quella di Balbo… Però ti fanno un bello sconto, eh… In Inghilterra – su questo bisogna dargli atto – addirittura oltre al bollino, c’è la caratterizzazione della stagione, perché tante maglie – come può essere quella del Parma, che ha una maglia storica, crociata – diventano ripetitive, il merchandising va un po’ a perdersi: uno dice l’ho comprata l’anno scorso, cosa la compro a fare quest’anno? Che cambia? C’è sempre ‘sta croce..: Ecche… Cambio il numero col nome del giocatore, però se me piglio uno che ha 5 anni di contratto, so’ a posto, c’è sta sempre… Invece in Inghilterra hanno inserito questa targhetta della season, oltre a quella della Lega, che cambia ad ogni stagione … Adesso io sto cercando di modificare, sono intervenuto su questo anche per il prodotto della prossima stagione, è una primizia del Parma, modificando un attimo, perché la maglia sarà crociata, ma avrà, per esempio, dei rilievi all’interno anche di caratterizzazione. Avrà dei rilievi interni alla maglia di un altro tipo di caratterizzazione, perciò si differenzia, no?

E’ noto il mio debole per le maglie crociate, per cui non posso che accogliere con gioia questa notizia. Il Parma continua quindi a mantenere la sua maglia originaria, quella che scelse nel giorno della sua fondazione, il 16 Dicembre 1913.

Viene così ignorato l’appello partito da un tifoso di Palermo che ha creato un movimento virtuale, il “Comitato per la maglia gialloblù”, atto a spodestare l’attuale prima maglia del Parma in nome delle vittorie ottenute nel periodo 1998-2004 con la divisa a strisce orizzontali. Non sono d’accordo con le motivazioni di questo gruppo e ritengo che le tradizioni di una squadra vadano rispettate, cito allora le parole di Leonardi: “Lì non erano i soldi di Tanzi, eh? Era la maglietta…”

Quale delle tre proposte non ufficiali ti piace di più?

Photocredit: settorecrociatoparma.it

  • squaccio

    A me piace molto la bozza n.3; poi volevo fare una domanda agli esperti: un marchio qualunque puo’ riproporre pari pari un kit usato da un altro cambiando in pratica solo il logo ???
    Esempio pratico: la errea ha riproposto le maglie umbro del parma anni 90 pari pari: é legale ???

    • giangio87

      mica mette il marchio umbro… allora che si deve dire della legea e delle altre marche minori che copiano… si possono copiare i template, ma i marchi no

    • giorgio

      l’unica possibilita di vedere la 3 e che il parma passi all’adidas

    • Riccardenburg

      sì. sulle maglie non c’è il copyright. Quello esiste, ovviamente, per i marchi della ditta fornitrice (logo oppure, mettiamo, le tre strisce dell’adidas).

  • squaccio

    Lo so..forse mi sono espresso male io..

  • passionemaglie.it

    Stiamo parlando di una maglia degli anni ’80, non credo sia illegale farne una copia per ricordarla. Le maglie sono state riprodotte sempre per il Parma, non per un’altra squadra 😉

  • Steffanel

    mi piace la numero 1, trovo la crociata una maglia unica per storia e bellezza!

  • Jason

    penso sia importante rispettare la tradizione.. tuttavia in questi anni ho visto il parma fare troppi cambiamenti dovuti non solo agli sponsor tecnici che si sono succeduti nel tempo ma anche ai gusti di qualche presidenza strapiena di soldi che poi ha fatto il furbo ed è finito nei guai.. nei primi anni novanta era totalmente bianca con richiami gialloblù.. a fine anni novanta e inizi duemila era totalmente gialloblù.. da qualche anno è crociata nera su sfondo bianco.. se quest’ ultima versione è la tradizione allora è giusto che sia rispettata anche xkè fa la sua porca figura e non è molto comune tra i vari club.. l’ unica cosa che mi chiedo è come mai i giocatori del parma siano chiamati “gialloblu”? se guardiamo il simbolo del parma vediamo da una parte la croce nera su sfondo bianco.. e dall’ altra parte le strisce verticali gialloblù.. la maglia dovrebbe richiamare una delle due parti.. se richiama la parte nerocrociata.. è giusto chiamarli ancora i “gialloblù” o dovremmo piuttosto chiamarli i “nerocrociati”?

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    L’amministratore del sito dovrebbe essere più imparziale come è stato sull’articolo della maglia rossa della Sampdoria. Inoltre hai voluto evidenziare la provenienza del fondatore del Comitato per la maglia gialloblu. Perchè? I tifosi del Parma sono tutti uguali, perchè fare differenze? Intanto è bene precisare che il fondatore è nato a Parma ma abita a Palermo. Prima di scrivere inesattezze dovresti meglio informarti sul sottoscritto dato che non mi conosci.
    Negli oltre 3200 iscritti (tutti documentati e tutti certificati) del gruppo di facebook della maglia gialloblu ci sono tantissimi parmigiani.
    Perchè rinnegare una maglia storica e gloriosa come quella gialloblu a strisce orizzontali? Le maglie storiche non sono soltanto quelle raffigurate nelle foto in bianco e nero. Se è così hai un concetto limitato di storia. Se dovessi fare il paladino delle divise antiche dovresti contestare le maglie di tante squadre.

    • salvatore

      cmq state parlando di una società che grazie esclusivamente a dei trucchi contabili è stata considerata non fallita…mentre altri club ben più conosciuti e storici (Fiorentina e Napoli) furono fatti fallire per pochi milioni di euro e ripartiti dalla serie C. Non dimentichiamo anche il passato recente please….

  • passionemaglie.it

    @Jason
    Il caos che c’è adesso è proprio dovuto ai cambiamenti di maglia che si sono succeduti nel tempo. E’ normale che alcune persone non si identifichino nella crociata, non le biasimo. Accontentare tutti però è impossibile: c’è chi rivorrebbe la maglia dei primi anni ’90, chi quella del 93-94, chi quella del 95-96, chi quella del 98-99, ecc… e chi la crociata.

    Le maglie del Parma attuali rispecchiano esattamente lo stemma societario: prima crociata e seconda gialloblù a righe verticali. Di conseguenza si possono chiamare in entrambi i modi.

    @Comitato
    Questa non è una testata giornalistica, ma un blog che esprime la mia opinione personale. Tra la tua iniziativa e quella della maglia rossa del Doria c’è una netta differenza. Tu proponi di accantonare quella che è la maglia storica del Parma, la crociata, per la gialloblù. In nome di cosa? Di tre trofei vinti con quella maglia? A te non basterebbe rivedere la gialloblù in campo, tu ritieni che sia giusto metterla come prima maglia e che la crociata non è degna di rappresentare il Parma. Non sono d’accordo!

    La crociata è la maglia della fondazione, indossata per quasi tutta la storia del Parma. Non è stata usata solo per qualche stagione negli anni ’50 e dal 1983 al 2004. Il Parma nasce nel 1913, lascio a te il conteggio degli anni che è stata utilizzata.

    Ho visto i 3200 aderenti al gruppo, ma ti prego non chiamarli tutti tifosi. Basta saper usare Google e qualche tool SEO per vedere che hai portato avanti una campagna d’informazione mista a spam, incollando il tuo sito ovunque nel web. Addirittura a volte chiedevi di aderire pur non essendo tifosi del Parma. Facile fare così più di 3000 membri, ma rimane sempre un movimento virtuale.
    I tifosi infatti comunicano con un solo modo: cori, striscioni, manifestazioni allo stadio. Al Tardini non c’è stato nulla di tutto ciò, mai!

    Credo che i Boys 1977, il nucleo dei tifosi parmigiani, abbiano ben inquadrato la tua iniziativa in un loro comunicato: http://www.boysparma1977.it/nord/vita/0809/vita_0809_013009001.php
    Mi permetto di ricopiare alcuni passaggi importanti:
    1) “non abbiamo mai chiesto di tornare ad usare una maglia diversa da quella bianca con la croce nera. Pur rispettando la casacca che la squadra ha indossato per tanti anni (così come quella bianca, introdotta nel 1983) la maglia del Parma (per antonomasia) è bianca con la croce nera.”

    2) “Avendo utilizzato per lunghi periodi altre maglie è ovvio che oggi ci siano persone che non sono affezionate alla maglia crociata (bianca con la croce nera) come meriterebbe. La soluzione c’è: non cambiarla più.”

    Non cambiarla più, ecco la soluzione. E la società del Parma, dalle parole di Leonardi, ha deciso proprio di fare così. Le generazioni nate negli anni 80-90 si abitueranno. Cambiarla ancora non può che continuare ad alimentare questa diatriba.

    • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

      Questo non è un blog del Parma ma un sito di tutte le maglie da calcio. Dato che sei neutrale nei confronti delle maglie delle altre squadre e delle iniziative dei tifosi, lo stesso dovresti fare quando si tratta della maglia del Parma. Se poi a te della serietà e della coerenza non te ne frega nulla fai quello che vuoi e sputa pure sulla nostra iniziativa. Mi dici quali sono le differenze tra la maglia rossa della Sampdoria e la maglia gialloblu del Parma? La maglia gialloblu a strisce orizzontali è stata indossata per ben 7 stagioni consecutive… invece quella della Sampdoria?
      Il gruppo di Facebook per la maglia gialloblu ha oltre 3200 tifosi… invece quanti iscritti ha quello della Samdoria?
      Rivederla in campo come seconda o terza divisa non ha senso. Se ci accontentassimo di questo significherebbe che il nostro è soltanto un capriccio. Il nostro non è un capriccio. E’ una questione di RICORDI e di IDENTITA’.
      La maglia della fondazione è quella a scacchi GIALLOBLU del 27 luglio 1913. Poi si cambiò denominazione e maglia. La maglia crociata si è indossata per tanti anni, ma il Parma europeo, il Parma della serie A, il Parma conosciuto da tutti è quello con i colori giallo e blu, non quello bianconero. Una squadra come il Parma dovrebbe essere geloso del suo periodo d’oro e forse irripetibile, quindi perché non cercare di rappresentare quel periodo con quella maglia?

      La pubblicità è quello che fa girare tutto. Se non avressi fatto pubblicità, il tuo sito non lo conoscerebbe quasi nessuno. Quindi smettila di fare l’ipocrita.
      La pubblicità del Comitato è stata fatta per informare e per raccogliere tutti quei tifosi che si riconoscono nel nostro pensiero. Chi diceva di aderire anche se non si era tifosi del Parma non ero io, ma una persona poca seria che ha fatto finta di essere d’accordo con questa iniziativa. Non abbiamo certamente bisogno di qualche persona che non tifa Parma per fare numero. E dato che dici che la questione della maglia riguarda soltanto i tifosi del Parma, ti dico: tu che cazzo c’entri che prendi posizione? Non mi risulta che sei un tifoso del Parma.
      Allo stadio si va per tifare, non per fare una contestazione ecco perché non hai mai visto niente al Tardini.
      I Boys sono il gruppo ultras, ma non possono rappresentare tutti i tifosi del Parma.
      Questo tuo sito che è complessivamente neutrale perde di serietà quando tratti l’argomento della maglia del Parma, schierandoti con arroganza da una parte invece di descrivere in modo oggettivo le posizioni dei vari gruppi del Parma.

      • ale.co.

        ma chi è sto scemo ? ma a chi frega niente della maglia del parma ?

  • giangio87

    la soluzione a ciò è facile da trovare:
    la prima bianco-crociata e la seconda giallo-blu e credo che sia anche la soluzione usata attualmente

  • passionemaglie.it

    Si, rispecchiando e rispettando lo stemma del Parma.
    E’ quello che pensa la società che ha intenzione di proseguire su questa strada fortunatamente.

    • franz

      speriamo…sperando xò ke quella giallo-blu qst anno sia più bella d quella dell anno scorso.

  • the_pickwick_pub

    Quoto quanto scritto da passionemaglie.it sul dualismo crociata/gialloblu.

    In relazione alle proposte invece la mia preferenza va per la n.2 😉

  • passionemaglie.it

    Ho approvato il commento del “Comitato” che era finito automaticamente tra lo spam a causa di una parola poco educata.

    Sapevo che il promotore era un tipetto particolare e non ho intenzione di continuare la diatriba, nè devo convincere nessuno. Non è un caso se Boys, Settore Crociato e Parmafans (il più grande forum di tifosi crociati), hanno bocciato l’iniziativa.

    Replico solo sull’imparzialità e ribadisco che questo è il MIO blog, esprime la MIA opinione e non deve essere assolutamente neutrale. Chi non è d’accordo ha sempre potuto dire la sua nei commenti, in modi civili ed educati.
    Auguri per la tua iniziativa!

    • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

      Continui ad essere di parte e a fare il saccente quando non sei un tifoso del Parma. Dovresti parlare della diatriba della maglia in modo neutrale invece ti permetti pure di fare l’elenco dei gruppi che non condividono l’iniziativa. Il trattamento che ci stai riservando è vergognoso. Neanche un gruppo di 10 persone che vogliono una maglia diversa si tratta come stai trattando noi che siamo oltre 3000.

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    Continui ad essere di parte e a fare il saccente quando non sei un tifoso del Parma. Dovresti parlare della diatriba della maglia in modo neutrale invece ti permetti pure di fare l’elenco dei gruppi che non condividono l’iniziativa. Il trattamento che ci stai riservando è vergognoso. Neanche un gruppo di 10 persone che vogliono una maglia diversa si tratta come stai trattando noi che siamo oltre 3000.

  • passionemaglie.it

    Sono sicuro che se avessi fatto un articolo schierandomi dalla tua parte non mi avresti mai accusato di imparzialità 😉

    Ho espresso il mio parere (siamo in democrazia), ti ho dato l’opportunità di esprimere il tuo (siamo in democrazia), ora possiamo vivere felici e contenti. Ho letto in giro come tratti chi non la pensa come te, spesso con parole ingiuriose, per cui mi ritengo fortunato.

    Di nuovo auguri.

    • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

      Avrei gradito lo stesso trattamento che hai riservato per l’iniziativa della maglia rossa della Sampdoria (che poi chi se la ricorda più? invece una maglia che è stata utilizzata 7 stagioni, una maglia storica e gloriosa come quella gialloblu a strisce orizzontali la conoscono tutti) oppure ne avresti parlato in modo imparziale e informativo senza scontentare nessuno. Invece tu hai gettato fango su questa iniziativa. Non sai neanche replicare a ciò che dico.
      Io sono educato con tutti, ma non con chi mi insulta e con chi infanga la mia iniziativa.

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    Non conosci la parola rispetto.

  • Lucakriton

    comitato belle parole ora manca solo ke ti metti a piangere

    • ale.co.

      quoto.

  • Riccardenburg

    la maglia a striscie orizzontali del Parma è la maglia del 17 giugno 2001: terzo scudetto della Roma; se servisse per vincerne un altro…. E’ la prima volta fino ad ora che sento un tifoso dire che preferisce una maglia moderna a quella tradizionale. Comunque concordo con chi afferma che questo è un problema sorto con lo ‘stupro’ dei disegni e dei colori originali di un club. Non riesco ad essere completamente d’accordo con il Comitato maglia gialloblù in quanto la maglia che loro vorrebbero ripristinare mi sembrava, è un’opinione personale naturalmente, orrenda e poco rappresentativa. Comunque capisco che un giovane tifoso del Parma possa trovarsi spiazzato di fronte alla storia recente della maglia del proprio club e voler aderire alle proposte del Comitato. Io, per esempio, sono del 1979 e fino a 5 anni fa credevo che il colore del club fosse il bianco assoluto.

    • passionemaglie.it

      Hai colto in pieno la questione, bravo.
      E’ normale che i giovani siano spiazzati, ma per risolvere la questione c’è un solo modo: non cambiare più la maglia tradizionale e continuare a indossare la crociata.

      Il Parma non può permettersi di smarrire ancora la sua identità con l’ennesimo cambio, fortunatamente Leonardi ha capito il problema.

    • salvatore

      scusate ma se loro voglio fare l’ape maia in mezzo al campo fateglielo fare pure…. de gustibus….ad ognuno il suo…sono convinti che fanno un abella figura con quella pacchianata di maglia a strisce orizzontali gialloblu…beh let it be!

  • squaccio

    Solidarità a PM…PIENA & TOTALE

  • giglio66

    “comitato”, per favore, non continuare la tua sterile polemica !!
    Abbiamo capito per cosa ti batti, per quale motivo hai aperto un gruppo su facebook.

    Hai avuto modo anche di spiegarti all’interno di questo blog, per cui, se fossi in te, ringrazierei per l’ospitalità che ti ha concesso il webmaster e basta.

    Qui non siamo a decidere quale maglia sarebbe più bella per la tua squadra, ma solo a commentare l’iniziativa dei tuo AD Leonardi (che mi sembra abbia idee chiare e piuttosto innovative per l’Italia, visto che nel nostro paese sono le marche e non le società a decidere).

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    Non decide Leonardi, è l’Erreà il cui contratto con il Parma scade a giugno, a decidere la maglia. Per adesso c’è questa Erreà, ma quando si cambierà sponsor sarà tutto vedere.

    L’amministratore del sito, che non tifa Parma e che non è mai stato a Parma, continua le sue lezioni di storia invece di dichiarsi neutrale. Però sull’iniziativa della maglia della Sampdoria (che non ripropone una maglia storica antica) ancora non mi ha risposto e non lo farà perchè non sa cosa rispondere. Quando parli della maglia del Parma perdi tutta la tua credibilità. Abbi rispetto per i tifosi che propongono delle iniziative e ricorda che tu non sei nessuno.

    • Lucakriton

      dai manca poco e ti metti a piangere, dopo metti la foto s’il vous plaît!

    • simone

      ok, PM non sarà nessuno, ma tu chi sei allora?

  • giangio87

    io mi chiedo come fa un comitato a volere una maglia usata solo per 6 anni… posso comprendere fosse stata una maglia usata per 25 anni, ma se la si usa solo per 6 anni, non ha molto senso. ma ripeto, così come sono fatte ora le maglie con la bianco crociata come prima maglia e quella a strisce verticali giallo e blu riprende perfettamente e fedelmente il simbolo del parma… poi per il resto e la società a decidere, non un gruppo di facebook.
    questa è solo una polemica, inutile e sterile…

    • GiovanniMC

      Io appoggio il comitato. Faccio parte di quei 3200 membri che voi chiamate tifosi fantocci. E’ vero io non sono di Parma, ma amo questo club e amo i suoi colori. Sarà sicuramente come dite voi, sono giovane, sono dell’89 ma io mi sento gialloblù e non un crociato. Ho la maglia di Chiesa e di Crespo, la maglia di Buffon, quella di Thuram, addirittura quella di Balbo! Ho la maglia di Mutu autografata e la maglia di Adriano con dedica. Ho quella di Di Vaio e quella celebrativa dell’ultima coppa Italia. Tutto originale. Da quando c’è stato questo cambio, mi rifiuto di comprare merchandising originale. Poi pensateci. Su 3 maglie nessuna richiama quel periodo. Alla faccia del marketing…fossi Leonardi, tifoso del Parma(??) da un annetto al quale giustamente importa tutto finchè ha un contratto…ci penserei.

  • passionemaglie.it

    Rispondo altrimenti continuerà a intasare il blog con le sue battute.

    Smettila di dire che devo essere neutrale, mi piace la crociata e sono libero di scrivere le mie opinioni. Non ti piacciono? Non è un mio problema.
    Non tifo Parma, non sono mai stato a Parma, chi può saperlo?

    L’iniziativa dei tifosi della Sampdoria non calpesta le tradizioni del club, loro chiedono solo di reintrodurre la divisa rossa assieme a quella blu e bianca. Tu invece vuoi relegare la crociata, maglia storica del Parma, a un semplice ruolo di comparsa. Ti è chiara la differenza?

    Per fortuna la mia credibilità non dipende dalle tue fandonie, e comunque non devo convincere nessuno. La storia del Parma è pubblica, ognuno può leggerla e dire la sua. E la storia dice che per quasi 80 anni il Parma ha indossato la crociata. Ognuno tragga le sue conclusioni.

    Auguri!

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    Quasi 80 anni di anonimato (con la maglia crociata) contro 20 di tutto rispetto di cui 10 gloriosi. Qual è la storia? O la storia è soltanto quella antica? Il concetto di storia è largo, ma tu conosci soltanto la definizione più elementare.

    • Lucakriton

      sta x cedere sta x piangere sta x frignare 6 proprio comico
      6-7 anni di maglia gialloblù contro 80 anni, patetico e comico, l’ho già scritto? gne gne gne

    • squaccio

      Non sapevo che PM avesse il potere di decidere quale maglia il Parma dovesse indossare…
      PM rappresento il comitato inglese NO RED SHIRT, esigo che al posto della inutile maglia rossa l’Inghilterra torni ad indossare come seconda maglia quella grigia.
      Se non lo farai vuol dire che non tifi Inghilterra e non sei mai stato in Inghilterra…
      🙂 🙂 🙂

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    Ahahaha illusi! Dico al signorino di Cosenza che amministra il sito di avere rispetto verso le iniziative che lui non condivide. Il Parma non deciderà certamente sulle sue affermazioni…è una questione di correttezza.

    • Riccardenburg

      Se la Roma avesse vinto la Coppa Campioni nell’84 noi avremmo dovuto fare un comitato per farla giocare in completo bianco con collo e maniche rosse stile-bari? 🙂

    • passionemaglie.it

      Si 😀

    • passionemaglie.it

      Non potevo non rispondere qui: io NON DEVO FAR DECIDERE NULLA A NESSUNO! Non scrivo al Parma, non scrivo ai giornali, non vado in giro a convincere gli altri. Ho espresso il MIO PERSONALE PARERE sul MIO BLOG.

      Ti è chiaro?
      Lo vuoi capire che al mondo non esiste solo il tuo punto di vista?

      Esiste il diritto di critica, se ti è sconosciuto non posso farci nulla. Se ti senti offeso mi dispiace, ma non ho mai insultato te o la tua iniziativa. Ho scritto che non sono d’accordo.
      Smettila quindi di fare il prepotente e l’arrogante, se ci tieni tanto vai nella tua “città natale” a chiedere spiegazioni a Leonardi o Ghirardi. E ti assicuro sarà molto meglio che continuare con questo movimento virtuale. Internet è ben diverso dalla vita reale, non dimenticartelo.

      Dici di avere 3200 aderenti, ma allora cosa aspetti a organizzare una manifestazione a Collecchio? Su 3200 almeno un centinaio dovrebbero essere disponibili in un giorno X alle ore Y. Troppo difficile? Impegnativo, non difficile. Le idee vanno portate avanti con coraggio e mettendoci la faccia se serve, continuare a scrivere comunicati su Facebook non credo sia la soluzione.

      Caspita, mi hai fatto dilungare troppo. Mi vuoi come segretario per organizzare il raduno? 😀

  • giangio87

    una maglia usata solo per risaltare il logo parmalat. quindi voluta esplicitamente dalla parmalat e dai tanzi… ti risulta che loro rappresentino il tifo parmense? a me no. comunque non ha senso volere una maglia fatta solo per pubblicità

  • Riccardenburg

    Comunque se ripenso a tutte le volte che ho strabuzzato gli occhi di fronte ai cambiamenti cromatici subiti dalla maglia della mia Roma nel corso della mia vita, non riesco a condannare fino in fondo l’operato del comitato. E’ vero che disapprovo in toto il motivo per cui protestano, ma li giustifico quando dicono che siamo arrivati al punto di non saper più distinguere ciò che è storico da ciò che non lo è. Per esempio io, che sono nato nel 1979, ho cominciato a seguire una Roma con una maglia-calzoncini-calzettoni rosso fuoco e il colletto e le maniche gialle (eravamo a metà anni ottanta). Nel 92/93 l’adidas ripropose i colori del Comune di Roma, rosso ‘sangue di bue e giallo becco d’anatra’ ( ma sempre completo rosso scuro, collo e manica ocra.)
    Nel 98/99 si ritornò ai calzettoni bianchi e ai calzettoni neri, anche se i quella stagione in realtà erano antracite. Se considerate poi tutte le variazioni sul tema, le maglie europee e le maglie-ricordo devo dire che non riesco a dare risposta alla domanda del Comitato ‘quale è la storia’? Il brutto è che, anche prendendo foto di periodi più remoti, non si riesce a dare una risposta sicura. Quanto ci metterà la roma a sostituire i pantaloncini neri (anni 30/40) con quelli rossi con bordo arancione degli anni ’70? A

    • salvatore

      beh io ho qualche annetto in più e ricordo le figurine Panini mitiche che collezionavo…. e parlo della Roma dell’epoca di Santarini e Cordova…ebbene anche allora la maglia della roma più che rossa era amaranto come oggi e il colletto (tondo all’epoca) era quasi arancione…certo i calzettoni erano rosso amaranto con bordo arancio…ma ricordo che in quegli anni spesso la Roma giocava con la maglia bianca con bordo amaranto/arancione e non solo in trasferta…. cmq le tonalità erano quelle…difatti la roma con maglia effettivamente rossa la ricordo solo ai tempo di proaska….metà anni 80.

  • Jason

    diatriba interessante e stimolante.. questo ci fa capire quanta passione e quanto ardore ci sia dietro ad una maglia e dietro ai suoi colori x i tanti tifosi.. il discorso è utile x capire che le dirigenze dei club e soprattutto gli sponsor tecnici devono rispettare la storia e la tradizione di ogni maglia.. soprattutto x la maglia home.. altrimenti si fa la fine del club in questione.. cioè il parma appunto.. penso che l’ errore sia stato fatto a monte.. dalle varie dirigenze.. prendere posizione x un non-tifoso del parma non credo abbia molto senso.. io non tifo parma appunto.. diverso invece è il discorso se ogniuno di noi e in special modo PM voglia esprimere un sacrosanto parere personale.. x quanto mi riguarda posso solo dire che la maglia nerocrociata su sfondo bianco è un bel vedere anche se ho conosciuto il parma con la bianca prima e la gialloblù con strisce orizzontali poi..

    • Jason

      ognuno senza i ovviamente.. eheh..

  • passionemaglie.it

    Non sperate di convincere il promotore del comitato che potere esprimere un’opinione sia sacrosanto.
    Non siete del suo parere? Falliti, ignoranti, irrispettosi, imparziali.
    La pensate come lui? Bravi, conoscitori della storia, tifosi e competenti.

    Dato che fortunatamente ho altre cose da fare, questo è il mio ultimo intervento.

    @Lucakriton
    Capisco la tua rabbia, ma cortesemente evita di commentare se devi solo scrivere cose senza senso. Non voglio che finisca in caciara, almeno qui. Grazie 😉

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    A tutti i tifosi e a tutti i dirigenti del Parma Calcio: definizione e concetto di “storia”. La maglia gialloblu è storica, quella crociata no

    Spesso si fa l’errore di definire la maglia crociata come una maglia storica e rappresentativa della storia del Parma. Questo perché si ha un concetto sbagliato o troppo limitato della parola “storia” che tende ad identificare come storici soltanto gli avvenimenti più antichi.
    Analizziamo bene il significato di storia attraverso Wikipedia:
    La storia è la disciplina che si occupa dello studio del passato tramite l’uso di fonti, cioè tutto ciò che possa trasmettere del sapere. Più precisamente, la storia è la ricerca e la narrazione continua e sistematica di eventi nel passato di importanza per la specie umana, compreso lo studio degli eventi nel corso del tempo e la loro relazione con l’umanità.

    Le coppe conquistate dal Parma con la maglia gialloblu a strisce orizzontali fanno parte quindi di questa ricerca di eventi nel passato d’importanza per la specie umana. Ovviamente tutto questo va inteso in ambito sportivo quindi sostituiamo “specie umana” con “sport”. Del Parma con la maglia crociata bianconera, seppur più antica, non si ricorda nessun evento rilevante per essere ricordato e per far parte della “storia sportiva”. Tutti gli sportivi ricordano il Parma degli anni ’90 con la maglia gialloblu… invece chi ricorda il Parma anonimo delle serie inferiori antecedente gli anni ’80? Pochi.
    Possiamo affermare con convinzione che la maglia crociata non è una maglia storica, se vogliamo la possiamo definire una “maglia cronologicamente antica” ma non una maglia storica.

    Se qualcuno non è soddisfatto della definizione di “storia” di Wikipedia, passiamo alle definizioni che si possono trovare in un qualsiasi dizionario cartaceo:

    Storia: 1. L’insieme degli eventi umani, o di determinati eventi umani, considerati nel loro svolgimento. 2. Narrazione sistematica dei fatti memorabili della collettività umana, fatta in base a un metodo d’indagine critica. | Passare alla Storia, di avvenimento, persona e sim. degno di essere ricordato dai posteri. 3. Narrazione di fatti d’ordine politico, sociale, militare, religioso, economico e sim., relativi ad una determinata epoca, a un determinato evento, a una determinata collettività umana e sim.

    Questi sono i principali significati della parola “storia”.
    Quindi chi sostiene e va dicendo in giro che la maglia crociata sia una maglia storica sbaglia, o se vogliamo ha un concetto troppo elementare e limitato della parola “storia” che tende ad identificare come storia tutto ciò che è successo nel passato remoto anche se esso è irrilevante e ricordato da pochi.

    • giangio87

      ehm mi nuoce notarti che la maglia a strisce orizzontali giallo-blu non rientra in nessuna di quei 3 fattori che possono definire un qualcosa di storico.
      1. può rientrare negli eventi aventi ragione storica l’adozione da parte di una società di una determinata maglia per risaltare meglio il marchio del proprietario? NO
      2. possono le vittorie di coppa uefa del parma far si che quella maglia possa essere ricordata ai posteri. NO perchè vincere una coppa non da effetto storico perché non ha rilevanza sociale e di massa.
      3. quella maglia non ha nulla di socio-politico-culturale.

      il buon senso a volte dovrebbe prevalere sulla passione

      • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

        L’ho anche specificato: intendo la storia sportiva. La maglia gialloblu per gli eventi sportivi che l’hanno caratterizzata è una maglia storica.
        2 Coppe Italia
        1 Coppa Uefa
        1 Supercoppa Europea

        4-2 al Delle Alpi con esonero di Lippi
        Goal di Crespo al 94′ in 9 contro 11

        • Jason

          ma si.. per esempio il milan ha vinto un sacco di finali della champions con la maglia bianca.. eppure la prima maglia è rossonera..
          cmq.. il pasticcio l’ hanno creato le varie dirigenze.. e spetta a loro risolvere la questione.. l’ importante è trovare sponsor tecnici seri.. non certo la errea..

    • Jason

      io ammiro e rispetto sinceramente la tua dedizione e passione che ci metti.. tua e di quanti la pensano come te.. ma non dimentichiamo che in questi famosi anni di maglia gialloblù orizzontale il parma non è riuscito a vincere lo scudetto (forse anche x la presenza di moggi) e quelle coppe che ha vinto le ha vinte comprando giocatori con i soldi sporchi di un certo tanzi.. alla faccia di tanti risparmiatori.. preferisco una storia pulita ma senza vittorie.. che una sporca con tante vittorie sulla pelle e sui risparmi della povera gente..

      • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

        Crespo, Cannavaro e Buffon c’erano anche prima e sono stati comprati per poche lire ed erano degli sconosciuti. E ricorda che era la Parmalat a controllare il Parma Calcio e non viceversa. Il Parma non ha rubato nessuno e quello che abbiamo vinto lo abbiamo vinto sul campo.

        • Jason

          e il proprietario della parmalat era tanzi.. un criminale fino a prova contraria.. sul fatto che il parma abbia vinto con merito sul campo non ci sono dubbi.. anche se prima di una finale della vecchia coppa uefa c’ è un video che ritrae cannavaro bombarsi di flebo..

        • giangio87

          la storia la sappiamo tutti, tanzi usò le sue società solo per intascare soldi… l’ha fatto con la parmalat e alla fine la fatto con il parma.
          ma ti ripeto e non vuoi capire che la maglia giallo blu a strisce orizzontali fu ideata principalmente per dare un contrasto migliore alla scritta parmalat e poi in seguito mister day. tutto in funzione del marketing bello e buono. ma se non lo vuoi comprendere fatti tuoi. hai citato la storia per dire che quelle maglie hanno fatto la storia del parma. ma non bastano 6 anni per fare la storia di una squadra. infatti finita l’epoca d’oro del parma nelle altre 3 stagioni il parma vinse solo la coppa italia, e vuoi dire che la coppa italia è un evento storico? eddai! non giustificarti con cose che non stanno ne in cielo ne in terra. l’evento storico è la fondazione del club. l’evento storico sono i colori sociali di un club. e le strisce orizzontali non rappresentano il parma ne come simbolo e neanche come colore sociale.

        • Jason

          ben detto.. e poi ricordo che in nome del marketing una volta sul campo dello stadio tardini di parma apparse una gigantesca scritta “parmalat” sull’ erba.. e cmq il parma qualche coppa l’ ha vinta anche con la maglia bianca..

        • Jason

          apparve naturalmente.. eheh..

        • squaccio

          Come ho scritto su un post mio + in alto non capisco la polemica del Comitato…ha esposto la sua tesi; altri hanno detto la loro ora stop.
          Non siamo la dirigenza del Parma che puo’ imporre questa o quella maglia quindi gradirei che QUESTA non diventasse una “riunione condominiale” come disse un altro 😉

        • FDV

          Parma-Juve finale di coppa italia 94/95

  • the_pickwick_pub

    Tornando nell’ambito dell’articolo, le affermazioni di Leonardi sul far comprare alla gente magliette nuove ogni anno mettono i brividi, sia per il pressappochismo del ragionamento che ne è alla base, sia per per come si sorvola (consciamente a mio avviso) su un elemento fondamentale: il prezzo del merchandising ufficiale.

    In tempi grami come questi è difficile pretendere che chi frequenta uno stadio (parma come qualsiasi altro impianto), e già sopporta 1000 trafile e controlli per accedere a cifre esose in stadi fatiscenti, si accolli a cuor leggero 50-70 euro di maglietta tanto per farlo felice.

  • https://sites.google.com/site/kaisercollection/ Matteo

    Mi piace la seconda, anche la terza non è male… l’idea di Leonardi ci può “stare” ma primo deve abbassare i prezzi delle maglie!!!
    Sono un buon collezionista, quest’anno ho preso tutte e tre le maglie… ma 70€ per una maglia di negozio mi sembrano veramente troppi!
    A breve credo di fare il comitato della maglia crociata! sta esagerando quello gialloblu! vorrà dire che con le crociate inizieremo a vincere!

  • Crociato1977

    Ricordo al promotore del COMITATO PER LA MAGLIA GIALLOBLU A STRISCE ORIZZONTALI che la volontà di ritorno alla “crociata” nacque dai tifosi stessi del Parma non appena si allentò la morsa dei Tanzi, una proprietà che aveva scelto di inquinare la maglia per i motivi correttamente citati.

    Informo PM e gli altri navigatori che fintanto che la “mozione del Comitato” è stata degna di nota (un paio di mesi per la verità…più comparsate prezzemoline), in Curva non passava domenica senza che il popolo crociato non confermasse la propria scelta compatta attraverso gli organi di informazione interna ed esterna o irridesse l’iniziativa con cori.

    Sia chiaro: con “popolo crociato” non intendo solo i gruppi di tifosi storici. Se per questi ultimi la questione nemmeno si è mai posta, per i fans e i sostenitori, preferire la crociata è semplicemente una scelta dettata dal buonsenso: oltre al gusto estetico e alla tradizione della società di calcio, è giusto ricordare il legame della croce con la STORIA DELLA CITTA’ (non mi dilungo).

    A maggior ragione fa strano vedere come un parmigiano emigrante non tenga alla storia della sua città o ad un suo veicolo.

    Concludo aggiungendo che non ho mai sentito UN SOLO TIFOSO DEL PARMA PROFESSARSI A FAVORE DELL’INIZIATIVA del Comitato…ma forse io conosco solo i tifosi del Parma che vengono in curva, dal momento che la frequento da 20anni.

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    E se vogliamo parlare di città, quello che ha scritto prima forse non sa che i colori della città di Parma sono il giallo e il blu e che non c’è nessuna squadra parmigiana di qualsiasi sport che abbia una maglia bianconera!
    La maglia gialloblu a strisce orizzontali è stata disegnata da un tifoso nel 1998 per una specie di concorso. Nella rete non si trova nulla perchè all’epoca internet non era diffuso come oggi.

    • Luca Aiuola

      I Panthers Parma che giocano in massima serie di football americano hanno la maglia bianconera.
      Non conosci la città, la Sua storia, le Sue Tradizioni, la Sua gente.

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    Ma stai zitto e vai a lavorare! Perchè devi ribaltare la realtà?
    E poi sei anche poco informato in quanto non fu Tanzi a togliere la maglia crociata… Dimmi, nel 1983 c’era Tanzi quando fu abolita la maglia crociata? E degli anni ’50 ne vogliamo parlare?
    Su facebook ci sono oltre 3300 tifosi (tutti documentati) a favore della maglia gialloblu che è la maglia STORICA. La crociata essendo più antica non è per decreto la maglia storica.
    E’ bene ricordare che a GIUGNO SCADE IL CONTRATTO CON ERREA’, quindi se qualche sponsor tecnico fosse interessato al Parma è legittimato a fare la sua offerta alla società.

  • http://magliagialloblu.altervista.org Comitato maglia gialloblu

    Lo ripeto un’altra volta: IL CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE TRA PARMA ED ERREA’ SCADE A GIUGNO.

    • Luca Aiuola

      Il contratto con Errea è già stato rinnovato, i bene informati lo sanno.

      I Panthers Parma (football americano) hanno i colori bianconeri.

      Come al solito il Comitato straparla di una realtà che non conosce.

  • Ascani Leff

    Luca non perdere tempo con quel pazzo, pensa che ora ha aperto un gruppo contro la FIFA che dovrebbe abolire le maglie crociate perchè simboli fascisti e religiosi. Peggiora ogni giorno che passa ahahahahaahaha

  • ginopaoli

    io faccio parte del comitato maglia gialloblu e ora ke ci penso è vero, in fondo erano i giocatori ke indossavano la maglia a vincere e non la maglia comunque la seconda è STRATOSFERICAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAaa

  • Paolino

    Secondo me la prima con il colletto e le maniche gialloblù è la più bella…

  • alex

    Lasciatelo stare..è patetico!!non ha nemmeno le palle di farsi vedere in viso!!!Parma e il Parma sono i crociati…80 anni di anonimato(secondo lui) non possono essere un pretesto per adottare quella a righe orizzontali…che sia stata usata nei campi di C, B,non conta quello è il Parma non i trionfi…

  • maurizio

    IO il Parma che mi faceva sognare l’ho conosciuto con i colori giallo-blu quindi vorrei sognare ancora con quei colori che sono stupendi.

  • Francesco

    ciao a tutti,
    anch’io faccio parte del comitato per la maglia gialloblù e mi sono accorto che la verità non è ancora saltata fuori. punto primo i colori della città di Parma sono gialloblù….vedere simbolo del comune di Parma….ma purtroppo i colori sociali del Parma calcio sono bianco e neri….la motivazione è troppo lunga da spiegare ci sarebbero libri e libri…..comunque per finire dico a tutti da un tifoso che segue il Parma e che ha fatto decine di trasferte (Es. in Finlandia, wembley ecc!!!) è ora di smetterla perchè a Parma dicono che la maglia crociata porta rogna….vedi campionato 2007/2008 retrocessione in serie B e con questo cocludo ringraziando tutti per la disponibilità…..ciao

  • maurizio

    Credo che i veri colori del Parma siano giallo-blu,quella crociata è bella ma niente a che vedere a qulla giallo-blu.

  • Interista

    mi piacerebbe rivedere la maglia con le strisce gialloblu orizzontali larghe

  • palmirense

    ammazza, quanto son BRUTTEEEEE

  • Luca Aiuola

    Quelo cel comitato minaccia di non abbonarsi se ci sarà ancora la maglia crociata.
    Ma se abita a Palermo ed è venuto al Tardini solo una volta nella sua vita, non si è mai abbonato… chissenefrega se anche stavolta non lo fa?
    Esilarante.

  • Garg

    ancora lontane dal piacermi queste maglie del Parma…
    la Erreà dovrebbe inventarsi qualcosa di meglio