SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La settimana si apre di botto con la nuova maglia dell’Arsenal 2016-2017 presentata da Puma. Dopo il trilogy kit e le divise dello scorso anno, il nuovo lavoro è ispirato alla casacca con cui i Gunners nel 1993-94 si affermarono in Coppa delle Coppe.

Prima maglia Arsenal

Corpo rosso e maniche bianche per l’inconfondibile stile dell’Arsenal. Il colletto sagomato, la cui forma è ispirata chiaramente a quella del biennio 1992-1994, è ornato da un bordino blu navy ripreso anche sul bordo delle maniche.

Maglia Arsenal 2016-2017 home

Colpisce l’occhio la riga centrale più scura, un vezzo estetico che caratterizza fortemente la maglia e che separa il logo Puma e lo stemma dell’Arsenal. Sul retro è stampata la lettera “A” con il font gotico utilizzato per lo stemma societario fino al 2002.

I pantaloncini sono bianchi con una riga rossa a decorare i lati. Novità per i calzettoni che tornano al rosso utilizzato l’ultima volta nella stagione 2004-05. Il risvolto è bianco con un profilo blu navy a riprendere la casacca.

Olivier Giroud ha commentato così: “Puma ha fatto un lavoro davvero ottimo ispirandosi a un periodo storico per i Gunners che ci auguriamo di poter ripetere. Si è appena conclusa una stagione esaltante per noi e proiettandoci già alla prossima siamo fiduciosi di poter migliorare ancora in Premier League e soprattutto cercare di andare il più lontano possibile in Champions League. Il nostro obiettivo principale è come sempre rendere orgogliosi i nostri tifosi”.

La versione Authentic, in dotazione ai giocatori, incorpora la nota tecnologia ACTV Thermo-R, inserita in modo strategico sul davanti e sul retro della maglia, per aiutare i calciatori a mantenere una temperatura corporea ottimale. Presente sempre il taping interno che aderisce alla pelle e rilascia un micro-massaggio in aree specifiche per aiutare i muscoli a mantenersi attivi.

La classica Replica ha invece una vestibilità standard e adotta la tecnologia DryCell con inserti in mesh traspirante.

Maglia portiere Arsenal

Il modello per i portieri è quello utilizzato da Puma per le sue squadre sponsorizzate. Colletto a girocollo e inserti colorati sulle maniche. I loghi di Puma, così come il main sponsor Fly Emirates sono in giallo.

Pantaloncini e calzettoni sono anch’essi total black.

Maglia portiere Arsenal nera 2016-17

A portare in campo per la prima volta il nuovo kit saranno le ragazze dell’Arsenal Ladies, impegnate il 26 maggio negli Stati Uniti nell’amichevole contro il Seattle Reign al Memorial Stadium.

  • ManuD10S

    Sarò uno dei pochi, ma a me il binomio Puma-Arsenal non è mai andato tanto a genio..

    • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

      Uno dei pochi? Quando si parla di Puma le critiche sono all’ordine del giorno (spesso in modo esagerato secondo me) 🙂

      • ManuD10S

        Sono contrario ai giudizi negativi dati a priori, però nella fattispecie con i Gunners non mi ha mai colpito a pieno.
        Al contrario, invece, ho apprezzato i lavori per le nazionali africane e con il B.Dortmund

  • Bula bula

    belli i bordini blu e mi piace i generale
    è inutile lamentarsi perchè se una maglia è tradizionale si critica la pulizia e se qualche brand osa un po’ di più partono gli insulti.
    Infine dico che la approvo al 100%

  • Gianpiero Granatino

    Come al solito Puma esagera con le maniche che arrivano al gomito, non si regolano mai!
    Per il resto è insensato quel palo centrale, senza sarebbe stata davvero molto bella.

  • squaccio

    Con la maglia bianca dell’Italia con la fascia blu sul petto, credo che sia il miglior lavoro di Puma negli ultimi 20 anni.
    Stupenda.

  • Carlone

    Questa maglia, più di altre, sarebbe ENORMEMENTE meglio senza uno sponsor. Il palo centrale senza sponsor sarebbe davvero molto bello, coperto da quell’enorme scritta bianca mi sembra veramente debole.

    Per il resto, la maglia è molto, molto bella. I due lavori precedenti di Puma mi avevano entrambi deluso, questo qui ne mantiene lo stile, molto moderno ed aggressivo, ma al contrario delle altre due è veramente veramente bella. Forse proprio perché un po’ più osata.

    Molto bene Puma quest’anno.

    • Classick

      A me non sembra che lo sponsor disturbi così enormemente come dici; il palo centrale non viene nemmeno tagliato, rimane continuo. Ci sono altre maglie dove lo sponsor è molto più deturpante. Per similitudine mi viene in mente quella del PSG dove il palo centrale si interrompe a livello dello sponsor (Fly Emirates, lo stesso dell’Arsenal) per poi riprendere, creando maggiore disturbo. Per non parlare poi delle maglie a strisce o degli sponsor con il rettangolo.

      • Carlone

        È vero, però questo palo qui è tono su tono, ed un’enorme scritta bianca a coprirlo lo rende un dettaglio talmente poco appariscente e caratterizzante da farlo apparire di troppo. Infatti parecchi qui nei commenti dicono che è di troppo, quando secondo me nel design della maglia ci sta molto bene.

        Comunque hai ragione, il palo centrale è in generale una fantasia molto bella e molto danneggiata dagli sponsor.

  • Baracca

    Fatico a capire il palo centrale e “l’ascella” bianca, dettagli senza i quali la maglia secondo me sarebbe quasi perfetta. Quasi perché, come ogni lavoro Puma, non riesco a digerire il taglio della maglia, troppo attillata, troppo fasciante, e mi chiedo anche quanto effettivamente comoda in campo. Altro dettaglio che non mi piace, lo sponsor arriva quasi ai fianchi, almeno in queste foto, come se ce ne fosse bisogno poi.

  • Edoardo

    A me piace abbastanza e la striscia rossa più scura ci può stare anche bene nel contesto della maglia, un difetto sono le maniche troppo lunghe.

  • Daniele Costantini

    Una rielaborazione, reinterpetazione, incredibilmente quasi riuscita – “incredibilmente” perché raramente, un brand riesce a dare nuova linf. a a un template realizzato dalla concorrenza (e che concorrenza, in questo caso!). Ottimi e riusciti i rimandi alla storica casacca del ’94, dalle spalle bianche allo scollo, passando per i dettagli blu navy e l’accenno alla storica ‘A’ gotica che, talvolta, fece da vero e proprio stemma in luogo del tradizionale scudo – almeno sui pantaloncini:

    http://i1.mirror.co.uk/incoming/article7509772.ece/ALTERNATES/s615b/Dennis-Berkamp-1996.jpg

    Tutto ciò mi farebbe passar sopra anche a quegli inserti bianchi sotto le ascelle (di cui davvero non si sentiva la necessità)…se non fosse per quel palo al centro del busto, di cui mi sforzo davvero di comprenderne l’efficacia, l’utilità. Una maglia che con poche migliorie poteva essere per me da 9, ma stante le ultime mie righe, non gli posso dare più di un 7,5.

    PS – Che ci fa Paul Breitner tra gli ex Gunners? 😀

  • Alessandro Melzi

    Non mi convince quella banda scura al centro, per il resto la trovo davvero ottima.

  • Magliomane

    Cosa mi rappresenta quella roba li in mezzo alla prima maglia? Sembra un difetto di stampa, è orribile! Peccato perchè il resto non è niente male.

  • Paolo D

    Troppo squadrato il rosso al di sotto delle spalle… Ma comunque niente di sconcertante. Vederne di più di lavori simili della Puma! Digerisco poco lo sponsor su 2 righe e 2 parole, ma non c’è colpa oggettiva…

  • Eugenio

    Siamo davanti ad una maglia che non presenta difetti veri e propri, se non cose in più che comunque non la guastano, come la riga centrale e le ascelle bianche (inutili). Puma sta dando veramente il meglio di sé, complimenti.

  • Sassà93

    La più bella di Puma per l’Arsenal finora per distacco

  • rudiger

    Vivendo nell’era buia delle sottomaglie, che ha seguito l’età dell’oro delle maniche lunghe, apprezzo la lunghezza delle mezzemaniche bianche, che almeno ricorda la vera maglia dell’Arsenal.

  • The Italian Job

    Molto buona.
    Senza il palo ton-sur-ton che partisce la maglia in verticale sarebbe distinta.
    Senza le ascelle bianche, ottima.