SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Il percorso d’avvicinamento ai XXII Giochi Olimpici Invernali è ormai in dirittura d’arrivo. Tra le discipline che animeranno la cittadina russa di Sochi dal 7 al 21 febbraio 2014, l’hockey su ghiaccio è sicuramente tra i più attesi: lo sport è tra i più noti alla platea mondiale, nonché discretamente conosciuto anche da chi non segue assiduamente le sue vicende.

Tra le dodici squadre nazionali che si contenderanno il gradino più alto del podio, un posto d’onore merita sicuramente la Repubblica Ceca. Il sestetto appartiene al gotha dell’hockey su ghiaccio, andando a comporre – assieme a Canada, Finlandia, Russia, Slovacchia, Stati Uniti e Svezia -, il cosiddetto gruppo delle Big Seven, ovvero le più competitive nazionali del pianeta. Il suo ricco palmarès, d’altronde, conta fin qui 1 titolo olimpico e 6 affermazioni mondiali: un bottino di tutto rispetto, per una compagine attiva “solo” dal 1993.

La maglia della Repubblica Ceca al Designblok

La maglia della Repubblica Ceca esposta al Designblok in un cubo di ghiaccio

Nike è di fatto sponsor unico del torneo a cinque cerchi e, a pochi mesi dall’appuntamento olimpico, ha dato il là alle presentazioni delle varie divise che ammireremo sul ghiaccio russo. In questo frangente, proprio la Repubblica Ceca è colei che sta facendo più parlare di se ancora prima di scendere in campo, grazie alla novità di un’originale “maglia-bandiera”.

Un drappo da indossare

Una speciale installazione nell’ambito dell’annuale Designblok di Praga, ha svelato lo scorso 7 ottobre le due casacche che gli hockeysti cechi indosseranno nel prossimo torneo olimpico. L’attenzione della platea e degli addetti ai lavori è stata indubbiamente cannibalizzata dal completo principale, che per la prima volta si propone d’inserire – in un audace quanto affascinante tentativo – la bandiera nazionale nel moderno disegno dell’uniforme.

Maglia Repubblica Ceca hockey Nike 2014

Ci auguriamo che questa nuova maglia ottenga un posto di rilievo nella storia dell’hockey nazionale, e che diventi un simbolo dell’orgoglio e dello spirito di squadra – ha dichiarato Martina Vránková, responsabile del marchio Nike per l’Europa Centrale.

Con una originale “invenzione” cromatica, il drappo ceco va infatti a vestire interamente i giocatori nazionali: disposta verticalmente, dall’inferitura della bandiera sbuca il colletto – adornato da una “finta” chiusura con laccetti in silicone embossati -, col grande triangolo blu che si dipana poi lungo il petto, inglobando il grande stemma della repubblica; il resto della divisa viene quindi ripartito coi restanti colori, ovvero il rosso per la zona sinistra, e il bianco nella parte destra.

Lo stemma della Repubblica Ceca sul petto

L’effetto finale è sicuramente d’impatto, coi vantaggi di rendere la casacca assolutamente unica nel panorama internazionale, nonché identificativa all’ennesima potenza del Paese ceco e del proprio orgoglio nazionale.

Dalla Cecoslovacchia ai giorni nostri

Storicamente, è la prima volta che la Repubblica Ceca attua un così radicale redesign della propria muta: nei suoi vent’anni di storia, la nazionale si era infatti limitata a proporre la classica dicotomia tra bianco e rosso, con solo piccoli accenni al vessillo o ai suoi colori.

Questa scelta cromatica era stata mutuata dalla disciolta Cecoslovacchia – formazione a sua volta tra le regine di questo sport, capace di cogliere 6 allori mondiali e 8 medaglie olimpiche, fino alla sua scomparsa per le note vicende storiche del Paese.

Divise hockey Repubblica Ceca 2010

Le uniformi della nazionale ceca a Vancouver 2010

La nuova nazionale ceca di hockey ereditò quindi i colori e le divise di quella cecoslovacca, proseguendone idealmente la tradizione (a differenza della neonata Slovacchia che, una volta resasi indipendente, optò per il blu e il bianco come nuovi colori nazionali).

Slovacchia-Repubblica Ceca 2010 hockey

La sfida Slovacchia-Repubblica Ceca ai Giochi Olimpici del 2010

 

L’unica differenza di rilievo tra le vecchie mute cecoslovacche e le successive ceche, si riscontrò nello stemma sfoggiato sul petto, col pentagono dell’epoca comunista sostituito dall’attuale scudo sannitico a quarti – recante come blasonatura i simboli delle tre storiche regioni dell’Europa Centrale, ovvero la Boemia (ripetuta due volte), la Moravia e la Slesia.

Maglia Cecoslovacchia hockey 1985

La divisa della Cecoslovacchia campione del mondo 1985

Tale fregio merita un breve approfondimento: mentre la rappresentativa di hockey continua ad utilizzare sulle maglie il normale scudo nazionale, altre federazioni (come quella calcistica) hanno in questi ultimi anni optato per la creazione di un proprio stemma specifico. Voi quale soluzione preferite?

La reinvenzione della tradizione

Tornando all’hockey e alle nuove divise ceche, ritroviamo il tradizionale abbinamento bianco/rosso nella seconda uniforme, che può essere intesa come una sorta di miscellanea delle due storiche divise del passato.

Seconda Maglia Repubblica Ceca hockey Nike 2014

Viene infatti portato al debutto un template spaccato, dove al bianco dominante della zona inferiore – sopra cui fa sfoggio di sè il grande stemma nazionale – fa da contrasto un grande pannello rosso che va a coprire le spalle e la parte alta del petto; quest’ultimo è inoltre impreziosito, nella parte bassa, da una lunga striscia orizzontale bianco/blu che l’attraversa da manica a manica, richiamando così i colori del vessillo ceco. Permangono invariati dalla “maglia-bandiera” i restanti dettagli.

Dettaglio divisa away Repubblica Ceca hockey

Entrambi i completi 2014 sono caratterizzati da un design lineare e filante, nonché da una grafica molto semplice e chiara, che rifugge da inutili fronzoli estetici. Sul versante realizzativo, Nike è ricorsa anche stavolta all’utilizzo di materiali riciclati come il poliestere mentre, dal punto di vista prestazionale, le casacche vedono dei rinforzi nella zona del collo, oltreché una sostanziale riduzione di pesi – “limando” sulle aggraffature dei tessuti, sull’applicazione di numeri e patch, e su fori e altre zone di ventilazione.

In attesa di essere portate in gare nei palazzetti di Sochi, le nuove maglie della nazionale di hockey potranno essere acquistate da appassionati e collezionisti (quest’ultimi, immaginiamo, in questo caso saranno nutriti…) già dal mese di dicembre 2013. Con delle uniformi così pregne d’orgoglio e patriottismo, il sogno di tifosi e giocatori cechi non potrà che essere quello di vederle onorate al meglio, bissando quella medaglia d’oro già conquistata a Nagano 1998 e da allora solo sfiorata.

Come giudicate le “patriottiche” divise della Repubblica Ceca per i Giochi di Sochi 2014? E condividereste l’uso della “maglia-bandiera” anche per altre rappresentative nazionali?

  • LM

    Bellissime entrambe, da segnalare i lavori egregi fatti da Nike per Russia e Canada. All’inizio può sembrare un pò troppo vistosa per la composizione della maglia e dei colori, ma alla fine diventa un ottimo lavoro dato che la prima ricorda la bandiera nazionale e la seconda ha una grafica armoniosa. Comunque, sicuramente meglio di quelle fatte per le precedenti Olimpiadi, che davano un effetto americano a una maglia che di americano aveva solo il marchio e basta. Infine, bellissimo lo scudo nazionale messo in gran risalto nella maglia, ha un fascino particolare, lo vorrei anche nella maglia della nazionale di calcio, al posto del logo moderno obbrobrioso e senza particolari storici attuale.

  • hangingjudge

    molto bella a vedersi am ho dubbi sull’efficacia in campo, con 3 colori così diversi, così ampiamente presenti e così comuni ad altre nazionali… mi sa che alla fine useranno di più la bianca

    • Daniele Costantini

      Ho la tua stessa remora. Stilisticamente trovo la ‘maglia-bandiera’ a dir poco splendida, ma nutro qualche riserva sulla sua ‘resa agonistica’: in campo, temo che tutti quei colori possano confondere non poco gli stessi giocatori cechi… (non vorrei si riproponesse il problema già sorto con la third biancorossa della Fiorentina 2012-13). Credo anch’io che la maglia bianca finirà per essere usata abbastanza frequentemente.

  • tot

    molto bella la maglia bandiera
    forse la parte blu l´avrei fatta, si triangolare, ma molto piú piccola
    quasi fosse un collettone
    cosí ci sarebbero sicuramente meno problemi con le amtre maglie, essendo di fatto una maglia bianco rossa
    x quanto riguarda lo stemma, anch´io penso che quello antico (anche x la polonia) é piú bello

  • squaccio

    Ma il retro com’è ?

  • Swan

    Sono contento di commentare una maglia da hockey, uno dei miei 4 sport con calcio rugby e ciclismo.
    Bellissime entrambe, c’è poco da dire. La maglia bandiera è molto d’effetto e lo stemma della Repubblica Ceca impreziosisce il tutto. Per inciso penso sia uno degli stemmi più belli d’Europa, il fatto che la nazionale di calcio non lo stia utilizzando è qualcosa di delittuoso. Riguardo l’utilizzo di questa maglia se il retro dovesse essere tutto rosso non ci sarebbero grossi problemi altrimenti sarà di difficile utilizzo.
    Molto bella anche la maglia bianca, il template mi aggrada non poco ed è utilizzato anche per away e third dell’ Everton.

  • rudiger

    Bell’articolo. Da quello che vedo in giro mi sembra che nell’hockey si sta sperimentando un nuovo modo di intendere le maglie da gioco: grafiche innovative ma armoniose e significative. Spero che anche il calcio esca fuori dai soliti schemi di colletti, bordomanica, strisce e bande.
    Non so rispondere alla domanda sugli stemmi. Credo che si debba giudicare caso per caso. Per le nostre nazionali lo scudetto è ben più evocativo dello stemma nazionale, che molti neanche conoscono. Ma come potrebbe l’Inghilterra rinunciare ai tre leoni? In questo caso credo che i cechi preferiscano l’emblema che sta su questa maglia, che in effetti è molto suggestivo.

  • gre

    Ho avuto paura fosse da calcio

  • FDV

    Sono anni che desideravo vedere una sperimentazione del genere, per la quale la bandiera ceca mi aveva sempre ispirato.

    A tal riguardo apprezzai nel 2004 la disposizione dei colori sul modello pur super standardizzato Puma, che però per i cechi assumeva un senso con i triangoli laterali blu che nel lato alto confinavano col bianco, in quello basso col rosso.
    http://www.uefa.com/MultimediaFiles/Photo/competitions/Comp_Matches/01/72/83/63/1728363_w2.jpg

    Riguardo la realizzazione di questa maglia della nazionale hockey, direi che l’effetto è davvero suggestivo, però intuitivamente avrei invertito le posizioni di bianco e rosso, ma l a versione ufficiale della bandiera mostrata verticalmente e questa qui.

    Non era male nemmeno il fregio orizzontale con la bandiera sulla maglia della Cecoslovacchia.

    Sullo stemma, poco da dire, è bellissimo questo inquartato, ed accantonarlo del tutto da parte della federazione calcistica è stato delittuoso, ma capisco le questioni copyright che si sono dietro, essendo questo in tutto e per tutto lo stemma dello stato.

    • Daniele Costantini

      Ammetto il mio debole per il vessillo ceco, e anche io sognavo da tempo di vedere una proposta simile 🙂

      La bandiera inserita longitudinalmente, come sulla maglia della Cecosclovacchia ’85, è un’idea che piace molto anche a me; in questo senso – cioè nei tentativi d’inserire richiami alla bandiera e ai colori nazionali nel design della maglia – trovo degna di nota la casacca di Nagano ’98, di fatto un template spaccato al contrario, con la parte bassa appannaggio di due grandi inserti rosso/blu ( http://www.iihf.com/uploads/pics/Dominik_Hasek_jump_Nagano_1998_02.jpg ).

  • Jak Carate Brianza

    SPAZIALI

  • italia30

    Usa94. Stati uniti pionieri con 1a maglia a striscie bianco-rosse ondulate (bandiera al vento). E 2a maglia blu (blu jeans) con stelle bianche. Sponsor Adidas. Bei tempi!

  • Eugenio

    Bellissime. Più patriottiche di queste dove le trovi ..

    Voti 9 – 9 ( è questo che deve essere la maglia di una nazionale e, se non così, deve richiamare tradizioni della nazione )

  • pongolein

    Davvero una bella soluzione, promossa a pieni voti.

  • MARCO0890

    OTTIME DIVISE
    HOME 8
    AWAY 8

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Interresanti entrambe, in particolare la home. Quando ci sono elementi grafici all’interno della bandiera o dello stemma che possono essere replicati sulla maglietta rendendoli elementi distintivi della stessa è giusto che sia così.

  • albertoJuve

    BELLISSIMA!!!!! Amo l’hockey su ghiaccio. Ottimo articolo. Bravi Passionemaglie!!!

  • Aeschylus

    Significativa, originale, coraggiosa, identitaria: solo applausi per la prima! Elegante e assolutamente non banale altresì la seconda: complimenti, almeno per questa volta, alla Nike!
    Mi auguro che chiarezza e decisione possano contraddistinguere, un giorno, anche le divise della nazionale di calcio, troppo spesso appiattita su un generico bianco, quantunque tradizionale, mentre dai siti ufficiali risulterebbe un più coerente rosso-bianco-blu (maglia-calzoncini-calzettoni). A quando, poi, una decisione su un nome unico? Possibile che solo l’imitabile Bragagna, per l’atletica, si arrischi con “Cechia”, peraltro più legittimo sotto il profilo glottologico?
    Anche se, per un nostalgico come lo scrivente, il fascino di Ceskoslovensko e i dribbling di Zdenek Nehoda…

    • Daniele Costantini

      A ben vedere, il caso ceco è ababstanza singolare: quasi tutti gli stati con una forma di governo repubblicana adottano una denominazione *ufficiale* che prevede la dicitura composta ‘Repubblica tal dei tali…’, ma poi nel parlato comune usano prevalentemente un nome più semplice; ad es. il nostro paese viene chiamato da tutti ‘Italia’, mentre *ufficialmente* siamo la ‘Repubblica Italiana’.

      Il termine ‘Cechia’ non è un’invenzione originale, nel linguaggio ceco il termine locale ‘Česko’ esiste… ma evidentemente, suona “male” come in italiano 🙂 visto che il nome ‘Repubblica ceca’ è assolutamente premimente, e la nazione si promuove così all’estero ( http://www.czech.cz/en/Home-en ).

  • Aeschylus

    … oops: ovviamente Sandro Bragagna resta INimitabile…

  • Cris

    Di una bellezza stordente

  • ste2479

    bella…..ma secondo me raramente verrà usata..
    contro canada e russia(maglia rossa), stati uniti (maglia blu)c’e’ il rischio di confonderle..

  • MARCO0890
  • MARCO0890