SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike



Il Venerdì Vintage di oggi è dedicato a una delle maglie simbolo degli anni ’80, quella indossata dalla Danimarca ai Mondiali del 1986, prodotta dalla Hummel.

Colletto maglia Danimarca Hummel 1986

Un modello dal design rivoluzionario e ardito, che risulterebbe moderno anche oggi. Era strutturata come una maglia a quarti, ma le sezioni che la componevano non erano colorate in maniera uniforme, ma composte da tante righine verticali, biancorosse sul lato destro e a due tonalità di rosso sul lato opposto, con le maniche a tinte invertite ed attraversate dalla caratteristica banda di chevron biancorosse per tutta la loro lunghezza. Le rifiniture del colletto a V ed il piping lungo l’attaccatura raglan delle maniche erano blu navy.

L’effetto ottico da lontano era quello di una maglia a quarti rosa e rossa. Stesso discorso per quella da trasferta, che aveva pannelli bianchi al posto di quelli rossi, sempre a righine tono su tono.

Le iconiche maglie Hummel della Danimarca al Mondiale 1986

Particolari anche i numeri, blu navy con contorno bianco e di grandi dimensioni per evitare problemi di leggibilità su una maglia dal colore non uniforme. Il carattere stondato e corsivo dava un impatto ancora più moderno.

Anche i pantaloncini previsti erano divisi in quarti sfalsati rispetto alla maglia, ma al Mondiale del 1986 si optò per una più ordinaria tinta unita. Originale anche il risvolto dei calzettoni a righe verticali biancorosse.

I numeri delle maglie Hummel della Danimarca al Mondiale 1986

La nazionale danese era alla sua prima apparizione in un Mondiale, ed oltre che per il suo stile, stupì tutti anche per i buoni risultati ottenuti. Vinse il suo girone a punteggio pieno, battendo la Scozia per 1-0, l’Uruguay per 6-1 ed anche la Germania Ovest, futura finalista, per 2-0.

La divisa della Danimarca ai Mondiali 1986

L’avventura si interruppe agli ottavi di finale contro la Spagna di Butragueno, autore di un poker nel 5-1 finale. In quell’occasione i danesi indossarono il completo away.

seconda-divisa-danimarca-Mondiali-1986

È interessante scoprire come lo stesso modello Hummel venne utilizzato negli anni successivi da alcune squadre di club. In Inghilterra, dal 1987 al 1989, Aston Villa, Coventry e Southampton videro i rispettivi colori disposti in righine verticali a formare la fantasia a quarti. I Saints in particolare, avendo gli stessi colori della Danimarca, utilizzarono praticamente la stessa maglia della nazionale scandinava, ma abbinata a pantaloncini neri.

Maglie Aston Villa, Coventry, Southampton 1987-89

In Italia toccò al Pisa, che abbandonò per due stagioni (1988-1990) le tradizionali maglie palate per questo stile ibrido: righine nere e azzurre su un lato, azzurre e celesti dall’altro, abbinate a pantaloncini neri e calzettoni azzurri. L’insolita divisa portò fortuna, con la promozione in Serie A nel secondo anno, impresa mai più ripetuta dal club toscano.

Maglia Pisa 1988-89 Hummel

Altra suggestiva applicazione del modello: la terza maglia del Verona 1987-1988, a dire il vero in una versione più soft. Il giallo ed il blu non si mischiavano e le righine erano solo tono su tono, ma l’impatto generale della maglia a quarti era comunque straordinario.

Terza maglia Hellas Verona 1987-88 Hummel

Photocredit: Leandro Fowler

 

A consacrare un modello così dirompente ed iconico, non poteva mancare un’imitazione. L’ABM Sport, marchio italiano in voga fino alla prima metà degli anni ’90, ripropose esattamente lo stesso design.

Nel video in basso (minuto 16:48) trovate la divisa del Messina utilizzata solo in Coppa Italia nel 1988-89, che il collezionista Claudio Donia ci mostrò nella puntata di Come Una Seconda Pelle dedicata al club messinese. La maglia vedeva la predominanza del rosso sul giallo e pantaloncini con la fantasia invertita. Lungo le maniche ovviamente le chevron Hummel erano state sostituite dalle S di ABM Sport.

Infine un altro straordinario esempio: la divisa utilizzata dal Parma Primavera nel Torneo di Viareggio del 1988. Sia la maglia che i pantaloncini alternavano una sezione bianca ed una a righine verticali gialloblù. Praticamente l’anello mancante ideale tra il Parma in bianco dei primi anni ’90 e quello successivo gialloblù, prima del ritorno della storica divisa crociata.

La Primavera del Parma al Viareggio 1988

Un modello così particolare che si ama o si odia. Voi da che parte state?

  • Junglefever

    che maglia…sarebbe da riproporre!

  • Tux

    che nostalgia… degli anni 80, di quella divisa magnifica e di quella Dinamarca / Dinamite che sembrava voler incendiare i meravigliosi mondiali di mexico 86 (forse i più spettacolari a cui abbia assistito, pareggiati in questo solo dai bellissimi europei 2008)!!!
    Questa maglia era una bomba… e tra tutte le sue filiazioni ed imitazioni, quella del Parma primavera è qualcosa di leggendario.

    • salvopassa

      D’accordo con te, mi piace solo ricordare un bel Mondiale ’98, finale di carriera di Miki Laudrup con assist PAZZESCO (scavetto quasi “no look”) a smarcare Sand oltre i difensori… Crosetto giustamente scrisse “un tocco di meravigliosa noncuranza”…

      Comunque template dinamico, innovativo, perfetto.

      • Filippo

        gran bella squadra quella del ’98! Ricordo il quarto di finale col Brasile. Noi eravamo stati appena eliminati dalla Francia ai rigori, ma quella gara ci riconciliò col calcio, uno spettacolare 3-2 per il Brasile e maglie stupende per entrambe le squadre. http://p1.trrsf.com/image/fget/cf/619/464/images.terra.com/2012/09/20/laudrup.jpg

      • Mro

        Vero: che nostalgia! la hummel aveva il suo stile, piuttosto marcato al tempo, ma bello e che colpiva. Avevo quella maglia dell’Aston Villa che è presente in foto, me la regalarono per il 17esimo compleanno! è passata una vita. In realtà era un completo, avevo anche i calzoncini che erano bellissimi: bianchi con strisce coi colori dell’AV e la scritta hummel in azzurro sulla dx e AVFC sulla sinistra. La maglia è andata distrutta in non ricordo quale occasione di qualche anno dopo, mentre i pantaloncini credo di averli ancora chiusi in una scatola con altre maglie di calcio del tempo.

  • squaccio

    Stupenda…

  • Niccolò Nottingham Forest

    Pazzesche!

    Come esempio più recente ricordo molti commenti che accostavano la maglia della Danimarca a quella dell’Albinoleffe di questa stagione firmata Acerbis (in dotazione anche al Lumezzane).

    http://www.soccerstyle24.it/2013/12/albinoleffe-bis-maglie-firmate-acerbis-non-cambiano/

    http://goo.gl/sBbApJ

  • tot

    proprio ieri commentavo il fatto che la danimarca dovrebbe usare hummel, in quanto danese
    la maglia anni 80 in questione é fantastica e anche il font mi piaceva parecchio
    avrei visto l´away di quest´anno proprio come quella degli anni anni 80, sarebbe stata una bella citazione

  • Swan

    È stata la mia maglia preferita per anni, aveva un template talmente bello e particolare che faceva un grande effetto riadattata con i colori sociali di ogni club vestito da Hummel.
    A fine anni 80 riuscii a procurarmi la maglia della Danimarca degli europei 1988, bella ma non come quella del 1986.
    Comunque sono convinto che se un template del genere venisse proposto adesso in Italia ex novo si griderebbe allo scandalo.

  • LM

    Bellissima maglia, rivoluzionaria ma bella e riuscita, meglio anche dei modelli attuali Adidas, e va detto che per la Danimearca vorrei solo Hummel. Per i modelli simili va detto che non mi piacciono tutte tranne quella rossa, il cui colore forse è il migliore per questo modello. Quindi mi piacciono Aston Villa e Southampton, mentre Coventry e Pisa non mi convincono. Bellissima quella del Verona, vorrei venisse riproposta anche di questi tempi, vita la banalità delle attuali maglie scaligere. Brutta quella del Messina, fatta male e che mi sa di tarocco, mentre unica quella del Parma, bella ma imparagonabile a quella tutta bianca o a quella a righe gialloblù.Insomma, una maglia unica e particolare, che a me piace molto ma a molti può sembrare brutta, ma va detto che era innovativa e ieri come oggi sarebbe ancora moderna.

    • FDV

      Ti assicuro che anche quella del Messina vista dal vivo fa un bellissimo effetto. Se la vedi nel video della trasmissione risulta migliore che nella foto che avevo messo precedentemente, in cui rendeva male ed era oltretutto mancante del logo Abm sul petto e con sponsor “rattoppato”.

    • Mro

      Sì, quella del Verona è favolosa.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Gran bella maglia quella della Danimarca ’86, e anche le sue eredi erano altrettanto belle e particolari. Forse tra le Hummel la peggio riuscita è quella del Pisa.
    Tra le imitazioni quella del Parma Primavera firmata ABM è la migliore, anche per via dei pantaloncini graficamente asimmetrici rispetto alla maglietta.
    In generale quindi gran template di maglia.

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    Molto belle le versioni originali tranne quella del Villa per me.
    Tra le copie ABM salvo quella del parma

    • Mro

      Sì, tolto il ricordo affettivo(e i pantaloncini che erano molto belli)non trovavo irresistibile quella del Villa, ne posseggo di più belle.

  • MARCO0890

    Ragazzi non scherziamo non tutto ciò che è storico è bello.
    queste maglie secondo me sono si originali ma inguardabili
    l’unica eccezione la fa quella del Verona.

  • mosca

    Qui siamo nel mito.

  • saverio

    Stupenda.Ancora oggi possiedo la maglia del feyenoord e pantaloncini del pisa,stupendi.

  • LORENZO 70

    ORRORE!!!
    maglie da catalogo?!?!?!
    ARTICOLO STUPENDO.
    complimenti all’autore e…grazie per il tuffo nel passato:
    altre maglie, altro calcio. altri tempi.
    pensare che per me, gia’ allora, la novita’ di queste maglie era ereticamente improponibile. mala tempora currunt.

  • Renzo

    Il design era sicuramente originale e rivoluzionario ma, pur evitando gli orpelli delle maglie più recenti, e righine non mi sono mai piaciute. Da lontano sembravano camicie tendenti al rosa. Belli i numeroni sula schiena e lo stemma

    • Renzo

      Ah, dimenticavo: ottimo invece l’effetto su quella del Verona

  • ferro

    un pezzo di storia, maglie epiche e bellissime

  • Classick

    Il Siena 2005/2006 aveva emulato questo modello, creando qualcosa di simile, anche se diverso.

    http://www.oldfootballshirts.com/img/shirts/347/thumbs/football_shirt_17517_1_500x430x1.jpg

    Mi piacerebbe vedere questo modello in versione bianco-nera sul Siena, starebbe bene secondo me.

  • Lord Balod

    Particolari senza dubbio…il risultato finale lascia un po’a desiderare ma va premiata la fantasia di Hummel

  • Daniele Costantini

    Come modello, è indissolubilmente anni ’80, ed è innegabile che abbia segnato un’epoca… ma a titolo personale l’ho sempre trovata inguardabile!

    Dall’originale danese fino a tutte le sue rielaborazioni successive, l’unica che giudico positivamente è quella dell’Hellas Verona, la più sobria ed elegante, che non sfigurerebbe neanche oggi.

    La meno riuscita, incvece, è per me quella dei ragazzi del Parma a Viareggio: soprattutto perché la porzione a righine gialle e blu, come in un quadro puntinista di Seurat, vista da lontano “mischia” i colori e genera l’idea di una casacca bianco-dorata di dubbio gusto… 🙁

  • Eugenio

    Non granchè … Però le varie rielaborazioni mi piacciono.
    Già da quest’articolo si vede che a parte la maglia del’92 e quella del 2012 ( che era la sua rielaborazione ) adidas non ha mai lavorato bene per la Danimarca ..

    • Eugenio

      Scusate era Hummel non adidas

  • P21

    È sicuramente tra le maglie che ricordo con più piacere! La metto a pari merito con quella dell’Olanda vincitrice dell’europeo 88

  • crazyce

    bella questa maglia anche se forse da lontano l’effetto rosa-rosso forse stonava un pò… bellissima cmq quella del verona magari sarebbe adatta anche al genoa attualmente e non sapevo di quella della primavera del parma che magari vedrei bene come una seconda o terza maglia

  • LORENZO 70

    molto megio l’articolo che le maglie.
    anche se, dopo dieci anni di adidas, continuo a pensare che Danimarca (e Norvegia) possano vestire “naturalmente” solo hummel, i lavori di hummel, dopo l’84 non mi sono mai piaciuti. con l’eccezione dei modelli 89-90 e 02-03 (quelli meno pasticciati).

    • LORENZO 70

      molto “meglio”, ovviamente.

  • riccardo

    Bellissime maglie!

  • Stavrogin

    Stupenda maglia quella… Davvero un capolavoro.
    Belle anche le “eredi” che per lo più non conoscevo.
    Che ridere il giovane Bucci e il giovane Melli 😀

    • GIGIO

      E Ciccio Baiano 3° da sinistra accosciato…

  • albeJuve

    Bellissime maglie Hummel!!! Con tanti dettagli e personalità. Ottimo articolo, con splendide foto. Passione Maglie siete grandi!!!!

  • pippo

    SUBLIME

  • Luca B.

    Bella.

  • piff88

    adoro questo tipo di template!!!

  • Giovanni

    Anche il Fano, la squadra della mia città, aveva questo modello. Metà granata e l’altra metà bianca con le righine granata.