SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Il Goodison Park è l’ispirazione principale per la nuova maglia dell’Everton 2016-2017 presentata da Umbro. Lo stadio dei Toffees, il cui terreno di gioco è stato calcato da leggende quali Dixie Dean, Alan Ball e Alex Young, è stato omaggiato con con le coordinate geografiche stampate all’interno del colletto.

La nuova maglia ha debuttato nell’ultima giornata di Premier League, un esordio vincente grazie alle tre reti inflitte al Norwich City.

Everton kit 2016-2017

Prima maglia Everton

Blu come da tradizione, spicca il colletto a girocollo bianco usato spesso in passato, in particolare nella stagione 1962-63 quando l’Everton conquistò il suo sesto titolo d’Inghilterra. Sempre all’interno del collo c’è un altro omaggio alla celebre casa dell’Everton, precisamente al settore Bullens Road, grazie alla speciale grafica stampata sopra le coordinate geografiche citate in precedenza.

Maglia Everton 2016-2017 Umbro

L’intera parte posteriore, nonchè il fondo di quella anteriore, è personalizzato con una fitta trama a rombi che non può non richiamare il logo di Umbro.

Sul petto sono presenti il doppio diamante del brand di Manchester, lo stemma dell’Everton e lo storico main sponsor Chang che resiste da oltre dieci anni.

Trama diamanti maglia Everton

I tocchi di giallo, presenti anche su calzoncini e calzettoni, non sono casuali, ma riprendono il kit Umbro utilizzato dal 1997 al 1999. A proposito di pantaloncini e calze, i Toffees hanno due scelte per entrambi, in blu o bianco, per completare la divisa casalinga in base ai colori degli avversari.

“Non esiste emozione più grande di giocare a Goodison Park davanti ai nostri tifosi, seguendo le orme dei grandi calciatori che ci hanno preceduto. L’omaggio al nostro stadio sulla maglia è una bella idea, mi piace anche il dettaglio delle coordinate all’interno”, sono le parole del capitano Phil Jagielka.

Maglia portiere Everton home

Svelata anche la maglia da portiere nel colore giallo/verde limone con colletto a girocollo e inserti neri sui fianchi e sul polsino delle maniche. Sponsor e numeri sono invece bianchi.

Maglia Everton portiere gialla 2016-2017

Qual è il dettaglio che vi piace di più del nuovo kit dell’Everton rispetto allo scorso anno? Come giudicate il lavoro di Umbro?

  • Riccardo Cecchini

    Per me è bellissima!

  • Bula bula

    quell’orlo delle maniche metà giallo e metà bianco noooooooo….o tutto giallo o tutto bianco.
    Per la maglia lo sponsor bianco anzichè nero mi piacque assai

    • Bula bula

      *maglia del portiere

  • Noi siamo la Fiorentina

    Molto bella davvero

  • squaccio

    Togliamo il giallo ed il lettering umbro sulle maniche e sarebbe una bellissima maglia.
    Purtroppo questi piccoli dettagli la fanno piombare nella mediocrità.

  • Daniele Costantini

    Classica maglia dell’Everton, semplice e pulita, ottimamente innovata dalla trama a rombi. Un lavoro che – al netto nell’invasivo jersey sponsor – sarebbe assolutamente di livello… se non fosse per quei tocchi di giallo, abbastanza fuori luogo sopra un kit del genere, dal sapore così tradizionale. Passo falso.

    A ben vedere, le casacche di fine anni ’90 da cui (sarebbe) stata tratta ispirazione, seguivano un approccio ben diverso, con il giallo che faceva parte a pieno titolo del disegno del template – anche se non amavo molto quel colore addosso agli Evertonians, in quanto faceva assomigliare un po’ troppo le loro divise a quelle dell’epoca del Chelsea (entrambe firmate Umbro) -; in questa versione 2016-17, invece, quelle macchie gialle danno l’idea di essere state aggiunte alla bell’è meglio cinque minuti fa con un evidenziatore…

    http://www.thetimes.co.uk/tto/multimedia/archive/00237/9129984_GarySpeed_237011b.jpg

    • ManuD10S

      Scusa Daniele, è un effetto ottico dovuta all’esultanza o in questa foto ci sono due tipi di colletti differenti?

      • Stavrogin

        Già!

      • Daniele Costantini

        Guarda, anche io credevo che quel colletto fosse solo un effetto ottico… poi, però, aguzzando lo sguardo mi sono anche accorto che la fascia colorata della maglia indossata da Gary Speed, riporta il blu royal in alto e il giallo in basso, all’opposto di quanto generalmente si vide sulle maglie dell’Everton di quel biennio.

        http://www.premierleague.com/content/dam/premierleague/shared-images/players/s/slaven-bilic/1766-lsh.jpg

        Quindi, non lo so, forse Speed indossava nell’occasione una versione “prototipale” poi ritirata nel corso della stagione; oppure una vera e propria maglia “fallata” (come ad es. quella blucerchiata di Flachi di qualche anno fa, con il rosso e il nero invertiti…) 😀

  • Franz

    Bocciata.
    Non e’ difficile fare bene una maglia azzurra e l’idea del girocollo bianco da’ un sapore di altri tempi ed e’ una buona idea.
    Pero’, i tocchi di giallo, come da molti gia’ sottolineato, non c’entrano niente e sembrano messi a caso. Le coordinate dello stadio sono un particolare secondo me di secondaria importanza: non posso dire che una maglia e’ bella perche’ all’interno del collo ci sono stampate delle coordinate geografiche. Peraltro l’idea e’ stata adottata anche su altre maglie umbro.
    Poi, la fantasia a rombi (mi sembrano piu’ quadrati), non mi richiama tanto il logo umbro e spezza molto l’armonia della maglia: di fatto abbbiamo anche qui una maglia con il fronte diverso dal retro! E per di piu’, il pannello frontale, sembra che si siano sbagliati a farlo: era troppo corto e hanno attaccato un pezzo di stoffa della schiena…
    Mah… vero e’ che bisogna vederla dal vivo, indossata durante una partita, ma per ora sono molto deluso da umbro

  • salvopassa

    Sottoscrivo i giudizi già apparsi. Il giallo è decisamente fuori luogo, staccato dal contesto e dal concept legato allo stadio, idea molto Umbro e direi ben realizzata, con inserti discreti ed equilibrati.
    In generale, ancora non vedo – e non so se mai lo vedremo – quel senso di eleganza ineguagliabile del periodo Tailored, pur rimanendo Umbro l’azienda capace di staccarsi dalla mediocrità del mercato Asian-oriented.

  • Stavrogin

    Io non ce la faccio a giudicare una maglia con quello sponsor. Per carità, sì, almeno a livello coloristico è ben integrato (good practice inglese che da noi stenta a decollare), ma l’immagine è davvero troppo esotica per un club inglese, non ce la faccio.

  • Angelo Di Bello

    Gran bella trama, forse un po’ poco metterla solo nella parte bassa davanti.

    Il giallo si, stona, ma non tanto da oscurare il buono della maglia

  • Vittorio

    Chi ha letto qualche mio post saprà quanto ami Umbro. Ebbene l’amore non dovrebbe perdere la capacità di giudizio. In questo lavoro l’azienda di Manchester non mi impressiona, anzi mi delude un poco: avevo già criticato le scritte umbro sulle maniche soerando dopo un pò che sparissero e invece siamo già abbondantemente al secondo anno di rinascita e le scritte restano. Umbro è stata la prima negli anni ’90 a proporre tessuti a fantasia jacquard e con il ritorno di questa tendenza è naturalmente giusto che la proponga, ma utilizzarla sul bordo anteriore fa un effetto pezza poco gradevole mentre sul retro ottiene un effetto elegante e suggestivo. Il collo a giro rende la maglia un pò misera mentre i bordi manica in bianco e giallo sono piacevoli. Insomma non una brutta maglia ma col potenziale di Umbro nettamente inferiore alle attese per mio giudizio. La maglia giallo limone del portiere meriterebbe commenti inadeguati al sito.

  • Eugenio

    Anch’io mi accodo agli altri: classica maglia pulita ed elegante, ma quel giallo messo così a caso rovina il resto. Se davvero l’avessero voluto aggiungere, avrebbero dovuto dividere equamente la colorazione dei dettagli. Comunque va bene, benissimo gli altri dettagli come la trama a rombi.

  • UnderUmbr

    la HOME è da 9, semplice, bella, di effetto e conferma la solita bravura Umbro. la AWAY non mi piace – a me i colori tipo evidenziatore mi annoiano subito – voto 4,5. Calzettoni blu da sballo, voto 9,5.