Ha debuttato nell’ultima giornata di Serie A la nuova maglia del Genoa 2018-2019, una novità per il club del Grifone che si appresta a celebrare i 125 anni di vita.

La presentazione è avvenuta nel pre-partita con un’ospite d’eccezione: la campionessa mondiale, medaglia d’oro all’ultima Olimpiade nello snowboard cross, Michela Moioli. Insieme a lei anche Domenico Criscito, il difensore che dopo 7 anni in forza allo Zenit tornerà a vestire la maglia del Genoa.

Domenico Criscito con la nuova maglia del Genoa

Prima maglia Genoa 2018-2019

Il centro ricerca e sviluppo di Lotto ha realizzato il nuovo design con l’obiettivo di coniugare tradizione e innovazione, i classici quarti rossoblù sono fusi con un effetto degradè sfumato al centro. La medesima soluzione la ritroviamo sulle maniche e sul retro.

Il colletto è alla coreana chiuso da un bottone e con il lembo esterno tagliato in diagonale con il rosso a contrasto, in modo da richiamare gli spacchi bianchi sul fondo della maglia.

Maglia Genoa 2018-2019

Sul retro segnaliamo l’anno di fondazione “1893” impresso sulla lunetta del colletto, più in basso la consueta stampa di nomi e numeri in bianco. I pantaloncini sono blu così come i calzettoni, quest’ultimi sono arricchiti da una banda verticale che scorre lungo il polpaccio.

Maglia portiere Genoa 2018-2019

Svelata anche la prima maglia da portiere di colore verde acqua, ufficialmente denominato “green tahiti”. Il colletto qui è a girocollo blu abbinato all’orlo delle maniche. La casacca presenta una grafica a righe verticali sfumate con effetto pixel.

Maglia portiere Genoa verde acqua 2018-2019

Le nuove divise saranno acquistabili da oggi presso il Genoa Museum and Store al Porto Antico di Genova e, a partire da lunedì 21, anche sul sito e-commerce del club.

Inoltre le maglie indossate dai calciatori nella sfida contro il Torino sono già acquistabili nelle aste lanciate sul sito specializzato CharityStars. Il ricavato verrà devoluto alla campagna di fundraising, istituita dal Genoa Cfc e dallo sponsor Eviva per l’Istituto Giannina Gaslini.