SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Con 290 reti è tuttora il bomber più prolifico della Serie A, grazie ai suoi gol l’Italia di Vittorio Pozzo bissò il titolo di campione del mondo nel 1938, per due volte è stato il capocannoniere del campionato italiano con la maglia della Lazio.

Questo, ma non solo, racconta la carriera di Silvio Piola, di cui il prossimo 29 Settembre ricorrerà il centenario dalla nascita.

Presentazione maglia Lazio Piola

Per festeggiare l’anniversario e ricordare degnamente il legame che per anni ha legato Piola alla Lazio, Macron e il club capitolino hanno realizzato una maglia speciale celebrativa. I ragazzi di Petkovic la porteranno in campo il 6 Ottobre all’Olimpico contro la Fiorentina.

Esterno package kit Lazio Piola Interno confezione maglia speciale Piola

Partiamo dalla confezione che reca in copertina un’immagine di Piola impegnato in una rovesciata; all’interno troviamo un primo piano e un estratto dei suoi appunti.

Ed ecco la maglia, di un celeste chiaro con il girocollo e l’orlo delle maniche in bianco. Il lettering Macron e lo stemma della Lazio sono ricamati tono su tono, questo perchè a quei tempi le maglie erano completamente spoglie di ogni marchio o sponsor.

Una soluzione interessante, ma allora non era preferibile accantonarli del tutto? Scommettiamo che sarà questo il commento più gettonato dagli appassionati. Non a torto.

Maglia Lazio celebrativa Silvio Piola

In basso è cucita l’etichetta con il numero dell’edizione limitata, infatti Macron ha prodotto soli 913 esemplari tutti di taglia L, quella indossata da Piola.

Un altro pezzo forte è il numero “9” sul retro, realizzato in tessuto e ricamato sulla maglia, mentre più in alto c’è la scritta “S.S. Lazio 1900”.

Particolari maglia Macron Lazio celebrativa Piola

Non è finita qui, all’appello manca il ricamo “290” e la firma di Piola, scritta di suo pugno, apposta sulla manica sinistra. Il merito di questo lavoro va anche ai familiari di Silvio Piola che si sono messi a disposizione, Macron e la SS Lazio ci tengono a ringraziarli pubblicamente.

Per la sfida contro la Fiorentina la fornitura della squadra sarà di 150 pezzi, in aggiunta ai 913 prodotti per la vendita. I portieri avranno una maglia nera con le stesse caratteristiche di quella celeste, i calzoncini neri e le calze bianche o nere.

La divisa di Klose e compagni sarà abbinata a calzoncini bianchi e calzettoni neri, con i numeri vintage stampati e non cuciti.

Dettagli maglia Lazio speciale Piola

Nei negozi arriverà a fine Settembre al prezzo di 109 euro e, come già detto, l’unica taglia a disposizione sarà la L.

Inoltre dal 4 al 6 Ottobre si terrà la mostra “Silvio Piola, duecentonovantavolterete”, nei locali della tribuna autorità dello Stadio Olimpico. Sarà possibile rivivere la carriera del bomber attraverso immagini d’epoca, maglie, scarpini, retine per i capelli e palloni con la stringa di cuoio.

Come giudicate l’iniziativa congiunta tra Lazio e Macron?

  • squaccio

    …invece a me sembra un ottimo compromessa tra una giusto ricordo del passato ed un altrettanto giusto incedere del tempo.
    Maglia stupenda…

    • adb95

      non ho mai amato i font passati, ma giustifico il fine e i mezzi per una volta 🙂

    • Geeno Lateeno

      Concordo con il tuo commento
      Anche secondo me è particolarmente riuscita questa realizzazione “low-visibility” di stemma societario e lettering…. maglia “storica” ma realizzata oggi…
      Complimenti a Macron per quella che a parer mio una delle migliori cose viste ultimamente nel settore

  • m.

    bellissima.

  • pongolein

    ottimo lavoro, giusto relegarla a una sola apparizione, che sarà sicuramente un evento emozionante. Ispirata ai tempi che furono, possiede una personalità unica, pur nella propria semplicità. Sponsor tecnico e scudetto tono su tono conferiscono eleganza e sono una scelta intelligente per rispecchiare con fedeltà lo stile di quegli anni.

    Bella iniziativa =)

  • F093

    Ottima iniziativa.
    Forse la maglia l’avrei realizzata a maniche lunghe. Ma questi sono solo dettagli.
    Rimane un ottimo lavoro in ricordo di uno dei miti del calcio italiano (e laziale).

    F093
    old style

  • umbe

    ma perchè metterci il logo Macron?

    • A.D.L

      Forse perchè è l’azienda che le produce?

  • rudiger

    Ai limiti della perfezione.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Molto sportivo da parte tua!

      • rudiger

        Ho detto “ai limiti” 🙂

  • Giovanni

    Perché non usarla il 29 settembre, poi la mostra tutta la settimana e un’altra volta il 6 ottobre?!

  • fabimpara

    Bella, i loghi tono su tono di macron e della Lazio stanno benissimo su questa magia.

  • Massimo

    Secondo me è pessima, troppo chiara, lo stemma quasi non si vede ed è di una banalità indescrivibile.

    • fgsgs

      ” lo stemma quasi non si vede ed è di una banalità indescrivibile…”
      magari se leggessi l’articolo…e poi la banalità, cosa pretendevi per ricordare un vecchio campione degli anni 30, dei lustrini?

      • Massimo

        Quando vi fa comodo parlare bene di una maglia andate dietro al coro, se qualcuno la vede in modo diverso drizzate le orecchie, fatemi il piacere. Se vuoi commemorare un vecchio campione degli anni 30 fai una maglietta stile anni 30, non sto ibrido mal riuscito, con la scritta macron che fa rabbrividire. Se non sei d’accordo anda.

        • Geeno Lateeno

          Ma non l’hai presa un po’ troppo di punta…?
          Quella di “andare dietro il coro” rivolta un po’ a tutti a me pare una affermazione assai sopra le righe.

    • pongolein

      amico non è questione di dare un opinione discorde che è una cosa sacrosanta, è proprio sparare a zero senza capire: gli stemmi non esistevano in quegli anni, o meglio esistevano ma non venivano applicati e quello di realizzare i loghi tono su tono è un elegante escamotage per rispettare i modelli dell’epoca senza far venir meno il simbolo societario e lo sponsor tecnico.
      Allo stesso modo ispirandosi ai semplici modelli del passato non poteva essere ricca di dettagli esclusivi che la rendessero originale, doveva necessariamente essere così.
      E’ il modo migliore per fare una maglia commemorativa visto che non si può riproporre una fedele replica in lanetta e senza marchi.

      • Massimo

        1) Non siamo amici. 2)Quando giocava Piola non esistevano sponsor tecnici, mettere la scritta Macron è uno scempio a prescindere dal tono su tono, ma secondo te è un “elegante escamotage”…Comunque rispetto la vostra opinione, perchè non sei mica solo te che la pensa cosi.(IO ho la capacità di pensarla autonomamente, senza essere condizionato da giudizi altrui) 3) Tanta gente spara a zero in questo sito su delle maglie che sono molto più belle di questa, tu dov’eri? 4) Per commemorare un vecchio calciatore del passato cerchi di attenerti almeno al materiale utilizzato all’epoca, allo stile ecc. 5)La banalità non sta solo nel fatto delle decorazioni, (che ci possono essere oppure no), ma dal modo in cui proponi qualcosa che dovrebbe omaggiare il passato e invece rimarca ancora di più il presente, con la presenza dello sponsor tecnico. 6) Fino a qualche anno fa la Macron era disprezzata da tutti in questo sito insieme alla Joma, poi a un certo punto è diventato un brand di prestigio, mah. Se tutto quello che ti ho scritto è sparare a zero senza capire è un problema tuo,non mio.

        • pongolein

          1) amico è un modo di dire ma ci sta che non lo capisci, anche io cosa pretendo…
          2) Non mi insegni di certo tu che non c’erano sponsor tecnici all’era di piola, infatti il tono su tono è un modo elegante per nasconderlo, ma al tempo stesso metterlo (visto che non puoi farne a meno).

          Non leggo nemmeno il resto perchè ho capito che vuoi fare polemica a basso costo, e ho di meglio da fare, senza rancore =)

          PS: indicami chi sono questi tutti che hanno criticato macron e joma, sono molto curioso! E sappi che uno sponsor tecnico non deve essere osannato o criticato sempre, ci sono dei modelli che piacciono, che non piacciono, come per nike, adidas, puma, “unbraded”, lotto e tutti gli altri!

          Ciao amico, buona serata.

      • passionemaglie.it

        Il tono amichevole della conversazione è interessante (sono ironico). Ancora di più l’accusare gli altri di non pensarla in modo autonomo. Oppure scrivere “Tanta gente spara a zero in questo sito su delle maglie che sono molto più belle di questa, tu dov’eri?”

        (chi decide quali sono le più belle? C’è una classifica? O forse si dimentica che parliamo di un valore soggettivo?).

        @Massimo
        Mi trovi un link dove Macron e Joma erano disprezzate da tutti in questo sito?
        Forse erano poco conosciute e se ora sono apprezzate magari hanno lavorato in modo egregio, sempre tenendo a mente che niente può piacere a tutti.

        Sembra quasi che crescere sia un errore 🙂

      • Geeno Lateeno

        x Massimo:
        Sarebbe stato perfetto completare l’opera riesumando la salma di Piola e facendogli indossare la maglia

        • Massimo

          Meglio la salma di Piola che quella salma di Floccari. Ciao Gino, ti rispondo in modo ironico perchè qualcuno in questo sito,(Pongolein e il Sign.Moderatore per esempio) è suscettibile, la verità fa male ahimè. Con questo non critico la tua battuta, ci mancherebbe, ma la scarsa correttezza che c’è da parte di qualche utente.

        • pongolein

          Rispondo perchè son stato chiamato in causa:
          Ma quale scarsa correttezza??? Qui il parere altrui, soprattutto se diverso dal proprio, bisogna rispettarlo. Se si muove una critica non la si deve vivere come un attacco personale, ma come occasione di confronto e di crescita reciproca.

          Ho mosso delle obiezioni al tuo commento, che è sacrosanto, tu hai mantenuto giustamente la tua posizione, e tutto finisce qui.
          Fare la vittima censurata e giudicata da amministratori e altri utenti, è semplicemente pessimo, pessimo.

          Chiusa la conversazione, chiedo scusa all’admin e agli altri utenti che sanno che con me si può disquisire in maniera rispettosa, civile e costruttiva. Ripeto, rispondo solo perchè son stato chiamato in causa direttamente e mi sembrava doveroso farlo.

  • dario

    • Daniele Costantini

      Silvio Piola è stato il centravanti della Lazio per 9 stagioni, ed ancora oggi è il marcatore più prolifico di sempre in maglia biancoceleste… ci puoi spiegare a quale tipo di ‘complessi’ ti riferisci?

    • Upuntou*

      Piola ha giocato nella lazio più che in ogni altra squadra. Studia.

    • paco

      vorrei sapere, gentilmente dai moderatori, per quale motivo un mio commento (ironico,si…) sulla stelletta mancante sulle maglie della roma viene bannato, mentre un commento in cui si da dei “complessati” agli altri utenti viene lasciato in vista…mah…

    • passionemaglie.it

      Ciao paco, comprendo il tuo disappunto, ma il moderatore (sono solo io) non può essere vigile 24 ore.

      Il commento è stato cancellato poichè ritenuto provocatorio.

      REGOLAMENTO
      Ci riserviamo il diritto di rimuovere o modificare senza preavviso e a nostro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, di cattivo gusto, blasfemi, faziosi, inutili, razzisti, provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria (spam) o politici. Non sono ammessi commenti che trattano la vendita/scambio/valutazione di maglie o prodotti di qualsiasi genere. Non è ammessa la pubblicazione di link a siti di negozi online che trattino materiale sportivo.
      Gli utenti sono pregati di non utilizzare inutili storpiature della lingua italiana, come le “k”, le abbreviazioni “giovanili” e il cosiddetto linguaggio “sms”.

      L’obiettivo di Passione Maglie è quello di far partecipare civilmente e nello stesso luogo gli utenti di ogni tifoseria. Per questo motivo sono vietati nickname e sfottò (anche non volgari) che possano generare futili “chiacchiere da bar”. Riteniamo che il web abbia già una vasta offerta per queste discussioni.

      • paco

        grazie.

  • Torto #13

    Splendida, perfetta, classica, retró, pulita, evocativa. C’è tutto e non bisogna aggiungere altro.
    Trovo azzeccatissima la scelta dei designer Macron (andrei di corsa a lavorare per questo brand…) di ricamare tono su tono il lettering dello sponsor tecnico e lo stemma della squadra perché sono due particolari che impreziosiscono la maglietta ma allo stesso tempo non saltano subito all’occhio cosicché la casacca sembri priva di essi e possa comunque ricalcare quella dei tempi di Piola.
    Infine spero in un abbinamento con pantaloncini bianchi e calzettoni neri.

    • Fish

      Per chi lo sperava, la divisa dovrebbe essere completata da pantaloncini bianchi e calzettoni neri, com’era in effetti all’epoca.
      Inoltre, non ci saranno personalizzazioni di alcun tipo per quelle in vendita. Tutte uguali, numero 9, taglia L (quella di Piola). Prendere o lasciare, e io la prendo.
      Si poteva fare meglio? forse sì, ma intanto va già molto bene così.
      Grazie Macron e grazie marketing SSL

    • passionemaglie.it

      Confermo, per i giocatori calzoncini bianchi e calze nere.
      Portieri in nero-nero-nero (o bianco).

      • Filippo

        sarebbe bello un giorno vedere gli Azzurri della Nazionale indossare questa combinazione, con maglia azzurra, pantaloncini bianchi e calze nere, chiaramente solo in un’occasione…

      • cigno di utrecht

        Non sapevo che la Lazio all’epoca indossasse calzettoni neri. Fino a quando lo ha fatto?

      • Torto #13

        Ottimo abbinamento.
        Spero che anche per l’Italia almeno in un’occasione venga riproposta la combinazione maglia azzurra, pantaloncini bianchi e calzettoni neri.

        • FDV

          Che scelta ridicola che fu quella dei pantaloncini e calzettoni marroni nel 2009..

        • Torto #13

          Come darti torto FDV. Il marrone al posto del nero…

    • valerio

      ciao ragazzi quello che si dice della maglia dedicata a silvio piola secondo hanno fatto un gran el lavoro e poi non si non mettere lo sponsor tecnico perchè su questo progetto ci hano lavorato tutti e in primis la macron

  • Daniele Costantini

    Bella realizzazione per i 100 anni del più prolifico bomber laziale di sempre. La maglietta ripropone la semplicità dell’epoca, col ‘compromesso’ dei moderni logo e stemma virati tono su tono. Unica rimostranza: anziché un girocollo, avrei forse visto meglio uno scollo a V, più identificativo degli anni ’30 e ’40. Per il resto, rimane un lavoro assolutamente promosso, e molto bello anche il packaging della casacca.

    Riguardo invece al record, la gran parte delle fonti converge sul dato di 274 gol in Serie A, ovvero nei soli campionati giocati a girone unico; 290 furono le reti totali di Piola in massima serie, da cui però si tende ad escludere del 16 marcature siglate nella Divisione Nazionale 1945-46 (con la Juventus), il primo torneo del secondo dopoguerra – non giocato per l’appunto con la formula del girone unico, ma con un particolare ibrido che vedeva assieme gironi Nord e Centro-Sud, e una mescolanza tra squadre di A e B. A Piola vanno inoltre accreditati altri 27 gol segnati nel Campionato Alta Italia 1944, torneo a carattere regionale, con la maglia del Torino-Fiat.

    • jack

      290 mi sembra sia il numero di goal che la FIGC ha confermato.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Sulla Gazzetta di oggi c’è un articolo che tenta di chiarire la questione reti.
      C’è anche un’immagine della maglia!

  • Matteo23

    Ovviamente spero che il numero 9 sulla schiena non sia presente nelle divise dei calciatori.

    Niente male, niente male davvero. L’avrei però limitata a 290 esemplari, e apprezzo gli stemmi e i loghi tono su tono: la totale assenza di essi avrebbe ridotto la maglia a un semplice pezzo di stoffa celeste, mentre così è subito identificativa del periodo e del contesto nel quale è stata prodotta.

  • MARCOPANTERONE

    Bella! Bello lo stile, bella l’idea di sponsor e logo (anche se troppo piccolo) tono-su-tono, belli i numeri (con cucitura!!!) e le rifiniture. Cosa potrebbe mortificarla? Le personalizzazioni (nomi e numerazione) in campo, si può chiarire questo aspetto?

  • cedric viancoiphir

    Non c’è niente da dire sulla realizzazione e sulla celebrazione, rasentano la perfezione. A me lo stemma e il lettering Macron tono su tono piacciono parecchio e abbelliscono una maglia altrimenti troppo spoglia.

  • rudiger

    La foto del dettaglio del numero cucito è degna di una mostra d’arte.

  • frenz

    Abitando tra Ivrea e Vercelli sono dentro il mito di Silvio Piola. Ho dei ricordi di lui di quando ero ragazzino, una persona molto semplice ma molto gentile con noi ragazzi. Mi fa molto piacere questo omaggio. Lo trovo un progetto e un disegno splendido.

  • Alvise

    macron per me si conferma tra i primi 2-3 marchi al mondo in fatto di qualità (sia stilistica sia di materiali) delle proprie divise

  • Carlo

    Bella maglia.
    Voglio sperare che quando sarà indossata dai calciatori il font non sia quello odierno ma questo presentato oggi e che siano stati pensati pantaloncini e calzettoni (magari neri) appositi. Altrimenti sarebbe un lavoro a metà.

  • LM

    Una maglia davvero bella. Bellissima la tonalità e il logo e il marchio tono su tono, affascinante il numero cucito sulla maglia con font vintage. Nella partita penso che però, oltre a mettere il nome, useranno numero e nome termoapplicati, per non portare fastidio. Bella pure la firma e il fatto che sia limitata. Complimenti alla Macron, ormai ci ha abituati a bellissimi lavori e questa ne è la prova.

  • Ventiseimaggio

    Ancora un ottimo lavoro di macron che si conferma al vertice del settore…la maglia è semplicemente stupenda, rispettosa della tradizione senza essere per questo stucchevole…trovo geniali i marchi tono su tono e bellissimo il celeste.Da laziale ringrazio l’azienda bolognese che al secondo anno di partnership ha sfornato divise bellissime e un catalogo di articoli davvero completo e sopratutto per aver riscoperto le tradizioni biancocelesti da cui Puma ci aveva a poco a poco allontanato…

  • Marcos

    Ragazzi, premetto che sono romanista, stavolta bisogna togliersi il cappello.
    La maglia è molto in stile vintage (forse un po’ troppo, visto che siamo abituate a maglie cartelloni pubblicitari) e ovviamente Macron si conferma l’azienda leader mondiale (secondo me) nella cura dei dettagli: con la firma e il numero ricamato si sono superati.
    Unica pecca è la taglia L, ma forse è il segno che una maglia celebrativa del genere non si può indossare.
    Riguardo la mostra, sapete se è a ingresso libero? Lo chiedo perché di solito dentro l’Olimpico non ti fanno entrare quando non ci sono le partite, non vorrei che fosse a inviti o qualcosa del genere.
    P.S. l’ANSA dice che la mostra è dal 4 al 6 ottobre, c’è stato un cambiamento per caso?
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/calcio/2013/09/11/Lazio-maglia-mostra-dedicate-Piola_9282918.html

    • passionemaglie.it

      Nel comunicato che avevamo ricevuto (era una bozza) riportavano dal 3 al 6. Ora pare che sarà davvero dal 4 al 6. Non ho notizie sull’ingresso, sorry.

    • Marcos

      Grazie per la precisazione.
      Almeno sapete se l’evento è gestito dalla SS Lazio o dal CONI (proprietaria dello stadio)?
      Non è per cattiveria ma la mostra mi interessa, però l’idea di inviare una mail alla Lazio mi fa venire l’orticaria 😛

    • passionemaglie.it

      Ingresso libero, come ha detto Canigiani: http://goo.gl/AZphY5

  • Simone

    Per essere bella, è sicuramente bella.

    Mi chiedo se anche a Vercelli e Novara abbiano in mente qualcosa, dopotutto il mito di Piola è nato lì.

  • FDV

    Bella iniziativa, splendido il numero cucito, ottimi i loghi tono su tono però me la aspettavo un po’ più suggestiva nel complesso. Sarebbe bastato il colletto a V piuttosto che il girocollo, che me la fa vedere come il negativo della maglia bianca della scorsa stagione.

  • Swan

    Maglia nel complesso molto bella, il top per me è il numero 9 in stile vintage e cucito a mano.
    Quando ci sono commemorazioni/ celebrazioni varie però sarebbe bello che venissero ripresi fedelmente certi elementi del passato, in questo caso visto che parliamo della divisa fine anni 30 sarebbe stato più giusto il colletto a V ed i calzettoni da indossare a corredo dovrebbero essere neri.
    Per il resto nulla da dire, una bella iniziativa. Personalmente avrei reso questa maglia accessibile a più persone possibile, producendola in tutte le taglie ed non in edizione limitata.

  • Cesc Lampo

    Mamma mia ragazzi tanta roba tutto curato nei minimi particolari… questo vuol dire marketing!!! una domanda: il 6 ottobre saranno personalizzate con nomi e numeri dei giocatori??? perche’ per esempio l’ 87 di Candreva, il 99 di Floccari o il 22 di Marchetti rovinerebbero un pò il gusto vintage del’iniziativa… io ricordo un derby di Manchester del 2008 che per l’anniversario dela strage di monaco fu giocato da entrambe le squadre con le casacche dell’epoca, quindi con numerazione classica dall’ 1 al 18 e l’effetto fu fantastico!!!

  • Marco

    Il tono-su-tono è forse la decorazione più bella per ogni maglia da calcio.
    Riguardo il n°9 vedrei bene proprio questo font per l’intera Serie A e B.
    L’unica cosa che proprio non digerisco: l’impuntura sulla parte alta della schiena; ma perchè? 🙁

  • salvopassa

    La Lazio dà alla Macron la possibilità di sfornare questi capolavori, e noi le facciamo fare le mimetiche da pronto moda… per carità sarà più redditizia la nostra partnership, ma santoddio così sì che si divertono!
    (Ma il buon ADL non ci può regalare almeno UNA maglia indimenticabile, da appassionati? Mi piacerebbe tanto sapere come la pensano a Fuorigrotta…)

    • rudiger

      In effetti…
      Però le prime del Napoli degli ultimi due anni, di base, sono ottime maglie, seppure disastrate dallo sponsor.

      • salvopassa

        Quella della prima Champions mi piaceva, ma in ogni caso non ci facevo le corse, quella col colletto spezzato è orrenda. Quella di quest’anno appena meglio ma niente di più. Anche senza sponsor.
        In ogni caso i lavori di Macron in Italia non mi esaltano, in generale. Forse quelle della Lazio, e nemmeno tutte.
        Ma anni luce rispetto a quanto fatto per Villans o West Ham.

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    Perdonate la mia ingnoranza:

    Perchè la tiratura limitata a 913?
    Perchè proprio 913 e non una cifra “tonda”?

    • ma.

      probabilmente l’anno di nascita di Piola. meno mille.

    • passionemaglie.it

      Esatto

  • ciguy

    Non ho avuto modo di leggere tutti i commenti, ma – come prevedibile – ho notato (nb. da alcuni!) un certo coro critico nei confronti della scelta di mettere i due loghi (societario ma, soprattutto, della Macron) su una maglia di questo genere.
    Dico la mia.
    Signori, siamo nel 2013, e il mondo va avanti, così come le esigenze, le idee, le mode, e quant’altro.
    Ai tempi di Piola non è che venivano estromessi i loghi dalle maglie per un qualche motivo etico, morale, esistenziale. Semplicemente perché erano altri tempi, e non si mettevano. Stop.
    Oggi invece si mettono, e non vedo alcuno scandalo in ciò che è stato fatto (e ne riparlerò a breve).
    Come dice anche l’articolo: potevano evitare di metterli. Certo. Come potevano anche evitare di produrre una maglietta celebrativa.

    Tra l’altro, per come la vedo io le magliette celebrative non devono essere l’esatta riproduzione di quelle passate, altrimenti sarebbero soltanto dei falsi, niente più.
    Devono essere, piuttosto, una RIELABORAZIONE, in chiave moderna ma con lo sguardo rivolto al passato, di ciò che è stato.
    E, signori miei, a mio avviso la Macron ha fatto non bene, ma benissimo a mettere i loghi in questa maniera: modernità e tradizione. Tutto in un colpo solo.
    E dirò di più: a mio avviso questa scelta impreziosisce e valorizza una maglia che, altrimenti, altro non sarebbe stata se non una tshirt azzurrina con un numero di cotone cucito dietro (e la potevo fare anche da solo, comprando una maglietta della salute al mercato)!

    Mi accorgo che raramente critico la Macron, ma MAI elogio un marchio per partito preso: ancora una vota, APPLAUSI.

    • rudiger

      Anch’io la vedo così sulle maglie celebrative. Fermo restando che il logo Macron non mi entusiasma.

    • salvopassa

      Sono veramente sfumature, io a istinto giudico caso per caso…
      Di sicuro credo sia sacrosanto per un’azienda che ci mette faccia idee e knowhow, oltre che materiale, inserire il proprio logo (brutto, ma quello è). Questa mi sembra la soluzione migliore. Semmai, io la avrei fatta un po’ più aderente.
      Poi davvero, quanto un esperimento sia riuscito è davvero questione di sfumature: per me la maglia del Celtic 125° anno è perfetta, ma taluni la giudicano banale.
      Di certo non è colpa della Macron se la Lazio di Piola vestiva con una semplice maglia celeste. Ricordate la maglia dell’Aston Villa 1992? Laccetti e colletto cerchiato di azzurro su sfondo claret. Una bomba. Eppure era “solo” la copia di un modello di inizio secolo…
      Poi secondo me in generale si dovrebbe lavorare sui tessuti: la maglia del centenario dell’Atletico Madrid era di un cotone che dava un effetto stinto davvero bellissimo. Quello è un bel risultato.

  • Luigi – TR

    semplicemente stupenda…si dovrebbe tornare a fare le maglie con un concept più semplice e investire maggiormente nei tessuti e a inserire meglio gli sponsor in un contesto idoneo senza fare pacchianate tremende come ormai purtroppo si vedono nella maggior parte dei completi

  • mosca

    Capo da collezione, stavolta più per la bellissima realizzazione che per la celebrazione del importante evento.

    Chapeau!

  • Lolop

    Super lavoro. Ottima.
    Condivido anche la scelta dei loghi presenti, compromesso giusto e necessario per la felicità di tutte le parti e non solo del collezionista che se la terrà nell’armadio.
    Piccola parentesi sul font macron. Orribile …. alcuni marchi, forse anche per il fatto di essere entrati nell’immaginario “pop” della gente, sono esteticamente godibili, vedi le solite note grandi marche… ma di ciò va dato merito anche al gusto dei designer a capo dei progetti. Il logo macron è oggettivamente non bello, e qui centra davvero poco la storicità o meno del marchio. Apprezzo i loro lavori in toto o quasi, spesso superiori a certe castronerie adidas o nike per esser chiari, ma quel logo andrebbe preso e rimesso a nuovo.

  • crazyce

    questa maglia è da applausi, si poteva far meglio (magari materiale più consono all’epoca, numeri cuciti anche ai giocatori in campo ed evitare per una partita almeno il nome seppur con la numerazione attuale e non consecutiva), ma per me questa è la miglior maglia celebrativa di sempre al pari con quella dello united per i 50 anni dalla tragedia di monaco che si diceva sopra… p.s. cari giocatori della lazio, se in quell’occasione usaste pettinature dell’epoca (proprio come cr7 e co. della già citata partita) sarebbe un gesto bellissimo secondo me… sembrerebbe che sia riscesa in campo quella lazio dell’epoca per festeggiare silvio piola

  • crazyce

    riguardando la confezione… ma solo io noto somiglianze tra la foto di piola e cesare prandelli?

  • antonio

    Da tifoso romanista posso dire che la maglia è bella…e trovo azzeccato il tono su tono dello stemma e del marchio macron e soprattutto dei numeri ricamati…una chicca

    • passionemaglie.it

      Mi spiace antonio, ma le provocazioni sono vietate su questo sito.
      Per fare “caciara” esistono posti più adatti 😉

  • Miro

    Maglia spettacolare, sicuramente la comprerò e me la metto in cornice. Levando il tono su tono, potrebbe divenire anche la maglia per le partite comuni. Anche se quella indossata quest’anno è già bellissima. Magari per la prossima stagione Macron potrebbe prendere in considerazione la possibilità di far indossare calzettoni neri e togliere definitivamente lo sponsor dalle spalle. Magari usando quel logo al posto della sritta Macron sul petto. Questo la renderebbe più “iconica” davvero la Umbro d’Italia. Inoltre ho apprezzato moltissimo anche la maglia che Macron ha realizzato per la Scozia del rugby, sarebbe meraviglioso rivedere la Lazio con questo front e i colori sociali nostri.
    http://www.soccerstyle24.it/2013/08/rinascita-tradizione-maglia-scozia-rugby-griffata-macron/

  • Alessio

    Capolavoro!!!

  • skywalker

    semplicemente STUPENDA!!!

  • Marzia

    Partendo dal presupposto che ammiro molto Silvio Piola, uno dei più grandi calciatori italiani, io non capisco una cosa (non è una provocazione nè una battuta). Il calciatore ha giocato con 5 squadre, segnando moltissimo in ognuna di queste; a Novara gli è stato persino dedicato lo stadio, se non erro.
    Ora mi domando, perchè la maglia è stata fatta dalla lazio soltanto? Non sarebbe stato più corretto creare una maglia della nazionale italiana, dedicata a Piola?
    A maggior ragione considerando che su questa maglia Macron viene riportato il numero 290, come se tali reti fossero state segnate esclusivamente con la maglia laziale.

    • Daniele Costantini

      La Puma, nel suo piccolo, l’ha fatto: http://goo.gl/U3NRmh

    • passionemaglie.it

      La risposta è molto semplice Marzia: perchè la Lazio ha voluto farlo.
      Non ha l’esclusiva e le altre squadre, volendo, possono realizzare iniziative del genere.

      Perchè non lo prendiamo per quello che è, ossia un omaggio a Silvio Piola? 😉

      • Marzia

        Mi sembrava d’aver premesso che il mio non era un commento da tifosa, e speravo che, stimando molto il personaggio, trapelasse anche il fatto che apprezzi l’iniziativa di Macron e della lazio.
        Il punto, e forse non mi ero espressa bene, è che scrivere 290 su una maglia biancazzurra lascia intendere che tali reti siano state segnate solo ed esclusivamente con la lazio, cosa che è erronea. Considerando che sono state segnate con più maglie, avrei evitato la celebrazione del numero delle reti, tutto qui. A maggior ragione visto che si commemora non il record di gol, bensì il centenario della nascita.

  • appassionato

    Una soluzione interessante, ma allora non era preferibile accantonarli del tutto?

    • passionemaglie.it

      Hai tirato fuori un sorriso 😀

  • Vittorio

    Sinceramente una bella occasione mancata…..non mi piace. Poteva essere un progetto similare a quella della erreá col parma e invece è uscito un prodotto che non sa di niente! Peccato!

  • Cris

    BELLISSIMA

  • Lino

    Qualcuno sopra ha detto “ai limiti della perfezione”, invece per me è proprio perfetta… e con calzoncini bianchi e calzettoni neri sarà oltre la perfezione. Per me una divisa celebrativa deve comprendere tutti gli elementi, che brutta cosa vedere una maglia in stile antico sopra pantaloncini e calzettoni ultramoderni.

  • forzapro

    Maglia e iniziativa veramente splendide…essendo di Vercelli spero che anche mia Pro realizzi una maglia commemorativa in suo onore…d’altronde lui è cresciuto calcisticamente a Vercelli ed ha sempre tifato Pro…speriamo che la società pensi a qualcosa 😉

  • mfp78

    complimenti alla macron! questo atteggiamento dovrebbero averlo tutti gli sponsor tecnici per le maglie commemorative

  • Rampi79

    Veramente bella…

  • cooper

    Una maglia celebrativa deve nello stesso tempo evocare ed attualizzare un evento e trasmetterne sensazioni…qui si parla di piola, un uomo, un campione, 290 gol, anni 30/40, società sportiva lazio, palloni di cuoio, calci veri ed uomini veri….nel loro piccolo macron e lazio hanno fatto un ottimo lavoro…peraltro con eleganza ed originalità

  • FDV

    Molto bella la divisa in campo, in particolare per i calzettoni neri. D’altri tempi Marchetti in maglia all black. Belli i numeri vintage, ma se non sbaglio quelli utilizzati in campo sono gli stessi delle maglie del Bologna.

    Grandissima pecca a mio avviso l’aver del tutto accantonato la coccarda della Coppa Italia. Se non sul petto, almeno sulla manica l’avrebbero dovuta esporre.

    • rudiger

      Incredibile aver “dimenticato” la Coppa Italia. Pensavo l’avessimo fatto solo noi romanisti.

  • MARCOPANTERONE

    pessimo l’effetto degli scarpini arcobaleno con questo completo

  • Matteo Luciani

    Ieri sera abbiamo potuto ammirare questa maglia in tutto il suo… ORRORE!
    Un pigiama di flanella! A questo punto mi metto a produrre anche io maglie da calcio. Se vi entusiasma il modello “Fruit of the Loom” posso produrne a tonnellate. E senza loghi!

  • rudiger

    Vista in campo mi ha un po’ deluso. Il giudizio rimane molto positivo per la maglia in se, ma in partita secondo me la divisa è stata penalizzata dagli anonimi pantaloncini, dall’aggiunta dei cognomi e dalla combinazione con i calzettoni neri.

  • Pingback: Il Novara celebra Silvio Piola con una maglia in edizione limitata()