SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

È una tra le maglie più attese della stagione 2015-2016, quella che fa da apripista al legame tra New Balance e Liverpool sancito poche settimane fa.

Davanti a oltre 1000 tifosi accorsi sulle tribune del mitico Anfield Road è stata presentata dai calciatori Martin Skrtel, Daniel Sturridge, Raheem Sterling insieme al portiere Simon Mignolet.

Presentazione maglie Liverpool 2015-16

La nuova maglia dei Reds segna il ritorno di New Balance nel mondo del calcio, dopo le brevi esperienze vissute negli anni ’80. Il colosso americano ha scelto di “ritirare” la controllata Warrior che aveva griffato le divise nelle ultime tre stagioni, rilevando tutti i contratti in essere con Liverpool, Siviglia, Porto e altri club in tutto il mondo.

Maglia Liverpool 2015-2016 New Balance

Particolare la struttura del girocollo: l’effetto creato dagli elaborati inserti realizzati in due materiali differenti rispetto a quelli del resto della maglia, è quello di un apparente colletto a polo con bordino bianco e giallo sul bavero. Sul retro confermato il ricamo con le due fiamme e il 96 al centro, come il numero di vittime della tragedia dell’Hillsborough nel 1989.

Colletto maglia Liverpool New Balance

La pulsante elettricità che si percepisce sulle tribune di Anfield Road nei momenti che precedono la partita viene celebrata tramite la trama del tessuto della maglia, che nella parte superiore è a scacchi, a richiamare il mosaico biancorosso ricreato dalle sciarpe tese dei tifosi della Kop.

Nella parte inferiore la fantasia si allunga gradualmente, creando un effetto onda che simboleggia lo sventolare delle bandiere che rendono tuttora la Kop un settore dal colpo d’occhio unico nel panorama del calcio inglese.

Colletto e trama a scacchi maglia Liverpool 2015-16

Sul petto compare ancora il Liver Bird al posto dello stemma societario, ma questa volta è colorato di bianco. Sul lato opposto c’è il marchio di NB e in basso il main sponsor Standard Chartered.

Queste le parole di Richard Wright, general manager di New Balance Football“Entriamo in una nuova era tra New Balance e Liverpool e vogliamo celebrare il sacro legame tra il club, i tifosi ed i giocatori. Abbiamo lavorato a stretto contatto con il Liverpool durante tutta la progettazione della maglia e credo che il team di produzione abbia ben catturato questo spirito nel design del tessuto”.

Pantaloncini e calzettoni Liverpool home 2015-16

I pantaloncini ed i calzettoni si presentano entrambi in rosso con un fine bordino dorato sul bordo e sul risvolto.

Presentata contestualmente anche la divisa da portiere interamente nera, compresi calzoncini e calzettoni. La maglia si caratterizza per gli inserti rossi sul colletto, lungo i fianchi, sui gomiti e sui polsini.

Maglia Liverpool portiere nera 2015-16

Come da prassi in Inghilterra, la società non ha perso tempo ed ha già inserito nello store ufficiale la nuova collezione di New Balance. I tifosi possono pre-ordinarla ricevendo in omaggio una t-shirt, la consegna è prevista il 12 maggio.

Siamo curiosi di conoscere le vostre opinioni, come giudicate la prima maglia creata da New Balance per il Liverpool 2015-2016?

  • pegaso22

    Mi piacciono molto. Veramente bella quella del portiere.

  • alifero79

    Bella mi piace, tutta rossa ad eccezione degli inserti sul colletto e nelle maniche oltre a quello nei calzettoni che a perer mio spezzano bene. A memoria non ricordo altri lavori New Balance, questo comunque è davvero ben fatto!

  • Luca_M

    molto pulita, mi piace, da 7+

  • Luca L.

    Da lontano risulta molto simile a quella della stagione attuale, da vicino pare molto anonima,non mi convince personalmente.

    • UnderUmbr

      Hai ragione riguardo al fatto che assomiglino a quelle dellla passata stagione, ma questo credo sia dovuto al fatto che fare cambiamenti su una divisa molto classica come quella dei Reds sia quasi impossibile e ingiusto; tuttavia trovo il lavoro della NB molto pulito, tradizionale ma i n chiave moderna su materiali. Risultato semplice ed elegante, per me valgono un 8 pieno. Mi paice anche lo stemma molto basico.

  • pongolein

    Belle maglie, la trama un po’ difficile da comprendere a primo acchito ma appare classica elegante ma al contempo non banale.
    Un appunto: warrior ha cambiato molto rispetto ad adidas. NB ha preferito invece la continuità con i lavori proposti nel recentissimo passato dagli americani. Sinceramente mi aspettavo qualcosa di diverso, di più moderno, trovo gli stemmi monocolore un po’ poveri e quello del liverpool bianco rosso e verde utilizzato fino all’ultima stagione con adidas prima del ritorno al passato era uno dei più belli in assoluto, e avrei voluto rivederlo, ovviamente accompagnato da un altro stile di maglia.

    • MOSCA

      Quoto l’osservazione sugli stemmi.

      La maglia nell’insieme, per me, funziona o funziona sicuramente di più rispetto a warrior ( anche se personalmente mi è parso un matrimonio durato troppo poco e che forse qualcosa di meglio poteva dare ) ma la nota dolente sta proprio nei simboli.

      Non mi è chiaro se è per una questione di monocromia o dimensione, fatto sta che lo stemma del Liverpool poco valorizzato lì davanti.

      • pongolein

        Anche io speravo in un rapporto più duraturo con la warrior. Ogni anno era un brivido il momento della presentazione delle maglie, a differenza di molti altri non avevano paura di osare (pur rispettando la tradizione nella maglia home, tradizione che hanno ripristinato in alcuni versanti).

    • Niccolò Mailli

      A mio avviso la cosa migliore delle recenti divise del Liverpool è proprio la sostituzione dello stemma (troppo elaborato) con il solo uccello.

      La stessa considerazione vale per le maglie del Milan di questa stagione. Sarei pronto a sottoscrivere la sostituzione definitiva dello stemma con lo scudo a croce sulla maglia home, mantenendo lo stemma sulle divise da trasferta (il vero stemma, non la mela sbucciata di quest’anno).

      • MOSCA

        Sul Milan sottoscrivo totalmente. Lo scudo è impattattante come nient’altro.

        Qui sul Liverpool invece, la semplificazione ci può stare, sebbene personalmente ero più per il “barocco” di prima, ma questo essere monocromo fa sembrare lo stemma meno nobile, per me, e anche il posizionamento esattamente sopra il logo “sc” non mi pare felicissimo.
        Nell’insieme c’è qualcosa che non mi risulta armonico.

      • pongolein

        Niccolò non entro nel merito della bellezza/qualità dello stemma in se e per se, che è innegabilmente bello, evocativo e classico. E’ proprio una questione di “monocromaticità” che francamente non fa risaltare nulla e il tutto appare decisamente più piatto.

        Sul milan sono in forte disaccordo. Il nostro stemma storico raccoglie il simbolo della città, i nostri colori, il nostro anno di nascita e il nostro nome, completo, non invecchia, resta sempre moderno nonostante gli anni che passano. Senza uno solo di questi elementi non saremmo più noi. Il rossonero non può sparire dallo stemma, la croce è bellissima ed estremamente elegante, ma si può usare come soluzione una tantum, rivoglio il nostro stemma che è la cosa che più ci identifica a livello globale.

        Condivido il tuo disapunto sullo stemma voluto da barbara per le maglie away…un mix fra una mela sbucciata e una pallina di natale. Un pianto.

  • http://www.portierecalcio.it/ Gaspare Ressa

    Molto bella la divisa da portiere. Sobria ed elegante.

  • Faretra

    L’idea e i riferimenti sono buoni, però il risultato finale non mi convince… personalmente la trovo anonima.

  • http://www.youtube.com/user/palgiandy Gianluca

    belle, semplici e senza azzardi come fanno da parecchio tempo adidas e nike

  • Niccolò Mailli

    In generale non mi convince. Secondo me Warrior era partita col botto con la divisa di due anni fa, ha continuato bene con la versione dello scorso anno ma non si è confermata in questa stagione, in cui ha fornito ai Reds un kit banale e scialbo. Questa divisa di New Balance in un certo senso abbraccia il trend appena descritto.

    Promuovo l’utilizzo degli scacchi tono su tono che mi rimandano alla stupenda divisa adidas grigia della stagione 2008 2009 anche se non mi convince l’idea del loro allungamento nella parte bassa della divisa. Colletto brutto anche se innovativo. Logo che mal si adatta a mio parere ad una maglia da calcio.

    Spero che per le divise da trasferta NB faccia meglio di Warrior: non ci vorrà molto

  • squaccio

    Molto belle entrambe.

  • Ulisse

    Nettamente più bella di quella di quest’anno, voto 7.5 !

  • sergius

    NB molto meglio di Warrior, bella home sicuramente, essenziale e ben rifinita. Poi è un piacere rivedere una bella divisa da portiere in un’epoca in cui tanti portieri vestono le maglie dei giocatori di movimento, abitudine questa che non accetterò mai.

  • FDV

    La trama lucida mi piace davvero molto. Non male anche il simbolismo a cui è legata. Ho dimenticato di sottolineare anche le scritte “Liverpool” qua e là per la maglia, perfettamente integrate con la trama, quasi mimetizzate.

    Il girocollo risulta gradevole, nonostante non mi piaccia l’idea in sé di un finto colletto a polo.

    Peccato per il Liverbird bianco, lo preferivo giallo, ma resta sempre straordinario in confronto allo stemma iper carico dell’epoca pre-Warrior.

    A proposito di Warrior, il passaggio a New Balance mi risulta molto soft, come d’altronde era prevedibile, ma il logo NB ha un appeal senz’altro maggiore rispetto alla W.

    • dave

      Il LiverBird è Bianco, non giallo. I tifosi del Liverpool lo hanno sempre voluto così!
      ( puoi controllare sulle fanpage del Liverpool e chiedere agli svariati tifosi che conosco.)

      • Niccolò Mailli

        Anche a me, personalmente, piaceva di più giallo ma se i tifosi lo vogliono bianco che così sia.

      • FDV

        Figurarsi, è solo una mia preferenza estetica, come nelle maglie a cavallo tra anni ’70 ed ’80.

  • Swan

    Delusione totale.
    Di Warrior mi piacque la maglia d’esordio, taglio classico ed elementi vintage ben curati, discreta la seconda a riprendere quella del 1984, dozzinale quella attuale.
    NB si presenta con una maglia anonima, taglio moderno ma troppo minimal.
    Il colletto mi innervosisce, girocollo con finto effetto polo, la trama non aggiunge nulla alla maglia.
    Riguardo allo stemma ritengo che il Liverpool lo abbia negli anni caricato di troppi elementi a discapito del Liverbird quasi invisibile.
    Normalmente sarei in disaccordo, ma estrapolarlo dallo scudo è stata una buona idea a suo tempo da parte di Warrior. Lo avrei però visto meglio in giallo, a differenziarsi dalle scritte e loghi bianchi sul fronte della maglia.
    Panta e calze anonime as well; kit home di basso gradimento, spero facciano meglio con away e third.

  • Dukla

    Si, la maglia apparentemente è “pulita” e razionale rispetto a qualche ultimo lavoro Warrior: ma la parte superiore “a scacchi” perchè simboleggia questo,la parte inferiore con l'”effetto onda” perchè simboleggia quest’altro… La maglia dei Reds è iconica e rappresenta se’ stessa ed il Liverpool e non ha bisogno di richiami che lasciano il tempo che trovano. Essa è. Ed è in quanto pulita, rossa (rossi anche i calzoncini, come voleva il buon Shankly) e senza troppi fronzoli (scacchi, onde, righe et similia). Una maglia rossa ed il Liverbird, possibilmente giallo. Questo è il Liverpool. In fondo basta poco …

  • Vittorio

    Come mi ero già espresso alla notizia del cambio tra warriors e NB data da PM, confermo tutta la mia perplessità circa la scelta di rinunciare a un marchio sul quale si era investito molto e che aveva inciso a suo modo e nel suo stile in un mercato fin troppo monopolizzato dalle solite. È vero che al debutto col Liverpool aveva dato un segnale molto forte Warriors e sembrava promettere più di quanto in realtà abbia fatto però con Nb risulta tutto molto fasullo. È chiaro che il prodotto in questione viene dal medesimo ufficio stile ma nel cambio ha perso un po’ di quel fascino che fino ad ora aveva. La scelta del tessuto jacquard di gusto british anni ’90 tanto sfruttato da Umbro in quegli anni, non è male ma il disegno del collo da vicino molto strutturato non ha l’effetto desiderato e non soddisfa. Il taglio della maglia appare più comodo e ampio secondo le nuove tendenze ma risulta troppo dritto e addosso non fascia. Il pantaloncino è povero e insipido. Se questo è uscire col botto, consiglio a NB di accompagnare le future presentazioni coi fuochi d’artificio…. Voto 5

    • stefen

      nonostante il grande investimento, la warrior non ha ottenuto i risultati (economici e di visibilità) sperati come abbigliamento sportivo in UK.
      Ecco perchè hanno deciso di cambiarlo con la New Balance..

  • nevskji

    bah, per me l’unica maglia del liverpool è quella adidas con le tre strisce bianche sulle maniche. questa, in particolare, sembra una cineseria (con tutto il rispetto per i cinesi)

  • Enrico

    Non vorrei dire una cavolata ma in realtà non è cambiato nulla perché la Warrior dovrebbe essere un marchio di New Balance. Sono aperto a smentite.

  • adb95

    A me non piace la trama… Per il resto si può anche fare, anche se continuo a preferire lo stemma integrale del Liverpool sulla maglia, anzichè il solo Liver Bird e la scritta LFC

  • 7eleven

    mi sembrano belle ciste nei particolari. Strana la scelta di NB di pubblicare l’immagine ufficiale della maglia nel suo insieme in una versione eccessivamente solarizzata.

  • Eugenio

    Mi piace, perché vedo adatto questo stile di maglia al Liverpool, curata al massimo nei particolari, e l’effetto finale è davvero molto bello. Il Liverbird lo vedo adatte solo in maglie così, più eleganti e sobrie, ma mi piacerebbe rivedere il vero stemma. Non mi piace assolutamente però il colletto. Bella anche quella del portiere.
    Buona la prima per Nb, però spero che abbia uno stile più eterogeneo e realizzi anche più dinamiche e particolari.

  • Arfonso

    Troppo facile accostarla alla attuale, che è preferibile…i lavori Adidas del recente passato devono essere il metro di giudizio, tutte super maglie.

  • F093

    Ho bevuto troppo o nel motivo a scacchi si puo leggere ogni tanto la parola liverpool?? (osservate bene sotto il colletto e all altezza delle ginocchia del bird….

    Giusto FDV??

    F093
    old style

    • Matteo Perri

      Giusto

    • Geeno Lateeno

      Eh per la miseria, ma che occhio! Complimenti

      Il dettaglio è fantastico, da palati fini

  • Mr.74

    Molto bella, semplice, ma con dettagli molto curati e per nulla casuali. Ottimo lavoro di New Balance, non credo di essere cattivo profeta, se dico che il brand americano farà molto bene nel calcio. Voto alla maglia del Liverpool 9,5

  • salvopassa

    Il modello non mi fa impazzire, ma scindo il giudizio estetico personale dall’analisi imparziale: e qui devo dire che il lavoro è stato sicuramente studiato, dalla trama in texture che ricorda la parte più bella dello stile anni ’90, al mantenimento dello stemma “libero” da scudi e motti – uno stemma così meravigliosamente unico nel panorama mondiale! – alla ricerca dei dettagli.
    Apprezzo lo studio del modello del colletto, anche se francamente, a vederlo, non ne capisco molto il senso o la praticità. Ma è originale e questo è importante.

    Bilancio Warrior: 7 il primo anno, 8 il secondo, 4 il terzo. Ho la maglia 1984-style ed è davvero meravigliosa.
    Sulle away non mi esprimo, ma grazie ai loro design per tutta la droga che hanno preso prima di disegnare quei capolavori assurdi!

  • LORENZO 70

    bah, mi sembra che le manchi qualcosa…

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    con il liverbird bianco avrei preferito l’eternal flame bianca, ma sono quisquilie

  • Angel94X

    Non datemi del pregiudizievole ma il Liverpool merita brand più altisonanti. Le maglie Warrior, nonostante il loro estro, non mi hanno mai convinto. Quest’anno, con l’esordio di NB, posso dirmi lievemente sorpreso dato che il lavoro finale è di indiscussa fattura. Mi convince molto la trama frontale del kit, a differenza della spiegazione relativa alla sua presenza, ma si sa, i marchi, quando si tratta di giustificare talune scelte, sono impronosticabili. Nota di merito per il colletto, che trovo intrigante, anche se un po’ abbandonato a sé stesso, e per il Liverbird libero dallo stemma, novità, che se non erro, era stata introdotta proprio dalla Warrior due anni fa. Complessivamente il giudizio è positivo anche se non superiore alla sufficienza stentata.

    6+

  • Andrea Pozz

    Non mi entusiasma, e la soluzione del colletto “finto” mi risulta più bizzarra che originale.
    Vorrei vederla dal vivo per capire meglio il tessuto, ma in ogni caso kit da sufficienza piena

  • Renzo

    Non male, il colletto non mi fa impazzire, ma per il resto direi buon kit

  • Alessio

    Non sapevo che Warrior fosse un’emenazione di NB.
    In ogni caso, la maglia mi pare più che buona. Elegante, classica, senza troppi orpelli. Bella anche la maglia del portiere. La trovo molto “da portiere”. 🙂

  • Baracca

    Maglia semplice e lineare come deve essere quella del Liverpool, non mi convince in pieno il colletto, alla fine al primo impatto si vede solo una righina per giunta piuttosto lontana dal bordo del collo. Avrei preferito a questo punto un colletto vero e proprio. Molto bella quella del portiere, poi io ho sempre adorato i portieri in nero.
    Sono a questo punto curioso sulle away, dato che sono uno dei pochi al mondo che aveva apprezzato le stravaganti Warrior 😀

  • Antonio

    L’unica fantasia che secondo me è accettabile per la trama di una maglia “pulita” e monocromatica sarebbe una riproduzione in formato più grande dello stemma: le fantasie geometriche le vedo un po’ come una contraddizione.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Direi bene, sicuramente migliori di quelle di questa stagione prodotte da Warrior.
    Il colletto finto polo non mi soddisfa del tutto; perché non farlo a polo vero e proprio?
    La texture di fondo tutto sommato mi piace, anche se avrei preferito che fosse tutta a piccoli scacchi senza la loro trasformazione in righe più lunghe.
    Avrei anche mantenuto il Liverbird dorato, non bianco.
    Nel complesso comunque buona divisa, ed il logo NB fa il suo effetto.

  • Farais

    Farsi dare una lezione da New balance (uno sponsor non attivo molto nel soccer) su come si realizzano le maglie, compresa quella del portiere che a mio avviso deve essere sempre nera con richiami ai colori sociali del club (non viola o rossa con pois gialli) è veramente grave! Complimenti per le maglie veramente!

  • Alex Naples

    Buon lavoro da parte di NB. il disegno del tessuto quadratini misti ad ondine somiglia tanto ad un altra soluzione sperimentata dalla lotto negli anni 90 col Napoli e col Milan voto 8