SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La squadra dominatrice della Ligue 1, il Paris Saint-Germain, ha presentato la nuova maglia 2016-2017 con la quale difenderà il titolo e darà l’ennesimo assalto alla Champions League.

Basterà l’innovativa casacca firmata da Nike per distrarre i tifosi parigini dall’addio ufficiale di Zlatan Ibrahimovic?

Prima maglia Paris Saint-Germain

Maglia Paris Saint-Germain 2016-17

Il modello di base ormai lo conosciamo tutti, si tratta del Vapor Kit usato da tutte le nazionali maggiori griffate dal baffo americano. A caratterizzare la maglia del PSG è il tradizionale palo rosso centrale con bordi bianchi, in questa versione è stato rivisitato ed è ora formato da una serie di pinstripes verticali.

Una soluzione innovativa e moderna, ma che non snatura troppo la tradizione come accadde ad esempio nel 2011-12.

La maglia presenta due toni di blu con la parte più scura a coprire le spalle, le maniche e una parte del colletto a ‘V’. All’interno del collo è stampata la frase “Ici C’est Paris”, in più compaiono le parole “Paris”, “Grandeur” e “Passion” sul retro del colletto e all’interno dei polsini.

I lati sono corredati da una striscia blu che durante il movimento dei calciatori si espande e svela uno sfondo rosso, la stessa la ritroviamo anche sui calzoncini. I calzettoni sono blu con la scritta “Paris” al centro e una grafica a righe rosse sul retro che riprende le pinstripes.

Divisa PSG 2016-17 home

L’originale banda rossa ideata da Daniel Hetchter nel 1973 compare sulla parte posteriore del collo, per non dimenticare mai le tradizioni.

Qual è il vostro parere sulle novità di Nike per il PSG 2016-2017?

  • squaccio

    Palo di Hechter visto con l’ennesima rivisitazione e bocciato per l’ennesima volta….2 tonalità di blu ed entrambe diverse dai colori dello sponsor…..maglia che non arriva manco al 4.

  • Filippo2605

    Uguale a quella dell’anno scorso, solo un po’ più brutta

    • Magliomane

      Mi hai tolto le parole di bocca.
      E aggiungo che quel blu scurissimo è davvero brutto.

  • Mario I/O

    A me piace nella sua semplicità.

  • Questo qui

    Uguale a quella dell’anno scorso a parte il palo centrale. Fra tutti gli esperimenti di Nike questo è quello che meno di tutti snatura il modello hechter… però per dare un giudizio aspetto di vederla in campo.

  • Daniele Costantini

    Tra tutte le ultime rivisitazioni di Nike inerenti il palo Hechter del PSG, dire che questa è probabilmente la migliore di tutte: moderna, originale, ma senza rinnegare la tradizione. Certo, continua a lasciarmi l’amaro in bocca questa recente scelta di Nike, di privare tutte le sue squadre di un canonico colletto… 😀

    Tornando al palo, apprezzo molto la “dinamicità” di tale soluzione… mi chiedo se Nike avrà preso una labile ispirazione dal suo stesso passato, dalla maglia parigina della stagione 1993-94, dove similmente si era ritrovata a personalizzare, “spezzettare” il palo in tante striscioline:

    http://www.soccerstyle24.it/wp-content/uploads/2015/04/Weah-Psg-Real-93-94.jpg

    (peraltro, in questo caso, nulla mi toglierà mai dalla testa l’idea che tale scelta grafica, in qualche modo andasse a richiamare lo stile del logotipo SEAT sul petto…)

    • Franz

      Concordo sul fatto che questa e’ la rivisitazione del palo meno peggio di tutte. Troveranno una spiegazione alle pinstripes, dicendo che i 14 fili rossi (se ho contato bene) si leagano in modo indissolubile alla storia del PSG bla bla bla…
      Mi chiedo, davvero, perche’ Nike negli ultimi anni debba trattare in questo modo la maglia del PSG. Anche nel passato ci sono state maglie di rottura, come quella qui mostrata ad esempio, ma mi pare che da quando ci sono gli arabi ci sia stato un deciso cambio di stile.

  • Vittorio

    una maglia abbastanza triste e la fascia verticale rossa ridotta a strisce rende la decorazione molto cupa. Non mi fa impazzire.

  • Angelo Di Bello

    Due tonalità brutte come, anche se oggettivamente meno visibili e quindi più tollerabili.

    Ancora con sta storia del rosso che se ne va, io capisco voler rigirare le carte in tavola, ma un palo “tradizionale” gli fa proprio così schifo che non si vede da anni?

    • Angelo Di Bello

      Brutte come sempre*

  • Paolo D

    Sarà l’effetto televisivo a darne un verdetto a parer mio, visto da lontano sembra quasi un rossoun po’ più scuro invece che 2 colori insieme… Avrebbe davvero avuto un senso coi colori invertiti però.
    Sono l’unico a pensare anche all’Inter in nero con le pin stripes blu?

  • rudiger

    Sponsor sempre più contento. Forget Paris.

  • manuel

    rispetto a quella 2015/2016 cambia solo la verticale rosse a strisce, innovativi

  • Mr. ZEBRO Official

    Il palo al centro fa veramente schifo.

  • pongolein

    Palo centrale mortificato per l’ennesima volta da una soluzione che a mio avviso lo svilisce ancora di più, rendendolo privo di spessore e riducendolo quasi ad elemento stilistico secondario. Non riesco a capire bene se il blu sulle spalle è ancora di una tonalità diversa. A me personalmente questa trovata è piaciuta molto in stagione quindi una riproposizione, sebbene più soft, non mi dispiacerebbe.

  • Eugenio

    Ancora una volta, una maglia deludente per il PSG. Nike ha seccato con questo Vapor Kit.. Va bene un anno, ma non due. Questa maglia è uguale a quella di quest’anno, cambiano soltanto le tonalità dei colori…
    Spero che l’utilizzo di questo Vapor Kit non vada oltre. Ne dubito.. Un altra occasione sprecata.

  • collezionista_34

    Beh, versione corretta (e migliorata, secondo me) della maillot dell’anno scorso, e modello hechter in parte salvo.

    Ma:
    Blu troppo scuro.
    Sponsor di dimensioni davvero assurde, in ligue 1 lo permettono – e sono sempre i soliti discorsi, lo so – ma davvero troppo troppo grande, sbilancia la maglia per di più.
    Soliti calzettoni Nike di una noia, ma di una noia…

  • FDV

    Un po’ cupa ma identitaria, quindi promossa. Una reinterpretazione moderna che non mi dispiace.

  • Renzo

    Comincio ad avere attacchi di orticaria quando vedo i lavori Nike!

  • Stavrogin

    Mi piace molto, ma faccio poco testo perché a me piaceva già quella di qualche anno fa con il palo “svuotato”: apprezzo la rivisitazione degli elementi tradizionali.
    Però mi piacerebbe molto di più senza la diversa colorazione delle maniche.

  • The Italian Job

    No. No. E poi no.
    Bene rivedere gli stilemi classici, ma qui si esagera, stilizzandoli fino a liquidarli – penso al palo bicolore – al rango di “fastidio necessario”.
    Il PSG merita qualcosa di più (e non sono le maglie nere e rosa-fucsia, impiegate in Champions e gemelle di quelle da rugby dello Stade Français, dell’annata appena trascorsa).